“Vola il mio cuore”, esce a febbraio il nuovo album di Carlo Zannetti

0

Milano, 24 gennaio 2019 – Vola il cuore di Carlo Zannetti, e come un drone innamorato cerca la donna amata, correndo tra il passato e il presente. Immagina lei tra la gente, la osserva dall’alto, ripensando all’ultimo bacio, a quei litigi senza senso, a quel cerchio che si chiudeva solo quando era con lei.

È così che inizia il nuovo album del cantautore ferrarese, con una canzone che regala emozioni e intitola il nuovo lavoro: “ Vola il mio cuore”, abbandonando per un momento il suo stile prettamente acustico con chitarra e voce, per arrivare ad uno stile orchestrale, in un brano nel quale Zannetti suona tutto, anche il pianoforte, in un assolo che descrive intensamente la solitudine che prova quando pensa a quella donna.

Poi arriva la canzone “Acrobata”, filastrocca strana, che con le parole descrive il miracolo del mondo, e il nostro ruolo di semplici attori, o acrobati in questo caso, costretti in realtà a compiere delle azioni già predefinite.
La sorpresa vera e propria arriva anche con il terzo brano, nel quale ritorna un’orchestra e un testo sincero, nel quale il cantautore si scusa con una donna per non essere riuscito a fuggire dopo una notte d’amore. Nel ritornello abbiamo la spiegazione: “Scusa sai , ma ti amavo….”.

Melodiche e suonate nel suo solito stile le altre canzoni, tra cui “Susy per sempre” già uscita come singolo un mese fa e già andata in onda in rotazione radiofonica nel programma “Beginners” su Radio Indie Generation.

È un Carlo Zannetti che non ha timore a raccontare i suoi stati d’animo più profondi, con i suoi testi come sempre importanti, è il racconto di un uomo e del suo bisogno incessante di fare musica.
“Vola il mio cuore, è una canzone che avevo in mente da sempre” dice Zannetti, ho cercato di capire cosa significa a livello emotivo avere un rimpianto così forte, un ricordo dolente di una persona perduta, di un’occasione d’amore per sempre mancata.

Copertina azzurra con una bella farfalla in primo piano, l’Album uscirà entro la fine di febbraio distribuito dall’etichetta scozzese ”EmuBands”.

Per quanto riguarda i progetti futuri, Zannetti che è anche uno scrittore con all’attivo 4 libri e parecchie pubblicazioni in riviste e raccolte di racconti, ci lascia in sospeso: “ Da febbraio in poi, mi dovrò dedicare ancora una volta alla musica e dovrò con molto piacere ritornare a suonare la mia chitarra all’interno un progetto musicale di una mia grande amica, dalla voce celestiale” racconta il musicista.

“Spero tanto che un regista con il quale sono entrato in contatto in questi giorni, decida di utilizzare come colonna sonora del suo cortometraggio la mia canzone ‘L’Ulisse del 2000‘, ne sarei orgoglioso anche per via dei temi trattati, temi che colpiscono il mio cuore” conclude il musicista.

Il nuovo videoclip di questa canzone comunque uscirà in marzo e sarà girato a Grado, mentre il nuovo album di Zannetti “Vola il mio cuore” sarà presente da febbraio nelle migliori piattaforme musicali di streaming on demand.

 

 

Zannetti Carlo

 

 

 

 

Share.

About Author

Carlo Zannetti é un cantautore, musicista pop-rock ed uno scrittore. Nato a Ferrara, ha mosso i primi passi del suo percorso artistico a Padova, per poi stabilirsi a Milano e successivamente a Londra. Nel settore musicale dal 1982, in qualità di chitarrista turnista, ha affiancato alcuni dei più importanti artisti del panorama professionale italiano, partecipando ad innumerevoli tournée, concerti dal vivo e sessioni di registrazione. Cantautore dal 1995, ha pubblicato 3 album di canzoni proprie, oltre a 8 brani singoli. E’ stato finalista di rassegne di carattere internazionale e nel 2011 é stato premiato con una menzione speciale dalla cantante Elisa per aver composto la musica per pianoforte della canzone “Storia di un incompreso ”, finalista del concorso “Civil Life Music Contest” indetto dalla Regione del Veneto. In particolare ha collaborato (in alcuni casi solo come autore o direttore artistico) con Loredana Bertè, Enrico Ruggeri, Eugenio Finardi, Shel Shapiro, Jalisse, Jimmy Fontana, Marco Ferradini, Andrea Mirò, Statuto, Sonohra, Chiara Canzian e Raul Cremona. Nel 2015 ha pubblicato il suo primo romanzo “ Il paradiso di Levon” , libro con il quale ha partecipato alla 28ˆ edizione della rassegna letteraria “Festival du Premier Roman” di Chambery in Francia. In seguito ha dato alle stampe altri 3 libri, l’ultimo dei quali intitolato “Il tormento del talento” - Sovera Edizioni Roma che é uscito nel 2018. E’ stato compreso tra gli autori delle raccolte di AA.VV. : “Futurologia della vita quotidiana - Transhumanist Age” Asino Rosso Edizioni Ferrara, “Love Writers” Asino Rosso Edizioni Ferrara e “2020 Ferrara città d’arte. Virtuale o reale?” Asino Rosso Edizioni Ferrara. Attualmente collabora come articolista con alcuni giornali di livello nazionale e continua la sua attività di scrittore e musicista all’estero.

Comments are closed.