Vacanze: nasce Best-Umbrellas.it, il motore di ricerca delle spiagge e lidi balneari

Milano, 27 giugno 2018 – Estate, tempo di vacanze, e insieme alle vacanze i classici amletici dubbi: “Quale spiaggia scegliere? E soprattutto, quale lido prenotare?”.

È per aiutare a rispondere a queste domande nel miglior modo possibile che nasce Best-Umbrellas.it, il primo motore di ricerca specializzato sulle migliori spiagge e sui migliori stabilimenti balneari in Italia e all’estero.

Un portale gratuito di ricerca e prenotazioni che permette a milioni di turisti di cercare e prenotare la struttura più idonea e che meglio soddisfa le proprie esigenze, con pochi e semplici click.

Allo stesso tempo il servizio permette al gestore di riscuotere il relativo incasso in maniera semplice e automatica.

Come funziona

Ogni stabilimento iscritto al portale ha a disposizione una pagina/vetrina pubblicitaria on-line gratuita ed in esclusiva, in cui sarà possibile descrivere brevemente la propria struttura, inserire belle immagini per illustrare meglio gli spazi e gli ambienti e attirare sempre più clienti e turisti locali, italiani e stranieri.

I turisti invece dall’altro lato dopo aver scelto il proprio stabilimento ideale con pochi e semplici click, possono effettuare la prenotazione e il pagamento direttamente tramite il sito. Il gestore riceve una notifica in automatico per la prenotazione e potrà scegliere se confermare o meno e il turista riceve in automatico la conferma della sua caparra.

Perche conviene

Questi i punti forti di Best-Umbrellas.it:

– Opportunità di raggiungere sempre nuovi clienti in tutto il mondo, anche nei mesi di bassa stagione.
– Pagamento anticipato rispetto all’erogazione del servizio.
– Nessun rischio a monte: il rapporto economico tra i gestori e Best Umbrellas si crea solo per le prenotazioni/transazioni che avvengono tramite il portale, che non entra nel merito della gestione quotidiana degli stabilimenti con i propri normali clienti.
– Nessun vincolo a priori: il gestore può cancellarsi quando vuole e scegliere liberamente sia il numero che la posizione degli ombrelloni da inserire e rendere disponibili sul portale.
– In ogni momento il gestore è libero di accrescere o diminuire il numero degli ombrelloni disponibili o dei servizi offerti, anche in base all’affluenza del giorno.
– Verde libero / Rosso occupato. Chiaro, semplice e veloce.
– Riduce la dipendenza dalle condizioni Meteo: così come su Booking, il cliente ha la cancellazione gratuita entro le 24h dalla prenotazione, quindi il cliente ha già pagato prima ancora di arrivare in spiaggia.
– Incrementa la visibilità sul web: potrai inserire le tue pagine social e il tuo sito web per aumentare la notorietà della tua pagina aziendale.
– Servizio di supporto e consulenza gratuito per accrescere il business del tuo stabilimento: per qualsiasi necessità di natura “marketing-strategico-commerciale”, il gestore sa di poter sempre
contare su un team molto rapido, efficace e competente, per rendere la propria pagina ancor più bella, comoda e accattivante, per attirare quindi sempre più clienti anche nei mesi di bassa stagione.
– In pratica, Best Umbrellas aiuta e favorisce tutti quei gestori che hanno poco tempo a disposizione durante la giornata, oppure sono poco pratici di tecnologia e che allo stesso tempo vorrebbero rimanere sempre aggiornati ed al passo con i tempi, soprattutto quando si tratta delle ultime novità del settore.

Per i gestori di un lido Best-Umbrellas.it sembra insomma la soluzione ideale per promuoversi ed aumentare i ricavi.

Soprattutto perché la qualità dei servizi offerti, unita alle bellezze naturalistiche della propria regione possono rilanciare e valorizzare il proprio territorio, creando ottime opportunità di business e di crescita, a vantaggio di tutti.

“Noi siamo convinti di questo e perciò abbiamo creato uno strumento in continua evoluzione molto utile, comodo e pratico soprattutto sia per i gestori che per i vacanzieri, aiutando gli imprenditori turistici a valorizzare la loro struttura ed i servizi offerti al pubblico” spiegano i creatori del nuovo servizio.

“E facilitando la ricerca della struttura ideale da parte degli utenti, accresciamo infatti le opportunità di business per ogni gestore” concludono i creatori del portale.

Per maggiori informazioni sul progetto e/o sui partner già coinvolti è possibile scrivere alla mail marketing@best-umbrellas.it oppure visitare il sito internet www.best-umbrellas.it.

