SLA: staffetta solidale a Pergine Valsugana

Babbo Natale ai Volontari

 Per gli ammalati di SLA si terrà una staffetta solidale a Pergine Valsugana (Trento), nella Piazzetta di Natale, con tanti operatori del Centro Clinico NeMO che doneranno il loro tempo insieme ai volontari di AISLA, per un calendario che fa riflettere sul valore del tempo


Trento, 16 dicembre 2021 – Per gli ammalati di SLA si terrà una staffetta solidale a Pergine Valsugana (Trento), nella Piazzetta di Natale. Tanti operatori del Centro Clinico NeMO doneranno il loro tempo e si uniranno ai volontari di AISLA per un calendario che fa riflettere sul valore del tempo, un dono raro e prezioso proprio come i fiori del Trentino.

Nella Piazzetta di Natale delle Associazioni di Pergine Valsugana, uno dei contesti natalizi più suggestivi che esistano, dove il tempo sembra fermarsi per lasciare spazio alla magia delle feste, i volontari di AISLA, Associazione Sclerosi Laterale Amiotrofica, saranno ospitati nei giorni 18-19 e 23-24 dicembre dalle ore 10.00 del mattino alle ore  21.30 nella casetta dell’Associazione Sportiva Oltrefersina. Con loro ci sarann i tanti operatori del Centro Clinico NeMO Trento, felici di donare il loro tempo per essere al fianco della comunità dei pazienti SLA trentini e delle loro famiglie.

Ed è proprio dal valore e dalla ricchezza del tempo, dono raro e prezioso come i fiori del Trentino, che nasce l’idea del calendario solidale 2022 e che sarà possibile aggiudicarsi proprio nella Piazzetta di Natale, in piazza Fruet a Pergine. Un’incredibile staffetta solidale, che ha dato origine ad una rete di collaborazioni e aiuto reciproco per un calendario che fa riflettere, grazie ai 12 magici scatti donati da Anna Maria Detassis e Franco Parisi. Sposati dal 1975, i due coniugi da sempre condividono molte passioni: l’amore per l’ambiente, la natura, gli animali. La loro storia parte da lontano, da quando ancora molto giovani presero come fonte d’ispirazione per i loro scatti fotografici proprio i fiori e, in particolare, le orchidee spontanee del Trentino.

A spiegare il valore di questo sodalizio è Sonia Pruner, volontaria attiva di AISLA, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica: “Siamo nati nel 2009 con l’obiettivo di offrire un supporto concreto agli ammalati ed alle loro famiglie. Da allora, grazie ad un dialogo costante con le istituzioni competenti, molti passi sono stati fatti. Tra questi, e nonostante la pandemia, l’apertura del Centro Clinico NeMO che si trova proprio all’interno di Villa Rosa a Pergine. In questi anni sono nate amicizie, stretto legami forti e siamo entrati nelle case di tante famiglie. L’ospitalità che ci è stata offerta e i tanti volontari che si sono messi immediatamente a disposizione ci ha commossi e a tutti loro va la nostra sincera gratitudine. È proprio vero, le cose più preziose della vita non le troveremo mai sotto l’albero, ma nelle persone che scelgono di starci accanto. E, per fortuna, le nostre sono davvero molte!”

Il Centro Clinico NeMO Trento, aperto da poco meno di un anno, grazie ad un accordo di sperimentazione gestionale pubblico – privato tra la Provincia autonoma di Trento, l’Azienda provinciale per i servizi sanitari e i Centri NeMO – è un centro ad alta specializzazione per la cura e presa in carico delle persone con malattia neuromuscolare. Una necessità raccontata dal Direttore Clinico del Centro, Riccardo Zuccarino: “In questi mesi ho avuto il privilegio di coordinare una équipe multidisciplinare di 40 professionisti. Insieme abbiamo accolto oltre 470 famiglie provenienti dal Trentino ma non solo. Il Centro Clinico NeMO è già diventato un punto di riferimento anche per numerose famiglie venete e friulane, che si sono rivolte a noi in particolare per ricoveri ordinari che hanno un periodo medio di tre settimane, fino ad arrivare anche a qualche mese. Ed è con questo stesso spirito di servizio che, pur conoscendo bene il carico lavorativo richiesto, non sono stato sorpreso nel vedere come anche i nostri  operatori così speciali, si siano messi a disposizione dell’associazione e delle famiglie donando con entusiasmo il loro tempo per questa bella iniziativa di solidarietà.

I fondi raccolti sono destinati ai servizi che AISLA Trentino – Alto Adige offre gratuitamente alle oltre 50 famiglie trentine che sono quotidianamente supportante con l’informazione, l’orientamento, la condivisione, l’ascolto, la fisioterapia ed il counseling.

La casetta di AISLA, insomma, è proprio una bella storia di Natale, di quelle che scaldano il cuore perché portano in sé un importante valore sociale: quello della solidarietà e della fraternità, capace di offrire coraggio e mantenere accesa la speranza.

E se è vero che il bene entra in circolo, oltre al calendario che riporta, per ogni mese, lo scatto di uno dei tanti rarissimi fiori trentini, ci sarà la coloratissima novità in edizione limitata della Christmas Box, una combinazione dei migliori prodotti dolciari ideata appositamente per i Centri NeMO e tante altre idee solidali per il Natale.

Un appuntamento da non perdere, da segnare sul calendario, cha va vissuto con lo spirito che lo scrittore Romano Battaglia elogia in una delle sue opere, perchè “Il calendario non è un susseguirsi di date e ricorrenze, ma di stati d’animo e di ricordi”.

