Il duo lirico De Maio & Lupoli dà vita a “Anche quando non vuoi”

Napoli, 19 febbraio 2019 – La nota coppia della lirica partenopea, artisti del Teatro San Carlo, il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, hanno dato vita ad un nuovo brano lirico pop, ‘Anche quando non vuoi’.
Il brano è stato scritto per le loro voci da Paolo Audino, già autore per Bocelli, Mina e Minghi, e da Nando Misuraca per la musica, con un videoclip girato tra alcune delle più belle location storiche della città di Napoli.
I 2 artisti con questo ultimo progetto portano avanti la diffusione, la promozione e la conoscenza della lirica e del bel canto,   nell’ambito della storica associazione culturale ‘Noi per Napoli’, della quale sono fautori e rappresentanti, reduci da vari e molteplici successi dei loro spettacoli e concerti nei maggiori siti storici e teatri di Napoli, come il Concerto di Capodanno e Luoghi Storici & Musica.

Il nuovo brano parla dell’amore a tutto tondo, ed in particolare amore per la musica lirica e classica, tradotto nel linguaggio lirico pop, tale da far appassionare a questo genere tutti coloro che non lo conosco, giovani e meno giovani, o che non hanno mai avuto esperienza di ascolto per apprezzarne la bellezza e la ricchezza.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il nuovo tributo-omaggio agli ‘Alunni del Sole’, con una brillante e frizzante cover del brano Un’altra poesia del loro fondatore, pianista e compositore Paolo Morelli, arrangiato ed accompagnato dal M° Elisabetta Serio, nota pianista e musicista di Pino Daniele. Il tutto nel segno sempre di una liricità del bel canto partenopeo ed italiano che essi rappresentano e portano avanti.

I 2 artisti uniscono, esprimono e trasferiscono sempre nei loro progetti artistici l’amore e la passione per la propria città di origine e le radici della loro appartenenza culturale e formativa, con un lungo e prestigioso curriculum professionale di livello internazionale.

La loro carriera, spesso ripresa da stampa e tv nazionali, è costellata da progetti di solidarietà e sociali, e spesso destinano parte del ricavato dei loro eventi ad una delle principali mense dei senzatetto della città.

Arte, cultura, solidarietà si fondono nel rispetto sempre della tradizione e del rigore della loro professione di artisti ed ambasciatori dell’opera lirica e del bel canto e testimoni di un genere che racchiude un immenso ed immortale patrimonio culturale ed educativo.

Il nuovo brano del duo è disponibile su Youtube al link www.youtube.com/watch?v=Sjh5Qge0x20 ed è ascoltabile su Spotify al link https://open.spotify.com/album/5bKz1JpgCqiv250oPTh1GF?si=RtTR8IquTWOH5Sm0FiZNuw.

È possibile infine seguire gli artisti tramite questi canali social:

www.youtube.com/user/LucaLupoliTenore

www.facebook.com/AssociazioneNoiPerNapoli/

www.facebook.com/Olga-De-Maio-Luca-Lupoli-259291357851799/

Sito internet: www.noipernapoli.it

 

Poster YouTube

    Link Youtube www.youtube.com/watch?v=Sjh5Qge0x20

Link Spotify: https://open.spotify.com/album/5bKz1JpgCqiv250oPTh1GF?si=RtTR8IquTWOH5Sm0FiZNuw

 

 

 

Olga De Maio soprano e Luca Lupoli tenore

 

 

###

 

Contatti stampa:

noipernapoliart@gmail.com

 

 

A Roma la serata evento del tenore Mazzocchetti, per i 20 anni di carriera

Il tenore Piero Mazzocchetti festeggia i suoi 20 anni di carriera e successi alla Sala Umberto di Roma

Roma, 11 febbraio 2019 – Il prossimo 8 Aprile, il tenore abruzzese Piero Mazzocchetti, apprezzato in tutto il mondo per la sua  camaleontica voce pop lirica, dopo i successi ottenuti in Canada, Stati uniti, Germania e Cina, presenta nella prestigiosa Sala Umberto di Roma, il suo concerto “Amara Terra Mia”.

