Da Sorrento verso Sanremo 2023, con il cinema e la fotografia

 Il Sindaco di Sorrento Coppola: “Produrre nuova cultura è la mission del Premio Penisola Sorrentina”.

Roma, 14 ottobre 2022 – Si compone il parterre della 27esima edizione del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”, in programma a Sorrento il 28 e 29 ottobre prossimi.

Ad una serie di iniziative e riconoscimenti organizzati con il sostegno del Mic, Direzione generale Cinema ed Audiovisivo, e dalla Film Commission Regione Campania, si affiancherà una produzione televisiva promossa dal Comune di Sorrento nell’ambito degli eventi di punta del cartellone autunnale.

Sul palcoscenico del Teatro Tasso si succederanno attori ed artisti prestigiosi di rilevanza nazionale ed internazionale, ma anche rappresentanti di tutta la filiera delle produzioni cinematografiche.

Tra questi, per la fiction “Noi” prodotta da Cattleya (nata dalla pluripremiata serie americana “THIS IS US”), ci saranno la fotografa Jessica Guidi e l’attrice Angela Ciaburri, che nella serie tv ha interpretato il personaggio di Betta,  versione italiana di Beth,  moglie di Randall in “This is Us”, interpretata da Susan Kelechi Watson.     

Un momento speciale sarà riservato al rapporto tra la fotografia ed il cinema e sarà presentato,  in anteprima nazionale, uno speciale progetto editoriale del Premio Penisola Sorrentina, ideato dalla giornalista Viridiana Myriam Salerno:  un libro, primo ed unico nel suo genere, che analizzerà l’importanza delle produzioni cinematografiche, della lunga serialità e letterarie oggi, in Italia e soprattutto in Campania, come motore di ripartenza culturale, turistica e, dunque, economica.

La lettura di questi spunti di riflessione avverrà nel volume  in preparazione (edizioni Backstage & Stage)  attraverso le fotografie di scena della fiction NOI, scattate sul set da Jessica Guidi e le sue fotografie inedite dei luoghi di Napoli che compaiono nella fiction.

Il volume, che avrà la postfazione di Vincenzo Russolillo, farà parte delle scelte di “Writers”, la rubrica dedicata ai libri di Casa Sanremo 2023, la Casa ufficiale del Festival della Canzone italiana.

Grazie a questo libro, impaginato da Alfonso Papa, si apriranno così le porte del mondo del “Backstage”, con particolare attenzione ai luoghi, perché, soprattutto dopo la pandemia e in questo periodo mondiale così critico, è fondamentale fare conoscere a 360 gradi le bellezze paesaggistiche della  Campania ma anche quanto lavoro e quante figure professionali ci siano dietro una produzione: addetti ai lavori di grande professionalità e talento, che meritano le luci della ribalta insieme ai nomi famosi degli attori e dei registi.

Produrre nuova cultura, nel solco della tradizione, ma anche della modernità, dello sviluppo e del rilancio: è questa la mission del Premio Penisola Sorrentina. Non è per caso, infatti, che abbiamo voluto accompagnare l’edizione 2022 di questa prestigiosa rassegna con un claim dai toni inequivocabili: la cultura è il motore della rinascita”, dichiara  il Sindaco di Sorrento Massimo Coppola.

 

L’attrice Angela Ciaburri al backstage di “Noi”- FOTO DI JESSICA GUIDI

Da Sanremo parte “Grand Tour, sulle orme di Goethe”

Presentato in Liguria, durante il Festival di Sanremo, un progetto dedicato al paesaggio che proseguirà in Sicilia e in Campania sulle orme di Goethe. Protagonisti gli scatti del ragusano Giuseppe Leone, il fotografo amato da Sciascia e Sellerio.  Nell’itinerario inserita anche Procida, l’isola scelta come capitale Italiana della Cultura per il 2022…

Sanremo, 14 febbraio 2022 – È partito da Sanremo il progetto speciale “Grand Tour, sulle orme di Goethe”, prodotto da Mario Esposito per il Premio Penisola Sorrentina.

Al Palafiori di Sanremo, intervistato dal giornalista e conduttore Savino Zaba, il promotore culturale ha illustrato i temi e i contenuti di questa produzione culturale multimediale, su cui si sono accesi i riflettori di “Casa Sanremo”, la vetrina più glamour del Festival di Sanremo, grazie alla promozione curata da Viridiana Salerno.

