Il premio Tv Dino Verde festeggia il quinquennale

0

Con l’edizione 2018 festeggia i primi cinque anni il premio Dino Verde, la speciale sezione televisiva dedicata al papà del varietà inserita nell’ambito del Premio nazionale “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”.

Roma, 17 aprile 2018 – Festeggia il primo lustro il premio Dino Verde, la speciale sezione dedicata al papà del varietà televisivo, fiore all’occhiello del Premio  “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”, l’evento di rilievo nazionale che a fine ottobre, da ormai 23 anni,  accende i riflettori  su Piano di Sorrento e l’intera costa sorrentina.

Dino Verde fu un autentico pioniere della satira televisiva, che per la prima volta cominciò ad irridere i costumi dei politici, i comportamenti ambigui, sempre però con una ironia sottile, penetrante, garbata e mai volgare. Fu autore di successi consacrati alla storia della televisione italiana come, tra gli altri, “Scanzonatissimo”, “Biblioteca di Studio Uno”, “Doppia coppia” e “Formula due” con Alighiero Noschese.

Nel 2014 per volontà di Mario Esposito, patron del Premio “Penisola Sorrentina”, dell’attore Gino Rivieccio e del figlio di Dino Verde, Gustavo, è nato questo riconoscimento che finora ha visto vincitori Lino Banfi, Pippo Baudo, Leo Gullotta e Giancarlo Magalli.

L’iniziativa per l’alto valore culturale è stata insignita del Premio del Senato della Repubblica e, dal 2013, fa parte del cartello degli eventi  della Regione Campania.

L’edizione 2018 godrà anche del patrocinato del Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo.

 

 

Pippo Baudo al Premio Penisola Sorrentina

Share.

About Author

Giornalista free lance

Comments are closed.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!