 

 

 

 

 

Export Digitale: nuove strategie per l’internazionalizzazione delle PMI grazie a Weevo e BPER Banca

Milano, 8 marzo 2018 – Le PMI oggi, grazie al marketing digitale, hanno nuovi strumenti e strategie a cui attingere per l’internazionalizzazione e la conquista dei mercati esteri. Con questo fine la Weevo, agenzia di comunicazione che dal 2012 unisce il web marketing all’internazionalizzazione, è stata scelta da BPER Estero, la sezione dedicata ai percorsi di internazionalizzazione di BPER: Banca, per una collaborazione nel quadro delle attività a favore delle aziende del territorio impegnate a sviluppare opportunità di business su nuovi mercati.

L’iniziativa prevede, oltre al pacchetto di servizi dedicati alle PMI, una serie di eventi co-organizzati, di stampo educational, che mireranno a illustrare le caratteristiche dell’Export Digitale (http://exportdigitale.weevo.it) con l’ausilio dei numerosi casi di studio di Weevo.

L’attività di sostegno alle imprese che avviano progetti di internazionalizzazione, da parte di BPER: Banca (www.bper.it), è in costante sviluppo e miglioramento nell’intento di fornire alle aziende locali una prospettiva sempre aggiornata e all’avanguardia rispetto a questi temi.

Consapevoli della velocità con la quale le economie dei Paesi sono sottoposte al cambiamento non ci si può esimere dal monitorare il trend legato all’utilizzo dei mezzi di comunicazione digitali e al tipo di messaggio che su di essi viene veicolato. Un binomio che, se sfruttato adeguatamente, è in grado di fare la differenza nelle iniziative di approccio, sviluppo e presidio degli scenari di mercato internazionali per le PMI.

La partnership prende il via proprio da questa esigenza, unendo l’offerta di consulenza specializzata di BPER Estero al know how verticale di Weevo, maturato in oltre cinque anni di esperienza nell’elaborazione di strategie e metodi a supporto delle imprese.

Per maggiori informazioni sui servizi di internazionalizzazione  delle imprese consigliamo l’indirizzo internet http://exportdigitale.weevo.it mentre per saperne di più su BPER: Banca l’indirizzo internet è www.bper.it.

 

Riguardo BPER: Banca

BPER: Banca è una grande banca nazionale, profondamente radicata in tutti i territori in cui opera.

Cresciuta in modo organico e misurato, senza bruciare i tempi e senza perseguire mai una crescita fine a se stessa, ogni filiale  mantiene e alimenta nel tempo il rapporto quotidiano con i suoi clienti, che conosce da vicino. Comprendendo e condividendo i valori delle comunità, la banca presta sempre una sincera attenzione alle esigenze delle persone per rispondere fino in fondo alle loro aspettative e per superarle, ogni volta possibile.

Riguardo Weevo

Weevo è un’agenzia di web marketing, fondata da David Rimini, Gabriele Carboni e Giovanni Colasante con sede a Pesaro, Vignola (MO) e Castiglione delle Stiviere (MN), specializzata nell’uso degli strumenti digitali a supporto dei processi di internazionalizzazione delle imprese.

 

###

 

Per informazioni

Weevo srl

http://exportdigitale.weevo.it

Gabriele Carboni (+39) 059 762953 – gabriele@weevo.it

David Rimini (+39) 0376 673710 – david@weevo.it

 

Nasce ADS.Trend la nuova rubrica sul Marketing di Ads Network

Il web magazine dell’agenzia si arricchisce di una nuova sezione dedicata interamente al marketing…

Milano, 5 marzo 2018 – Green marketing, guerrilla marketing, viral marketing, buzz marketing e tanto altro. Internet ha reso il marketing una materia ancora più complessa rispetto al passato, e l’obiettivo della nuova rubrica “ADS.Trend” è quello di analizzare ogni diversa strategia e la sua applicazione.

Gli strumenti a disposizione delle strategie di vendita sono diventati molteplici, quasi infiniti. Il continuo mutamento delle modalità di interazione fra le persone, la nascita di nuovi supporti tecnologici e di nuove piattaforme web hanno fatto sì che il marketing assumesse innumerevoli forme.

Ecco perché nasce “ADS.Trend” la sezione di “ADS.Mag”, per studiare i diversi tipi di marketing e per creare un vero e proprio glossario, illustrando delle case history e spiegando come e quando utilizzare queste strategie.

Si tratta di una rubrica mai realizzata prima per il web, in costante aggiornamento e mutamento che si propone di affrontare e descrivere almeno cinquanta tra le strategie di vendita più utilizzate.

Ogni articolo racconta la storia di quella determinata tecnica, ne da una definizione, ne elenca i principi cardine e prova a spiegare come implementarla fornendo esempi pratici e noti. L’uso dei video risulta lo strumento più immediato e chiaro per mostrare il funzionamento delle diverse strategie di marketing.