È un ritorno in Liguria per il Premio “Penisola Sorrentina”, che nel tempo – ricordiamolo – ha avviato collaborazioni importanti con sigle prestigiose come Genova2004 Capitale Europea della Cultura, Palazzo Meridiana di Genova, Zeffirino, Accademia Ligustica solo per citarne alcune.

Questo progetto, dedicato al Grand Tour, dopo l’anteprima ligure proseguirà ora in Campania e in Sicilia e vedrà protagonista il fotografo di Ragusa Giuseppe Leone.

Diverse le azioni messe in campo ed in programma. Da un ecosistema digitale del paesaggio, a fascicoli fotografici, da una mostra immersiva ad un intero volume dedicato a luoghi suggestivi del Grand Tour: Sorrento, Pompei,  Napoli, Benevento fino a Procida, l’isola che il Ministero della Cultura ha scelto quest’anno come Capitale Italiana della Cultura.

A Sanremo l’attenzione si è appuntata al massimo sul volume “Viaggio in Campania” ( Plumelia Edizioni) che reca una introduzione critica di Concetto Prestfilippo ed una prefazione istituzionale del consigliere regionale della Campania con delega alle ITC Mario Casillo.

È  un libro fotografico, che suggella un progetto di residenza artistica, portato avanti dalla Associazione culturale Il Simposio delle Muse, con la direzione scientifica del pittore di Buonalbergo (piccolo borgo del Sannio) Peppe Leone.

Il volume costituisce una vera e propria traversata fotografica tra paesaggi, luoghi nascosti, celebri monumenti culturali della regione Campania, sulle orme dell’antico Grand Tour che vide a Napoli tra i maggiori protagonisti lo scrittore tedesco Goethe, proveniente proprio dalla Sicilia.

Ugualmente dalla Trinacria arriva ora questo fotografo, ormai ottantacinquenne, che ha attraversato tutto il Novecento e i cui lavori  si sono sviluppati a trecentosessanta gradi, con  pubblicazioni sul paesaggio, architettura, feste popolari, antropologia, moda.

Leone  ha esordito illustrando il volume di Antonino Uccello La civiltà del legno in Sicilia (Cavallotto, 1973). Da allora le sue fotografie hanno arricchito numerosi libri, cataloghi e riviste di editori italiani e stranieri. Tra le pubblicazioni più note: La Pietra vissuta con testi di Mario Giorgianni e Rosario Assunto (Sellerio, 1978); La Contea di Modica con testo di Leonardo Sciascia (Electa, 1983); L’Isola nuda con testo di Gesualdo Bufalino ( Bompiani, 1988); Il Barocco in Sicilia con testo di Vincenzo Consolo (Bompiani, 1991); Sicilia Teatro del mondo con testo di Vincenzo Consolo e Cesare De Seta (Nuova Eri, 1990); L’isola dei Siciliani con testo di Diego Mormorio (Peliti associati, 1995); Immaginario barocco con testi di Salvatore Silvano Nigro e André Chastel (Kalós, 2006); Un viaggio lungo mezzo secolo con testo di Antonino Buttitta (Kalós, 2008) Sicilia, L’isola del pensiero (Edizione Postcart 2015) ); Storia di un’amicizia (Edizione Postcart, 2015), Sicilia un paese in posa (Plumelia Edizioni, 2018). Metafore (La Nave di Teseo, 2021 – a cura di Elisabetta Sgarbi).

Molto stimolante da un punto di vista letterario ed interessantissima da un punto di vista culturale e promozionale si rivela dunque questa iniziativa che, partendo da Sanremo, si avvia ad unire – attraverso eventi ed iniziative – due regioni del sud Italia, congiunte già da antiche motivazioni storiche e artistiche, declinando un progetto di coesione attraverso i linguaggi della comunicazione tradizionale ed innovativa, offrendo  inoltre “l’opportunità – come sottolinea Rosanna Romano, direttrice generale per le politiche culturali e il turismo della Regione Campania – attraverso viaggi virtuali e digitalizzazione dei beni materiali ed immateriali di conoscere la Campania con la sua grande offerta culturale”.   

