Yari Cecere: i nuovi progetti green dell’imprenditore inserito da Forbes tra i 30 Under 30 Europe

Milano, 26 giugno 2020 – Il giovane promettente imprenditore italiano, Nunzio Yari Cecere, si lancia in nuovi progetti immobiliari. Recentemente la figura di Cecere è venuta alla ribalta dopo essere stato inserito da Forbes tra i 30 Under 30 Europe nel 2019 e da Forbes Italia tra i 100 Under 30 del 2019.

Tra il 2012 e il 2013, nel pieno della crisi economica, a soli 18 anni costituì la holding Cecere Management e, nei mesi a seguire, iniziò ad acquisire competenze in tutta la filiera immobiliare.

Originario della provincia di Caserta, classe 1994, Nunzio trascorre ad Aversa tutta la sua infanzia.

Nel 2012 si trasferisce nella capitale e si iscrive presso la LUISS Guido Carli University, dove consegue la laurea triennale in Economia e Management e la laurea magistrale in Economia e Direzione delle Imprese, completando gli studi all’età di soli 22 anni.

Dopo alcuni mesi partecipa al corso di specializzazione in Marketing Immobiliare presso la SDA Bocconi di Milano, con indirizzo.

Nel 2018 partecipa nella categoria “Real Estate” al Good Energy Award con il contributo di Bosch.

L’anno successivo, nel mese di febbraio, la rivista statunitense Forbes lo indica tra i 30 under 30 che stanno rivoluzionando il mondo per la categoria manufacturing and energy; molte testate nazionali parlano di lui.

Nello stesso anno l’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale lo inserisce nel “Future Leaders”, un programma che si rivolge a 50 giovani talenti con meno di 40 anni, destinati a ricoprire ruoli chiave all’interno di imprese, enti culturali e istituzioni.

La holding Cecere Management oggi opera nel mercato dello sviluppo immobiliare ecosostenibile, che punta alla rigenerazione urbana, attraverso lo sviluppo di complessi residenziali che pongono al centro il benessere delle famiglie e la tutela del pianeta.

Nel 2019 è stato lanciato anche il brand Nunziare: segno distintivo dei complessi immobiliari è quello di offrire le migliori prestazioni di sostenibilità ambientale, con elevati standard di benessere ai suoi residenti, per un’inedita esperienza di personalizzazione della propria casa che pone i clienti al centro dei progetti.

Lo scopo delle green buildings del gruppo è quello di non danneggiare l’ambiente, riducendo in maniera significativa, o eliminando, l’impatto negativo degli edifici sull’ambiente e sugli occupanti la costruzione, armonizzandosi con il contesto.

Oggi Yari Cecere punta a portare il gruppo ad operare nelle principali capitali mondali del Luxury Real Estate.

https://www.yaricecere.com

Yari Cecere
Yari Cecere

“In Limine”, il corto filosofico presentato al “Fate Cinema 2019”

Caserta, 13 agosto 2019 – E’ stato presentato l’11 agosto scorso il cortometraggio filosofico sperimentale “In Limine’ al Festival “Fate Cinema 2019” di San Potito Sannitico (Caserta).

Nato da una un idea del regista Gianluca Testa sulla tecnica dell’ espressività generativa il corto vede protagonista l’attrice Silvia Busacca nelle vesti dell’ eroina che compie il viaggio.

Il trailer di ‘In Limine’ era stato presentato in anteprima lo scorso 25 maggio al Festival del Cinema di Grottammare.

‘In Limine’ racconta il viaggio straordinario che ogni persona può compiere dentro e fuori di sé stessa. Un’opera dalla forte componente visionaria che ha l’obiettivo di ispirare lo spettatore e trasmettere sensazioni positive di guarigione, attraverso un contrappunto ipnotico di immagini e voice over.

Un’opera per cui il regista Gianluca Testa si è ispirato al viaggio dell’ eroe di Campbell.

Ora il corto è stato proiettato ufficialmente insieme ad altri film del gruppo ‘espressività generativa’ nella sezione ‘Teatroformattivo presso l’Auditorium di San Potito Sannitico.

