Napoli: grande successo per il concerti del Trio lirico partenopeo per il Raduno nazionale degli Amici del Commissariato Aeronautico

Grande successo a Napoli per il Recital del Trio lirico partenopeo per il Raduno nazionale degli Amici del Commissariato Aeronautico

Napoli, 3 ottobre 2022 – Grande successo e scroscianti applausi per il concerto dell’ormai consolidato Trio lirico partenopeo, composto dagli artisti di fama internazionale, soprano Olga De Maio, i tenori Luca Lupoli e Lucio Lupoli, accompagnati al pianoforte dal M° Francesco Schiattarella, realizzato in occasione del Raduno nazionale degli Amici del Commissariato Aeronautico a Napoli che si è tenuto sabato 1 ottobre dal luogotenente Giuseppe Strippoli. 

Entusiasmo,emozioni a commozione hanno suscitato le romanze da salotto, i duetti da Opera ed Operetta, i grandi classici napoletani interpretati dagli  eccellenti artisti del  partenopeo, con un programma che ha appunto toccato le pagine più belle ed immortali del repertorio vocale lirico.
E così nuovamente la musica ritorna ad essere uno strumento di unione, comunicazione ed a anche portatore di valori civili e morali oggi tanto disattesi.
Il pubblico degli “Amici del Commissariato Aeronautico” è accorso numeroso e caloroso a Napoli per questa occasione celebrativa,in una splendida serata, organizzata dal Luogotenente Giuseppe Strippoli, in cui ha trionfato la grande, bella musica ed il bel canto che gli artisti hanno espresso ad un  livello di elevato spessore artistico e professionale:  da Non ti scordar di me, Parlami d’amore Mariù, Granada, l’operetta con  Lehár, l’opera lirica con Verdi e Puccini, fino ad arrivare agli immortali classici della canzone napoletana, Torna a Surriento,O’Paese d’ ‘ o sole, Marechiaro, Voce ‘e notte ecc…
Ovazioni finali tributate dal pubblico a fine concerto agli artisti con splendido omaggio floreale da parte dell’organizzazione al soprano Olga De Maio.
Ritorneremo presto sicuramente ad applaudire questi artisti, ambasciatori della grande musica e del bel canto che fanno parte dell’Associazione Culturale Noi per Napoli APS, per altri prossimi concerti in programma a Napoli ed in Italia, con le loro altre magnifiche interpretazioni.
Il trio lirico partenopeo con il luogotenente Giuseppe Strippoli

 

Luca Lupoli ed Olga De Maio
Olga De Maio soprano, Luca Lupoli tenore Lucio Lupoli tenore in Concerto per il Raduno nazionale degli Amici del Commissariato Aeronautico

Il soprano Olga De Maio: da Napoli alla carriera internazionale

Napoli, 24 marzo 2022 – Olga De Maio, soprano, è un’artista lirica con una formazione e carriera di livello e prestigio internazionali, con alle spalle già una lunga carriera.
In particolare inizia alla tenera età di 10 anni come “voce bianca” e solista dei Pueri Cantores di Santa Chiara presso il teatro San Carlo, diplomata a pieni voti presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, dopo un’esperienza di docenza presso il medesimo Istituto.
Ha collaborato con illustri nomi del mondo della musica e dello spettacolo, quali Roberto De Simone, Katia Ricciarelli, Isabella Rossellini, Gerard Depardieu e Lina Wertmuller.
È presente come illustre artista sull’Enciclopedia della Canzone Napoletana curata dallo storico e musicologo Pietro Gargano.
Protagonista in prestigiose stagioni concertistiche con musicisti del calibro di Uto Ughi, Salvatore Accardo, Michele Campanella e Cecilia Gasdia.
Dal 1987 è solista al Festival Internazionale di Musica Classica, poi protagonista nel ’92 al Castel dell’Ovo del “Laudario di Cortona, protagonista di trasmissioni televisive in  Rai e Mediaset (il Mercato del Sabato, Uno Mattina, Moda Mare Positano), si esibisce presso illustri location ed Istituzioni partenopee, quali La Fondazione Circolo Artistico PoPolitecno, il Teatrino di Corte nel Laudate Dominum di Mozart.
Vince importanti concorsi quali il Pergolesi,esibendosi al Teatro Bellini di Napoli,Concorso Internazionale quali il “Pavarotti International, risultando tra i migliori cantanti lirici del mondo, il “Mascagni”, “Caruso”, “S.Cecilia”,”Mario Lanza”etc
E’ artista stabile del prestigioso Teatro S.Carlo di Napoli, ha al suo attivo una lunga carriera internazionale svoltasi presso la “Royal Academy of London”, Cambridge ed Oxford Univerity, ad Atene solista con Gerard Depardieu, Isabella Rossellini, con Katia Ricciarelli e per il M.tro Roberto De Simone, al Teatro San Carlo con il M.J.Tate.
Alterna attività solistica e concertistica che negli ultimi anni l’ha portata all’incisione dei Carmina Burana di Orff, ed è anche solista del Teatro S.Carlo.

Olga De Maio ha realizzato eventi con i patrocini delle massime Istituzioni pubbliche, tra le quali il Forum Internazionale delle Culture, le celebrazioni internazionali delle Relazioni tra Italia e Giappone, eventi celebrativi per l’indimenticabile Enrico Caruso, il tradizionale Concerto di Capodanno a Napoli.

