Social e finanza agevolata: essenziali oggi per lo sviluppo delle aziende

Roma, 23 agosto 2022 – Negli ultimi anni le aziende italiane hanno dovuto affrontare tanti cambiamenti. A partire dalla crisi finanziaria del 2009 fino ad arrivare alla pandemia, iniziata nel 2020, gli imprenditori italiani si sono trovati ad investire e operare in mercati sempre più complessi e competitivi.

Proprio a causa della pandemia l’Italia stessa ha dovuto fare i conti con una necessità di maggiore digitalizzazione e di evoluzione verso soluzioni sempre più tecnologiche.

Molti italiani si sono affacciati al mondo degli acquisti online e, anche se fortunatamente i lockdown non sono più in vigore, hanno continuato ad utilizzare questi strumenti.

È sufficiente vedere le statistiche relative agli acquisti online, effettuati dagli italiani, nel periodo 2020-2021: sono il +35,8% gli italiani che hanno acquistato online a febbraio 2021 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Da qui possiamo facilmente comprendere come Internet, e più in generale, il mondo digitale stiano diventando sempre più protagonisti della nostra quotidianità. Ed è in questi ambiti che le aziende più all’avanguardia stanno combattendo le loro battaglie per rimanere competitive e conosciute nei mercati in cui operano.

Inoltre, un altro elemento da non sottovalutare deriva dal fatto che le imprese che riescono a tenere il passo sono quelle che maggiormente investono in innovazione (macchinari e beni strumentali nuovi e più performanti), in strumenti per promuovere i propri prodotti (un esempio è dato dai siti web, ma anche dalle piattaforme di e-commerce), in personale sempre più qualificato e specializzato.

Alla luce di questa situazione nasce “Progetto Sviluppo”, una realtà specializzata su due strumenti determinanti per le aziende di oggi:

  1. Il social media marketing che, grazie a tutte le sue funzionalità, può permettere alle aziende di crescere esternamente, ovvero permette di acquisire contatti, di mantenere rapporti con i già clienti, di aumentare la conoscenza dell’azienda sul mercato. In sostanza di realizzare tutta una serie di strategie per aumentare il fatturato.
  2. La finanza agevolata che permette di effettuare investimenti che permettono la crescita dell’azienda, partendo dall’interno. Un esempio semplice, ma concreto: vari bandi locali e regionali permettono di finanziare la realizzazione di siti internet.

Ciò comporta la realizzazione di strumenti utili per far sì che l’azienda stessa sia maggiormente visibile e riconoscibile.

Altri investimenti spesso ammissibili nei bandi consistono in acquisto di macchinari aziendali. L’acquisto di un macchinario che permette all’azienda di realizzare lo stesso prodotto nella metà del tempo si traduce in un risparmio per l’azienda stessa, sia in termini di tempo che in termini finanziari.

Per questo per Progetto Sviluppo il social media marketing e la finanza agevolata sono ritenuti due asset irrinunciabili per le aziende italiane. Lo sviluppo del piano di crescita di un’azienda passa infatti attraverso molteplici strumenti: comunicazione, progetti di finanza agevolata e di innovazione.

Il social media marketing e la finanza agevolata sono strumenti strategici che non possono e non devono essere lasciati all’improvvisazione, ma vanno gestiti e curati con costanza, preparazione e competenza.

Per questo con Progetto Sviluppo si ritiene il social media marketing e la finanza agevolata come due asset irrinunciabili per le aziende italiane.

Entrambi questi strumenti vengono, inoltre, gestiti con un approccio di project management che permette di avere una visione a lungo termine della direzione intrapresa per sostenere le aziende nei loro piani di sviluppo.

Entrambi gli ambiti sono seguiti con cura, attenzione, creatività e una fortissima attenzione e propensione ai numeri che generano, perché ci si può confrontare su qualsiasi argomento e avere opinioni differenti, ma solo i numeri non mentono e ci diranno quale posizione e quale scelta sono state davvero corrette.

