Coronavirus: l’importanza dei probiotici nella prevenzione e cura post-Covid

I probiotici possono dare una grande mano nella gestione della malattia da Coronavirus, sia nel prevenire che nel trattare i sintomi dopo la malattia

Milano, 23 dicembre 2021 – Una recente e inaspettata novità sul COVID è che la disbiosi (cioè lo squilibrio della flora batterica intestinale) possa essere considerata un fattore di rischio per l’infezione da COVID-19.

Oltre all’anzianità, a varie malattie croniche o allo stress che condizionano i deficit immunitari, anche lo squilibrio intestinale è ormai considerato una componente importante per agevolare l’ingresso del virus SARS-CoV-2 nel nostro corpo.

A conferma del ruolo dello squilibrio intestinale nei fattori di rischio del contagio da COVID-19  c’è uno studio di settembre 2021 uscito sulla prestigiosa rivista Journal of Medical Virology. 

Ulteriori ricerche hanno definito, inoltre, i sintomi devastanti del Post-Covid che riguardano spesso l’apparato gastroenterico: stanchezza, inappetenza, disturbi metabolici e malassorbimento, dolori muscolari, diarrea, eruzioni cutanee ecc.

Da questi studi si evince che un microbiota intestinale sano possa mantenere un sistema immunitario in equilibrio, pronto a neutralizzare gli attacchi virali di SARS-CoV-2  e ad aiutare nel recupero Post-Covid.  

In tale contesto, alcuni probiotici, batteri “buoni” che favoriscono l’equilibrio della flora intestinale, svolgono un ruolo fondamentale nella prevenzione e nel recupero post-Covid e possono quindi aiutare a prevenire (o curare) la malattia da Coronavirus.

Vitalongum: il probiotico giornaliero che supporta sistema immunitario e microbiota intestinale

Neobilive, piattaforma innovativa, interattiva e divulgativa sui probiotici e sul microbiota, con numerosi ricercatori, scienziati e medici nel proprio Board, divulga da tempo questi concetti.

La partnership tra Neobilive (www.neobilive.it) e Probiotical, multinazionale italiana Leader nel settore, ha dato vita al probiotico Vitalongum.

I 3 ceppi probiotici di Bifidobacterium longum contenuti in Vitalongum hanno la capacità di legare e catturare le varie citochine infiammatorie disattivandole o inibendole. Il risultato è quello di ingannare il sistema immunitario e la cascata infiammatoria durante una infezione virale.

Secondo gli studi, i ceppi di Bifidobacterium longum sarebbero fondamentali anche per la produzione di butirrato, un acido grasso a catena corta con effetto antinfiammatorio.

Questi batteri vengono, purtroppo, persi con l’avanzare dell’età. Da qui la nascita del probiotico Vitalongum che rappresenta una validissima integrazione giornaliera a supporto del sistema immunitario e del microbiota intestinale.

La sua formulazione, totalmente Allergen Free, comprende, oltre ai 3 ceppi di Bifidobacterium longum, Zinco, Selenio e prebiotici FOS con azione antiossidante e antinfiammatoria. 

In queste circostanze, una dieta adeguata e un probiotico specifico come Vitalongum alleviano gran parte dei sintomi digestivi da Covid-19, talvolta molto duraturi. 

Probiotici e Covid: il parere degli esperti 

Che ruolo hanno i probiotici nel recupero Post-Covid?

Secondo la Dott.ssa Samantha Di Geso, coordinatrice del centro DNA Milano 

Una dieta adeguata con cibi che non stimolano la produzione di istamina nel corpo, non infiammatori, e l’assunzione di una bustina Vitalongum al giorno, ha risolto tanti problemi metabolici post-covid in molti pazienti che si sono recati presso il mio Centro. Ricordo inoltre che la scelta del probiotico è molto importante, poiché ci sono probiotici e lieviti che possono invece stimolare la produzione di istamina e quindi aggravare la situazione”, afferma la dott.ssa Di Geso.

Siamo quindi di fronte a nuovi approcci Post-Covid?  

“Quello che sappiamo oggi è che il miglioramento dei profili del microbiota intestinale e la somministrazione di metaboliti batterici commensali potrebbe portare a nuove strategie terapeutiche”, dicono da Neobilive.

“Vedremo e valuteremo in futuro ulteriori ricerche scientifiche in questo affascinante campo medico. La priorità sarà per noi comunicarlo online nel modo più trasparente e scientifico possibile”, conclude la dottoressa Di Geso.

Vitalongum è disponibile al consumatore finale direttamente tramite il sito internet www.vitalongum.it e all’indirizzo www.neobilive.it/vitalongum-probiotico.

 

Per maggiori informazioni:

Vitalongum: www.neobilive.it/vitalongum-probiotico/

Board Scientifico Neobilive: https://neobilive.it/board-scientifico/

Instagram Neobilive: https://www.instagram.com/neobilive.it/

Facebook Neobilive: https://www.facebook.com/neobilive

 

Bibliografia Scientifica:

Altered gut microbial metabolites could mediate the effects of risk factors in Covid-19 – Rev Med Virol. 2021 Sep;31

Could Probiotics and Postbiotics Function as “Silver Bullet” in the Post-COVID-19 Era? – Probiotics Antimicrob Proteins. 2021 Dec;13

Randomised, double-blind, placebo-controlled trial of Probiotics To Eliminate COVID-19 Transmission in Exposed Household Contacts (PROTECT-EHC): a clinical trial protocol – BMJ Open. 2021 May 5;

The potential application of probiotics and prebiotics for the prevention and treatment of COVID-19 – Science of Food (2020).

 

Exit mobile version