Premio Europeo “ST. Oscar della Moda”: a Eleonora Lastrucci il Premio alla Carriera

Firenze, 20 dicembre 2022 – Eleonora Lastrucci ha ricevuto il Premio alla Carriera il 18 dicembre 2022 al Tuscany Hall di Firenze, durante la IX Edizione del Premio  Europeo “ST. Oscar della Moda”Eugenio Giani, Presidente della Regione Toscana, ha consegnato il prestigioso Premio.

Un grande appuntamento pensato e voluto dal Direttore Artistico Steven Torrisi, con un percorso iniziato da diversi anni sia a livello nazionale che europeo. Nell’occasione Eleonora Lastrucci ha presentato 3 abiti tra cui l’abito Florentia, una creazione realizzata con i preziosi tessuti dell’Antico Setificio Fiorentino.

Sul palco il trio musicale italiano “appassionante”, vestite per l’occasione da Lastrucci in lussuosi abiti rossi e oro.

“Sono onorata e grata di ricevere questo premio speciale”, ha dichiarato Lastrucci durante la premiazione.

Il Premio Europeo “ST. Oscar della Moda” si è tenuto ad oggi in location molto suggestive:

  • 1^ e 2^ edizione in piazza del Campidoglio Roma,
  • 3^ e 4^  edizione presso il teatro di Taormina in Sicilia,
  • 5^ edizione presso Palazzo Caracciolo di Napoli.
  • 6^ edizione presso Villa Renoir Milano.
  • 7^ edizione presso Palazzo Borghese Firenze.
  • 8^ edizione presso  la Fondazione Franco Zeffirelli. 
  • Per la 9^ edizione del Premio Europeo  ST.OSCAR DELLA MODA 2022, a condurre la serata è stata Emanuela Arcuri insieme al presentatore Stefano Baragli.

Profilo social della stilista Eleonora Lastrucci:

www.instagram.com/eleonoralastrucciofficial/?igshid=1pzdo7zm09rn5

 

 

 

 

 

 

 

Il Festival del Cinema di Roma brilla con gli abiti di Eleonora Lastrucci

Roma, 24 ottobre 2022 – La Festa del Cinema di Roma è ormai un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati della settima arte. La celebre kermesse, giunta ormai alla diciassettesima edizione, ha brillato quest’anno grazie agli abiti di Eleonora Lastrucci.

Abiti unici, eleganti e sensuali prendono la scena all’Auditorium Parco della Musica.
Molte le Testimonial che hanno indossato gli abiti di Lastrucci e con la loro eleganza hanno reso prestigiosa la festa del cinema.

Acconciature di Michele Spanó, make-up artist Irene Taurino e Studio 13.

 

Alessandra Ferrara at Rome Film Fest 2022. L’Innocent Red carpet. Rome (Italy), October 20th, 2022

Venezia: il tappeto rosso brilla con gli abiti di Eleonora Lastrucci

Venezia, 16 settembre 2022 – Nel cuore pulsante della 79esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, moda, stardom e cinema regalano attimi magici sul tappeto rosso.

Molte le celebrities presenti anche quest’anno alla Mostra del Cinema e come sempre la stilista Eleonora Lastrucci ha rubato la scena con i suoi look raffinati e unici.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto credit 

GETTYIMAGES MONDADORIPORTFOLIO

Marilyn Monroe: al Festival del Cinema l’abito di Norma Jean by Lastrucci

Venezia, 14 settembre 2022 – Rievocare la divina Marilyn Monroe a 60 anni dalla sua scomparsa, stella americana divenuta un simbolo fuori da ogni tempo, al 79° Festival del Cinema di Venezia, non è stato uno scherzo per la fashion designer pratese Eleonora Lastrucci. Marylin è stata una vera sex symbol ed icona della cultura pop, un’icona divenuta famosa ovunque anche grazie ai suoi particolari e raffinatissimi abiti riconoscibili in ogni parte del globo.

