“Racconti di mare”: il concorso per cortometraggi della Federico II

Un concorso internazionale per cortometraggi promosso  dal Master di drammaturgia e cinematografia dell’Università di Napoli “Federico II” nell’ambito del contest “Racconti di mare”, prodotto dal Premio Penisola Sorrentina. Da oggi fino al 20 luglio sarà possibile candidare i propri film
Napoli, 21 giugno 2022 – Da oggi e fino al 20 luglio sulla piattaforma FilmFreeway sarà possibile iscrivere il proprio cortometraggio alla sezione audiovisivi del contest culturale  “Racconti di mare”.  Un concorso internazionale organizzato dall’istituto culturale “Il Simposio delle Muse”, tra le produzioni e i progetti speciali della ventisettesima edizione del Premio “Penisola Sorrentina”, in sinergia con il Master di II livello in Drammaturgia e Cinematografia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.
Il concorso destinato a registi e produttori di tutto il mondo accende, ancora una volta, l’attenzione sul fortunato connubio tra cinema e ambiente stimolando la creatività dei partecipanti, invitati alla realizzazione di opere che facciano riferimento al racconto del mare, all’importanza (anche metaforica) dell’acqua, al paesaggio mediterraneo, al dialogo tra le civiltà, al viaggio, alla sostenibilità.
Gli audiovisivi, nell’ambito delle ispirazioni sopra tracciate a titolo esemplificativo, dovranno avere come tema il racconto del mare, con una durata non inferiore ai tre minuti e non superiore ai venti minuti. I video dovranno essere realizzati in formato web.
A valutare i lavori  sarà una commissione scientifica composta da docenti esperti del Master di II livello in Drammaturgia e Cinematografia, la quale selezionerà il lavoro che verrà proiettato durante la manifestazione in programma nel mese di settembre e che si aggiudicherà il montepremi in denaro.
Tutte le info sul bando di concorso sono disponibili alla piattaforma della organizzazione (arte.cercarte.it) oppure direttamente su FilmFreeway (filmfreeway.com/raccontidimare).

Imprenditori: arriva ‘Il Codice della Rinascita’, il corto sugli imprenditori in difficoltà

Il mondo dei codici da sempre affascina l’umanità scientifica ma anche quella filosofica, matematica, letteraria, persino teologica e metafisica. Trovare il codice significa accedere a delle informazioni superiori, avere in mano la chiave di accesso, decodificare qualcosa di molto complesso ovvero semplificare in una sintesi alfanumerica un intero sistema geofisico, antropologico o genetico.

Milano, 13 dicembre 2018 – Sarà proiettato per la prima volta venerdì 14 dicembre prossimo presso il centro Corefab di via Po, 77 a Cormano (Mi), il cortometraggio ‘Codice di Rinascita’ in collaborazione con la Associazione S. Giuseppe Imprenditore che assiste gli imprenditori in grave difficoltà.

Dominare quei momenti di difficoltà che ci portano allo sconforto e alla disperazione? Interpretare come un passaggio positivo persino quegli eventi traumatici e dolorosi che distruggono come uno tsunami interiore le basi della nostra esistenza? Esiste un modo per cambiare radicalmente la nostra prospettiva di vita?

Ne parla ‘Codice di Rinascita’, un libro scritto da Paolo Goglio da cui è tratto il cortometraggio, per cercare di definire, interpretare e “distillare” quell’attimo stesso in cui passiamo dal buio alla luce, in cui dopo essere stati piegati, distrutti da un dolore, un allontanamento, un fallimento, una separazione o un tormento d’amore, un lutto o una crisi di vita incominciamo a riemergere, rialziamo la testa e siamo pronti a ripartire, reagire e rinascere.

Oggi la stessa tematica diventa il leitmotiv di un cortometraggio che lo stesso autore ha realizzato raccogliendo straordinarie immagini e soprattutto profonde riflessioni in uno degli scenari più colorati del mondo: l’Olanda, nel particolare momento primaverile in cui fioriscono i tulipani.

Ho seguito con particolare attenzione le previsioni meteo olandesi a partire dai primi di marzo, ma c’era sempre la previsione di pioggia e maltempo, tipica di quei paesi affacciati sui mari del Nord.