Insignita di prestigiosi premi del mondo della cultura e dello spettacolo tra i quali “Ritratti di Territorio”, “Remigio Paone”, “Premio Masaniello” ed “Enrico Caruso”. Olga De Maio  ha un repertorio che spazia dalla romanza da salotto, opera, operetta e canzoni classiche napoletane di cui ha inciso anche vari cd per la “Ricordi”.

È ideatrice e conduttrice del format televisivo “Noi per Napoli show” in onda su emittenti televisive campane, in cui la lirica incontra arte, cultura, spettacolo, società ed attualità. Numerosi i format da lei  ideati in seno alla storica Associazione Culturale Noi per Napoli, fondata dalla Dott.ssa Emilia Gallo, di cui è direttrice artistica e rappresentante legale, con la finalità di promuovere costantemente l’arte e il bel canto, tra cui “Luoghi Storici e Musica”, “Atmosfere da Sogno”, realizzati nei più importanti siti storici e monumentali della Campania.

Recentemente protagonista sulle pagine dei settimanali  nazionali “Di Più Tv”, “Visto”, ha lanciato l’iniziativa del “Festival delle Arti” che ha riscosso successo internazionale, sia sul web che in importanti teatri di Napoli.

È testimonial di importanti aziende produttrici di cosmetici e trucchi teatrali, ed ha sempre un occhio di riguardo verso l’aspetto sociale per azioni benefiche.

Ha infine inciso nuovi brani lirico-pop con il cantautore Paolo Audino, autore di Mina, Celentano, Minghi, Bocelli, dal titolo ” Anche quando non vuoi” ed il recente “Niente è niente”, presenti su tutte le piattaforme streaming internazionali, che sta ottenendo grandi successi e consensi.

 

Link social del soprano Olga De Maio:

 

 

 

 

 

 

 

Musica: “Niente è niente”, la scommessa tra lirica e pop

Napoli, 21 febbraio 2022 – Si chiama “Niente è niente” il nuovo singolo degli artisti lirici Luca Lupoli, tenore,Olga De Maio, soprano. Il brano è stato scritto da Paolo Audino e arrangiato dal maestro Paolo Rescigno, ed unisce due generi, il pop e il lirico, con il risultato di un sound più attuale e moderno.

Può la lirica fare un’escursione nel genere pop donando freschezza e genuinità?

Questa la loro domanda e sfida, la cui risposta è stata la nascita di un brano dolce, dal tocco delicato e riflessivo.

Le voci dei due artisti sono in armonia tra loro, creando un contrasto di colori, sensazioni, emozioni. Il tutto condito da un arrangiamento elegante e coinvolgente costruito su misura per enfatizzare e arricchire l’intero brano.

Può una storia d’amore durare il tempo di una notte? Si domanda il protagonista, deluso e amareggiato per la circostanza.

È possibile che dopo non c’è più niente? Non dobbiamo aspettarci più niente? Eppure, il protagonista, si interroga e arriva alla consapevolezza che dietro ad ogni situazione, dietro a una scelta, errata o giusta che sia, c’è sempre un senso, una motivazione che ci spinge a seguire una determinata strada anziché un’altra.

Anche la nostra esistenza che può avvolte risultare insignificante ai nostri occhi, presi dallo sconforto, non lo è mai per davvero. Vale sempre la pena di vivere, di trovare la propria vocazione e il proprio senso della vita.

Un messaggio significativo e complesso che apre a tanti interrogativi e riflessioni.

Paolo Audino ha affermato: “Seduto al pianoforte le note giravano disordinate nella mia testa ma poi pensando alla voce cristallina di Olga De Maio, hanno iniziato a fluire scivolando ordinate come le perle di una collana sulla tastiera bianca e nera: volevo esprimere qualcosa che ricordasse la ripetizione magica dei mantra, una melodia che potesse sciogliere ripetendola, il valore della parola “niente” che intanto aveva conquistato la mia mente, ed ecco allora sgorgare tra le “rocce” di tutti gli altri pensieri un’idea, quel torrente che scorre inesorabile e segue il suo corso, la visione dell’amante deluso che decide di allontanarsi e non ripensare a una passione durata il tempo necessario per estinguersi ma… niente è niente per davvero, nulla è vissuto “tanto per”, c’è una motivazione dietro una scelta, errata o giusta che sia a segnare il proprio cammino. Succede che questo cammino che per alcuni potrebbe essere stato difficile, per altri facile e ricco di amore, si interrompa in questo al di qua, che siamo abituati a vivere per quel che vediamo, sentiamo, tocchiamo. Il pensiero di questa cesura ci turba soprattutto di questi tempi, in cui la vita ci può apparire come una notte lunga, piena di incognite, senza meta, (ed è Luca Lupoli a dare voce alla seconda strofa) e allora ci sarà sempre una preghiera da un vicolo, a elevarsi al di sopra del mondo fino al cielo, sopra al niente che può sembrarci a volte l’esistenza ma che invece non è mai niente: se ognuno guardasse in fondo alla propria anima sarebbe consapevole che una ragione esiste, sempre! Anche quando non ci si aspetta più nulla e tutto sembra remarci contro, se ci appelliamo al senso profondo dell’essere umano sentiamo crescere un’energia. Quando sentiamo il peso della fatica che comporta vivere, quando siamo a un passo dalla resa possiamo sentire come una voce dentro che arriva dall’infinito per consolarci, a dirci di non aver paura, che le cose possono cambiare e che ci possiamo rialzare, a ricordarci che ognuno è unico e che per questo, niente è niente, mai!”

