Social, la nuova tendenza ora è: Condividi, Like, Iscriviti e…Contattami!

È diventato un acronimo che si sta diffondendo sul web con l’obiettivo di portare messaggi di gioia e di amore documentando la bellezza della vita e del mondo. Ed è diventato anche il primo selfiefilm della storia…

Milano, 7 gennaio 2019 – E’ uno YouTuber un pò svagato e visibilmente impaperato quello che, dietro la sua selfiecam ha lanciato “CLIC”, un acronimo che sta diventando lo slogan del momento sui social.

Il termine è stato coniato per quello che potremmo definire un socialfilm, una specie di superblog o meglio ancora un supervlog visto che si tratta di video, che sta facendo tendenza proprio perché va controtendenza.

Dalla mente eclettica dell’autore, Paolo Goglio, è nato questo personaggio un pò antidivo ma al tempo stesso anche eroico, un pò imbranato, eppure capace di articolare monologhi profondi e intensi.

Soprattutto è nata questa geniale idea di lanciare quello che lui stesso definisce la formula magica di ‘CLIC!’. ovvero C come Condividi e poi ancora L come Like, C come Contattami e I come Iscriviti.

Un acronimo che è diventato il simbolo di un’avventura tratta da un viaggio in solitaria di Paolo, insieme a Dastan, il suo fidato amico a quattro zampe, da cui è stato tratto il film ‘CLIC – 10 giorni guidato dal vento‘ (www.filmclic.it/)presentato in anteprima a Milano al cinema Anteo il 10 dicembre 2018.

Il film ha da subito ricevuto importanti consensi e ampio riscontro grazie alle numerose particolarità che lo caratterizzano.

Innanzitutto una tematica, quella dei social, di grande attualità, vista e interpretata attraverso un gioco parossistico per cui è proprio quando cerchiamo di uscirne che ci ritroviamo immersi in una specie di condanna esistenziale a condividere un pò tutto della nostra vita.

Ma proprio quando ci rendiamo conto che queste nuove abitudini hanno manipolato la nostra esistenza fino quasi ad assorbire tutto il nostro tempo ecco che, forse, possiamo scoprire qualcosa di nuovo, prezioso ed autentico.

L’altra particolarità è che CLIC è stato definito il primo selfiefilm del cinema, girato in solitaria dal protagonista solo con la GoPro e un paio di action cams.

“Mi sono organizzato per realizzare questa impresa cinematografica in solitaria, un pò come fanno i grandi e intrepidi esploratori delle terre sconosciute. Sapevo che avrei realizzato qualcosa ma non sapevo ancora cosa e come, ho preparato le mie selfie-attrezzature, ho caricato l’automobile preparandomi ad affrontare un viaggio avventuroso con la mia tenda air-camping e il mio amatissimo Dastan, uno splendido cane pastore.

Mi sono spinto fino alle coste della Danimarca ma il tempo non era molto favorevole e c’era un vento fortissimo e così ho iniziato a immaginare questo personaggio che ha una vita social molto intensa pur avendo pochissimi followers, l’ho definito un in-influencer ossia una persona che non influenza nessuno ma che proprio per questo è spontanea e autentica.

Mi piaceva molto questa figura, simpatica e spensierata e così è nata una sceneggiatura improvvisata e realmente guidata dal vento nel senso che viaggiavo puntando il navigatore in funzione del meteo, cercando di raggiungere sempre le zone di bel tempo. Ho perfezionato la trama in post-produzione e infine ho integrato il film con una sequenza finale per la quale ho coinvolto 7 comparse che si sono rivelate molto spontanee ed espressive” ha raccontato Paolo Goglio.

“Ho avuto anche dei momenti di grandi difficoltà quando ho affrontato per esempio delle notti di tempesta che hanno letteralmente sradicato il tendalino strappando dal suolo il mio accampamento o quando mi sono ritrovato per 3 giorni in una foresta deserta senza corrente e poca acqua da razionare.

Ma sono stato ripagato da una grande autenticità e scenari di assoluta bellezza, tramonti mozzafiato, praterie che danzavano al vento, scogliere, spiagge e orizzonti straordinari in cui ho potuto esprimere al meglio la mia passione più profonda, le riprese fotovideo delle magie della natura.”

Paolo Goglio è il presidente dell’associazione ‘Amore con il Mondo ODV’ che si prefigge, come da statuto, di utilizzare le tecniche di comunicazione per portare messaggi di gioia e di amore documentando la bellezza della vita e del mondo che ci ospita.

