Oro: come riconoscere le vere monete e sterline d’oro, ed evitare le truffe

sterlina d'oro

Saper distinguere una vera sterlina d’oro da una contraffatta è fondamentale per evitare imbrogli e perdite di denaro: i consigli dell’esperto su come muoversi con sicurezza in questo campo

Roma, 20 aprile 2021 – La sterlina in oro è uno dei modi più utilizzati per investire nel prezioso metallo. Ma le truffe in questo settore possono essere sempre in agguato. Per questo è necessario approfondire bene l’argomento prima di decidere di affrontare questo tipo d’investimento. Fondamentale è rivolgersi esclusivamente ad operatori di comprovata esperienza e serietà. Questo permetterà di ridurre praticamente le possibilità di raggiri a zero.

“Premettiamo che la possibilità d’incappare in falsi nelle monete d’oro di borsa è improbabile ma non impossibile, conviene quindi informarsi bene e affidarsi a persone serie e competenti”, spiega Lorenzo Bellatti, fondatore del portale sterlina-oro.info, che vanta una grande esperienza in questo campo, avendo operato nel settore degli investimenti in oro dal 2008 come amministratore di tre aziende.

L’importanza degli strumenti per la valutazione

“Innanzitutto bisogna dotarsi di una strumentazione minima per le valutazioni delle caratteristiche fisiche delle monete in oro. Questo permette di avere assoluta certezza di ciò che si acquista. Il consiglio è di acquistare quindi un calibro, reperibile per pochi euro in ferramenta, e una bilancia di precisione (scarto +/- 0.01 grammi) acquistabile online per cifre decisamente abbordabili”, aggiunge ancora il fondatore di sterlina-oro.info.

L’oro è metallo dal peso specifico di 19.25 Kg/dm³, molto alto rispetto agli altri metalli meno costosi. Ad esempio: Argento 10.49, bronzo(lega) 7.4, ottone(lega) 8.4 e rame 8.93.

Questi metalli o leghe, per la loro facilità di lavorazione, sarebbero ideali per la riproduzione di monete ma per avere monete con dimensioni uguali si dimezza il peso o, volendo mantenere il peso, si aumentano molto le dimensioni. In definitiva diventa impossibile riprodurre perfettamente le caratteristiche fisiche, come diametro, spessore e peso, delle monete non usando le proporzioni di oro puro corrette.

“I falsi – prosegue l’esperto – si dividono in due categorie: quelli senza oro, facilmente riconoscibili anche senza bilancia per il peso irrisorio e quelli con minor quantità di oro”.

La produzione di esemplari con una percentuale d’oro inferiore è fatta per ottenere il più possibile caratteristiche simili all’originale, compensando parzialmente la perdita di peso e aumentando lo spessore che è la proprietà meno percepibile.

Quali controlli fare

“Durante la valutazione della sterlina d’oro le dimensioni devono corrispondere assolutamente (diametro mm 22.05 spessore mm 1.52), in caso contrario la moneta non è originale. Il peso invece può variare leggermente per la tolleranza della bilancia fino ad avere uno scostamento anche di 3 o 4 centesimi di grammo per l’usura. Superata questa soglia la moneta è alterata o è molto logora e quindi non è consigliabile comunque l’acquisto perché non più rispondente ai canoni di valutazione”, spiega ancora Bellatti.

Le monete vanno controllate personalmente verificandone fattura e spessore e osservandole tutte contemporaneamente di taglio e poste in pile. Questo metodo fa risaltare anche la più piccola differenza tra le monete.

“Un altro controllo suggerito è quello di farle suonare sulla scrivania una ad una e se qualche moneta dovesse emettere un diverso suono potrebbe essere indice di contraffazione. Infine la verifica del peso deve essere effettuata a campione sui pezzi meno convincenti”, conclude Lorenzo Bellatti.

Tutte le caratteristiche fisiche della sovrana, oltre alla sua quotazione giornaliera, sono reperibili sul sito www.sterlina-oro.info.

 

 

###

 

Ufficio Stampa:

info@ufficiostampaecomunicazione.com

 

 

 

 

 

Criptovalute, sbarca in Italia Bit2me, la startup spagnola del trading di criptovalute

Comprare e vendere Bitcoin: arriva anche in Italia Bit2me.com, dopo aver ricevuto i premi di ‘Miglior startup spagnola 2015’ con Caixa Bank, il Primo Premio Fintech America 2015 e il Premio al Miglior Modello Finanziari di Deloitte

Milano, 3 gennaio 2019 – È sbarcata in Italia Bit2me.com, la piattaforma principale di trading di criptovalute della Spagna con l’obiettivo di rendere questo tipo di operazioni, facili, rapide e sicure anche in Italia, con un servizio clienti ed un supporto tecnico in italiano 365 giorni all’anno.

Bit2me.com, fondata da Leif Ferreira (Ceo) e Andrei Manuel (Presidente), dopo aver ricevuto numerosi riconoscimenti in Spagna e in Europa sbarca nel nostro paese offrendo agli utenti italiani una ‘Guida Bitcoinin italiano, destinata a risolvere tutti i dubbi sulla gestione di questa criptomoneta.

Grazie alle sue guide online già migliaia di utenti hanno imparato cosa sono i Bitcoin e la blockchain, come memorizzare e trasferire Bitcoin e come eseguire tutte le operazioni connesse a questa criptomoneta.

