L’attore Cristian Stelluti testimonial per le collezioni uomo Alessandro Tosetti

Cristian Stelluti testimonial d’eccezione per il lancio delle Collezioni Uomo Alessandro Tosetti

Milano, 7 gennaio 2018 – I capi della collezione Cerimonia Uomo di Alessandro Tosetti saranno presentati a febbraio 2019 ed è stato annunciato come testimonial dell’evento l’attore Cristian Stelluti.

L’attore ha appena finito di girare ‘Forse è solo mal di mare‘, di Matteo Querci, diretto dalla regista Simona de Simone, e l’incontro tra lo stilista e l’attore è avvenuto in occasione del film Cà Moon, le cui riprese inizieranno questo mese di gennaio, così come gli scatti fotografici.

Da poco è stata registrata l’ultima scena della prima commedia della Cibbè Film, che ha visto protagonisti oltre a Cristian, attori come Paolo Bonacelli, Francesco Ciampi, Barbara Enrichi, Annamaria Malipiero, Orfeo Orlando, Beatrice Ripa, Patrizia Schiavone, Cristian Stelluti e la partecipazione straordinaria di Maria Grazia Cucinotta.

Sullo sfondo una Linosa quasi deserta, fotografata in una stagione non turistica. Un film di vicende di vita, tra riflessioni e ferite personali, con sorprese e colpi di scena.

“Con la nuova collezione Cerimonia Uomo (www.alessandrotosetti.com) vogliamo dare un’immagine forte ma, allo stesso tempo, camaleontica dell’uomo, pensando a capi eleganti che possono avere vite ed interpretazioni diverse. E nessuno avrebbe potuto interpretare le tante sfaccettature maschili della poliedricità come Cristian Stelluti”, ha raccontato Monica Gabetta Tosetti, responsabile marketing per l’azienda di famiglia.

“Riuscire a combinare eleganza e massima portabilità è sempre una sfida per le aziende di moda e, in famiglia, abbiamo accolto con grande entusiasmo questo nuovo progetto di Alessandro. Cristian, che ho conosciuto nella preparazione di ‘Cà Moon’, interpreta alla perfezione l’idea di uomo che avevamo in mente, non vediamo l’ora di presentare questa nuova collezione” ha detto ancora la stylist, famosa sul web anche per il suo blog con consigli di stile.

Cristian Stelluti, un attore poliedrico e camaleontico

Cristian è un camaleontico e istrionico attore, con un’innata capacita di cogliere e interpretare le sfumature.

Classe 1976, ha alle spalle diverse esperienze teatrali e pellicole di successo. A venti anni frequenta il biennio del Centro Teatro Attivo di Milano, ma la sua formazione è continua e numerosi sono i seminari di Teatrodanza e i workshop intensivi di recitazione cui partecipa, come quello condotto dall’actor coach Francesca Viscardi sul metodo Strasberg (Actor Studio’s).

Con gli insegnamenti di Luca Giadima Del Maulo unisce l’espressione per il teatro all’espressione del tango argentino, passione che lo porta a Istanbul per essere diretto da Irfan Yildirim.

Tra le esperienze teatrali che più lo hanno segnato: “Cyrano se vi pare” una tournèe nazionale capitanata da Massimo Fini, il ribelle giornalista scrittore. Diversi i successi teatrali e i premi ricevuti.

Numerose anche le pellicole interazionali: Stelluti ha recitato in “Rush” e “Inferno” di Ron Howard, e si è affermato sulla scena nazionale lavorando per grandi registi italiani come Pupi Avati nel film “Un ragazzo d’oro”, accanto a star del calibro di Sharon Stone.

Amante del cinema indipendente, interpreta un ruolo difficile in “Milano in the cage” di Fabio Bastianello, “Eva Braun” di Simone Scafidi, “Il ragazzo della Giudecca” di A. Bergamo e in “The Minister” di Fide Dayo.

Ha recitato nella serie “Made in Italy” di Luca Lucini e Ago Panini.