Un impegno non indifferente rivelatosi magico, grazie allo stile ed all’eleganza innata dell’attrice Antonella Salvucci che, con gran disinvoltura in una cornice di grande Allure, ha sfilato sul Red Carpet al Lido di Venezia in occasione del film ‘Blonde” Interpretato da una magnifica Ana de Armas, centrato sulle gioie e dolori delle mitica Monroe.

Pensando a tale icona mondiale, femmina di pura sensualità, sempre incuriosita dagli effetti tridimensionali a lei regalati con quelle labbra rosso fuoco dallo sguardo dolce eppur estremamente accattivante, Lastrucci ha creato un abito dai colori caldi, composto da quattro pannelli stampati, con corpetto attillatissimo enfatizzando il busto, allora già così di moda negli anni ‘50 ‘60.

Parliamo di un capo importante, non passato certamente inosservato.

Oltre a godere di un’attenta esposizione mediatica da parte della più importante stampa italiana e straniera con relativa soddisfazione da  parte della stilista, la Lastrucci lo porterà alle sfilate in occasione delle sue prossime aperture di moda, nonché in altri contesti che matureranno nell’evolversi della sua professione.

Deliziosa la kermesse di Antonella Salvucci sulla passerella veneziana coi suoi baci soffiati verso fotografi e pubblico, pensando ad un’innata rievocazione di una diva planetaria dotata d’un carisma più unico che raro.

Una diva vestita da sogno, perché le donne devono sempre sognare e con l’abito giusto si diventa tutte principesse.

 

 

 

Per interviste e informazioni:

Ufficio Stampa Krea’ – Communication

di Carla Cavicchini

Mail: cavicchini.press@gmail.com

 

 

Stile ‘Naturae”: l’alta moda di Eleonora Lastrucci presentata a Venezia

Ha emozionato la sfilata della stilista pratese Lastrucci sulla darsena di Marina di Sant’Elena

Venezia, 22 giugno 2022 – Sinuose dal passo felpato come giovani pantere, ecco le modelle avanzare in ‘allure’ squisitamente ‘principesca’ sulla darsena di Marina di Sant’Elena, nella splendida laguna veneziana, mentre il riflesso ‘fiamma’ del sole, si gettava in mare incendiando l’aria.

Sofisticata nonché di grande stile, la sfilata della fashion-designer pratese Eleonora Lastrucci – un nome, uno stile – capace di far ammirare sul delizioso porticciolo veneto, le mille ed ancor mille sete coloratissime in outfit completo grazie ai meravigliosi gioielli “Cornier 1757” e ‘Bianca’, deliziose pochette in lampasso e velluto della “Tessitura Luigi Bevilacqua” e sullo sfondo gli ombrelli-gioielli fatti a mano dall’atelier Arcobaleno.

Decisamente un bel momento presentato da Lorenza Lain contraddistinto dalla natura e dal cielo, elementi, questi, ‘catturati’ dall’ispirazione fatta donna di questa pratese senza tempo,  per i suoi splendidi abiti sapientemente ricamati.

Al rosso intenso si alternava il nero raffinatissimo, ed ancora le gentili tonalità azzurrine, l’avorio, il buon rosa pallido seguito dal fucsia, e poi quel ‘giallo’ luminescente, sino al ‘verde’ in lungo, come del resto tutti i capi maestosamente esibiti, contrassegnati dallo stile inconfondibile di Lastrucci.

Uno stile arricchito da ‘sbuffi’, boa in struzzo, punte di gran effetto per dar risalto al ‘decollete’, insieme a quei magnifici ‘V’ d’alto raso sulle spalle delle belle fanciulle, regalando effetti seducenti e misteriosi. Estremamente stilizzato il look con ‘riga nera’ sui loro volti, riecheggiante il fascino nipponico.

