Vini: è caccia all’edizione numerata del Barolo Tabai

ll 2022 si conferma l’anno d’oro per l’etichetta Tabai, che quest’anno festeggia il decimo anno di attività. Lo fa con l’affermazione definitiva nei mercati internazionali, l’apertura a nuovi prodotti come i distillati ed il consolidamento dei rossi che hanno fatto conoscere in tutto il mondo l’azienda Made in Italy

Roma, 22 marzo 2022 – Il 2022 è l’anno d’oro per l’etichetta Tabai, che quest’anno festeggia il decimo anno di attività. Un anniversario che conferma l’affermazione definitiva nei mercati internazionali, che vede l’apertura a nuove linee come i distillati e che vede il consolidamento dei rossi che hanno fatto conoscere in tutto il mondo l’azienda Made in Italy che utilizza metodi artigianali.
La fortuna dei suoi Barolo è ormai quasi un caso di studio, come già sanno gli intenditori e investitori del settore. Come il caso delle Edizioni Limitate 2016 e 2017, delle Magnum e dell’edizione Etichetta Nera.
Vediamoli uno per uno, concentrandoci sulle caratteristiche organolettiche, sulle schede tecniche e sui prezzi.  
Le edizioni limitate del Barolo Tabai Chanel 2016 e 2017  
L’edizione limitata più nota e apprezzata è quella dedicata a Chanel. Questa versione del Barolo Tabai è disponibile in versione Riserva, cioè con un periodo di invecchiamento superiore, per le annate 2016 e 2017. I processi di vinificazione e di affinamento sono essenziali, perché vanno a costituire la colonna portante di questo specifico “Cru”. L’invecchiamento è di minimo 24-28 mesi, e avviene in botti di rovere francese. Per un primo periodo in barrique da 225 litri, e per il periodo restante in tonneau da 500 e 600 litri. Nell’anno precedente l’uscita in commercio (che avviene 4 anni dopo la vendemmia delle uve) il Barolo tabai viene imbottigliato con la massima cura e lasciato riposare fino al momento della vendita.
  • Colore: Rosso granato intenso
  • Vinificazione: Senza aggiunta di lieviti, macerazione a 27-28 °C
  • Affinamento: 24-28 mesi in botti di rovere francese
  • Esame olfattivo: Sentori speziati del vitigno e del legno, aromi fruttati di ciliegia sotto spirito e rosa
  • Esame gustativo: Vino pieno, austero in gioventù. Retrogusto con sottili aromi del rovere. Sentori tipici della viola e della marasca

Abbinamenti: Carni rosse e selvaggina, arrosti e brasati. Formaggi stagionati a pasta dura ed erborinati, per chi lo gradisce cioccolato fondente.

L’edizione Etichetta Nera

Interesse sta suscitando anche la versione del Barolo Tabai in Etichetta Nera, divenuta un must have anche tra gli investitori. E’ un vino di Denominazione di Origine Controllata e garantita dal rosso granato intenso e dai riflessi aranciati tipici delle uve Nebbiolo, che qui sono al cento per cento. Si tratta di un rosso caratterizzato dall’eccellente qualità ed autenticità. Per quanto riguarda il prezzo, quello della Magnum dell’annata 2016 è fissato a 650 euro.

La versione Magnum Jeroboam

Il Barolo Tabai, infine, è disponibile anche nelle ricercate versioni – anche queste a edizione limitata – “Magnum Jeroboam” da tre litri. Il prezzo fissato per l’annata del 2016 è di 2.000 euro a esemplare.

 

 

 

 

 

Exit mobile version