Libri: “La scuola sulla collina” la nuova entusiasmante fiaba per bambini di Simon Sword

La scuola sulla collina

Roma, 17 marzo 2021 – Dopo aver venduto più di 50.000 copie di libri e dopo una pausa lunga due anni, Simon Sword torna a stupirci con una nuova incredibile fiaba illustrata, dal titolo “La scuola sulla collina“. Il libro narra le avventure di una tenera bambina che vive in una sperduta regione della Cina orientale e di una serie di “prove” che dovrà affrontare per poter raggiungere la sua tanto amata scuola.

Simon Sword l’autore brianzolo reduce dal successo de “La città degli aquiloni“, la fiaba più venduta su Amazon.it nel 2017 e nel 2018, si è preso un po’ di tempo, complice anche l’attuale situazione sanitaria e la pandemia, prima di tornare a scrivere fiabe per bambini:

“Chi  mi conosce sa che scrivere libri per bambini non è il mio lavoro ma unicamente una passione, nonostante la tremenda pandemia ha dato a tutti noi tempo per riflettere, ci ho messo comunque un po’ per poter tornare a scrivere qualcosa di divertente e spero di educativo.”

“La scuola sulla collina” oltre ad essere una fiaba è infatti un vero e proprio inno all’istruzione scolastica, in un tempo in cui non si fa altro che parlare di didattica a distanza.

“Spero in cuor mio” prosegue l’autore “che libri come questi aiutino in qualche modo le famiglie, ad alleggerire lo stress che milioni di bambini stanno subendo in modo silenzioso da un anno a questa parte. Un po’ di spensieratezza e qualche bel sogno colorato possono solo fare nascere pensieri positivi ed è proprio questo il mio scopo.”

Le illustrazioni del volume sono state realizzate da Clarissa Corradin e la fiaba sarà distribuita a partire dal mese di aprile 2021 in esclusiva solo su Amazon.it.

 

 

Cover “La scuola sulla collina”

 

 

 

L’autore Simon Sword

 

 

 

Simon Sword, l’autore che incanta bambini, risponde ai lettori

Roma, 6 agosto 2018 – Negli ultimi mesi si sono interessati a lui quotidiani, riviste e testate web di settore, e questo mese è apparso addirittura sul mensile Millionaire, grazie ai suoi straordinari risultati in fatto di vendite. Stiamo parlando di Simon Sword, nome d’arte di Simone Spada, affermato autore in cima alla classifiche di vendite di libri illustrati e fiabe per bambini.

In questi giorni attraverso i social, in occasione delle imminenti vacanze estive, Simon Sword ha risposto alle domande più significative dei suoi lettori, che qui vi riproponiamo.

D) Ciao Simon, sei un autore indipendente e senza case editrici alle spalle, ci spieghi il segreto del tuo successo?

R) Non esiste una formula magica. L’anno scorso ho cercato attraverso i social di attirare quante più persone possibili, illustrando passo dopo passo i miei progetti e le mie fiabe in uscita. Ma per essere letto da decine di migliaia di individui, devi saper scrivere e nel mio caso ti devi appoggiare a illustratori validi e molto preparati.

D) In passato hai usato parole dure nei confronti di alcuni editori, in questi mesi la tua opinione su di loro è cambiata?

R) No anzi, a dire il vero la considerazione che nutro per alcuni di loro è addirittura peggiorata. In queste ultime settimane nel caso specifico, un importante editore di libri per ragazzi, mi ha attaccato per il non corretto posizionamento di un paio di virgole all’interno di un mio testo. Polemica assurda e infantile, che fortunatamente non ho colto. Più avanti mi è stato riferito che uno dei suoi libri più noti dopo 6 ristampe e 8 anni, ha venduto meno copie della mia fiaba “La città degli aquiloni” (uscita a maggio dello scorso anno solo in formato digitale, in esclusiva su Amazon.it) Evidentemente questa cosa può provocare bruciori di stomaco e…lascio a voi le dovute conclusioni.

D) Hai mai pensato di pubblicare con case editrici tradizionali?

