Alassio: la storica Gelateria Perlecò apre una nuova sede sulla Passeggiata Dino Grollero

La storica gelateria Perlecò di Alassio, finita sulle pagine della CNN,  apre una nuova sede sulla Passeggiata Dino Grollero

Alassio, 11 marzo 2021 – Il 27 marzo prossimo la rinomata Gelateria Perlecò di Alassio si approssima al sesto compleanno, e festeggia con una nuova sede in Passeggiata Dino Grollero a 20 metri dal molo.

“Ci siamo fatti un regalo, visto che è un bellissimo laboratorio che ci permetterà un lavoro ancora più accurato, a favore della nostra clientela”, raccontano entusiasti i titolari della gelateria.

Il nuovo laboratorio consiste in una zona vendita colorata, elegante e moderna, con anche un affaccio e vendita diretta sulla Passeggiata.
Qualche tavolino darà la possibilità di fermarsi a chiacchierare degustando un gelato, yogurt, granita o macedonia, con il rilassante rumore della risacca marina.
“E la qualità e la voglia di fare e stupire saranno sempre le stesse, anzi, anche più di prima” affermano ancora i titolari di Perlecò.

Lo “storico” locale di Via Torino 46 andrà in pensione, dopo anni di onorata carriera.

Come è iniziata: la storia della gelateria Perlecò di Alassio

Era il 25 aprile del 2015 quando è iniziata l’emozionante storia della gelateria Perlecò ad Alassio, in Via Torino 46 
Il locale è passato attraverso diverse prove, come un devastante incendio dopo solo pochi mesi dall’apertura, con una ricostruzione faticosa e piena di dubbi e insidie, ma che preannunciava anche tante gioie.

Da lì in poi la scalata al successo:

  • La creazione di un nuovo gusto che ci ha portato sulle pagine della CNN e delle maggiori testate nazionali.
  • La vittoria quale miglior prodotto a “Canapa Mundi”, la Fiera Internazionale della Canapa a Roma.
  • L’inserimento tra le 15 gelaterie da visitare in Liguria, sempre con la segnalazione su diverse rinomate riviste.
  • Le collaborazioni con importantissime realtà come il “Vascello Fantasma” di Laigueglia e lo chef Stefano Rota o il “Re Carciofo” di Albenga.
  • E infine il premio più grande, quello dei tanti clienti che onorano quotidianamente la gelateria con loro scelta 

L’appuntamento è per sabato 27 marzo in Passeggiata Grollero per visitare la nuova sede di Perlecò.

 

Una esplosione di gusto
La nuova sede si trova direttamente sulla spiaggia di Alassio

 

 

 

 

 

 

 

Nuova sede

 

 

 

 

 

 

 

Scelti anche per le consegne a domicilio

 

 

 

 

 

 

 

 

Arriva Canaciok, la crema al cioccolato all’olio di canapa

Savona, 9 febbraio 2017 – Si chiama CanaCiock ed è una versione molto originale della crema al cioccolato spalmabile più conosciuta al mondo.

Canaciock è una crema al cioccolato, oltre che buona, bio, salutare e soprattutto “eco friendly” grazie alle nocciole del Piemonte, cioccolato di altissima qualità e, al posto del famigerato olio di palma, l’olio di canapa.

Niente deforestazione per Canaciock quindi, ma utilizzo di una pianta in grado di bonificare i terreni inquinati e restituirli al loro compito e ruolo.

La principale differenza tra l’olio di semi di canapa e gli altri olii utilizzati nell’alimentazione o come integratori alimentari è che l’olio di canapa è una delle poche fonti vegetali di acido alfa linolenico. In particolare, l’olio di semi di canapa è noto per il suo ottimale equilibrio tra omega-3 e omega-6: nessun altro alimento in natura è in grado di garantire una proporzione 3:1, rapporto raccomandato dalle ricerche mediche e dalle più avanzate teorie nutrizioniste.

La nuova crema al cioccolato spalmabbile Canaciock fa parte del CanaCorner della gelateria Perlecò di Alassio, in provincia di Savona, già famosa e balzata all’onor delle cronache per aver inventato il gelato “Fior di cannabis“, il gelato ottenuto dalle infiorescenze della canapa.

