Dubai: dopo l’Expo dei record, l’emirato riparte da imprese, futuro e metaverso.

donna

Dubai, 8 aprile 2022 – Sono stati i 25 milioni di visitatori, in un contesto straordinario tra innovazione, architettura, tecnologia e futurismo, ad aver confermato Expo Dubai 2020 come il più grande evento nella storia del Medio Oriente.

L’Esposizione Universale emiratina che ha radunato il mondo intorno al tema “Connecting minds, creating the future” si è chiusa con un bilancio oltre le aspettative e numeri che parlano di un’esperienza culturale irripetibile.

Un sito ospitante di 4,38 chilometri quadrati, 35.000 volontari, 200 paesi, 4.912 pannelli solari, 50 cucine nazionali, 1 padiglione per la parità di genere, 142 esperti di settore provenienti da 76 paesi, 182 giornate dall’inizio dell’evento ed oltre 1 milione di visitatori solo negli ultimi 3 giorni.

Opportunità, Mobilità e Sostenibilità, sono stati i macrotemi che hanno unito i Paesi partecipanti intorno a progetti, idee e innovazioni nel campo delle infrastrutture materiali e immateriali. Un successo che ha premiato il Padiglione Italia con oltre 1,6 milioni di visitatori e 13 milioni di contatti online con la riproduzione stampata in 3D del David di Michelangelo diventata una delle icone dell’Esposizione.

L’Italia è stato il Paese leader tra quelli che hanno scelto la formazione come tema portante, con 140 giornate educational a cui hanno aderito oltre 4.000 persone di 26 diverse nazionalità.

Monica Perna, l’imprenditrice expat dell’education, racconta l’esperienza di volontaria per 3 mesi all’evento e come Dubai metterà a frutto il patrimonio di strutture, risorse e progetti nati dall’Esposizione Universale appena conclusa.

Un’esperienza esclusiva e altamente formativa, a contatto con avanguardie tecnologiche, architetture ed effetti spettacolari, prodotti, costumi e culture tipiche dei Paesi a cui noi imprenditori italiani expat a Dubai siamo grati per il patrimonio di legami e risorse che questo evento ha saputo catalizzare in questa terra già così densa di opportunità e stimoli”. Così racconta entusiasta Monica Perna, imprenditrice italiana del settore formazione ed educazione, English Coach e CEO della Auge International Consulting, dopo la sua esperienza come Country Team Member tra i volontari di Expo che, con le loro abilità comunicative, hanno contribuito al successo dell’evento.

Il sipario su Expo 2020 Dubai è calato il 31 marzo, ma la città più futuristica al mondo si prepara già per un post-Expo che intende valorizzare quanto appreso nel corso dell’evento:  l’area Expo diventerà District 2020, una città smart dove tutto sarà raggiungibile in soli 15 minuti.

“Dopo l’Esposizione Universale, – prosegue la Perna – Dubai si prepara ad una nuova fase di sviluppo e apertura di cui io e la mia impresa intendiamo essere partecipi. Le più recenti tecnologie del Metaverso applicate all’Education, il settore in cui la mia impresa opera, hanno dato a me e a molti altri imprenditori, mezzi e modi di espressione che difficilmente avremmo potuto trovare altrove. La fase post Expo – aggiunge l’imprenditrice brianzola, amministratrice di un’impresa che impiega 28 persone, tra cui diversi italiani, e forma più di 800 mila studenti in tutto il mondo – sarà un momento di potenziamento del modello Dubai che punta su futuro, semplificazione dei processi, politiche fiscali e di espansione, città smart, sicure e sostenibili, dove è anche possibile fare transazioni in criptovaluta grazie alla legge sugli asset virtuali entrata in vigore lo scorso marzo”. 

Lo scopo è quello di fare di Dubai un Hub per attrarre investitori nelle blockchain e nelle criptovalute, nel settore immobiliare, tecnologico e digitale, pronto ad accogliere una nuova generazione di giovani imprenditori, spesso expat, con capacità di spesa e progetti innovativi a cui la città intende offrire terreno fertile e il migliore contesto competitivo e culturale.