Presto sarà al cinema con la commedia “Forse è solo mal di mare” di Simona De Simone con la partecipazione di M. Cucinotta e P. Bonacelli.

 

 

Alessandro e Gabriele Tosetti, Monica Gabetta Tosetti

 

Cristian Stelluti

 

Cristian Stelluti

 

A Como un live show per la Collezione Cerimonia 2019 di Alessandro Tosetti

Como, 21 settembre 2018 – Durante la settimana della moda milanese, fra le vie del centro di Como si è tenuto un live show per presentare la nuova collezione Cerimonia 2019 di Alessandro Tosetti. La scelta della data, il 20 settembre, non è casuale: lo stilista comasco ha infatti voluto omaggiare la sua città proprio durante la settimana della moda milanase con la presentazione live di due degli abiti più rappresentativi della sua Collezione Cerimonia 2019, portando un po’ dello spirito della Milano Fashion Week sulle rive del Lario.

“Sono molto radicato nel mio territorio” dichiara lo stilista Alessandro Tosetti “qui seleziono le sete per i miei abiti, qui è avvenuta parte della mia formazione, c’è l’atelier dei miei genitori, e proprio qui, fra le strade del centro, ho voluto dare un assaggio della mia nuova collezione, per rendere ancora più saldo il legame con la mia città. Sono convinto che l‘essenza di ogni abito sia racchiusa nel movimento, ed è per questo che ho deciso di far sfilare due dei mie abiti “live”, per mostrare la fluidità delle linee e dei tessuti e far comprendere la loro personalità”.

E così, lo scorso giovedì 20 settembre, un live défilé ha animato piazze e vie del centro. Sotto i riflettori due degli abiti di punta della linea Cerimonia 2019, un evening dress blu notte strapless in tulle con ricamo sutage, con punto vita disegnato e gonna corta-lunga, e un abito spezzato in pura seta con corpino nero dalle linee basic accostato a una gonna dai vaghi accenni Fifties con vivaci stampe fiorite. “Cavaliere” d’eccezione il fratello dello stilista, l’attore e modello Gabriele Tosetti.

“La collezione è composta da dieci abiti” continua Alessandro Tosetti “e ha due importanti trend, uno dedicato a una donna che vuole sottolineare la propria femminilità, con outfit fascianti e che mettono in risalto le linee del corpo, l‘altra più bon ton, con tagli discreti, contrasti di colore e stampe. Ma non voglio anticipare troppo perché a breve presenterò l’intera collezione”.

Alessandro Tosetti Couture

www.alessandrotosetti.com

IG: alessandrotosetti

Tosetti Sposa

www.tosettisposa.it

IG: tosettisposa

Gabriele Tosetti Model

IG: gabrieletosettimodel

Moda: è on line lo shop della casa moda Tosetti

È on line lo shop online Tosetti dove acquistare gli esclusivi capi della linea Tosetti Limited Edition e la collezione Cerimonia del designer Alessandro Tosetti

Como, 13 giugno 2018 – Dopo la presentazione in boutique della nuova collezione Tosetti Limited Edition, lo scorso marzo, è  da oggi online anche la shop online (www.tosetti-shoponline.com/store-on-line.html) dove poter acquistare tutti capi della linea Easy to Wear, ma anche la collezione Cerimonia del designer Alessandro Tosetti, con un click.

Tosetti Limited Edition è una linea di capi e di accessori pensata per uomo e donna, con outfit grintosi che danno all’abbigliamento di ogni giorno un ‘quid’ in più.

Come le t-shirt caratterizzate da una maxi stampa che raffigura un bulldog inglese, impreziosisti da cristalli Swarovski e realizzati in solo tre esemplari per soggetto, rigorosamente numerati.

Dietro questa idea, un team tutto familiare. Tosetti Limited Edition nasce infatti dalla creatività di Monica Gabetta e dei figli Alessandro. già noto nel mondo della couture per la sua linea bridal e cerimonia. e Gabriele Tosetti, modello e attore.