È nato così un film multistile, in parte documentario e in parte commedia, un pò poesia e un pò lacrime di dolore, con sfumature comiche e drammatiche al tempo stesso.

Per rivivere insieme al protagonista questi intensissimi 10 giorni di viaggio, per scoprire le tecniche di ripresa che hanno consentito di realizzare il primo selfiefilm nella storia del cinema, per sognare paesaggi incantevoli e seguire la trama imprevedibile di questa impresa cinematografica unica nel suo genere non perdetevi ‘CLIC – 10 giorni guidato dal vento’, potrebbe veramente essere una pagina nuova per il cinema.

“Siamo in attesa di ricevere proposte da una casa di distribuzione con l’augurio di giungere presto al grande pubblico e portare la magia di questo vento nel cuore di tutti” conclude il protagonista.

 

 

 

 

###

 

Contatti stampa:

Paolo Goglio presidente della Associazione Amore con il Mondo ODV

Tel. 335-63.42.166

info@amoreconilmondo.com

 

 

 

 

Paolo Goglio nel film CLIC – 10 giorni guidato dal vento

 

Locandina del film

Bellezza: nasce la cosmetica minimalista di Bless Cosmetics

Milano, 6 dicembre 2018 – Rivoluzionare le regole del make-up introducendo texture innovative, esaltando il concetto di minimalismo in cosmetica. Sono gli obiettivi di Bless Cosmetics, un brand indipendente e giovane che vuole cambiare radicalmente le regole della bellezza.

Un brand che intende rivoluzionare l’ambiente della bellezza mediante un semplice approccio, tramite il concetto di “Less Is More” (B.Less), ovvero con meno si ottiene di più.

“Abbiamo immaginato un mondo in cui diversità e bellezza confluiscono in un unico significato. La perfezione non è sempre cool. L’imperfezione non è qualcosa da nascondere, ma quello che ci rende unici e che noi dobbiamo imparare a valorizzare” dicono da Bless Cosmetics.

La gamma di questo nuovo brand, di altissima qualità, è prodotta in Italia basandosi sugli standard di massima eccellenza del mercato.

I prodotti Bless si pongono quindi come  l’unica valida alternativa al makeup top di gamma,e  si adattano alla donna secondo il suo mood, il suo mondo ed il suo modo di truccarsi.

Varia la gamma di articoli selezionati per il makeup, disponibili esclusivamente sull’e-commerce all’indirizzo www.blesscosmetics.it.

Come ad esempio il MATTE LIP TINT. Tinte liquide matte a (super) lunga tenuta, incredibilmente pigmentate, no transfer, waterproof che grazie ad una nuova texture, non seccano le labbra. Disponibili in 5 shades di tendenza, basta scegliere i propri colori preferiti lasciandosi guidare solo dal tuo istinto.

Notevole anche il VINYL LIP TINT. Per chi preferisce l’effetto glowy, le Vinyl Lip Tint sono l’alternativa giusta.
La texture è cremosa e sottile, non crea spessore sulle labbra per un confort totale: idratanti e protettive, idrorepellenti e a lunghissima tenuta.

Nota di merito infine per GO FOR MATTE FOUNDATION. Il primo step della nuova routine è il fondotinta Go For Matte. Liquido, leggero, dalla coprenza modulabile e dall’effetto opaco satinato naturale per una pelle luminosa.
La sua speciale texture si adatta a tutti i tipi di pelle grazie a preziosi componenti liftanti e pore minimizing. Può essere applicato con un pennello, una spugnetta o semplicemente con le dita. E avere una base perfetta non sarà mai stato così semplice.

Per saperne di più sulla nuova linea cosmetica rimandiamo ai contatti social su Instagram @blesscosmeticsofficial, alla pagina Facebook @blesscosmeticsofficial e al sito internet www.blesscosmetics.it.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contatti stampa:

sara.piovano@lymeagency.com

 

Come sarà la casa del futuro: dal letto benessere alla cucina eco intelligente

Le proposte di arredamento 4.0 delle nuove leve dell’architettura italiana, per migliorare la qualità dell’ abitare

Napoli, 6 dicembre 2018 – Sono stati presentati per la prima volta al ExpoSudHotel di Napoli, al Salone del Mobile e alla Fiera dell’ Artigianato di Milano, gli elementi che secondo i migliori designer italiani di arredo per interni, saranno parte integrante, se non indispensabile, della “casa del futuro”.

