Salute: cos’è Spirulina, la microalga naturale che dona benefici record alla nostra salute

Salerno, 9 ottobre 2019 – Si coltiva in Italia, e precisamente ad Acciaroli, una piccola frazione di Pollica (SA), quello che è stato definito il cibo del futuro, ovvero la Spirulina, un alimento vegetale altamente efficace, dal potere energizzante e ricco di tantissime proprietà.

Che cos’è la Spirulina

La Spirulina non è un’alga ma un cianobatterio. Negli ultimi anni in tutto il mondo sta crescendo molto il suo uso, e anche se non sostituisce il pasto consente di aggiungere un concentrato di nutrienti agli alimenti. La Spirulina può essere utilizzata infatti in tanti modi, come aggiunta al succo di frutta, all’insalata, allo yogurt, o alle salse e zuppe.

Viene prodotta nell’azienda AlghePAM fondata nel 2014 dal biologo Edoardo Leggieri, e a ottobre 2016 è iniziata la sua commercializzazione. La produzione di Spirulina è semplice e complicata allo stesso tempo. È semplice grazie ai  fotobioreattori che consentono un controllo preciso della coltura, ed è complicata perché richiede molta pazienza e una  supervisione continua.

La produzione effettiva avviene per circa 9 mesi, raggiunge l’apice durante i mesi caldi e rallenta durante quelli freddi freddi. Al mattino presto viene effettuato il raccolto all’interno di opportuni filtri a maglia stretta ottenendo una pasta verde, che viene  pressata  ed infine trafilata in sottili spaghetti per velocizzare l’essiccazione che avviene a basse temperature.

Le caratteristiche della Spirulina

La spirulina rappresenta una delle forme di vita più antiche sulla terra, gli aztechi la usavano già ed anche le tribù che vivevano intorno al lago Ciad dove questa microalga cresce in modo naturale. Queste tribù non hanno mai conosciuto carenza di cibo proprio grazie alla Spirulina perché questa  è una straordinaria risorsa alimentare essendo ricca di numerosi macro e micro nutrienti.

La spirulina è infatti ricca di proteine  dall’alto valore biologico, amminoacidi essenziali, vitamine (B, E e H), minerali e lipidi, e  rappresenta  un potente integratore naturale. I “suoi” numeri sono davvero sorprendenti, la spirulina contiene infatti: 35 volte più ferro degli spinaci, 30 volte più betacarotene delle carote, 5 volte più calcio del latte e 40 volte più proteine del tofu.

I benefici

I benefici nutrizionali della Spirulina sono tanti:

  • rafforza il sistema immunitario;
  • possiede proprietà energizzanti;
  • ha proprietà dimagranti – grazie alla presenza della fenilalanina, un amminoacido che funge da soppressore dell’appetito, riduce il senso di fame agendo sul sistema nervoso;
  • possiede funzioni ipolipemica  poichériduce l’assorbimento di grassi da parte del sangue, grazie alla presenza dell’acido essenziale omega 3, in grado di incrementare  colesterolo “buono”;
  • possiede proprietà antinfiammatoria, antivirale e antimicrobica  grazie alla presenza dell’acido linoleico;
  • ha proprietà detox;
  • migliora l’aspetto dei capelli rendendoli vitali, luminosi e rinforzandoli;
  • contrasta il fastidioso inestetismo dell’acne grazie all’elevata concentrazione di Vitamina A;
  • è ottimo drenante perciò può essere un’ottima alleata contro la cellulite;

Come avviene la cultura

In Italia la Spirulina è coltivata dal biologo Edoardo Leggieri, e la sua scelta di coltivarla ad Acciaroli è stata motivata sia dal microclima locale ideale che assicura un tempo asciutto e sia dalla lontananza dai centri urbani e fonti di inquinamento. Sedotto dal paese da quando era piccolo il dott. Leggieri ha iniziato quest’avventura costruendo un impianto di produzione  innovativa ed avanzata basata sull’uso di fotobioreattori, cilindri chiusi pieni di acqua dolce definiscono l’ambiente per la cultura delle alghe.