“Abbiamo pensato a qualcosa che fosse facile da indossare, che avesse tagli strategici e di grande portabilità, dal fitting slim per l’uomo alle magliette donna che lasciano intravedere le spalle o scivolano lungo la silhouette”, spiega Monica Gabetta, “ma al tempo stesso abbiamo studiato una serie di capi e di accessori che potessero essere reinventati con facilità, rendendo grintoso il look nella quotidianità o magari sdrammatizzando un outfit elegante. Questo è un progetto che ha messo in gioco l’intera famiglia e che abbiamo studiato con grande attenzione, dalle palette colore per le stampe ai materiali, sempre di altissima qualità, come da tradizione fino alle declinazioni della portabilità”.

La collezione si compone di magliette uomo e donna, giubbini, leggins, pantaloni sportivi, e una serie unisex di felpe, cappellini e zainetti, ma anche – dedicati a lei – di preziosissimi gonne in tulle lavorato trasparente dai tagli più audaci.

“I pantaloni e i leggins avranno solo dei fregi grafici in Swarovski, che stilizzano il logo e verrano proposti a completamento dell’outfit, ma l’intera Tosetti Limited Edition ruota intorno alla stampa” continua Monica Gabetta.

“L’ispirazione è mia, il bulldog inglese di famiglia, che qui viene ‘rivisitato e corretto’ in diverse varianti di colore e diventa il fil-rouge di questa linea di abbigliamento concepita per rendere brillante la quotidianità o per sdrammatizzare un outfit elegante con t-shirt e sneakers.

Tutti i modelli sono disponibili nella variante bianco o nero presso l’atelier Tosetti a Como o acquistabili sul sito internet www.tosetti-shoponline.com.

 


###

Per informazioni e per richieste di capi per shooting:

Monica Gabetta

Tel. 031 272396

Tosetti Sposa: www.tosettisposa.it

Moda, a Como presentazione della nuova linea “Tosetti Limited Edition”

Como, 1 marzo 2018 – Sabato 3 marzo sarà presentata a Como la nuova collezione luxury, ad edizione limitata, denominata “Tosetti Limited Edition“.
La presentazione si terrà alle 15,30 presso l’Atelier Tosetti, in via Milano 187 a Como.
La nuova linea esclusiva, dedicata a giovani uomini e donne, vedrà solo 5 pezzi per ogni singolo capo, ognuno rigorosamente numerato.
A disegnare la nuova linea Gabriele Tosetti (www.gabrieletosetti.com), già modello e attore con piccole parti in film importanti, che ha lavorato per l’occasione insieme al fratello Alessandro Tosetti (www.alessandrotosetti.com), già stilista internazionale di abiti da sposa e da cerimonia.
Protagonisti dell’esclusiva linea abiti di rulli di seta operata, in tulle di seta, maglie con ricami in Swarovski originali, cappelli estivi di Swarovski, cappucci da abbinare ad abiti, e pantaloni molto esclusivi e originali.
La caratteristica della linea sarà proprio l’esclusività, dettata proprio dal numero limitato dei pezzi.

 

Chi è Gabriele Tosetti

Gabriele, figlio d’arte, è una giovane promessa della moda. A Como i genitori dirigono l’Atelier Tosetti dal 1927 e Gabriele quasi casualmente ha iniziato qui la sua attività di modello e stilista, anche se la sua passione è la scienza.

La madre cercava un modello per uno shooting fotografico e da lì sono cominciate le sfilate, servizi fotografici come testimonial del catalogo sposa del fratello, insieme all’amico del cuore Greg Cavallaro.

Poi, sempre per caso, notato da un agente mentre si divertiva in un parco divertimenti, ha avuto una piccola parte nel film “Assassinio sull’Oriente Express“, recitando accanto a colossi del cinema come Jonny Depp e Penelope Cruz.

