Bradford Beck rientra dalle feste, dopo un Natale di solidarietà a favore dell’ambiente

Il Presidente di MAFFS Corporation avvistato in numerosi eventi benefici durante le feste appena trascorse.

Roma, 20 gennaio 2023 – Un periodo festivo molto impegnativo, quello appena trascorso da Bradford Beck, il quarantacinquenne Presidente di MAFFS Corporation e COO di United Aeronautical Corporation, il quale è stato avvistato, durante il periodo festivo di Natale che si è appena concluso, in numerosi eventi benefici, proprio durante le feste. Tra le attività che lo hanno visto molto attivo spiccano le serate di gala di Amfar, Toys for Tots e Imagine LA, un ente di beneficenza locale incentrato sull’aiuto dei senzatetto.

Come si suol dire “a Natale sono tutti più buoni“, ma per Bradford Beck, l’impegno a fianco delle categorie più svantaggiate perdura da anni e non è limitato solo al periodo festivo.

L’esecutivo e ingegnere americano è infatti il principale benefattore della Beck Foundation, che utilizza i proventi degli investimenti istituzionali per finanziare una serie di iniziative filantropiche globali con particolare attenzione alla conservazione dell’ambiente.

La Fondazione è una naturale estensione del lavoro che Bradford Beck sta realizzando con MAFFS Corporation, i cui prodotti sono utilizzati in tutto il mondo per proteggere vite, proprietà e l’ambiente dalla minaccia distruttiva degli incendi.
L’interesse per la preservazione dell’ambiente ha dunque radici molto lontane negli anni.

Il signor Beck è di origini californiane e nel corso del tempo ha visto in prima persona il dolore e la distruzione che gli incendi portano alle comunità locali.
Così quando si è presentata l’opportunità di essere coinvolto nella lotta antincendio aerea, l’ha colta al volo con entusiasmo.

Il lavoro che MAFFS Corporation sta svolgendo gli consente di sfruttare i propri decenni di conoscenza nel settore dell’aviazione e allo
stesso tempo perseguire il proprio impegno solidale. La Beck Foundation si pone l’obiettivo di avere un impatto continuativo sulla protezione dell’ambiente per le generazioni a venire.

 

 

Comunicato a cura di Rossella Di Pierro

 

Cambiamento climatico e incendi: la strategia giusta è la prevenzione

Intervista a Bradford Beck, Presidente di MAFFS Corporation e
COO di United Aeronautical Corporation

Roma, 5 gennaio 2023 – ll cambiamento climatico è uno tra i temi più dibattuti degli ultimi anni. Gli episodi di caldo eccessivo durante il periodo estivo hanno causato un aumento esponenziale degli incendi e, di conseguenza, dell’attività antincendio. Tutto ciò ha portato ad evacuazioni e ha gravemente interrotto l’attività economica. Non possiamo dimenticare che l’Italia è ricca di tesori insostituibili che vanno tutelati, perciò occorre focalizzarci su come contenere al meglio questo tipo di emergenza. Il costo della perdita di case, proprietà e la possibilità di evacuazione durante il culmine della stagione turistica superano esponenzialmente i costi di un’adeguata preparazione.

Abbiamo intervistato a tal proposito Bradford Beck, Presidente di MAFFS Corporation e COO di United Aeronautical Corporation, il quale gioca un ruolo fondamentale nella lotta antincendio per le sue tecnologie all’avanguardia a basso impatto economico.

Qual è il modo migliore per fronteggiare l’emergenza incendi?

“La prevenzione ha un ruolo essenziale nella lotta antincendio. Solo dal 15 giugno al 21 luglio 2022 i vigili del fuoco italiani sono stati chiamati a intervenire per quasi 33.000 incendi boschivi o arbustivi. Sono stati segnalati incendi dalla Puglia al Trentino-Alto Adige e dall’Abruzzo alla Sicilia, un pericolo sempre più comune e potente che tutti noi in questo paese potremmo benissimo affrontare. Quindi, dobbiamo essere più preparati. Uno dei modi migliori per prendere controllo del fuoco rapidamente è dall’aria e l’Italia ha molti elicotteri che possono essere equipaggiati per la missione. Ma dobbiamo investire nell’addestramento dei nostri piloti e del personale di terra.
Accanto all’adeguata preparazione, bisogna affiancare sistemi antincendio efficienti.”