“Abbiamo effettuato un test in questo fine settimana e il risultato è stato davvero eccezionale. Commenti entusiastici, soprattutto per chi ha voluto gustare la crema spalmata sui grissini con il sale grosso”.

Anche Canaciock ha passato il test di assaggio e  verrà portata a “Canapa mundi“, la fiera internazionale della canapa in programma il 17, 18 e 19 febbraio a Roma.

Altre proposte in mostra in fiera saranno la “Fior di cannabis” una crema di gelato ottenuta dalle infiorescenze della canapa, ai CanaBaci di Alassio due morbidi gusci di nocciole Piemonte e canapa di Carmagnola con un cuore di cioccolato fondente di altissima qualità, al CanaCocco biscotto con canapa di Carmagnola e cocco e alla CanaCrepes versione in canapa delle crepes da farcire a piacere.

Tutti prodotti con ingredienti di altissima qualità, ottenuti dalla lavorazione delle migliori materie prime, e tutti rigorosamente “gluten free”, per venire incontro anche ai celiaci.

 

###

 

Contatti stampa:

odla164@alice.it

 

Arriva Canaciock, la crema al cioccolato spalmabile con nocciola, olio di canapa e cioccolato

 

 

Nasce “Fior di Cannabis”, il primo gelato al mondo alla Cannabis

Savona, 30 marzo 2016 – Dolce, delicato, fruttato, sano e…legale. È “Fior di Cannabis”, il primo gelato al mondo a base di fiori di cannabis che farà il suo esordio ufficiale sabato 2 aprile prossimo presso le gelaterie “Perlecò” ad Alassio e “U Magu” a Pietra Ligure, le 2 gelaterie che insieme hanno lavorato dallo scorso dicembre alla preparazione di un gelato che contenesse tutte le qualità benefiche dei fiori di canapa..

Guido e Mauro, i 2 gelatieri inventori del gelato alla cannabis, faranno assaggiare il gusto “crema” ma sono già pronte per essere gustate altre versioni tra cui il sorbetto (una vera e propria benedizione per i vegani) e la granita.

Guido e Mauro hanno inoltre in serbo una novità anche per tutti gli appassionati del gelato fatto in casa visto che hanno preparato anche il composto che presto permetterà a tutti, con una semplice gelatiera da casa, di preparare il “Fior di Cannabis” a casa propria.

La canapa negli ultimi tempi sta conoscendo giustamente una nuova vita visto che si tratta di un alimento eccezionale per tanti motivi a partire dalla qualità della sua proteina, composta da 22 aminoacidi fra cui tutti gli 8 aminoacidi essenziali, una caratteristica estremamente rara per i vegetali visto che gli aminoacidi rappresentano gli elementi dai quali il nostro organismo produce le proteine, e risultando per questo un alimento completo dal punto di vista proteico.

La canapa può essere utilizzata per decine e decine di pratici utilizzi, a partire dagli usi terapeutici con benefici comprovati per la cura di diverse malattie (per migliaia di anni è stata usata come pianta medicinale), passando per gli usi tessili ed industriali fino ad arrivare agli usi alimentari, con effetti benefici per la salute umana e senza effetti “stupefacenti” visto che stiamo parlando delle piante di Cannabis legali al 100% perché non contengono il THC, l’agente piscoattivo proibito.

Per tutti questi motivi le gelaterie “Perlecò” e “U Magu” sono fiere di presentare al mondo una leccornia così prelibata ed unica oltre che offrire un gelato molto buono e sano.

L’appuntamento, per tutti i “ghiottoni” di gelato, è per sabato 02 aprile presso le gelaterie “Perlecò” ad Alassio e “U Magu” a Pietra Ligure in provincia di Savona per partecipare ad una nuova esperienza gastronomica.

