Il “Parco delle Eccellenze Italiane” esporta cultura italiana in Cina: Il “Demorfismo Fotografico” di Giovanni Bevilacqua la prima mostra

 Il “Parco delle Eccellenze Italiane” esporta arte e cultura italiana in Cina: Il “Demorfismo Fotografico” di Giovanni Bevilacqua andrà in Cina. La conferenza stampa di presentazione avverrà il giorno 13 ottobre alle ore 12 presso il Comune di Verona, Palazzo Barbieri, Sala Arazzi.

Verona, 11 ottobre 2016 –  Il “Parco delle Eccellenze Italiane” esporta arte e cultura italiana in Cina. Il “Demorfismo Fotografico” dell’artista e fotografo veronese Giovanni Bevilacqua, riempirà di colori gli ambienti del “Parco delle Eccellenze Italiane” per poi spostarsi in luoghi istituzionali e governativi.

La scelta é ricaduta su Giovanni Bevilacqua, fotografo artista veronese, in quanto produttore di una nuova corrente, di un nuovo concetto, di un nuovo modo di usare la fotografia e la macchina fotografica, per produrre non soltanto immagini ma arte. Arte nuova e futuristica come nuova e futuristica è la Cina di oggi.

Una nazione con una grande voglia di vivere e di rinnovarsi ed il “Parco delle Eccellenze Italiane” è lieto di esportare arte in tutte le sue forme, da quella fotografica contemporanea a quella classica.

Sarà “Il Viaggio” la prima mostra che Giovanni Bevilacqua porterà in Cina a ridosso del Natale europeo, sarà poi la volta di “Innamorati di Verona”, che affiancherà la grande mostra dell’arte del ‘600 italiano nella prossima primavera.

Il “Parco delle Eccellenze Italiane” è un progetto nato dalla collaborazione tra Confimprese Nordovest e la municipalità di Hangzhou. L’obiettivo è quello di valorizzare il meglio del Made in Italy, l’eccellenza, per favorirne l’accesso al mercato cinese.

Innovazione, design e servizi avanzati per il luxury brand, il food, il commercio, il divertimento, il turismo, l’arte: questi i diversi fronti entro cui sarà possibile creare importanti opportunità di business per gli imprenditori italiani.

Con la sua area espositiva e commerciale di oltre 87.000 , il “Parco Eccellenze Italiane” permetterà inoltre l’apertura di vetrine permanenti per la vendita di prodotti e lo scambio di servizi. Gli stessi edifici che compongono il Parco saranno espressione del design e dell’architettura italiana, prestigioso biglietto da visita per accogliere i visitatori in un contesto di assoluta qualità.

La conferenza stampa di presentazione avverrà il giorno 13 ottobre alle ore 12 presso il Comune di Verona, Palazzo Barbieri in Sala Arazzi.

 

Giovanni Bevilacqua

Giovanni Bevilacqua è un artista puro, le sue immagini sono visioni della realtà, sono storie narrate, sono interpretazioni della realtà. Ha attraversato la fotografia di strada, che pratica ancora ma interpretandola come una sua propria visione, piuttosto che l’attimo catturato.
Ha ideato una corrente artistica denominata “Demorfismo Fotografico”  che persegue l’idea di usare la macchina fotografica come un pennello per disegnare piuttosto come una “fotocopiatrice” della realtà.
Vive tra Verona e Vicenza che lo ha adottato come artista.
Dice della fotografia Bevilacqua:

“La fotografia è da sempre una realtà quasi virtuale nella quale l’uomo pensa di doversi inserire con lo sguardo, ovvero la fotografia può essere intesa come l’immagine di quello che ci circonda vista attraverso un angolo così ristretto e così acuto (nel senso di stretto) come quello dell’obiettivo della macchina fotografica.

Ma questa alle volte non è arte fotografica. Il solo riprendere quello che ci circonda non è arte nel senso più stretto del termine, quando il fotografo non inserisce nulla di personale all’interno della propria immagine fotografica, o altro che sia, questo diventa solamente un esercizio di tecnica che non ha nulla a che vedere con l’arte e ancor di più con quella fotografica.

L’arte fotografica è costruzione. Per esempio, le fotografie del paesaggio che circonda il fotografo sono arte? Ovvero l’immagine della realtà è arte? Probabilmente no, perchè soltanto una fotocopia di quello che noi stiamo vedendo.

Solo quando il fotografo artista inserisce nell’immagine fotografica tratti che rendono diversi il paesaggio che lo circonda e le immagini che sta riprendendo, tratti che rendono differenti da quella realtà che tutti quelli che sono intorno a lui possono vedere,  diventa un’immagine personale del fotografo, ecco che allora potrebbe incominciare ad essere arte.

Ma l’arte è un continuo divenire, l’arte è una personalizzazione di una visione, è una personalizzazione di una tecnica, e quindi non può essere universale.

Pertanto le leggi che regolano la fotografia, ovvero che l’hanno regolata fino ad oggi, sono tutti dei “de ja vue” sono tutti degli strumenti che servono a rendere “piacevole” nel senso virgolettato del termine la fotografia stessa. Ma l’artista si deve preoccupare di fare un’immagine piacevole?

Io mi chiedo: è giusto che l’artista si preoccupi che la sua immagine sia piacevole o piuttosto la sua immagine deve raccontarci qualche cosa o piuttosto attraverso la sua immagine lui deve dire quello che c’è nel suo intimo e quello che c’è nel suo cervello?”.

Maggiori informazioni su Giovanni Bevilacqua alla pagina www.thebossphotos.it

 

Hangzhou, il paradiso in terra

Il “Parco delle Eccellenze Italiane è collocato all’interno del territorio della città di Hangzhou, una città con 4.700 anni di storia. Dalla sua posizione centrale nel delta del fiume azzurro rappresenta uno strategico snodo commerciale e una rinomata destinazione turistica del sud-est della Cina ed è la seconda metropoli regionale dello Yang dopo Shanghai,

È a capo inoltre di otto distretti e cinque contee con una popolazione di 9 milioni di abitanti che arrivano a 80 milioni comprendendo il territorio circostante, in un raggio di circa un’ora e mezza di tragitto.

Il “Parco Eccellenze Italiane and outlet” è situato all’interno di Dachuan, polo commerciale di Dahzu, nella provincia di Sichuan. Copre una superficie di 52.131 mq. e un floorage di 212.000mq.

L’accordo concluso con Confimprese Nordovest ha raggiunto i suoi obiettivi nella maniera più rosea. Tanto che oggi si pensa alla creazione di un edificio multifunzionale adiacente a quanto già prodotto per ospitare più di 100 brand italiani.

Adiacenti al parco delle eccellenze italiane and outlet sorgono strutture quali: hotel in stile, uffici, centri benessere, ristoranti e luoghi di intrattenimento. Il tutto dal luogo al più grande polo commerciale e turistico della zona orientale della regione dello Sichuan.

 

 

 

###

 

Contatti stampa:

Maria Grazia Peretti

 

 

 

Exit mobile version