Si parte dallo “Jacuzzi Bed”, il primo letto benessere al mondo dotato di vasca idromassaggio e accessori tecnologici e per il benessere psicofisico, e si passa alla “Cucina Eco Smart (4.0)” (Eco Smart Kitchen (4.0)), la prima cucina su misura eco-sostenibile completamente smart, progettati entrambi dall’architetto di interni e industrial designer Luigi Astarita.

Elementi innovativi, che stanno suscitando molti consensi nel mondo, realizzati dall’azienda Eccellenze Italia con la partnership di aziende di rinomata fama (Barazza, Arpa Industriale, Samsung, Jacuzzi, Okite, Franke, ecc.), e diventati delle vere icone rappresentative della grande capacità innovativa e creativa del design Made in italy.

Ideati negli uffici di Via Montenapoleone 8 a Milano, i concepts avveniristici dell’architetto Astarita hanno riscontrato da subito ammirazione e apprezzamenti non solo dagli addetti ai lavori ma anche da un pubblico, sia italiano che estero.

Le prime commesse per il Jacuzzi Bed infatti sono arrivate proprio da oltreoceano, dal Qatar, dove si sta costruendo Lusail City, la prima città del pianeta 100% ecosostenibile. Mentre la prima Cucina Eco Smart (4.0) è stata realizzata in Italia, per una coppia di giovani sposi amanti del design funzionale, dell’ ecologia e delle nuove tecnologie.

Mass customization: la nuova rivoluzione dell’ abitare 

Con l’avvento della cosiddetta quarta rivoluzione industriale inoltre, grazie alla diffusione di nuove tecnologie (digitali e non), il comparto dell’arredo-design sta vivendo una trasformazione dei processi produttivi e di vendita.

Il cambiamento sostanziale nel settore  arredo era già cominciato dopo la crisi del 2008: il mercato, che era all’epoca quasi completamente orientato alla produzione seriale e standardizzata, cominciava a guardare al su misura e alla produzione su commessa, introducendo un nuovo concetto: la “personalizzazione di massa(mass customization).

“La mass customization – dice l’ architetto Astarita- ha favorito ed incrementato la progettazione su misura e la produzione di arredi personalizzabili, realizzati su richiesta e ordinazione, dotati di attrezzature e dispositivi altamente tecnologici e di tipo interattivo, in modo da soddisfare al meglio i bisogni specifici dei clienti sempre più esigenti, preservando l’efficienza della produzione di massa, in termini di bassi costi di produzione e quindi prezzi di vendita contenuti.”

Tale tendenza ha indotto molte aziende del settore ad investire in Ricerca e Sviluppo, dimostrando una forte propensione a innovare, grazie alla quale il comparto arredamento è riuscito a risollevarsi dalla crisi ritrovando la crescita negli ultimi 3 anni e superando i 40 miliardi di fatturato. (Fonte: Centro studi FederlegnoArredo)

Jacuzzi Bed

Il Jacuzzi Bed, il letto che tutti vorrebbero avere, rappresenta davvero un nuovo modo di concepire il benessere comodamente nella propria camera e “senza alzarsi dal letto”. Una vasca idromassaggio biposto è stata inglobata ad incasso nella struttura, con la possibilità di inserire accessori come biocamini circolari, vani porta riviste o porta indumenti, secchielli per il ghiaccio, faretti led per la cromoterapia, diffusori aromoterapici, casse acustiche per ascoltare musica con il proprio i-pod o dispositivi per ricaricare e interagire con il proprio smart-phone. Infatti attraverso un’ applicazione dedicata è possibile attivare l’ idromassaggio, la cromoterapia e le periferiche audio; mentre  un divisorio in vetro a scomparsa separa il materasso, anche di dimensioni extralarge o kingsize, dalla zona umida.

Spiega Astarita: “Il grande successo del Jacuzzi Bed è legato alla sua grande versatilità, in quanto per la prima volta il “letto” viene progettato per esaltare al massimo comfort, relax e benessere. Un design ricercato e l’ inserimento di accessori tecnologici e attrezzature per il benessere psicofisico, contribuiscono a conferire bellezza, agio e modernità, rendendolo accattivante per ogni fascia di età. Mentre un’ accurata ricerca di fornitori e partner, altamente specializzati ma economicamente più vantaggiosi, lo hanno reso accessibile a tutti inserendolo sul mercato a prezzi contenuti e competitivi.”  

Il  Jacuzzi Bed si adatta a qualsiasi tipo di spazio e ambientazione,  soddisfando ogni esigenza e richiesta del cliente, in quanto realizzato su misura e su ordinazione, con la possibilità di scelta di materiali, colori, forme ed accessori.

