Scuola digitale, ora anche ‘il Prof’ è su YouTube

Roma, 13 ottobre 2017 – Con l’evolversi dei tempi anche la categoria dei professori si è evoluta ad un linguaggio multimediale ed ora attraverso una delle piattaforme social più popolari insegnano con i video su YouTube.

Il popolo dei professori sbarcati su YouTube è variegato, dal professore in pensione che ha ancora voglia di insegnare, ad altri che, operativi nel settore, utilizzano questo canale proprio come forma alternativa di studio, invitando gli alunni alla visione del video/compito che dovrà poi essere discusso in classe.

Altri professori impiegano YouTube utilizzando dei filtri che permettono la visione del video solo ad una cerchia ristretta di persone, in questo caso di alunni, ed altri utilizzano questo canale per la formazione di altri insegnanti.

Insomma, YouTube apre le porte ad un modo diverso di insegnamento, la didattica capovolta, i cui video di YouTube e le lezioni sono un asse portante di questo metodo di insegnamento che ribalta la metodologia classica di fare le lezioni, prevedendo l’uso di video e podcast, con meno lezioni “frontali” ma con uno studio collettivo su pc, tablet e smartphone.

Questa forma di insegnamento nata negli Stati Uniti nel 2010, vede ad oggi 20mila scuole che offrono video didattici, discussione e apprendimento attivo, verrà anche discussa al 2° Convegno FLIP-ME che si terrà a Roma venerdì 20 ottobre presso l’Auditorium del Massimo (EUR) promosso dall’associazione Flipnet.

Questo nuovo universo in continua evoluzione, non ha le cifre e il giro d’affari che c’è dietro i giovani Youtuber, ma comunque inizia ad avere centinaia di migliaia di iscritti e un bel numero di visualizzazioni YouTube.

La giovane insegnante, Elia Bombardelli, ad esempio, con il suo canale YouTube “LessThan3Math” ha oltre 130mila follower. Tra le sue hit troviamo “Dominio di una funzione, cos’è e come trovarlo” e “Seno, Coseno e Tangente. Funzioni goniometriche.” che superano rispettivamente, 400mila e 300mila visualizzazioni su YouTube.

Altro canale YouTube di matematica molto cliccato è “VideoLezioniInca”, che con i suoi oltre 900 video, il professore Carlo Incarbone, detto appunto “Inca”, dopo 20 anni di carriera come insegnante di matematica e fisica si è appassionato al mondo dei video e con la solita sceneggiatura: telecamera fissa, esercizi alla lavagna e lui che spiega con occhiali un po’ sghembi sul naso, condivide preziose lezioni svelando i segreti della matematica e della scienza sul mondo del web.

Anche l’insegnante di inglese Paolo Cutini è uno dei professori che ha aperto il suo canale YouTube, oltre a blog e radio web ed infine il sito “Cyberteacher.it” con cui ha vinto il premioDocente dell’anno del 2016″ e il premio Innovazione 2014 ideato dall’associazione nazionale dei presidi (Anp) in collaborazione con Microsoft.

Il suo metodo di insegnamento di didattica capovolta, prevede anche l’utilizzo di Skype, la possibilità di eseguire i compiti online che il docente può riceverli automaticamente, oppure la registrazione dei risultati in un database in modo da avere una valutazione statistica immediata e consultabile online, la creazione di mini-lezioni in formato audio e tutti quelli strumenti che possono risultare utili per diffondere le sue lezioni.

 

 

INDUSTRIAL DESIGN FOR ARCHITECTURE: Aperte le iscrizioni alla V edizione del Master del Politecnico di Milano

Il Design pensato per l’architettura: soluzioni innovative, tecnologie avanzate, workshop progettuali e la voce diretta degli esperti del settore

POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano, presenta la quinta edizione del Master in Industrial Design for Architecture: un percorso formativo ideato per perfezionare la preparazione dei progettisti, ampliandone le competenze e la capacità di problem solving attraverso le soluzioni e gli strumenti caratteristici del Disegno Industriale.

Con un piano didattico intenso e stimolante che alterna lezioni, seminari di progetto e workshop, il Master si propone di coniugare il sapere derivante da due settori di eccellenza in Italia: il Design e la produzione di componenti per l’edilizia.

