Racetrack Jazz Club: a Imola la magia del jazz e la voglia di ripartire

Racetrack Jazz Club

L’autodromo Enzo Ferrari ospiterà quattro grandi appuntamenti con artisti internazionali. Si parte il 6 luglio con Kelly Joyce e Teo Ciavarella Trio.

Imola, 2 luglio 2021 – Sarà la voce di Kelly Joyce ad aprire il 6 luglio a Imola la rassegna “Racetrack Jazz Club”. La cantante francese sarà accompagnata da artisti del calibro di Teo Ciaravella al piano, Edoardo Petracci al basso e Max Ferri alla batteria.

Un’artista versatile e raffinata che a soli 21 anni incantò il Papa al Concerto di Natale in Vaticano. Seppur giovanissima nel corso della sua carriera, iniziata nel 2000 con il singolo di successo Vivre la vie, la cantante continua a misurarsi con talento spaziando tra jazz, soul e funk.

A Imola Kelly Joyce presenterà i suoi brani più famosi rivisitati in chiave acustica con sonorità che richiamano anche l’Africa, arrangiati dal pianista Teo Ciaravella.

Jazz all’aperto

La terrazza coperta dell’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari farà da location inedita quanto suggestiva per l’evento trasformandosi in un club di musica jazz all’aperto.

L’accesso alla terrazza è permesso dalle ore 19, nel rispetto delle normative anti-covid vigenti mentre l’inizio del concerto è previsto alle ore 21. Il costo dei biglietti, acquistabili su ticketone.it, è di 25 euro a persona.

I quattro appuntamenti del Racetrack Jazz Club sono organizzati da Formula Imola in collaborazione con Studios.

La rassegna proseguirà il 13 luglio con Guglielmo Pagnozzi Quartet mentre il 20 luglio la terrazza dell’Autodromo ospiterà Simona Bencini, voce storica dei Dirotta su Cuba, accompagnata da LMG Quartet.

Chiuderà il programma il 27 luglio ERJ Orchestra – Emilia Romagna Jazz Orchestra.

Tutte le informazioni sull’evento ed i biglietti sono disponibili alla pagina www.ticketone.it/event/racetrack-jazz-club-autodromo-int-enzo-e-dino-ferrari-terrazza-concerti-13867692.

 

 

###

 

Ufficio Stampa

info@ufficiostampaecomunicazione.com

 

Gli Aristos alla ribalta internazionale: il tour intercontinentale toccherà USA e Inghilterra

New York, 1 ottobre 2018 – Esordio a New York per gli Aristos, la band italiana in tour negli USA, ove fa ritorno a meno di un anno di distanza, con impegni in concerti, apparizioni televisive e interviste radiofoniche. Sarà un lungo viaggio che attraverserà due continenti e diversi stati, prima della chiusura a Londra, in Inghilterra.

Gli Aristos, già Premio della Critica a ‘Una voce per Sanremo‘, e Official Tribute Band dei Pooh, formazione con cui hanno inciso a Milano il singolo ‘Anni senza fiato’, contenuto all’interno del progetto Pooh Tribute Band Project prodotto da Red Canzian dei Pooh, sono supporters e session-men di noti artisti nazionali e internazionali.

La band ha all’attivo prestigiose collaborazioni, tra cui i Pooh, i Matia Bazar, Riccardo Fogli, Ronnie Jones, Red Canzian, Dodi Battaglia, Claudio Golinelli, Pamela Prati, i Ricchi & Poveri, Christian, Viola Valentino, Barbara Cola, Gianfranco D’Angelo, Stefano Masciarelli, e tour all’estero in Svizzera, Slovacchia, Russia, Repubblica di Malta, America,

Gli Aristos saranno di scena con l’Intercontinental Live Tour che attraverserà gli Stati Uniti d’America con debutto a New York a bordo del leggendario transatlantico Queen Mary 2, della prestigiosa compagnia britannica Cunard, che andrà avanti in teatri, sale concerto, dancing rooms, clubs e discoteche, fino a fine ottobre, per concludersi a novembre in Inghilterra, a Londra.

In questo tour la band apparirà in reti televisive statunitensi e saranno ospiti di network radiofonici, consolidando la loro carriera artistica ultra trentennale che assurge a palcoscenici internazionali.