Emozione” e “Meraviglia”dice l’ architetto – i principi che mi hanno ispirato nella progettazione; seguiti da un’ attenta ricerca dei materiali più idonei e uno studio analitico delle componenti strutturali ed ingegneristiche. Infatti molti sono stati i prototipi realizzati prima di arrivare al prodotto finale, collaudato in ogni sua parte.”

Il concept del Jacuzzi Bed è stato sviluppato in una collezione intitolata “Sogno, dedicata al mondo del Cinema, proponendo diversi modelli e svariate configurazioni. 

Cucina Eco Smart  (4.0)

(Eco Smart Kitchen (4.0))

La cucina essendo l’ambiente più vissuto in una casa deve essere funzionale, durare  il più lungo possibile ed essere dotata di dispositivi tecnologici di tipo interattivo che facilitano le varie attività, riducendo i tempi di esecuzione, in modo da rendere più semplice e veloce la preparazione di ogni pietanza. Questa la sfida colta dall’ architetto Astarita nel progetto della prima “Cucina Eco Smart 4.0”, realizzata interamente con materiali ecosostenibili ed altamente innovativi, come il FENIX NTM, sviluppato da Arpa Industriale.

Il FENIX NTM è un materiale nanotech che si presenta come super opaco e morbido al tatto. Il suo nome rimanda al mito della Fenice (dal greco Phòinix), un riferimento dovuto alla straordinaria proprietà di rigenerarsi da eventuali micrograffi superficiali grazie alla termoriparabilità, ottenuta con l’ausilio di nano tecnologie. Idro repellente e antimuffa, il Fenix non attira la polvere, per le sue proprietà antistatiche, e possiede un’ elevata attività di abbattimento della carica batterica, garantendo sicurezza, igiene, resistenza e una grande longevità ideale per lavorare gli alimenti in totale sicurezza.

Una lunga durata significa meno rifiuti, impiego più efficiente di risorse e maggiore risparmio energetico globale. In altre parole più rispetto per l’ambiente. La certificazione Greenguard IAQ – Indoor Air Qualityassicura inoltre basse emissioni di inquinanti negli interni, rendendo il FENIX molto efficace nella progettazione ecosostenibile.

Racconta Astarita: “Quando ho proposto ai miei clienti di progettare e realizzare la prima cucina completamente ecosostenibile e altamente tecnologica, subito ho ricevuto un alto consenso e grande entusiasmo. Dapprima una fase di ascolto, dove sono state definite le priorità e le esigenze specifiche, come la necessità di avere un’ isola che oltre a separare la zona di preparazione degli alimenti dalla zona pranzo e living fosse anche piano cottura, piano lavoro e snack. Altra richiesta è stata quella di utilizzare materiali innovativi, altamente resistenti e durevoli, ma ecologici. Si è passati quindi alla fase progettuale e realizzativa con un’ attenta ricerca dei materiali più idonei, come il fenix di colore nero opaco per i rivestimenti di tutti i mobili compreso il piano cottura e l’ okite di colore bianco lucido per il piano di lavoro e snack, con l’ inserimento finale di elettrodomestici intelligenti che potessero interagire con gli utilizzatori finali”

La Cucina Eco Smart (4.0) è stata attrezzata infatti con elettrodomestici smart: forno Velvet prodotto da Barazza con touch screen per programmare le cotture o avere suggerimenti per le ricette, con dispositivi di sicurezza bambini e apertura automatica porta; cappa verticale  a scomparsa integrata nel piano cottura con accensione e apertura automatizzata  prodotta da Franke; frigorifero Samsung Family Hub. Con le tre fotocamere interne è possibile controllare ovunque e in qualsiasi momento cosa c’è all’interno del frrigo utilizzando lo smartphone e  la funzione Food Reminder inoltre permette di inserire le date di scadenza degli alimenti  per controllarli sullo schermo anche a distanza.

Jacuzzi Bed, la novità Made in Italy che sta conquistando il mondo
L’architetto Astarita con il suo team
La casa del futuro, la cucina ecosmart per una casa 4.0, secondo i più innovativi designer italiani del momento

 

In esclusiva a Como nell’Atelier Tosetti i più prestigiosi brand del mondo sposa

L’atelier Tosetti Sposa acquisisce in esclusiva per la provincia di Como le nuove linee di Alessandra Rinaudo e il marchio Elisabetta Polignano

Como, 22 giugno 2018 – Fra le grandi novità per la stagione 2018/2019 c’è l’acquisizione di nuove linee e nuovi marchi da parte della storica boutique comasca Tosetti Sposa.