Monica Perna insieme al management ed alcuni colleghi dello staff del Padiglione della Repubblica di San Marino ad Expo 2020 Dubai dove ha collaborato come volontaria

L’impresa della English Coach Monica Perna, tra le prime ad accettare crypto

Roma, 18 marzo 2022 – È di appena un mese fa la comunicazione ufficiale da parte della AUGE International Consulting di Dubai, società di Alta Formazione ed Educazione di cui è CEO la English Coach italiana Monica Perna, di accettare pagamenti in Crypto valuta.

Si tratta della prima azienda di educazione linguistica a livello mondiale ad accettare monete Crypto e a fornire numerosi altri servizi e prodotti per l’apprendimento basati su tool pionieristici che avranno presto vita nel Metaverso. Lo scopo è quello di migliorare l’esperienza educativa degli studenti e facilitare l’accesso alla tecnologia per favorire una più autentica inclusività.

Mentre la maggior parte dei token digitali accettati dalle aziende tende ad essere limitata a Bitcoin e a una o due altre criptovalute leader come Ethereum.

La AUGE International Consulting, pioniera nell’approccio crypto-friendly tra le imprese del settore Education, accetta ben 12 differenti tipi di moneta virtuale come Bitcoin, Ethereum, Litecoin, Polygon, Decentraland, Cosmos, Dogecoin, Tether, USD coin, Polkadot, Solana, Cardano, ed è  inoltre aperta a ricevere qualsiasi altra valuta.

Monica Perna al Crypto Expo Dubai: l’evento mondiale sulla cultura crypto-friendly

Proprio in quest’ottica la Perna ha partecipato al “Crypto Expo Dubai”, l’evento ospitato il 16 e 17 marzo scorso al Festival Arena di Dubai, e dedicato ad investitori e leader del settore cripto per fare rete ed esplorare nuove opportunità di business.

All’evento, che ospita conferenze tematiche ed esposizioni, erano presenti aziende e marchi leader del settore per fornire informazioni ai trader di criptovalute, agli investitori e alle imprese interessate.

“In AUGE – dichiara Monica Perna – sappiamo che l’evoluzione dell’economia mondiale passerà attraverso le criptovalute. Studiamo questi processi da tempo e abbiamo investito tra i primi sul futuro. Siamo consapevoli del fatto che questo percorso è appena all’inizio e proprio per questo crediamo che i big player e le aziende come la nostra debbano dare l’esempio ed educare le persone all’uso di questi strumenti, che si caratterizzano per la sicurezza delle transazioni e per la facilità d’uso. Se tutte le aziende come la nostra contribuiranno alla diffusione di una cultura crypto-friendly siamo certi che il passaggio a questa nuova era dell’economia sarà più rapido, con i conseguenti benefici che ciò comporterà per tutti”.

Ma quali vantaggi offre il pagamento in Criptomoneta?

Il principale vantaggio nell’uso delle Crypto è che alle transazioni non sono applicate commissioni e i pagamenti sono più veloci ed efficienti.

Una criptovaluta è, infatti, un tipo di moneta digitale che non ha bisogno di esistere in forma fisica per avere valore e che, pertanto, funziona in modo autonomo, al di fuori dei tradizionali sistemi bancari e governativi e può essere usata universalmente.

Le criptomonete utilizzano la crittografia per rendere sicure le transazioni e sono diventate estremamente popolari grazie al loro sistema di scambio decentralizzato che avviene in modalità peer-to-peer, cioè direttamente, senza intermediari, come se fosse una moneta a corso legale a tutti gli effetti.

L’introduzione dei pagamenti in Crypto da parte di AUGE International Consulting è un altro passo dell’impresa, dal know-how made in Italy, verso l’innovazione ispirata alle tecnologie del Metaverso che sempre più velocemente impongono alle aziende di tutto il mondo di svilupparsi sul fronte dei sistemi digitali immersivi, della realtà aumentata, del 3D e appunto delle monete virtuali.