Sarà una bellissima occasione per festeggiare i suoi 20 anni di fortunata carriera artistica partita dalla Germania proprio l’ 8 aprile del 1999.

Il Maestro farà vivere un viaggio musicale dagli anni 30 ai giorni d’oggi, alternando atmosfere classiche, pop  e sonorità jazz e swing americano.

Sarà una serata piena di colpi di scena, musica e danza, con un  vasto repertorio, che spazia da pezzi indimenticabili come “Parlami d’amore Mariù” a brani contemporanei. Da Dean Martin a Domenico Modugno, da  Frank Sinatra a Renato Zero,  da Renato Carosone a Lucio Dalla. Non mancheranno omaggi alla canzone napoletana e brani dello stesso Mazzocchetti, come “Schiavo d’amore”, con cui il tenore ha conquistato il terzo posto al Festival di Sanremo nel 2007.

Ad accompagnare Mazzocchetti sul palco una band composta dai musicisti Roberto Desiderio, Gabriele Pesaresi, Pierluigi Santullo, Francesco Mammola. Ospite d’onore la coreografa Grazia Cundari, il ballerino Federico Pisano  e il corpo di ballo del Terzo Millennium di Manolo Casalino, oltre ad altri artisti emergenti proposti dalla Crossover Accademy, la scuola di canto diretta dal Maestro.

L’evento è organizzato da Marco De Antoniis per la Crossover Accademy.

“Sarà un concerto trasversale, un percorso attraverso la musica leggera, il crossover, la lirica», racconta il tenore. «Ci saranno anche delle novità, legate all’esperienza di Tale e Quale Show. Con la partecipazione al programma ho voluto dimostrare di essere un artista trasversale, oltre a sfatare il mito che un tenore proponesse soltanto un repertorio classico e fosse solo per coloro che amano la lirica».

Per maggiori informazioni sulla serata evento si può visitare il sito internet www.salaumberto.com.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

È boom di visitatori per Cremona Musica 2018

Termina con un grande successo la terza, con un aumento dei visitatori rispetto allo scorso anno, l’ultima giornata di Cremona Musica, che si conferma come un punto d’incontro unico del mercato, ancora in crescita, degli strumenti musicali. Nell’ultima giornata consegnati altri tre Cremona Musica Awards.

Cremona, 1 ottobre 2018 – Cala il sipario sull’edizione 2018 di Cremona Musica, la più importante fiera al mondo per gli strumenti musicali d’alto artigianato, che ha fatto registrare un aumento di visitatori rispetto allo scorso anno. Nei giorni di fiera i corridoi dei padiglioni sono stati percorsi da diverse migliaia di visitatori, provenienti da tutto il mondo, accorsi per conoscere il meglio della liuteria cremonese e internazionale.

La fiera cremonese si conferma così un pilastro per il mercato degli strumenti musicali, un mercato in crescita, come testimoniano i dati dell’Osservatorio 2018, il report presentato in anteprima oggi proprio a Cremona Musica, e realizzato da Dismamusica in collaborazione con l’Università Cattolica di Milano e la Camera di Commercio di Cremona.

Lo scopo di Cremona Musica è non solo quello di celebrare la grande tradizione musicale della città, ma soprattutto quello di creare un punto d’incontro per tutto il mondo di appassionati e addetti ai lavori, dai musicisti ai media, dai produttori di strumenti ai buyer, dagli istituti di alta formazione agli studenti.

Così si creano opportunità di sviluppo e si aiuta a crescere un settore che non solo rappresenta un pezzo fondamentale del nostro patrimonio culturale e artistico, ma che produce anche un fatturato di oltre mezzo miliardo di euro solo in Italia. Anche da questo punto di vista Cremona Musica ha ampiamente realizzato la propria missione.

L’edizione 2018 ha visto fra le sue novità più apprezzate anche la nuova disposizione delle aree espositive: Piano Experience è stato riorganizzato dedicando ad ogni produttore una sala indipendente, in modo da garantire una migliore qualità dell’ascolto. In questo modo è stato possibile accogliere più comodamente gli espositori e gli eventi di Mondomusica (archi), Cremona Winds (fiati), Acoustic Guitar Show (chitarre), e Accordion Show, il nuovo spazio dedicato alle fisarmoniche, che quest’anno ha portato a Cremona i migliori strumenti dei musei di Castelfidardo e Stradella, centri di eccellenza a livello internazionale, affermandosi come punto di riferimento fieristico del settore.