Ciò che emerge già dai primi post della rubrica è l’importanza della pianificazione: la necessità di uno studio attento del prodotto, del target e della concorrenza che è la condizione necessaria per poter implementare una strategia di vendita di successo.

La consulenza per attività di marketing strategico è da sempre tra i servizi di punta dell’agenzia Ads Network che con questa guida vuole condividere il proprio know how con i suoi utenti, contribuendo a creare una cultura del marketing che lasci poco spazio all’improvvisazione.

“Se ci chiedessero come vendere un prodotto o servizio senza avere una strategia di marketing, risponderemo che è impossibile, ma se la domanda fosse: Quale tipologia di marketing devo utilizzare per avere successo? Le risposte che potremmo fornire sarebbero tantissime” ha affermato il CEO e Founder di ADS NETWORK Adriano di Stasi.

“La necessità di una guida nel campo del marketing nasce dall’osservazione che moltissime aziende grandi e piccole non utilizzano tutti gli strumenti che questa materia offre, dunque, noi vogliamo dare degli spunti efficaci ed esempi pratici di utilizzo per incentivarne l’uso”  conclude Di Stasi.

 

 

 

###

 

Contatti stampa:

Ads Network di Adriano Di Stasi

Email: info@adsnetwork.it

YouTube, novità in arrivo per il 2018

Milano, 1 dicembre 2017 – Quante volte ci è capitato di andare su YouTube e prima di guardare un video ecco apparire un buon mezzo minuto di pubblicità senza possibilità di saltarla?

Finalmente nel 2018 sta per arrivare una interessante novità per tutti gli amanti dei video.

Per il suo sterminato popolo la piattaforma sociale di videosharing farà infatti un passo indietro sul formato video-pubblicitario.

Pubblicità di YouTube: cosa accadrà

YouTube non eliminerà in totalità la presenza dei contenuti pubblicitari, ma ne ridurrà il tempo da 30 secondi, sfruttando maggiormente i brevissimi video pubblicità di 6 secondi, magari introducendone altri di breve durata durante la riproduzione del filmato, anche se quest’ultima, rimane una notizia non ancora certa.

Certo è che l’utente, non dovrà più aspettare quei noiosi 30 secondi di visualizzazione di pubblicità prima di poter vedere il video su YouTube.

L’esperienza degli utenti sarà alla lunga migliore favorendo un crescendo di visualizzazioni YouTube dei contenuti.

Per adesso l’unico metodo per non visualizzare le pubblicità di 30 secondi di YouTube è quello di iscriversi a “YouTube Red” con un costo mensile di 9,99 dollari e comunque non disponibile nel nostro paese.

Un portavoce dell’azienda dichiara che rimarranno attive le pubblicità da 20 e da 15 secondi, anch’esse non skippabili, mentre saranno maggiormente utilizzate le micro-pubblicità “bumper ads” da 6 secondi l’una, introdotte solo lo scorso aprile.

I “bumper ads” furono inseriti da Google sulla piattaforma YouTube per rivolgersi a quel target di utenti “mobili” che preferiscono utilizzare smartphone e tablet per la riproduzione video, che ormai superano il 50% delle visualizzazioni YouTube con un target di persone che va dai 18 ai 49 anni.

Una strategia pubblicitaria per adattarsi alle modalità con la quale gli utenti guardano i video, che anche oggi devono evolversi con le necessità dei visitatori di YouTube e rispondere agli interessi degli inserzionisti.

Una scelta dettata, oggi, dalla necessità di garantire una bella esperienza sia per gli utenti, che non verranno distratti dalla pubblicità, ma anzi saranno attirati dalla una pubblicità mirata e breve, sia una valida forma di guadagno per l’inserzionista.

“Anche se questa novità forse non piacerà tanto agli inserzionisti rimane un passo necessario per migliorare l’esperienza di pubblicità online per gli utenti, annunciato con preavviso sufficiente, permettendo anche alle agenzie di avere il tempo necessario per adeguare i propri piani.

Questa mossa, oltre che rendere l’esperienza migliore agli utenti, potrebbe essere stata pensata per attirare a sé i visitatori di Facebook, una tra le piattaforme social concorrenti più agguerrite, che in questo momento sta puntando sempre più sui video brevi per monetizzare la propria attività.

YouTube, sempre attento alle necessità dell’utente mira così a rendere meno “snervante” la fruizione gratuita del video senza rinunciare alla parte della revenue pubblicitaria.

Una lotta a colpi di strategie tra le due piattaforme social, per garantirsi la supremazia nel campo dei video-ad, è ufficialmente cominciata.

Arte, nasce il network di Pitturiamo

Roma, 20 settembre 2017 – PitturiAmo il portale dedicato all’autopromozione degli artisti si è trasformato in un vero e proprio network di siti internet collegati.