Si avverte l’impronta di Paolo Audino che ha realizzato sia il testo che la musica, appositamente per le voci di Luca Lupoli e Olga De Maio.

L’autore, affascinato da questa parola “Niente”, è stato ispirato a scriverne questa canzone così significativa.

Niente è niente” è stata pubblicata il 10 gennaio 2022, rilasciata dall’etichetta discografica Kicco Music, ed è disponibile su YouTube e sulle principali piattaforme di streaming musicale.

Chi sono gli artisti?

Luca Lupoli ed Olga De Maio, due grandi artisti lirici partenopei

I due lirici del San Carlo, vincitori di prestigiosi premi, presiedono l’associazione culturale “Noi per Napoli”, promuovendo musica e cultura partenopea in tutto il mondo, sempre con un occhio di riguardo verso l’aspetto sociale. Sono artisti del prestigioso teatro San Carlo di Napoli e hanno alle spalle già una lunga carriera: in particolare Olga De Maio inizia alla tenera età di 10 anni come “voce bianca” e solista dei Pueri Cantores di Santa Chiara e presso il teatro San Carlo, diplomata a pieni voti presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli ed ha collaborato con illustri nomi del mondo della musica e dello spettacolo, quali Roberto De Simone, Katia Ricciarelli, Isabella Rossellini e Gerard Depardieu, Lina Wertmuller, Ferzan Ozpetek.

Olga De Maio è stata protagonista in prestigiose stagioni concertistiche con musicisti del calibro di Uto Ughi, Salvatore Accardo, Michele Campanella e Cecilia Gasdia.

Luca Lupoli fin da ragazzo si è dedicato allo studio del pianoforte e del canto, ha conseguito la laurea in Lettere con indirizzo Arte, Musica, Spettacolo presso l’Università Federico II di Napoli e la Specializzazione di secondo livello in Discipline musicali canto e coralità presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli con il massimo dei voti. Inoltre, Lupoli si è perfezionato con maestri di livello internazionali quali Campanino, Carraturo, Pagliuca e Alva. Entrambi sono vincitori di importanti concorsi lirici (“Pavarotti International”, “Mascagni”, “Mario Lanza”, “Caruso”, “Mattia Battistini” e “Corelli”), si sono esibiti in teatri e sale da concerto in Italia e all’estero, presiedono l’associazione culturale “Noi per Napoli” che da ben 30 anni promuove la musica lirica, classica e la cultura partenopea in tutto il mondo.

Paolo Audino, autore e compositore, fra le varie canzoni edite è l’autore di “Brivido felino” cantata da Mina e Celentano e di “Per Noi” cantata da Andrea Bocelli. Ha scritto per Luca Barbarossa e ha lavorato per lungo tempo con Amedeo Minghi anche per i monologhi dei suoi recital “L’ascolteranno gli Americani”, “Di canzone in canzone”, “Cantare è d’amore”. “Anche quando non vuoi” è il brano che ha scritto con Nando Misuraca per il duo lirico Olga De Maio & Luca Lupoli, tenore e soprano artisti del Teatro San Carlo e rappresentanti dell’Associazione Culturale Noi per Napoli. Per l’etichetta Hammer Music ha debuttato come cantautore con l’album “Strettamente personale”, i cui singoli sono “Serenità”, “Impreparato”, e “L’angelo nero” che ha cantato su invito del M.° Gaspare Maniscalco e della giornalista Paola Zanoni, anche al Conservatorio di S. Cecilia.

Scrittrice & Cantautrice.
Amo scrivere, comporre e leggere libri di Crescita Personale, Business, Musica & Imprenditoria.

 

Napoli: belcanto, danza e circo hanno acceso lo spettacolo di Capodanno

Lo spettacolo di Capodanno con belcanto, musica, danza e circo hanno fatto splendere  il Teatro delle Palme di Napoli

Napoli, 4 gennaio 2022 – Si deve riconoscere che il Gran Concerto di Capodanno 2022, tenutosi a Napoli l’1 gennaio al Teatro Delle Palme non solo è stato un grande successo, ma forse tra i pochi, se non l’unico, andato in scena nella nostra meravigliosa Napoli, per salutare il 2022 e poter essere foriero di eventi teatrali in tutta Italia.

Grande è stato il consenso del pubblico che si è trovato in un’atmosfera senza tempo, tra musica e ballo, lirica e magia. L’impegno, la tenacia e l’amore dell’Associazione Culturale Noi Per Napoli e dei suoi artisti organizzatori e interpreti, come il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, hanno incantato con le loro voci  le opere presentate.Un grazie a tutti gli artisti che hanno dato il loro contributo affinché si festeggiasse il nuovo anno : gli attori Vincenzo Bocciarelli, presentatore e phil rouge della serata,  Giovanni Caso con momenti teatrali  recitati dedicati a Napoli,  hanno  intrattenuto gli spettatori intervenuti, oltre la partecipazione del tenore Lucio Lupoli, accompagnati dal Quintetto Aedon.