 

Distrofia muscolare: in “Tutto di me” la potenza delle parole che raccontano la vita

Achille Lauro introduce l’opera prima di Francesco Venturi, affetto da distrofia muscolare sin da piccolo, dichiarandosi perdutamente innamorato di chi ferma sui fogli i pensieri più nascosti per donarli

Roma, 21 gennaio 2022 – “Ho scelto la poesia, poiché l’unico modo per descrivere la mia vita così piena di ostacoli ed “inciampi” è quello di utilizzare il canto, una poetica che sottolinei la bellezza inusuale del mistero di questa esistenza”. Con queste parole si aprono le pagine di “Tutto di me”, l’opera prima del giovane Francesco Venturi, affetto da distrofia muscolare sin da ragazzino.

Marchigiano, classe 1999, Francesco da sempre coltiva il sogno di scrivere, perché, a suo dire, è solo attraverso l’arte della parola che ha scoperto di poter raccontare il suo posto nel mondo, prima con i testi delle canzoni rap e poi con la poesia.

Ed è così che nasce la sua prima raccolta di poesie e flussi di pensiero con i quali l’autore “butta fuori tutto sul proprio conto”; lui che si definisce a doppio cognome, il primo di sangue ed il secondo, copiato ed ingombrante, che porta il nome Duchenne, la distrofia muscolare con la quale convive da quando è piccolo e che è ha contribuito a definire ciò che è oggi e a tratteggiare la sua visione della vita.

Un universo di emozioni, dunque, introdotte con profondità dall’amico di Francesco, che è anche uno dei più noti protagonisti della scena musicale italiana, Achille Lauro.

Il talentuoso artista dalla inconfondibile poetica ha da subito sposato il progetto perché crede nella forza delle parole e sigilla così la chiusura del libro: “Sono perdutamente innamorato delle persone che fermano su fogli di carta i pensieri più nascosti per donarli al mondo, chi sogna l’irreale per poi dipingerlo, chi decide di raccontare la propria storia offrendola a chi la ascolterà”.

Sì, perché il libro è prima di tutto il dono di pensieri e stati d’animo che cambiano la prospettiva su noi stessi e sul mondo; che aprono a nuove possibilità di azione e invitano a nuove occasioni di relazione, pur nel coraggio di non nascondere la paura, la rabbia e la fatica.

Esattamente come la consapevolezza del limite fisico legato alla distrofia muscolare di Duchenne (DMD), malattia genetica rara che colpisce un bambino su 5.000 e da subito dichiarata da Francesco nel suo racconto, che apre a spazi generativi nei quali trovano casa i sogni e i progetti tutti da costruire.

Si tratta di una malattia neuromuscolare i cui segnali si manifestano già nei primi anni di vita. I bambini perdono progressivamente la capacità di deambulare e, successivamente, vedono un interessamento dei muscoli respiratori e cardiaci. Diventa allora fondamentale una presa in carico multidisciplinare per tutto il percorso di vita, esattamente come avverrà nel prossimo Centro Clinico NeMO Ancona.

La sua apertura è prevista entro la primavera, presso l’A.O.U. Ospedali Riuniti a Torrette. Quella di Ancona diventa la settima sede di un network già presente a Milano, Roma, Arenzano, Brescia, Trento e Napoli.

Ciò che rende unici i Centri NeMO è la caratteristica di avere all’interno del loro reparto ben 23 specialità cliniche che possono prendersi cura in maniera personalizzata e puntuale della persona; dal neurologo, al neuropsichiatra infantile, allo pneumologo, al nutrizionista, al fisiatra, al terapista occupazionale, allo psicologo, per citarne alcuni. Non solo, in ognuno di essi è sempre molto importante l’attenzione e la cura agli spazi personali di degenza e alle aree relax, dedicate sia agli adulti che ai bimbi. È proprio qui che, da questa settimana, sarà possibile leggere anche “Tutto di Me”.

L’ingegno poetico di Francesco sta proprio nel riuscire a muovere il lettore alla scoperta di una verità, talvolta scomoda come la vita, ma della quale non si può che rimanerne sempre estasiati e sorpresi – dichiara Alberto Fontana, presidente dei Centri Clinici NeMO – E quando il talento si fa dono per gli altri, diventa impegno per costruire una società nella quale ciascuno possa sentirsi parte integrante e risorsa di valore”.