Forte della collaborazione che da anni esiste fra la Maison Nicole Spose, quest’anno Tosetti Sposa sarà l’unico rappresentante nella provincia comasca delle tre esclusivissime Bridal Capsule Collection di Alessandra Rinaudo: Golden Age, Urban Age e Couture Age.

Tre linee che hanno come fil rouge l’eleganza delle silhouette, ognuna con una propria nota distintiva e caratterizzante.

Golden Age parla alla ‘donna regina’, a colei che ama la preziosità dei ricami più fini. Gli abiti sono lievi sul corpo e scivolano in sensuali sirene, puntinati di perle e cristalli, completati da importanti sopragonne in tulle mantelli principeschi.

Volumi fluidi e leggeri, ma al tempo stesso moderno, sono invece gli accenti distintivi di Urban Age. Una sposa che è proiettata nel futuro, con combinazioni ad hoc, per creare outfit che calzino alla perfezione anche sulla personalità di chi li indossa. Chiudono le Bridal Capsule Collection, le mise di Couture Age, una linea ispirata ai grandi couturier francesi, con quel gusto rétro fatto di pizzi macramé e merletti. Abiti preziosi e senza tempo che rendono attuale l’eta dell’oro della moda francese.

Assolutamente differente, l’altra nuova proposta in atelier: la linea Haute Couture di Elisabetta Polignano, per la prima volta nelle vetrine comasche. La sua è una sposa innovativa, fuori dai canoni e dalle convenzioni, che osa nuovi colori e nuovi dettagli di stile senza dimenticare però richiami di grande romanticismo. Un inno che la designer fa alla figura della donna, vista come primo motore del mondo, in un percorso stilistico che dagli anni Venti arriva sino ad oggi.

Gli abiti presenti in atelier, esprimono una femminilità elegante e sofisticata, con ampie gonne, giochi di ruches e fantasie stampate.

Una collezione inaspettata questa, pensata e creata ad hoc per spose dall’animo rock. Dai mini dress vaporosi, a strutturati modelli in taffettà, la collezione sorprende, senza dimenticare il romanticismo.

Le tre linee di Alessandra Rinaudo e di Elisabetta Polignano vanno ad arricchire la proposta ‘sposa’ dell’atelier Tosetti Sposi, che – oltre alle ultime collezioni in esclusiva – ha anche la collezione Bridal e Cerimonia di Alessandro Tosetti, Carlo Pignatelli, Rosa Clarà, Nicole, Jolies, Romance, Aurora e Colet e la Sposa by Pronovias.

Per maggiori informazioni visitare il sito internet della Boutique Tosetti www.tosettisposa.it.

 

 

 

 

Investimenti: nasce Bullsandbears.it, il blog e newsletter sull’informazione finanziaria

Bologna, 16 agosto 2017 – Come rimanere aggiornati sulle nuove tendenze ed opportunità di business ed investire nel modo giusto sui mercati? Per rispondere a tale domanda e condividere riflessioni preziose sui temi finanziari del momento, gli investimenti azionari ed i nuovi business trend è nato il blog Bullsandbears.it, con la relativa newsletter.

Con l’obiettivo di offrire un diverso angolo di osservazione indipendente e fuori dagli schemi gli autori del blog selezionano gli articoli più interessanti dalle migliori fonti finanziarie internazionali e li approfondiscono con analisi e valutazioni personali.

Il blog si rivolge a coloro che, per interessi personali o legati all’ambito lavorativo, desiderano approfondire la materia finanziaria attraverso una prospettiva semplice nella comunicazione e al tempo stesso ricca di approfondimenti.

La newsletter ha cadenza settimanale, è accessibile gratuitamente a tutti i lettori iscritti, e serve a fare il punto sulle notizie e trend della settimana.

Tra i temi trattati le più classiche analisi dei titoli quotati in Borsa (con analisi fondamentale, tecnica e valuation), le strategie di investimento dei guru di Wall Street, i case studies delle più interessanti startup e la valutazione dei trend di business che, con il loro potenziale disruptive, avranno un impatto sull’economia e più in generale sulla vita delle persone.

Infine unica nel panorama italiano la rubrica “L’Intervista al CEO”, un podcast in cui i manager delle più importanti imprese italiane offriranno il proprio punto di vista sui principali argomenti trattati nel blog.

Gli autori

Gli autori del blog sono Luca e Giampietro.