Diremmo un vero e proprio evento “Onda su Onda” con quel mare languido ed estremamente calmo, che continuamente s’infrangeva in quello spicchio di cornice magica accarezzata dal salmastro. A corollario della piacevolissima serata tra i vari amici vip della stilista toscana con buona musica e party d’eccellenza, la special guest ‘Rettore’, ammiratissima nella mise ‘Lastrucci’ un po’ vamp, un po’ lady, ma, soprattutto ‘Rettore’, con quell abito e mantella ‘fasciata’ ad hoc, punteggiata dall’eleganza argentea, con cappuccio dal risvolto dorato.
Evento in collaborazione con “Kima”, con la regia di Kristian Cellini e Ilaria Bartalini, partner dell’evento “Venezia da Vivere”.
Collaborazione artistica di Oddo De Grandis.
Graditissimi infine i bei regali, offerti grazie ai quei braccialetti  a ‘spirale’,  seguiti dagli splendidi fasci di fiori, e pochette omaggio a tutte le creature femminili.
Che altro non sono che… “L’altra metà del cielo.”

 

 

 

 

 

Alta Moda: a Venezia la sfilata sull’acqua “Onda su Onda” di Eleonora Lastrucci

Si chiama Naturae, ed è ispirata ai respiri e colori della natura, l’ultima collezione di Eleonora Lastrucci

Venezia, 10 giugno 2022 – Ricorda proprio “Onda su Onda”, la bella canzone interpretata da Bruno Lauzi, la prestigiosa sfilata  “sull’acqua” nella splendida città lagunare, per l’Alta Moda di Eleonora Lastrucci, capace di aprire la prima “Swim-Run Serenissima”.

Sabato 18 giugno 2022 alla Darsena della Marina di Sant’Elena alle ore 19, la nota fashion designer pratese presenterà una sorta di “Bagno in stile” tramite ‘Naturae’, ultima collezione di abiti da sera sartoriali, traendone ispirazione dai colori e dalle creature marine.
A corollario sfileranno anche i raffinati accessori dell’Antica Tessitura Luigi Bevilacqua’ di Venezia, seguiti da ‘Bianca’, deliziosa ‘pochette’ realizzata in tessuto lampasso dai motivi naturalistici dell’omonima azienda veneta, quale unica fabbrica di tessuti sul Canal Grande.
Proprio ‘Bianca’ quale omaggio a  Bianca Cappello, nobile veneziana illustre, conosciuta per il proprio charme e la propria bellezza.

Ed ancora, novità assoluta sulla passerella, gli “ombrelli gioiello” realizzati interamente a mano da ‘Arcobaleno’, emergente atelier di buona tradizione veneziana.

Decisamente un bel momento ‘Lastrucci’ ingentilito dalla serale brezza estiva nell’ambito del prestigioso evento quale prima competizione dedicata agli sport di mare e di terra seguito dal raffinatissimo “Picnic-Chic”  sul prato della Darsena, affascinati dal ricordo di Kim Novak, magistrale interprete di “Picnic”, nota pellicola americana, in cui la bellissima bionda, danzava sensualmente con William Holden.

Parliamo d’una sfilata che apre la prima edizione di “Swin – Run Serenissima Venezia”, manifestazione di “Aquatic-Run”, valida per il “Campionato Regionale Veneto C.S.E.N. di Swin – Run che inizierà domenica 19 giugno dalle otto della mattina, coprendo la giornata intera.
Piacevole ricordare che la “Darsena della Marina di Sant’Elena” è pronta ad accogliere i grandi yachts che ormeggiano Venezia, al riparo dei principali venti di ‘Quadrante’ e, soprattutto dalla temibilissima ‘bora’.

L’evento è organizzato da ‘Kima’, Società che crea e promuove nuovi eventi di sport aquatici e di terra a Venezia, non mancando di ringraziare la designer Eleonora Lastrucci nella serata inaugurale della prima edizione “Swim-Rum Serenissima Venezia ” .

Doveroso citare la collaborazione artistica di Oddo De Grandis” sotto la dettagliata regia di Kristian Cellini ed Ilaria Bartalini.
“Picnic- Chic “ è curato da “Bibendum Group, ‘Bellini’ by ‘Cannella’: “Dj-set” invece da “Radio Stereocittà.”

