Di Maio, a Casalnuovo il PD studia i nomi per contrastarlo

Napoli, 19 gennaio 2018 – Acerra, Casalnuovo di Napoli, Pomigliano d’Arco, Caivano, Marigliano, Brusciano, Castello di Cisterna, Mariglianella, Volla, San Vitaliano e Scisciano: sono questi gli 11 Comuni che compongono il collegio uninominale per la Camera dei Deputati con cui Luigi Di Maio del Movimento 5 Stelle dovrà misurarsi in vista delle elezioni politiche del prossimo 4 marzo.

Dopo che  Luigi Di Maio, leader del Movimento 5 Stelle, ha annunciato la propria candidatura nel Collegio che comprende la sua città di residenza, i partiti del territorio si organizzano per contrastarlo, e cominciano già a spuntare i primi nomi.

Nel PD riguardo i candidati decide la Direzione nazionale del partito, che si esprimerà nei prossimi giorni sulla proposta che presenterà il segretario Matteo Renzi.” dice Giovanni  Nappi, esponente del Partito Democratico di Casalnuovo di Napoli, il secondo Comune del Collegio più popoloso dopo Acerra.

“Il Partito si è prefissato di ascoltare anche le istanze provenienti dai territori ed io ho dato la mia disponibilità che il segretario cittadino del Pd Casalnuovese ufficializzerà nelle prossime ore. È da 20 anni che ci metto la faccia, conosco il territorio, ho molto rispetto per le istituzioni, ma non credo sia sufficiente, almeno nel maggioritario, essere Vice Presidente della Camera per vincere nel nostro Collegio” continua l’esponente del PD.

Giovanni Nappi ha ricoperto, fino a pochi mesi fa, la carica di Presidente del Consiglio Comunale della Città di Casalnuovo di Napoli.

Consulente del Lavoro è  dal 2013 segretario generale del Sindacato SLI, piccola e dinamica organizzazione sindacale nazionale, rappresentativa di lavoratori e pensionati.

Il 2016 ha fondato il Premio Letterario “Una Città Che Scrive”, un concorso che ha fatto registrare nell’ultima edizione 1700 partecipanti e che, con una modalità di promozione diretta ed itinerante, promuove eventi in giro per l’Italia.

Nappi ha presentato il concorso all’ultima Festa de L’Unità di Imola ed è di ritorno da Milano, dove ha presentato, in collaborazione con la Samsung, Donna Moderna e il Comune di Milano, la nuova sezione del Premio riservata al tema della Dislessia.

”Se mi chiedessero di candidarmi lo farei con grande passione. Affronterei la sfida con umiltà, ma anche con consapevolezza che la storia di ognuno di noi può fare la differenza. Non è il ruolo che fa l’uomo, è l’uomo che fa il ruolo. Ovviamente sono pronto a dare una mano al partito anche qualora la scelta dovesse cadere su un nome diverso”, conclude Nappi.

 

 

About unacittache 96 Articles
Agenzia Stampa Casalnuovo di Napoli