L’opera nasce infine grazie all’EG Movie di EG Actors Lab  (www.egactor.com), laboratorio di recitazione e produzione sperimentale del progetto Centro Internazionale Studi Espressività Generativa (www.centrostudieg.com) di Gianluca Testa, autore e voce narrante del cortometraggio.

I protagonisti del cortometraggio

L’ eroina che compie il viaggio interiore di ispirazione e guarigione è interpretata dall’ attrice Silvia Busaccache abbiamo apprezzato nel 2016 per il percorso Nazioni Unite Giovani. L’attrice è stata presente in otto nazioni nel mondo in veste di Primo Ministro italiano sezione giovani del percorso Nazioni Unite, ed è risultata portavoce di 4 stati nel mondo compresa l’ Australia in veste di delegata e ambasciatrice in conferenze internazionali su circa otto nazioni nel mondo.

Ad oggi abbiamo visto Silvia Busacca protagonista di 4 festival internazionali: al 74° Venice Film Festival, in cui ha percorso il Red carpet immolata dagli scatti dei fotografi di tutto il mondo, durante la proiezione di Jim Carrey al Roma Cinema Fest 2017, durante la proiezione di Stronger accreditata dall’ organizzazione Festa del Cinema di Roma, all’ Ischia Film Festival 2017, oltre che al TV Series Festival di Berlino 2017.

Silvia Busacca è stata premiata dal Centro Internazionale studi Espressività Generativa di Roma durante la presentazione del trailer in Grottammare Film Festival dal regista Gianluca Testa come EG Testimonial CISEG, il Centro Internazionale Studi Espressività Generativa.

Il regista Gianluca Testa ha recitato anche come protagonista in 5 spot Rai per il Ministero dell’ ambiente e della salute usciti a luglio sulle reti RAI per lo spot sulla tutela e buon uso del telefono.

Il regista ha presentato ultimamente libro sull’espressività generativa arte e scienza dell’attore  nella sezione Fate Cinema Festival 2019 (www.amazon.it/Arte-Scienza-Dellattore-Strategie-Corpo-mente/dp/1537088890).

 

L’attrice Sivia Busacca, protagonista di “In Limine”

Ad ottobre la Biennale d’Arte Contemporanea del Belvedere di San Leucio

Il Belvedere di San Leucio si tinge di arte con la Biennale di Arte Contemporanea…

Caserta, 24 luglio 2017 – Nata da un progetto d’arte dell’associazione Webclub di Caserta, la Biennale d’Arte Contemporanea del Belvedere di San Leucio 2017 vanta un programma esclusivo e ricco che si terrà in Campania tra il 1 e il 21 ottobre 2017.

Si tratta di un evento internazionale d’arte che coinvolge i più importanti esponenti del panorama artistico e culturale, al fine di promuovere l’arte contemporanea e il territorio di Caserta, con performance d’arte e ospiti d’onore.

Le location ospitanti sono due importanti poli culturali e turistici: il complesso del Belvedere di San Leucio, sito UNESCO, e il Quartiere Militare Borbonico di Casagiove, che ospiterà gli eventi collaterali.

Il tema principale della Biennale d’Arte Contemporanea del Belvedere di San Leucio 2017 è la Terra Madre, incentrata sulla ricoperta dell’amore per le bellezze della natura e per il patrimonio artistico e culturale, e sarà possibile proporre opere con tema libero.

Le opere ammesse all’esposizione saranno 500 e le sezioni sono pittura, sculturadesigninstallazioni, fotografiagrafica digitale, video-art e arte ecosostenibile.

La partecipazione è aperta ad artisti affermati ed emergenti e ai primi 50 artisti, reputati idonei dalla commissione scientifica, sarà data l’occasione di esporre dal vivo due opere presso il Belvedere di San Leucio di Caserta e presso il Quartiere Militare Borbonico di Casagiove.

Per esporre in entrambe le location è possibile iscriversi online tramite il link www.pitturiamo.eu/eventi/biennale-arte-contemporanea-belvedere-san-leucio.