“L’accesso all’educazione attraverso il Metaverso, che fino a poco tempo fa era visto con diffidenza dalla didattica tradizionale – afferma Monica Perna – è oggi la nuova frontiera di un sapere più accessibile ed in definitiva più democratico. Oggi la mia impresa aggiunge alla sua offerta anche le Criptovalute con l’obiettivo di facilitare ancora di più l’uso delle tecnologie e l’accesso alle avanguardie del sapere digitale, affinché tutti siano messi in condizione di sfruttare il loro massimo potenziale”.

 

Monica Perna, CEO di AUGE International Consulting a Dubai al Crypto Expo Dubai del 16 e 17 marzo 2022

 

 

 

 

DSG Road to Dubai: il Made in Italy a Dubai Expo 2020

Stile, ricerca, sostenibilità e innovazione, sono le parole chiave che accompagnano il brand marchigiano DSG alla DUBAI Expo 2020

Milano, 11 febbraio 2022 – Solo pochi giorni separano Moodis, società che ha ideato il brand DSG, dall’evento che si svolgerà a Dubai il prossimo 23 febbraio nella splendida cornice del Four Season Hotel DIFC, dove verrà presentata la nuova Capsule Collection.

Forma come libertà, colore come ispirazione, dettaglio come audacia ed espressione come unicità sono le parole d’ordine di questo brand che nasce nel 2018, con l’obiettivo di creare collezioni dedicate ai Millenials e alla Generazione Z, proponendo uno stile che spazia tra urban e couture.

Dettagli raffinati e chic

E’ infatti la ricerca dei dettagli, raffinati e chic, che rendono il brand Made in Italy capace di trasformarsi e di adattarsi a diverse occasioni. DSG ama definirsi “creatore di immagine” un’immagine sempre diversa, accurata e assolutamente non comune che consente a chi la indossa di essere sempre sé stesso.

Sostenibilità e glamour

Le collezioni spaziano dai capi spalla, alle sofisticate felpe abbinate a pantaloni di tessuto e a comode tute che puntano sul binomio fashion e comfort, a Tshirt prodotte in cotone organico fino ad accessori come sneaker, stivali e borse prodotte con un nuovo pellame completamente biobased che completano gli outfit ed esaltano lo stile glamour che caratterizza il marchio.

Tutto rigorosamente prodotto in Italia, con l’accuratezza che deriva da una lunga tradizione artigianale associata alla creatività, allo stile e all’innovazione che caratterizzano “il saper fare” di uno dei distretti più noti e importanti del nostro paese.

“L’occasione di fare parte di un gruppo di aziende selezionate dalla Regione Marche, ci rende orgogliose”

afferma Claudia Streppa, co-founder di DSG insieme alla sorella Eleonora.

“Il nostro impegno nella creazione di questa nuova capsule collection, è stato fortemente sostenuto dall’energia che il nostro progetto Road to Dubai ci ha trasmesso

Dubai, e in particolare l’EXPO 2020, costituiscono un palcoscenico eccellente per farci conoscere e per presentare la nostra idea di moda, in cui l’abito diventa uno strumento di comunicazione oltre che di benessere, un mezzo per prendersi cura di sé e dell’ambiente”

precisa Eleonora Streppa.

DSG ha scelto come elemento iconico del brand un “sorriso”, un logo che vuole sottolineare l’aspetto fresco e spiritoso del proprio stile, per comunicare libertà, versatilità e originalità così come qualità, progresso e attenzione alle persone e all’ambiente.

Ambiente: nuovi progetti a Dubai per Yari Cecere, il giovane imprenditore delle costruzioni Green

Milano, 21 novembre 2020 – Non si fermano i progetti imprenditoriali del giovane imprenditore immobiliare green, Nunzio Yari Cecere. Dopo essere stato inserito nel 2019 da Forbes tra i 30 Under 30 Europe e da Forbes Italia tra i 100 Under 30, la sua visione di sviluppo immobiliare ecosostenibile lo hanno reso una figura di spicco a livello internazionale.

Apparso in numerosi quotidiani nazionali e in riviste di settore, le opportunità di collaborazioni internazionali sono in costante crescita.
Valutazioni che oggi hanno portato Yari Cecere e la sua holding Cecere Management ad aprire la strada verso il mercato di Dubai e degli Emirati Arabi.