Disponibili nel centro di supporto anche un elenco completo di articoli di aiuto, creati per risolvere qualsiasi dubbio su come utilizzare il servizio, comprese le informazioni necessarie per iscriversi e realizzare operazioni di compravendita in tre semplici passi, in modo completamente sicuro.

Gli utenti italiani della piattaforma Bit2me oltre che acquistare Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, Dash e Litecoin potranno anche venderli facilmente, cambiandoli in euro, ricevendo il ricavato direttamente nel proprio conto bancario. Gli acquisti e le vendite si possono realizzare istantaneamente con carta di credito o a mezzo bonifico bancario, con accredito in sole 24 ore, con operazioni sicure e veloci.

Sin dalla sua fondazione, nel 2015, il progetto Bit2me ha ricevuto vari riconoscimenti nel settore finanziario tra cui il titolo di ‘Miglior startup spagnola 2015’ con Caixa Bank ed il Primo Premio Fintech America 2015 del concorso internazionale patrocinato da Visa.

La startup spagnola ha ottenuto inoltre il Premio al Miglior Modello Finanziario conferito da Deloitte ed è stata invitata dalla Commissione Europea a partecipare alla discussione sulla tecnologia blockchain e Bitcoin.

Infine durante la UK Fintech Mission Bit2me è stata selezionata, dal Governo del Regno Unito, per lo sviluppo del suo progetto a Londra.

“Il nostro obiettivo è condividere le nostre conoscenze per rendere la comunità blockchain più forte, aumentandone il valore come abbiamo già fatto in Spagna, Francia, Portogallo ed ora in Italia, come parte del piano di Internazionalizzazione aziendale in Europa” ha spiegato Leif Ferreira, fondatore e CEO di Bit2me.com (www.bit2me.com).

“Amiamo le sfide, ci motivano per continuare a crescere e per questo puntiamo ora su un paese promettente come l’Italia, dove abbiamo riscontrato un gran numero di persone interessate ad investire in criptovalute che hanno bisogno di una piattaforma sicura e di fiducia con cui oltre a realizzare transazioni, possano accedere ad informazioni attuali e specializzate” ha raccontato ancora il fondatore di Bit2me.com.

Sin dal principio, nel 2015, Bit2me si è presentata come una compagnia pioniera ed innovatrice, nel mercato Fintech e Blockchain in Europa crescendo in modo esponenziale.

Solo nell’anno 2017-2018 il volume di denaro che ha gestito attraverso la piattaforma si è praticamente raddoppiato passando da 11 a 20 milioni di euro.

 

###

Per informazioni e interviste:

Federica Ronzetti
federica@bit2me.com
Teléfono: (+34) 665 393 649

Emma Albaladejo
emma@acemtoconm.com
Teléfono: (+34) 685 939 441

 

 

Bitcoin, la nuova moneta virtuale è sempre più diffusa

 

Rivoluzione Cryptovalute: nasce Creareunacrypto.it, il primo servizio di creazione monete virtuali

Milano, 11 maggio 2018 – Si parla molto della rivoluzione delle cryptovalute negli ultimi tempi e gli investimenti che gli stessi colossi della finanza stanno riversando sul settore stanno dando ragione a chi ha creduto fin dall’inizio alle “monete virtuali”. Tutti gli operatori della finanza sanno ormai che negli anni a venire il sistema mondiale dei pagamenti, e l’intero sistema economico, dovrà fare i conti con le cryptovalute.

La creazione di una cryptomoneta non è facile e non è alla portata di tutti, quantomeno in termini tecnici: bisogna saper elaborare e maneggiare un codice di programmazione ed avere molta dimestichezza con il sistema delle crypto monete.

È necessario avere delle conoscenze informatiche di altissimo livello per poterne cominciare anche solo la creazione, e durante i vari step si incontrano difficoltà non da poco, che spesso mettono a dura prova gli informatici più preparati.

Grazie ad una startup italiana però le cose stanno per cambiare. Chiunque abbia un progetto di crypto moneta infatti, anche se non ha le capacità tecniche per svilupparlo, da oggi potrà farla creare “su commissione”.

È nato con questo scopo il rivoluzionario servizio di Creareunacrypto.it, grazie ad un team di tecnici specializzati che su richiesta elaborerà il progetto e creerà la cryptovaluta in base alle proprie specifiche esigenze, al costo di circa 2 Bitcoin.

Una volta commissionata la nuova cryptovaluta al team di Creareunacrypto.it si riceveranno tutte le informazioni necessarie per cominciare, e in soli 7 giorni la nuova valuta sarà pronta e potrà fare attivamente parte del mercato attraverso un exchange, dove si potrà essere introdotti da Creareunacrypto.it.

Ciò garantirà la presenza del nuovo conio tra le maggiori compravendite di monete virtuali al mondo, e avendo forza e stabilità la nuova cryptovaluta creata potrà vantare, nel  breve termine, anche una forma di rendita passiva.

Per avere maggiori informazioni sul nuovo servizio di creazione cryptovalute basta contattare il team di sviluppatori tramite il form apposito su www.creareunacrypto.it.

 

###

 

Foto da utilizzare solo a corredo del presente comunicato:

Calcio, la Blockchain comincia la scalata al mondo dello sport

Dubai, 19 gennaio 2018 – Le criptovalute e la tecnologia Blockchain hanno cominciato la scalata al mondo del calcio.