Per maggiori informazioni sul progetto consigliamo di visitare il sito web ufficiale www.progetto-sviluppo.com  o contattare il numero 339 1893213 o scrivendo una mail a info@progetto-sviluppo.com.

Contatti social utili:

www.instagram.com/progetto_sviluppo/

www.facebook.com/ProgettoSvilupposrl

 

Emergenza Covid-19: la rivincita dei negozi di quartiere contro i colossi alla Amazon

Roma, 24 aprile 2020 – L’emergenza sanitaria in corso a causa del Coronavirus vede la rinascita dei piccoli negozi di quartiere. Una volta snobbati e condannati alla chiusura oggi ci siamo tutti resi conto della loro importanza. I cosiddetti negozi di vicinato sono oggi più importanti che mai, per il loro prezioso servizio alla comunità.

In questa fase di emergenza molti non possono più fare la spesa al solito ipermercato e da qui l’importanza di avere un negozio sotto casa, a portata di mano.

Negozi che si sono attrezzati al meglio per sopperire alle esigenze dei cittadini, organizzando anche la spesa a domicilio per chi non poteva o non voleva uscire di casa.

La spesa online all’interno dello stesso comune ha visto un vero e proprio boom nelle ultime settimane, arrivando a fatturare cifre da capogiro: basti pensare che la Nielsen ha registrato nella sola settimana di Pasqua un incremento del 178,1%.

Rimaneva però il problema di collegare i piccoli negozi con le persone a casa, e gestire gli ordini, i pagamenti e le consegne.

Ad aiutare i piccoli negozianti e consumatori è stato Ivan Laffranchi, programmatore e imprenditore digitale, che per far fronte all’emergenza legata al Covid-19 ha creato un servizio per aiutare i piccoli negozianti di paese, e quartiere, paralizzati dal lockdown, ad organizzarsi per la spesa online.

È nata così SpesaRossa.it, la piattaforma italiana per la spesa online locale, che ha raccolto centinaia di ordini in poche settimane dall’inizio delle attività, in piena emergenza da Covid-19. 

Ivan ha messo in piedi il servizio in sole 48 ore lavorando giorno e notte, e dopo il forte interesse riscosso sin dalla ‘prima versione di emergenza’,  che ha visto picchi di oltre 1.000 utenti al giorno, SpesaRossa ora ha rilasciato questa settimana una seconda versione in grado di valorizzare maggiormente i prodotti dei negozianti, servire un traffico ancora più importante e raccogliere recensioni certificate sulla qualità dei prodotti.

Il servizio nato inizialmente a Torino ora si sta rapidamente espandendo su altre città come Bologna e Napoli.

Per Ivan il successo della piattaforma il successo della spesa online è legato alla facilità di utilizzo della piattaforma da lui creata, sia per il negoziante che per il cliente: 

“Il negoziante è in grado di raccogliere il primo ordine in meno di 3 minuti, mentre il consumatore può fare ordini senza mail e senza alcuna registrazione. La piattaforma è nata per aiutare i negozianti ad affrontare la grave crisi attraverso una rapida digital transformation’.

Sulla piattaforma sono presenti macellerie, negozi alimentari, banchi ambulanti di prodotti per la casa, pescherie, pasticcerie, produttori di birre artigianali, gastronomie, ristoranti e vivai che ogni giorno ricevono ordini dai loro clienti abituali e da nuovi clienti.

 “Da un progetto di emergenza per aiutare i negozianti potrebbe essere nata la risposta dei piccoli commercianti locali per far fronte alla concorrenza dei grandi marketplace come Amazon” dice ancora il founder di SpesaRossa.it.

Attualmente la piattaforma ha più di 70 negozi attivi con una crescita organica giornaliera del 5% e decine di ordini gestiti ogni giorno, con un tempo medio di presa in carico dell’ordine di 52 minuti. 