Così Paolo Goglio, presidente della Associazione Amore con il Mondo, introduce la fase dei preparativi.

Ad aprile, finalmente, ho visto una finestra di 4 giorni in cui si prevedeva sole splendente. Ero pronto per partire e in 24 ore ero già sul posto con le mie fotocamere ad alta definizione per realizzare le prime immagini. E’ stata una esperienza straordinaria sia dal punto di vista fotografico sia, soprattutto, dalla prospettiva interiore. Ho definito questa linea di piccole produzioni cine-televisive cortometraggi di luce: una ricerca che va oltre la comunicazione tradizionale per giungere alle porte del cuore, suscitare emozioni positive attivando un processo di riqualificazione della vita stessa, esaltandone la bellezza e lo splendore.

Quale miglior scenario di questa terra governata dal vento in cui un solo seme dà vita a qualcosa di straordinario?

Il cortometraggio di luce ‘Codice di Rinascita’ sarà proiettato per la prima volta venerdi 14 dicembre 2018 al centro Corefab di via Po, 77 a Cormano (Mi) in collaborazione con la Associazione S. Giuseppe Imprenditore che assiste gli imprenditori in grave difficoltà.

La tematica della rinascita diventa così un’occasione per vivere le imminenti festività natalizie con uno spirito nuovo, aperto a ricevere nuovi stimoli e nuove energie per la prossima primavera interiore in cui tutti noi siamo chiamati a rifiorire.

Ogni volta che sono chiamato a tramontare sarò sempre e comunque chiamato anche a risorgere

Per approfondimenti:

 

 

###

 

Contatti:

Paolo Goglio tel. 335-63.42.166

paologoglio@gmail.com

 

 

 

 

 

 

A Napoli arriva Nazra, il Festival dei Corti sulla Palestina

Arriva a Napoli dal 19 al 21 ottobre il festival di cortometraggi sulla Palestina. Proiezioni al PAN – Palazzo delle arti di Napoli con il coinvolgimento della comunità scolastica della città

Napoli, 16 ottobre 2017 – Dopo il successo delle date di Venezia, Firenze, Roma e Bologna, Nazra, il festival dei cortometraggi sulla Palestina terminerà il suo percorso a Napoli dal 19 al 21 ottobre, con un programma ricco di appuntamenti diffusi nella città.

Nazra ha uno spiccato valore didattico e divulgativo, infatti non soltanto gli studenti delle scuole del Comune sono stati coinvolti nel festival per assegnare un premio speciale fuori concorso, denominato “Premio Giuria Giovani”, ma Nazra Napoli ospiterà anche la proiezione di un cortometraggio fuori concorso realizzato dagli studenti dell’I.I.S. “A. Tilgher”.

Le proiezioni si svolgeranno il 19 e 20 ottobre presso il PAN – Palazzo delle Arti di Napoli con la partecipazione di Riccardo Noury (portavoce di Amnesty  International), Luisa Morgantini (presidente della Associazione Assopace Palestina), Hamdi Alrhoub (regista palestinese vincitore del premio Nazra nazionale per la categoria “documentario palestinese”) e della Comunità Palestinese di Napoli.

Altra tappa del festival sarà anche la Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli con le donne recluse che assegneranno il Premio “Oltre le Mura” e le insegnanti del corso CPIA Napoli Prov. 1.

Gran finaleil 21 ottobre, con una serata di proiezione dei film vincitori del Nazra Palestine Film Festival, tanti ospiti e uno spettacolo teatrale ad arricchire la manifestazione. Il tutto si svolgerà presso la Sala del Capitolo in Piazza S. Domenico Maggiore.

 

Gli ospiti principali della rassegna napoletana:

Hamdi Alhroubregista, vincitore della selezione nazionale del Nazra Palestine Short Film Festival per la categoria “documentario palestinese”. Nato a Betlemme, nel 1990, e diplomato all’Università di Arti e Cultura Dar Al-Kalima di Betlemme, è autore di numerosi corti documentari e di fiction; a Nazra ha presentato il corto documentario “Mate superb”, sul parkour a Gerusalemme.

