Partita a Rimini la Volley Nations League 2021, in una “Bolla anti Covid”

0

Rimini, 26 maggio 2021 – Si è aperta a Rimini la Volley Nations League 2021, che vedrà sfidarsi le migliori formazioni Nazionali di Pallavolo Maschile e Femminile fino al 27 giugno prossimo.

Sono in programma un totale di 248 scontri diretti, per un intenso mese di intrattenimento sportivo.

L’edizione 2021 della VNL è organizzata da FIVB in collaborazione con RCS Sports and Events che, grazie al suo elevato know-how, ha già messo a punto con successo importanti eventi sportivi quali il Giro d’Italia e la Maratona di Milano.

Le squadre partecipanti e la formula

La Rimini Volley Nations League 2021 vedrà sfidarsi le migliori Nazionali Femminili e Maschile.

Per il Gruppo Maschile, le nazioni ammesse sono: Slovenia, Australia, Canada, Polonia, Argentina, Brasile, Serbia, Iran, Russia, Francia, Olanda, Bulgaria, Germania, Italia, Giappone, Usa

Il Gruppo Femminile prevede invece: Brasile, Cina, Germania, Italia, Giappone, Olanda, Russia, Serbia, South Korea, Thailandia, Turchia, Usa, Belgio, Canada, Repubblica Dominicana, Polonia.

Tutte le squadre del gruppo maschile si incontreranno tra di loro e così vale anche per le squadre femminili.

La classifica generale finale vedrà le prime quattro classificate passare alle final four in una formula che prevede semifinali e finali maschili e femminili.

Dalle due finali del 25 giugno (femminile) e del 27 giugno (maschile) avremo i nomi delle Nazioni vincitrici.

Quando giocano gli azzurri e le azzurre

Per quanto riguarda la nostra formazione femminile, le danze si apriranno con la week 1 nelle giornate del 25-26-27 maggio. Le azzurre affronteranno in ordine di data Polonia, Turchia e Serbia.

I nostri azzurri invece saranno impegnati nella week 1 il 28-29-30 maggio contro Polonia, Slovenia e Serbia.

L’ultima gara del girone femminile ci vedrà impegnati contro la Thailandia il 20 giugno, mentre la formazione maschile affronterà la Germania il 23 giugno.

Le prime quattro squadre femminili si giocheranno poi semifinali e finali 24 e 25 giugno.

Per concludere, le prime quattro formazioni del girone maschile, chiuderanno l’evento con le semifinali e finale del 26 e 27 giugno.

Organizzazione orientata alla massima sicurezza

Come ovvio, non poteva mancare anche in questa occasione un’attenzione particolare rivolta alla prevenzione COVID, considerata da RCS Sports and Events condizione imprescindibile per la sicurezza degli atleti e dei loro accompagnatori.

Ha così preso vita un evento caratterizzato da elevati standards di protezione che hanno comportato la creazione di una autentica “bolla”forse la più grande mai realizzata in Europa – all’interno della quale i partecipanti provenienti da tutto il mondo potranno gareggiare in sicurezza, assistiti dai loro preparatori atletici e dai loro staff.

Ad affiancare RCS Sports and Events in questa avventura si è “messo in gioco” il Centro medico UNISALUS di Milano che, dopo la Maratona di Milano, ha ora fornito il supporto sanitario della sua équipe di professionisti direttamente alla Fiera di Rimini.

Medici, infermieri ed operatori sanitari sono infatti già in postazione per eseguire tamponi molecolari PCR alle diverse squadre e allo staff organizzativo necessari per entrare in “bolla”.

Nei giorni successivi, invece, con cadenza periodica ma molto ravvicinata (4 giorni), tutti i partecipanti e tutto lo staff saranno sottoposti a tamponi antigenici rapidi e questo, fino alla partenza, prima della quale sono stati programmati ulteriori tamponi molecolari.

Queste attività sono state organizzate secondo il Protocollo anti COVID adottato dalla Federazione Internazionale Volley, applicato da RCS Sports and Events con il coinvolgimento di qualificati professionisti sanitari impegnati costantemente nella sorveglianza sanitaria dell’evento e che vedono numerosi attori in campo: oltre al Centro Medico UNISALUS di Milano nel ruolo di esecutore dei tamponi sia molecolari che antigenici, sono altresì impegnati l’AUSL di Rimini che ha il compito di processare e refertare tutti i tamponi molecolari eseguiti, nonché la Clinica Nuova Ricerca srl di Rimini che ha fornito la propria disponibilità a refertare e comunicare alle autorità sanitarie locali gli esiti dei tamponi antigenici.

Si è così realizzata un’importante e fattiva collaborazione tra organizzazioni sanitarie diverse, pubbliche e private, lombarde ed emiliano – romagnole, che hanno reso possibile (ed anche questo è certamente un fatto rilevante) una cooperazione di alto livello in nome dello sport e in occasione di uno dei primi eventi a caratura internazionale organizzati in questo periodo di pandemia.

 

 

     

Share.

About Author

Comments are closed.