Il percorso formativo, della durata di un anno, fornirà ai partecipanti le capacità e gli strumenti necessari per emergere nel contesto professionale, diventato sempre più competitivo, con soluzioni progettuali innovative e tecnologicamente avanzate, grazie soprattutto ad una metodologia didattica pratica e concreta, che prevede il confronto con esperti del settore e lo svolgimento di workshop. Formerà professionisti versatili e con una forma mentis elastica e adattabile, in grado di affrontare con successo le sfide della progettazione nelle diverse realtà nazionali e internazionali.

Il programma didattico prevede lo svolgimento di quattro moduli dedicati ad altrettanti aspetti dell’Industrial Design: dalla cultura del Design, la sua storia ed evoluzione, passando per la tematica tecnologica e lo studio dei materiali, alla strategia applicata al Design dalle aziende del settore, fino ad arrivare ai moduli interamente dedicati alle esercitazioni pratiche.

Casi aziendali e workshop progettuali, svolti in collaborazione con realtà professionali leader del settore, consentiranno agli studenti di verificare con mano le competenze acquisite durante le lezioni teoriche. Nel corso della quarta edizione, ad esempio, gli studenti hanno avuto modo di lavorare al progetto di “ExpoVillage” con Bertone Design, dal 1912 studio storico del design italiano: uno spazio espositivo che sorgerà nel cuore di Milano e che accoglierà i grandi marchi del Made in Italy durante il Fuori Salone – Milano Design Week 2015 ed Expo 2015. La collaborazione con Bertone Design è stata particolarmente positiva, tanto che al termine del workshop alcuni studenti sono stati selezionati per proseguire l’esperienza come tirocinanti presso lo studio.

Al termine del Master è previsto infatti un periodo di tirocinio obbligatorio della durata di 480 ore, durante il quale i partecipanti hanno la possibilità di consolidare le conoscenze acquisite confrontandosi con la realtà professionale.

Erogato interamente in lingua inglese, il Master ha accolto negli anni studenti provenienti da tutto il mondo, confermando e ribadendo l’interesse manifestato a livello internazionale nei confronti della tradizione italiana del Design applicato al progetto architettonico.

Il Master è a numero chiuso, per un massimo di 25 allievi: si rivolge ai laureati in Industrial Design, Ingegneria, Architettura e, in generale, in tutte le discipline politecniche.

L’inizio delle lezioni è previsto per il 19 febbraio 2015 presso la sede di POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano, in Via Durando 38/A, Milano.

Per informazioni sulle modalità di iscrizione e selezione, rivolgersi all’Ufficio Coordinamento Formazione: formazione@polidesign.net.

 

Press Contact:

Ufficio Comunicazione POLI.design

tel. 02.2399.7201

e-mail: comunicazione@polidesign.net

Event Planning Design Workshop: apprendisti del progetto cercasi

Al via la seconda edizione del workshop professionalizzante di POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano

 

E’ prevista per il 17 novembre la partenza della II edizione di Event Planning Design Workshop, il corso di POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano dedicato alla progettazione di eventi, allestimenti e temporaneità, che ha ottenuto il patrocinio di Scuola del Design del Politecnico di Milano, Fiera Milano, Fondazione Fiera Milano, Formabilio, AIPi – Associazione Italiana Progettisti d’Interni e ADI – Associazione per il Disegno Industriale.

 

Alle spalle, una prima edizione che ha riscosso molto successo sia tra le istituzioni che tra gli studenti. Di particolare importanza l’avvio della collaborazione, confermata anche per la prossima edizione, con un partner d’eccezione come Fiera Milano. Per i 10 giorni di Workshop gli studenti in aula, per la maggior parte professionisti già attivi nel settore della progettazione, hanno infatti avuto l’opportunità di lavorare su un brief reale lanciato proprio da Fiera Milano: l’individuazione di un concept coerente e sostenibile per l’allestimento della nuova area Luxury di BIT2015, l’evento di Borsa Internazionale del Turismo in programma a fieramilano Rho dal 12 al 14 febbraio 2015.

