Mobili per il giardino: scopriamo come sceglierli in legno ecologico

0

Legno da giardinoAnche voi ritenete che sia fondamentale rispettare la natura? Tutelare l’ambiente che ci circonda è fondamentale. Anche noi nel nostro piccolo possiamo contribuire a rendere migliore il mondo che abitiamo, magari attraverso la scelta di prodotti certificati che rappresentano una garanzia anche per la nostra salute.

Se siete su questa lunghezza d’onda e siete alla ricerca di qualche soluzione per arredare il vostro giardino, dovete sapere che l’idea migliore è quella di ricorrere al legno ecologico. Privo di sostanze tossiche, senza avere alcun impatto sull’ambiente.

Preferire il legno ecologico vuol dire non solo contribuire concretamente a ridurre l’inquinamento e salvaguardare le foreste, ma anche tutelando la nostra salute evitando il contatto con materiali nocivi e potenzialmente dannosi, specialmente  se vengono utilizzati anche dai bambini. Inoltre, è anche in grado di arredare con gusto. Insomma, le ragioni per non sceglierlo proprio non ci sono. Ma quali sono le regole che ci guidano nella scelta di prodotti di legno davvero ecologico? Per prima cosa dobbiamo valutare  attentamente la qualità e il metodo di produzione di un arredo prima dell’acquisto, confrontando i prodotti di varie aziende, non scartando la possibilità di acquistare anche online.

Occhio in primis alla certificazione, visto che i mobili ecologici hanno delle certificazioni particolari, che assicurano la qualità del prodotto e del materiale, oltre che del metodo di fabbricazione utilizzato. Il legno dovrà essere interamente riciclabile e assemblato, così che poter essere smontabile con semplicità nel momento in cui sarà necessario smaltirlo. Affinché il legno risulti ecologico sarà necessario che nella fase di produzione non dovranno essere impiegate sostanze tossiche, che provocano emissioni dannose sia durante la fabbricazione che nell’oggetto finito.

E,  a dirla tutta, non basta l’impegno nella fase di produzione, ma l’azienda dovrà garantire di utilizzare tecnologie innovative per ridurre la produzione di anidride carbonica, anche per quanto riguarda il trasporto delle merci. Come vi abbiamo anticipato, i mobili ecologici devono essere provvisti di particolari certificazioni.

Essi possono riportare la sigla FSC (Forestry Stewardship Council), che corrisponde al marchio di garanzia sulla provenienza del legname, che dovrà essere raccolto in foreste gestite eticamente e nel rispetto dei diritti dei lavoratori e delle popolazioni locali. Tra gli organismi indipendente per il controllo della gestione delle foreste vi è anche il PEFC (Pan-European forest certification), che definisce quali norme debbano essere seguite per la produzione di legname in modo sostenibile.

Un’altra ragione per cui sarebbe preferibile usare il legno ecologico è poi che l’emissione di formaldeide è ridotta a livelli minimi, limitando così i rischi per la salute. Detto ciò, appare chiaro che con queste regole alla mano non vi rimarrà che decidere come arredare il vostro giardino. Non bastano infatti piante e fiori: per creare un ambiente accogliente e confortevole in cui trascorrere i mesi più caldi con gli amici e la famiglia, i mobili da giardino sono un elemento fondamentale. Senza dimenticare che danno uno stile all’intera casa, quel tocco in più di personalità che non può mancare.

Articolo scritto da Alessandro V.

Share.

About Author

Comments are closed.