Per i negozianti di quartiere SpesaRossa.it è una sorta di “braccio digitale” per affrontare un cambiamento che fino a ieri era stato trascurato e che oggi potrebbe diventare indispensabile per la loro sopravvivenza.

Per i consumatori d’altro canto è la possibilità di evitare lunghe code, ordinando in qualunque momento del giorno e della notte per poi recensire l’ordine ricevuto dopo 1 ora.

 

#

info@spesarossa.it

Foto & Documentazione Spesarossa Media Kit

 

Coronavirus: nasce “aCasaTua”, l’eCommerce gratuito per i commercianti, con consegna a domicilio per i clienti

Roma, 3 aprile 2020 – L’Emergenza Coronavirus sta mettendo in ginocchio moltissimi commercianti d’Italia, costretti a chiudere al pubblico le proprie attività.

Fortunatamente in molti si stanno attivando per fornire un aiuto alle realtà del territorio, sia alle persone che ai commercianti.

Il problema più grande dei negozianti oggi è: come continuare a portare avanti la propria attività pur rimanendo chiusi? La soluzione più semplice ed immediata è sicuramente quella di vendere la propria merce online, ma in molti non hanno un sito di riferimento e questo è il primo ostacolo da superare.

Per risolvere questi problemi nasce “aCasaTua“, un eCommerce gratuito per aiutare le imprese del nostro territorio raggiungibile dal sito www.acasatua.online che offre la possibilità di vendere online i propri prodotti senza spendere nulla.

Ma come funziona aCasaTua?

aCasaTua è un servizio che consente a chiunque di creare in soli 5 minuti il proprio e-commerce. In questo momento di Emergenza Coronavirus viene offerto gratis per un intero mese (dopo è previsto un pagamento annuale), dopodiché si è liberi di disattivare il sito senza dover pagare assolutamente nulla o in alternativa lo si può mantenere attivo sostenendo un piccolissima spesa annuale.
Attivare il proprio shop online e mettere in vetrina sul web i propri prodotti è semplicissimo, oltre che immediato, una soluzione facile e alla portata di tutti, perché non è necessario avere competenze particolari per utilizzarlo.
Per iscriversi basta inserire i propri dati ed attendere la conferma dell’attivazione del servizio che avviene in maniera automatica entro al massimo 5 minuti dall’inserimento dei dati. Si possono quindi caricare i propri articoli nell’e-commerce in modo semplice ed intuitivo, in modo da poterli vendere nella zona di proprio interesse.
A differenza dei grandi portali online, che in questo periodo devono gestire moltissimo traffico e sono ormai in overbooking, aCasaTua.online consente di aprire il proprio e-commerce nell’immediato. Non occorre quindi attendere due settimane prima di poter attivare il servizio, anche perché in questo periodo non ci si può permettere di perdere tempo. Le persone hanno bisogno di acquistare online proprio adesso e tra due settimane potrebbe essere troppo tardi per aprire un e-commerce.

Trascorsi i 30 giorni gratuiti del servizio si è liberi di disattivare il servizio senza alcun costo oppure si può continuare ad utilizzarlo pagando 14,99 euro al mese oppure 137  euro per un intero anno. Una cifra comunque vantaggiosa, qualora ci si accorgesse che la cosa dovesse funzionare.

Il progetto sostiene medici e infermieri che ogni giorno combattono in prima linea questo virus visto che ogni settimana l’azienda che ha creato il progetto dona 1 euro per ogni nuovo commerciante che si iscriverà gratuitamente alla piattaforma ed aprirà il proprio ecommerce.

Per usufruire del servizio basta recarsi all’indirizzo internet www.acasatua.online.