Luca è un Analista Corporate con una laurea in Scienze Statistiche e un Executive MBA conseguito presso Bologna Business School, ha maturato esperienze nell’ambito dei servizi finanziari corporate, con focus sul settore bancario.

Appassionato fin dall’OPA Olivetti-Telecom delle dinamiche sottostanti gli investimenti azionari (con una predilezione per la Behavioral Finance – la finanza comportamentale) e delle scelte d’investimento dei più riconosciuti fund manager e venture capitalist d’oltreoceano, incontra Giampietro durante il periodo del Master e decide di indirizzare questa sua passione verso un progetto strutturato. E da qui in poi la sua vita è dedicata a Bulls and Bears.

Giampietro è un Finance Manager con una laurea in Economia Aziendale ed un Executive MBA conseguito presso Bologna Business School, ha maturato esperienze con ruoli e responsabilità crescenti in aziende multinazionali e in differenti settori industriali.

Interessato alla finanza e ai bilanci fin dai tempi dell’università, incontra Luca durante il periodo del Master e decide di indirizzare questa sua passione verso un progetto strutturato. Da qui la decisione di dedicarsi insieme a Luca al progetto Bullsandbears.it.

###

Contatti per i media:

Ufficio Stampa, 349 8338750

info@bullsandbears.it

www.bullsandbears.it

 

Tag: informazione finanziaria, informazioni finanza, notizie finanziarie, notizie investimenti, informazioni startup, notizie startup, trend finanziari, trend finanza

Traffico aereo, +80% dal 2001: i trend sui voli del futuro

Roma, 30 marzo 2017 – In questi giorni l’Enac, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, che regola l’aviazione civile e risponde al Ministero dei trasporti, ha diffuso un comunicato stampa con degli importanti dati relativi al traffico aereo nel 2016 dove si evince chiaramente che dal 2001 al 2016 l’incremento dei numeri passeggeri trasportati a bordo è stato dell’83%.

Oltre 164 milioni sono stati i passeggeri transitati negli aeroporti Italiani nel 2016, registrando un +4,8% rispetto al 2015 e confermando come aeroporto principale Roma Fiumicino: qui vi hanno transitato circa 41 milioni di passeggeri,  il 25% del totale del traffico aereo.

Altro dato interessante e più raccontato da giornali e tv, è il quasi sorpasso del  low cost ( il 7% in più rispetto al 2015) rispetto al volo tradizionale, risulta infatti che i vettori tradizionali coprono poco più del 50% lasciando il resto al low cost, eleggendo Ryanair la compagnia numero 1 con il 19.5% per copertura nazionale nel trasporto passeggeri.

Il report realizzato dall’Enac consta di oltre 110 pagine, un bel malloppo di dati, che sono stati però riassunti in un’ interessante infografica realizzata da Alloggionline.com, portale specializzato nella recensione di strutture turistiche fuori dagli schemi.

Una grafica decisamente utile e riassuntiva confezionata visibile interamente anche sulla pagina social all’indirizzo https://www.facebook.com/alloggionline/posts/924569037680532:0.

Ma come sarà il futuro dei viaggi aerei? Quando si parla di viaggi e futuro non si può fare a meno di nominare Elon Musk e la sua SpaceX, agenzia spaziale che si prefigge come obiettivo il viaggio spaziale in particolare su Marte.  L’eccentrico miliardario, dopo il successo con Tesla e Paypal, ha già dichiarato che la sua compagnia è pronta per raggiungere Marte nel 2018.

Se il progetto Marte ha scosso l’intero pianeta terra, ha fatto altrettanto l’esperimento fatto in Italia, presso l’università di Napoli Federico II, sui viaggi nel tempo, riproducendo in piccolissima scala i cosiddetti “wormhole“, specie di cunicoli che permettono spostamenti nello spazio e anche nel tempo.

Scoperta che non può non farci pensare che in un prossimo futuro i viaggi nel tempo e nello spazio di “Ritorno al futuro” potranno diventare una realtà. Incredibile ma vero.

 

 

###

 

 

Simone Susinna: il bello dell’Isola dei Famosi pizzicato con un Waikiki Beachwear

Roma, 9 febbraio 2017 – Fisico perfetto, sguardo magnetico. Il bellissimo modello in gara dell’Isola dei Famosi, Simone Susinna, è il nuovo sex symbol televisivo.

Sempre attento in fatto di tendenze e moda, Simone per il reality di Canale 5 è stato “pizzicato” ad indossare i costumi della Waikiki Beachwear (www.waikikibeachwear.com), fashion brand italiano in grado di dettare le tendenze del mercato. Un brand che più volte è stato scoperto essere indossato dai personaggi della Tv per le sue linee glamour, colorate, giovani e dal design esclusivo, che affonda le sue radici nell’omonima e celebre spiaggia hawaiana.