Mettere le scarpe a un poeta è come isolarlo, diceva Alda Merini, perché i poeti camminano a piedi scalzi per lasciarsi aggredire dalle emozioni e scrivere di poesia. La giusta metafora che spiega come le parole di Francesco passeggiano a piedi nudi sul foglio di carta per addentrarsi nelle pieghe nascoste dei limiti imposti proprio dalla vita, per liberarsi poi nella passione, fino a scovare tratti di un noi che scopriamo ci somiglia.

La potenza delle parole che raccontano la vita. Questo è in fondo il dono più grande e di cui Achille Lauro ne ha colto l’essenza, condividendo il sogno di un ragazzo che da grande vuole essere uno scrittore.

E’ possibile contattare l’autore tramite la mail  francescoventuri1999@gmail.com.

Il libro “Tutto di me”, Lab edizioni, è già disponibile in tutte le librerie online, e non.

 

 

 

__________________

Ufficio Stampa Centro Clinico NeMO – Valentina Tomirotti | Cell. 333 9580672 – ufficio.stampa@centrocliniconemo.it |

Sanremo: il Maestro Vince Tempera premia i talenti emergenti

Sanremo, 6 marzo 2021 – Ritorna Sanremo NewTalent, il prestigioso concorso nazionale canoro per gli artisti emergenti provenienti da tutta Italia, in cerca di un’opportunità per farsi conoscere. Dal 2 marzo si stanno mettendo alla prova nell’hospitality del festival Casa Sanremo ben 100 artisti alla presenza del celebre Maestro Vince Tempera che quest’anno non dirige l’orchestra al Teatro Ariston, ma decide le sorti dei talenti in cerca di successo, con Sanremo Newtalent.
Il 6 marzo sarà proprio ‘Vince’ ad incoronare il vincitore assoluto.
Ciò che accomuna tutti i cantanti in gara sono le speranze, i sogni e la voglia di farsi notare nel grande panorama musicale. Ricevere un contratto con una major e scalare le classifiche resta una prerogativa di chi decide di mettersi in gioco e dimostrare il proprio talento.
I partecipanti provengono da tutte le ragioni italiane e sono reclutati da scuole di musica, concorsi minori, audizioni e talent scout. 
Il contest è ormai un successo da diversi anni, viene trasmesso sul canale SKY e, nel tempo si è costruito un buon seguito, raccogliendo ottimi ascolti e ampio consenso da tutti coloro che decidono di parteciparvi.
I vincitori della passate edizioni hanno ottenuto dei risultati interessanti  e in alcuni casi dato sprint alla loro carriera, entrando finalmente in quel mondo che gli era sempre sembrato inaccessibile.
Dopo il contest canoro c’è chi è stato prodotto da nomi importanti, chi è riuscito ad entrare nelle classifiche dei singoli più scaricati e chi ha ottenuto maggiore visibilità, anche a livello internazionale.
È evidente come Sanremo NewTalent rappresenti una vera e propria opportunità per dimostrare il proprio talento ed uscire dall’ombra. 
Possono partecipare cantanti di età compresa tra i 6 e i 60 anni, l’iscrizione alle audizioni online sono gratuite. 
Nonostante il momento difficile che stiamo vivendo dall’inizio della pandemia, il contest non si ferma, restando al fianco di tutti coloro che amano l’arte e hanno voglia di continuare a dar voce alle proprie emozioni.
In merito a questa situazione, le parole del Patron Devis Paganelli“Hanno chiuso tutto, dai locali ai sogni, alle imprese. Potevamo chiudere anche con la musica e il talento ma abbiamo deciso di dare spazio all’arte, alla sperimentazione, allo svago e alla voce di chi ha voglia di esibirsi, anche grazie alla collaborazione e al supporto di Vincenzo Russolillo, gran patron di Casa Sanremo e al diretto interessamento e impegno del grande, storico e amico Vince Tempera sempre al mio fianco”.
Quest’anno, alla direzione della fotografia, il fotografo di moda internazionale Davide Vignes, con la stretta collaborazione di Deola Godini, inviata di Star Television e, di Josephine Muto, coreografa Mediaset.
Una scelta lodevole e importante quella di Sanremo NewTalent che, in un momento di chiusura totale, decide di dare maggiore rilievo alla musica e visibilità ai talenti emergenti, utilizzando anche nuove forme di comunicazione.
Il contest prevede varie fasi. Il brano che si sceglie di presentare può essere un inedito oppure una cover. Sono accettate canzoni in italiano e in altre lingue, con o senza cori e, per il genere rap/trap, è consentito l’ utilizzo dell’auto-tune. Inoltre, per l’edizione Summer, gli artisti potranno esibirsi dal vivo anche utilizzando uno strumento musicale.
Le iscrizioni all’edizione Summer sono già aperte. L’evento si terrà nel mese di settembre a Rimini, tutti coloro che vogliono partecipare possono farlo collegandosi al sito www.sanremonewtalent.com, dal quale è possibile inviare la propria iscrizione, previa lettura del regolamento di partecipazione.