L’acqua, opportunamente ossigenata, assume, nel corso del trattamento, gradazioni sempre più intense di color verde che diventa così la guida per la buona crescita della cultura e la garanzia della sua qualità.

Chi può usarla

La Spirulina è ideale per tutta la famiglia. Può essere assunta da chi pratica sport, da chi viaggia, dai bambini, dagli anziani, durante  la gravidanza e l’allattamento, aiuta chi lavora , chi studia e  chi segue una dieta vegetariane o vegana.

Dove comprare la Spirulina

È possibile acquistare la spirulina, che viene spedita in tutta Italia, direttamente dal produttore AlghePAM situata nel Cilento, ad Acciaroli in provincia di Salerno, tramite il sito internet www.alghepam.bio dove è possibile comprare la spirulina sia in forma di spaghettini frantumati e sia in polvere.

La quantità sufficiente, consigliata per ottenere tutti i benefici dell’alga, è di 1 cucchiaino di caffè al giorno per un adulto.

 

###

 

Contatti Stampa:

Dott.Edoardo Leggieri

Cerza Longa snc 84068 Acciaroli – Pollica (SA)

info@alghepam.bio

\

Spirulina: il super alimento in produzione ad Acciaroli, in uno stabilimento all’avanguardia

Salerno, 8 luglio 2019 – La NASA l’ ha adottata come cibo per gli astronauti, l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’ha definita l’alimento più completo al mondo, il  Dipartimento  dell’Agricoltura degli Stati Uniti d’America (USDA) l’ha inquadrata come l’alimento del futuro.

Di quale “superfood” stiamo parlando?

Parliamo della spirulina, una microalga verde-azzurra di acqua dolce che viene considerata un elisir di lunga vita possedendo straordinarie proprietà benefiche per la salute dell’uomo.

Un super alimento che contiene dal 51% al 71% di proteine, comprendente tutti gli amminoacidi essenziali oltre a vitamine B1 (tiamina), B2 (riboflavina), B3 (nicotinamide), B6 (piridossina), B9 (acido folico), vitamina C, vitamina D, vitamina A e la vitamina E. La spirulina è inoltre una fonte di potassio, calcio, cromo, rame, ferro, magnesio, manganese, fosforo, selenio, sodio e zinco.

Un’alga speciale, che cresce rapidamente e ha bisogno di 20 volte meno spazio usato per la produzione di soia e 200 volte meno della produzione di carne bovina. In condizioni ottimali la spirulina può raddoppiare la sua biomassa ogni 2-5 giorni.  Possiamo così avere un grande impatto positivo su due fronti: sul piano ambientale e sulla salute umana.

Nella produzione di questo super alimento l’Italia sta facendo la sua parte, in particolare il sud del Paese, grazie allo stabilimento della AlghePAM, nei pressi di Acciaroli, in provincia di Salerno, che coltiva la spirulina, che consente di avere un impatto positivo sull’ambiente e sulla salute dell’uomo.

LA AlghePAM è una startup innovativa che produce microalghe, contribuendo all’ecosostenibilità visto che la coltivazione della spirulina consente di avere un impatto positivo sull’ambiente in quanto per ogni kg di biomassa prodotta quasi 2 kg di CO2 viene catturata dall’atmosfera, riducendo i gas che causano il surriscaldamento della terra.

Una felice realtà nata dalla passione, dal coraggio e dalla professionalità del dott .Edoardo Leggieri, biologo marino. Alle conoscenze scientifiche e alle capacità tecniche in suo possesso si deve la realizzazione e la conduzione dell’ impianto di produzione della spirulina.