Nell’ultima giornata di Cremona Musica si sono tenute le ultime premiazioni dei Cremona Musica Awards, con il liutaio di chitarre tedesco Hermann Hauser III che la mattina ha ricevuto il riconoscimento nella categoria “liuteria”, mentre in chiusura della fiera sono stati premiati Giya Kancheli, nella categoria composizione, e Valery Gergiev, nella categoria performance – direzione d’orchestra.

Il direttore d’orchestra russo, che non è riuscito ad essere presente a causa di un problema dell’ultima ora, ha salutato il pubblico in sala con un video-messaggio in cui ringrazia l’organizzazione e promette che verrà presto ad esibirsi a Cremona.

Alessandro Stella e George Vatchnadze hanno omaggiato l’opera di Kancheli suonando otto delle sue “Miniature” per pianoforte solo.

Il compositore georgiano ha poi ringraziato il pubblico e ha raccontato un aneddoto della sua vita, legato all’Italia e alla sua tradizione musicale: “Ricordo che 25-30 anni fa incontrai a Tbilisi lo sceneggiatore Tonino Guerra, e gli consegnai i vinili della mia quarta e quinta Sinfonia e gli chiesi di bruciarli e spargerne le ceneri sulla tomba di Nino Rota. Sono felice di essere in questo paese incredibile e in una città così straordinaria”.

Come nei primi due giorni di fiera, anche oggi Cremona Musica ha ospitato numerosi eventi dal vivo, come i recital dei pianisti Vovka Ashkenazy, Giovanni Bellucci, Vanessa Benelli Mosell, Louis Lortie, Alvaro Siviero, George Vatchnadze e del The Pianos Trio. Molti anche i concerti dedicati al mondo dei fiati, con il cornista Nilo Caracristi, il clarinettista Piero Vincenti e il flautista Francesco Loi, oltre alla seconda giornata della rassegna bandistica, novità di questa edizione.

Il giardino di Cremona Musica è stato animato da Corde & Voci d’Autore, una rassegna per cantautori-chitarristi che ha visto durante la mattinata alternarsi sul palco alcuni dei più promettenti artisti emergenti, mentre nel pomeriggio sono stati protagonisti musicisti affermati del calibro di Mirkoeilcane, Andrea Rivera, Luigi “Grechi” De Gregori, Marco Pandolfi e Andrea Tarquini. Molta musica dal vivo anche nell’Accordion Show, dove Riccardo Tesi si è esibito all’organetto durante la presentazione della biografia a lui dedicata, dal titolo “Una vita a bottoni”.

L’edizione 2018 di Cremona Musica ha accolto 320 espositori da tutto il mondo (il 52% dall’estero), che hanno riempito i padiglioni con oltre 5000 prodotti, e più di 160 eventi che si sono svolti nei tre giorni che hanno portato a Cremona circa 400 artisti.

 

 

Alcune foto dell’edizione 2018 sono scaricabili dal seguente link: https://drive.google.com/open?id=1-bR2iwaS6tvgG32oTr4_Rh_p8wxEeNeq

 

###

 

Per ulteriori informazioni:

Francesco Cianfanelli

Addetto stampa Cremona Musica International Exhibitions and Festival

+39 3287698779

cianfanelli.cremona@gmail.com

Musica: la pianista italiana Olivia Belli sbanca Spotify con 4 milioni di streaming

Roma, 1 ottobre 2018 – Ha raccolto oltre 4 milioni di streaming su Spotify, ed è la più promettente pianista italiana del momento. Lei si chiama Olivia Belli, è una pianista e compositrice, ed è il nuovo fenomeno della musica italiana che pubblica brani con regolarità fin dal 2016.

Negli ultimi due anni le tracks di Olivia sono state scelte per le playlist ufficiali di Starbucks, Spotify e Digster e altre sono state trasmesse da importanti emittenti radio di tutto il mondo, tra cui Classic FM (UK), Radio France e Cincinnati FM.