Polemiche su Sanremo: è boom per il video di Gennaro Cannavacciuolo

Sanremo, 27 gennaio 2021 – Da giorni infuria la polemica sul Festival di Sanremo. Mentre tutti i teatri rimangono chiusi, senza contare ovviamente i ristoranti, bar, palestre, insomma tutti i luoghi destinati al pubblico, c’è chi vuole a tutti i costi aprire il teatro Ariston per il Festival di Sanremo.

E se non si potrà aprire il teatro con il pubblico, verranno chiamati persino dei “figuranti speciali” a spese dei contribuenti ovviamente.

Gli organizzatori si trincerano dietro il fatto che i protocolli di sicurezza verranno rispettati, e tra le tante proteste sui social, quella dell’attore Gennaro Cannavacciuolo ha fatto il giro del web, con un video breve e molto efficace.

Questo in sintesi il discorso del video di Cannavacciuolo:

“Se l’Ariston può riaprire “in sicurezza” perché non possono farlo anche gli altri teatri?

La verità è ben altra: il Festival di Sanremo drena interessi economici colossali, per la Rai, per le case discografiche, per gli sponsors e quindi va fatto. Solo che questi interessi sono quelli di una manciata di persone, fra cui personaggi pubblici visti e rivisti negli anni che prendono cachet da capogiro spesso ingiustificati.

Non si pensa invece che attorno allo spettacolo dal vivo in Italia girano centinaia di migliaia di lavoratori e le loro famiglie, che purtroppo sono tutti a casa da un anno e rischiano di restarci ancora per parecchi mesi. Al contrario un manipolo di “stars” dell’Ariston, invece, in baffo a tutti, prenderanno in 4 giorni quello che un comune attore o musicista prende in mesi se non anni di lavoro: una triste realtà, vergognosa per principio.

Non si discute che ci possa essere sicurezza all’Ariston (come alla Scala o in altri mille teatri e cinema italiani con le precauzioni che conosciamo ormai tutti), ma è la disparità di trattamento che suscita sdegno.

Perché chi è in vista, e chi ha soldi e potere tutto può, mentre gli altri no.

Per Cannavacciuolo, vi è una sola parola sulla vicende: “Vergogna!”

Il video di Cannavacciuolo è disponibile al link https://fb.watch/3dwUojs1-4.

 

Comunicato a cura di:  A. Foti

 

 

 

 

 

Esce “93”, il nuovo videoclip degli Alan Spicy

Roma, 4 giugno 2019 – È uscito il nuovo Videoclip degli Alan Spicy dal titolo 93 e sono state pubblicate le nuove date del loro Tuttutour.

La canzone 93 ed è dedicata a tutti i bambini del mondo.
Fa parte del primo EP degli ALAN SPICY dal titolo Frammenti uscito a settembre del 2018 per Beng! Dischi / Marina Stella Label.

A novembre gli Alan Spicy hanno presentato il disco al MEI, a febbraio hanno suonato al Caliet Next Generation a Sanremo e da aprile sono entrati a far parte della NAIA, la squadra di calcio del MEI (Meeting Etichette Indipendenti), partecipando all’iniziativa benefica “We Love Rwanda“.

I loro videoclip hanno raggiunto 40mila views (“Avvolte“) e 10mila views (“Caronte“) uscendo in esclusiva rispettivamente su Distopic e su Micsu. Questo in meno di un anno dall’uscita del loro primo EP dal titolo “Frammenti“, presentato in esclusiva su 100Decibel

La band, durante la loro partecipazione all’iniziativa benefica “We Love Rwanda” organizzato dal MEI, ha descritto così il videoclip: “Traspare la purezza e l’ingenuità dei bambini, basta poco per essere felici, la felicità di un bambino è un diritto dovuto. Questo video è dedicato a loro e alla loro voglia infinita di vivere e di essere felici, nonostante alcuni non abbiano la fortuna di vivere una vita felice e serena.