Partner della manifestazione:

Y-40® The Deep Joy, MyWorld, Eleonora Lastrucci, Venice Fashion Week, Sant’Elena Marina in Venice, Venice Marinas, Yacht Club Venezia, AVA, On View Ornella Naccari, My Venice, Bibendum Group, Canella spa, Despar, Excellence Magazine, Infospettacoli Magazine, AR Production, Race Photo, Wladimiro Speranzoni, 7Gold, Radio Cafe?, Radio Pocket, 21 Zero Contaminazioni, Radio Stereocitta?, Radio Sportiva, Plastic Free, C.S.E.N., FIPSAS CONI CMAS, F.I.S.A. Treviso, FITCLUB L.A.’71, CORNIER1757

Chi è Eleonora Lastrucci

Eleonora Lastrucci nasce a Prato iniziando la sua carriera giovanissima nell’azienda di famiglia affascinata dagli splendidi tessuti che il padre Noris, commerciava in ogni angolo del mondo.
Diplomata in ‘Stilismo’ ed avuto per mentore ‘Enrico Coveri’ suo insegnante di “pulizia stilistica“ lavora poi per i più grandi brand italiani ed internazionali raggiungendo le vette apicali in ogni angolo del mondo.

Da tempo si applica anche all’ “Economia – circolare“ a salvaguardia e tutela dell’ambiente. Le sue raffinate collezioni celebrano l’arte nelle forme e nei colori per capi di buona mano artigianale, resi unici dalla preziosità dei tessuti.

Stavolta, sabato 18 giugno a Venezia tramite la collezione ‘Naturae’ presenta abiti haute-couture ispirati ai colori e ‘respiri’ della natura.

 

###

Contatti:

Ufficio Stampa e Comunicazione
Cannaregio 1893
30121 – Venezia
Mail: kima.venezia@gmail.com

Ufficio Stampa
Kreà – Communication
di Carla Cavicchini
mail: cavicchini.press@gmail.com

 

 

 

 

Moda e solidarietà: Eleonora Lastrucci per Fondazione ANT

La solidarietà per la Fondazione ANT di Eleonora Lastrucci con il volo della colomba e la rinascita dell’uovo

Roma, 1 aprile 2022 – Moda e sociale si incontrano nel lavoro della nota stilista Eleonora Lastrucci attenta ai temi della sostenibilità e dell’economia circolare, Lastrucci ha voluto realizzare un prodotto speciale in occasione della prossima Pasqua, affiancandosi a una realtà del Terzo Settore come Fondazione ANT che da oltre quarant’anni opera nell’ambito dell’assistenza medica, domiciliare e gratuita ai malati di tumore e della prevenzione oncologica.

Con tanti tessuti colorati ed eccedenze recuperate dalle precedenti collezioni, la stilista ha realizzato una serie di coloratissime pashmine che sono diventate veri e propri “abiti” per le uova di cioccolata e le colombe di Fondazione ANT.

Il ricavato delle uova e delle dolci colombe, che Fondazione ANT distribuirà nelle sue postazioni e online sul territorio toscano e a Brescia, contribuirà a sostenere le attività di assistenza di medici, infermieri e psicologi ANT nelle case di 10.000 persone malate di tumore ogni anno, oltre ai progetti di prevenzione oncologica che consentono ogni anno di offrire gratuitamente migliaia di visite per la diagnosi precoce di diverse patologie tumorali.

Lastrucci ha coinvolto nel progetto, quali testimonial, Federica Cappelletti, giornalista e scrittrice, compagna storica del compianto campione del mondo Paolo Rossi, ed Ester Pantano, attrice protagonista femminile della fortunata serie “Màkari” e sul grande schermo del secondo capitolo di Diabolik firmato dai Manetti Bros.

Sarà possibile ordinare le creazioni fashion solidali scrivendo a ordini.toscana@ant.it oppure consultando il sito ant.it/toscana alla pagina dedicata alla Pasqua.