Per informazioni e per contribuire con una donazione si può scrivere alla mail segreteria@aislatrentinoaltoadige.it  oppure chiamare allo 346 8008494.

 

 

###

 

Ufficio Stampa AISLA

nbbb/Valentina Tomirotti

Cell. 333 9580672

ufficiostampa@aisla.it

vtomirotti@aisla.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il calendario 2022 di AISLA Trentino – Alto Adige
I volontari all’opera nella casetta

“Le strade del cibo”, ritorna il Tour Eno-gastronomico di ‘Merenda Italiana’ in 6 città italiane

Arriva Merenda italiana con il tour 2019 “Le strade del cibo“: veri “assedi gastronomici” nei Borghi più belli d’Italia.

Milano, 27 marzo 2019 – Partirà da Viareggio e terminerà a Modena, dopo aver toccato ben 6 città italiane, e 3 diverse regioni,  “Le strade del cibo“, il tour eno-gastronomico organizzato da Merenda italiana, che porta in nei Borghi d’Italia festival alimentari ed eventi culturali, per promuovere il turismo e valorizzare l’italianità.

“Dove ci sono eccellenze lì c’è il Made in Italy, e dove c’è un patrimonio artistico lì curiamo eventi in cui la trasmissione di esperienza al pubblico è memorabile”, Gianluca Capedri, Direttore artistico dell’evento.

I tpur eno-gastronimici di Merenda Italiana sono unici in quanto basati su questi focus:

  • Gli Chef lavorano su camioncini di design.
  • Gli attori animano le giornate e coinvolgono il pubblico, soprattutto i bambini.
  • Le Agorà trasmetteono la cultura del cibo e presentare le realtà del territorio al turista.

In ogni evento vengono presentati food truck regionali selezionati dallo stesso Gianluca, laureato in Scienze Gastronomiche alla prestigiosa Università di Pollenzo-Bra (CN), che studia in prima persona il percorso gastronomico per rendere memorabili e riconoscibili gli eventi curati da Merenda Italiana.

Questo il calendario 2019 con le 6 tappe degli “assedi”, i temi delle animazioni gratuite e i dibattiti nelle Agorà, durante i vari fine settimana:

DOVE?

QUANDO?

TEMA ANIMAZIONE

AGORÀ

VIAREGGIO (LU)

20-21-22 aprile

Pasqua e Pasquetta

Pirati all’arrembaggio

La merenda italiana

FONTANELLATO (PR)

25-26-27-28 aprile
Ponte del 25

Villaggio potteriano

Italianità del cibo

FORMIGINE (MO)

17-18-19 maggio

Tema fantasy

Come si diventa Chef su ruote?

FERRARA

7-8-9 giugno

Tema medievale

In definizione…

BELLANO (LC)

28-29-30 giugno

Tema fantasy

In definizione…

MODENA

6-7-8 settembre

Tema fantasy

In definizione…

SPETTACOLI GRATUITI E AGORÀ

I festival di Merenda Italiana si distinguono per la gratuità delle animazioni a tema che coinvolgono il crescente pubblico partecipante e per le Agorà (incontri e dibattiti) in cui personalità del mondo gastronomico, ma anche di realtà territoriali, interagiscono con il pubblico creando momenti di discussione per trasmettere cultura.

CIBO DI STRADA su FOOD TRUCK

La carovana composta da Merenda Italiana con i camioncini più golosi d’Italia, si prefigge di creare un movimento gastronomico/culturale di qualità. Il pubblico è guidato ad assaporare sempre nuove specialità regionali da nord a sud, dal salato al dolce, dalle bibite italiane ai vini arrivando alle migliori birre artigianali.

 

SITO DELL’ORGANIZZAZIONE

https://www.merendaitaliana.it/

SOCIAL NETWORK

www.facebook.com/CastleStreetFood

www.instagram.com/castlestreetfood
https://twitter.com/CastleStFood

CHI È MERENDA ITALIANA

Il nome Merenda Italiana deriva dal titolo della Tesi di laurea che Gianluca Capedri ha presentato nel 2013 per il suo dottorato in Scienze Gastronomiche in cui ha studiato il cibo di strada come nuova opportunità imprenditoriale, oltreché generatore di nuovo turismo nelle località italiane che vogliono presentarsi in modo innovativo e attrattivo.

La tappa che ha fatto la storia in Italia si è svolta al Castello di Fontanellato (Parma) nei giorni in cui si apriva EXPO2015Milano – 30 food truck tra cui alcuni giunti dall’Europa e Chef Rubio che ha presentato la sua versione di “Merenda italiana” in un affollatissimo Agorà. Durante la tre giorni sono state registrate 40 mila presenze.

Da lì è iniziata un’avventura imprenditoriale per molti operatori: gli attuali Food Truck italiani, e sempre da quegli eventi storici si è affermato il modello attuale dei festival curati da Merenda Italiana.

Un’organizzazione con tutte le referenze necessarie per interfacciarsi con i privati, con le realtà territoriali e con le Pubbliche Amministrazioni, con eventi sono 100% autoprodotti.

Dal 2018 Merenda Italiana si associa a ITALÌ, associazione culturale e di promozione sociale che promuove, organizza e gestisce attività di turismo culturale e sociale, svelando le bellezze e i tesori del nostro Bel Paese condividendo proposte che lasciano il pubblico sorpreso e incantato.