Nei concerti d’oltreoceano, e inglesi, la storica band eseguirà una scaletta internazionale, spaziando tra pop, rock, dance, jazz, blues e funk.

Gli Aristos si esibiranno in tour con una line-up multinazionale:

Salvo San Giovanni @ drums, percussion, synth, lead vocals, backing vocals, programming,
arrangement;
Giovanni San Giovanni @ keyboards, synth, piano, violin, fisa, lead vocals, backing vocals,
arrangement;
Vincent Hudson @ electric guitar, acoustic guitar, lead vocals, backing vocals;
Brandon Miller @ bass, lead vocals, backing vocals;
Steven Assanti @ sax, backing vocals;
Grace Schmidt @ vocalist

 

Aristos, la band italiana in tour negli USA e Inghilterra

 

 

 

Esce “First time”, il nuovo singolo dei Martin Kleid

Esce First time, il nuovo singolo dei Martin Kleid, estratto dal nuovo album di prossima in uscita

Milano, 10 giugno 2017 – Venerdì 16 giugno esce il nuovo singolo “First time” dei Martin Kleid, un estratto dall’album che ascolteremo entro quest’anno.

Nel brano viene condannata l’indifferenza della società moderna nei confronti della natura, una sorta di confronto tra l’uomo e il mondo che lo ospita.

I Martin Kleid nascono nel 2010, dall’incontro di 4 musicisti provenienti da esperienze, gusti e percorsi musicali diversi: Sasha Polita (voce, chitarra, synth, programmazioni), Claudio Santoni (chitarre, synth), Francesco Pellegrinelli (basso), Michele Bellagamba (batteria, programmazioni).

Da qui l’esigenza di darsi un volto, non a caso, la copertina del loro primo album “8 Lights”, rappresenta un viso di uomo diviso in quattro parti, che racchiude le personalità dei componenti della band.

Fin da subito il loro obiettivo è quello di creare un suono originale e fresco, attingendo dalla musica elettronica e dal rock di stampo britannico. Il risultato è una miscela originale e accattivante tra composizione, arrangiamento ed esecuzione.

Dal 2012 con la vittoria del noto concorso italiano “Italia Wave Love Festival”, la strada per loro fu solo in discesa.

Iniziano a collezionare successi grazie all’eccellente risultato dei live, due tour in Russia, l’album d’esordio “8 Lights” pubblicato nuovamente in Germania, esibizioni come spalla ad artisti internazionali, interviste e recensioni.

Nel primo album “8 Lights”, l’impronta elettronica dark era più evidente, con il nuovo progetto, presto in uscita, la band ha sperimentato diverse sonorità.

Si passa da brani sognanti dal sapore più rock, come “First time”, a forme elettroniche più sperimentali, atmosfere dark che rievocano la new wave anni ’80, dolci ballate pop senza tralasciare la vena più dance.

Un album di contrasti e pieno di sorprese insomma, che non mancherà di deliziare i palati più raffinati della band..

Per saperne di più e non perdere nessun aggiornamento basta seguire la pgina Facebook www.facebook.com/martinkleid e il sito internet www.martinkleid.com.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

###

 

Ufficio stampa:

Management: Astralmusic

Promozione e social: Astralmusic

Edizioni Musicali: Jois Edizioni

Ufficio stampa: Giulia Cappella (Astralmusic)

È festa grande per i 20 anni del Jazz Festival, con gli White Orcs

Firenze, 22 marzo 2017 – Sarà festa grande per i 20 anni del Jazz Festival insieme alla band degli White Orcs. Presso l’antico Teatro Giotto (in Piazzetta dei Buoni, a Vicchio) si ballerà Funky per tutta la notte, in una notte di musica, spettacolo e opere d’arte da sconsacrare. L’evento si terrà in una location spettacolare, di quelle che per arrivarci è un’avventura e non sai bene se Google Maps ti sta prendendo in giro oppure se stai veramente andando in quel puntino nel bel mezzo del niente più totale.

Dentro l’antico teatro hanno sradicato le poltrone della platea, aggiunto un bar pronto a placare la ressa come nel film del Coyote Ugly, e si potrà ballare e sfogarsi tutta la notte con amici, musica e birra a fiumi.