Una visione innovativa, quella di Cecere, che si fonda sulla consapevolezza che il costruttore tradizionale nel passato operava basando le sue scelte semplicemente sull’istinto, sul fiuto imprenditoriale. Oggi non è più sufficiente: il mercato è drasticamente cambiato, non è più orientato alla produzione ma pienamente al marketing.

Il cliente è anche molto più preparato, legge, studia e ricerca caratteristiche che possono fare la differenza rispetto ad un’altra costruzione; pensa quindi al suo benessere abitativo e oggi il “costruttore tradizionale” è solo una delle tante divisioni del developer immobiliare.

Yari Cecere crede fermamente che bisogna divulgare la conoscenza, promuovere campagne di sensibilizzazione, partendo dai giovani, su un uso ottimale della casa Green, tenendo comportamenti tesi all’eco-sostenibilità.

Questi processi sono anche la filosofia del brand Nunziare: complessi immobiliari capaci di offrire le migliori prestazioni di sostenibilità, per un’esperienza innovativa di personalizzazione della propria casa.

Il Luxury Real Estate internazionale è molto attento a queste tematiche visto che Dubai e gli Emirati Arabi sono da anni all’avanguardia nell’innovazione immobiliare. Un passo quindi naturale ma ponderato nell’ottica di apertura di questo nuovo mercato.

Per quanto riguarda il segmento nazionale, oltre alla Campania, l’attenzione ed i progetti di crescita a breve e medio termine riguardano soprattutto la città di Milano.

Per saperne di più sul giovane imprenditore green il sito internet di riferimento è www.yaricecere.com.

 

 

Yari Cecere
Yari Cecere
Yari Cecere

Tra Dubai e Costiera Amalfitana il matrimonio del designer di yacht Sorrentino e Fatouch Fox

Dubai, 9 ottobre 2018 – È stato fissato a Dubai per giugno 2019 uno dei matrimoni più attesi degli Emirati Arabi. Si tratta dell’unione tra il designer e influencer Giovanni Sorrentino (@sultanofwind) e della bella Fatouch Fox(@fatouchfox), modella belga di origini Reali, discendente della dinastia di Sundiata Keita the Lion King of Mali, oggi impegnata nella promozione di eventi a scopo umanitario.

La relazione tra i due è da tempo nota al publico e basta solo dare uno sguardo ai profili Instagram per rendersi conto di quanto la coppia sia affiatata e che il matrimonio non è un miraggio lontano.

I festeggiamenti si terranno in 2 località diverse tra Dubai e Costiera Amalfitana.

Il rito civile verrà celebrato a Dubai a bordo di un mega yacht offerto per l’occasione da uno degli illustri ospiti del ricevimento.

Nella lista degli invitati personalità come Samuel Jackson (attore americano), Larry Ellison (co-founder of Oracle corporation), Kevin Gameiro (calciatore Atletico Madrid) e altri nomi illustri, tra amici e clienti del noto designer di yacht.

In Italia verrà invece celebrata una cerimonia più intima e sobria in costiera amalfitana con la location ancora da definire.

Abbiamo chiesto a Sorrentino il perché di questa scelta: “L’ho fatto semplicemente per motivi di privacy, è essenziale sia per me che per i miei ospiti”.

Grazie al tempo splendido tutto l’anno, ai magnifici hotel e agli incredibili ristoranti con vista panoramica sul Golfo Persico, Dubai è ormai diventata una meta popolare oltre che per le vacanze anche per matrimoni e lune di miele.

Per quasi un decennio gli Emirati Arabi Uniti hanno mantenuto il titolo di più avanzato, grandioso e ambizioso paese e non sorprende che stia crescendo rapidamente in popolarità anche come hub anche per l‘industria dei matrimoni.

Situati nella penisola arabica, gli Emirati Arabi Uniti sono composti da sette Sheikdom (Emirati), con Dubai che è il fiore all’occhiello e all’avanguardia nell’ospitare il maggior numero di matrimoni.