La Heritage Sports Holdings (HsH), una società internazionale azionista di diverse società calcistiche nel mondo ha annunciato di aver stretto una partnership privilegiata con Quantocoin (QTC), che le permetterà d’utilizzarne la piattaforma e le criptomonete per dare ai giocatori, ai tifosi ed ai dipendenti delle società controllate l’accesso a semplici soluzioni di pagamento digitale.

Quantocoin è un’innovativa piattaforma digitale basata su una criptovaluta e costituita con la finalità di cambiare il modo col quale le persone accedono ai servizi finanziari.

La piattaforma punta a rivoluzionare il banking online, cominciando col permettere trasferimenti di denaro con bassissimi costi.

Grazie alla tecnologia di Quantocoin la HsH sarà in grado di offrire ai giocatori delle sue squadre di calcio, ai fan ed ai dipendenti, e non solo, l’accesso ad innovativi servizi finanziari e bancari, compreso l’accesso alla prima banca interamente digitale.

Quantocoin è nota per essere orientata all’utente finale, per questo si è deciso di adottarla in ambito calcistico per il tramite di Ambasciatori.

L’ingresso del gruppo QTC consentirà anche ad HsH di perseguire ed accelerare le proprie attività d’acquisizione di club calcistici europei, principalmente di seconda e terza divisione.

QTC e HsH sosterranno i club acquisiti con le proprie capacità finanziarie e manageriali mentre partner come Michel Salgado, col contributo di Ambasciatori quali Roberto Carlos e Patrick Kluivert, forniranno gli strumenti e le competenze necessarie per assistere i club che si trovassero in situazioni difficili.

HsH privilegia, tra gli altri aspetti, l’investimento nei giovani e la loro crescita tramite accademie calcistiche attualmente in fase di sviluppo.

Un investimento di lungo periodo che sia HsH che QTC s’impegnano a perseguire con continuità ora e in futuro.

La rivoluzione generata dalla tecnologia blockchain entra quindi ufficialmente nel mondo del calcio per apportare profondi cambiamenti nel modo di viverlo e finanziarlo.

“Noi di Quantocoin vediamo nel calcio un canale ideale per portare i nostri servizi digitali in regioni quali l’Africa, l’India e il Sudamerica. Il nostro investimento in HsH rappresenta un’opportunità unica d’accedere direttamente ad un enorme serbatotio di potenziali clienti”.

La Heritage Sports Holdings (HsH) è azionista di diverse società calcistiche, tra le quali il team di Prima Divisione gibilterrina “Gibraltar United” fondato nel 1943; la squadra spagnola nel Gruppo 10 di Terza Divisione “Unión Deportiva Los Barrios”, nonché altri due club in Italia e Spagna, i cui nomi saranno annunciati a breve, oltre a numerose altre società attive nel mondo del calcio.

Per approfondimenti visitare i siti internet www.HsH.football e www.Quantocoin.io.

 

 

###

 

Contatti stampa:

 

Heritage Sports Holdings

Pablo Victor DANA

press@heritageandpartners.com

 

Quantocoin

Dr. Alexander Horst Brexendorff

info@Quantocoin.io

 

 

Immagini da usare solo in allegato alla presente notizia:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come investire nel 2018? Arriva a Milano “Impatto Reale”, il summit degli investitori che vogliono cambiare la loro vita finanziaria

Come investire nel 2018? Arriva a Milano “Impatto Reale”, il summit con i migliori trader ed investitori del momento…

Milano, 17 gennaio 2018 – Il 17 e 18 febbraio 2018 si terrà presso l’Hilton di Milano ‘Chiamata alla libertà’, il Summit Finanziario 2018 del ciclo “Impatto Reale”.

L’evento si tiene annualmente ed è frequentato da imprenditori, investitori, esperti di finanza e anche giovani che vogliono capire qualcosa in più su questo mondo affascinante.
“L’edizione in programma ha fatto già il tuto esaurito in soli 4 giorni dall’apertura delle prenotazioni. Il numero verde è impazzito per le persone che continuano a chiamare per iscriversi ma la sala prenotata dell’Hotel Hilton di Milano, però, non può contenere oltre le 180-200 persone” dicono dall’organizzazione dell’evento.
IL SUMMIT FINANZIARIO 2018 “CHIAMATA ALLA LIBERTÀ”
Nel Summit “Chiamata alla libertà” Roy Reale, famoso investitore e creatore dell’evento, parlerà dei cicli economici e finanziari di breve e lungo termine che sono in grado di far esplodere i rendimenti degli investitori senza perdere di vista la gestione dei rischi, che vengono sempre tenuti sotto controllo.
In particolare, uno dei più famosi, il ciclo di Kondratieff, teorizzato da uno scienziato russo e che si ripete con grande regolarità dal 1100d.c. ed in grado di generare una grande fortuna per chi sa come cavalcarlo nel modo giusto.
Inoltre, vengono fornite le indicazioni di investimento più profittevoli per l’anno in corso.
Al Summit 2018 parteciperà per la prima volta in Italia, in esclusiva, un ospite internazionale che vive di trading da oltre 40 anni, l’americano Ted Lee Fisher.
Fisher ha cominciato a tradare nel 1976, comprando oro vicino i 100$ oncia. 3 anni dopo il mercato avrebbe raggiunto un top storico a 850$ oncia.
Questo biglietto da visita lo aiutò a farsi spazio nella fossa (in gergo tecnico “pit”) il posto dove, in un mondo senza internet, gli operatori di Borsa si scambiavano titoli urlando a squarciagola in mezzo ad una calca di persone.
Negli anni 80′ ha contribuito alla diffusione dei futures sul cambio eurodollaro e sul tnote, quando questi strumenti erano ancora sconosciuti alle masse. Questo gli valse un posto nel Board del MERC (
Mercantile Exchange).
Anche con la chiusura del pit Ted non ha mai smesso di tradare, continuando la sua attività in modo meno romantico, davanti ad un computer, ma arrivando a gestire patrimoni per clienti privati che superano i 10 milioni di dollari l’uno.
Parte del pensiero e del lavoro di ricerca di Ted è riassunto in questa video presentazione al link
https://www.youtube.com/watch?v=dfXiW-0kAls
Per saperne di più su Ted Fisher è online una sua ampia biografia raccolta in un’intervista in 3 parti registrata a Bangkok il 20 febbraio  2017: https://deshgold.com/i-grandi-trader-del-nostro-tempo-la-storia-di-ted-lee-fisher-parte-01