Annet Hennemanattrice. Nata a Velsen, Annet Henneman inizia il suo percorso teatrale in Olanda, dove apprende le tecniche di Jerzy Grotowski e Ryszard Cieslak, in seguito lavora in Polonia, Germania e Italia, dove fonda con Armando Punzo l’associazione culturale Carte Blanche, che lascia dopo otto anni di lavoro con la compagnia della Fortezza, per dedicarsi al suo Teatro di Nascosto (Hidden Theatre).

Luisa Morgantini – presidente di Assopace Palestina e di Nazra Palestine Short Film Festival.

Riccardo Noury – Portavoce di Amnesty International Italia, di cui fa parte dal 1980. Autore o coautore di libri sulle violazioni dei diritti umani, in particolare sulla pena di morte e la tortura, ha tradotto e pubblicato in Italia le poesie dei detenuti di Guantanamo. Tiene un blog settimanale su “Il Fatto Quotidiano” in cui parla della primavera democratica in Medio Oriente e Africa del Nord, dei suoi protagonisti, delle rivolte e delle repressioni in corso.

Lo “sguardo” di NAZRA si rivolgerà in seguito verso la Palestina, per una prosecuzione del festival nei territori oggetto dei suoi film. Altre tappe di Nazra sono previste a Gaza, Ramallah e Gerusalemme.

Il Nazra Palestine Short Film Festival è promosso (al livello nazionale) da Assopace Palestina, Associazione Restiamo Umani con Vik (Venezia), Associazione Anémic (Firenze), École Cinéma (Napoli), Centro Italiano di Scambi Culturali Vik (Gaza), ArtLab (Gerusalemme), FilmLabPalestine (Ramallah), con il patrocinio dell’Ambasciata di Palestina in Italia, delle Regioni Veneto, Emilia Romagna e Toscana e del Comuni di Bologna, Firenze e Napoli, e l’amichevole sostegno del Festival Ciné-Palestine di Parigi.

Oltre al sostegno del Comune, nella tappa di Napoli si aggiungono come partner: la Film Commission Regione Campania, PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, Associazione Guanxi, Associazione Donne in Nero, CPIA Provincia NA1, Associazione Idee&Azioni, Commissione Cinema Liceo Umberto di Napoli.

Trailer del festival: https://www.youtube.com/watch?v=M8TmiZp0sHA
Lista dei 24 corti finalisti: https://.wordpress.com/tag/nazra-palestine-short-film-festival/
Sito internet https://nazrashortfilmfestival.wordpress.com/

Info e mailto:https://nazrashortfilmfestival.wordpress.com/programma dettagliato sulla pagina Facebook www.facebook.com/nazranapoli.

 

Roma, il festival dei corti palestinesi ‘Nazra’ in scena alla ‘Casa del Cinema’

Arriva a Roma, dal 6 all’ 8 ottobre, il Festival di Cortometraggi sulla Palestina con i cinque registi premiati
Proiezioni domenica 8 ottobre alla Casa del Cinema, con un omaggio a Jean Chamoun

Roma, 3 ottobre 2017 – Il festival di cortometraggi palestinesi ‘Nazra‘, dopo Venezia e Firenze, farà tappa a Roma dal 6 all’ 8 ottobre, con un programma ricco di appuntamenti diffusi nella città.

Nella capitale si confermerà l’obiettivo prioritario degli organizzatori di creare momenti di informazione e scambio sulla produzione cinematografica e raccontare la Palestina di oggi, attraverso un confronto diretto con i registi e con il coinvolgimento delle giovani generazioni che si avvicinano ai mestieri del cinema.

Sono registi palestinesi e internazionali, che con i loro sguardi critici, ironici e amorevoli interpretano la tragica realtà di una popolazione sotto l’occupazione militare israeliana che dura da più di cinquant’anni.

I cinque vincitori di ‘Nazra’ ovverp Hamdi Alhroub (Mate superb, categoria documentario palestinese), Guy Davidi (High Hopes, documentario internazionale), Basil Khalil (Ave Maria, fiction palestinese), Dina Naser (One minute, fiction internazionale) e Seyed Mohammad Reza Kheradmandan (Entr’acte, sperimentale), con loro anche Huda Imam, attrice di Ave Maria, incontreranno il 6 ottobre gli studenti del Liceo Cornelio Tacito e della Scuola d’arte cinematografica Gian Maria Volonté per presentare il loro lavoro e scambiare esperienze.