E’ apparsa su Odeon TV e Sky Boutique e i suoi lavori sono stati recensiti tra gli altri da Piano and Coffee, YesnoMusic, Withguitars e Velvmagazine.

Ora Olivia sta per surclassare i risultati finora raggiunti ed a compimento del suo percorso ha composto un nuovo album, “Where Night Never Comes”, che uscirà il 19 ottobre prossimo, ultimo di una lunga serie di acclamate registrazioni.

I fan di artisti quali Ludovico Einaudi, Joep Beving e Max Richter potranno apprezzare lo stile neoclassico delle 16 piano songs originali che compongono “Where Night Never Comes”.

Dice lei stessa dell’album:

“Where Night Never Comes è un luogo della memoria. Parla della mia vita, delle mie passioni, dei miei interessi; racconta dei miei luoghi e dei miei cari. E’ la colonna sonora della mia quotidianità: una collezione di piccole e grandi cose che mi hanno emozionato e lasciato una traccia in me. Tutte insieme simboleggiano il mio giorno ideale. Un giorno che tutti noi a volte viviamo, un giorno che vorremmo non finisse mai”.

Olivia Belli infonde in quest’album, come in tutta la sua musica, uno speciale senso di femminilità, toccando le corde più intime e segrete dell’emozione, aspirando a tradurre in musica l’unicità del mondo femminile.

E a guardare i risultati precedenti “Where Night Never Comes” farà parlare sicuramente di sé, almeno quanto le precedenti pubblicazioni.

Olivia comincerà quindi un tour in Italia, nelle Marche, per le prime date dei concerti del “Where Night Never Comes” Autumn Tour, a partire da ottobre/novembre 2018.

Coloro che vogliono essere sedotti dal mondo di Olivia e desiderano recensire “Where Night Never Comes”, usare le sue tracce nel loro sito, podcast, show o intervistarla, contattarla tramite il sito internet www.oliviabelli.com, la mail management@oliviabelli.com o tramite i suoi social: via Facebook all’indirizzo www.facebook.com/oliviabelliofficial, via Twitter all’ndirizzo www.twitter.com/belli_olivia o via Instagram all’indirizzo www.instagram.com/oliviabelliofficial.

 

About

Olivia Belli è una pianista-compositrice che ha già ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui oltre 4 milioni di streaming su Spotify. Un numero che dall’ ottobre 2018, data d’uscita di “Where Night Never Comes”, è destinato a salire. Per saperne di più visitare il sito internet www.oliviabelli.com.

 

 

 

 

###

 

Contatti stampa:

Olivia Belli 0039-3457088745

management@oliviabelli.com

 

Links:

Official Site: ?http://www.oliviabelli.com/

YouTube: ?

Spotify: ?https://open.spotify.com/artist/3JU9NLB27wyGhbwbApR9uy

 

 

 

 