Foto di Federica Cappelletti di Francesco Bolognini

Foto di Ester Pantano di Gabriele Bellini

Abiti Testimonial Eleonora Lastrucci

Gioielli Cornier1757

 

Profilo Fondazione ANT Italia ONLUS

Nata nel 1978 per opera dell’oncologo Franco Pannuti, dal 1985 a oggi Fondazione ANT Italia ONLUS – la più ampia realtà non profit per l’assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e la prevenzione gratuite – ha curato oltre 144.000 persone in 11 regioni italiane (Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Toscana, Lazio, Marche, Campania, Basilicata, Puglia, Umbria). Ogni anno oltre 10.000 persone vengono assistite nelle loro case da 23 équipe multi-disciplinari ANT che assicurano cure specialistiche di tipo ospedaliero e socio-assistenziale, con una presa in carico globale del malato oncologico e della sua famiglia.

Sono complessivamente 491 i professionisti che lavorano per la Fondazione (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, farmacisti, operatori socio-sanitari etc.) cui si affiancano oltre 2.000 volontari impegnati nelle attività di raccolta fondi necessarie a sostenere economicamente l’operato dello staff sanitario. Il supporto offerto da ANT affronta ogni genere di problema nell’ottica del benessere globale del malato. A partire dal 2015, il servizio di assistenza domiciliare oncologica di ANT gode del certificato di qualità UNI EN ISO 9001:2008 emesso da Globe s.r.l. e nel 2016 ANT ha sottoscritto un Protocollo d’intesa non oneroso con il Ministero della Salute che impegna le parti a definire, sostenere e realizzare un programma di interventi per il conseguimento di obiettivi specifici, coerenti con quanto previsto dalla legge 15 marzo 2010, n. 38 per l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. ANT è inoltre da tempo impegnata nella prevenzione oncologica con progetti di diagnosi precoce del melanoma, delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie.

Dall’avvio nel 2004 sono stati visitati gratuitamente 225.000 pazienti in 88 province italiane. Le campagne di prevenzione si attuano negli ambulatori ANT presenti in diverse regioni, in strutture sanitarie utilizzate a titolo non oneroso e sull’Ambulatorio Mobile – BUS della Prevenzione. Il mezzo, strumentazione diagnostica consente di realizzare visite su tutto il territorio nazionale. ANT opera in Italia attraverso 111 delegazioni e 64 “da Cuore a Cuore – Charity Point” (luoghi rivolti alla raccolta fondi, ma anche allo sviluppo di idee, progetti e relazioni), dove la presenza di volontari è molto attiva. Alle delegazioni competono, a livello locale, le iniziative di raccolta fondi e la predisposizione della logistica necessaria all’assistenza domiciliare, oltre alle attività di Prendendo come riferimento il 2020, ANT finanzia la maggior parte delle proprie attività grazie alle erogazioni di privati (29%) al contributo del 5×1000 (25%) a lasciti e donazioni (20%). Il 19% di quanto raccoglie deriva da fondi pubblici.

Uno studio condotto da Human Foundation sull’impatto sociale delle attività di ANT, ha evidenziato che per ogni euro investito nelle attività della Fondazione, il valore prodotto è di 1,90 euro. La valutazione è stata eseguita seguendo la metodologia Social Return on Investment (SROI). ANT è la 9^ Onlus nella graduatoria nazionale del 5×1000 nella categoria del volontariato. Fondazione ANT opera in nome dell’Eubiosia (dal greco, vita in dignità).

 

 

###

 

Ufficio Stampa Krea’Communication di Carla Cavicchini cavicchini.press@gmail.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Festival dei Cinema di Roma: Red Carpet per Quentin Tarantino e Eleonora Lastrucci

Roma, 27 ottobre 2021 – Vere e proprie celebrities anche quest’anno alla 16° edizione della Festa del Cinema di Roma.

Evento clou l’arrivo del regista  Quentin Tarantino. Innegabile il passaggio accanto alla giovane moglie Daniella, sul tappeto rosso che sotto la sua stazza dava l’impressione di essere volante.

