Musica: il lirico ed  il pop si incontrano in “Niente è  niente”

Il nuovo progetto musicale degli artisti lirici partenopei Olga De Maio, soprano, e Luca Lupoli, tenore, con un brano tra il pop e il lirico…

Napoli, 17 gennaio 2022 – Si chiama “Niente è  niente“, il nuovo progetto discografico del soprano Olga De Maio e del tenore Luca Lupoli, noti artisti lirici partenopei ed internazionali, membri della storica Associazione Culturale Noi per Napoli.

Nel nuovo brano si uniscono i due generi, pop e lirico, e nasce in collaborazione con il noto cantautore italiano Paolo Audino, autore di brani di successo scritti per nomi quali Celentano, Mina, Minghi, Bocelli, e’ uscito e lanciato sotto l’ Etichetta di Kicco MusicI.

Tre artisti che già si erano magnificamente espressi con un altro inedito ”Anche quando non vuoi”  (musica di Nando Misuraca), sul tema dell’amore ed in particolare su quello verso la magnifica arte canora e musicale. Ora invece Paolo Audino, come autore sia del testo che della  musica, con arrangiamento del M° Paolo Rescigno, ha scritto questo nuovo brano  appositamente per le  voci e per il timbro  di Olga De Maio e Luca Lupoli, dedicandolo ad un aspetto esistenziale molto attuale, un vero e proprio “mantra”: ecco come i due artisti lirici affrontano questa nuova incursione nel genere pop.

”Sono lusingata dalla collaborazione nuovamente con un nome della musica italiana come Paolo Audino che ha scritto per nomi importanti e dal fatto straordinario che per scrivere questo brano abbia pensato alle nostre voci, alla loro duttilità espressiva ed alla timbrica che potesse esprimere nuove emozioni. Una continua ed incessante scoperta con una similitudine all’opera lirica:  in un’opera, a teatro, si racconta una storia con scene, costumi e regia, nella canzone ed attraverso un video si racconta una storia, allo stesso modo con musica e testo”, ha detto la soprano Olga De Maio.
”Anche per me è sempre una nuova e toccante emozione ed esperienza, potermi  esprimere e confrontarmi  con un timbro da cantante lirico, con note e parole di un linguaggio nuovo, contemporaneo, quello del ” pop”. Si instaura un dialogo con un pubblico “diverso”, magari poco  o per nulla abituato al genere lirico, quindi poter impegnarsi in una “mission” appunto quella di porgere questo genere considerato “vetusto” a tutte le nuove  generazioni ed ai non “addetti ai lavori ” e di far comprendere quanto possa essere carico di trasmettere valori e messaggi di vita importanti“, ha raccontato invece il tenore Luca Lupoli.
L’autore Paolo Audino ci spiega invce com’è nata la sua ispirazione:
“Seduto al pianoforte le note giravano disordinate nella mia testa ma poi pensando alla voce cristallina di Olga De Maio, hanno iniziato a fluire scivolando ordinate come le perle di una collana sulla tastiera bianca e nera: volevo esprimere qualcosa che ricordasse la ripetizione magica dei mantra, una melodia che potesse sciogliere ripetendola,  il valore della parola “niente” che intanto aveva conquistato la mia mente, ed ecco allora sgorgare tra le “rocce” di tutti gli altri pensieri un’idea. Quel torrente che scorre inesorabile e segue il suo corso, la visione dell’amante deluso che decide di allontanarsi e non ripensare a una passione durata il tempo necessario per estinguersi ma… niente è niente per davvero, perché nulla è vissuto “tanto per”, c’è una motivazione dietro una scelta, errata o giusta che sia a segnare il proprio cammino”.
“Succede che questo cammino che per alcuni potrebbe essere stato difficile, per altri facile e ricco di amore, si interrompa in questo al di qua, che siamo abituati a vivere per quel che vediamo, sentiamo, tocchiamo. Il pensiero di questa cesura ci turba soprattutto di questi tempi, in cui la vita ci può apparire come una notte lunga, piena di incognite, senza meta, (ed è Luca Lupoli a dare voce alla seconda strofa). E allora ci sarà sempre una preghiera da un vicolo, a elevarsi al di sopra del mondo fino al cielo, sopra al niente che può sembrarci a volte l’esistenza ma che invece non è mai niente: se ognuno guardasse in fondo alla propria anima sarebbe consapevole che una ragione esiste, sempre.
Anche quando non ci si aspetta più nulla e tutto sembra remarci contro, se ci appelliamo al senso profondo dell’essere umano sentiamo crescere un’energia. Quando sentiamo il peso della fatica che comporta vivere, quando siamo a un passo dalla resa possiamo sentire come una voce dentro che arriva dall’infinito per consolarci, a dirci di non aver paura, che le cose possono cambiare e che ci possiamo rialzare, a ricordarci che ognuno è unico e che per questo, niente è niente, mai”.

