Cambiamento climatico e incendi: la strategia giusta è la prevenzione

Intervista a Bradford Beck, Presidente di MAFFS Corporation e
COO di United Aeronautical Corporation

Roma, 5 gennaio 2023 – ll cambiamento climatico è uno tra i temi più dibattuti degli ultimi anni. Gli episodi di caldo eccessivo durante il periodo estivo hanno causato un aumento esponenziale degli incendi e, di conseguenza, dell’attività antincendio. Tutto ciò ha portato ad evacuazioni e ha gravemente interrotto l’attività economica. Non possiamo dimenticare che l’Italia è ricca di tesori insostituibili che vanno tutelati, perciò occorre focalizzarci su come contenere al meglio questo tipo di emergenza. Il costo della perdita di case, proprietà e la possibilità di evacuazione durante il culmine della stagione turistica superano esponenzialmente i costi di un’adeguata preparazione.

Abbiamo intervistato a tal proposito Bradford Beck, Presidente di MAFFS Corporation e COO di United Aeronautical Corporation, il quale gioca un ruolo fondamentale nella lotta antincendio per le sue tecnologie all’avanguardia a basso impatto economico.

Qual è il modo migliore per fronteggiare l’emergenza incendi?

“La prevenzione ha un ruolo essenziale nella lotta antincendio. Solo dal 15 giugno al 21 luglio 2022 i vigili del fuoco italiani sono stati chiamati a intervenire per quasi 33.000 incendi boschivi o arbustivi. Sono stati segnalati incendi dalla Puglia al Trentino-Alto Adige e dall’Abruzzo alla Sicilia, un pericolo sempre più comune e potente che tutti noi in questo paese potremmo benissimo affrontare. Quindi, dobbiamo essere più preparati. Uno dei modi migliori per prendere controllo del fuoco rapidamente è dall’aria e l’Italia ha molti elicotteri che possono essere equipaggiati per la missione. Ma dobbiamo investire nell’addestramento dei nostri piloti e del personale di terra.
Accanto all’adeguata preparazione, bisogna affiancare sistemi antincendio efficienti.”

Sappiamo che avete sviluppato l’approccio MAFFS, che cosa lo rende così efficiente?

“Solitamente i sistemi tradizionali richiedono modifiche significative e permanenti all’aeromobile. I sistemi MAFFS sono invece sistemi roll on/roll off che possono trasformare un normale aeroplano in una nave cisterna in un paio d’ore. Danno agli operatori la possibilità di aggiungere risorse al proprio arsenale molto rapidamente se ne hanno bisogno, per fornire quella che chiamiamo capacità di aumento. Inoltre sono progettati per ridurre sensibilmente la manutenzione e la pulizia dopo una missione antincendio”.

A cura di Rossella Di Pierro