Nella giornata di sabato 7 ottobre alla sezione femminile del carcere di Rebibbia, la Compagnia Le Donne del Muro Alto (attrici detenute) a cura dell’associazione Ananke premieranno uno dei corti finalisti della sezione fiction palestinese, e i registi nel pomeriggio visiteranno gli Studios di Cinecittà e la Fabbrica dei Sogni.

Per il grande pubblico l’appuntamento è invece alla Casa del Cinema a Villa Borghese, domenica 8 ottobre, dalle ore 18 alle 23.30 con proiezioni dei cortometraggi vincitori e di una selezione delle altre opere finaliste.

Nel mezzo aperitivo con sapori palestinesi a cura di Pop Cuisine Palestine, un omaggio al regista libanese Jean Chamoun, recentemente scomparso, e la mostra di fotografie di Linda de Nobili, di un viaggio in quella che viene chiamata “Terra Santa”,organizzato da AssopacePalestina.

Accanto ai registi durante la serata interverranno:
Citto Maselli, Vilma Labate e Daniele Vicari, Stefania Brai (redazione Bookciak), Luisa Morgantini (presidente Nazra Festival e AssopacePalestina), Luciana Castellina, Max Vattani, Monica Maurer (della Giura internazionale del Nazra Festival), con la conduzione dall’attrice Daniela Giordano.

Lo “sguardo” di ‘Nazra’ si rivolgerà in seguito sulle città di Bologna (dal 10 al 15 ottobre) e Napoli (19-21 ottobre), prima di spostarsi a Gaza, Ramallah e Gerusalemme.

Il Nazra Palestine Short Film Festival è promosso da Assopace Palestina, Associazione Restiamo Umani con Vik (Venezia), Associazione Anémic (Firenze), École Cinéma (Napoli), Centro Italiano di Scambi Culturali Vik (Gaza), ArtLab (Gerusalemme), FilmLabPalestine (Ramallah), con il patrocinio dell’Ambasciata di Palestina in Italia, delle Regioni Veneto, Emilia Romagna e Toscana e del Comuni di Bologna, Firenze e Napoli, e l’amichevole sostegno del Festival Ciné-Palestine di Parigi.

Per ulteriori informazioni visitare l’ evento su Facebook al link facebook.com/events/244983176026156 oppure scrivere alla mail nazra.assopace@gmail.com

 

###

UFFICIO STAMPA
Riccardo Antoniucci | +39 340 7642693 | antricca@gmail.com
TRAILER DEL FESTIVAL https://www.youtube.com/watch?v=M8TmiZp0sHA
SITO INTERNET bit.ly/nazrafilmfest
FOTO DEI REGISTI E schede FILM IN CONCORSO: http://bit.ly/nazrapresskit [Dropbox]

 

Seyed Mohammad Reza Kheradmandan, Basil Khalil, Hamdi Alhroub, Dina Naser

 

Cinema: debutto a Venezia per il Festival dei Corti sulla Palestina

Prima tappa per il Festival dei Cortometraggi sulla Palestina: dal 27 al 29 settembre alla Casa del Cinema di Venezia

 Padrino dell’evento Moni Ovadia; il 29 la cerimonia di gala per sancire i vincitori nelle cinque categorie

 

Venezia, 20 settembre 2017 – Il Festival di Cortometraggi sulla Palestina ‘Nazra‘ farà il suo debutto mercoledì 27 settembre alle 18.00 alla Casa del Cinema di Venezia, dove resterà fino al 29 con un ricco programma di proiezioni dei 24 film in concorso, tra cui anche i lavori di due nominati agli Oscar: l’israeliano Guy Davidi e il palestinese Basil Khalil.

Le bombe su Gaza e l’hip hop a Gerusalemme, i battibecchi popolari e i silenzi religiosi, la memoria degli anziani e le speranze dei bambini: sono tante le storie dalla Palestina che saranno raccontate attraverso i cortometraggi, provenienti da numerosi paesi e di diversi generi: dal drammatico alla commedia, dal musicale al cinema d’animazione, dal documentario alla videoarte.