Video: Niente è niente

Poster YouTube

 Luca Lupoli Olga De Maio interpreti

 

A Napoli i Ricordi, l’Amore e le Donne in Opera, Operetta e Arie da salotto

Napoli, 7 febbraio 2018 –  Il 17 febbraio, presso il bellissimo Museo/Atelier del Corallo della famiglia Ascione, in Galleria Umberto I a Napoli, si terrà “I ricordi, l’Amore e le donne“, recital lirico, in compagnia di Verdi, Lehar e Puccini.

L’evento sarà presentato da’Assostato di Napoli, nella persona del suo Presidente Dott.Silvano Barrella, in partnership dell’Associazione Culturale Noi per Napoli, e vede come protagonisti gli artisti il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli della stessa associazione.

Gli artisti, accompagnati al piano dal Maestro Maurizio Iaccarino, eseguiranno un programma che spazierà dalle arie di opere famosissime, quali Bohème, Madama Butterfly, Traviata, Gianni Schicchi, all’operetta quali Vedova allegra e Cin Ci là per  poi cimentarsi in brani della tradizione della classica canzone napoletana d’autore.

Presenterà l’evento il giornalista Peppe Giorgio che racconterà aneddoti e fatti storici del tempo in cui sono state scritte le opere e cenni sulla vita dei musicisti. Insomma sarà un pomeriggio davvero da trascorrere in pieno relax, in un ambiente di classe ascoltando i due artisti che fanno parte del Coro del Teatro di San Carlo.

Attraverso i 3 generi musicali dalla Romanza da Salotto dell’800, dell’ Opera Lirica dalle note di “Parigi Ò cara” della Traviata di Verdi fino a Puccini di Gianni Schicchi, Bohème e Madama Butterfly e l’ Operetta dalla italianissima “Cin Ci la’ “fino alla viennese “Vedova Allegra”, si tratteggeranno i 3 temi del Ricordo, dell’ Amore e delle Donne, che sono indissolubilmente legati ed intrecciati in ogni brano del programma con toni e caratteristiche differenti dai più romantici, appassionanti e sognanti a quelli anche più gioiosi ed ironici, in un trascolorare di sentimenti ed emozioni che coinvolgeranno gli spettatori.

L’evento rientra nella programmazione delle attività istituzionali delle 2 associazioni sopra citate, con lo scopo di promuovere la diffusione della cultura musicale unitamente a quella dei  siti storici della città di Napoli, che sono poco conosciuti ai cittadini napoletani e non, e che fanno parte del glorioso patrimonio culturale della città partenopea.

Per ogni informazione rivolgersi a Assostato, Via Cervantes 55/5 80133 Napoli, Tel 081/5518735.

 

 

il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli

 

Museo del Corallo Ascione, Napoli

 

Tag: cultura napoli, opera napoli, operetta napoli, cultura, opera, operetta, lirica, opera lirica, opera, operetta, lirica, lirico, teatro, teatro napoli, tenore, soprano

Per Napoli in arrivo eventi di musica, arte e cultura

Napoli, 23 gennaio 2018 – Dopo i successi e consensi di stampa, tv, e pubblico degli ultimi  mesi nuovi progetti ed eventi attendono Napoli, a cura del soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli.

Due gli eventi recenti più importanti dei 2 artisti. Lo scorso dicembre con il Concerto dell’Immacolata presso la Sala Vasari in Sant’Anna dei Lombardi ed il 1° gennaio con il Concerto di Capodanno al Teatro Delle Palme a Napoli  in cui è stato ospite l’attore Patrizio Rispo, patrocinati dalla Regione Campania e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, con la finalità di raccogliere dei fondi per la mensa della Caritas dei senzatetto di S.Chiara di Napoli.

Impegni ed eventi che vedono intrecciati e collegati la promozione della musica, del canto lirico, dell’arte e della solidarietà, finalità istituzionali dell’ “Associazione Culturale Noi per Napoli”, attiva e presente da più di 25 anni a Napoli ed in Campania con diffusione nazionale ed internazionale.

Nei prossimi mesi i due artisti lirici Olga De Maio e  Luca Lupoli saranno impegnati nella realizzazione di concerti presso siti storici della città di Napoli con “Luoghi Storici e Musica”, il format da loro lanciato lo scorso anno con ottimi consensi da parte del pubblico cittadino e dei tanti turisti

Un format che ha toccato e toccherà anche quest’anno siti quali il museo di Villa Pignatelli, Palazzo Reale, Museo Archeologico,Storico Caffè Gambrinus, Complesso monumentale di S.Anna dei Lombardi e la Sala Vasari, Museo di Capodimonte, coniugando la visita guidata del sito storico con la musica, attraverso il concerto che i due artisti eseguono.

Un concerto dedicato al repertorio delle romanze da salotto dell’Ottocento, alle più belle arie operistiche e duetti, brani da operetta e le canzoni classiche napoletane.