ITA-LÌ dove c’è l’Italia migliore, che fa incontrare le persone con azioni di turismo partecipato e sostenibile. Ad ITALÌ abbiamo affidato la proposta culturale nelle Agorà.

 

 

ITALÌ si occupa delle Agorà per trasmettere la cultura dell’italianità durante i festival

 

 

MERENDA ITALIANA COLLABORA CON ASSOCIAZIONE ITALÌ

Chi è ITALÌ  

Italì è un’Associazione Culturale che si propone di promuovere, organizzare e gestire attività di turismo culturale e sociale, consapevole e sostenibile, svelando le bellezze e i tesori del nostro paese, condividendo proposte, viaggi ed esperienze che sappiano arricchire lo spirito e il bagaglio culturale di chi li vive e rendere protagoniste le località e le imprese che li ospitano.

I Fondatori

I fondatori di Italì sono liberi professionisti e imprenditori esperti in diversi settori tra cui la comunicazione, le pubbliche relazioni, la gestione di eventi e la valorizzazione del patrimonio artistico. Vogliamo, quindi, mettere a disposizione della comunità le nostre esperienze per dare vita a momenti aggregativi di alto spessore su tutto il territorio nazionale.

Di cosa si occupa

Ci occupiamo della progettazione completa – chiavi in mano – di eventi che hanno finalità culturali, associative e promozionali. Grazie all’attenzione che rivolgiamo alla singola realtà che incontriamo e alle collaborazioni che attiviamo con Enti e Associazioni locali, la nostra proposta è sempre diversa ed eterogenea e coinvolge ampie tipologie di pubblico in modo attrattivo e innovativo: laboratori didattici, giochi, spettacoli e musica, accanto a momenti di approfondimento e agorà tematiche.

Quali sono le finalità

Le finalità della nostra Associazione sono la valorizzazione dei borghi, delle piazze e dei centri storici delle più caratteristiche città italiane, la promozione della cultura del Made in Italy attraverso l’educazione alla bellezza e l’incremento del turismo consapevole e sostenibile. Per raggiungere i nostri obiettivi statutari ci proponiamo principalmente di:

  • realizzare iniziative e progetti volti alla promozione e valorizzazione del patrimonio italiano;
  • sviluppare nuovi linguaggi e modalità di promozione e comunicazione;
  • promuovere attività di turismo sociale e culturale;
  • sensibilizzare tutti coloro che hanno interesse allo sviluppo del flusso turistico;
  • offrire sul mercato turistico un’immagine omogenea da proporre in particolar modo a famiglie e ai giovani;
  • promuovere in maniera mirata le tradizioni, collaborando con altre associazioni;
  • collaborare con tutti quelli che operano per la promozione e la valorizzazione del patrimonio paesaggistico;
  • realizzare concretamente opportunità per azioni di marketing turistico e territoriale;
  • dare ai turisti la possibilità di vivere esperienze pregnanti e mirabili.

Materiale informativo:

Garantire la più ampia partecipazione di pubblico alle attività è l’obiettivo primario che, come Associazione, ci proponiamo di raggiungere. Per questo motivo, mireremo sempre alla gratuità delle iniziative che proponiamo. Sarà tutto documentato su materiale informativo cartaceo (manifesti, banner e volantini) da distribuire sul territorio limitrofo, oltre che alla produzione di materiale audio e video da condividere sui principali media (TV e radio).

  Agorà tematiche:

Italì crede nel valore della condivisione delle esperienze. Per questo motivo promoviamo degli incontri (Agorà) per presentare al pubblico nuovi contenuti. Cosa sono le Agorà? Si tratta di speech in piazza, con possibilità di moderazione da parte di giornalisti o esperti del settore, gratuiti, brevi e sicuramente informali, rivolti al pubblico. Sarà un’occasione in cui potranno essere presentate: esperienze personali e professionali curiose, realtà associative, musei, libri e riviste, luoghi d’arte, siti d’interesse, prodotti enogastronomici, ricerche e approfondimenti, corsi di formazione e molto altro…

Relazioni di valore ed esperienze pregnanti:

Come associazione ci proponiamo di contribuire ad instaurare relazioni di valore tra i bei comuni di tutto il nostro Bel Paese.

 

 

 

 

###

 

CONTATTI DIRETTI

Gianluca Capedri – Direttore artistico laureato UNISG in Scienze Gastronomiche

Gianluca Capedri direttore artistico m. 02 33101240 gianluca@giroidea.it

Giuliano Capedri ufficio stampa m. 335 6114863 ufficiostampa@giroidea.it

CARTELLA STAMPA PER I GIORNALISTI

https://www.merendaitaliana.it/cartella-stampa/

Arriva a Portici “L’amore si muove”, il Sanremo delle diverse abilità

Napoli, 6 dicembre 2018 – Si terrà presso il Teatro Roma di Portici, lunedi 10 dicembre, ‘L’Amore si muove‘, una manifestazione di solidarietà per i ragazzi diversamente abili, giunta quest’anno alla quarta edizione. Una iniziativa solidale che è diventata un vero e proprio evento per la città di Portici, che andrà in scena al di Portici lunedì 10 dicembre.

Un evento nato dalla creatività di Alberico Lombardi, professore di sostegno dai mille talenti, molto stimato e conosciuto nella zona vesuviana per le sue molteplici attività benefiche a sostegno delle diverse abilità e per i numerosi spettacoli musicali di cui è stato protagonista.