Tarantino ricevuto il Premio alla carriera dal maestro dell’horror Dario Argento.

Decisamente un bel momento per il regista americano accanto all’interprete e al direttore artistico Antonio Monda, mentre in sala di fronte alla folla gremitissima, parlava della sua lunga ed affascinante carriera tra spezzoni di  film ed immagini in merito, con l’intensa Uma Thurman campeggiante sullo schermo.

Una personaggio che si è dimostrato anche essere una persona gentile, ironica, stravagante eppure altamente profondo, con l’ incredibile capacità innata di fondere magnificamente i vari stili.

Un ricordo piacevole verso gli  “Spaghetti – western “ e il nostro Leone. E ancora “Pulp – Fiction “ del ‘ 94  con lo snodato Travolta ed inquietante Thurman qual gentile tematica volutamente atipica e molto riletta.

Come di consuetudine anche quest’anno la stilista Eleonora Lastrucci ha partecipato all’evento sul Red Carpet con le sue splendide testimonial in outfit completi  per la talentuosa pianista Isabella Turso, l’intensa Noemi Brando, l’affascinante Stella Sabbadin e la sensuale Eleonora D’Alessandro, in giochi d’alta sartorialità con gran splendore della magnifica seta gialla, in pregiato tulle bordeaux grandi rose per un  abito d’altri tempi, ed ancora paillettes multicolor, pelle dorata fasciatissima versione ‘Goldfinger’ di James Bond. E poi ancora pizzi ricamati e trasparenti di grande sensualità, insieme a tanto chiffon rosso fiamma da fare invidia allo stesso Red Carpet. Il tutto abbinato ai gioielli unici di Cornier1757.

Effetto super glamour per la fashion designer pratese così legata alle sue origini sbandierate orgogliosamente  in Italia, Europa, nonché al resto del mondo.

 

Quentin Tarantino, con la stilista Eleonora Lastrucci
La stilista Lastrucci con le Vip del Festival che hanno sfilato con le sue mise

Il Premio Culturale Internazionale Cartagine va alla stilista Eleonora Lastrucci

Roma, 22 ottobre 2021 – Il Senato Accademico del premio culturale internazionale “Cartagine” ha conferito il “Premio Accademico D’onore” alla stilista Eleonora Lastrucci.

In virtù dei meriti acquisiti nella sua sfera professionale e per l’originalità delle visioni che aderiscono ad un’idea di moda fuori del tempo e pure dentro una contemporaneità che talvolta ci travolge con i suoi schemi sconosciuti limita in labirinti senza uscita, ecco che il riferimento della posa offre il varco ideale. 

Profondendo un grandissimo e preziosissimo impegno nel processo di rafforzamento della democrazia, della cultura, della libertà, della sicurezza e della pace tra i popoli  e quindi della fratellanza universale.  

Il Prestigioso riconoscimento giunto alla XIX edizione, assegnato dall’omonima Accademia presieduta dal generale Alessandro Della Posta, si è svolto presso la sala Accademica del Conservatorio di Santa Cecilia a Roma, venerdì 15 ottobre scorso.
Peculiarità unica ed originale del “Premio Culturale Internazionale Cartagine” è riconoscere quali personaggi illustri, non solo coloro che hanno già alle spalle un background importante e ben noto alla collettività, ma alle personalità che lavorano, per costruire un percorso virtuoso e determinante in vari settori: dall’impegno sociale alla ricerca medica, dalla divulgazione della culturaall’imprenditoria di qualità, dalla difesa dei diritti umani alla politica etica e solidale.

Il Premio Culturale può essere paragonato ad un piccolo “Premio Nobel”, che nasce dall’idea di riconoscere il giusto merito a coloro che hanno contribuito allo sviluppo della cultura nei diversi settori attraverso lo scambio di esperienze e del sapere, e che si svolge in forma itinerante tra le Nazioni del Mediterraneo.