Gabriele non ama essere al centro dell’attenzione e ama tutto ciò che è nuovo e si pone come sfida.

Il suo modello preferito è Damián Alvarez, conosciuto anche lui per caso, a cui si sente accomunato dalla stessa semplicità.

Intanto però sfila, recita e crea una collezione luxury, la ‘Tosetti Limited Edition’, affiancando il fratello stilista Alessandro Tosetti e la madre Monica Gabetta.

 

 

###

 

Contatti stampa:

Monica Gobbi

www.gabrieletosetti.com

Cell. 339 14 34 301

 

 

 

 

Gabriele Tosetti, modello, stilista, e attore

 

 

A Milano Fashion Week la ‘Collezione Cerimonia 2018’ di Alessandro Tosetti

Milano, 26 febbraio 2018 – ‘Alessandro Tosetti‘ presenta la nuova ‘Collezione Cerimonia‘,  una linea di capi per far sognare in bianco e nero e un progetto tutto in divenire

Alessandro Tosetti, giovane stilista comasco, ha fatto dell’expertise familiare il suo ‘sogno-reale’.

Figlio d’arte, può contare su quattro generazioni nel mondo della sposa e della cerimonia, a partire dai nonni sarti e dalla storica boutique sulla via che porta al centro della città di Como, testimonianza di eccellenza dal 1927.

“Ho lavorato per diversi marchi prestigiosi, ma quando mi sono ritrovato in atelier a dare consigli a una futura sposa ho compreso davvero quale fosse la mia strada”.

Nasce così il brand Alessandro Tosetti, che si declina nelle collezioni sposa, cerimonia e, a brevissimo, in un progetto ancora ‘top secret‘ in limited edition insieme alla madre, Monica Gabetta, e al fratello Gabriele.

Il suo natural base è la ricercatezza nello stile, la sartorialità più pura e la selezione di tessuti, sempre di pregio, che sceglie personalmente, proprio perché lui – nato nella città della seta – di stoffe nobili e naturali se ne intende.

A fare il resto sono l’alto contenuto stilistico e la manualità artigianale con cui sono realizzati singolarmente i capi.

Quartier generale la sede dello storico atelier dove è nato questo nuovo concept della sposa, una narrazione contemporanea unita ad un lato romantico ed estremamente elegante.

Tra i vincitori, a soli 20 anni, del concorso Giovani Stilisti Emergenti, ha rappresentato il Made in Italy alla Fashion Week di Ningbao.

La sua ‘sposa’ indossa tagli freschi, che mixano classicità e anticonformismo, con nuance sfumate, mentre i suoi modelli da cerimonia rappresentano una donna raffinata, che ama la sartorialità e si ispira a un concetto di eleganza d’altri tempi.

Per il 2018 Alessandro Tosetti presenta una collezione di 10 abiti dove la sua creatività si esprime in giochi di trasparenze, pizzi delicati e taffetà. Ciò che accomuna questi modelli è l’utilizzo delle tinte acromatiche, il bianco e il nero, e il continuo rimando alle velature, che aggiungono un tocco di delicata evanescenza agli outfit.

Da creazioni più scivolate a bustier steccati e gonne oversize, fino a volute di tessuto, e giochi di sovrapposizioni la Collezione Cerimonia Alessandro Tosetti si muove nelle infinite potenzialità della sartoria e sviluppa abiti sempre diversi. In fondo, fra i maestri a cui guarda Alessandro Tosetti, c’è sicuramente Chanel e quella sua maestria che cambiò il modo di vestirsi e di ‘pensarsi’ delle donne.

L’ispirazione, ça va sans dire, sono le pellicole in bianco e nero degli anni ’50 con una donna raffinata, attenta al dettaglio, ma anche innovativa.

Il periodo è quello della rinascita e del ripensamento della moda, un momento storico dove convivono codici di abbigliamento differenti, esattamente come in questa collezione, che alterna volumi maxi a silhouette stilizzate, décolleté in vista e punto vita sottolineati.