Le danze avranno inizio alle 22:00 con un concertone di 18 strumenti, una pole dancer, una ballerina di burlesque, un mimo e 4 cori Gospel che insieme hanno deciso di creare 2 ore di funky ininterrotto come non lo si sente dai tempi della Motown, quando correvano gli anni ’70 e se qualcuno non si buttava in pista a scatenarsi veniva buttato fuori dal locale.

In occasione della XX edizione del Giotto Jazz Festival, l’orchestra degli White Orcs inaugura il proprio progetto di jam session artistica chiamando sul palco dei talenti che sfideranno le proprie capacità sulla musica funk.

L’orchestra, per questa data composta da 13 strumentisti, 2 cantanti e coriste, suonerà i pezzi tratti dal loro primo album Koinonia, oltre ad aggiungere alcuni inediti sempre arrangiati dal direttore ed ideatore dell’ensemble Vincenzo Genovese. Ad ogni artista è stato assegnato un brano da interpretare col proprio talento, amalgamandolo a quello degli stessi musicisti, ignari di quale sarà lo spettacolo a loro riservato fino al giorno del concerto.

La professionalità e la bravura dei talenti farà incontrare, quasi casualmente, artisti diversi fra loro, facendo nascere collaborazioni che sorprenderanno il pubblico e lo terranno incollato alla pista facendogli consumare le suole delle scarpe.

Ma il concerto non chiude la serata perché allo scoccare della mezzanotte arriva il DJ e si avrà tempo fino alle 3 del mattino per fare dirette Facebook a tutti quei tuoi amici che sono rimasti fuori perché c’erano solo 300 posti disponibili.

Chi sono i WHITE ORCS

Vincenzo Genovese fonda la VG big band e subito aggrega i musicisti migliori provenienti dai palchi dei grandi cantanti italiani, costruendo una famiglia di divinità musicali. Nel 2016, dal loro primo disco Koinonia e dall’entusiasmo di voler riportare il funk in Italia, nasce WHITE ORCS, il progetto che vede l’opportunità di unire la musica allo spettacolo, condividendo il palcoscenico dell’orchestra in una jam session di artisti con diversi talenti.

White Orcs diventa la prima orchestra funk DJ set di Firenze: non solo fa ballare il suo pubblico, ma promuove l’unione delle forme artistiche, creando uno spettacolo che ti fara’ sudare, ridere, gridare e divertirti.

 

WHO WHITE ORCS – Vincenzo Genovese Big Band
WHAT Live Concert con performances
WHERE Giotto Jazz festival XX edizione

Teatro Giotto, Piazzetta dei Buoni, 1, 50039 Vicchio (FI)

Organizzato da: Music Pool

WHEN Venerdì 24 Marzo 2017

Ore 22:00

€ 10,00 + Prevendita

WHY Un’avventura per riportare il funky in Italia

 

 

###

 

Sara Meucci
management@whiteorcs.com

 

Al Giotto Jazz Festival arrivano i White Orcs, la band che coinvolge ballerini, sportivi, mimi, performer di strada, circensi, giocolieri

Come un’orchestra di 16 orchi bianchi ha disertato i palchi delle superstar per riportare il FUNKY in Italia coinvolgendo oltre 100 artisti in meno di un mese…

Firenze, 13 marzo 2017 – In occasione della XX edizione del Giotto Jazz Festival, che si terrà dal 23 al 26 marzo presso il Teatro Giotto di Vicchio (FI), l’orchestra degli White Orcs inaugura il proprio progetto di jam session artistica chiamando sul palco dei talenti che sfideranno le proprie capacità sulla musica funk.

La White Orcs è un’orchestra jazz funk che dà l’opportunità a talenti di ogni genere di condividere i palchi dei festival musicali in una jam session fra strumenti e ballerini, sportivi, mimi, performer di strada, circensi, giocolieri e molti altri artisti.

L’orchestra, per questa data composta da 13 strumentisti, 2 cantanti e coriste, suonerà i pezzi tratti dal loro primo album Koinonia, oltre ad aggiungere alcuni inediti sempre arrangiati dal direttore ed ideatore dell’ensemble Vincenzo Genovese. Ad ogni artista è stato assegnato un brano da interpretare col proprio talento, amalgamandolo a quello degli stessi musicisti, ignari di quale sarà lo spettacolo a loro riservato fino al giorno del concerto.