 

I partecipanti al workshop hanno lavorato divisi in team, simulando le dinamiche di progetto tipiche di qualsiasi studio professionale sulla base delle informazioni, delle condizioni e dei vincoli comunicati da un committente reale. Molto positivo il riscontro dei progetti, presentati dagli studenti ai rappresentati di Fiera Milano negli spazi della Fiera dedicati allo showroom Nolostand. “Gli studenti del workshop hanno svolto un ottimo lavoro. Tutti i progetti sono stati portati avanti in maniera molto coerente” – afferma Paolo Chiodoni, responsabile settore allestimenti Fiera Milano SpaNon era facile riuscire a rendere i lavori sostenibili e raccontabili. I miei complimenti a tutti i progettisti per l’impegno e la maturità dimostrati anche nei confronti di una tematica così nuova come l’allestimento dei grandi spazi di una fiera”. Molto soddisfatte anche Monica Pera, Direttore del Personale Fiera Milano e Enrica Baccini, Responsabile Accademia (l’iniziativa di formazione di Fondazione Fiera Milano) che afferma: “è stato interessante lavorare su un progetto reale per una fiera specifica anche perché notiamo sempre più il bisogno di progettisti e designer in grado di concentrarsi sulla comunicazione collettiva di una fiera più che sull’allestimento dei singoli stand”.

 

Per la sua prima edizione, dunque, il corso ha centrato il proprio obiettivo fornendo ai partecipanti gli strumenti e le competenze per trasferire ai clienti le ragioni progettuali di un prodotto con la messa in scena fisica di un evento, di un allestimento, di una installazione che ha la sua forza nella temporaneità e nell’immediatezza della concretizzazione di un’idea. Non solo progetto, quindi, ma anche comunicazione e marketing rientrano nelle abilità della figura in uscita dal corso.

 

Un’esperienza davvero positiva che non si è esaurita però con la fine del corso: Fiera Milano, infatti, sulla base degli ottimi risultati ottenuti dal workshop, ha deciso di attivare due posizioni di stage per gli studenti più meritevoli che avranno così l’opportunità di seguire da vicino il progetto di allestimento di BIT2015.

 

I commenti dei partecipanti alla I edizione testimoniano come il corso sia stato per tutti un’ottima occasione formativa a giusto completamento di un percorso professionale in molti casi già avviato.

Il corso è stato molto interessante perché durante l’esperienza lavorativa i tempi sono molto diversi e qui ho avuto modo di riscoprire tutte le procedure per arrivare ad un concept reale e non appena accennato” afferma Giuseppe, professionista del settore. Sara, architetto, aggiunge “ho avuto modo di confrontarmi con delle tematiche che non ho mai avuto modo di affrontare durante la mia esperienza professionale”.

 

A corollario di questi successi, una novità da poco approvata dall’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano: tutti coloro che alla data di fine corso avranno frequentato almeno l’80% delle ore previste, avranno la possibilità di conseguire un attestato di partecipazione nel quale si certificherà l’attribuzione di n° 15 crediti formativi professionali validi per il triennio 2014/2016 (prot. CNAPPC n. 0001045 del 23/04/2014).

 

Il Workshop, la cui II edizione partirà il prossimo 17 novembre, prevede una frequenza di 10 giorni continuativi, per otto ore giornaliere. E’ necessario garantire una presenza del 75% delle ore totali per ricevere l’attestato di frequenza al corso.

 

Il corso si rivolge a laureati preferibilmente, ma non necessariamente, in architettura, design o ingegneria e professionisti del settore che intendono specializzarsi nell’ideazione, progettazione di eventi fieristici e temporanei.

 

 

Informazioni

Ufficio Coordinamento Formazione

POLI.design – Consorzio del Politecnico di Milano

Via Durando 38/a Milano, V piano

Tel. (+39) 0223997275

Mail formazione@polidesign.net

SITO WEB: www.polidesign.net/it/epd

www.workshop-professionalizzanti.com

 

Press Contact

Ufficio Comunicazione POLI.design

Tel. (+39) 0223997201

Mail comunicazione@polidesign.net

 

Exit mobile version