Un po’ bon ton ma con un grinta, per vestire di stile le occasioni speciali.

Quella di Alessandro Tosetti è una moda che si plasma sulla donna che lo indossa, non a caso nell’ultima campagna promozionale il mood è quello della creazione dove un pittore anima le sue tele di stoffa e filo dando vita a incantevoli muse.

La collezione Alessandro Tosetti Cerimonia si completerà a breve con una serie di nuove modelli dove il gioco di stile è la trasparenza e il dipinto.

Per maggiori informazioni visitare i siti internet www.alessandrotosetti.com e www.tosettisposa.it.

 

 

 

 

 

###

 

Contatti stampa:

 

Monica Gabetta Tel. 031 272396

 

 

Le immagini sono disponibili in alta risoluzione su richiesta.

 

 

 


Le creazioni di Alessandro Tosetti al Festival del film di Venezia.

Venezia, 18 settembre 2017 – Simona Rosito, la nota imprenditrice ed attuale compagna di Roberto Ferrari di Radio Deejay, per la serata di gala della 74ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, ha indossato una creazione dello stilista Alessandro Tosetti.

L’abito, di colore nero con riflessi oro creato con un gioco di trasparenze, sovrapposizioni e ricami, è un’anteprima della collezione di abiti da sera che sarà svelata, al grande pubblico, proprio in concomitanza alla settimana della moda di Milano.

Il Festival del Cinema di Venezia è anche il primo evento che sigilla la collaborazione e l’amicizia tra la coppia Simona Rosito e Roberto Ferrari, con lo stilista comasco.

In occasione della promessa d’amore tra l’imprenditrice e il noto dj, prevista per sabato 24 settembre 2017, Simona Rosito indosserà proprio una creazione della collezione sposa firmata Alessandro Tosetti.

Per maggiori informazioni sullo stilista Tosetti e le sue collezioni visitare il sito internet  www.alessandrotosetti.com.

 

Simona Rosito in Alessandro Tosetti
Simona Rosito in Alessandro Tosetti
Simona Rosito in Alessandro Tosetti
Simona Rosito in Alessandro Tosetti

La Campania capitale dei matrimoni. In aumento gli stranieri che si sposano in Italia

Napoli, 20 maggio 2017 – È approdato in Campania il Wedding Club, un grande evento dedicato al mondo del wedding e destinato ai tanti esperti del settore, pronti a confrontarsi in una tavola rotonda sui temi più caldi all’ordine del giorno.

Dopo le edizioni di Milano, Como, Bologna, Roma e Stresa, l’evento è stato organizzato dal portale internazionale Zankyou, specializzato  in wedding ed eventi, aveva come tema “Wedding destination al Sud e nelle Isole.  Le perle della Campania e non solo, per un matrimonio da sogno”. 

La kermesse si è svolta il 15 giugno scorso ed è stato organizzato da Armando De Nigris, wedding planner di livello internazionale, già vincitore di vari premi di settore, napoletano di origine, romano di adozione, che ha deciso di portare i tanti addetti ai lavori e giornalisti proprio nel Sud Italia, e precisamente in Campania, sempre più punta di diamante nell’industria dei matrimoni.

Tantissimi i partecipanti, da Como alla Puglia, e non solo wedding planner e giornalisti, dai fioristi alle location, agli organizzatori di grandi eventi, ma anche aziende, con oltre 80 imprenditori campani che sono intervenuti nello spettacolare palcoscenico della Villa Andrea d’Isernia ad Ercolano.

Una location straordinaria scelta proprio per rappresentare al meglio il patrimonio di bellezze della Campania, oggi divenuta destination di eccellenza per i matrimoni anche per gli stranieri, come dimostrano anche i numeri in salita per l’industria del wedding campano.

Tanti i temi trattati: si è parlato principalmente di destination wedding, della possibilità degli stranieri di sposarsi in Campania, e delle profonde differenze che dividono Napoli e la Costiera amalfitana, i due grandi capoluoghi del matrimonio nel Meridione.

