L’AIRC incontra gli studenti dell’Ist. Sup. “Luigi Costanzo” di Decollatura

0

L’AIRC incontra gli studenti dell’Istituto Superiore Luigi Costanzo di Decollatura (Cz): avvicinare i giovani alla cultura della salute e del benessere, alla scienza e al mondo della ricerca sul cancro, è uno degli obiettivi dell’associazione AIRC, che ha avviato un progetto nelle scuole di ogni ordine e grado, poiché il futuro della ricerca comincia in classe

Catanzaro, 23 marzo 2016 – Prosegue con successo l’attività pedagogica che l’AIRC (Associazione italiana per la Ricerca contro il Cancro) svolge a favore degli studenti delle scuole della provincia, attraverso una serie di incontri centrati sullo scopo di spiegare ai giovani l’insorgenza dei tumori, la distinzione tra patologie benigne e maligne e come i corretti stili di vita riescano a prevenire l’insorgenza di patologie oncologiche.

Di tutto questo si è parlato all’Auditorium del Liceo Costanzo di Decollatura che ha ospitato il professore Marcello Maggiolini Ordinario di Patologia Generale e Responsabile del Dipartimento di Farmacia e Scienze della Salute e della Nutrizione dell’Università della Calabria di Cosenza.

Il  Dirigente Scolastico Antonio Caligiuri, nell’introdurre i lavori, ha ribadito come questa iniziativa sia stata fortemente voluta, convinti che  la prevenzione ai tumori debba partire dai banchi di scuola. Alimentazione sbagliata, ha continuato Caligiuri,  e tabagismo in giovane età pregiudicano poi la salute, una volta divenuti adulti. Campagne di sensibilizzazione come quella dell’AIRC aiutano e sono utili, anche perché poi i ragazzi portano i messaggi della prevenzione anche nelle loro famiglie.

Dopo il saluto degli ospiti intervenuti, il Professore Marcello Maggiolini ha introdotto la sua relazione ribadendo che l’AIRC, dal 1965,  sostiene  con continuità, attraverso la raccolta di fondi, il progresso della ricerca per la cura del cancro e diffonde una corretta informazione sui risultati ottenuti,  sulla prevenzione e sulle prospettive terapeutiche.

Il Professore si è anche soffermato sui quei  fattori come la l’età, i fattori ereditari e lo stile di vita che hanno un’incidenza   sull’insorgenza dei tumori, così come la familiarità, ma anche le abitudini della vita quotidiana che non causano direttamente il cancro, ma aumentano le probabilità di svilupparlo: per questo sono detti fattori di rischio.

Infine si è parlato di “Vademecum della Salute” e di come una sana alimentazione ricca di frutta e verdura, associata ad un regolare esercizio fisico, favoriscano il benessere e il consolidamento dei poteri di difesa dell’organismo. Per questo è molto importante insegnare ai più piccoli ad alimentarsi correttamente, invitandoli a praticare sport nella giusta quantità.

###

Contatti:

info@pietroguerra.com

WP_20160319_09_53_09_Pro__highres

Share.

About Author

Avatar

Comments are closed.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!