IL FONDATORE

Fondatore del Summit con più rapida crescita in Italia sul tema tech ed economia è Gennaro Porcelli, in arte Roy Reale, che con i suoi servizi di ricerca e analisi finanziaria ha aiutato migliaia di persone a investire in oro, argento e criptovalute contribuendo a generare diversi milionari nel giro di pochi anni e soprattutto rendendo concetti complicati dell’economia e della finanza alla portata di tutti.

Come early investor in Ethereum, Roy Reale ha cominciato a far conoscere quello che è tra i più importanti progetti nel mondo blockchain quando ancora poche persone al mondo avevano compreso cosa fosse questa rivoluzionaria tecnologia.

Le conoscenze acquisite nel corso di questi anni di studio sulle criptovalute, la partecipazione ai Devcon di Shanghai e di Cancun, hanno portato Roy a conoscere molti dei player internazionali più importanti della realtà blockchain rendendolo uno dei principali esperti italiani sul tema.

Con lo scopo di non accontentarsi dei miseri rendimenti offerti da investimenti tradizionali come quelli di banche e poste, Roy Reale dedica la vita alla ricerca di opportunità di investimento a più alto rendimento che presentano allo stesso tempo la possibilità di contenere e gestire i rischi fino, talvolta, ad azzerarli del tutto.
Nel suo percorso di ricerca e di studi è stato toccato varie volte e in diverse forme dall’idea che una ciclicità naturale fosse presente nei mercati finanziari. Fino a quando un bel giorno, un signore chiamato Mike Maloney arriva e colpisce duro, facendogli entrare nelle vene quel concetto legato alla ciclicità dei mercati che fino a quel momento avevo solo assaggiato senza mai dargli un peso rilevante.

Da quel momento la sua vita ha preso una piega diversa.

E’ stato l’unico italiano ad aver identificato la settimana esatta in cui sarebbe caduto il minimo storico di dicembre 2015 sui metalli preziosi.

Ha mostrato ai suoi clienti il minimo storico in formazione sul petrolio nel febbraio del 2016 e quello sul cambio eurodollaro nel gennaio del 2017.

Early investor di Ethereum, estate 2014, quando poche persone su tutto il pianeta Terra potevano immaginare di essere davanti ad uno dei più importanti progetti nel mondo blockchain.

Così, dapprima nasce “Deshgold.com” che, con oltre 345 articoli pubblicati che offrono indicazioni e suggerimenti per comprare e conservare l’oro in tutta sicurezza per poi trarre il massimo profitto dalla fase di rivendita, si afferma come il blog per investire in oro e argento più seguito e commentato in lingua italiana.
Qualche mese dopo prende il via “DeshMember”, il portale di investimento che fino ad oggi ha generato rendimenti tra il +7% e il +15% all’anno sfruttando gli asset dei metalli preziosi, titoli minerari, azioni, cambio euro-dollaro, commodities e criptovalute.
Nel settembre 2016, da vita ad EtherEvolution, il primo blog in lingua italiana dedicato ad Ether, la seconda criptovaluta per capitalizzazione e, in uno storico webinar con circa 800 partecipanti registrato in diretta dal Devcon 2 di Shanghai, mostra a tutti i partecipanti il grande potenziale che aveva il progetto Ethereum, con il prezzo di un ether che girava ancora sui 10 euro (oggi 1.000 euro per ether).
Ad oggi, con il suo lavoro di ricerca e analisi dei mercati finanziari ha aiutato migliaia di persone a dare una marcia completamente diversa alla loro vita finanziaria ed ha reso concetti complicati dell’economia e della finanza alla portata di tutti.

Altre informazioni sull’evento alla pagina www.impattoreale.com.

 

 

Telecom Italia commercializza il POS virtuale di Incasso Semplice su TIM Digital Store

Accordo tra Telecom Italia e Jagolab per la commercializzazione del servizio Virtual POS di Incasso Semplice sul TIM Digital Store

Roma, 22 dicembre 2017 –  È accordo tra l’azienda hi-tech Jagolab con Telecom Italia per la commercializzazione su TIM Digital Store del servizio di Virtual POS ‘Incasso Semplice’.