Hanno partecipato i ballerini del Centro D’Arte Tersicorea con le coreografie di Gloria Sigona, l’artista circense del Madagscar Maya Orfei Circus,la giovanissima e bravissima Nicole Martini e Tamara Bizzarro,  Maria Weiss, Viktor Vitaris del Circo Weiss,Nataliya Apolenskaya pianista, Pasquale Meglio scenografo,  le ballerine ‘Farfalle Luminose’ della Compagnia dei Saltimbanchi.
Premio Noi per Napoli 2022  lo scrittore Maurizio de Giovanni e l’attrice Annamaria Ackermann. Ha ritirato il Premio Noi per Napoli della signora Ackermann, l’artista Giacomo Casaula nipote della Ackermann.
L’ Associazione Vivere Napoli è stata co-organizzatrice dell’evento e pur vivendo un momento così difficile, per la pandemia, ha fatto sì che nel massimo rispetto delle norme di sicurezza, il bel canto, la musica, la danza, il teatro ed il circo accendessero le luci del palcoscenico sul nuovo anno, con un concerto spettacolo che rappresenta, senza dubbio alcuno, la rinascita e la grande dichiarazione d’amore nei confronti del Teatro.
“Un grazie al pubblico che ha partecipato, contribuendo, con il biglietto, alla donazione per la mensa della Caritas, grazie al dottor Ermanno Corsi che è sempre disponibile per le iniziative per la cultura e la solidarietà ed agli sponsor dell’ evento Mutart srl,Leonardo Immobiliare, Imperatore Rosticceria di Napoli, Ium Academy School ( Napoli Piazza Nicola Amore) , Cuomo Spendimeglio Napoli,Via Nicolardi, Gay Odin Napoli, Terra di Briganti Vini ( Casalduni BN)”, hanno detto gli organizzatori dell’evento.Il teatro e gli artisti vanno sostenuti, per questo tocca a noi fare in modo che le luci dei palcoscenici non si spengano più.Per maggiori informazioni sull’associazione Noi per Napoli rimandiamo al sito internet www.noipernapoli.it.

 

Comunicato a cura di Anna Copertino, giornalista Road tv Italia

 

 

 

 

 

 

Il Gran Concerto di Capodanno 2022 a Napoli: tra musica, canto, danza e circo

Napoli, 6 dicembre 2021 – Arriva il Gran Concerto di Capodanno di Napoli, tra musica, canto, danza e spettacolari acrobazie circensi per festeggiare l’arrivo del nuovo anno in allegria e spensieratezza.
Il tradizionale Gran Concerto di Capodanno, giunto alla sua VII edizione, si terrà al Teatro Delle Palme, il primo gennaio 2022, alle ore 19:30.
Come sempre grazie a questo evento organizzato dall’Ass. Noi per Napoli, l’inizio del nuovo anno sarà vissuto, come di consueto, all’insegna delle emozioni.

Si riaccendono quindi le luci della ribalta su uno dei palcoscenici più grandi e storici dei teatri napoletani, il Teatro Delle Palme, in Via Vetriera a Chiaia, per una nuova fantastica edizione del Gran Concerto di Capodanno.

Un evento divenuto divenuto ormai istituzionale, grazie a protagonisti e grandi artisti lirici, dal Teatro San Carlo, come il soprano Olga De Maio, il tenore Luca Lupoli, direttori artistici, organizzatori, interpreti, il tenore Lucio Lupoli, con la straordinaria e brillante conduzione dell’attore italiano ed internazionale Vincenzo Bocciarelli: con loro l’attore Giovanni Caso, di un Posto al Sole, il Quintetto d’Archi Aedon, con le acrobazie degli artisti circensi del Circo Madagascar Orfei,rappresentato dalla manager Tamara Bizzarro, e dalla giovanissima artista acrobatica Nicole Martini, Maria Weiss e Viktor Vitàris del Circo Weiss, le coreografie ed i Walzer del Centro D’Arte Tersicorea di Napoli ,le farfalle luminose della Compagnia dei Saltimbanchi,Partnership organizzatrice  dell’ Evento sarà  l’Associazione Vivere Napoli e Grande Napoli.