Susinna è riuscito a mettere in risalto il suo sex appeal anche sull’Isola, con un binomio esplosivo fatto dai costumi più trendy del momento e dal suo corpo statuario, diventando il modello più gettonato del momento.

Una scelta quella di Susinna che rende felici gli amministratori della stessa Waikiki, che si dicono onorati di essere stati scelti da un modello simbolo come Simone, un influencer e personaggio molto esigente ed attento in fatto di stile e tendenze.

 

###

 

Simone Susinna – Foto tratta dal profilo Instagram del modello

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Simone Susinna all’Isola dei Famosi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un costume della Waikiki 

 

 

Alla Milano Fashion Week la collezione Spring Summer 2017 della Waikiki Beachwear

Milano, 15 settembre 2016 – Waikiki Beachwear, in concomitanza con la Milano Fashion Week di settembre, presenterà al grande pubblico la nuova collezione Spring Summer 2017.

Il brand, ideato e prodotto in Italia e che affonda le sue radici dall’omonima e celebre spiaggia hawaiana, anche per la nuova collezione ha deciso di puntare su un design esclusivo con l’inconfondibile tocco glamour di Waikiki, rendendo ogni capo un elemento di tendenza con cui distinguersi.

La produzione avviene completamente a mano, garantendo quindi una cura e un’attenzione al dettaglio assolutamente ineccepibile.

Le creazioni abbracciano proposte che dai bikini spaziano ai top, ai completi, agli slip, fino a una serie di idee perfette anche per il “fuori acqua”.

Grazie all’assoluta visione attuale, moderna e contemporanea, oggi il brand è punto di riferimento e principale nome nel dettare le tendenze, successo dimostrato anche dalla volontà di numerosi personaggi vip di scegliere e indossare i costumi di Waikiki.

Una riconoscibilità che individua nel mare e nella spiaggia elementi portanti della vita quotidiana, in cui immergersi ogni giorno con spensieratezza, colore e allegria.

Per ulteriori approfondimenti su capi di Waikiki visitare il sito internet www.waikikibeachwear.com.

 

###

 

Waikiki Beachwear

 

Waikiki Beachwear

 

Waikiki Beachwear, Logo

A Labelexpo Europe 2015 le Migliori Soluzioni di Stampa al Mondo

Bellezza e praticità a Labelexpo Europe 2015: tra le numerose ed innovative soluzioni per l’etichettatura Mimaki farà brillare completamente tutto il suo stand 8C52 con inchiostro argento eco-solvent

Amsterdam, 2 luglio 2015: Mimaki, leader nella produzione di stampanti a getto d’inchiostro per grandi formati, sarà presente a Labelexpo Europe 2015, che si terrà a Bruxelles, Belgio, dal 29 settembre al 2 ottobre 2015. Mimaki esporrà presso lo stand 8C52 prodotti nuovi e unici per il settore delle etichette che si possono creare grazie alla ampia famiglia di stampanti Mimaki. Sotto i riflettori ci saranno in particolare alcune etichette accattivanti impreziosite dall’inchiostro argento eco-solvent Mimaki, ma anche etichette flessibili e rigide per applicazioni di sicurezza quali segnaletica per uscite di emergenza e punti di raccolta, realizzate con la UJF-6042.

“È obiettivo di Mimaki offrire soluzioni di valore elevato al settore delle etichette” ha commentato Mike Horsten, General Manager Marketing di Mimaki EMEA. “Chi visiterà il nostro stand lo vedrà nel concreto, con tutta una serie di differenti applicazioni rese possibili dalle nostre stampanti. Siamo ansiosi di interagire con i visitatori alla fiera, per conoscere meglio le loro realtà e ispirarli con nuove idee in grado di generare nuovi ricavi e incoraggiarli a dare sfogo alla propria immaginazione con un investimento accessibile. Il tema di Labelexpo è la tecnologia come risorsa per superare qualsiasi ostacolo, cosa che allo stand Mimaki metteremo in pratica.”