Il Virtual POS di Incasso Semplice è un applicativo accessibile tramite il web che permette, grazie ad un accordo con un primario istituto di pagamento europeo a cui l’applicativo si connette, di incassare i pagamenti dai propri clienti provenienti da carte di credito e carte di debito, evitando di utilizzare un POS fisico tradizionale. 

Per incassare basta avere:

  • Nominativo 
  • Mail o cellulare 
  • Importo da incassare (in caso di raccolta fondi è possibile anche lasciare libero l’importo) 

La piattaforma invia istantaneamente, via sms o mail, il link al pagatore che può inserire i dati della carta in un ambiente protetto e gestito da Atos (player numero uno in Europa in Cybersecurity), in modo da effettuare il pagamento in pochi istanti con la possibilità, inoltre, di poter registrare la carta per un futuro acquisto.

“Abbiamo realizzato uno strumento che potesse il più possibile avvicinarsi alle esigenze e ai bisogni del mercato, uno strumento utile a liberi professionisti, commercianti ed aziende. Il naming Incasso Semplice è la rappresentazione esatta del nostro pensiero. Nasce dall’idea di voler condividere la nostra visione aziendale riguardo il mondo dei pagamenti senza contante.

Una visione completamente nuova, fondata su valori quali, semplicità, immediatezza e soprattutto trasparenza. Valori che vogliamo trasmettere a chi riceve e/o invia pagamenti tramite carta” spiega Marco Capozzi, Founder & Charmain di Incasso Semplice.

“In rispetto alla nuova direttiva sui servizi di pagamento, la PSD2, che si pone come obiettivi principali una maggiore protezione del consumatore e lo sviluppo di nuove soluzioni, abbiamo voluto puntare su una semplificazione dei processi di pagamento a partire dalle transazioni, intese innanzitutto come relazioni, che intercorrono tra gli attori ai livelli più bassi della filiera. Costruire rapporti, tra beneficiario e pagatore, basati su fiducia e sicurezza che possano contribuire al necessario processo di “alfabetizzazione” ai digital payments in un’ottica di cashless society è il nostro più grande auspicio. A tal proposito siamo felicissimi di essere presenti sul marketplace TIM Digital Store in quanto crediamo possa darci il giusto supporto e valore per avviare quel processo culturale in cui tanto crediamo e che ci liberi dal contante” puntualizza Mauro Serappo, Co-Founder & Chief Marketing Officer di Incasso Semplice.

“Cogliamo l’occasione per ringraziare l’intero staff di TIM per la collaborazione e la disponibilità dimostrata durante tutte le fasi del processo di attivazione del servizio” concludono gli amministratori dell’azienda hi-tech.

Per maggiori informazioni visitare il sito internet  IncassoSemplice.it  mentre per acquistare il Virtual POS visitare direttamente il sito di TIM Digital Store (https://digitalstore.tim.it/product/incassoSemplice).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

###

 

Contatti stampa:

Davide Blasio

dady.bla@gmail.com

Pagare con i Bitcoin, da oggi anche su Compribene.it e Caffenibes.it

Milano, 4 settembre 2017 – Anche in Italia i Bitcoin stanno prendendo sempre più piede e sono sempre di più gli shop online che stanno attivando il pagamento con la nuova moneta alternativa grazie ai costi azzerati, alla sicurezza ed al trasferimento immediato dei fondi.

Gli ultimi ad attivare i pagamenti con la nuova moneta in ordine di tempo sono i negozi online www.compribene.it e www.caffenibes.it in collaborazione con la società americana Bitpay.

“Abbiamo scelto l’azienda di riferimento nei pagamenti con i Bitcoin, ovvero la Bitpay, per garantire a tutti i nostri clienti alti standard di affidabilità e sicurezza per ogni transazione. Riteniamo che i Bitcoin sono una nuova promettente forma di pagamento, con molteplici vantaggi per i nostri clienti sia in termini di sicurezza che in termini di costi di commissione azzerati” commentano da Compribene.it.

“Effettuare un acquisto sui nostri siti con i Bitcoin è molto semplice e immediato con la possibilità di acquistare sia da pc che da tablet e smartphone per tutti gli utenti registrati” commentano ancora da Compribene.it.

Come funziona l’acquisto con i Bitcoin

Basta scegliere nel checkout l’opzione “Bitcoin”, e si potrà proseguire nella pagina in cui Bitpay chiederà di confermare la transazione con l’inserimento dei dati necessari per completare la transazione e pagare quanto ordinato, con un ordine minimo di 10 euro.

Cosa si può comprare con i Bitcoin

La scelta su come spendere i propri Bitcoin è vasta grazie al catalogo di Compribene.it che vanta 15.000 articoli di Bricolage, Ferramenta, Brico, Idraulica, Casalinghi, Zanzariere, Reti e Materassi, Colonne Doccia, Box doccia, Tapparelle,Climatizzatori, Stufe a legna, Stufe a pellet, Caldaie, Gazebi, Casette in legno, Erba Sintetica, Tosaerba, Decespugliatori, Arredo Giardino, Seggiolini, Seggioloni, Tapis Roulant, Cyclette, Droni ecc

Oltre gli articoli per la casa da oggi la possibilità di acquistare con i Bitcoin si allarga anche a Caffenibes.it su cui è possibile acquistare capsule di caffè compatibili con i principali sistemi attualmente in commercio, tutte rigorosamente Made in Italy, per gustare un caffè di qualità dall’aroma e sapore inconfondibili.

