A Roma il concerto “Avanti con l’Opera”

0

Roma, 21 settembre 2018 – Sarà un concerto con arie tratte da opere di Vivaldi e Haendel quello che si terrà il 28 settembre presso la Sala Baldini a Roma.

La serata vedrà la partecipazione del Soprano Carla Tavares, del Controtenore  Angelo Manzotti, del Baritono Alessio Quaresima Escobar e dell’Orchestra “Gli Archi della Rosa” del Maestro Michele Tisei.

Direttore del concerto il Maestro Raffaele Napoli.

Continua così il cammino di “riconoscimento” musicale che il Maestro Napoli offre a Roma.

ll percorso iniziato con il Requiem di Mozart

il 19 luglio 2018, prosegue ora verso una nuova tappa, con arie da opere di Haendel e Vivaldi.

Maestro Raffaele Napoli ghiotta occasione per il pubblico romano di essere partecipe in prima persona dei vissuti che Haendel e Vivaldi ci hanno lasciato in eredità, con messaggi carichi di opportunità che consentono agli ascoltatori di immergersi in una variegata carrellata di sentimenti umani.

Parte del ricavato verrà devoluto alle attività
didattiche e sperimentali del Maestro Tisei.

 

Avanti con l’Opera

I edizione 2018 – I Concerto.

Arie da opere di A. Vivaldi e G.F. Haendel

Roma 28 settembre 2018. ore 20:15

SALA BALDINI
Piazza di Campitelli, 9 Roma
Ingresso: Euro 15
Infoline: 335 311328

Solisti
Soprano: Carla Tavares
Controtenore: Angelo Manzotti
Baritono: Alessio Quaresima Escobar

Orchestra “Gli Archi della Rosa”
del Maestro Michele Tisei
Direttore: M° RAFFAELE NAPOLI

Coordinamento Tecnico-Musicale
ed Artistico: M° Maria Rosa di Leo
Costuni di scena: Giampaolo Tirelli
Produzione : Giovanni Del Monte

 

PROGRAMMA

Haendel

  • Aure deh per pietà
  • Cara sposa
  • Furibondo spira il vento
  • Lascia ch’io pianga
  • Nasconde l’usignol

Vivaldi

  • Armate face et anguibus
  • Ouverture della Arsilda, regina di Ponto
  • Farnace – Sinfonia
  • Arsilda, regina di Ponto – Sinfonia
  • Gelido in ogni vena
  • Se il cor guerriero
  • Sorge l’irato nembo

 

Share.

About Author

L’attività musicale del Maestro Raffaele Napoli è basata sui criteri di analisi e la tecnica direttoriale derivanti dalla poetica del grande Maestro rumeno Sergiu Celibidache, del cui lascito spirituale Raffaele Napoli è l'epigono più conosciuto in Italia.

Comments are closed.