Sappiamo che avete sviluppato l’approccio MAFFS, che cosa lo rende così efficiente?

“Solitamente i sistemi tradizionali richiedono modifiche significative e permanenti all’aeromobile. I sistemi MAFFS sono invece sistemi roll on/roll off che possono trasformare un normale aeroplano in una nave cisterna in un paio d’ore. Danno agli operatori la possibilità di aggiungere risorse al proprio arsenale molto rapidamente se ne hanno bisogno, per fornire quella che chiamiamo capacità di aumento. Inoltre sono progettati per ridurre sensibilmente la manutenzione e la pulizia dopo una missione antincendio”.

A cura di Rossella Di Pierro

 

Lotta agli incendi: la soluzione è negli aerei ed elicotteri già esistenti

Le soluzioni per migliorare la nostra difesa dagli incendi grazie agli aerei ed elicotteri disponibili

Roma, 5 ottobre 2022 – Gli ultimi anni non sono stati semplici: dall’emergenza Covid alla guerra in Ucraina, sino alla crisi economica. Oltre a tutto questo, non possiamo sottovalutare l’emergenza ambientale. L’aumento delle temperature e il caldo estremo della scorsa estate hanno fatto registrare un aumento esponenziale degli incendi e, con esso, un incremento della lotta antincendio per fermare l’emergenza. Gli incendi stanno diventando più forti e più comuni e stanno portando le nostre risorse al limite.

Solo dal 15 giugno al 21 luglio i vigili del fuoco italiani sono stati chiamati a intervenire per quasi 33.000 incendi boschivi o arbustivi. Sono stati segnalati incendi dalla Puglia al Trentino-Alto Adige, dall’Abruzzo alla Sicilia. Un pericolo sempre più comune e potente, ma che può essere affrontato e gestito. La parola cardine dietro tutto questo è preparazione.

Abbiamo intervistato il Presidente di MAFFS Corporation, Bradford Beck, il quale sta studiando da vicino la questione italiana per apportare un valido contributo e aiutare il nostro paese con sistemi innovativi, efficienti e che riducano sprechi economici.

Signor Beck, c’è un sistema innovativo capace di aiutare in modo efficace l’Italia nella lotta agli incendi?

Il modo più efficiente per aumentare la nostra preparazione alla lotta antincendio aerea è utilizzare gli elicotteri e gli aerei esistenti con tecnologie che consentano loro di operare come aerei antincendio“, afferma Beck.

Un’opzione molto efficace sarebbe sfruttare i nostri velivoli C130 esistenti e dotarli di un sistema roll on/roll chiamato Modular Aerial Fire Fighting System MAFFS, che è stato utilizzato dal servizio forestale statunitense per decenni. Un sistema roll on/roll off ci permetterebbe di utilizzare i C-130 senza modificarli strutturalmente, ma di poterli avere nel giro di pochissimo tempo a disposizione per far fronte in modo efficace all’emergenza incendi. Il MAFFS può essere infatti caricato sull’aereo nel giro di poche ore e rimosso altrettanto rapidamente.”

Quali sono le possibilità di realizzazione in Italia e l’impegno ambientale di MAFFS Corporation al riguardo?

L’Italia è un paese straordinario ricco di tesori, che ha una storia leggendaria quando si tratta di design e innovazione. La crescente frequenza e gravità degli incendi qui e in tutta Europa dovrebbe riguardare tutti noi. Riteniamo che il C-27J sia particolarmente adatto alla missione di combattimento aereo e siamo incredibilmente entusiasti di esplorare un sistema MAFFS in collaborazione con i nostri amici di Leonardo che creerebbe la possibilità di attivare gli aerei esistenti per avere un impatto immediato e significativo sull’aereo interventi antincendio in tutta la regione”, ha concluso Bradford Beck, da anni vicino ai bisogni del nostro Paese visto che è residente a Milano e sposato con una donna italiana, nonostante la sua azienda operi in tutto il mondo.

A cura di Rossella Di Pierro

Exit mobile version