 

 

Il video musicale Morena di Konde Martins con protagonista la modella Fatouch Fox:

 

 

 

 

La modella belga Fatouch Fox e il designer di yacht Giovanni Sorrentino, hanno annunciato il loro matrimonio

 

Un primo piano della splendida modella belga Fatouch Fox

 

 

 

Dubai, sempre più meta di matrimoni e lune di miele

 

Dubai, la meta di matrimoni e lune di miele da sogno

 

 

Dubai, lo yacht personalizzato tra le nuove tendenze del lusso

Dubai, 30 luglio 2018 – Dubai è da sempre considerata la città del lusso per eccellenza. Basta girare per le sue strade per accorgersi che tutto è incentrato sull’eccellenza, dalle costruzioni futuristiche alla moda, alle auto, agli hotel, tutto è basato sulla ricerca del lusso.

Oggi a Dubai sta nascendo una nuova tendenza: vip, ricchi imprenditori, amministratori delegati, e star dello sport e del cinema arrivano ultimamente nella city perché desiderano disegnare e creare la loro barca dei sogni, realizzata in un esemplare unico, esclusivamente per loro.

Tra i protagonisti di questa tendenza  l’italiano Giovanni Sorrentino, uno degli yacht designer del momento, trasferitosi a Dubai da un po’ di anni, a cui chiediamo di parlarci di questa nuovo trend del lusso.

D) Giovanni, perchè si sceglie il Middle East per costruire e progettare la propria barca personalizzata?

R) Innanzitutto perché qui la soddisfazione del cliente fa parte della cultura. E poi perché in Europa e USA la maggior parte dei cantieri non ha interesse a produrre barche di piccole dimensioni, solo per una unità, mentre qui a Dubai lo si fa per prestigio e non per arricchirsi.

D) Come definiresti la tua attività?

R) Spesso mi capita di dire che “io vendo sogni” anche se la risposta naturale dovrebbe essere “sono nel business delle barche ad offrire servizi alle persone che li richiedono”. A me però piace pensare di essere nel business delle “relazioni”, offrendo esperienze di lusso.

D) Chi sono i tuoi clienti?

R) Io ho amici, non clienti, da ogni parte del mondo. Attori, imprenditori e star dello sport che vengono qui a Dubai per scegliere la loro barca  dei sogni, approfittandone per fare una vacanza in un hotel lussuoso o festeggiare una occasione speciale.

D) Su cosa stai lavorando adesso?

R) In questo periodo sto lavorando a una coppia di barche specialmente disegnata per i gemelli Cameron e Tyler Wiklevoss. Sono famosi per aver fatto una enorme fortuna negli ultimi anni con i Bitcoin.

D) Qual è invece la richiesta più strana che hai ricevuto?

R) Recentemente ho ricevuto una richiesta da un imprenditore del settore dell’intelligenza artificiale per creare un ristorante galleggiante completamente gestito da robot.

D) Dopo aver disegnato questi modelli esclusivi, su misura in base alle esigenze del committente, dove vengono realizzati concretamente gli yacth?

R) Io lavoro con Riviera Boat (www.riviera.ae), un cantiere storico degli Emirati Arabi che ha una grande capacità produttiva, spazio a sufficienza e 400 operai sul posto capaci di soddisfare le richieste mie e dei miei clienti.

Per saperne di più su Giovanni Sorrentino basta seguire il suo sito internet www.sultanofwind.com o il profilo Instagram www.instagram.com/sultanofwind.

 

 

 

Dubai, tra le nuove tendenze del lusso la costruzione di uno Yatch su misura

 

 

Giovanni Sorrentino, designer di Yacht a Dubai

 

 

 

 

 

 

Moda: Dubai applaude ‘Rinascita’, l’autunno inverno 2018/19 di Viola Ambree

Milano, 11 dicembre 2017 – Si chiama ‘Rinascita‘ la collezione autunno inverno 2018/19 ‘Ready Couture’ della stilista Viola Ambree. La designer ha presentato a Dubai le sue creazioni di alta moda che hanno letteralmente stregato il pubblico presente.

Questa collezione rappresenta il suo diario personale, una ragazza cresciuta in un luogo fermo e austero ma ricco di fantasia, capace di rendere il suo mondo dolce, attraverso il colore e attraverso gli ornamenti.

Abiti sofisticati, contemporanei, che prendono vita attraverso le più pregiate tecniche sartoriali; materiali preziosi come seta, raso, organza, chiffon, fino allo jacquard stampato in modo esclusivo.