Invitato speciale del festival, il drammaturgo, attore e scrittore Moni Ovadia sarà presente all’inaugurazione del 27 settembre.

Le tre serate saranno coordinate dalla giornalista Cecilia Dalla Negra, vicedirettore dell’Osservatorio Iraq, Medioriente e Nord Africa ed esperta di questione palestinese che, assieme a Monica Maurer e Massimo Vattani (membri di una giuria internazionale tra cui figurano anche Mohammad Bakri e Luciana Castellina), introdurrà il pubblico alla visione delle diverse ed eterogenee opere in concorso.

Un altro ospite d’eccezione è invece atteso per la serata conclusiva del 29 settembre, giorno della cerimonia ufficiale di premiazione delle cinque opere vincitrici (una per categoria tra documentario palestinese e internazionale, fiction palestinese e internazionale, corti sperimentali): sarà l’Ambasciatrice di Palestina in Italia Mai Alkaila, in carica dal 2013. Il festival proseguirà poi a Firenze, Roma e Bologna per concludersi a Napoli il 21 ottobre.

Nazra, che in arabo significa ‘sguardo’, intende sostenere e far conoscere la produzione cinematografica palestinese, con le sue eccellenze artistiche, in Italia, e al tempo stesso dare spazio allo sguardo di registi internazionali (italiani in particolare, ma anche da altri paesi arabi, da Israele, da Europa e Usa) che hanno saputo raccontare in maniera inedita la condizione attuale della Palestina.

Il festival è nato con l’obiettivo di sostenere il valore del cortometraggio per riflettere su tematiche come la libertà, la giustizia, i diritti umani, la conoscenza, la pace, la multiculturalità attraverso forme di partecipazione, dialogo e riflessione sulla forma cinematografica e per incoraggiare (specialmente per quel che riguarda gli autori palestinesi) l’uso del cinema come mezzo di comunicazione ed espressione, in particolare da parte dei giovani.

Il Nazra Palestine Short Film Festival è promosso da Assopace Palestina e Associazione Restiamo Umani con Vik (Venezia), in collaborazione con Associazione Anémic (Firenze), École Cinéma (Napoli), Centro Italiano di Scambi Culturali Vik (Gaza), ArtLab (Gerusalemme), FilmLabPalestine (Ramallah), con il patrocinio dell’Ambasciata di Palestina in Italia, delle Regioni Veneto, Toscana ed Emilia Romagna e dei comuni di Bologna e Napoli, il sostegno di Coop Alleanza 3.0, e l’amichevole collaborazione del Festival Ciné-Palestine di Parigi.

Link utili:

I CORTI FINALISTI https://nazrashortfilmfestival.wordpress.com/tag/nazra-palestine-short-film-festival/

LA GIURIA INTERNAZIONALE: https://nazrashortfilmfestival.wordpress.com/the-jury/

ARCHIVIO FOTOGRAFICO: http://bit.ly/nazrapresskit [Dropbox]

TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=M8TmiZp0sHA

 

 

###

 

INFO E CONTATTI

UFFICIO STAMPA Riccardo Antoniucci | +39 340 7642693 | antricca@gmail.com

LUOGO: Casa del Cinema di Venezia – Videoteca Pasinetti

Salizada San Stae, 1990, 30135 Venezia

Prenotazioni 041 2747140

Info 3483209160

NAZRA SUI SOCIAL Facebook @NAZRA

Twitter @NAZRAFILM

nazrashortfilmfestival.wordpress.com

nazrafilmfestival@gmail.com

Alla Mostra del Cinema di Venezia al via ‘Nazra’, il Festival dei corti Palestina

Il Festival dei corti della Palestina toccherà 5 città italiane tra cui Venezia (dove sarà presentato), Firenze, Roma, Bologna, Napoli

Venezia, 5 settembre 2017 – Venerdì 8 settembre alle 16.00 si terrà all’Hotel Excelsior di Venezia, nell’ambito della 74a Mostra del Cinema di Venezia, la presentazione di Nazra, il festival dei cortometraggi della Palestina.