Alla galleria virtuale che ospita ormai quasi 11.000 artisti e quasi 100.000 quadri si è affiancato un Magazine, dedicato all’artista, e un e-commerce, per la vendita di servizi finalizzati alla promozione dell’artista.

Una trasformazione avvenuta mantenendo fede alla propria vocazione iniziale, ovvero quella di invitare l’artista ad autopromuoversi.

Due i nuovi portali che spingono proprio in questa direzione:

  • www.pitturiamo.eu – Il Magazine per conoscere e farsi conoscere: una rivista d’arte con articoli culturali, eventi d’arte e utili suggerimenti per vendere quadri online;
  • www.pitturiamo.shop – L’E-commerce per promuovere l’arte e gli artisti: il primo negozio online dedicato completamente alla promozione dell’artista. In vendita si possono trovare servizi e strumenti per promuoversi su PitturiAmo.com, su internet o dal vivo in mostre, fiere ed eventi.

“Noi siamo convinti che gli artisti, oggi, abbiano molte più possibilità, rispetto al passato, di farsi notare, crescere e arrivare a traguardi anche importanti” – sostiene Nino Argentati, ideatore e creatore di PitturiAmo con un’esperienza ultraventennale in Web Marketing –  “a patto però che siano essi stessi i primi a credere nella propria arte e nel proprio talento e a darsi direttamente da fare per farsi notare da critici, galleristi, curatori, collezionisti e appassionati di arte in genere”.

Nino Argentati, ha ideato e realizzato PitturiAmo – il network dei pittori contemporanei

PitturiAmo.Com, il sito madre del Network, offre una importante vetrina online gratuita. Lavoriamo quotidianamente per migliorare la visibilità del nostro portale, sia su tutti i motori di ricerca, in primis Google, ovviamente, sia sui social network, come Facebook, oltre che con altri mezzi quali ad esempio le mail.”

“Questo porta PitturiAmo.com ad avere un’ottima visibilità e molto traffico, da parte di semplici amanti dell’arte ma anche da critici, curatori, galleristi e collezionisti.”

“Ogni giorno registriamo infatti migliaia di accessi e decine di migliaia di visualizzazione di quadri.”

“Questi dati fanno di PitturiAmo.com il più grande ed importante sito online in Italia dedicato ai pittori contemporanei.”

“È possibile utilizzare PitturiAmo in molti modi. Può essere una vetrina online molto utile per presentare tutta la propria produzione artistica, giacché è possibile caricare tutti i quadri senza alcuna limitazione. Alcuni artisti hanno inserito oltre 500 quadri.”

“Monitorando l’andamento delle visualizzazioni e dei “mi piace” é possibile ad esempio verificare quale, dei propri quadri, è più gradito al pubblico o se un particolare tema relativo alla propria produzione può risultare più interessante di un altro.”

“Poiché siamo convinti che un’opera d’arte si apprezzi anche e soprattutto dal vero, spingiamo gli utenti a contattare gli artisti per incontrarli nel loro atelier. Abbiamo quindi predisposto una serie di servizi di ricerca finalizzati a facilitare i contatti con gli artisti della propria provincia o regione di residenza. In questo modo facilitiamo i contatti diretti con l’utenza, della stessa area di residenza dell’artista, interessata all’arte.”

“Collaborano, con la nostra redazione, tre critici d’arte che hanno il compito di analizzare l’operato degli artisti e individuare i più talentuosi per inserirli nella selezione  dei ” Maestri di PitturiAmo”, ovvero artisti di caratura internazionale, nazionale, affermati o emergenti che hanno così la possibilità di ottenere ulteriore visibilità.”

Tutti i servizi descritti sono gratuiti e facilmente gestibili dallo stesso artista.

Chi volesse ottenere maggiore visibilità sul portale ha poi la possibilità di acquistare alcuni servizi finalizzati ad aumentare le visualizzazioni dei quadri o del proprio profilo. La scelta, se acquistare o meno i servizi, è del tutto libera e non influisce sulla presenza gratuita nel portale.

“Come detto inizialmente” – continua Argentati – “noi pensiamo che debbano essere gli stessi artisti a credere per primi nelle proprie capacità e ad investire per la crescita professionale.”

“La registrazione su PitturiAmo comporta anche tanti altri vantaggi. Aiutiamo infatti tutti gli iscritti a capire un poco meglio le dinamiche della rete, ad orientarsi nelle varie scelte promozionali su Facebook, Google o altri mezzi di diffusione e forniamo costantemente consigli su come operare al meglio online ed offline, nel mondo reale.”

Su PitturiAmo trovano spazio anche critici, curatori, galleristi, collezionisti che possono  registrarsi in qualità di Tutor e pubblicare sempre gratuitamente i loro eventi d’arte, commentare le opere esposte ‘In Evidenza’ e contattare gli artisti registrati.