Alla fiera, Mimaki esporrà diverse stampanti per grandi formati, tra cui:

  • Serie CJV150: questa serie di premiate stampanti è disponibile con quattro differenti larghezze di stampa e soluzioni di taglio integrate, con una velocità di stampa massima di 56 m²/h, e offre passaggio automatico da stampa a taglio. Il rilevamento continuo automatico dei segni di registro garantisce contorni precisi perfino per i layout di etichette più complessi. Il nuovo inchiostro argento eco-solvent apre le porte a soluzioni nuove e redditizie per i trasformatori di etichette.
  • Stampante flatbed UV LED formato A2 UJF6042: con un’eccezionale qualità di stampa 1800×1800, questa stampante a basso impatto ambientale e consumo davvero ridotti grazie alla polimerizzazione UV LED offre opzioni di inchiostro multiple, compreso il bianco, la vernice trasparente e il primer inkjet per stampa su una vasta gamma di supporti. È particolarmente adatta per la produzione di etichette rigide o flessibili, materiale promozionale e prototipi di imballaggio. Consente di stampare su un’estesa varietà di substrati, tra cui vetro, metalli e acrilici.

“Come sempre, i nostri esperti di applicazioni saranno a disposizione per parlare a quattrocchi con i visitatori” ha aggiunto Horsten. “È sempre entusiasmante collaborare con i clienti per aiutarli a incrementare il business con soluzioni nuove. Ci assicureremo che Mimaki fornisca loro quell’eccellenza di produzione che gli consentirà di stampare con profitto e affidabilità.”

Ulteriori informazioni sui Mimaki e sulla sua ampia gamma di prodotti sono disponibili su www.trendsrl.net

 

 

Info:

Trend Srl
Via Mario Corrieri 12
05100 Terni (TR) Italia

Tel. (+39) 0744 800680
Fax. (+39) 0744 800514

Stampa sui Tessuti: Bassi Costi, Tempi Brevi e Colori Più Vividi grazie alle Nuove Tecnologie

Grazie alle nuove tecnologie per la stampa sui tessuti, diretta ed indiretta, è possibile stampare con costi più bassi, tempi più brevi, in più colori, in quadricromia, con colori più vividi e resistenti al lavaggio….

Terni, 15 giugno 2015 – Ci sono tecnologie che riescono a cambiare il destino industriale di un territorio, la stampa digitale su tessuto è una di queste: consente di ridurre i costi, di produrre più in fretta e può far rinascere il tessile made in Italy. Basti pensare alla facilità di sperimentazione che uno stilista o un arredatore trovano nel digital printing sui tessuti, una soluzione un grado di dare nuova linfa allo sviluppo di soluzioni innovative.

Consapevole di questa forza Trend ha deciso di ampliare la gamma dei prodotti rivolti alla stampa tessile, inserendo a listino le soluzioni Solvetex®, uno dei più importanti produttori di materiali per la stampa digitale per il textile, un settore indubbiamente importante, in cui l’innovazione e la tecnologia giocano un ruolo fondamentale.

Esistono sostanzialmente due tipi di stampa digitale su tessuto: la stampa diretta (direct) e quella indiretta (Transfer). Nella stampa direct il colore di stampa viene direttamente spruzzato sul capo di abbigliamento. In confronto alla stampa digitale transfer, il motivo risulta più morbido al tatto e risulta quindi più gradevole da indossare. La Stampa Digitale Diretta è una tecnica di stampa che prevede bassi costi e tempi brevi di realizzazione poiché viene effettuata direttamente dal computer collegato a macchinari di stampa (a toner, a getto d’inchiostro, laser, ecc.). Si evitano le procedure della stampa tradizionale, eliminando i costi delle pellicole e delle lastre.

La stampa indiretta, invece, è una stampa su un’etichetta in “carta” speciale appositamente predisposta al trasferimento a caldo sul prodotto. Il motivo viene quindi stampato su una pellicola che viene poi pressata sul capo attraverso una pressa a caldo. Di questa pellicola di trasferimento rimangono 1-2 mm di bordo intorno al motivo. In confronto alla stampa digitale diretta, i motivi hanno un colore più vivido e resistente al lavaggio. E’ ideale per la stampa a più colori e/o in quadricromia perché permette di limitare al massimo i costi di personalizzazione e di riprodurre dettagli anche molto minuti.

Qualunque sia il metodo di stampa utilizzato, ogni stampatore avrà bisogno di supporti appositamente studiati per il contatto con la pelle e per accogliere al meglio la creatività. Da oggi, grazie alla partnership con Solvetex, siamo in grado di offrire ai nostri clienti i migliori materiali per stampa base solvente, eco-solvente, base acqua e sublimatica.

Info:

Trend Srl
Via Mario Corrieri 12
05100 Terni (TR) Italia

Tel. (+39) 0744 800680
Fax. (+39) 0744 800514

 

 

Exit mobile version