Arriva ‘Il Festival dei Giovani Talenti’, tra musica, arte, storia e gourmet

Treviso, 4 settembre 2018 – È in dirittura di arrivo il IV Festival internazionale di musica con variazioni sul tema “Giovani talenti. Professionisti under 30“, in memoria di Giuseppe Biscaro. Il Festival dei Giovani Talenti si terrà nei giorni 20 settembre, 29 settembre e 6 ottobre a Conegliano Veneto (TV), Valdobbiadene (TV) e Farra di Soligo (TV), tra musica, arte, storia e gourmet, e rientra nella programmazione del cartellone di RetEventi Cultura Veneto 2018, con  il Patrocinio della Commissione europea.
IL TALENTO DEI GIOVANI PROFESSIONISTI IN CONCERTO
I giovani e il loro talento per la musica classica: questi gli ingredienti dei concerti conosciuti con il nome di “Giovani talenti. Professionisti under 30”, organizzati dall’Associazione Concertistica Camellia Rubra per la direzione artistica di Vesna Maria Brocca.
“Il Festival è un caleidoscopio di saperi e sapori – commenta il direttore artistico – con una programmazione culturale di alto livello che coniuga armoniosamente musica, arte e cibo. Lo scopo principale della manifestazione, giunta alla sua quarta edizione, è quello di sostenere in modo concreto i giovani under 30 che si sono contraddistinti per il talento musicale raggiungendo eccelsi risultati nel campo del concertismo classico internazionale, senza dimenticare l’importanza del territorio e delle sue eccellenze che contribuiscono a rendere ogni concerto un’esperienza unica”.
Diversificati per la qualità degli interpreti, i programmi sono in grado di coinvolgere diverse fasce di età, adatti per un pubblico particolarmente eterogeneo, sia italiano che straniero, e di integrare l’offerta turistico-culturale dei territori coinvolti.
IL RICORDO DI GIUSEPPE BISCARO A CURA DI DON BRUNONE
Giuseppe Biscaro, uomo legato alla terra di Credazzo, persona di alto profilo culturale, è venuto a mancare il 15 aprile 2018. Molti, non solo la sua famiglia, lo hanno conosciuto come una persona speciale per la valorizzazione delle eccellenze del nostro territorio con le sue tradizioni ed opere artistiche e sacre, per la sua comunicativa accogliente e diretta, per la serenità invidiabile nel dialogo, per la sua professionalità e il suo genio di ristoratore, doni di Dio che ha vissuto intensamente a servizio del bene comune. In tutti resta il suo impegno continuo e appassionato  in tanti servizi umili, senza farsi notare e ringraziare pubblicamente, felice solo di portare a termine progetti chiari con buon senso e dinamismo unici. Traccia indelebile è la sua testimonianza cristiana e l’esempio di partecipazione attiva al restauro della Chiesa Santa Maria dei Broi e nella commissione regionale del turismo religioso” – don Brunone De Toffol.
IL PROGRAMMA
Conegliano Veneto (TV)
Sala dei Battuti (XIV-XV sec.) soprastante il porticato del Duomo
giovedì 20 settembre 2018, ore 20.45
Il gioco in musicaTrio Quodlibet
Mariechristine Lopez, violino
Virginia Luca, viola
Fabio Fausone, violoncello
Musiche di J.S. Bach e W.A. Mozart
Il Trio Quodlibet si è costituito nel 2012 presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano durante un percorso di studio conclusosi con il massimo dei voti nell’ambito cameristico. Nel corso del Master of Arts, hanno studiato con i Maestri Bruno Giuranna, Stefano Molardi, Enrico Dindo, Yuval Gotlibovich e Nora Doallo. Attualmente si stanno perfezionando presso l’Accademia Stauffer di Cremona nella classe del Quartetto di Cremona.
L’interno della Sala dei Battuti presenta un bel soffitto ligneo e un ciclo di affreschi realizzato per la maggior parte da Francesco da Milano in due momenti distinti. La parete esterna fu infatti dipinta verso il secondo decennio del XVI secolo, mentre quella interna attorno al 1530, con uno stile del tutto differente rispetto a quello delle scene precedenti perché realizzate sul modello delle stampe dei cicli della Piccola e della Grande Passione che il Dürer diede alle stampe attorno al 1510. In seguito la Sala fu ampliata e si dovette procedere alla decorazione delle nuove pareti con episodi realizzati dal Pozzoserrato e da altri artisti locali. Anche se indubbie sono le differenze stilistiche e qualitative tra i riquadri, la Sala costituisce uno dei più interessanti monumenti cittadini. Grazie al Rotary Club di Conegliano, che ne cura la conservazione e la salvaguardia della memoria storica, è possibile ancor oggi fruire di questo spazio di incontrastata bellezza.
Valdobbiadene (TV)
Villa dei Cedri
sabato 29 settembre 2018, ore 20.45
RecitalDuo Octo Cordae
Domenico Masiello, violino
Eliana de Candia, violino
Musiche di J.M. Leclair, G.B. Viotti, L. Boccherini, C.A. de Bériot e H. Wieniawski
Domenico Masiello, nato in Basilicata, è stato allievo della prof.ssa Maryse Regard, primo violino dei Filarmonici di Roma, ed è stato membro, fin dall’età di 12 anni, dell’orchestra giovanile di Uto Ughi, partecipando per più volte alle manifestazioni “ Uto Ughi per Roma”. Eliana de Candia nel 2017, con l’ensemble “Frammenti di Luce”, ha suonato in qualità di primo violino presso la Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma alla presenza di Sua Santità Papa Francesco. Nel 2018 è uscito, per l’etichetta discografica Farelive, il primo CD del duo dal titolo “Recital”.
Mezz’ora prima dell’inizio del concerto di Valdobbiadene, si terrà una “conversazione con gli artisti” aperta alle domande del pubblico e dei giovanissimi studenti delle scuole di musica.
Ad impreziosire ancor più la splendida Villa dei Cedri e a fare da cornice a pubblico e  musicisti saranno i quadri dell’artista opitergina Roberta Coral, vincitrice nel 2016 del Concorso artistico letterario “La Musica è…” per la sezione “Arte Visiva” indetto dalla stessa Associazione Concertistica Camellia Rubra. Grande “consumatrice” di musica, specialmente classica e sinfonica ma anche di autori moderni, Roberta Coral trae dall’ascolto l’input che la porta verso l’astratto e, quando i legami col visibile si  stemperano, esprime la sua sensibilità ed intuizione usando i colori ad olio: in questa fase possiamo dire che l’artista “vede il colore del suono e sente la musica del colore”.
Al termine del concerto sarà offerto un petit buffet a cura della Pasticceria alla Villa dei Cedri di Massimo Carnio (campione italiano di cioccolateria 2015 e miglior dessert al mondo al «World Chocolate Masters» di Parigi) e un brindisi grazie alla cantina Bortolomiol, dal 1760 Prosecco superiore di Valdobbiadene.
Per quanti sono invece alla ricerca di un Hotel dove poter soggiornare per seguire i concerti del Festival internazionale “Giovani talenti. Professionisti under 30”, consigliamo l’ Hotel Diana che si trova tra le splendide colline del Prosecco, nel cuore di Valdobbiadene. Chiama tel. 0423/976222 oppure scrivi a welcome@hoteldiana.org
Farra di Soligo (TV)
Antica chiesa della “Madonna dei Broi”
sabato 6 ottobre 2018, ore 20.45
Un’eterna fraseQuartetto Manfredi
Musiche di F.J. Haydn e J. Brahms

