Covid: arrivano i nuovi test salivari in farmacie e supermercati

Roma, 30 luglio 2021 – Per contenere il Covid, soprattutto in questa fase di crescita dei casi giornalieri a causa della variante Delta, lo screening ed il tracciamento diffuso nella popolazione restano fondamentali per individuare precocemente le persone che sono entrate in contatto con il virus Sars-CoV-2 o che presentano sintomi che facciano pensare di aver contratto l’infezione.

Tra gli strumenti diagnostici a disposizione, ora si aggiungono i test salivari, che sono in grado di rilevare la presenza del virus all’interno del cavo orale.

La notizia di questi giorni é che i test rapidi salivari Self Test Covid sono già stati distribuiti nelle farmacie e supermercati, ad un prezzo calmierato di soli 8,90€.

Si tratta di un kit, distribuito dalla Screen Pharma, che permette di eseguire un test fai da te e di avere il risultato in appena 15 minuti.

All’interno della confezione è presente il dispositivo per effettuare il test, quello per raccogliere il campione, la soluzione tampone, i sacchi di bio sicurezza e il foglietto con le istruzioni per eseguirlo correttamente.

Con questo test viene prelevato un campione di saliva e in pochi minuti è possibile scoprire se si è entrati in contatto con il virus Sars-CoV-2.

Questa tipologia di test Covid antigeno rapido è indicato in tutte quelle situazioni in cui non è possibile effettuare tamponi antigenici.

Inoltre può essere usato per controllare i dipendenti e i lavoratori delle aziende, all’interno delle scuole, oppure per individuare la malattia negli anziani, disabili e nei bambini che frequentano asili nido.

Tuttavia, anche se l’utilizzo di questo kit salivare è particolarmente efficace per intercettare potenziali positivi, il tampone molecolare deve essere sempre eseguito, in quanto resta l’unico sistema diagnostico efficace per individuare la malattia.

Lo Screen Test Covid-19 saliva è molto utile anche per rilevare la presenza dell’infezione in persone sintomatiche, asintomatiche e pre-sintomatiche.

All’interno della saliva è presente una carica virale molto alta, soprattutto in soggetti fragili con altre patologie, che vengono colpiti dall’infezione. Per questo motivo, il campione di saliva viene considerato come un’opzione di rilevamento dell’infezione alternativa al test antigenico.

Il tampone salivare deve essere eseguito entro i primi 5 giorni in cui si presentano i sintomi. Questo può essere effettuato anche in autonomia usando i Self Test monouso, i kit fai da te di cui abbiamo parlato, acquistabili anche in farmacia.

Tra i vantaggi dei self test covid-19 salivari c’è la possibilità di effettuarli tutte le volte che si ritiene sia necessario e avere velocemente il risultato.

Poterli acquistare online e in farmacia ed eseguirli, autonomamente, consente di tenere sotto controllo il proprio stato di salute e di scongiurare un contagio dopo aver preso parte a situazioni potenzialmente pericolose e con un’elevata possibilità di esposizione al virus.

Mezzi pubblici, luoghi di lavoro, scuola, ospedali e tutte le situazioni in cui è impossibile evitare assembramenti.

I self test salivari possono contribuire a individuare tutti potenziali positivi e a ridurre la circolazione del virus.

 

ScreenPharma: https://www.screenpharma.it/

Screen Check Test Covid-19 saliva: https://www.screenpharma.it/prodotti/autotest-covid-19-saliva/

Covid: autorizzati i test salivari per la ricerca del virus di SARS-CoV-2

Roma, 20 luglio 2021 – L’ufficialità è abbastanza recente, anche se non tutti ne sono a conoscenza. Stando alle indicazioni più recenti, si autorizza l’utilizzo dei test salivari, nel momento in cui non è possibile eseguire tamponi oro-nasofaringei e per tutte quelli situazioni in cui sono richiesti screening frequenti.

Ad esempio, per motivi professionali o altro tipo, per gli anziani, i disabili e i bambini che frequentano la scuola, asili nido o campus estivi.

Viene anche sottolineato ulteriormente come il test molecolare resti l’unico sistema diagnostico efficace in termini di sensibilità e specificità per individuare la malattia.

Tuttavia, è stata dimostrata la presenza dell’infezione anche nei campioni salivari anche in soggetti asintomatici e pre-sintomatici.

All’interno della saliva è presenza una carica virale molto alta in quei pazienti con fattori di rischio gravi per Covid-19, come soggetti in età avanzata, con patologie respiratorie, cardiovascolari, oncologiche e altre patologie.

Per cui, il campione di saliva si può considerare un’opzione di rilevamento dell’infezione SARS-CoV-2, alternativa ai tamponi, da effettuare entro i primi 5 giorni dal momento in cui hanno iniziato a presentarsi i sintomi.

I test salivari Covid-19 possono essere anche effettuati autonomamente grazie ai Self Test monouso, dei kit completi di tutto ciò che serve per eseguire correttamente la procedura.

Un esempio è lo Screen Test Covid-19 Saliva di Screenpharma, disponibile anche in farmacia, pensato per individuare il nuovo coronavirus SARS-CoV-2 all’interno del fluido orale.

Il kit comprende il dispositivo per il test, quello per la raccolta del campione, la soluzione tampone, dei sacchi di bio-sicurezza e il foglietto illustrativo con le istruzioni per fare da soli il test, anche a casa. Il test da il risultato in appena 15 minuti, è quindi, ideale per tutte quelle situazioni in cui è necessario conoscere nell’immediato se una soggetto è libero dall’infezione.

Ci sono diversi vantaggi nell’utilizzare il test salivare: la raccolta della saliva è molto semplice da effettuare; il metodo non è invasivo e quindi è indicato per fare screening, sui bambini e sui lavoratori sottoposti a continui controlli.

Inoltre, non è necessaria alcuna attrezzatura speciale per effettuare la raccolta, tutto quello che serve è presente nel kit del test.

Test salivari rapidi, per chi sono consigliati

Come già evidenziato nei paragrafi precedenti, i test salivari devono rappresentare un’alternativa ai tamponi molecolari ed essere utilizzati solo in particolari situazioni.

Nel caso dei pazienti sintomatici, il test salivare va usato entro i primi cinque giorni dall’inizio dei sintomi. Per quelli asintomatici, il campione di saliva viene considerato come un’azione di rilevamento dell’infezione in caso di screening ripetuti per motivi professionali, di studio, viaggio e altro tipo.

In particolare, sono usati per fare screening su persone anziane e disabili e testing nei bambini e, in carenza di tamponi molecolari.

Alcuni studi hanno evidenziato che i test salivari in ambito scolastico sono stati uno strumento molto utile per il controllo e monitoraggio dell’infezione, grazie a una sensibilità compresa tra il 54 e il 75%.

Per maggiori informazioni su come si effettua il test salivare rimandiamo al sito internet di ScreenPharma.it all’indirizzo www.screenpharma.it/prodotti/autotest-covid-19-saliva.

 

 

 

Exit mobile version