Un vero viaggio nel mondo della musica, del canto e della danza fra celebri melodie viennesi, valzer di Strauss, famosi brani di opera ed operetta e appassionanti canzoni classiche napoletane.
In scena un particolare salotto d’epoca fin de siecle, in cui ospiti ed artisti accoglieranno il nuovo anno nel segno della musica, del bel canto e della danza. Lo spettatore si ritroverà immerso in un’atmosfera senza tempo tra amore, sogno e rievocazioni e di fantastiche sensazioni e tanto coinvolgimento per abbandonarsi alla spensieratezza e all’allegria tipica del celebre Concerto di Capodanno di Vienna.
Testimonial di eccezione saranno due personaggi centrali della cultura e del teatro partenopeo ed italiano, lo scrittore Maurizio De Giovanni, autore de I bastardi di Pizzofalcone e de Il Commissario Ricciardi e l’ attrice Annamaria Ackermann ai quali sarà assegnato il Premio Noi per Napoli 2022.
Un evento imperdibile, divenuto negli ultimi anni un appuntamento molto atteso tra gli eventi del capoluogo partenopeo nel periodo natalizio. Un grande spettacolo dal cuore nobile: una parte del ricavato sarà devoluto, come ogni anno, per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità a favore della mensa Caritas dei senzatetto di Napoli.
 L’iniziativa gode del Patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli e della Presidenza del Consiglio Regionale della Campania.
Sponsor: Mutart srl,Leonardo Immobiliare,Imperatore Rosticceria di Napoli, Ium Academy School ( Napoli Piazza Nicola Amore) e Cuomo Spendimeglio Napoli Via Nicolardi.
Dettagli dell’evento
Quando: Sabato 1 Gennaio 2021, ore 19:30
Dove: Teatro delle Palme – Via Vetriera, 12 – Napoli (zona Chiaia)
Costi: Primo settore € 35 – Secondo settore € 30 – Terzo settore € 30 (+ prevendita)
PER L’INGRESSO ALLO SPETTACOLO E’ NECESSARIO MUNIRSI DEL GREEN PASS
NB: E’ obbligatorio l’uso della mascherina durante tutta la durata dello spettacolo
Per prenotare il link è:
 Informazioni
            noipernapoliart@gmail.com
Informazioni aggiuntive
Garage a pagamento: Autorimessa dei Fiori in via Vittorio Colonna – Garage Napoli Chiaia in Riviera di Chiaia 212
Parcheggio in strada: Zona Umberto e zona Villa Comunale

Magica Vanessa Ferrari, vola in finale sulle note di “Con te partirò”

Emozionante l’esercizio della Ferrari sulle note di “Con te partirò” esaltate dalla voce del tenore Fabio Armiliato
Tokyo, 28 luglio 2021 – La ginnasta artistica Vanessa Ferrari incanta il mondo e vola in finale. Vanessa sta affrontando la sua quarta Olimpiade a Tokyo e, grazie ad uno straordinario esercizio di corpo libero, ha ottenuto nella prima prova un punteggio di 14.166 che l’ha posizionata al vertice della classifica della suddivisione, ottima chiave d’accesso alla finale a otto.
Vanessa Ferrari è stata autrice di una prestazione davvero impeccabile: una splendida esecuzione sulle note della celebre canzone “Con te partirò” in un arrangiamento inedito con la voce del grande tenore Fabio Armiliato, che ha esaltato e arricchito di emozione l’esercizio della campionessa  italiana.
Il mondo intero è rimasto incantato e Vanessa Ferrari è balzata in testa alla classifica per l’accesso alla finale del prossimo 2 Agosto.
Emozionatissimo di vedere Vanessa volare sulle note della mia voce nel bellissimo arrangiamento creato per l’occasione dal maestro Maurizio Campo della canzone “Con te partirò” con la violinista Francesca Quaranta” ha dichiarato Fabio Armiliato, “Vanessa è stata magica e ora attendiamo con trepidazione la finale”.
“Con te partirò” è uno dei maggiori successi internazionali della musica italiana: scritta da Lucio Quarantotto con la musica di Francesco Sartori, portata al trionfo mondiale da Andrea Bocelli.

Vanessa Ferrari, ginnasta

Il tenore Fabio Armiliato

Napoli: al via la VI edizione del Festival delle Arti

La manifestazione, organizzata dall’Associazione Culturale Noi per Napoli, è aperta a tutti gli artisti senza limiti di età e nazionalità ed è inserita tra gli eventi del Maggio dei Monumenti 2021

Napoli, 4 maggio 2021 – Parte il Festival delle Arti 2021 dedicato alla città di Napoli, al suo patrimonio storico e culturale, alle sue tradizioni, alla Lirica e al Bel Canto e a tutto ciò che rappresenta la città partenopea nel mondo.

Giunta alla sesta edizione, la rassegna è organizzata dalla storica Associazione Culturale Noi per Napoli, fondata da Emilia Gallo, presidente emerito, e guidata dal soprano Olga De Maio e dal tenore Luca Lupoli.

“L’obiettivo – dichiarano De Maio e Lupoli, direttori artistici della rassegna – è quello di promuovere le arti e le passioni e di esprimere le forze creative che sono nel cuore e nella mente di ogni essere umano, per abbattere l’isolamento sociale. Il Festival, infatti, è ispirato ai principi e alle finalità della nostra associazione”.

L’iniziativa patrocinata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli è inserita tra gli eventi del Maggio dei Monumenti 2021.

LE CATEGORIE PREVISTE:

  • MUSICA ( STRUMENTISTI; AUTORI E CANTAUTORI) cat. Junior ( fino a 14 anni) Senior
  • CANTO ( lirico, pop, leggero) cat. Junior/senior
  • DANZA classico, moderno, tango, latino americano, ecc.
  • TEATRO/ RECITAZIONE,
  • POESIA, LETTERATURA, NARRATIVA
  • PITTURA, DISEGNO, SCULTURA,
  • FOTOGRAFIA,
  • CINEMA (Cortometraggi, Videoclip)
  • ARTIGIANATO ARTISTICO (manufatti, ceramica, orafi, ecc.)
  • ARTI ENOGASTRONOMICHE (Le Arti della cucina e del vino)
  • MAKE UP e MODA
  • ”IL CIRCO IMMAGINATO“(cit. Marco Lombardi), novità di quest’anno, una SEZIONE dedicata alle ARTI CIRCENSI

Proposte, esibizioni, testi, immagini, produzioni, secondo le modalità indicate nel bando, dovranno pervenire entro il 21 maggio, sotto forma di files digitali.