Il mood della collezione deriva da una storia raccontata dalla nonna di Viola e che ha come simboli un uovo e un serpente: due segni di vita, di rigenerazione, di nascita, per una donna che si evolve e si reinventa. Una narrazione raccontata attraverso le uova di Faberge e l’arte del loro compimento.

Un fascino puro e senza tempo, che si plasma attraverso ricami realizzati interamente a mano, dettame imprescindibile della più alta sartoria italiana. Importanti anche gli accessori: stivaletti ricamati e borse che diventano il giusto completamento della collezione.

Il ritmo si alterna tra il presente e la nobile civiltà ancestrale, sospeso tra poesia e futurismo, tra forme forti e delicati ornamenti. I pezzi richiamano le armature dei guerrieri, arricchite da incisioni figurative, paesaggi malinconici ma coraggiosi, per una visione glamour che proietta l’haute couture in una insolita immagine giovanile.

La rinascita diventa quindi una nuova speranza, nuova vita, per una donna sicura ma che non rinuncia alla sua femminilità.

Questa collezione riporta in passerella anche quell’alta moda della dolce vita che ha reso famosa in tutto il mondo la maestria italiana.

Per saperne di più sulla casa di moda visitare il sito www.maisonviolaambree.com.

 

VIOLA AMBREE

 

VIOLA AMBREE

 

VIOLA AMBREE

 

Credits:
Designer: Viola Ambree
Photographer: Luis Monteiro
Art direction & Styling: Pablo Patanè
Model: Barbara @ArtFactory
Makeup – Hair: Marisol Steward
Assistant Designer: Carlotta Santacroce
Assistant stylist: Giulia Parente
Logistic: Leilane Fernandez ArtFactory
Location: Red Sand Desert – Dubai
Coordination: Valentino Odorico

Dubai: Brunello Barbieri presenta la collezione Resort 2018

Dubai, 9 maggio 2017 – Brunello Barbieri debutta a maggio a Dubai in occasione della prossima edizione dell’Arab Fashion Week.

La collezione curvy couture presentata a livello mondiale è la SS18: creazioni che raccontano le infinite sfaccettature della donna Brunello Barbieri, sintetizzate nei materiali “pelle e chiffon”.

Ogni nervatura, ogni tessuto in rilievo, rappresentano un proprio vissuto, come le rughe presenti sul viso, netti contrasti di colore e tessuti nobili sono impreziositi da bagliori metallici.

Giulia Brunello, direttore creativo della maison, descrive la collezione con queste parole: “Ho pensato ad Anna Magnani, una donna con una vita importante, piena di sfaccettature, episodi, incontri, una donna sempre solare agli occhi di tutti. Nelle nuance della collezione c’è proprio questo: c’è la forza del colore netto, di cenni molto decisi, energici, solari. C’è tanta luce”.

Anna Magnani è l’icona del cinema italiano e rappresenta come nessun’altra donna l’anima e il gusto della vita vera dell’Italia. La donna che unisce nel suo carattere l’ambivalenza della tenacia e della fragilità, un paradosso e un contrapposto tra durezza e dolcezza.

Anna Magnani ha personificato nei suoi ruoli e nella sua vita la donna che combatte appassionatamente per il suo amore, la sua fortuna, i suoi figli. La sua vita, come questa collezione, è legata inseparabilmente all’Italia e a Roma.

Come per le passate collezioni, le proposte narrano una donna che ama indossare uno stile sofisticato, attuale, raffinato, per una eleganza senza tempo, ma assolutamente contestualizzata nella modernità e nella contemporaneità.

Il racconto esprime il lato imperfetto della femminilità, perché proprio questa naturalezza è il valore unico della persona.

La donna per la maison è quindi capace di giocare con il look, osa con abbinamenti di tessuti insoliti che, proprio grazie a composizioni, strutture e tagli, vengono destrutturati e rielaborati in una nuova veste.

Per saperne di più visitare il sito internet www.brunellobarbieri.com.

 

BRUNELLO BARBIERI – ARAB FASHION WEEK

 

Exit mobile version