“L’Amore si muove” raccoglie ogni anno fondi per associazioni che lavorano nel settore disabilità (in questa edizione Pestalozzi e Andare oltre onlus) ed è diventato una sorta di Sanremo delle diverse abilità.

I veri protagonisti infatti sono i ragazzi che, magistralmente guidati da Alberico, cantano, recitano, danzano e conducono lo spettacolo.

Al fianco del professore infatti a condurre ci saranno la madrina la professoressa Teresa Esposito, e due ragazze down Giuseppina Parente ed Emanuela Nuzzolese, recentemente balzata agli onori della cronaca per essere stata assunta a tempo indeterminato al Mcdonald grazie al sostegno dell’Aipd.

Ospiti speciali della serata Giulia Sauro,una brillante ragazza down di cui si sono occupati tutti i telegiornali nella scorsa primavera per la laurea con 110 e lode in scienze politiche e Federica Paganelli, affetta da atrofia muscolare spinale e protagonista di un cortometraggio che racconteranno le loro storie di vita, di forza e di coraggio.

Insieme a loro le canzoni proposte dallo stesso Alberico, dall’attrice e cantante Elisabetta D’acunzo e da Giulia Ligorio.

Spazio anche alla musica dal vivo con il piano di Piero Catiglione e la chitarra di Aniello Palomba, per un monologo teatrale della brava Gioia Miale e per la poesia del Dirigente scolastico Antonietta Castigliano.

Un ricco programma da non perdere insomma, per una serata che farà sicuramente bene ai cuori dei molti.

 

‘Cosa voglio fare da grande’, la sfida social per bambini felici

Milano, 25 settembre 2017 – Dopo i secchi di acqua ghiacciata versati addosso per fini benefici sta prendendo piede sui social italiani la sfida #cosavogliofaredagrande, con lo scopo di aiutare i bambini a vivere una vita felice.

La sfida consiste nel condividere sui propri profili social un video o una foto che risponda alla domanda “Cosa vuoi fare da grande?”, invitando e sfidando 5 amici a fare lo stesso.

COME PARTECIPARE ALLA SFIDA

La sfida è aperta a tutti, grandi e bambini, perché in fondo chi non pensa a cosa desidera fare nel proprio ?futuro?

Basta rispondere ?alla domanda con un video o una foto, caricarlo sul proprio profilo social e sfidare altri 5 amici a fare lo stesso.

Si può postare un proprio video oppure quello del proprio bambino/a, di un amico, o di un parente con l’affermazione di cosa si vorrà fare da grandi, ben sapendo che in tal modo si contribuirà ad una buona causa.

Con una semplice condivisione sul proprio profilo Facebook e, perché no, anche una piccola donazione tramite il sito? www.guardavanti.org/challenge?si  potrà regalare un futuro migliore a tanti bambini in Italia e nel mondo.

Unica regola: copiare sul proprio post il seguente testo e usare tanta fantasia: 

“ #cosavogliofaredagrande? Mostra anche tu i tuoi desideri per il futuro, quelli di tuo figlio o di chi vuoi! Puoi dirlo con un video, una foto o un disegno. SFIDA 5 AMICI a fare lo stesso! Copia questo testo, incollalo insieme al tuo video o foto e… dona! REGALA IL FUTURO A TANTI BAMBINI in Italia e nel mondo con una donazione per i progetti dedicati a loro. DONA A https://www.guardavanti.org/challenge. GRAZIE. ?#cosavogliofaredagrande ?#guardavantichallege? #wannabechallenge #guardavanti?.

RIGUARDO L’ASSOCIAZIONE GUARDAVANTI

Aiutare sempre più bambini a crescere sereni, perché il futuro è un diritto di tutti”.

Sono queste le parole di Luca Corazzini, professore alla “Cà Foscari” di Venezia e Presidente dell’associazione Guardavanti: per il futuro dei bambini – ONLUS che ha organizzato la sfida dagli scopi benefici .

Guardavanti è una giovane ONG italiana fondata nel 2011 e molto attiva nelle province di Pavia e Milano, impegnata con progetti di educazione e sostenibilità sia in Italia che nel sud del mondo, concentrandosi in particolare sui bisogni dei bambini.

L’iniziativa conta già sul sostegno di molti blog e gruppi Facebook dedicati al mondo delle mamme, che seguiranno Guardavanti in questo progetto, diffondendo il video promozionale e gli aggiornamenti della challenge con l’hashtag #cosavogliofaredagrande.

Su Youtube è disponibile il video ufficiale della challenge all’indirizzo www.youtube.com/watch?v=WMMPDUulxJQ&feature=youtu.be

Maggiori informazioni sul sito internet www.guardavanti.org.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Guardavanti: per il futuro dei bambini – ONLUS

Via Novaria n.° 4

27019 Villanterio (PV)

CF / Partita IVA 90010990183

telefono : +39 0382.967394

fax: 0382 1721407

email: info@guardavanti.org

PEC : guardavanti@pec.it

Skype: guardavanti1

Facebook: Guardavanti: per il futuro dei bambini

Instagram: guardavanti.onlus

Twitter: @GuardavantiOng

Prima edizione per il Premio internazionale Nicola Fasano 2017 assegnato al Dott. Salvatore Lenti della Onlus Medici per San Ciro di Grottaglie

Il Premio internazionale Nicola Fasano 2017 assegnato al Dott. Salvatore Lenti della Onlus Medici per San Ciro di Grottaglie

Sabato 26 Agosto 2017 alle ore 20, Quartiere delle ceramiche – Masseria dell’arcivescovo in Via Caravaggio, 55 a Grottaglie (TA)

Taranto, 25 agosto 2017 – Debutto per il “Premio internazionale Nicola Fasano” che sarà conferito al Dott. Salvatore Lenti, presidente dell’Associazione Medici per San Ciro Onlus di Grottaglie.