 

 

 

Nasce il Franchising SMS: Poste, Spesa e Farmacia a Domicilio

Milano, 3 maggio 2016 – Dal look accattivante alla comunicazione vincente, dall’arredo moderno e funzionale alla tecnologia 2.0, arriva il corner Farma Poste Spesa, una proposta che ha tutte le carte in regola per essere considerata l’idea in franchising vincente del 2016 quella che propone in un’unica formula servizi postali e spedizioni, la farmacia e la spesa a domicilio. Per rendersene conto basta una veloce ricerca sui portali di franchising o un’occhiata al sito del franchising www.sportellimultiservizi.it per scoprire tutti i vantaggi offerti dal corner FarmaPosteSpesa firmato SMS – Sportelli Multi Servizi.

I possibili target interessati al progetto franchising sono tanti e spaziano dall’imprenditore sempre attento a scovare qualcosa di nuovo e brillante, al genitore alla continua ricerca di un’occupazione per i propri ragazzi, così come dai giovani laureati ancora disoccupati a quelli che, più semplicemente, hanno già le idee chiare e preferiscono diventare titolari di una attività tutta loro piuttosto che un lavoro alle dipendenze di altri.  

Dando uno sguardo attento al sito ufficiale www.sportellimultiservizi.it si comprende subito il core business di Sportelli Multi Servizi. Al centro di tutto vi è il RE-cliente attorno al quale ruotano i servizi. Il target è vasto: liberi professionisti, commercianti, aziende, single, coppie e famiglie. Gli esperti ci dicono che siamo tutti alla costante ricerca di qualcosa: chi rincorre il tempo che scivola via sempre più rapidamente o chi ricerca il servizio che non c’è, senza considerare che a tutti piacerebbe una vita ricca di comodità e con molti meno pensieri. Problematiche che si rivelano il pane quotidiano di Sportelli Multiservizi e i corner Farma Poste Spesa che nascono per venire incontro al bisogno di servizi degli utenti.

Infatti, il nome Farma Poste Spesa sta chiaramente per farmaco a domicilio, servizi postali e spesa a domicilio, ovvero i tre servizi chiave offerti dal corner o sportello multiservizi. Qualcuno potrebbe domandarsi “perché proprio questi tre servizi”? La risposta è racchiusa, secondo i fondatori, in una parola: evoluzione. Perchè il mercato sta evolvendo in una direzione ben precisa che può essere riassunta in tre semplici riflessioni.

In primis, occorre considerare una terza età crescente che avrà un bisogno sempre maggiore di servizi, soprattutto a domicilio: nel 2040, in poco meno di 15 anni, i residenti con più di 65 anni saliranno dal 20,3 al 31,3% di cui circa la metà ultra ottantenne e vi saranno molte più famiglie uni-personali, e soprattutto, di anziane, data la maggior longevità femminile, con un’aspettativa di vita media di 88,6 anni (fonte: ISTAT).

In secondo luogo, l’ingente chiusura degli uffici postali e la conseguente forzata informatizzazione costituisce un problema serio vista la presenza di larghe parti del paese non coperte dai servizi informatici. Oltremodo, una larga parte del paese, per lo più anziana, non ha né strumenti né la formazione adeguata per accedere ai servizi informatizzati. In più, come confermano i dati ISTAT 2015, ben oltre 10 milioni di cittadini vivono in comuni sotto ai 5000 abitanti e ben 6 milioni vivono in comuni o frazioni montane. Per cui, la scomparsa degli uffici postali in aree montane e scollegate dai centri urbanizzati non potrà che comportare disagi notevoli per almeno il 25% della popolazione.

L’ultima riflessione, forse la più importante, è l’esplosione che il servizio di home delivery, ovvero recapito o consegna a domicilio, ha visto nel nostro paese, unitamente alla crescita dell’e-commerce. Secondo i dati emersi dall’indagine “connected commerce” di Nielsen, l’Italia è il paese con il più alto tasso su scala globale negli acquisti online oltreconfine (79% vs 57 a livello mondiale).