R) Si certo e non escludo che possa capitare a breve. Il problema sostanziale è che per quanto riguarda i libri illustrati per bambini, esiste un mercato particolare con linee editoriali ben circoscritte. Il mio disappunto nei confronti di alcuni editori nasce proprio da questo motivo. Se in libreria su 100 albi illustrati, 90 sono frutto di traduzioni di titoli stranieri, significa che c’é qualcosa che non funziona. E credetemi, ci sono illustratori e autori italiani che non hanno nulla da invidiare ai loro colleghi d’oltreoceano.

D) Quanto guadagna uno scrittore? Ci fai una panoramica della situazione attuale?

R) E’ un po’ difficile non generalizzare. Molte case editrici riconoscono agli autori percentuali molto basse, spesso sotto il 10% del prezzo di copertina. Per quanto mi riguarda invece, Amazon corrisponde agli autori percentuali che variano dal 30% al 70%, in base al prezzo che è stato attribuito al volume. Non sono molte le persone che possono vivere di scrittura nel nostro paese, soprattutto tra gli autori indipendenti.

D) Tu però hai venduto moltissime copie dei tuoi ebook. Diversi scrittori sono sempre poco propensi a parlare di numeri, puoi dirci quante copie vendi al mese e in che modo retribuisci i tuoi collaboratori/illustratori?

R) Sia gli illustratori, che i traduttori con i quali collaboro, vengono retribuiti in un’unica soluzione in base al loro preventivo. A seconda della complessità del testo da tradurre o delle illustrazioni da realizzare, il costo può variare sensibilmente, ma è sempre stabilito da loro. Riconoscere a loro una percentuale è rischioso, dato che in quanto autore indipendente potrei vendere una copia del libro in questione oppure un milione, una fastidiosa incognita. A distanza di un anno dalla loro prima uscita, le mie fiabe vendono in media 1.500-2.000 copie mensili, dicono che siano cifre davvero incredibili.

D) Hai mai pensato di scrivere romanzi per ragazzi e non più libri per bambini?

R) Si certo. Ho cinque testi da revisionare in questi mesi, quasi pronti per essere pubblicati. Si tratta di romanzi per ragazzi che toccano varie tematiche, inoltre da qualche tempo sto lavorando alla traduzione di un libro di Jack London, che ha avuto poca fortuna nel nostro paese. La mia speranza è quello di poterlo rilanciare e farlo conoscere al pubblico come si deve.

D) Un’ultima domanda ora Simon. C’è un consiglio che vorresti dare ai tuoi colleghi che scrivono libri per bambini?

D) Mi piacerebbe che si pensasse meno alla politica e più alle esigenze dei nostri piccoli lettori. Non serve schierarsi apertamente o addirittura paventare scenari apocalittici, come sta avvenendo in queste settimane, non serve proprio a nulla. Ai bambini vanno trasmessi valori universali che con la politica non hanno nulla a che vedere, non rendiamo pesante l’infanzia di un fanciullo. Ha tutta la vita davanti per potersi arrabbiare e intristirsi, ma nel frattempo è importante comunicare con il cuore e con tanta fantasia, attraverso i nostri libri.

 

 

###

 

Contatti stampa:

spada.clessidra@gmail.com

 

 

Simone Spada, in arte Simon Sword, autore bestseller di racconti e fiabe per bambini

 

 

“Soltanto un giocattolo?”: in testa alle classifiche la nuova fiaba di Simon Sword

Roma, 28 febbraio 2018 – È uscito in esclusiva su Amazon.it, il nuovissimo e-book per bambini “Soltanto un giocattolo?” di Simon Sword. Pubblicato solo pochi giorni fa in sordina l’ebook ha scalato subito le classifiche, risultato l’ebook per bambini più venduto della settimana con 1.000 copie acquistate in sole 24 ore e un appellativo che diversi utenti in rete, hanno dato all’autore in questi ultimi giorni, “The King of Fairy Tales”, ovvero “Il Re delle fiabe“.

“Soltanto un giocattolo?” è un racconto che parla di speranza, di sacrifici e di giocattoli. Una fiaba malinconica, che pone i piccoli lettori di fronte a una realtà che molto spesso viene data per scontata.