Si contano già 16 tra gli artisti più importanti del panorama italiano come Mark Kostabi, Mario Salvo tutor di PitturiAmo, Pier Toffoletti, Xante Battaglia, Luca Dall’Olio, Germaine Muller, Gabriele Marino, Riccardo Dalisi, Antonio Del Donno, Peppe Ferraro, Livio Marino Atellano, Don Battista Marello, Giovanni Tariello, Giancarlo Montuschi, Juan Carlos De Clares, Luz Arkal, Francesco Paolantoni, Diana Thiry, Alfredo Rapetti (Mogol), Jean-Pierre Dauviller, Anke Ibe e Frederick Candon.

Il comitato scientifico di tutto pregio è composto da direttori museali, docenti universitari, critici, galleristi e promotori dell’arte contemporanea e saranno circa 20.000 i visitatori attesi.

I premi saranno assegnati dal comitato scientifico e dai testimonial al miglior artista, nel caso del Premio Andrea Sparaco, e alla migliore opera d’arte, per il Premio Giuseppe Amalfi.

Inoltre, sarà premiato il miglior disegno con il premio Trama Logo Biennale, tra quelli eseguiti dagli alunni delle scuole medie della Città di Caserta e Casagiove.

Partner Ufficiale dell’evento è PitturiAmo, il network dei pittori contemporanei, che sarà presente nella location del Real Belvedere di San Leucio. PitturiAmo.com è infatti il primo social network dedicato alla promozione degli artisti sul web e dal vivo. Il network di PitturiAmo comprende un portale per vendere quadri online, un magazine d’arte per far conoscere artisti ed eventi d’arte e un negozio online di servizi promozionali d’arte.

Tutti i pittori selezionati che risultano iscritti a PitturiAmo potranno inserire 1 quadro in evidenza gratuitamente e riceveranno una nota critica da parte di Mario Salvo, Maestro Internazionale di spatola stratigrafica, critico d’arte e tutor di PitturiAmo, durante la sua dimostrazione dal vivo di spatola stratigrafica.

Il termine per la candidatura alla Biennale d’Arte Contemporanea del Belvedere di San Leucio 2017 è fissato per il 15 settembre 2017.

I posti sono limitati quindi il consiglio è di iscriversi appena possibile per non perdere l’opportunità di far parte di una importante vetrina.

 

Il Belvedere di San Leucio ospita la prima biennale di arte contemporanea.

 

PitturiAmo è partner ufficiale dell’evento.

 

Giuseppe Improta alla conquista del fashion system

Milano, 31 ottobre 2016 – Nuovi importanti traguardi per il giovane casertano Giuseppe Improta: dopo i recenti successi durante la Milano Fashion Week e il grande riscontro in diversi servizi fotografici, che lo hanno visto presente anche su numerose testate giornalistiche, la carriera di Improta assume un carattere sempre più internazionale.

Il primo importante evento che l’ha visto protagonista, nella prestigiosa location di Milano Congressi, si è tenuto il 24 ottobre in occasione dell’edizione “On Hair 2016” by Cosmoprof, dove ha rappresentato l’agenzia svizzera Sunshine Events, in veste di ospite speciale e testimonial.

Nel mentre è confermata anche la sua partecipazione all’imminente seconda tappa del concorso internazionale World Fashion Contest, dove oltre a sfilare, sarà presente in veste di vicepresidente di giuria.

A dicembre sarà poi ospite, sempre in Svizzera, durante una serata a Lugano per un importantissimo evento benefico.

Intanto la sua immagine di modello e fashion influencer si è spinta fino in Inghilterra: imminente infatti un importantissimo servizio fotografico che lo vedrà impegnato proprio nella città di Londra.

Per Giuseppe Improta, la sua fresca immagine, la sua bellezza mediterranea e la sua italianità si stanno dimostrando il miglior biglietto da visita per la sua strabiliante e crescente carriera.

Per chi volesse saperne di più il sito ufficiale di Giuseppe Improta è www.giuseppeimprota.com.

 

 

GIUSEPPE IMPROTA
GIUSEPPE IMPROTA

Giuseppe Improta conquista il fashion system internazionale

Milano, 30 settembre 2016 – È Giuseppe Improta, la nuova icona italiana in ascesa nel fashion system internazionale. Ventisei anni, casertano, modello e fashion influencer, durante la settimana della moda donna appena conclusa a Milano, Improta è stato invitato alle principali sfilate, oltre ad essere stato tra i protagonisti dei più gettonati party, shooting ed eventi.