 

I PREMI

 

Premio “like del pubblico”

le cui votazioni avranno luogo a partire dal 25 maggio, fino alla mezzanotte del 1 giugno 2021, attraverso i like apposti sul link interno dei materiali digitali ricevuti e pubblicati dall’organizzazione tecnica del Festival sulle seguenti pagine social :

Pagina fb del Gruppo Festival delle Arti Noi per Napoli 

www.facebook.com/groups/FestivalArtiSulWebNoiperNapoli

Pagina fb di Campaniafelix TV, Media partner ufficiale dell’evento

www.facebook.com/campaniafelixtv/

Verranno assegnati e dichiarati vincitori i primi tre classificati per ogni categoria.

 

“Premio Giuria”

Una Giuria di esperti dei vari settori, composta da personaggi del mondo della cultura, dello spettacolo, del giornalismo, della musica, stilerà dopo aver preso visione del materiale in gara pubblicato, a suo insindacabile giudizio, una propria graduatoria ed assegnerà i Premi ai Vincitori per i primi tre classificati di ogni categoria.

 

Premi Speciali saranno assegnati dalla Direzione Artistica del Festival:

 

PREMIO NOI PER NAPOLI

MENZIONI SPECIALI

 

La Finale e la Premiazione, in cui verranno proclamati e pubblicati i nomi dei vincitori, avverrà il 2 giugno 2021 e compatibilmente con la situazione pandemica, sarà realizzata in una location da definire nella città di Napoli, trasmessa dall’emittente televisiva Campaniafelix tv ( ch 210,613,694 del digitale terrestre) in streaming e sulle pagine social.

La partecipazione è gratuita, la premiazione avverrà tramite l’assegnazione di Attestati di Partecipazione e Pergamene Digitali. Prevista pubblicità e la pubblicazione dei premiati sulle pagine social e sulle testate web dell’Ufficio Stampa dell’Associazione Culturale Noi per Napoli.

 

Per partecipare al Festival delle Arti dell’Associazione Culturale Noi per Napoli:

 

Infoline

noipernapoliart@gmail.com

3394545044 W.App 3515332617

 

SCARICA IL BANDO

https://drive.google.com/file/d/14WlSRm8EUZN_NhhPpVPZOYj-3cT2IGAl/view?usp=drivesdkrt

 

Ufficio Stampa

info@ufficiostampaecomunicazione.com

 

Il tenore Luca Lupoli e il soprano Olga De Maio

 

La star della lirica Svetlana Kasyan vince il premio Internazionale Penisola Sorrentina

La star mondiale della lirica Svetlana Kasyan vince il premio internazionale 2019. È stata quest’estate “Aida” all’Arena di Verona per la regia di Daniel Oren.

 Mosca, 30 settembre 2019 – Svetlana Kasyan è la vincitrice della categoria “internazionale” della ventiquattresima edizione del prestigioso Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”, promosso sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La sua nomination verrà annunciata ufficialmente durante la conferenza stampa nazionale di proclamazione che avrà luogo il 9 ottobre alle ore 11.00 al Teatro Eliseo di Roma, diretto da Luca Barbareschi.

La Kasyan è  stata definita dai melomani “la nuova Callas”. È certamente uno dei più affermati giovani soprani del panorama lirico internazionale. Non a caso è la prima cantante lirica ad essere stata insignita da Papa Francesco del titolo di «Dama di gran croce» dell’Ordine pontificio di San Silvestro.

Georgiana di natali e russa di formazione, la Kasyan mostra conclamate abilità drammatiche apprezzate in ruoli verdiani e pucciniani dal Bolshoi a Roma, Modena, Torino.

Le sue qualità vocali ed interpretative le permettono di affrontare i più importanti ruoli sopranili del repertorio italiano, francese, russo e tedesco collaborando con i migliori Direttori e Registi e riportando ovunque grande successo di pubblico e di critica.

È stata quest’estate la protagonista di “Aida”, all’Arena di Verona Festival 2019 con la direzione del M° Daniel Oren.

Si è formata professionalmente, presso il Conservatorio Statale di Mosca ed entra nello Young Artists Program del Teatro Bol’šoj da dove è iniziata la sua già lunga carriera.

Protagonista di Manon Lescaut al Teatro Regio di Torino, di Attila al Teatro Comunale di Modena, di Tosca al Theater St Gallen, di Madama Butterfly e Tosca al Teatro La Fenice di Venezia, del Don Carlo al Teatro Regio di Torino con la direzione del Maestro Gianandrea Noseda, di Un ballo in maschera alla Dorset Opera, e tant’altro.

Sempre in giro sui palcoscenici più prestigiosi del mondo, il 26 ottobre farà tappa al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento per ritirare l’importane riconoscimento conferitole.