CETA, il Consorzio Euromed al seminario della EDC Canada

Roma, 4 settembre 2017 – Si è tenuto lo scorso 30 Agosto, alle 13.00 ora locale, il webinar dal titolo “CETA: Sbloccare il potenziale” organizzato da Export Development Canada (EDC) l’Agenzia governativa del Canada che fornisce agli esportatori canadesi finanziamenti commerciali, assicurazioni sul credito all’esportazione e servizi di bonding, nonché esperienze sul mercato estero.

Al webinar ha partecipato Sergio Passariello, Presidente del Consorzio Euromed International Trade, il consorzio italo-maltese d’internazionalizzazione che sta seguendo con grande attenzione l’evolversi delle attività di accompagnamento al CETA, messe in campo dal governo canadese e dai governi Europei.

L’evento formativo ha riunito un gruppo dinamico di esperti commerciali e leader aziendali per spiegare le potenzialità dell’accordo e fornire risposte su ciò che le imprese, in particolari canadesi, possano fare per prepararsi.

Come tutti sanno, l’accordo globale economico e commerciale (CETA), che entrerà in vigore provvisoriamente nel settembre 2017, eliminerà il 98 per cento dei dazi tra il Canada e l’Unione europea.

Questa previsione aprirà le porte a tante opportunità per le aziende canadesi ed europee, in tutti i settori e, per la prima volta, includerà anche le aziende che forniscono servizi.

Il programa del webinar ha riguardato i seguenti argomenti:

  • Cosa significa CETA per le aziende di beni e servizi in Canada
  • Le maggiori opportunità di crescita del mercato e dell’industria
  • Regole e regolamenti sul CETA
  • Programmi e risorse del governo disponibili attraverso il servizio del commissario commerciale (TCS)
  • Suggerimenti per aiutarti a prepararsi e ad avere successo.

Durante il webinar, numerosi gli interventi di varie aziende che hanno esposto la loro visione ed i loro progetti futuri in ambito CETA.

È stata un’esperienza preziosa quella di poter partecipare a questo Webinar, in quanto ho potuto verificare direttamente e senza filtri come il Canada crede in quest’accordo e come il Governo Canadese sostenga il sistema imprenditoriale e commerciale” ha dichiarato Sergio Passariello, Presidente di Euromed.

Nell’ambito delle attività d’internazionalizzazione auspico iniziative per migliorare le partnership tra azienda canadesi ed Europee ed in particolare con quelle Italiane, proponendo la partecipazione al nascente Ceta Business Forum, iniziativa che come Euromed stiamo portando all’attenzione delle Istituzioni e del mondo imprenditoriale” conclude Passariello.

 

CETA: Unlocking the Potential

Dati e Web Analytics sempre più essenziali per il business

Milano, 31 agosto 2017 – Raccolta dati e web analytics sono sempre più essenziali per i business dell’era digitale. Ma di cosa si tratta esattamente? La Web Analytics consiste nell’analizzare il comportamento degli utenti e potenziali clienti sul web in base ai dati raccolti.

In base ai dati raccolti è possibile capire come questi abbiano raggiunto un determinato sito internet, quali siano le campagne a cui hanno risposto con più entusiasmo, cosa genera più traffico, quale sia il contenuto più interessante, da quale località provengono, gli aspetti demografici, ma non solo.

La Web Analytics è inoltre un ottimo strumento per comprendere le criticità di un sito internet e per rilevare eventuali “disturbi” nella user experience (UX) e nella navigabilità e usabilità.

L’obiettivo dell’analisi è quindi quello di migliorare il sito web delle aziende tramite lo studio dei dati rilevati direttamente dagli utenti ed ottenere più risultati.

In questo modo si potranno determinare le strategie opportune per aumentare il numero di visitatori, generare un maggior numero di “lead” e migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente.

“Per il futuro i dati saranno una fonte preziosa per le ricerche di mercato sempre più influenti per lo sviluppo di nuove tendenze, nuovi business e nuove tecnologie” afferma Adriano Di Stasi, CEO della Ads Network (www.adsnetwork.it) che sta investendo molto proprio nell’analisi dei dati attivando nella sua agenzia un nuovo servizio di consulenza sulla Web Analytics.

Risultati soddisfacenti per le aziende in termini di conversioni li stiamo ottenendo anche grazie al Project Management ed all’integrazione di tutti gli strumenti che il web offre per migliorare la presenza on line, supportando e supervisionando ogni aspetto del progetto web. Grazie a queste innovazioni abbiamo scoperto che creando gruppi di lavoro e delegando le attività di project management gli obiettivi per le aziende vengono realizzati in maniera più efficace” spiega Di Stasi.