Tutte le transazioni sono sicure grazie allo standard di sicurezza SSL, il protocollo internazionale che garantisce la sicurezza assoluta durante le fasi di trasferimento dei dati.

Ulteriore garanzia di affidabilità è il fatto che entrambi gli shop sono associati all’AICEL che assicura il rispetto di tutte le normative vigenti nello stato italiano per quanto riguarda il commercio online, in modo da garantire a tutti un esperienza di acquisto sicura ed affidabile.

Bitcoin, la nuova moneta virtuale sempre più diffusa

Tag: bitcoin, moneta virtuale, monete virtuali, pagamenti bitcoin, pagare con i bitcoin, come spendere i bitcoin, negozi che accettano bitcoin

Nasce Cryptonetwork, la rete per informare sulle monete digitali

Arriva, Cryptonetwork, un’iniziativa di promozione sociale per facilitare le persone a vivere meglio il mondo che cambia…

Roma, 13 marzo 2017 – È stato presentato a Firenze, nelle scorse settimane, Cryptonetwork, un ambizioso progetto per rendere alla portata delle persone comuni argomenti solitamente ad esse preclusi perché riservati solo agli esperti. Il nome parte dalla convinzione che ci sono cose poco note, criptiche appunto, che la gente invece dovrebbe conoscere e praticare.

L’obiettivo è operare perché sia disponibile a tutti conoscenza e quindi familiarità su temi poco noti che sono però già davanti a noi e che fanno parte del nostro futuro, in alcuni casi già del presente.

E’ il caso, per esempio, della blockchain, una nuova tecnologia che ha il potenziale per modificare in modo radicale e permanente la nostra vita di ogni giorno. Cryptonetwork ritiene che probabilmente è interesse dei cittadini saperne di più, in modo semplice ed alla portata di tutti. E’ a tutti noto che da sempre la conoscenza porta vantaggi alle persone.

Anche se le applicazione della blockchain sono molteplici ed ancora, probabilmente, tutte da scoprire, al momento la più importante è costituita dalle monete digitali, la più famosa delle quali è Bitcoin, che in qualche anno ha già raggiunto e superato il valore di una oncia di oro, oltre 1.200 $ e chissà dove arriverà.

Nonostante ogni giorno vengano sviluppate nuove applicazioni basate su Bitcoin, questo risulta essere sconosciuto ai più o conosciuto solo in maniera molto superficiale, al di fuori del giro degli esperti. Ma Bitcoin non è l’unica moneta digitale possibile, altre stanno nascendo o si stanno affermando, ognuna con i suoi tempi e la sua velocità.

Un mondo sta nascendo attorno alle monete digitali e la generalità delle persone ne sa poco o niente, nonostante che molti prevedano che avrà un impatto molto forte sulla nostra quotidianità. E’ un argomento con il quale alle persone merita familiarizzare. E’ questa la mission di Cryptonetwork (www.cnt.network) che si propone sia di diffondere una conoscenza basica, quella che è utile ai non addetti ai lavori, sia di dare strumenti alle persone per passare dalla teoria alla pratica e, potere così, se e quando lo vogliono, prendere contatto con queste monete, autonomamente, senza necessità di diventare degli esperti.

Tutto con molta trasparenza, da una prospettiva assai lontana da ogni aspetto che abbia a che fare con il tema degli investimenti che non è nostro e non ci interessa, focalizzata invece sul fatto pratico che è interesse tutti di conoscere, giustificato dall’alta probabilità che questa tipologia di moneta andrà a sovrapporsi se non a sostituire quella di carta, che abbiamo sempre usato.

Cryptonetwork è una società profit che intende dare vita ad una community globale, che già oggi sta crescendo nel mondo a conferma dell’interesse delle persone a conoscere meglio questo argomento. Non sarà l’unico perchè molte sono le novità che impattano sulla vita delle persone e Cryptonetwork intende dare la possibilità di non subire il futuro nell’ignoranza, ma si poter acquisire facilmente consapevolezza teorica e pratica per viverlo bene.

Entro il prossimo mese di maggio, verranno presentati i primi strumenti di conoscenza e di uso che saranno messi a disposizione degli aderenti alla community. Dovrebbero essere dei video informativi molto semplici ed  adatti a chiunque, che spiegano la blockchain, le monete digitali, le loro differenze e le loro potenzialità. Parallelamente sarà messo a disposizione un servizio (potenza di calcolo “chiavi in mano”) che permette a chiunque di produrre moneta digitale (che sceglierà tra le tante possibili) vedendosela accreditare, poi ad ogni fine mese, nel suo personale salvadanaio (ovviamente non gestito dalla community). A seguire, nel tempo, altri corsi ed altri strumenti, sempre unendo teoria e pratica, adatte a tutti.

Per rendere questi strumenti accessibili economicamente ai più, Cryptonetwork ha scelto la formula del noleggio/abbonamento, ma lasciando totalmente gratuita l’adesione alla community, in modo che le persone possano prima liberamente prendere confidenza ed, eventualmente, maturare la fiducia nell’iniziativa.

La community è quindi un grande Club ad ingresso libero e gratuito, composto da persone positive che vogliono crescere insieme al mondo che le circonda, traendone anche vantaggio personale primariamente di conoscenza e, ove possibile, anche economico.