La professionalità e la bravura dei nostri talenti vorrà far incontrare, quasi casualmente, artisti diversi fra loro, facendo nascere collaborazioni che sorprenderanno il pubblico e lo terranno incollato alla pista facendogli consumare le suole delle scarpe!

CHI SONO GLI WHITE ORCS

Vincenzo Genovese fonda la VG big band e subito aggrega i musicisti migliori provenienti dai palchi dei grandi cantanti italiani, costruendo una famiglia di divinità musicali. Nel 2016, dal loro primo disco Koinonia registrato live nel tempo record di 48 ore e dall’entusiasmo di voler riportare il funk in Italia, nasce White Orcs, il progetto che vede l’opportunità di unire la musica allo spettacolo, condividendo il palcoscenico dell’orchestra in una jam session di artisti con diversi talenti.

White Orcs diventa la prima orchestra funk DJ set di Firenze: non solo fa ballare il suo pubblico, ma promuove l’unione delle forme artistiche e l’incontro fra culture diverse!

I NOMI DEI MUSICISTI (presenti il 24 marzo)

Vincenzo Genovese – Leader & Keyboards
Nadyne Rush – Lead Vocals
Greta Mirall – Lead Vocals
Francesco Cherubini – Drums
Gianluca Scorziello – Percussions
Marco Galiero – Bass
Luca Gelli – Guitar
Dario Cecchini – Baritone sax
Luca Ravagni – Alto sax
Luca Signorini – Tenor sax
Andrea Tofanelli – Trumpet
Nicola Cellai – Trumpet
Andrea Lagi – Trumpet
Stefano Scalzi – Trombon
Riccardo Tonello – Trombon
Valentina Misurale – Back Vocals
Rachele Acciavatti – Back Vocals

I NOMI DEGLI ARTISTI (presenti il 24 Marzo)

Fiammetta Orsini – Pole Dancer
Viola Panìk – Burlesque
Marco Bartolini – Clown/ Mime
July Gospel Singers – Gospel Choir
For Joy Gospel Choir – Gospel Choir
Vocal Blue Trains – Gospel Choir
One Voice Gospel Choir – Gospel Choir
Martina Pirani – Dancer
Giorgio Ammirabile – Guest Singe

BIGLIETTI – https://goo.gl/qYrjcB

LINK UTILI
WEBSITE – www.whiteorcs.com
FACEBOOK – https://www.facebook.com/whiteorcs
PRESS KIT – https://drive.google.com/file/d/0B2kFjvL1zQSCRFdPdHFUTGpMNTA/view?usp=sharing
GIOTTO JAZZ FESTIVAL – http://www.jazzclubofvicchio.it/giotto-jazz-festival-xx-edizione/
EVENTO FACEBOOK – https://www.facebook.com/events/402495903433424/

WHO WHITE ORCS – Vincenzo Genovese Big Band
WHAT Live Concert con performances
WHERE Giotto Jazz festival XX edizione
Teatro Giotto, Piazzetta dei Buoni, 1, 50039 Vicchio (FI)
Organizzato da: Music Pool
WHEN Venerdì 24 Marzo 2017
Ore 22:00
€ 10,00 + Prevendita
WHY Un’avventura per riportare il funky in Italia

 

###


Sara Meucci
Band Manager & Song Writer
management@whiteorcs.com

 

Cartellone Giotto Jazz Festival xx edizione

 

Notown BB… sei corde in più

Notizie e indiscrezioni sulle selezioni tenutesi per l’inserimento di un chitarrista, da affiancare a Gianluca Fiocco, voce e chitarra della Notown Blues Band, ora Notown BB e un carattere un pochino più funky rock. Marco Salvatori, strumentista eclettico, creativo, originale che avrà un ruolo attivo durante il songwriting, verrà presentato al pubblico, durante la prossima esibizione live della band che si terrà sul litorale sud di Roma alla fine del mese di giugno, ove verranno proposti in anteprima alcuni brani presenti sul disco previsto in uscita per la fine del 2014… Notown BB stay tuned

Exit mobile version