Un attento studio e gruppi di lavoro ben organizzati assicurano al cliente infatti il raggiungimento del target desiderato: “Il marketing strategico sarà fulcro centrale di queste operazioni perché se ben studiato e analizzato nei minimi dettagli si potrà raggiungere il pubblico interessato in pochissimo tempo e con meno investimenti, ovvero l’obiettivo principale di moltissime piccole e grandi aziende” conclude Di Stasi.

Insomma oltre all’ideazione e realizzazione del logo, al suo sviluppo e alla promozione in rete attraverso il content marketing e la progettazione di applicazioni “su misura” la Web Analytics unita al Project Management sono in grado di migliorare le performance aziendali in maniera significativa, sia online che offline.

Per approfondimenti sulla Web Analytics ed il Project Management, una consulenza specifica o una semplice lettura dei dati basta inviare una mail a info@adsnetwork.it.

 

 

Ritorna il Web Marketing Festival, l’evento digital dell’anno

Rimini, 17 maggio 2017 – Il 23 e 24 giugno torna il Web Marketing Festival, il più importante appuntamento italiano dedicato al Digitale con l’edizione 2017.

Più di 20 le sale tematiche che spazieranno dal Social Media Marketing alla Web Analytics, dal Content Marketing alla SEO, fino all’Ecommerce e al Non Profit.

Il Web Marketing Festival è arrivato oggi alla 5° edizione, e possiamo a tutti gli effetti considerarlo l’evento formativo italiano più importante del settore in tema di digitale, con un’obiettivo ben chiaro: rendere i partecipanti i protagonisti di un futuro all’insegna dell’innovazione Made in Italy.

Come ogni anno, coinvolgerà i principali esperti del digitale, italiani e internazionali, che si susseguiranno in interventi adatti a più target, base e avanzati.

Un’iniziativa che l’anno scorso ha catalizzato ben 4 mila partecipanti e che vede quest’anno tra i media partner anche l’agenzia Digitalsfera

La nostra agenzia ha già partecipato alle 2 edizioni precedenti, e anche quest’anno vi prenderemo parte, questa volta nelle vesti di Media Partner” dice Delia Caraci, proprietaria dell’agenzia di comunicazione Digitalsfera.

Ma da cosa dipende il successo di questo straordinario evento?

“Trovo che il Web Marketing Festival sia un evento unico nel suo genere, perchè è formativo a 360°. Mi piace perchè offre ad ogni partecipante la possibilità di scegliere tra argomenti su aree tematiche anche molto diverse, quindi è completo e trasversale. È questa secondo me la chiave del suo successo” continua Delia Caraci.

“Anche il clima informale e coinvolgente che accompagna tutta la manifestazione lo rende un evento unico nel suo genere.”

Il Web Marketing Festival ha la capacità di unire mondi differenti insomma, e nel contempo, tutti connessi al digitale.

Maggiori informazioni sull’evento sono reperibili alla pagina “Web Marketing Festival 2017: appuntamento il 23 e 24 giugno a Rimini”.

 

###

 

Contatti stampa:

Delia Caraci
Mail: delia.caraci@digitalsfera.it
Digitalsfera.it

Webmarketing: tutte le novità su come fare marketing con internet nel 2017

Milano, 25 gennaio 2017 – L’inizio del 2017 è un’ottima occasione per analizzare la propria strategia di web marketing, andando ad esaminare le tendenze per i prossimi 12 mesi, in modo da restare al passo con i tempi ed  aumentare la propria presenza sul web.

Sicuramente nel 2017 i contenuti di qualità, originali e con lo scopo di aiutare gli utenti la faranno da padrone. Inoltre assisteremo alla crescita dei video, dei big data, della pubblicità sui social network.

Vediamo allora nel dettaglio quali sono gli elementi che non devono assolutamente mancare in una campagna di marketing con internet nel 2017, per promuovere al meglio il proprio business.

1 – LA SUPREMAZIA DEI VIDEO PUBBLICITARI

I video con annunci pubblicitari sono ormai da tempo  presenti su  Youtube e Facebook. Ma la vera novità che rivoluzionerà il mondo della pubblicità online, è il loro inserimento nella SERP ( le pagine dei risultati dei motori di ricerca) di Google.  Questo fa prevedere una presenza maggiore sul web, grazie anche al fatto che gli utenti stanno iniziando a cambiare il loro atteggiamento nei loro confronti, essendo più disponibili a guardarli.  Anche Instagram si sta attrezzando per inserire nelle Instagram story annunci pubblicitari, quindi si tratta di una tendenza sicuramente in evoluzione, che chiunque voglia promuoversi sul web deve cercare di sfruttare il più possibile. Per sapere come creare Instagram story consigliamo l’articolo: Storie Instagram 24 h tutti i suggerimenti per crearle al meglio.