Constatato ciò, emerge quanto il franchising FarmaPosteSpesa sia valido e fruibile. Diventare titolare e gestore di un multiservizi FarmaPosteSpesa significa svolgere un’attività gratificante e produttiva, utile e fondamentale, per utenti privati e business: la mission è quella di diventare, nel proprio comune, un vero e proprio punto di riferimento nella vita delle persone, quindi un amico con una marcia in più sempre pronto a soddisfare ogni tipo di richiesta.

 

###

 

Interviste e contatti:

sms.comunicatistampa@gmail.com

 

Cosa è il Dropshipping e come funziona

Il dropshipping è una tecnica di vendita mediante la quale un venditore “seller” acquista i prodotti dal fornitore ogni qualvolta effettua una vendita, con questo metodo si riducono quasi a zero le giacenze di magazzino per il venditore e si ha la possibilità di offrire un catalogo prodotti molto più ampio ai propri clienti, questa tecnica viene utilizzata esclusivamente per i siti di vendite online.
Il dropshipping è nato in America dove i rivenditori sono molto più evoluti rispetto al mercato Europeo, nel contesto Italiano sono ancora pochi i player b2b che offrono questo servizio che porta ottimi risultati negli altri paesi, anche se esistono vari accorgimenti che bisogna assolutamente conoscere per evitare di incorrere in problematiche future.
In primis bisogna chiedere al dropshipper di fornire un file con le giacenze aggiornate almeno giornaliermente, in modo da evitare vendite a vuoto che creano un effetto boomerang per il venditore in termini di feedback, altro aspetto fondamentale approcciare a grossisti veri ovvero aziende che offrono una percentuale di margine applicabile almeno del 25 – 30% altrimenti si rischierebbe di non raggiungere mai il punto di pareggio; ultimo aspetto da tener conto è la concorrenza cioè bisogna essere consapevoli che i stessi prodotti saranno presenti anche in altri siti di vendita online.
Negli ultimi anni tra i vari settori presenti in ambito ecommerce, quello che sta funzionando in maniera maggiore è il dropshipping abbigliamento che anche in Italia ha visto nascere nuove aziende che offrono questo approccio, anche se nel totale è ancora basso rispetto alle potenzialità del mercato specialmente nel breve periodo se raffrontato alle realtà Europee come Gran Bretagna, Germania e Francia.
La conclusione è che il settore del web a tutto piano, è un approccio indispensabile per le aziende che vogliono crescere o anche sopravvivere in quanto consente di essere al passo con i tempi ed affrontare al meglio un mercato globale sempre più competitivo.

Youshoppy.it, affari in tutta sicurezza

Hai bisogno di un ecommerce sicuro ed affidabile per i tuoi acquisti? Vuoi acquistare a prezzi affare, magari con reso gratuito? Allora youshoppy.it è quello di cui hai bisogno. Troverai tantissimi prodotti di varie categorie merceologiche, dagli elettrodomestici agli accessori per il fitness, a prezzi incredibili solo per un breve arco di tempo. Si perché le offerte presenti su youshoppy non sono valide a tempo indeterminato ma hanno una scadenza oltre la quale non è più possibile acquistare a quel vantaggioso prezzo, che in alcuni casi comprende addirittura il 90% di sconto.

Acquistare è davvero semplice: ti basterà selezionare i prodotti desiderati che verranno così aggiunti al carrello, a questo punto non dovrai far altro che inserire i dati per la spedizione e scegliere la modalità di pagamento a te più comoda. Potrai pagare direttamente al corriere alla consegna, oppure comodamente via bonifico, carta di credito o paypal. Dopo aver confermato l’acquisto riceverai una mail contenente tutti i dati riguardanti la tua spedizione, così da poterla monitorare fino alla consegna. La spedizione è addirittura gratuita su alcuni prodotti, motivo in più per fare già oggi il tuo primo acquisto già adesso.

Per noi di youshoppy  i feedback da parte di chi ha già provato il servizio sono motivo di grande orgoglio, la soddisfazione  dei nostri clienti è anche la nostra.

Exit mobile version