Arriva a Portici “L’amore si muove”, il Sanremo delle diverse abilità

Napoli, 6 dicembre 2018 – Si terrà presso il Teatro Roma di Portici, lunedi 10 dicembre, ‘L’Amore si muove‘, una manifestazione di solidarietà per i ragazzi diversamente abili, giunta quest’anno alla quarta edizione. Una iniziativa solidale che è diventata un vero e proprio evento per la città di Portici, che andrà in scena al di Portici lunedì 10 dicembre.

Un evento nato dalla creatività di Alberico Lombardi, professore di sostegno dai mille talenti, molto stimato e conosciuto nella zona vesuviana per le sue molteplici attività benefiche a sostegno delle diverse abilità e per i numerosi spettacoli musicali di cui è stato protagonista.

“L’Amore si muove” raccoglie ogni anno fondi per associazioni che lavorano nel settore disabilità (in questa edizione Pestalozzi e Andare oltre onlus) ed è diventato una sorta di Sanremo delle diverse abilità.

I veri protagonisti infatti sono i ragazzi che, magistralmente guidati da Alberico, cantano, recitano, danzano e conducono lo spettacolo.

Al fianco del professore infatti a condurre ci saranno la madrina la professoressa Teresa Esposito, e due ragazze down Giuseppina Parente ed Emanuela Nuzzolese, recentemente balzata agli onori della cronaca per essere stata assunta a tempo indeterminato al Mcdonald grazie al sostegno dell’Aipd.

Ospiti speciali della serata Giulia Sauro,una brillante ragazza down di cui si sono occupati tutti i telegiornali nella scorsa primavera per la laurea con 110 e lode in scienze politiche e Federica Paganelli, affetta da atrofia muscolare spinale e protagonista di un cortometraggio che racconteranno le loro storie di vita, di forza e di coraggio.

Insieme a loro le canzoni proposte dallo stesso Alberico, dall’attrice e cantante Elisabetta D’acunzo e da Giulia Ligorio.

Spazio anche alla musica dal vivo con il piano di Piero Catiglione e la chitarra di Aniello Palomba, per un monologo teatrale della brava Gioia Miale e per la poesia del Dirigente scolastico Antonietta Castigliano.

Un ricco programma da non perdere insomma, per una serata che farà sicuramente bene ai cuori dei molti.

 

Autismo, a Casalnuovo il primo concorso di pittura per autistici

Napoli, 10 novembre 2017 – Si terrà a Casalnuovo di Napoli il primo consorso di pittura dedicato a chi è affetto da autismo.

A promuoverlo è Giovanni Nappi, già fondatore del ‘Premio Letterario Una Città Che Scrive’.

“Ci siamo ritrovati in tante scuole a promuovere il nostro concorso letterario. Poesie, racconti, e quest’anno c’era anche una sezione speciale per la dislessia. Sentivo che qualcosa mancava. Non tutti i ragazzi che avevamo di fronte avrebbero avuto la possibilità di partecipare agevolmente al concorso di scrittura” racconta Giovanni Nappi.

Non vi è dubbio che la pittura sia una forma di espressione molto compatibile con il disturbo autistico e peraltro anche molto terapeutica.

Sono certo che dipingere sia la forma più utile per consentire agli amici autistici di partecipare al nostro concorso, dando al progetto stesso la possibilità di essere davvero inclusivo” commenta Nappi riguardo la nascita del premio “Una Città Che Dipinge”.

Per i vincitori sono previsti 3 premi da 500 euro.

Per partecipare basta inviare, entro e non oltre il 20 aprile 2018, 3 foto del dipinto, da tre angolazioni diverse, via mail all’indirizzo unacittache2018@gmail.com .

 

Terremoto, “Progetto Donnaimpresa” a sostegno delle imprese femminili delle zone terremotate

Roma, 23 dicembre 2016 – Sei storie di donne, sei storie di quella piccola imprenditoria femminile italiana messa a dura prova dai traumi del terremoto che tra agosto e ottobre hanno colpito diverse aree del centro Italia.

Ristoranti, allevamenti, aziende, piccole attività locali. Queste sono le storie di Agata, Michela, Amelia, Silvia, Tamara e Valentina, che rappresentano i sei obiettivi che SKS365 Foundation ha scelto di sostenere nella loro ripartenza con il “Progetto Donnaimpresa”, in occasione del Natale 2016.

Sei storie di imprenditoria femminile vissute ogni giorno tra Accumoli, Norcia, Castelraimondo, Amatrice, Pieve Torina e Preci, sei donne che hanno deciso di rimanere nelle zone colpite dal terremoto rilanciando le proprie attività ora ferme o ripartite grazie alla loro volontà e al supporto di SKS365 Foundation. Storie di successo che seguiremo costantemente nella ripresa augurandoci che diventino presto sei storie di successo.

Una scelta precisa dettata dalla volontà di concretizzare subito, con investimenti medi di 10.000€ per attività, quel necessario sostegno alle piccole imprese che rappresentano la base del tessuto sociale nazionale.

SKS365 Foundation (www.sks365foundation.com) si impegna quotidianamente nel garantire una società più giusta e pari opportunità, il diritto di ogni bambino ad avere un’infanzia felice e spensierata, oltre che per promuovere costantemente ogni attività volta al miglioramento del livello di qualità della vita e allo sviluppo sostenibile della società moderna. Negli anni è intervenuta in Austria, Haiti, Italia e Serbia collaborando con diversi importanti partner internazionali.

 

###

 

Contatti stampa:

giogent@gmail.com

 

Foto da Wikiedia, riutlizzabile: https://it.wikipedia.org/wiki/Terremoto_del_Centro_Italia_del_2016#/media/File:2016_Amatrice_earthquake.jpg

 

Foto da Wikipedia, riutilizzabile: https://it.wikipedia.org/wiki/Terremoto_del_Centro_Italia_del_2016#/media/File:Terremoto_centro_Italia_2016_-_Rio_(Amatrice)_estrazione_di_un_sopravvissuto_(29321782115).jpg
Exit mobile version