Il progetto è rivolto anche alla scoperta ed alla proposta  di “luoghi” poco conosciuti ai più di Napoli come il Recital che realizzeranno il prossimo febbraio presso il Museo del Corallo Ascione a Napoli, dal titolo “I Ricordi, l’Amore, le Donne” dedicata all’esecuzione di brani di Verdi, Puccini, Cilea, Lehar e tanti altri, in collaborazione con l’Assostato.

Altro impegno prestigioso sarà il Concerto di Pasqua che verrà realizzato nell’ ambito della mostra dedicata a Van Gogh a Napoli con enorme successo di pubblico e visitatori .

Eventi in programma vi saranno anche per il prossimo “Maggio dei Monumenti” “Estate a Napoli” in alcuni teatri importanti con la partecipazione e coinvolgimento di attori di respiro e caratura internazionale.

In programma anche l’uscita di un disco dei 2 artisti in primavera, con un inedito dedicato alla funzione catartica, riflessiva ed educativa della bellezza del canto, della musica, un vero inno alla vita, in collaborazione  con Suono Libero Music.

Grande attenzione hanno suscitato il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli per i loro eventi e per la loro arte, da parte della tv, della stampa locale e nazionale, tanto da essere apparsi in ampi articoli e servizi televisivi su testate come il Roma,Il Mattino, Repubblica, Corriere della Sera, e pagine di settimanali nazionali quali “Tutto”, “Vip”, ” Eva 3000″, Rai  Tg 3, Televomero, Tele A, Gt Channel, Tv Capital. Un interesse crescente verso i 2 artisti che presto saranno ospiti anche in varie trasmissioni su Rai e Mediaset ed altri importanti eventi e galà nazionali dedicati allo sport.

I 2 artisti sono stati e saranno “testimonial” di importanti aziende napoletane e nazionali nel settore della moda, giolelli, orologi, di produzione del vino, oltre che ambasciatori del bel canto e dell’opera, anche nell’ottica della solidarietà.

Ogni novità sulla loro programmazione e su quella dell’ “Associazione Culturale Noi per Napoli” potrà essere seguita sul sito www.noipernapoli.it ed anche sulla pagina Fb www.facebook.com/AssociazioneNoiPerNapoli.

 

Il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli

 

Il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli

 

Olga De Maio soprano e Luca Lupoli tenore,rappresentanti dell’ Associazione Culturale Noi per Napoli

 

 

L’antica tradizione lirica del “bel canto” italiano ritorna in vita con il maestro Giovanni Brecciaroli in “Tenera azzurrità”

Ancona, 1 dicembre – L’antica tradizione lirica del “bel canto” italiano è riportata in vita in questi giorni grazie al maestro Giovanni Brecciaroli ed al suo ultimo album “Tenera azzurrità” in omaggio alla poetessa Mara Vitale.

Dopo anni dedicati al Flamenco con gli album “Noche de luna” e “Flajezzando”, il maestro ritorna alla sua prima passione, il canto con undici romanze composte e interpretate dallo stesso maestro e afferma:

“Ci sono, talvolta, sogni e sensazioni che si nascondono dentro di noi anche per anni prima che si decidano a prendere forma, prima che riescano a trovare le parole o le note giuste per esprimersi. Come riscoprire l’amore, quando ti credevi incapace di innamorarti di nuovo, o realizzare che Lei, la musica, è la compagna di vita che ti rimane fedele nonostante tu l’abbia spesso trascurata, trasformata, messa da parte”.

L’album, prodotto da Astralmusic con la supervisione grafica di Regina Azizova e l’ausilio della pianista Georgia Amadio, ha il sapore squisito delle arie d’opera della migliore tradizione italiana, arricchito delle caratteristiche melodiche delle arie da camera dei primi del Novecento italiano di musicisti quali Tosti, Donaudy, Toselli.

Un’opera quindi, nella quale affiora la grande tradizione lirica del “bel canto” italiano, un semplice omaggio a un genere musicale, ormai, purtroppo desueto.

Oltre a “Tenera azzurrità” che dà il titolo all’album, da menzionare “Brivido d’argento” già incisa dal tenore Marco Berti, “Addio ad aprile” e “A me ritorna la tua giovinezza” dedicate rispettivamente a Maria Rota e ad Arcangelo Gabriele Santoni, e “Un canto è già nell’aria”, unico brano con arrangiamento moderno curato da Giordano Tittarelli.

Chi ascolta “Tenera azzurrità” si ritrova come sospeso nel tempo e nello spazio, immerso tra emozioni antiche ma pur sempre nuove, cullato da un’armonia delicata ma non scontata, trasportato in un mondo incantato.

Sensazioni rare che fanno del cd il perfetto regalo di Natale da donare a chi si vuole bene.

L’album è reperibile presso la libreria “Incontri” di via Costa Mezzalancia, 1 a Jesi al prezzo di €15, oppure scaricabile da tutti i digital stores al costo di €10.

Per ulteriori informazioni su Giovanni Brecciaroli visitare il sito internet www.giovannibrecciaroli.it.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

###

 

Contatti stampa:

Astralmusic

info@astralmusic.it

amministrazione@astralmusic.it

tel. 0731814981

Exit mobile version