Nel corso delle edizioni ha toccato città di tutto il mondo, come Sousse (Tunisia ) Hammamet (Tunisia ) Cartaghena (Spagna) Rende, S. Stefano di Camastra, Trani, Roma Musei Capitolini, Roma Palazzo Rospigliosi, Verona Palazzo della Guardia, Ariccia Sala Palazzo Chigi Roma, Campidoglio Sala Protomoteca (Roma), e quest’ultimo al Conservatorio di Santa Cecilia (Roma).

Molti i personaggi di indubbia fama, nazionale e internazionale, tra cui poeti, scultori, critici d’arte, fotografi, scienziati, noti esponenti del mondo culturale.

Tra le personalità che nel corso degli anni hanno conseguito il Premio Culturale Cartagine:

Mario Luzi – Corrado Calabrò – Lucio Dalla – Giulio Andreotti – Dr. Mirko Norros – Giancarlo Fisichella – il Prof. Antonino Zichichi – Antonio Banderas – Dr. Josè Maria Galant – Dott. Jacque Diouf – Presidente ONU kofi Annan – Maestro Ennio Morricone –  Naomi Campbell-  Dott. Antonio Sclavi – Gennaro Gattuso –  George Clooney – Prof. Carlo Umberto Casciani – Dott. Stevant Tanguy – Mons. Jean Marie Mupendawatu – Dott. Gaetano Cupo Medicina – Generale Michele Scillia Aeronautica -Dott. Sergio Armille Medicina –  Lino Banfi – Nicola Pietrangeli Tennis – Carla Ortiz Pace e Difesa Diritti Universali –  Dott. Massimo Tammaro Comandante Frecce Tricolore – Gen. Brig. Prof. Angelo Giustini Medicina Guardia di finanza – Gen. Div. Prof. Giuseppe Marceca Medicina Polizia di Stato, e tanti altri.

 

 

 

 

Alla Mostra del Cinema di Venezia il trionfo della moda italiana

Venezia, 21 settembre 2021 – È calato da poco il sipario alla 78a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, vero e proprio scenario internazionale con consueta passerella sul red carpet. Il film vincitore del “Leone D’Oro” è quest’anno francese, l’Événement diretto da Audrey Diwan.

L’evento organizzato dalla Biennale di Venezia e diretto da Alberto Barbera, si è svolto al Lido di Venezia, e conserva lo scopo di valorizzare ogni forma artistica unendo spettacolo ed industria in un clima di forte apertura di buon dialogo.

Positività ed ottimismo riscaldavano l’ambiente anche quest’anno per questa edizione che del coraggio ne ha fatto un vero e proprio simbolo in un periodo difficile contrassegnato tuttavia dalla resilienza con grande voglia di riemergere.

La settima arte considerata vero patrimonio artistico applicandosi alla valenza e di conseguenza tutela dei film classici, anche stavolta si è adoperata in merito proiettando sul grande schermo fatti e storie di vita a mo’ di significativo confronto.

A Venezia il trionfo della moda italiana

Moltissime star e divine sapientemente vestite dalla fashion designer italiana Eleonora Lastrucci, mentre sfilavano nello storico tappeto rosso, venivano ammirate per la preziosità e sontuosità dei tessuti, tramite gli splendidi abiti creati ad hoc per loro.

Donne bellissime, truccate da mani esperte dell’Academy CRISAM e Debora Lucatello make-up artist e pettinate dal Team COTRIL, realizzando alcuni tra i migliori beauty look delle serate, tra cui spiccava la pianista di fama Internazionale Lola Astanova sfilando ben due volte sul Red Carpet, omaggiata dal prestigioso “Premio Kinéo Diamanti al Cinema” per arte/musica.

Varie le sue ‘mise’ di bianco vestita in outfit drappeggiato in seta, altro ancora con spacco seducente in lungo rosso fiamma, mentre i lunghi capelli corvini le cingevano le spalle.

Rosa pallido in seta per l’eterea Erika Aurora leggiadra come una nuvola con tanto di strascico, ed ancora Eliza Oynusavvolta in una sorta di abito a scacchi black-and-white evidenziando il gentile vitino di vespa con tanto di cappello scultura di Alessio Benetti. Quasi scesa dal trono Roberta d’Orsi con tanto di corona tra i capelli, magicamente vestita d’oro in sofisticato gioco lamé.

