Arte e rifiuti: “Salvo il mondo recuperando gli oggetti abbandonati. Un pezzo alla volta”

0

Vercelli, 23 luglio 2019 –  Salvare il mondo è possibile. Basta farlo un oggetto alla volta. “Al momento sto recuperando una fontana di marmo bianco, bellissima, la sto pulendo e mentre la pulisco sento pulsare il mondo”.

A parlare la vulcanica Barbara Appiano, scrittrice e artista a 360 gradi a cui “tutto passa per le mani, il cuore e la mente“. Colei che è stata definita “una persona illuminata”, impegnata in mille progetti, dalla solidarietà all’ambiente, allo sfornare diversi libri ogni anno con le tematiche più svariate.

Tra le tante attività che vedono impegnata questa simpatica e inarrestabile artista vi è quella del recupero di oggetti abbandonati, considerati rifiuti, riportandoli a nuova vita. Un’artista per cui le discariche sono “una via dello shopping sostenibile e non compulsivo”.

“Ho dedicato una intera parte del mio sito a questo progetto, raggiungibile all’indirizzo  resuscitorecupero.appianobarbara.it. Inutile dirlo il tema è il recupero artistico degli oggetti più vari, che pratico andando nelle discariche di tutta Italia, per una specie di shopping anti litteram, recuperando così stoffe, mobili, quadri, piastrelle e ringhiere, che trasformo in mattoni, fontane, marmi, ceramiche…”.

Ogni pagina del sito internet dedicato al progetto illustra un recupero della Appiano, che può essere un pavimento, un mobile, un orologio a pendolo, che viene collegato, in via filologica, con alcune copertine dei libri della scrittrice, già finita sui giornali di restauro ‘La Casa di una Volta’ e ‘Casa Antica’, per questa sua originale attività di recupero.

In pratica ogni libro corrisponde ad un recupero, in cui il libro parla al recupero e il recupero parla al libro.

“Io mi considero una pensatrice, scrittrice e restauratrice del mondo che non vuole essere rottamato. Quello che pratico è un turismo ecologico nelle discariche, che ogni volta mi sorprende per gli oggetti che trovo che possono essere salvati. E ogni volta infatti torno a casa carica di cose da salvare e restaurare” dice ancora Barbara.

Una passione per l’arte ed il recupero che è diventato un vero e proprio lavoro, che permette alla scrittrice di sbarcare il lunario.

Ma quali tipi di oggetti la fervente scrittrice ama recuperare?

“Mi piace recuperare di tutto. Tra gli oggetti più strani ho recuperato una caffettiera stranissima (vedi fotografia), finita sulla rivista ” La casa di una Volta” (vedi foto articolo allegato). Fu un ritrovamento casuale, e ci inciampai vicino ad un cassonetto. In un primo momento guardandolo, non capivo che cosa fosse. Era un oggetto tipo un UFO, nel senso di ‘oggetto non identificato’. Era di alluminio con un marchio del brevetto, e aveva anche una specie di coperchio con un filtro. Non ci pensai nemmeno un secondo, e la misi in borsa, perché dovevo capire che cos’era.

Poi un giorno a forza di interrogarlo, smontandolo capii che era un’ antesignana delle caffettiere da bar.

E proprio in questa storia di caffettiere del paleolitico subentra mio zio soprannominato “86 cilindri” che tra i tanti mestieri che praticò oltre ad essere stato un agricoltore, fu quello di lavorare in una ditta di rifusione di metalli, e guardando questo oggetto orfano mi disse ‘questa è una caffettiera di quelle da campo la usò l’esercito durante l’ultima guerra’,

Fu cosi’ che io e mio zio diventammo la nuova famiglia d’elezione di questa caffettiera, che tuttora dimora a casa mia, e che ogni tanto uso, confermando questa caffettiera come un vero miracolo di ingegno e sopravvivenza.

Una caffettiera da campo, che ha vissuto episodi storici, e che dal campo di guerra mi onoro di aver salvato dal cassonetto”.

Per gli interessati a curiosare le opere di resurrezione e riabilitazione della scrittrice può visitare il sito internet (resuscitorecupero.appianobarbara.it), da dove è possibile adottare uno dei tanti oggetti recuperati.

Sapendo di aiutare la scrittrice “a salvare il mondo. Un pezzo alla volta”.

 

 

Foto tratte dalla rivista “La casa di una volta” con oggtti restaurati dalla scrittrice Barbara Appiano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una fontana restaurata da Barbara Appiano

Una fontana restaurata da Barbara Appiano

 

Share.

About Author

Comments are closed.