L’azienda si caratterizza per le innovazioni apportate al sistema produttivo considerato il più affidabile del settore: quello basato sull’uso dei fotobioreattori, un sistema “chiuso” che consente di massimizzare la qualità e la purezza della spirulina. Esso costituisce una valida alternativa al sistema tradizionale “aperto” basato sull’uso di vasche “open pound”

I fotobioreattori consentono di produrre biomasse di qualità elevata. La coltura è protetta al 100%  da elementi nocivi dell’ambiente come impurità e contaminazioni. Lo spazio necessario per l’installazione dei fotobioreattori richiede fino a 20 volte in meno rispetto al sistema “aperto” in quanto l’impianto si sviluppa verticalmente e non orizzontalmente. Inoltre il sistema consente di annullare completamente l’effetto evaporazione e quindi ulteriore risparmio idrico di circa il 20% in meno rispetto il sistema aperto. Infine l’acqua, una volta depauperata dai nutrienti per l’accrescimento della spirulina, viene riutilizzata per irrigare le piante circostanti all’azienda.

Il sistema a “vasche” invece è facilmente influenzabile dall’ambiente e quindi da possibili contaminazioni poiché  non hanno una protezione dall’ambiente esterno. Anche se il biologico in Italia impone che le vasche vengano costruite all’interno di serre una possibile contaminazione è sempre possibile o  dal trasporto di polveri, sostanze chimiche dannose, insetti ed animali o da un errore umano.

I fotobioreattori offrono la possibilità di annullare questi eventi consentendo la produzione di una spirulina della miglior qualità e purezza.

La storia della Alghe PAM inizia quando il suo fondatore, ricco delle esperienze maturate nelle ricerche condotte presso l’Università di Napoli in occasione di esami e della tesi di laurea, iniziò i primi test nel 2013 dopo aver acquistato un inoculo di 100ml da una banca di ceppi. Oggi il ceppo si è perfettamente adattato alle condizioni climatiche della zona e in condizioni ottimali si riproduce di circa il 25% ogni giorno.  L’azienda sin dall’inizio ha puntato sulla qualità e per i motivi prima indicati è stato scelto il sistema a fotobioreattori.

Grande attenzione il dott. Leggieri rivolge alla qualità del prodotto controllando quotidianamente la coltura affinché i valori nutrizionali siano sempre ottimali, e la qualità del prodotto sia al massimo.

L’acqua utilizzata per la produzione è potabile, quindi priva di ogni tipo di contaminante, il sito di produzione di Acciaroli, in provincia di Salerno, è molto lontana da insediamenti urbani e industriali e costantemente ogni lotto prodotto viene analizzato al fine di verificarne la bontà. I lotti di produzione vengono sottoposti ad analisi microbiologiche e da metalli pesanti e vengono effettuati da laboratori accreditati dal Ministero della Salute.

Il gorgogliamento delle bolle all’interno dei fotobioreattori consente un mescolamento”dolce” che non danneggia i filamenti di spirulina. Quando la concentrazione di spirulina raggiunge la giusta densità avvengono le seguenti fasi: Prima avviene la “raccolta” che si sviluppa  all’interno di un filtro e viene eseguito con regolarità. Poi segue la “pressatura” che fa fuoriuscire il mezzo di coltura. Poi avviene l’”estrusione” che consente di trafilare la biomassa in sottili spaghettini ed infine segue la  “disidratazione” a 40 gradi che consente agli “spaghettini” il mantenimento delle proprietà nutrizionali. La spirulina essiccata viene quindi confezionata lo stesso giorno in sacchetti per preservare il più possibile le sue preziose vitamine e antiossidanti.

Per ulteriori informazioni sulla produzione della spirulina è a disposizione il sito internet www.alghepam.bio.

 

 

 

Contatti:

Dott.Edoardo Leggieri

Cerza Longa snc 84068 Acciaroli – Pollica (SA)

info @ alghepam.bio

https://www.facebook.com/spirulina.pam

 

Aperto nel Cilento il primo impianto italiano di microalghe del centro sud

Salerno, 6 ottobre 2016 – Nasce nel cuore del Cilento (Acciaroli – Salerno) il primo impianto italiano di produzione di microalghe tra cui la Spirulina, la microalga verde-blu considerata un super alimento grazie ai suoi straordinari effetti benefici sulla salute dell’uomo.