Le bombe su Gaza e l’hip hop a Gerusalemme, i battibecchi popolari e i silenzi religiosi, la memoria degli anziani e le speranze dei bambini: sono tante le storie dalla Palestina che saranno raccontate attraverso 24 cortometraggi, provenienti da numerosi paesi, nel primo grande festival internazionale dedicato a questa terra che si terrà dal 27 settembre in 5 città italiane.

La prima edizione del Nazra Palestine Short Film Festival venerdì 8 settembre, nell’ambito della Biennale del Cinema di Venezia, sarà presentata dalle ore 16.00 presso l’Hotel Excelsior (Lungomare Guglielmo Marconi 41, Lido di Venezia) alla presenza di Luisa Morgantini (Presidente del Festival e Assopace Palestina, già Vice Presidente del Parlamento Europeo), Stefano Casi (direttore artistico del Festival), Franca Bastianello (curatrice del Festival e Presidente dell’Associazione Restiamo Umani con Vik), e dell’ambasciatrice della Palestina Mai Alkaila.

Promosso dalle associazioni AssopacePalestina e Restiamo umani con Vik, il festival nasce con la volontà di sostenere e far conoscere la produzione cinematografica palestinese, con le sue eccellenze artistiche, anche in Italia.

Il festival darà anche spazio allo sguardo di registi internazionali (italiani in particolare, ma anche da altri paesi arabi, da Israele, da Europa e Usa) che hanno saputo raccontare in maniera inedita la condizione attuale della Palestina.

Nazra in arabo significa ‘sguardo’ e saranno molti i punti di vista a incrociarsi durante il festival, diversi per origine, per stili e per temi proposti.

Dal 27 al 29 settembre a Venezia, e poi a Firenze (30 settembre e 1 ottobre), Roma (6-8 ottobre), Bologna (10-15 ottobre) e Napoli (19-21 ottobre) saranno proiettati 24 corti, molti inediti per l’Italia, divisi per genere: documentari (con doppio concorso per corti palestinesi e internazionali), fiction (anch’esso diviso tra palestinesi e internazionali), corti sperimentali, di animazione e di videoarte (senza divisione nazionale), che permetteranno di esplorare la Palestina attraverso tutti i linguaggi del cinema.

La giuria del festival, composta da otto professionisti del cinema italiani e palestinesi, assegnerà 5 premi ad altrettanti film nelle diverse sezioni.

Della giuria fanno parte per la Palestina l’attore e regista Mohammad Bakri (tra l’altro protagonista del film di Saverio Costanzo Private) e i registi Sahera Dirbas, Naim Mahmoud Al Khatib e Jamal Abu Al Qumsan. Per l’Italia: la giornalista e già presidente dell’Agenzia Italia-Cinema Luciana Castellina, la regista e produttrice Monica Maurer, il regista e documentarista Andrea Adriatico e il promotore di manifestazioni cinematografiche Massimo Vattani.

Accanto alla giuria nazionale, in alcune delle città del festival saranno attive anche giurie popolari e giurie di studenti, che assegneranno altrettanti premi.

Nazra si propone, dunque, come un vero e proprio festival di partecipazione che ha l’obiettivo di sostenere il valore del cortometraggio per riflettere su tematiche come la libertà, la giustizia, i diritti umani, la conoscenza, la pace, la multiculturalità, stimolando il dialogo, promuovendo la riflessione e – per quel che riguarda gli autori palestinesi – incoraggiare l’uso del cinema come mezzo di comunicazione ed espressione, in particolare dei giovani.

Il Nazra Palestine Short Film Festival è promosso da Assopace Palestina, Associazione Restiamo Umani con Vik (Venezia), Associazione Anémic (Firenze), École Cinéma (Napoli), Centro Italiano di Scambi Culturali Vik (Gaza), ArtLab (Gerusalemme), FilmLabPalestine (Ramallah), con il patrocinio dell’Ambasciata di Palestina in Italia, della Regione Veneto, della Regione Emilia Romagna, Regione Lazio e del Comune di Bologna e del Comune di Napoli, e in collaborazione con il Festival Ciné-Palestine di Parigi.

Al link www.nazrashortfilmfestival.wordpress.com/tag/nazra-palestine-short-film-festival la lista dei corti finalisti.

