L’artista italiano Cesare Catania alla Biennale di Montecarlo

Milano, 19 settembre 2016 – Alla  7° biennale d’arte internazionale di Montecarlo parteciperà anche l’artista italiano Cesare Catania (www.cesarecatania.eu).

Il tema di questa edizione, che si terrà presso la sala Theatre del Metropole Hotel di Montecarlo dal 23 al 25 Settembre prossimi, è “Ambiente: declino o rinascita?” e tratterà il rapporto fra l’uomo e l’ambiente, le sue varie problematiche ma anche lo sforzo e la voglia da parte dell’essere umano di migliorare e cambiare le condizioni ambientali in cui viviamo.

Catania presenterà l’opera dal titolo “Gospel”, un olio su tela di alto impatto artistico, tecnico ed emotivo.

E proprio grazie ad uno dei temi tanto cari all’artista, appunto l’ambiente, l’opera di Catania è stata selezionata per raccontare al mondo il delicato equilibrio che lega la natura all’uomo, con tutte le sue dinamiche, pesi, espressioni e relazioni.

Nei quadri di Cesare Catania solitamente si trovano un mix di tradizione, dato dall’impiego di materiali quali gesso, legno, pietra, pittura ad olio, con un’innovazione data da componenti a base siliconica e acrilica, risultando sempre in “fermi immagini” di azioni e sentimenti, sintesi estrema tra ermetismo e cura dei dettagli.

In questa edizione della biennale esporranno validi artisti provenienti da tutte le parti del mondo e si svilupperà con opere di pittura, scultura, fotografia, grafica, incisione, bassorilievi e lavori realizzati al computer.

Come ogni edizione si potranno ammirare opere dal forte rigore creativo e dall’altissima qualità interpretativa.

Un contesto coinvolgente a testimonianza di un’arte rispettosa dove sempre più nuovi linguaggi, forme e colori si fondono con la sensibilità, la poesia e la forza descrittiva, per un’arte ricca di ampia resa contenutistica, comunicativa e capacità di tecnica.

 

 

###

 

Gospel-Cesare Catania

 

 

Cesare Catania incontra Robert Combas a Montecarlo

A Monaco l’artista Cesare Catania ha incontrato Robert Combas durante il vernissage della retrospettiva al Principato di Monaco per uno scambio di idee ed esperienze

Monaco, 17 agosto 2016 – In occasione dell’inaugurazione della retrospettiva presso il Grimaldi Forum di Monaco, Cesare Catania ha incontrato Robert Combas. Durante la serata i due artisti hanno avuto modo di interfacciarsi, dialogare, raccontarsi idee, esperienze e dettagli della loro arte; due menti che seppur diverse sono molto in sintonia per quanto riguarda numerosi tratti della loro visione: l’uso del colore, temi come l’amore, la donna, la musica.

Due artisti che scompongono e ricompongono idee e immaginario, in un gioco di ermetismo e cura del dettaglio, azione e sentimento. Alla mostra vi è stata anche la presenza del Principe di Monaco il 16 agosto.

Un evento importante con illustri ospiti, per questo incontro che ha suggellato un’ulteriore propensione ad un arte che si contamina, osserva e racconta una serie di “fermo immagine” della vita quotidiana.

Per ulteriori infomrazioni visitare il sito internet www.cesarecatania.eu.

 

###

 

Monaco: Alla retrospettiva su Robert Combas, ospite l’italiano Cesare Catania

Monaco, 4 agosto 2016 – In occasione dell’inaugurazione della retrospettiva su Robert Combas, prevista per sabato 6 agosto 2016 presso il Grimaldi Forum di Monaco, l’artista Cesare Catania sarà presente in veste di ospite d’eccezione.

L’arte di Cesare Catania si avvicina molto a quella di Combas, soprattutto per l’uso allo stesso tempo estremo, contrastato e geniale dei colori ed essendo composta da un gioco interessante di prospettiva e assonometria, di scomposizione delle figure in semplici poligoni tridimensionali, come nuovo modo di osservare i problemi e la realtà circostante.

La retrospettiva presenta un centinaio delle opere più importanti degli anni ’80/’90, provenienti da collezioni privati e istituzioni pubbliche e che ruotano su temi estremamente cari all’artista: l’amore, la donna, le battaglie, la religione, la mitologia, la musica.

Temi cari anche a Catania e per questo ecco la sua presenza così importate durante questo esclusivo evento.  Nei suoi quadri si fondono tradizione (impiego di materiali quali gesso, legno, pietra, pittura ad olio) e innovazione (utilizzo di materiali a base siliconica e acrilica). Il tutto per dar vita a opere tridimensionali che “escono letteralmente dalla tela”.

I quadri di Cesare Catania sono sempre un “fermo immagine” di azioni e sentimenti, sintesi estrema tra ermetismo e cura nel dettaglio. Due artisti che si incontrano e indirettamente sperimentano, in modo simile ma diverso. La forza di opere che narrano dimensioni apparentatemene lontane, scienze distanti ma che grazie alla creatività si incontrano, scompongono e ricompongono.

Per maggiori informazioni sulla retrospettiva e sugli artisti visitare il sito internet www.cesarecatania.eu.

 

###

 

Cesare Catania al Premio Celeste 2016

Milano, 5 luglio 2016 – Al prestigioso “Premio Celeste” 2016 sarà presente anche l’artista Cesare Catania con 2 sue opere, dopo gli importanti riconoscimenti ottenuti dalle recenti esposizioni.