L’impianto è opera della PAM (Produzione Alghe Micro), azienda fondata grazie alla forte passione e curiosità per il mondo delle microalghe e della loro applicazione da parte del biologo marino, il Dott. Edoardo Leggieri, .

Il primo prodotto commercializzato dall’azienda è la Spirulina, uno degli alimenti più studiati al mondo, che se consumata regolarmente produce straordinari effetti benefici sulla salute comprovati scientificamente.

La coltivazione della spirulina PAM è caratterizzata dall’uso dei fotobioreattori, la tecnologia più avanzata e sicura rispetto ai metodi tradizionali in uso, che permettono di ottenere un prodotto puro e naturale al 100%, di provenienza totalmente italiana.

Da qualche giorno è online l’ecommerce ufficiale dello stabilimento all’indirizzo www.alghepam.bio che permette l’acquisto online della Spirulina direttamente dallo stabilimento di produzione del Cilento.

Il negozio online garantisce, nell’acquisto della Spirulina, sia un risparmio di tempo che la certezza di ricevere un prodotto italiano che eviti i rischi dei prodotti dubbi ed anonimi di provenienza estera.

Sul sito sono disponibili anche ricette, news, consigli sull’uso della spirulina e indicazioni sul grande ed affascinante mondo delle micro alghe.

Per ulteriori approfondimenti sugli straordinari effetti benefici delle microalghe e della Spirulina si può visitare il sito internet www.alghepam.bio.

###

Contatto stampa:

stefania.pr@outlook.it

Produzione algale (foto utilizzabile solo a corredo della presente notizia)

 

Arriva “Bufala punto Eat”, il franchising italiano dello street food

Roma, 27 luglio 2016 – Si chiama Bufala Punto Eat ed è il primo innovativo progetto di street food italiano in franchising. Una catena che vuole essere un nuovo modo, destrutturato e social, per costruirsi una propria professione nell’ambito del food fresco e di qualità.

Bufala Punto Eat mette infatti a disposizione di tutti i Foodies che vogliano intraprendere questa nuova attività i freschissimi e deliziosi prodotti provenienti dal Cilento, una zona montuosa della Campania in provincia di Salerno, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, ed un allegro Ape Car personalizzato per portarli in giro per la città, proprio dove si trovano i clienti desiderosi di gustarli.

Le specialità offerte da Bufala Punto Eat, tutte provenienti dal ricco territorio del Cilento, sono sfiziosi stuzzichini con bocconcini di mozzarella, delicata bresaola, formaggio stagionato, tutti rigorosamente di bufala, accompagnati da Vini IGT e birre artigianali provenienti dalle terre del Cilento, selezionati in abbinamento ai prodotti proposti.

Dulcis in fundo, il delicatissimo yogurt di bufala con frutta fresca.

IL FRANCHISING

Ai partner, Bufala Punto Eat offre la fornitura costante dei prodotti, e la riconoscibilissima Ape Car brandizzata Bufala Punto Eat, totalmente attrezzata con: banco frigo, affettatrice, forno a microonde, e registratore completo dotato di tablet.

Ogni Ape Car avrà la propria ed esclusiva area geografica di vendita e, di conseguenza, la possibilità di aprire eventuali collaborazioni con ristoratori e commercianti.

Un’opportunità concreta per chi sogna un lavoro in piena libertà, gestendo da sè orari e impegni, stando all’aria aperta circondati da freschi e sfiziosi prodotti naturali ed ottenendo sin da subito buoni profitti.

I COSTI

Per cominciare a lavorare non c’è bisogno di impegnare ingenti somme di denaro come accade di solito per l’apertura di una qualsiasi altra nuova attività commerciale: bastano solo 5.000 euro per entrare in questo agile franchising e sperimentare così, in prima persona, se quella di Bufala Punto Eat è l’attività che fa per noi.

Per altre informazioni sull’attività si può visionare il video “How to be a franchisee” al link https://vimeo.com/165002509, si può chiamare allo 06 809 1921 o visitare i siti internet www.italyslowgood.it e www.italypuntoeat.it.

 

 

###

 

Exit mobile version