Intervistato dalle principali emittenti tv in veste di esperto (compresa Rai News 24), oggi Improta è molto richiesto come testimonial per numerosi servizi fotografici.

Durante la fashion week milanese è stato visto e fotografato accanto a numerosi personaggi dello star system, oltre ad essere tra i pochi e selezionati invitati all’evento di Vogue Italia ed alla presentazione della nuova collezione di Chiara Ferragni.

La sua fama ha ormai varcato i confini italiani e la sua presenza in veste di giudice all’importante “World Fashion Contest” di Lugano, in Svizzera conferma la sua preparazione ed ascesa come figura di Fashion Influencer a livello internazionale.

Per approfondimenti visitare il sito internet www.giuseppeimprota.com.

 

###

 

Giuseppe Importa
Ph. Marco Castellani – Renèe Liszkai

“Casa Clerici”, la catena di Ristoranti di Antonella Clerici, sceglie il Caffè Izzo

Casa Clerici, la nuova catena di ristoranti di Antonella Clerici, sceglie il Caffè Izzo di Napoli da servire in tutti i suoi locali. La partnership tra Casa Clerici ed il gruppo Caffè Izzo rappresenta una combinazione perfetta tra tradizione e modernità…

Caserta, 27 ottobre, 2015 – Ha finalmente preso il via il progetto di una nuova ed esclusiva miscela di caffè del gruppo Caffè Izzo, frutto della selezione delle migliori arabiche provenienti dal Sud e Centro America, creata appositamente nelle varianti Bar, Macinato Casa e Cialde, per tutti i nuovi locali di Casa Clerici, la catena di ristoranti di Antonella Clerici.

La beniamina dei fornelli ha, infatti, inaugurato a Napoli il primo ristorante della catena “Casa Clerici” ed ha stretto una collaborazione con il gruppo Izzo. Nei suoi locali verrà servito l’Espresso Izzo, una miscela esclusiva di caffè corposo e “cioccolato” al cui progetto hanno lavorato  da circa un anno lavorano personalmente Vincenzo Izzo, Ciro De Rosa, responsabile vendite e Nello Ranieri, responsabile del Gruppo Izzo.

Il gruppo Izzo è costantemente impegnato nella produzione di un prodotto unico e inconfondibile sin dal 1979, quando Vincenzo Izzo apre una piccola torrefazione artigiana per creare una miscela unica nel suo genere con l’intento di far conoscere a tutti il vero caffè napoletano. In questi 35 anni conquista prima la Campania e poi le altre regioni italiane fino ad approdare anche sul difficile mercato estero.

Oggi il Caffè Izzo si può degustare in oltre 50 paesi del Mondo: nei lontani mercati della Korea del Sud e della Cina, passando per gli Stati Uniti e il Canada, fino alle migliori caffetterie delle più importanti capitali europee. Grazie all’intuizione di Vincenzo Izzo, comincia anche la produzione di Macchine per Espresso, dal metodo tradizionale ma rivisitato in chiave moderna. Dal nuovo stabilimento di Anagni, in provincia di Frosinone, inoltre, ogni giorno si muovono i nuovissimi “camper” itineranti della Izzo Academy: equipaggiati con un bar all’interno, diffondono in tutta la penisola la cultura dell’Espresso Izzo.

Grande attenzione viene dedicata alla selezione delle migliori qualità di caffè “crudo”, alla tostatura e al confezionamento in barattoli pressurizzati in grado di conservare il caffè al meglio.

La storia del gruppo Izzo è lunga e ricca di eventi e soddisfazioni. L’ultimo traguardo raggiunto è la collaborazione con Antonella Clerici. Anche in questo caso la tradizione e la modernità si sono rivelate le caratteristiche viventi: da una parte la beniamina del pubblico, la diva televisiva per antonomasia, rassicurante ma al tempo stesso spumeggiante e dall’altra un caffè degno della migliore tradizione napoletana rivisitato in chiave contemporanea.

###

Info:

Isotta Rodriguez Pereira

http://www.caffeizzo.it/ita/index.php

 

Exit mobile version