 

Napoli, al Premio Masaniello riconoscimento al bel canto partenopeo

Napoli, 26 settembre 2019 – Il 28 settembre prossimo si terrà la XIV edizione del prestigioso Premio Masaniello, dedicato ai Napoletani Protagonisti. L’evento di premiazione, per iniziativa del Presidente Luigi Rispoli e del Direttore Artistico Umberto Franzese, si svolgerà  presso il Teatro Sannazaro di Napoli a partire dalle ore 20.
Il Premio Masaniello rappresenta, ormai, un appuntamento consolidato della cultura partenopea e realizza una approfondita opera di ricognizione,  rivisitazione di fatti, di creazioni avvenute nello scorrere del tempo, ponendo alla ribalta protagonisti spesso poco noti o conosciuti a mondi ristretti.
Per la sezione “Napoli infinitamente Napoli” quest’anno riceveranno il Premio il soprano Olga  De Maio e il tenore Luca Lupoli, per l’alto merito di diffondere la lirica ed il bel canto, patrimonio storico ed artistico non solo nella città di Napoli e in Campania ma anche in tutta Italia.
La  coppia di artisti, nota al pubblico nazionale ed internazionale, nonché voci del glorioso Teatro San Carlo, è sempre impegnata nella promozione, diffusione del bel canto, dell’opera lirica e della canzone classica napoletana, attraverso dei format da loro ideati e realizzati quali Luoghi Storici e Musica, Atmosfere da Sogno, Passeggiate liberty e Bel Canto, Bel Canto al Castello .
 
 Con la loro storica Associazione Culturale Noi per Napoli, della quale sono rappresentanti ed esponenti, attiva da ben 27 anni nel campo della cultura, della musica, dell’arte e del sociale in ambito non solo partenopeo ma anche nazionale ed internazionale, i due artisti musicali si prefiggono la finalità di promuovere la conoscenza dell’immenso patrimonio storico, musicale e belcantistico che resero  la città di Napoli una delle capitali musicali e culturali europee  nel ‘700 nei siti storici più o meno conosciuti.
Dopo un intenso tour estivo che li ha visti protagonisti insieme al tenore Lucio Lupoli, da L’Estate a Napoli 2019”, presso il Maschio Angioino con i loro recital lirici intitolati Bel Canto al Castello, Gia’ la luna in mezzo al mare, Le Stelle della lirica, nel Parco Regionale dei Campi Flegrei, presso il Giardino di Palazzo del Trono a Cetraro ( CS), il duo è stato protagonista il 15 settembre al Maschio Angioino di Napoli per una serata di gala dedicata ai 40 anni delle celebrazioni dell’ Estate a Napoli. Un evento con personaggi illustri dello spettacolo e della cultura  come Mariano Rigillo, Giacomo Rizzo, Gianfranco Gallo, Ermanno Corsi, decano del giornalismo partenopeo, in cui il consolidato duo artistico ha riscosso grandi consensi, successi ed apprezzamenti.
In tali appuntamenti gli artisti si sono esibiti in una formazione da Trio lirico, costituita in modo innovativo da due tenori e dal soprano, con un repertorio dedicato alla grande tradizione del bel canto italiano e partenopeo che parte dalla Romanza da Salotto dell’800 e del ‘900, passando attraverso il melodramma di Donizetti, Verdi, Puccini e l’operetta, arrivando ai brani della tradizione lirica partenopea.
L’onda dei prestigiosi riconoscimenti per il duo partenopeo continuerà a dicembre il prestigioso Premio “Remigio Paone” 2019, dedicato alla figura del noto regista, produttore e direttore teatrale nativo di Formia nel Lazio nel teatro omonimo.
Tra i prossimi progetti che vedranno protagonisti  De Maio e Lupoli come interpreti, ideatori e direttori artistici, ci sarà il Concerto dell’Immacolata l’8 dicembre 2019 e il Concerto di Capodanno 2019.
Il Concerto dell’immacolata si terrà presso la storica Sala del Vasari nel Complesso Monumentale di Sant’Anna dei Lombardi a Napoli, con il Patrocini della Presidenza del Consiglio Regionale della Campania e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli.
La V Edizione dello Storicizzato Concerto di Capodanno il 1 gennaio 2020 si terrà invece presso il Teatro Delle Palme di Napoli, che quest’anno avrà come “straordinario testimonial” ed ospite straordinario l’attore Giacomo Rizzo.
Per il pubblico sarà com sempre un vero viaggio nel mondo della musica, del canto e della danza fra celebri melodie viennesi, valzer di Strauss, famosi brani di opera ed operetta e appassionanti canzoni classiche napoletane con l’ambientazione scenografica di un particolare salotto d’epoca ‘fin de siecle’, in cui ospiti ed artisti accoglieranno il nuovo anno nel segno della musica, del bel canto e della danza.
Sarà ancora una volta un grande spettacolo dal cuore nobile poiché una parte del ricavato sarà devoluto, come ogni anno, per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità a favore della mensa Caritas dei senzatetto di Santa Chiara a Napoli.
Sarà possibile seguire gli artisti Olga De Maio e Luca Lupoli con la loro Associazione Culturale Noi per Napoli sulle pagine web
www.olgademaio.itwww.lucalupoli.it e sul sito dell’associazione www.noipernapoli.it.
Premio Masaniello 2019
Concerto Capodanno 2020
Il soprano Olga De Maio e il tenore Luca Lupoli
Il soprano Olga De Maio

Musica, il Gran Galà dell’Opera Lirica Italiana unisce il Mediterraneo

Trapani, 26 agosto 2019 – A chiusura della 55a edizione del Festival Internazionale di Cartagine, il Luglio Musicale Trapanese ha portato in scena, venerdi 23 agosto, al Teatro di Cartagine, il Gran Galà dell’Opera Lirica Italiana.