Nel corso della cerimonia in programma per sabato 26 agosto, con inizio alle ore 20, nell’antica Masseria dell’Arcivescovo (via del Caravaggio, 55) nel quartiere delle ceramiche di Grottaglie.

Il premio che è alla sua prima edizione, è stato istituito dal maestro ceramista Giuseppe Fasano di Grottaglie per onorare la memoria del padre Nicola che gli ha tramandato la passione e l’arte della lavorazione della ceramica.

Sul profilo della continuità dell’insegnamento del Maestro Nicola Fasano, il premio rievoca l’azione ed il pensiero dell’artista ispirati a stimolare la creatività artistica e a promuovere competenze specifiche nel campo della lavorazione della ceramica nonché a valorizzare il capitale umano, organizzativo e relazionale.

La sua intuizione puntava all’innovazione intesa come una dimensione caratterizzata dall’incrocio tra arte, spirito del luogo e tecnologia.

Da questa impostazione ideologica e valoriale che ha segnato la vita del ceramista grottagliese, l’assegnazione del premio a Salvatore Lenti trova motivazione nell’attività svolta sul territorio dall’associazione da lui presieduta, particolarmente impegnata in progetti di volontariato sociale per la protezione della salute dei cittadini.

Numerose ad oggi le iniziative portate avanti dalla Onlus Medici per San Ciro che conta oltre 5.000 sostenitori:

il progetto “EDucazione alla Automisurazione Pressione Arteriosa (ED.A.P.A.) con screening cardiovascolare e diabetologico di oltre 500 cittadini presentato al congresso europeo dell’ipertensione a Milano nel 2007;

il progetto “QUestionario Autovalutazione Del Rischio Osteoporosi (QU.A.D.R.O.) con screening di oltre 4000 donne presentato al congresso nazionale di medicina interna a Firenze nel 2008;

il progetto “Mens sana in corpore sano – Il Cuore a Scuola” Città di Grottaglie nel 2013, con screening cardiovascolare e metabolico di oltre 600 studenti delle scuole medie superiori e dei loro 1200 genitori presentato ad Atene al congresso europeo dell’ipertensione nel 2014 e nel 2015 a Milano all’EXPO;

il progetto HY.G.E.F. “HYpertension in high school students: Genetic and Environmental Factors” in collaborazione con USL Livorno, Università degli studi di Bari, San Raffaele di Milano e Università di Los Angeles dal 2014 al 2016, con screening cardiovascolare e metabolico di oltre 700 studenti delle scuole medie inferiori. Lo screening ha riguardato il loro rischio cardiovascolare e la predisposizione genetica a svilupparlo: è il primo studio nel mondo e verrà presentato a New Orleans a Novembre al congresso americano di Nefrologia;

i progetti “Cuore a Grottaglie” e “Defibrillazione precoce Città di Grottaglie – Una scossa al cuore” con la formazione delle forze dell’ordine e di 1450 persone all’utilizzo del defibrillatore. Con l’obiettivo di realizzare una città cardioprotetta, l’associazione Medici per San Ciro Onlus ha donato 33 defibrillatori alla città di Grottaglie (3 alle forze dell’ordine, 20 posizionati in tutti gli edifici scolastici, 10 posizionati nelle principali zone della città).

Inoltre la Onlus grottagliese ha partecipato anche al restauro totale della statua patronale di San Ciro e al restauro parziale della tela dell’Annunciazione nella Chiesa Madre.

Nell’agenda dell’associazione il prossimo obiettivo è l’acquisto di una ambulanza per le persone indigenti.

La serata che sarà allietata dalla voce della cantante jazz Cinzia Tedesco, sarà moderata dalla giornalista Rosa Colucci, editrice e direttrice delle riviste Extra Magazine e Avvocati. Responsabile dell’organizzazione del Premio è la giornalista Titti Battista.

Nel corso della serata saranno consegnati anche speciali riconoscimenti ad alcune istituzioni, ceramisti e personalità del territorio.

 

Un anno di vita per FiscalGregan, l’app delle scadenze fiscali per commercialisti

Roma, 27 marzo 2017 – Ha compiuto un anno di vita l’App gratuita FiscalGregan, presente su piattaforma IOS e Android, che permette di restare sempre aggiornato su scadenze fiscali, lavoro e finanziamenti.

Per non impazzire ogni volta con le scadenze fiscali l’App di Fiscal Gregan garantisce al commercialista, ed ai suoi clienti, la lista aggiornata delle principali scadenze fiscali, previdenziali e finanziamenti.

Le scadenze, attualmente oltre 300, potranno possono essere visualizzate tramite una vista ad agenda o da un comodo calendario.

Il professionista potrà interagire con i propri clienti creando scadenze personalizzate o inviando messaggi diretti per una rapida comunicazione.

Dopo il primo periodo di rodaggio l’App è stata scaricata da oltre 2.000 utilizzatori.

FiscalGregan oltre a tenere aggiornati gli utilizzatori sulle scadenze, permette anche l’invio di messaggi tra i vari utilizzatori e le comunicazioni da parte dei propri consulenti.