Giovanni Claudio Di Giorgio, primo violino
Sofia Bolzan, secondo violino
Matteo Terenzio Canella, viola
Giacomo Grespan, violoncello

Il Quartetto Manfredi è di Venezia e ha vinto, tra gli altri, il primo premio al concorso internazionale Città di Treviso. Formatosi nel 2013, si perfeziona con Miguel Da Silva presso il Conservatoire à Rayonnement Régional de Paris e prosegue la sua formazione alla Scuola di Musica di Fiesole, dove ha ricevuto una borsa di studio riservata ai migliori quartetti. Si perfeziona inoltre con Petr Holman violista del Quartetto Zemlinsky e ha seguito le lezioni di Antonello Farulli presso l’Accademia Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola.

La piccola chiesa campestre dedicata a Santa Maria ad Nives o Madonna dei Broi è l’esito della somma di interventi di epoche diverse, dall’alto Medioevo al primo Novecento, a testimoniare l’importanza di questo piccolo sito nella devozione popolare locale a Farra. L’edificio è stato di recente oggetto di un corposo restauro che ha svelato commoventi tracce della presenza di soldati imprigionati durante la Grande Guerra e uno straordinario ciclo di affreschi risalente all’inizio del XIV secolo. Ogni sera al tramonto i rintocchi della campana “Maria Pacis” (figlia della Campana della Pace di Rovereto) ricordano i caduti e sono un monito di pace.
Tutti i concerti sono a ingresso libero e gratuito, senza prenotazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Per informazioni sull’evento:
Associazione Concertistica Camellia Rubra
DOVE DORMIRE
Per quanti vogliano seguire i concerti del Festival internazionale “Giovani talenti. Professionisti under 30”, per trascorrere una vacanza rigenerante ascoltando ottima musica, e sono alla ricerca di un Hotel dove poter soggiornare, consigliamo l’ Hotel Diana che si trova tra le splendide colline del Prosecco, nel cuore di Valdobbiadene: tel. 0423/976222, email welcome@hoteldiana.org

Al via la 3a edizione del concorso di composizione “Michele Novaro”

La giuria presieduta dal Maestro Ennio Morricone premierà il compositore che meglio saprà tradurre in musica l’identità italiana.