2 – I VIDEO IN DIRETTA

La presa di piede sempre maggiore dei video pubblicitari  andrà a collegarsi ed alimentare anche un’altra nuova tendenza: quella dei  video in diretta. Questa nuova modalità non potrà che crescere nei prossimi mesi, vista che è stata introdotta, sulla scia di Snapchat, anche da Facebook, Instagram, Twitter e  Periscope.

Il 2017 sarà l’anno in cui i video saranno in pole position dal punto di vista dei contenuti. È facile ipotizzare che saranno utilizzati andando ad inserire gli influencer, dei veri e propri testimonial di prodotto che influenzeranno le masse.

Per avere tutte le istruzioni su come fare le dirette Live su Facebook puoi leggere il seguente articolo: Facebook Live: come andare in onda

3 – L’OTTIMIZZAZIONE MOBILE VINCE SU QUELLA  DESKTOP

Google negli ultimi anni ha progressivamente premiato i siti ottimizzati per la ricerca da smartphone. Questa tendenza continuerà anche per il 2017. Per questo motivo l’ottimizzazione mobile deve essere una priorità per tutti coloro che intendono operare sul web.

4 – LE APP CONTINUERANNO A CRESCERE

 Se si crea un’app, tutto ciò che già esiste a livello di ottimizzazione su smartphone diventa più userfriendly. I tempi non sono ancora maturi affinchè le app prendino il sopravvento sui siti web, ma sono già in molti a pensare che accadrà sicuramente in futuro.  Le imprese dovrebbero però almeno iniziare a pensarci.

5 – LA SOCIAL CONVERSION

L’importanza dei social network, per il successo delle campagne di web marketing, è ormai una priorità indiscussa degli ultimi anni. E’ lo sarà ancora di più nel 2017. Per avere informazioni su come potenziare le pagine Facebook si rimanda all’articolo: Fanpage, come acquistare like Facebook per promuoverla.

6 – LE MODIFICHE CONTINUE DELL’ALGORITMO

Gli algoritmi su cui si basa la ricerca di Google variano continuamente in base alle nuove informazioni che vengono pubblicate  sul web. È sempre molto complicato essere sempre aggiornati e sapere quali contenuti avranno la priorità sugli altri. In questo caso il consiglio da seguire è quello di fornire contenuti originali e a scopo informativo, l’obiettivo deve essere quello di fornire aiuto ai lettori on line:

7 – AUMENTO DEI COSTI DELLA PUBBLICITÀ ONLINE

Visto che sempre più aziende  usufruiscono di servizi di web marketing, la competizione per avere il proprio spazio sul web si fa sempre più agguerrita. La principale conseguenza è un aumento dei costi della pubblicità online in quanto in particolare Google basa i suoi prezzi sulla quantità di ricerche per una specifica parola chiave. È una conseguenza inevitabile che avrà sempre più peso nei prossimi anni. Sono nate dal 2012 soprattutto all’estero ma anche in italia piattaforme complete dove è possibile acquistare con pochi click diverse campagne promozionali. Ne sono un esempio il sito Magicviral.com, Marketing-seo.it od altri siti similari.

8 – CONTENUTI UNICI E CON ALTO LIVELLO DI QUALITÀ

Il contenuto di qualità, a differenza degli altri fattori che abbiamo visto sopra, che possono anche variare, sarà sempre una costante per gli anni futuri. Questo perchè l’unico modo per fare la differenza e quindi poter essere concorrenziali.

Gli scrittori professionisti, saranno  sempre  più affiancati da produttori di video, e ci sarà un’alta richiesta di content writer con conoscenze in delle tematiche molto specifiche.

Un altro tipo di contenuti per cui ci si attende una crescita nel 2017 è relativo sempre all’aspetto visuale dei video, ma reso ancora più reale dalle innovazioni tecnologiche (vedi l’esempio di Pokemon Go).

Sicuramente molti si butteranno in nuove sperimentazioni, approfittando anche della tecnologia della realtà aumentata.  I brand con budget a disposizione, ad esempio, potranno utilizzare le riprese video a 360° che trasformano la visione in una vera e propria esperienza.

9 – L’IMPORTANZA DELL’ANALISI DEL CRO

Ritagliare una parte di budget all’analisi del CRO nel 2017 potrebbe essere quasi più importante che investire nella pubblicità online, per garantire la conversione del traffico in vendita.

Che cosa si intende per analisi del CRO?

 CRO sta per Conversion Rate Optimization  e dovrà essere inclusa in tutti i siti web e nelle landing page.  Servirà a tenere traccia dei comportamenti degli utenti sul sito e individuare gli elementi che producono maggiore conversione del traffico in vendita.