Si è discusso della necessaria preparazione degli addetti ai lavori, sia linguistica che culturale, necessaria ad accogliere una clientela che sempre più spesso arriva dall’estero.

Tra gli altri, è intervenuto il Consigliere comunale di Napoli Vincenzo Moretto, che ha promesso, su richiesta dei professionisti presenti, di presentare in Comune una serie di protocolli che trattino del fenomeno wedding e sostengano l’industria di settore.

La Campania, che oggi guida il Meridione ed è l’area geografica con più industrie specializzate nel settore, intende mantenere il primato nel mondo nella filiera dei matrimoni, in Italia e all’estero, e, da quello che è emerso durante il Wedding Club, tutti gli addetti ai lavori sono pronti ad unire le forze per raggiungere l’obiettivo.

 

 

 

 

 

 

 

###

 

Contatti stampa:

Elio Errichiello

info@armandodenigris.it

I martiri di Cefalonia onorati a Roma da un pubblico delle grandi occasioni

Pubblico delle grandi occasioni all’ Istituto San Giuseppe Calasanzio di Roma per ricordare i martiri di Cefalonia”…

Roma, 14 aprile 2017 – Giornalisti, generali e storici erano presenti lo scorso 11 aprile al teatro dell’Istituto San Giuseppe Calasanzio di Roma per onorare la storia dei martiri di Cefalonia.

Tutti gli sguardi dei presenti erano diretti verso i cimeli storici in mostra della divisione Acqui provenienti dalla Caserma Pasquali dell’Aquila.

Una mostra, questa, organizzata dal colonnello Pietro Piccirilli e ben curata nell’allestimento – dagli elmetti ai fucili, fino alle divise dell’epoca – dagli intraprendenti alpini della divisione Taurinense: Pietro Nola Alfano e Antonio De Bellis.

Per l’occasione il trombettiere dell’Arma dei Carabinieri ha intonato il silenzio ed a seguire si è proceduto all’onore ai caduti.

Vincenzo Di Michele, autore del libro “Cefalonia, io e la mia storia“, ha introdotto la sua opera e narrava di come alcune sue vicende personali fossero strettamente legate a Cefalonia, a cominciare dal Processo ad Alfred Stork, il criminale nazista reo dei fatti di Cefalonia, e dal suo avvocato difensore Marco Zaccaria, il quale è stato premiato dall’autore del libro per aver affrontato in modo onorevole questa triste vicenda.

Il maestro Irmo Marini ha riportato indietro le lancette del tempo con la sua fisarmonica intonando la canzone “Mamma”, cantata a quei tempi a squarciagola nelle piazzette elleniche dai soldati italiani.

Partendo da fatti realmente accaduti, sono stati premiati i familiari del soldato Carlo Ronci, tra cui l’avvocato rotale Carla Guiso, reduce del mare Egeo che per ben sette anni dovette lottare per ritornare in patria e riabbracciare una figlia che mai aveva conosciuto.

“Tra i personaggi menzionati nel libro non ho potuto fare a meno di ricordare la mia maestra, suor Maria Laura Mainetti, di Chiavenna, persona veramente umile e di immensa bontà, di cui è in corso il processo di beatificazione” ” ha ricordato Di Michele. In tale contesto è stata encomiata suor Beniamina Mariani, autrice della biografia della Beata.

Nel corso della cerimonia è stata premiata poi la nipote del generale Antonio Gandin, il supremo comandante della Divisione Acqui nel settembre ‘43. Al riguardo, l’autore del libro ha voluto rimarcare come la storia deve sempre tenere alto il rispetto della dignità umana e di chi ha pagato con il sacrificio della vita.

Il professor Antonio Rebuzzi è stato poi chiamato in causa poiché menzionato nel libro.

“Grazie ai profondi racconti di vita del mio amico Antonio, tutti attinenti a eventi legati alla spiritualità, ho tratto spunto per alcuni miei brani” ha commentato Di Michele.