Per ampliare la community, Cryptonetwork adotta il passaparola, il metodo che da sempre, ovunque nel mondo, fa camminare e propagare le notizie. La comunicazione virale non è infatti un’invenzione dei nostri tempi, esiste da sempre: è il passaparola; Internet l’ha solo resa più rapida. Non solo, ma Cryptonetwork, essendo una società profit, lo remunera anche, infatti ha previsto la figura del Promoter.

Pertanto, chiunque faccia parte della community, può, se vuole e quando vuole, trasmettere la sua esperienza a parenti, amici, conoscenti. Una volta che questi abbiano aderito gratuitamente a loro volta al Club, e si siano ambientati nella community, qualora scelgano di utilizzare qualche strumento prendendolo in abbonamento o in noleggio, il Promoter verrà ringraziato economicamente da Cryptonetwork per il passaparola (e tanto per essere coerente, lo fa in Bitcoin).

Cryptonetwork è un’iniziativa di frontiera, avanzata, attenta al nuovo, dedicata alla gente, a vocazione globale che già riscuote grande interesse in molti paesi del mondo. Gli obiettivi sono sicuramente sfidanti, ma Cryptonetwork è adeguato al compito; al tempo stesso è aperto e disponibile ad un crescendo di contributi fattivi, che arricchirano l’humus su cui basare il proprio sviluppo ed il proprio successo. In questo spirito già si avvia a stabilire rapporti con università, enti, fondazioni ed imprese di tutto il mondo, fra quelle che pongono al centro dei loro interessi le persone e danno valore alla conoscenza diffusa.

Per saperne di più su Cryptonetwork visitare il sito internet www.cnt.network.

###

 

Contatti stampa:

Francesca

customer@cnt.network

www.cnt.network

 

Nel Supermercato del Futuro COOP si paga con il cellulare grazie al Mobile Payment MOBYSIGN

Milano, 28 febbraio 2017 Da oggi al Supermercato del Futuro di Coop Lombardia si può pagare con lo smartphone grazie all’ App Mobysign.

Il mobile payment Mobysign non è legato a nessuno specifico esercente, carrier telefonico, banca, tipo di dispositivo, circuito di pagamento, con la possibilità sin da oggi di utilizzare lo strumento in circolarità con diversi esercenti e servizi, sia per i pagamenti al supermercato e nei punti vendita, ma anche sui siti di ecommerce e per effettuare il login sui siti web.

Mobysign viene integrata in pochi passaggi da altre App, siti ecommerce, portali di home banking e sistemi cassa.

Mobysign consente agli utenti di uscire di casa solo con il cellulare e poter fare la spesa come se si avesse il portafogli, dimenticando i PIN delle diverse carte.

La user experience è facile e intuitiva, non solo per millenials: è sufficiente confermare il pagamento sullo smartphone con l’impronta digitale o digitando un PIN unico scelto in fase di registrazione, valido per tutti i mezzi di pagamento disponibili per l’utente.

Con lo stesso meccanismo Mobysign abbatte le barriere anche per gli acquisti online dal PC o da altre App.

Tra gli ulteriori vantaggi: tempi di check-out più rapidi, fatturazione elettronica integrata senza stampa del cartaceo, riduzione delle code ai desk, livelli di sicurezza elevatissimi, e la compliance alla direttiva europea PSD2 sui pagamenti che entrerà in vigore tra meno di un anno.

Una soluzione già pronta ed integrabile facilmente per adempiere ai requirement di PSD2, oltre che un sistema semplice da utilizzare.

Basta scaricare l’App Mobysign dai principali store e registrare una carta di credito o debito, giftcard, loyalty e – domani – l’IBAN per gli instant payment.

Al Supermercato del Futuro l’innesco della transazione avviene leggendo un QRcode alla cassa; Mobysign in generale offre anche altre modalità, come l’esibizione di un barcode, la digitazione di un numero di telefono o nickname, ed altre ancora.

Secondo il CEO di Mobysign: “L’App Mobysign ha anticipato i concept della PSD2 ed ha al suo attivo diversi brevetti per la autenticazione del cliente finale, validi in tutta Europa per i più elevati livelli di sicurezza e per l’utilizzo delle più moderne tecnologie in ambito mobile.”

Mobysign offre la sua soluzione in modalità open sia agli esercenti, sia alle banche, assumendo il ruolo di facilitatore tecnologico e network per un ecosistema a cui si federano esercenti o banche e istituti finanziari, ciascuno come entità indipendente in SaaS o On Premise che autentica i propri clienti secondo le proprie policy, ma col vantaggio di una user experience unificata per l’utente. Il programma di affiliazione e il modello di business MOBYSIGN innovativi come la soluzione e convenienti, tengono conto anche delle peculiarità delle nuove sfide di PSD2.

Insomma con Mobysign l’unione fa la forza.

Mobysign inoltre non è solo un mezzo per effettuare pagamenti, è un passepartout che ci consente di effettuare anche login su altre App e siti web.

Con Mobysign basta solo la nostra impronta o scegliere un solo PIN da tenere a mente, al posto del portafogli o delle mille password che siamo costretti a tenere a mente, per pagare  al supermercato, sui siti ecommerce o per effettuare login. In pochi secondi.