Un evento che è stato un grande sforzo organizzativo dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, che ha visto oltre 5000 spettatori riempire il teatro romano.

Presenti il consigliere delegato dell’Ente Luglio Musicale Trapanese Silvio Ermenegildo Ceccaroni e il direttore artistico Giovanni De Santis ed ancora numerosi esponenti del governo tunisino tra cui Mohamed Zine El Abidine, Ministro degli Affari Culturali, e Lorenzo Fanara, Ambasciatore d’Italia a Tunisi ed ancora altri importanti rappresentanti di istituzioni come Donald Blome, ambasciatore degli Stati Uniti d’America a Tunisi, Sergey Nikolaev, ambasciatore della Russia a Tunisi, Nikola Lukic, ambasciatore della Serbia a Tunisi, e Marouane El Abassi, Governatore della Banca Centrale della Tunisia.

Un viaggio musicale tra i capolavori del melodramma italiano con le sinfonie, le arie e i cori che hanno fatto la storia dell’opera lirica. Quei capolavori che, nell’arco di pochi secoli, hanno diffuso nel mondo la cultura musicale italiana. L’Opera, in particolare, essendo fatta di musica, voce e azione scenica ha acceso gli animi, ha emozionato e appassionato tutto il pubblico presente.

Una grande serata di gala sotto le stelle di Cartagine con quattro solisti di caratura internazionale: il soprano Francesca Sassu, il mezzo soprano Valeria Tornatore, il tenore Rosario La Spina, il baritono Giuseppe Garra accompagnati dall’Orchestra e dal Coro dell’Ente Luglio Musicale Trapanese. Sul podio il M° Andrea Certa, con il coro è stato istruito dal maestro Fabio Modica. 

Dal Nabucco al Trovatore, da Pagliacci a Cavalleria Rusticana, da Manon Lescaut a Rigoletto, da Norma a Turandot, e per finire La Traviata.

Di grande attrattiva il programma musicale, che si è aperto, con gli inni della Tunisia e dell’Italia. Poi i grandi capolavori di Giuseppe Verdi. Ed ancora musiche di Mascagni, Bellini, Puccini, Leoncavallo. Ha chiuso il programma «Libiamo ne’ lieti calici» da La Traviata.

Un concerto che ha racchiuso tutta la tradizione operistica italiana, una notte dedicata alle storie e alle sonorità della lirica.

Si tratta di un evento inserito nell’ambito del progetto di cooperazione transfrontaliera «Medithéâtres Grande musique dans les anciens théâtres mediteranéens». Il nome Medithéâtres è un acronimo di Med(iterraneo), IT(Italia e Tunisia) e Théâtres:  l’idea è quella di creare un polo d’eccellenza nell’ambito della musica lirica e sinfonica dell’intero Mar Mediterraneo, con l’obiettivo di costruire una simbiosi che già esiste nella teoria e nella storia, ma che in tal modo diventerà un’offerta turistico-culturale integrata, a partire dai siti di interesse storico in Sicilia e in Tunisia.

«Il progetto ha una forte connotazione che va oltre il profilo della cooperazione transfrontaliera. Partiamo dalla cultura che per noi chiaramente è la stella polare, ma ad essa vogliamo abbinare anche un modello di progetto economico-imprenditoriale  turistico, legato alla produzione dell’opera lirica: in un momento storico in cui si parla troppo di separazioni, la nostra visione del Mediterraneo è quella di un unico continente fatto di mare e di terra, di opera lirica e musica sinfonica da mettere in scena nei teatri di pietra del Mediterraneo; la musica unisce i popoli», così dichiara Giovanni De Santis, direttore artistico dell’Ente Luglio Musicale Trapanese.

Un progetto di cui l’Ente Luglio Musicale Trapanese è capofila, in partnership con il Distretto Turistico della Sicilia Occidentale, gli Amici della Musica di Trapani per la parte italiana, ed il Teatro dell’Opera di Tunisi, l’Orchestra dell’Opera di Tunisi e l’AMVPPC – Agence de Mise en Valeur du patrimoine et de Promotion Culturelle, facente capo al Ministero degli Affari Culturali della Tunisia e CONECT, organizzazione di categoria degli imprenditori tunisini. Il progetto vede tra i partner istituzionali il MiBACT, l’Ambasciata d’Italia e l’Istituto Italiano di Cultura a Tunisi, che sono stati promotori della rassegna “La Settimana dell’Opera Italiana in Tunisia”, strettamente collegata con il progetto Medithéâtres.

Tutto ciò si è infatti concretizzato l’anno scorso, come prima tappa, portando all’Anfiteatro di El Jem e al Teatro di Cartagine, un’opera come Aida, concepita per celebrare l’apertura del Canale di Suez (1868) e commissionata a Giuseppe Verdi dal sovrano egiziano Isma’il Pascià. Un’opera che in Tunisia mancava da oltre 60 anni.

Il Luglio Musicale Trapanese dà appuntamento ai prossimi eventi legati al mondo della danza: al Teatro Open air “Giuseppe Di Stefano” a Trapani il 29 agosto con la compagnia di danza NoGravity e la “Divina Commedia – Dall’inferno al Paradiso” e l’1 settembre con la compagnia Balletto del Sud e “La Bella Addormentata”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

###

Contatti stampa:

simonalicata@gmail.com

Exit mobile version