Il videoclip è stato realizzato dalla band stessa in collaborazione con TT.T. Corporation, ed è raggiungibile tramite il link youtu.be/nR6_pPzlD-c.

Queste invece le date del tour degli Alan Spicy

Prossimi concerti “Tuttutour“:
01 Giugno – Colli sul Velino (RI)
22 Giugno – Ceres Day – Bar Antonietta – Ponte Crispolti (RI)
13 Luglio – Sanpietroindiefest – San Pietro (RI)
14 Luglio – Manifestazione Ciclistica – Piedicolle (RI)
19 Luglio – Fiera delle Arti e dei Mestieri – San Pietro di Poggio Bustone (RI)
21 Luglio – Cammino dell’Arte e del Gusto – Cantalice (RI)

ASCOLTA “FRAMMENTI”
(Beng! Dischi / Marina Stella Label 2018)
Spotify – https://spoti.fi/2mBvkHg
ITunes – https://apple.co/2NCYPnd
Deezer – http://bit.ly/2NA6pyZ
Google Play – http://bit.ly/2JLRwHB
Amazon Music – https://amzn.to/2zW7jnH

—–

LINK ALAN SPICY:
Facebook – facebook.com/alanspicy
Instagram – https://goo.gl/jcKuv9
Twitter – https://twitter.com/AlanSpicy

 

Link video: youtu.be/nR6_pPzlD-c

 

 

Dopo Sanremo per gli Alan Spicy il nuovo videoclip “Caronte”

Gli Alan Spicy vincono il premio “Anime di Carta” e realizzano il nuovo videoclip “Caronte”
Roma, 21 febbraio 2019 – Dopo Sanremo gli Alan Spicy fanno uscire il nuovo videoclip “Caronte”. Freschi della loro esibizione  per il Caliel Next Generation, che li ha portati a suonare nella Città dei Fiori proprio durante il Festival della Canzone Italiana, esce il loro nuovo videoclip “Caronte”, realizzato da Emanuela Petroni e Ciadd News con il premio messo in palio dal concorso Anime di Carta.
Così gli Alan Spicy presentano “Caronte”:
Il testo della canzone nasce tra le corsie di un ospedale, Rocco (il cantante batterista-in-piedi), chiacchierando con una signora di 90 anni tra le corsie del pronto soccorso, vede la stessa voglia di vivere attraverso gli occhi di quella nonnina. Caronte vuol essere per questo un inno alla vita, malata, distorta, sconquassata, ma pur sempre vita.
“Caronte” è uscito in anteprima esclusiva sul portale Micsu con annessa una bellissima intervista alla bandhttp://bit.ly/2EinSdN.
Nei 6 brani dell’EP “Frammenti“, gli Alan affrontano in maniera diretta una storia che accomuna tutti noi, ovvero il tempo inesorabile che prosegue la sua corsa e che ci fa capire quanto ogni momento sia prezioso. Nell’album traspare la ruvidezza delle emozioni, la spensieratezza di quando siamo piccoli e di come tutto, crescendo, ci sfugge di mano, la voglia di correre per assaporare la vita in ogni sua sfaccettatura con la consapevolezza che potremmo perdere tutto in un attimo, ma anche con la semplicità nell’amare tutto ciò che ci circonda.
Il disco, registrato e mixato presso SlamStudio di Rieti, è uscito in anteprima su 100Decibel e il primo videoclip “Avvolte” su Distopic.
Gli Alan Spicy sono una band di Poggio Bustone (RI), paese natale di Lucio Battisti.
Da quando è uscito il loro disco d’esordio “Frammenti” a luglio 2018 per Beng! Dischi e Marina Stella Label, non sono rimasti con le mani in mano.
Hanno iniziato a farsi conoscere e amare dal pubblico che li segue durante le trasferte del loro “Tuttutour” e dalle riviste di settore ricevendo molte recensioni positive e interviste radio/tv.
La band, formata da Rocco Moscatiello alla Voce e Batteria in piedi; Michele Santori alla Chitarra Elettrica e Controcanti e
Daniele Stazi al Basso Elettrico, terrà il prossimo concerto il 31 marzo prossimo presso il Fuksia di Roma.
Per seguire gli Alan Spicy su Facebook l’indirizzo è www.facebook.com/alanspicy,  su Instagram l’indirizzo è www.instagram.com/alanspicyband, mentre su Twitter l’indirizzo del profilo è https://twitter.com/AlanSpicy.
Ascolta “FRAMMENTI” in streaming:
(Beng! Dischi / Marina Stella Label 2018)