I commercialisti possono inoltre utilizzare FiscalGregan tramite piattaforma web trasformando così l’App anche in un importante strumento di gestione dello studio professionale.

FiscalGregan è distribuita gratuitamente da AIACE (Associazione Italiana Assistenza Consumatore Europeo) ed è sviluppata da Rainbow srsl, che ha sviluppato l’apprezzata piattaforma web per protocollazione, documentale e analisi di anomalie bancarie.

Per ulteriori informazioni sul servizio si può visitare il sito internet www.fiscalgregan.it oppure scaricare direttamente l’app da Appstore o Google Play Store.

 

Scadenze fiscali: su Appstore FiscalGregan, l’app che ti ricorda tutte gli appuntamenti con il fisco…

 

Scadenze fiscali: su Google Play Store FiscalGregan, l’app che ti ricorda tutte gli appuntamenti con il fisco…

     

 

 

###

 

Contatti stampa:

info@aiaceweb.it

 

 

Scadenze fiscali, FiscalGregan è l’app che ti ricorda tutte gli appuntamenti con il fisco…

La poesia di Hebe Munoz a Firenze

La poetessa italo-venezuelana Hebe Munoz a Firenze il 18 marzo 2017 al Caffè Letterario Le Murate

Firenze, 14 marzo 2017 – Dopo il successo ottenuto al BookCity 2016 di Milano, la poetessa italo-venezuelana Hebe Munoz presenterà a Firenze il suo libro di poesie “PEGASA, Rinata dalle acque – Renacida de las aguas”.

L’incontro, a cura dell’Associazione Culturale Venezuela in Toscana e dell’Associazione Autori e Amici di Marzia Carocci, si terrà sabato 18 marzo 2017 alle ore 16,30 presso il Caffè Letterario Le Murate, in piazza delle Murate a Firenze.

L’incontro sarà presentato e moderato da Marzia Carocci, poetessa, scrittrice e critico recensionista letterario nonchè collaboratrice di riviste letterarie tra cui “Il Salotto degli Autori” di Torino, “Poeti nella Società” di Napoli e “Oubliette Magazine”.

Interverrà con l’esecuzione di brani musicali il Trio Manouche, che, nato dalla passione per la musica swing di Django Reinhardt, si compone di chitarre – Marco Giulio Rossetti e Matteo Tommaso – e contrabasso – Marco Lorini.

Professoressa di Lingue in Venezuela, migrata in Italia sino all’acquisizione della cittadinanza italiana, Hebe Munoz versa nella sua poesia tutta la solarità latina che si fonde con quella del Bel Paese, unendo essenzialità e creatività in un cammino di passi intimi che è un insieme di voli e vogate dalle alture delle Ande e dai colori dei Caraibi sino ai profumi e ai sapori dell’Italia.

La poesia di Hebe Munoz è ricerca di quella armonia tra bellezza interiore e vita possibile, umanità e femminilità con tocchi di maternità e sensualità, il passare dal sogno del desiderarla nel quotidiano sino allo scriverla e al saperla riconoscere nella storia con autenticità di viversi e di vivere.

È un rinascere dalle acque del vissuto, dell’anima, della propria umanità, per appunto l’esperienza di una Pegasa.

Il libro di poesie di Hebe Munoz “PEGASA” – Isbn/Ean 9788891067159 – è in distribuzione presso Feltrinelli e Ibs al link https://www.ibs.it/pegasa-rinata-dalle-acque-renacida-libro-hebe-munoz/e/9788891067159.

Per saperne di più sulla poetessa visitare il sito internet www.impressioniecertezze.com e la pagina Facebook  www.facebook.com/hebemunozpoesia.

 

###

 

Contatti:
e-mail: hebemunoz1@gmail.com

 

 

La poetessa italo-venezuelana Hebe Munoz
Hebe Munoz a Firenze con Pegasa
Trio Manouche
Marzia Carocci

“Morte in Culla”, a Torino un concerto di beneficenza

Torino, 3 marzo 2017 – Sabato 4 marzo 2017 alle ore 20.30 presso la Chiesa Santa Giulia di Torino avrà luogo  il concerto di beneficenzaUn canto sotto le stelle” organizzato dall’Associazione SUID & SIDS ITALIA Onlus (www.suidsidsitalia.com), che si batte contro le morti in culla, con il patrocinio della Regione Piemonte.

L’Associazione SUID & SIDS ITALIA Onlus lavora per la riduzione dei decessi di morte improvvisa di bambini da 0 a 12 mesi a causa della S.I.D.S., conosciuta comunemente con il termine di “morte in culla”, ha organizzato il concerto di beneficenza “Un canto sotto le stelle “per una raccolta fondi finalizzata a perseguire tale scopo.
Il concerto di Beneficenza, patrocinato dalla Regione Piemonte,  è  realizzato grazie alla collaborazione del Coro “Ora è tempo di gioia” diretto dal Maestro Danilo Agosta, un coro di circa 45 artisti che si esibiranno in un repertorio adatto ad adulti e bambini.