Una fiaba che vuole ringraziare a gran voce tutti i genitori, che costantemente e quotidianamente, compiono sacrifici per il bene dei loro figli, ponendo l’accento sulla responsabilità che fin da piccoli bisogna avere nel trattare con cura le proprie cose.

«In cuor mio spero che questa fiaba possa far comprendere anche ai più piccoli, che molto spesso dietro a un banale giocattolo, vi è il sudore e il sacrificio di una mamma e di un papà…» ha spiegato Simon Sword.

La versione digitale del libro si può acquistare online alla pagina www.amazon.it/Soltanto-giocattolo-Simon-Sword-ebook/dp/B07B17WT89/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1519736990&sr=8-1&keywords=Simon+Sword.

 

 

 

TAG: fiaba, fiabe, libro per bambini, libri per bambini, autore per bambini, classifica libri, classifiche libri

Alfred sbarca negli USA ed in libreria: “Per parlare di disabilità ai bambini di tutto il mondo”

Il libro per bambini “Il mio amico Alfred” sarà pubblicato negli Usa, Francia e Giappone ed i proventi del libro saranno devoluti ad associazioni di assistenza ai bambini oltre che ai terremotati di Norcia. Copie del libro saranno regalate ai più importanti reparti ospedalieri di pediatria

Roma, 21 novembre 2016 – Dopo il successo riscosso con l’ebook per bambini “Il mio amico Alfred” anche i piccoli lettori degli Stati Uniti avranno il piacere di conoscere le avventure dell’amato orsetto che ha l’obiettivo di parlare ai bambini della disabilità.

Dopo essere stato tradotto in lingua inglese il volume, oltre che superare l’oceano, giungerà anche in Francia e Giappone nei prossimi mesi, due mercati che, a detta di tutti, guardano con molta attenzione all’editoria per bambini e ragazzi.

“Il mio amico Alfred” è un libro destinato a bambini di un’età compresa tra i 5 e i 10 anni e tratta, in modo del tutto nuovo, il tema della disabilità infantile.

Sensibilizzare più persone nei confronti di questo drammatico tema è stato il mio obiettivo primario fin dall’inizio, e se questo messaggio può giungere anche ai bambini che si trovano dall’altra parte dell’oceano, ben venga” spiega l’autore Simon Sword.

I proventi del volume saranno destinati ad associazioni che si occupano di assistenza ai bambini affetti da disabilità, come l’autore ha avuto modo di dichiarare più volte, ed in parte verranno destinati anche alla Pro Loco di San Pellegrino, una piccola frazione di Norcia che ha subìto ingenti danni a causa del recente terremoto.

In prossimità del Natale Simon Sword ha deciso di donare anche diverse copie del suo libro ai reparti di pediatria, dei più importanti ospedali italiani.

“Che si sia credenti o meno il Natale è un momento magico per ognuno di noi ed è giusto anche con dei piccoli gesti, pensare a chi sta attraversando momenti difficili” ha commentato l’ autore.

Dall’1 dicembre “Il mio amico Alfred” potrà essere acquistato ed ordinato in tutte le librerie italiane oltre che su Amazon alla pagina http://amzn.to/2gaD5jv.

 

###

 

 

Alfred e Simon Sword a sostegno delle popolazioni terremotate

Roma, 24 ottobre 2016 – L’autore di libri per bambini Simon Sword, segue da tempo le tristi vicende che hanno coinvolto le popolazioni del centro Italia, colpite dal terremotolo scorso Agosto. Per questo oltre a donazioni di carattere personale ha deciso di devolvere per i prossimi 5 mesi i proventi del suo libro “Il mio amico Alfred” alla Pro Loco di San Pellegrino di Norcia,

“Avevo da pochi giorni terminato l’editing del mio primo libro, quando accendendo la TV ho assistito a questa indescrivibile tragedia. “Il mio amico Alfred” è nato con lo scopo di sensibilizzare i miei lettori al delicato tema della disabilità infantile, ma in quel preciso istante sentivo che dovevo far qualcosa di concreto, volevo dare a tutti i costi il mio contributo. In quei giorni mi contatta attraverso la mia pagina Facebook Claudio Zagaglia, il quale mi illustra la situazione del suo paese d’origine che ha subìto danni ingenti a causa del terremoto, San Pellegrino, una piccola frazione di Norcia. Dopo alcuni scambi di e-mail e dopo aver visionato alcune foto, ho deciso di mobilitarmi cercando di coinvolgere quante più persone possibili, nei confronti di questa nobile causa”.