10 – BIG DATA E L’AUTOMAZIONE

I Big data sono in continua crescita, si prevede  che il loro valore passerà dai 2 miliardi di dollari di oggi, a 9 miliardi per il 2020. Ma a cosa servono i Big Data? Uno degli utilizzi più frequenti è quello di personalizzare l’esperienza dell’utente.

###

Come fare marketing con internet nel 2017
Come fare marketing con internet nel 2017

Comprare Like su Facebook è davvero possibile? E quali i servizi migliori?

Roma, 14 novembre 2016 – Nell’America di Trump, balzato alla presidenza degli Stati Uniti grazie ad una precisa strategia di pubbliche relazioni impostata sulla polemica e sui social, bastano solo pochi dollari per ampliare la propria rete di amicizie “social”, in particolare su Facebook, per cercare di diventare famosi.

Il mercato legato alla compravendita di like ed amicizie, commenti e voti su concorsi è stato svelato oltreoceano da un inchiesta del New York Times ed in Italia sembra che non siamo da meno.

Per alcuni è semplicemente un vezzo, per altri un’ossessione, per altri ancora è diventata una vera necessità perché gli amici, i follower e tutte le varie connessioni che ci rendono più o meno popolari sul web sono ormai qualcosa di più di una semplice rete di relazioni digitali.

Si potrebbe persino dire che in certe situazioni avere dalla propria parte una nutrita schiera di amici sia più importante nel mondo virtuale che in quello reale. Del resto dalla popolarità online a quella nel mondo offline – ormai lo abbiamo capito – il passo è breve, con benefici economici che spesso lievitano di svariati zeri se si sa come usare questa popolarità.

Come far diventare un profilo od una pagina Facebook seguita e popolare ce lo racconta il dottore in Scienze della Comunicazione Tommaso Del Sarto, responsabile commerciale di diversi servizi web più o meno famosi, sia in Italia che all’estero, che si occupano appunto della compravendita dei fans e like per Facebook.

“In America – ci racconta Del Sarto – al costo di un caffè, ci si porta a casa un gruzzolo di circa 4.000 di follower su Twitter, realtà svelata dallo stesso Ny Times in Italia l’algoritmo di Facebook è diverso e non si riesce a farlo”.

“Negli Usa sempre con più o meno la stessa cifra (5 dollari) è possibile acquistare altri 1.000 amici su Facebook e con un sovrapprezzo di 40 dollari ecco comparire magicamente 5.000 Like su una qualsiasi foto pubblicata”.

Ma come si fa ad ottenere tutti questi fans? Dov’è il trucco?

“Se vivi all’estero basta andare su siti come Swenzy, Fiverr e similari per fare shopping di contatti e di qualsiasi altra interazione significativa per il mondo social: retweet, commenti, Mi piace, favoriti e così via, mentre in Italia le cose non vanno proprio così.

In Italia il mercato è molto piu attento e Facebook ha stretto una morsa su questo tipo di “trucchetti” perché vuole gstire giustamente il servizio a favore del suo Facebook advertising, tanto che periodicamente ha abbassato la visibilità naturale delle pagine Facebook, fino ad arrivare ormai ad una visibilità naturale media di un post intorno ad un misero 4%.

Questo ha costretto chi utilizza le pagine di Facebook a fare continue promozioni ed a spendere enormi cifre, oppure in alternativa a rivolgersi appunto a web agency che a fronte di una piccola spesa, rispetto a quella di Facebook, permettono di avere un seguito di persone interessate tutte italiane” spiega ancora Del Sarto.

In Italia esistono tanti servizi di questo tipo, i più famosi sono Venditafan.it e Magicviral.com che invito a visitare perché direttamente testato e molto funzionale.

Poi ci sono Marketing-seo.it, Payperfans.it e Socialsite.eu, servizi che permettono di acquistare like e che, a differenza degli Usa, qui da noi risultano molto piu trasparenti.

Questo perché da noi le aziende che si rivolgono a questo tipo di servizi non ottengono fake, cioè utenti fasulli, ma una pubblicità svolta su canali e siti web di terze parti, esterni a Facebook e su cui Facebook non ha nessun potere, che garantisce un’aumento di persone realmente interessate alla pagina da promuovere, quindi like del tutto genuini ed utili veramente alla pagina.

“Per fortuna in Italia i servizi che offrono utenti fasulli non hanno preso piede mentre è possibile invece trovare servizi di crescita dei fans come quello di Venditafan.it senza rischiare nessun tipo di penalità da parte di Facebook perché offre appunto una crescita genuina: quello che Facebook vieta è l’aumento dei like fasulli ma se l’aumento è svolto tramite servizi garantititi come questo non si infrange nessuna regola.

Andrò controcorrente ma credo che comprare like italiani è la migliore soluzione per chi desidera aumentare il numero dei fans della pagina in maniera rapida ed efficace” conclude Tommaso Del Sarto.

 

###

 

Exit mobile version