 

###

 

Per interviste e contatti:

 

gelateriaperleco@gmail.com

ANCHE NELLE DIFFICOLTÀ DI UNA STAGIONE CRITICA EMERGE LA PROFESSIONALITÀ – I “GELATIERI DEL TERRITORIO” PRIMEGGIANO NEI CONCORSI DI GELATERIA

La stagione appena chiusa è sicuramente da annoverare tra le più difficili per il mondo del gelato italiano. Il maltempo che ha colpito per tutta l’estate gran parte della penisola, abbinato alla perdurante crisi economica, ha prodotto una situazione veramente critica anche se, parlando di gelaterie artigianali, ognuna è un caso a parte. Da alcune news diffuse ad agosto, emerge come ci sia stata una contrazione dei consumi di gelato che in alcuni casi ha sfiorato il 30%, anche se mediamente il calo registrato dagli artigiani si aggira tra il 5 e il 10%. Una statistica precisa sui cali di fatturato non è però proponibile in quanto, quest’anno, ha giocato più che mai la posizione e le modalità di svolgimento dell’attività di gelateria. Per assurdo, ad agosto, nei centri storici delle città di mare ci sono casi di aumento delle vendite in quanto, non potendo andare in spiaggia, i turisti, durante il giorno, si sono riversati nelle stradine e nelle piazze interne. Per coloro i quali hanno un chiosco in spiaggia è ovvio che il risultato è stato del tutto diverso. Sicuramente difficile è stata poi la stagione per quelli che, attratti da allettanti proposte commerciali, si sono improvvisati gelatieri, proponendo un gelato dai gusti standardizzati senza alcuna caratterizzazione. Pur risentendo delle innegabili difficoltà – quando piove, per il gelato non sono ancora state escogitate soluzioni veramente valide – un discorso a parte meritano anche le gelaterie che propongono un prodotto di alta qualità, che si distingue dalla massa, magari interpretando con professionalità le opportunità offerte dai prodotti che contraddistinguono una determinata area geografica. Gelaterie, queste, che grazie alla loro particolare offerta, di solito hanno una loro clientela affezionata che, anche se il tempo non è dei migliori, non si vuole far mancare il piacere di gustare le prelibatezze proposte. Per non parlare dei turisti che, dovendo scegliere, sicuramente apprezzeranno maggiormente quei gusti che “raccontano” il territorio della loro vacanza e che certamente non riusciranno a trovare da altre parti. Tutto ciò conferma, anche in questi tempi non facili per chi svolge l’attività di gelatiere, la validità delle motivazioni che sono alla base del progetto “Le Gelaterie del Territorio” che, lanciato un anno fa, ha raccolto fin d’ora l’interesse di una ottantina di gelaterie di diverse regioni italiane. Le capacità professionali dei “Gelatieri del territorio” sono emerse anche in numerosi concorsi di gelateria che si sono svolti in Italia nel corso dell’anno. Giovanna Bonazzi, della Gelateria “La Parona del Gelato” di Verona si è aggiudicata il primo posto nella finale del Gelato Festival 2014 (Firenze) con il gusto “Sbrisolona dei 12 Apostoli”. Marco Venturino, della gelateria “I Giardini di marzo” di Varazze ha preparato il gusto “Limone e Basilico” primo classificato alla manifestazione “I Gelati d’Italia” di Orvieto. Renzo Ongaro, della “Casa del Gelato di Caorle” è risultato primo nel concorso “Gelato al Prosecco Docg” di Valdobbiadene (TV). Mauro Crivellaro, della “Bottega del Gelato” di Mirano è stato giudicato il migliore dalla giuria tecnica del concorso “Terme Delice” di Abano Terme mentre, Antonio Mezzalira, della gelateria “Golosi di natura” di Gazzo (PD) è il primo classificato nello stesso concorso per la giuria popolare. Infine, Francesco Dioletta della gelateria “Duomo” de L’Aquila, si è aggiudicato il titolo di “Migliore Gelateria d’Italia” in base al sondaggio (più di 31.000 i votanti) sul migliore gelato della penisola, lanciato da Davide Paolini con la collaborazione dell’azienda Giuso e votato dagli utenti del sito Il Gastronauta.
La prossima MIG di Longarone (30 novembre – 3 dicembre 2014) sarà un’occasione per fare un primo bilancio e raccogliere nuove idee per iniziative ancora più efficaci e per un lancio definitivo. Riscontri sicuramente positivi ha avuto, in questo senso, anche la recente iniziativa “I Gelati ai sapori delle Dolomiti” proposta in occasione della manifestazione “Expo delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità” svoltasi alla Fiera di Longarone.

Exit mobile version