Caldaia a condensazione: vantaggi e consigli utili

Tra le differenti tipologie di caldaie presenti, la caldaia a condensazione è quella che permette di ottenere dei maggiori risultati e prestazioni riducendo anche drasticamente l’emissione di ossidi di azoto e monossido di carbonio nell’atmosfera rispetto alle tradizionali caldaie Ma come funziona una caldaia di questo tipo? Quali sono i vantaggi? Scopriamolo insieme!

Il riutilizzo dei fumi

Le tradizionali caldaie non sfruttano il calore sensibile dei fumi, anzi ne utilizzano solamente una piccolissima parte in quanto è necessario evitare la condensazione dei fumi la quale potrebbe portare a fenomeni corrosivi; i fumi e il vapore acqueo che sono stati generati attraverso il processo di combustione, verrà disperso in atmosfera attraverso il camino della caldaia. La caldaia a condensazione invece mira al totale recupero e riutilizzo del calore latente presente nei fumi generati dalla combustione.

Grazie all’avanzare della tecnologia, anche in questo campo si è arrivati ad un prodotto molto importante a livello di utilizzi, di efficienza energetica e di rispetto ambientale. La tecnologia chiamata a condensazione permette il totale raffreddamento dei fumi fino a farli tornare completamente allo stato liquido saturo. Quest’operazione è dovuta grazie alla presenza dei scambiatori di calore dove vengono fatti volgere i fumi di scarico.

Questi scambiatori presenti nella caldaia a condensazione, utilizzano la temperatura dell’acqua di ritorno dell’impianto che risulta molto più fredda e che di conseguenza raffreddano i fumi e il vapore acqueo. Il risultato è lo sfruttare tutto il calore dato dalla combustione anche quella parte che nelle tradizionali caldaie andrebbe espulso attraverso il camino.

Sostituzione caldaia e detrazioni fiscali

Se dunque desiderare sostituire la vostra vecchia caldaia e comprare una caldaia a condensazione è bene prima informarsi e documentarsi se è possibile installarla presso il proprio edificio magari contattando una specializzata ditta di assistenza caldaie. In seguito si può procedere con l’acquisto del prodotto tenendo in considerazione il periodo delle detrazioni fiscali.

Da qualche anno, il Governo ha reso possibile alcune detrazioni fiscali Irpef con sgravi che vanno dai 36% ai 50% a seconda delle differente situazioni. A questo punto è bene informarsi sul periodo in cui le detrazioni e le agevolazioni fiscali sono attive. Queste misure fiscali sono state introdotte nel 1998 e prorogate di anno in anno fino al 2012, quando il Governo ha deciso di renderle sempre valide.

Exit mobile version