Per le foto e maggiori imformazioni sui film è disponibile un Press Kit al link http://bit.ly/nazrapresskit.

Il trailer del Festiva è disponibile invece al link https://www.youtube.com/watch?v=M8TmiZp0sHA.

 

 

 

 

 

 

UFFICIO STAMPA Riccardo Antoniucci | +39 340 7642693 | antricca@gmail.com

 

Festival Roma FilmCorto: aperte le iscrizioni alla VI edizione fino al 24 ottobre 2014.

Si aprirà il prossimo 9 novembre, a Roma, presso i centri culturali “Elsa Morante” e “Aldo Fabrizi”, la 6° edizione del Festival Nazionale RomaFilmCorto, tra i più qualificati del settore; la finalità è quella di promuovere e sostenere nuovi autori/registi cinematografici, dare visibilità alle loro opere, promuovere l’innovazione e la sperimentazione, diffondere un’autentica “cultura delle immagini”. Diversi i giovani autori avviatisi alla piena consacrazione, dopo i successi riscossi nelle trascorse edizioni della manifestazione: tra questi: Matteo Cerami, Isabella Salvetti, Fabrizio Ancillai.

La partecipazione al Festival – diretto dal regista Roberto Petrocchi, e patrocinato dall’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma, il Sindaco Nazionale Critici Cinematografici Italiani, l’Associazione Giovani Produttori Indipendenti, l’Università Roma 2 di “Tor Vergata”, in collaborazione con Romapress – è gratuita ed aperta ad opere di fiction, animazione docfilm, vidoeclips, documentari, di tema e genere libero. Termine ultimo per l’invio delle opere è il 24 ottobre.

Quattro le sezioni ufficiali: “Concorso”, “Percorsi visivi”, “Nuova animazione” e “Sperimentazione Italia”, riservate, rispettivamente a: opere in competizione, film editi e già presentati e/o premiati in altri festival, film di animazione e opere che esplorano nuovi linguaggi.
Previste, nell’arco di una settimana, proiezioni sia pomeridiane che serali e repliche, con la presenza di registi, attori, produttori delle opere selezionate.

Il programma prevede, inoltre, incontri/dibattiti, riservati a studenti di scuole di cinema e università, ma anche semplici appassionati. Questi i temi degli appuntamenti: “Semiologia del racconto filmico e lettura critica di un’opera cinematografica” con la partecipazione di docenti di cinema, critici cinematografici, registi; “Digitalizzazione ed evoluzione tecnologica: vantaggi produttivi e nuovi orizzonti espressivi”, con l’intervento di direttori della fotografia, operatori di macchina, esponenti delle istituzioni e titolari delle più qualificate ditte produttrici di telecamere digitali e alta definizione di ultima generazione.

La partecipazione alle proiezioni e agli incontri/dibattiti è gratuita.

Per informazioni  www.romafilmcorto.it – Tel. 06 97881278

Direttore artistico: Roberto Petrocchi (*)

(*) Regista, sceneggiatore, docente e produttore

Dopo gli studi di Lettere e Sociologia, ha frequentato il Centro Sperimentale di Cinematografia.
E’ stato assistente alla regia di Valerio Zurlini.
Ha svolto l’attività di documentarista e curato servizi culturali per la tv.
All’attività di regista, unisce un’intensa attività di docente di storia e critica del cinema, scrittura e tecnica filmica.
Con il suo film “L’ombra del gigante” – tratto dal libro “La grande Eulalia” di Paola Capriolo, finalista al Premio Campiello – ha rappresentato l’Italia a “Festival Internazionale del Cinema di Berlino, al Bratislava Film Festival”, e all’Annecy Film Italien”.
E’ attualmente impegnato nella trasposizione cinematografica del best seller “Oriana Fallaci – Morirò in Piedi” di Riccardo Nencini.
Fondatore del “Roma FilmCorto”, già membro di Giuria del Festival “La città in corto” e presidente “Festival del Cinema Giovanile Indipendente”, giurato in manifestazioni cinematografiche nazionali.
E’ direttore artistico di “Cinema e società project” e presidente dell’Associazione Culturale” Filmart”.

Exit mobile version