Spotify – https://spoti.fi/2mBvkHg
ITunes – https://apple.co/2NCYPnd
Deezer – http://bit.ly/2NA6pyZ
Google Play – http://bit.ly/2JLRwHB
Amazon Music – https://amzn.to/2zW7jnH

 

###
CONTATTI UFFICIO STAMPA:
Email: pressbeng@gmail.com
Email – press@lafamedischi.com

Beng! Press su Facebook: www.facebook.com/pressbeng

LFD Press all’indirizzo www.facebook.com/lfdpress

A Casa Sanremo Tour 2018 arriva il tutor Gaetano Berardinelli

Sanremo, 6 giugno 2018 – Il giovane imprenditore Gaetano Berardinelli, amministratore delegato della Berardinelli & Co., sarà uno dei protagonisti come tutor artistico per la prossima edizione del tour musicale più ambito d’Italia. A darne notizia è un post pubblicato sulla pagina ufficiale Facebook di Casa Sanremo Tour.

Berardinelli è un nome già noto al mondo dello spettacolo e ultimamente ha fatto parlare di sè dopo un matrimonio di soli 3 mesi con la protagonista siciliana della trasmissione televisiva ‘Uomini e Donne’ di Maria De Filippi.

Da quello che si apprende in rete, Berardinelli passa dal gossip di un matrimonio festeggiato in due città diverse e criticato coper essereme il più costoso dell’anno 2016, ad una realtà imprenditoriale che oggi lo vede impegnato nel mondo del marketing e della comunicazione tra i top ten italiani grazie ad una etichetta discografica nel Regno Unito.

L’imprenditore italiano in questo nuovo ruolo offrirà la possibilità a tanti giovani che vogliono farsi strada nel mondo della musica di essere protagonista della settimana del noto Festival della canzone Italiana e porsi all’attenzione delle migliori case discografiche.

Il tour, già iniziato, vedrà le prime tappe a luglio 2018 e gli interessati potranno registrarsi sul sito ufficiale di Casa Sanremo all’indirizzo www.casasanremo.it/casa-sanremo-tour-2018 utilizzando un codice tutor dedicato per partecipare alle selezioni ufficiali che da sempre sono il trampolino di lancio dei migliori artisti italiani.

Per maggiori informazioni è possibile seguire la pagina Facebook di “Casa Sanremo Tour” all’indirizzo www.facebook.com/casasanremotour.

 

 

Ritorna Johnson Righeira di ‘L’estate sta finendo’ con il nuovo brano ‘Calippo’ dei iPesci

Negli ultimi giorni sta facendo il giro del mondo la notizia di “L’estate sta finendo” dei Righeira, che ha ritrovato una seconda vita nei cori dei tifosi del Liverpool negli stadi inglesi.

Dal New York Times a Rolling Stones, il nome dei Righeira è ritornato nel mirino dei media internazionali e dopo i grandi successi come L’estate sta finendo, Vamos a la playa, No tengo dinero etc, Johnson Righeira ha annunciato di voler ripartire grazie ad un nuovo singolo estivo de iPesci, gruppo emergente torinese che vede come punti di riferimento musicali gli Skiantos e gli stessi Righeira, per l’etichetta indipendente H3llo.

Nel videoclip ufficiale di “Calippo“, il titolo del nuovo singolo de iPesci in uscita il 15 giugno su Spotify, iTunes e in tutti i digital store, presente lo stesso Johnson Righeira che sembra ancora quello degli anni 80.

 

 

 

 

Stefano Righi (Johnson Righeira) e Alessandro Diaferio (Pape dei iPesci)

 

Disponibile dal 15 Giugno su Spotify, iTunes e in tutti i digital store.
Exit mobile version