Oro ancora per Martina Arduino l’étoile del Teatro alla Scala, apparsa in lungo paillettes con sottili giochi squadrati e trucco armonizzato da vari punti luce, splendente come una stella.

Superbo, con una forza interiore trascinante, il palestrato e tonico allenatore e preparatore atletico, nonché attore David Michigan dalla folta barba e sguardo catalizzatore. Lui volutamente scelto dalla Lastrucci, nota per i suoi capi Fashion, da favola, come principale Testimonial  per la sua prima collezione maschile in smoking estremamente Luxury per un nuovo brand maschile.

Divina, a lui accanto in pose altamente sensuali Eloïse Von Velvet con pelle tatuata, avvolta in prezioso pizzo trasparente.

Uno splendore di donna dalla frangia folta, occhi arabescati, graffiata da unghie panterona, per incisivo tocco d’autore.

Con la banda verticale ‘Eleonora Lastrucci’ sul pantalone/tuta oro, Alberto BartaliniArchitetto e Regista, Ideatore e Direttore Artistico del Teatro del Silenzio, il prestigioso teatro naturale del Tenore Andrea Bocelli a Lajatico in Toscana, si muoveva agilmente in compagnia dell’affascinante moglie Giovanna Ferretti di buon taglio scolpito biondo, con tanto di spolverino brillante in “en pendant” con il marito.

Celestiale come un confetto, ancora una volta Erika Aurora, in volant sontuoso, quasi imbottito come una regnante.

Ammaliante come una sirena e con un’Impronta di forte bellezza mediterranea Eleonora Pieroni , attrice e ambasciatrice del Made in Italy negli Stati Uniti, con abito macramè ben stilizzato in pizzo blu notte.

Ed ancora le “Miss Red Carpet” Emma e Noemi in black pizzato trasparente capace di attirare sguardi indecenti.

Delicata, evanescente, la talentuosa Antonia Fotaras con profonda scollatura in nero lamè, premio Kinéo CSC Giovani Rivelazioni.

Di gran effetto, Olivia Williams insieme al marito, l’attore afroamericano Rhashan Stone, in abito drappeggiato, dai toni color zafferano, premiata come miglior attrice internazionale per “The Father nulla come prima”.

Sorridente Sara Ricci in abito Fantasy con tacchi fucsia di grande effetto.

Luccicante taffetà per Sarah Maestri in rosso rubino ed ancora per l’attrice Stella Sabbadin, un elegante abito mosaico come gli ori ravennate.

Intensa nello sguardo e gestualità, Lorenza Lain, General Manager di Palazzo Ca’ Sagredo splendida, abbronzata e fiammante nell’elegante veste lunga.

Monospalla con toni argentati per Marta Miniucchi insieme ad Antonio Pisu, premiati con il Premio Kinéo per la miglior sceneggiatura del film “EST”.

Rosa e oro per Antonella Salvucci con abito stilizzato, perfetto per la splendida silhouette. Affascinante Elisabetta Sgarbiin pailettes dorate, ed ancora Rosetta Sannelli Presidente del “Premio Kinéo Diamanti al cinema” in stile dark sofisticato, da vera signora.

Raggiante Isabella Turso in abito in candida seta sapientemente intrecciato.

A corollario di tale firmamento rifinivano gli outfit i Gioielli Damiani, Chopard, Vherneir e Cornier1757.

Canale Instagram della stilista: www.instagram.com/eleonoralastrucciofficial

 

Tag sui social:

#EleonoraLastrucci #stilistainternazionale #altamoda #RedCarpet #Venezia78 #HauteCouture

 

 

###

 

Per interviste ed informazioni:

Carla Cavicchini – Ufficio Stampa Krea’-Communication

 

 

 

Alcune delle star della Mostra del Cinema di Venezia vestite con l’italiana Lastrucci:

 

Exit mobile version