Con Mobysign lo smartphone può essere utilizzato da solo o a supporto di altri dispositivi, come la cassa del supermercato, la pagina web sul PC dove vogliamo fare login o acquisti: la transazione di login o di acquisto può avere inizio anche da un’altra App sullo stesso smartphone o dal suo browser.

Insomma un sistema di pagamento e login per semplificarci la vita, utilizzabile da oggi, pensato per il futuro.

 

###

 

Arriva Centurion, la nuova criptovaluta che offre transazioni veloci, e aiuta i bambini

Dubai (Emirati Arabi Uniti), 10 febbraio 2017 – È entrata sul mercato ieri, 9 febbraio, una nuova cripto valuta denominata  Centurion che promette di rivoluzionare il mercato delle valute e degli acquisti online. La nuova cripto valuta trae ispirazione dal Bitcoin e da altri altcoins per offrire una scelta efficiente e facile da usare per la comunità digitale.

Mentre la rete Bitcoin lotta per eliminare le code di attesa per le conferme delle transazioni e cerca una soluzione scalabile Centurion, che basa le proprie attività tramite il sito internet www.centurionlab.org, è in grado di elaborare e confermare le operazioni in meno di 6 minuti. Inoltre, il protocollo della cripto valuta ha una dimensione di 2 MB, che è due volte la dimensione del blocco Bitcoin.

Centurion, come qualsiasi altra cripto valuta, può essere utilizzata per l’acquisto di prodotti e servizi. Le librerie API per il pagamento sui merchant possono essere facilmente integrati in siti web per iniziare ad accettare la cripto valuta.

Il team  dietro Centurion  sta già lavorando con alcuni grandi nomi, sia dentro che fuori internet per garantire l’adozione della cripto valuta subito dopo il lancio ufficiale.

Il primo servizio ad adottare la moneta di Centurion sarà una piattaforma online che offre più di 100 e-book e 50 video sul marketing, informazioni su cripto valute, consigli e trucchi per il mondo internet, imprese, e molte altre piattaforme online sono già previste seguiranno presto.

Proprio come nella moderna saga dei  Centurioni Romani, Centurion lotta per proteggere il futuro del mondo, nello specifico i bambini. Questa cripto valuta viene lanciata infatti anche con l’obiettivo di aiutare i bambini in tutto il mondo attraverso una fondazione, la Centurion4Children, che riceverà una donazione iniziale di 5 milioni di monete Centurion.

Mining e Mining Pool

Rispetto ad altre cripto valute Centurion ha il sistema di mining pool più avanzato e facile da usare a beneficio di tutti i miners, anche dei meno esperti o di chi si applica per la prima volta.

Il Mining Pool di Centurion non richiede ai miners di iscriversi manualmente per ritirare le monete minate: esse saranno direttamente allocate nei rispettivi portamonete virtuali. Questa configurazione non solo garantisce la facilità d’uso ma riduce anche il rischio di attacchi ai portafogli del pool minerario. Il sistema è impostato per garantire l’esecuzione del payout con conferma in tempi record, al massimo in 6 minuti.

La cripto valuta differenzia i propri utenti in due gruppi distinti: il gruppo degli  specialisti, composto da membri esperti della comunità delle cripto valute che hanno una migliore comprensione del processo di estrazione, dei software, e di vari altri aspetti tecnici.  L’altro gruppo è formato da utenti occasionali che non conoscono gli tecnicismi ma sono noti per usare le cripto valute per le transazioni e il trading.

Centurion sa che il numero degli utenti occasionali e non esperti può superare il numero degli specialisti, e che questo target gioca un ruolo importante nel guidare l’adozione della cripto valuta, infatti offre loro l’opportunità di essere parte della comunità mineraria, fornendo files semplici e pre-configurati che possono essere facilmente scaricati per avviare il mining con CPU e GPU. I miners non avranno bisogno di hardware potenti specializzati, come nel caso di Bitcoin o altre Litecoins, quantomeno almeno all’inizio.

Centurion4Children

Per sottolineare le finalità benefiche della Centurion è stata creata la fondazione Centurion4Children (www.centurion4childrencom) composta da membri internazionali che riceverà immediatamente 5 milioni di monete Centurion da destinare a progetti specifici di altrettante organizzazioni mondiali per l’aiuto ed il sostegno di bambini nel mondo.

I settori interessati saranno quelli delle adozioni a distanza, della sicurezza dell’acqua per contrastare la sete nel mondo e dei progetti per la scolarizzazione dei bambini in condizioni di povertà.

Exchange

Centurion è già in trattativa con alcune delle piattaforme di scambio più importanti. Alcune delle quali hanno già accettato di estendere il sostegno al nuovo token crittografico. Subito dopo il lancio, Centurion sarà disponibile per gli scambi su Excambiorex.com

Per saperne di più sulla nuova cryptmoneta Centurion basta visitare il sito internet www.centurionlab.org .

 

A proposito di Centurion

Centurion è una cripto valuta che si concentra principalmente sulla facilità d’uso, semplicità di estrazione e velocità delle transazioni. La piattaforma dà soddisfazione sia agli utenti più esperti che ai neofiti. Ha attivato una collaborazione con la community Cryptonetwork per aumentare l’utilizzo e l’adozione delle monete Centurion.

 

 

 

 

 

###

 

Contatti stampa:

Sharon Kennedy

Email: press@centurionlab.org

Località: London

 

 

 

 

 

Exit mobile version