La prima opera è “Gospel” dove il tema della musica viene nuovamente affrontato in questo dipinto ad olio, che ritrae una cantante dalla voce impetuosa in un’esibizione gospel.
Gli spartiti svolazzano in alto a sinistra, i sassofoni accompagnano il suono sulla sinistra in secondo piano e le mani del pubblico caricano la scena sulla parte bassa del dipinto.
I colori ad olio vengono dati sulla tela utilizzando il pennello come se fosse una spatola, imbrattandola letteralmente di pigmenti colorati che accendono il dipinto agli occhi dell’osservatore.

La seconda opera presentata si intitola invece “Letture Estive (Omaggio a Pier Luigi Nervi)”.
Questo dipinto ritrae una donna che prende il sole sulla spiaggia. Come già visto nelle precedenti opere di Catania, l’autore simbolicamente rappresenta la donna con in capo leggero e spensierato staccato dal corpo e sorretto dalle braccia. In questo caso specifico la metafora della leggerezza è uno scherzo artistico. Ciò su cui si sta cimentando la donna è infatti tutt’altro che leggero.

Distesa e aggraziata (lo si capisce dalla greca che contorna il suo corpo, greca che vuole mettere in risalto l’eleganza e la raffinatezza della protagonista), sta studiando infatti la Teoria delle Membrane, teoria che vuole essere per l’autore un omaggio a Pier Luigi Nervi, grande ingegnere italiano del secolo scorso che affascina Cesare Catania per la precisione con cui ha progettato volte sottili e cupole di ogni genere e dimensione.

Nel dipinto si possono chiaramente riconoscere sulla sinistra in alto l’ombrellone e in basso tre libri chiusi, in primo piano sulla parte centrale si vedono il seno rotolato via dal corpo della donna e il libro di ingegneria contenente il capitolo su menzionato.

Prospetticamente arretrati rispetto al primo piano ma non di secondaria importanza, la protagonista e il sole.

L’ammissione al Premio Celeste è una nuova conferma internazionale per Cesare Catania e sottolinea l’interesse crescente che si sta creando intorno alle sue opere sia da parte della critica che del pubblico.

Il primo settembre 2016 ci sarà l’annuncio delle 50 opere e dei 3 progetti finalisti.

La mostra finale del Premio Celeste 2016, la votazione e l’aggiudicazione dei premi si svolgeranno presso la prestigiosissima location “The Bargehouse, OXO Tower” a Londra dal 7 al 9 ottobre 2016.

 

Gospel, Cesare Catania
Letture Estive (Omaggio a Pier Luigi Nervi), Cesare Catania

Cesare Catania conquista Londra dopo l’esposizione presso la Royal Opera Arcade Gallery

Londra, 13 giugno 2016 – Hanno destato un forte interesse l’esposizione presso la Royal Opera Arcade (ROA) Gallery di Londra le opere dell’artista italiano Cesare Catania. Dopo il successo dell’esposizione si è creato fermento attorno alla figura dell’artista, presente come ospite d’eccezione dell’Inside Edition Expo III. Dopo l’evento londinese sono molti i riflettori  puntati sull’artista, capace di raccontare diversi mondi attraverso i colori ed un gioco interessante di prospettiva e assonometria, di scomposizione delle figure in semplici poligoni tridimensionali, come nuovo modo di osservare i problemi e la realtà circostante.

Milanese, classe 1979, trascorre gran parte della sua vita nella città natale dove sviluppa, sia nella vita privata, sia durante il percorso della sua formazione, una spiccata attitudine per le arti grafiche e pittoriche.
Già dall’infanzia mostra chiaramente, oltre che per le arti figurative, la propria passione per la matematica e per la musica, due discipline tra loro così diverse eppure per Cesare Catania così vicine.

Studia il pianoforte e sviluppa la passione per il rigore e per la creatività della musica classica.
Nella matematica e nella musica l’autore ritrova, nel corso della sua formazione artistica e culturale, il naturale completamento della propria essenza, da un lato diretto verso il rigoroso e lo schematico modo di approcciarsi alla vita e dall’altro verso una visione multi prospettica dello stesso, una visione quest’ultima che lo porterà ad avvicinarsi a qualsiasi disciplina da piani e punti di vista sempre diversi tra loro.
Questa sua capacità di scomporre e modellare i solidi che lo circondano si ritrova anche nei suoi dipinti, capaci di esprimere realtà e sentimenti sia con piani bidimensionali sovrapposti, che con l’elegante e armonico accostarsi di figure solide e curvilinee. Nei suoi quadri si fondono tradizione (impiego di materiali quali gesso, legno, pietra, pittura ad olio) e innovazione (utilizzo di materiali a base siliconica e acrilica). Il tutto per dar vita a opere tridimensionali che “escono letteralmente dalla tela”.
Cesare Catania infatti prepara spesso le sue tele con veri e propri progetti e studi statici, in modo da far aderire in maniera completa e duratura un materiale fragile e difficile da manipolare come ad esempio il gesso. Quest’ultimo in molti dei suoi dipinti viene armato con chiodi e reti per seguire lo schema del disegno, evidenziando la capacità dell’autore di fondere insieme creatività e capacità di razionalizzare e di scomporre le figure del dipinto. I quadri di Cesare Catania sono sempre un “fermo immagine” di azioni e sentimenti, sintesi estrema tra ermetismo e cura nel dettaglio.

Oggi Catania si sta facendo strada nel settore catturando l’interesse di critici, collezionisti ed esperti; la forza delle sue opere sta nella capacità di narrare dimensioni apparentatemene lontane, scienze distanti ma che grazie alla creatività si incontrano, scompongono e ricompongono, in una dinamica di forme, colori e materiali che rendono le opere riconoscibili e assolutamente personali.

Per ulteriori informazioni visitare il sito internet www.cesarecatania.eu.

 




Exit mobile version