La finale il 9 dicembre nel corso di un evento solenne in diretta su RAI-Radio3

Roma, 13 luglio 2018 – Nel 200esimo anniversario della nascita di Michele Novaro, autore della musica dell’Inno d’Italia, l’Associazione Mendelssohn ufficializza la terza edizione del concorso “Michele Novaro” per giovani compositori che negli ultimi due anni ha ispirato decine di musicisti italiani e stranieri a comporre musica in grado di riflettere l’identità italiana.

Le composizioni saranno valutate da una prestigiosa giuria internazionale presieduta dal Maestro Ennio Morricone, vincitore di due premi Oscar.

Le tre partiture finaliste, tra le quali la giuria sceglierà la vincitrice, saranno eseguite in concerto domenica 9 dicembre 2018 dall’Ensemble ‘900 dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia nel corso di un evento solenne che si svolgerà a Roma, trasmesso in diretta su Rai Radio3.

Il concorso, la cui seconda edizione ha ottenuto un premio di rappresentanza dalla Presidenza della Repubblica, è promosso dall’Associazione Mendelssohn in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, nasce da un’idea Lorenzo Becattini e si avvale del sostegno di Italgas, l’azienda protagonista nel settore della distribuzione del gas naturale in Italia.

L’iniziativa si rivolge ai musicisti di tutto il mondo che non abbiano compiuto i 40 anni di età al 20 ottobre 2018, data limite per l’invio delle partiture.

I candidati dovranno proporre una composizione per ensemble, dalla durata compresa tra i 7 e i 10 minuti, liberamente ispirata a una specifica “opera d’arte italiana”, nel campo della pittura, scultura o architettura. Il titolo dell’opera d’arte a cui la composizione si richiama andrà dichiarato nella partitura. L’organico dovrà essere per ensemble da 5 a 10 strumenti. La composizione dovrà essere inedita e ineseguita fino alla conclusione del concorso.

Oltre al Maestro Morricone, la giuria internazionale sarà formata dai celebri compositori Claudio Ambrosini, Francesco Antonioni, Michele dall’Ongaro e il direttore d’orchestra austriaco Günter Neuhold.

Il vincitore del Premio Novaro riceverà la somma di 5.000 euro e avrà la sua opera pubblicata dalla Casa Musicale Sonzogno.

Quest’anno, oltre al Premio Novaro, è prevista l’attribuzione di un ulteriore riconoscimento intitolato a Goffredo Mameli e assegnato da una giuria composta da Lorenzo Becattini, Piero Ostali (direttore di Casa Musicale Sonzogno) e da un rappresentante di RAI Radio3.

Il regolamento e le istruzioni per la partecipazione sono disponibili sul sito internet www.concorsonovaro.it, redatto in italiano e in inglese.

 

 

 

Contatti:

Francesco Cianfanelli

+39 3287698779

fcianfa@gmail.com

 

 

Esce ‘’Dreamland’’, il nuovo lavoro del pianista Carmine Padula

Roma, 17 maggio 2018 – Dopo lo straordinario successo di “Orizzonti il pianista pugliese Carmine Padula ha dato vita al nuovo album, “Dreamland“.

L’artista ritorna sulla scena musicale con un nuovo lavoro discografico di 12 nuove tracce, composte per arrivare dritte all’anima, con la produzione artistica del M° Roberto Cacciapaglia.

L’album è arricchito dalla versione pianosolo di “Apricena, Madrepietra!“, inno di Apricena (paese natale del compositore) composto dal lui stesso alla tenera età di sedici anni sotto commissione dell’amministrazione comunale,riscuotendo recensioni molto positive dal pubblico e dalla critica nazionale.

Hanno collaborato all’album diversi strumentisti da tutto il mondo tra cui Desislava Kondova, Enza Angelillis, Alessandro Leone, Laura Carraturo e l’ensemble Nuovi Orizzonti Trio, fondato dallo stesso Padula. La parte elettronica è stata curata invece dal maestro Gianpiero Dionigi, co-produttore del disco.

