ZANNE, CORAZZE E VELENI. Le strategie di sopravvivenza di insetti, ragni, anfibi, rettili e…

0

 

Prorogata fino al 31 agosto 2014

Museo Civico di Storia Naturale “G.Doria” di Genova

In mostra straordinarie specie, mai esposte prima d’ora al pubblico

 

Genova, giugno 2014 – Visto il grande successo dei mesi scorsi, la mostra Zanne, corazze e veleni. Le strategie di sopravvivenza di insetti, ragni, anfibi e rettili, attualmente in corso al Museo Civico di Storia Naturale G. Doria di Genova, è stata prorogata fino al 31 agosto 2014.

Curata dai naturalisti e fotografi Emanuele Biggi e Francesco Tomasinelli, dal dicembre 2013, la mostra ha reso accessibili al grande pubblico, all’interno di 18 terrari, molteplici specie di animali. Tra le più sorprendenti figurano le vespe manipolatrici Ampulex compressa in grado di catturare scarafaggi e controllarne il comportamento grazie ad un veleno che agisce in modo selettivo sul sistema nervoso delle prede. Dopo aver neutralizzato il loro istinto alla fuga, le vespe utilizzano le loro vittime come nutrimento per le loro larve.

Gli specialisti degli ambienti acquatici sono il ragno pescatore, capace di immergersi per catturare piccoli pesci, e lo scinco alligatore Tribolonotus novaeguineae, una piccola lucertola della Papua Nuova Guinea che assomiglia ad un coccodrillo in miniatura.

Tra gli altri “ospiti” figurano i coleotteri predatori Manticora, con le mandibole più impressionanti del mondo degli insetti, una grande Scutigera, un centopiedi predatore dalle lunghissime zampe, Mantidi religiose identiche in ogni dettaglio ad un ramo e l’Uropigio, un lontano parente degli scorpioni, in grado di spruzzare acido.

A metà marzo, in mostra sono nate le piccole mantidi orchidea, emerse da uova deposte a gennaio di quest’anno. Alcuni piccoli saranno ancora visibili all’interno del terrario della loro sorella più grande, che imita in ogni dettaglio il fiore di un’orchidea.

 

Continuano le attività didattiche

Ogni sabato pomeriggio, alle ore 15.00, sarà sempre possibile assistere all’alimentazione degli animali grazie all’evento “Indovina chi viene a cena”, a cura dell’Associazione Didattica Museale (su prenotazione – tel. 334 8053212) che prevede una visita guidata davvero speciale alla mostra.

Si ricorda che gli animali presenti in mostra non sono pericolosi per l’uomo. La mostra rimarrà visibile fino al 31 agosto 2014!

Per informazioni e prenotazioni: 010 582171 – 010 564567

Per informazioni:

[email protected]

www.associazionedidatticamuseale.it (sezione di Genova)

Immagini disponibili: www.isopoda.net/download/Zanne_comunicazione.zip 

 

 

Biografie Emanuele Biggi e Francesco Tomasinelli

Emanuele Biggi è un naturalista genovese con un dottorato in Scienze Ambientali Marine. E’ fotografo e comunicatore scientifico, specializzato nello studio degli animali, soprattutto i più insoliti e meno conosciuti, come rane, ragni, insetti e lucertole. Si occupa di conservazione della Natura e collabora abitualmente con riviste di settore anche internazionali (BBC Wildlife Magazine, Rivista della Natura, Geo Magazine, Science Illustrated, Focus Wild e molti altri). Ha collaborato con il Festival della Scienza di Genova, prima come animatore scientifico, poi dall’interno come selezionatore e formatore di animatori scientifici e attualmente è tra i proponenti degli eventi. In televisione è stato esperto di animali (Rai Tre, Mediaset, DeASapere). Attualmente è conduttore della trasmissione GEO in diretta su Rai Tre. E’ consulente scientifico abituale di Parchi ed aree protette, per i quali svolge normalmente studi sulla fauna minore. Nel 2011 una sua foto ha ricevuto il premio “highly commended” nel prestigioso concorso del “fotografo dell’anno” della BBC (Wildlife photographer of the year 2011) e a ottobre 2013 è stato tra gli speakers del più famoso simposio internazionale di fotografia di natura “Wildphotos”, tenuto dalla Royal Geographical Society in collaborazione con la BBC.

Sito web: www.anura.it

 

Francesco Tomasinelli, laureato in Scienze Ambientali Marine presso l’Università di Genova, è stato da sempre affascinato dalla natura, e soprattutto dagli animali più insoliti e curiosi. Ha lavorato in Italia e negli Stati Uniti in grandi acquari, per poi dedicarsi all’editoria, alla divulgazione scientifica e alle consulenze ecologiche e ambientali per aziende e studi professionali. Come fotogiornalista collabora con molte case editrici e riviste (Touring, Edinat, Focus, BBC, National Geographic, Panini), oltre che con agenzie fotografiche in Italia e all’estero, lavorando soprattutto su fotografia scientifica, di natura, lavoro e viaggio, e scrivendo articoli sulle scienze naturali. E’ anche autore e ispiratore del comico di Zelig Antonio Ornano. Con Emanuele Biggi ha già curato diverse mostre scientifiche, esposte in vari musei italiani, tra cui Arachnida, Copioni e Copiati e Predatori del Microcosmo.

 

Sito web: www.isopoda.net

Share.

About Author

Comments are closed.