Il concerto con ingresso gratuito ha lo scopo di raccogliere
fondi destinati alle attività non lucrative svolte dall’associazione “SUID & SIDS ITALIA Onlus”, associazione fondata principalmente da famiglie, di varie regioni italiane, che hanno perso i propri figli nel primo anno di vita a causa della Sindrome della Morte Improvvisa del Lattante o negli ultimi mesi di gravidanza.
Gli obiettivi fondamentali dell’associazione sono il supporto e l’aiuto alle famiglie colpite, il sostegno alla ricerca scientifica e  la divulgazione della campagne informative per la prevenzione di questi eventi tra cui in primis la S.I.D.S., ovvero la Sudden Infant Death Syndrom, conosciuta comunemente con il termine “morte in culla”.
 
Per conoscere ed informarsi sulle attività dell’associazione visitare il sito internet www.suidsidsitalia.com oppure scrivere alla mail suid.sids@yahoo.it.
###
Contatti stampa:
Associazione SUIID & SIDS Italia Onlus
C.F. 11495270016
sede legale : Via Brandizzo, 91/a – 10154 Torino
tel +39 371 1144022
email: suid.sids@yahoo.it
Morte in culla: concerto di beneficenza a Torino, sabato 4 marzo 2017

Medicina, arte, cultura e beneficenza: arriva a Grottaglie “Medici per San Ciro”

Medicina, arte, cultura, teatro, sport, beneficenza: arriva a Grottaglie la XII Edizione di Medici per San Ciro

 Grottaglie, 25 gennaio 2017 – Medicina, arte, cultura, teatro, sport, beneficenza: questi gli ingredienti della XII edizione di Medici per San Ciro, organizzata dall’omonima associazione, presieduta dal dottor Salvatore Lenti. Tema di questa XII edizione sarà “L’arte dei giovani per una vita sana”.

Il programma della XII edizione, particolarmente articolato, prevede una serie di iniziative finalizzate alla raccolta di fondi da destinare all’acquisto di una autoambulanza dedicata alle esigenze dei cittadini più disagiati. Ancora una volta, Medici per San Ciro Onlus coniuga solidarietà e cultura avendo come punti di riferimento il messaggio spirituale e l’esempio di San Ciro, Santo Patrono di Grottaglie.

Le iniziative messe a punto dall’associazione si svolgeranno a Grottaglie, dal 21 al 29 gennaio 2017, in concomitanza con i festeggiamenti civili e religiosi in onore del Santo Patrono.

Il 21 gennaio sarà inaugurata, presso L’Acchiatura, in via Vittorio Emanuele II n° 29, la mostra di manufatti “L’imperfezione che diventa unica”. Si tratta di un progetto, coordinato da Palma Cavallo, che ha visto il coinvolgimento dei ceramisti grottagliesi e degli studenti delle scuole medie superiori ISS Liceo Artistico “V. Calò” (referente Prof. Cosimo Piro), Liceo Scientifico e Classico “G. Moscati” (referente Prof. Antonio Caramia), IIS “Don Milani- Pertini” (referente Prof. Vito Amico).

L’iniziativa ha visto la donazione da parte dei ceramisti grottagliesi di quegli oggetti risultati imperfetti dopo la prima fase della lavorazione. I manufatti imperfetti sono stati recuperati dagli studenti. In questo modo l’imperfezione è diventata unica. La mostra sarà visitabile fino al 31 gennaio e il 26 gennaio, alle ore 19, presso la sala espositiva L’Acchiatura, si terrà l’asta di beneficenza, il cui ricavato sarà devoluto all’acquisto dell’autoambulanza.

Il 27 gennaio, presso il Ristorante Paradiso, si terrà la cena di beneficenza il cui ricavato sarà sempre destinato alla meritoria iniziativa benefica promossa dall’associazione. I biglietti potranno essere acquistati presso la sede dell’associazione, in Piazza Regina Margherita.

Il 28 gennaio, alle ore 9.00, presso il Teatro Monticello, in via K. Marx, a Grottaglie, avrà luogo il convegno medico rivolto alla cittadinanza: L’educazione ai corretti stili di vita: un virtuoso network fra scuola e sanità. I lavori del convegno saranno preceduti dai saluti del sindaco di Grottaglie, Avv. Ciro D’Alò, e dell’assessore alle politiche sociali e giovanili, Dott.ssa Marianna Annicchiarico.

L’introduzione sarà affidata al Dott. Cosimo Nume, presidente dell’Ordine dei Medici di Taranto; al Dott. Stefano Rossi, Direttore Generale Asl Taranto; al Dott. Cataldo Rusciano, Provveditore agli Studi di Taranto. A relazionare saranno il prof. Giuseppe Castellana, docente al Liceo “Moscati” di Grottaglie (Il valore dei programmi educativi scolastici orientati alla salute); il Dott. Salvatore Lenti, presidente dell’associazione Medici per San Ciro Onlus (Esiste un rischio cardiovascolare a scuola?); il Dott. Stefano Bianchi, Usl di Livorno (Meno sale e più potassio: è la ricetta giusta per ridurre il rischio di ipertensione arteriosa?); la prof.ssa Chiara Lanzani, San Raffaele di Milano (Qual è il ruolo della genetica nello sviluppo dell’ipertensione arteriosa?); il Dott. Roberto Bigazzi, Usl Livorno (Presentazione risultati Progetto HYpertension in high school students: Genetic and Environmental Factors). Gli interventi saranno moderati dal Dott. Roberto Burano (Medici per San Ciro Onlus) e dal Dott. Enrico Rosati, pediatra Asl Brindisi. Le conclusioni saranno affidate alla Dott.ssa Matilde Carlucci, Direttore Sanitario Asl Taranto.