Sono stati dunque letti alcuni passi del libro da Mino Caprio, il noto attore e doppiatore del grande e piccolo schermo.
Una citazione per il capitano della Lazio Pino Wilson, anch’egli menzionato nel libro.

A far da interprete ai non udenti c’era Laura Santarelli del TG1 Rai Lis.

Una citazione meritevole per Carmine Bellucci, scultore Aquilano che ha voluto dedicare a Di Michele un’incisione su una tavola di legno, a Pietro D’Alfonso, Presidente degli alpini Abruzzesi e a Goffredo Palmerini giornalista e ricercatore storico.

Il generale Antonio Vittiglio ha parlato del passato della divisione Acqui e di come nel presente si debbano tenere saldi e ancorati certi valori. Lo stesso generale ha premiato l’autore Di Michele con una cornice della divisione Acqui, in ricordo della giornata commemorativa dedicata alla storia di Cefalonia.

Conclusioni del preside dell’Istituto Renzo Santinon e del rettore padre Angelo Celani con finale in piedi al suono dell’Inno italiano con in testa gli allievi dell’Accademia Europea Sordi.

 

 

 

Lo scrittore e storico Vincenzo Di Michele con Antonio Vittiglio, generale della divisione Acqui

 

Martiri di Cefalonia, Immagine del pubblico

 

Caduti di Cefalonia, Vincenzo Di Michele con l’avv Carla Guiso nipote di un reduce sul Fronte Greco

 

Martiri di Cefalonia, da sinistra: Laura Santarelli, Irmo Marini, Antonio Rebuzzi, Vincenzo Di Michele, Angelo Martini

 

 

###

 

Contatti stampa:

info@vincenzodimichele.it

 

Tag: caduti di cefalonia, martiri di cefalonia, caduti di guerra, morti in guerra

Lusso: Nascono le borse LB Luty Bags, per raccontare con raffinatezza chi sei

Milano, 4 agosto 2016 – Lb Luty Bags debutta sul mercato lusso con un nuovo e innovativo concetto moda; il bisogno di una nuova narrazione, una proposta che racchiude l’essenza dell’unicità, creazioni dal taglio classico che incontrano e sposano tutta la sofisticata ed esclusiva visione della modernità contemporanea. Ecco quindi che l’accessorio è strumento e mezzo per raccontare l’essenza di una persona, del suo look e del suo mondo.

Le borse “LB Luty Bags” sono ad esempio il frutto del sapiente lavoro di artigiani pellettieri che vantano un’esperienza ventennale nella produzione di borse esclusive, vere e proprie icone di stile ed eleganza.

La precisione, la cura nei dettagli e la qualità sono i tratti distintivi del nuovo brand LB Luty Bags. Ogni singola creazione è realizzata interamente a mano, ogni minimo particolare, dalla scelta dei materiali al taglio del pellame, dalla cucitura al confezionamento sono curati con la massima attenzione per offrire un’eccellenza in fatto di qualità e raffinatezza.

Il vero lusso è poter indossare un accessorio che ci rappresenti, pensato e studiato secondo i nostri segni distintivi: dalla pochette da sera alla borsa da giorno, ogni creazione può essere realizzata su misura scegliendo i materiali, colori e dettagli per soddisfare i desideri ed il gusto di chi la indosserà.

Borse che sono gioielli, uniche e inimitabili, tutti pezzi unici nella loro artigianalità, poesia, essenza, personalizzazione e suggestione: compagne di viaggio che raccontano in modo sussurrato la persona, senza mai essere sopra le righe, ma con una concezione di lusso ed eleganza che solo un occhio attento capisce e carpisce.

Le borse della LB Luty Bags sono fatte con pellami ed accessori sono tutti rigorosamente Made in Italy,  un modo per raccontare con esclusività e raffinatezza chi sei.

Per approfondimenti visitare il sito internet www.lblutybags.com.

 

###

 


Exit mobile version