Da qui la decisione di devolvere i proventi del libro, cercando di coinvolgere anche altri autori di libri per bambini e per ragazzi, senza ottenere però risposte positive.

“La cosa assurda in questa vicenda è che coloro i quali hanno accolto positivamente il mio appello, sono autori e scrittori auto-pubblicati che non hanno alcuna casa editrice alle loro spalle.”

“Il mio amico Alfred” uscito da pochi giorni in formato digitale solo su Amazon.it sta riscuotendo un grande successo e stabilmente occupa le prime posizioni della classifica dei libri più venduti per bambini e per ragazzi. Nel mese di novembre uscirà finalmente anche l’edizione cartacea del volume e le prime 100 copie per volere dello stesso autore, verranno donate ai bambini di San Pellegrino, Norcia, Amatrice e Accumoli a carattere simbolico.

“Spero che leggendo il mio libro questi bambini, molti dei quali hanno subìto un vero e proprio trauma, possano non pensare a quanto accaduto e sognare insieme ad Alfred, anche solo per un’ora!”

 

###

 

 

 

È uscito in esclusiva su Amazon.it “Il mio amico Alfred”, il libro che racconta la disabilità ai bambini

Roma, 11 ottobre 2016 – È uscito in esclusiva su Amazon.it il libro “Il mio amico Alfred” (link: https://www.amazon.it/mio-amico-Alfred-Simon-Sword-ebook/dp/B01LYPYJSN/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1475535134&sr=8-1&keywords=il+mio+amico+alfred), un libro molto amato e molto sostenuto sui social dai genitori, che ne hanno incentivato e sostenuto sin dagli albori la nascita, perché strumento ideale per parlare ai propri bambini, attraverso la storia e le illustrazioni, del delicato tema della disabilità.

Simon Sword, l’autore, con questo libro ha voluto portare all’attenzione di tutti, grandi e piccini, il tema della disabilità infantile in maniera del tutto nuova.

Alfred è un orsetto affetto da disabilità, ma ciò non gli impedisce di svolgere una vita del tutto normale, nonostante le difficoltà. La sua forza, la sua determinazione e la sua tenacia, faranno di lui un vero piccolo eroe.

Pubblicizzato unicamente sui canali social dell’autore Simon Sword, nel giro di poche settimane “Il mio amico Alfred” ha riscosso un grande successo tra gli utenti dovuto al passaparola.

“Non ho mai preso in considerazione l’idea di proporre il libro a una casa editrice, per il semplice fatto che ho deciso da tempo, di devolvere il totale dei proventi in beneficenza e avrei avuto difficoltà nel trovare una casa editrice pronta a fare lo stesso” spiega Simon Sword, l’autore trentasettenne del libro, il cui vero nome è Simone Spada.

Simon Sword per le illustrazioni del libro ha chiamato il bravissimo Elio Finocchiaro con il quale collabora ormai da qualche tempo e con cui sta attualmente lavorando ad altri volumi, che vedranno la luce nel 2017.

Per poter raggiungere anche tutti i bambini che per ovvie ragioni non hanno la possibilità di leggere, l’autore ha da poco pubblicato anche una versione audio del libro, letta dalla bravissima Lara Mengozzi che è possibile scaricare al link https://play.google.com/store/music/album/Lara_Mengozzi_Il_mio_amico_Alfred?id=Beg47xquzdii62ibtu7w665dhga&hl=it

La versione cartacea de “Il mio amico Alfred” verrà pubblicata e distribuita entro la fine del mese di ottobre e nelle prossime settimane il libro verrà tradotto nelle principali lingue straniere, in modo da poter essere distribuito e replicare il successo anche all’estero.

 

###

 

Contatti stampa:

info.simonsword@gmail.com

 

Il mio amico Alfred
Exit mobile version