Sempre sabato 28 gennaio, alle ore 19.15, nella suggestiva ed unica cornice della Chiesa Matrice di Grottaglie, si terrà l’evento culturale A proposito di San Ciro, organizzato da Patrizia Giannotte. Attraverso un datato testo di un noto uomo di cultura grottagliese, messo a disposizione dal Prof. Elio Francescone (che ne manterrà l’esclusiva proprietà), si utilizzerà una forma d’Arte, la Sand Art dell’artista Donatello Pentassuglia, mai utilizzata a Grottaglie, con il supporto di uno strumentista (Carmine Fanigliulo) e di una voce narrante (Raffaella Caso), creando un’atmosfera particolarissima. Tra la prima e la seconda proiezione di Sand Art ci sarà l’intervento dello stesso Professor Francescone che ripercorrerà il culto di questo amatissimo Santo nonché l’intervento del Dott. Salvatore Lenti, Presidente dell’associazione Medici per San Ciro Onlus.

Domenica 29 gennaio, a partire dalle ore 8,30, con raduno in Piazza Regina Margherita, si terra la II edizione della passeggiata veloce del centro storico di Grottaglie: Walking together… good for the heart (Camminare insieme… fa bene al cuore).

Sempre domenica 29 gennaio, alle ore 19, presso la Chiesa Matrice, si terrà la manifestazione conclusiva della XII edizione di Medici per San Ciro, che prevede il conferimento del premio Dottor Ciro Rosati al giovane laureato in Medicina di Grottaglie nel 2016 ad opera della Famiglia Rosati.

Dopo i saluti del sindaco di Grottaglie, Avv. Ciro D’Alò, e del parroco della Chiesa Matrice di Grottaglie, don Eligio Grimaldi, il Dott. Salvatore Lenti e Lea Galeone tracceranno un bilancio del primo anno del Progetto Cuore Grottaglie. Successivamente, saranno consegnati gli attestati ai ragazzi che hanno preso parte al progetto “L’imperfezione che diventa unica”.

Le conclusioni saranno affidate al Dott. Cosimo Nume, presidente dell’Ordine dei Medici di Taranto, e al Dott. Stefano Rossi, Direttore Generale Asl Taranto.

 

###

L’Ufficio Stampa
Salvatore Savoia (cell. 3408660115)
Dona il tuo 5 x 1000 scrivendo il Codice Fiscale dell’Associazione nella tua dichiarazione dei redditi: 90199140733

http://www.medicipersanciro.org

 

“Medici per San Ciro”
12a Edizione – 2017
Premio Dott. Ciro Rosati

 

 

 

 

 

Grande successo del Concerto di Capodanno al Teatro Delle Palme di Napoli

Napoli, 3 gennaio 2017 – A Napoli apertura magica del 2017 grazie al tradizionale e splendido Concerto di Capodanno che si è tenuto al Teatro Delle Palme.

Presentato e realizzato dall’ “Associazione Culturale Noi Per Napoli” l’ evento è stato patrocinato dal Comune di Napoli, Regione Campania e dall’ Ente Provinciale del Turismo di Napoli, dal Centro studi La Contea dell’ On.Luciano Schifone.

Il concerto ha avuto un repertorio diviso in quattro quadri: romanza da salotto, operetta, canzoni classiche napoletane e colonne sonore, musical, canzoni da hit parade classiche.

Pubblico in visibilio che non solo ha applaudito ma ha partecipato con entusiasmo davvero coinvolgente. Eccellente il cast degli artisti composto dall’ affascinante soprano Olga De Maio coautrice ed artista del concerto insieme con il tenore Luca Lupoli, poi i bravissimi  Lucio Lupoli, tenore, Marco Cristarella Orestano, baritono, ed il bel Coro Polifonico Flegreo diretto egregiamente dal Maestro Nicola Capano.

Altrettanto bravi i musicisti dell’ Ensemble Il M° Maurizio Iaccarino al pianoforte, Cira Romano all’ arpa,  i poliedrici violinisti Valerio Starace e Giovanna Moro con il violoncello di Artan Tauzi.

A dir eccezionale il corpo di ballo Malaorcula diretto da Marcella Martusciello e il Centro d’ Arte Tersicorea di Gloria Sigona che con le loro coreografie tra walzer, can can, tarantella e libertango hanno arricchito e reso meraviglioso il concerto, grazie anche alla bravissima e bella presentatrice Lorenza Licenziati che ha guidato il pubblico nella bella atmosfera del Capodanno di Partenope.

Fotografo  ufficiale dell’ Evento MediaXperience di  Raffaele Brio ed il puntuale servizio di Anteprima tv di Mario Barone, che ha immortalato l’evento nell’affascinante cornice del Teatro Delle Palme che vede come direttore artistico il Dott. Bruno Tabacchini.

Il pubblico che ha  riempito il teatro ha applaudito calorosamente ed entusiasticamente tutti gli artisti che al termine del concerto sulle note del Libiam dalla Traviata di Verdi  hanno  brindato tutti insieme al nuovo anno.

Ringraziamenti agli sponsor che hanno dato un contributo come Maria Maresca gioielli, Climpianti di Luigi Carrella, Professional Academy School Scuola di Formazione professionale.

 

###

 

Contatti stampa:

Tel. 339 4545044

noipernapoliart@gmail.com

 

 

Concerto di Capodanno al Teatro Delle Palme di Napoli 1 gennaio 2017
Associazione Culturale Noi Per Napoli – Foto di Raffaele Brio
Exit mobile version