“Dreamland è un viaggio all’interno dell’anima di ognuno di noi. Ho scritto questi brani mente provavo o riflettevo su sentimenti profondi come l’amore, l’amicizia, i ricordi nostalgici ma anche per celebrare la bellezza della natura, di ciò che ci circonda” ha affermato Carmine Padula.

Pubblicato da EMA Edition, il disco è stato prodotto e curato dal celebre pianista Roberto Cacciapaglia, maestro del pianista pugliese, che ha affermato riguardo al nuovo lavoro:

“E’ un disco di grande sensibilità, che ho avuto il piacere di curare. Consiglio a tutti l’ascolto di questo lavoro”.

L’album sarà disponibile in pre-order su iTunes il 18 maggio e uscirà ufficialmente il 25 maggio su tutti gli store digitali ed in formato fisico.

Tutti coloro che acquisteranno il cd in pre-order su iTunes riceveranno gratuitamente la copia fisica autografata dopo aver esibito la ricevuta sulla pagina Facebook del pianista (www.facebook.com/padulacarmine).

La tournée di presentazione “Dreamland Tour – La Musica dell’Anima” è iniziata il 6 di aprile scorso a Venezia con un anteprima mondiale al teatro San Giorgio e proseguirà nelle maggiori città italiane.

Per saperne di più sull’artista basta visitare il sito internet www.carminepadula.net.

 

 

 

 

 

###

 

Contatti stampa:

Carmine Padula

www.carminepadula.net

padulacarmine@libero.it

 

Booking and Managment:

PMG Productions

pmgproductions@outlook.it

Al Rotary Club di Ostia il concerto del Tenore Claudio Rocchi

Ostia, 2 gennaio 2018 – Lo scorso 22 dicembre si è tenuto presso il Salone Riario di Ostia Antica un concerto del tenore Claudio Rocchi. Sala gremita ed applausi a scena aperta in occasione del concerto di Natale proposto dal Rotary Club Ostia per la raccolta fondi a favore del progetto assistenziale “Ecologia del grembo”.

Di grande efficacia l’esibizione del maestro d’Orchestra Gianmarco Cavallaro che ha introdotto con garbo ed ironia le canzoni e le arie interpretate con il consueto carisma dal tenore umbro Claudio Rocchi.

Di ogni brano è stata citata la storia, il contesto sociale e l’impronta stilistica voluta dall’autore mentre il repertorio, tra il classico napoletano e arie di opera lirica, ha fatto crescere l’emozione amplificata anche dalla solennità del luogo, il Salone Riario nell’Episcopio di Sant’Aurea di Ostia Antica.

Sul palco Maestro e Tenore hanno interpretato: “Malia” (di F. P. Tosti), “Santa Lucia”  (di T. Cottrau), “Una furtiva lagrima” (di G. Donizetti), “Tu ca nun chiagne” (di E. De Curtis), “A vucchella” (di F. P. Tosti), “Dicitencello vuie”  (di R. Falvo), “Santa Lucia luntana” (di E. A. Mario), “E lucevan le stelle” (di G. Puccini), “Core ‘ngrato”  (di S. Cardillo) e “Torna a Surriento” (di E. De Curtis).

Particolarmente emozionante anche il ricordo che il Tenore Claudio Rocchi ha fatto del Maestro Luciano Pavarotti, di cui è stato allievo dal 2000 al 2005.

Presenti all’evento anche il presidente del X° Municipio romano, Giuliana Di Pillo e l’assessore ai servizi sociali, Germana Paoletti mentre a fare gli onori di casa per il Rotary Club Ostia vi era il presidente Pierpaolo Valerio, che sul palco è stato affiancato da Claudia Martucci, presentatrice della serata.

Questa era l’ultima esibizione pubblica dell’anno per il tenore Claudio Rocchi, per il quale le vacanze natalizie non saranno molto lunghe:  Il tenore nativo di Passaggio di Bettona tornerà infatti ad esibirsi all’estero, in Polonia il 15 gennaio, in un concerto lirico assieme al Soprano Katarzyna Zajac-Caban ed il Basso Piotr Volosz, nella città di Lodz.

 

 

 


 

 

Exit mobile version