Mostra “International Surrealism Now”, dopo New York arriva il Portogallo

Santiago Ribeiro, l’artista surrealista più famoso del mondo del 21 ° secolo, con la mostra “International Surrealismo Now” è sugli schermi di Times Square, New York, ovvero il più grande incrocio multimediale del mondo. Mostra che ritornerà a  Coimbra, in Portogallo nel 2018

NEW YORK, 9 febbraio 2018 – Dopo la mostra d’arte multimediale nella piazza di Times Square, a New York, la mostra  “International Surrealism Now” di Santiago Ribeiro va a Coimbra, in Portogallo.

Le opere del pittore surrealista portoghese sono esposte dallo scorso luglio sugli schermi multimediali di Thomson Reuters e Nasdaq OMX Group, a Times Square, la piazza multimediale più famosa del mondo, e verranno esposte ancora per tutto il 2018.

Basato su sogni e visioni, l’immagine surreale metaforica di Ribeiro sorprende, rompe e scatena sentimenti contrastanti.

I suoi dipinti sono stati descritti come “composizioni complesse che illustrano le profonde preoccupazioni della società moderna e il suo comportamento individuale e collettivo”.

“Cerco sempre di fare qualcosa di nuovo, diverso e innovativo e l’idea di esporre a Times Square vuole significare che i media e le nuove tecnologie sono un modo moderno di diffondere la nostra arte“, ha affermato  Ribeiro.

I suoi lavori saranno esposti, con degli intervalli, durante tutto l’anno in corso e tra gli sponsor dell’evento si trovano la Bissaya Barreto Foundation, la Coimbra Chamber e lo studio nordamericano MagicCraftsman.

Partecipano alla più grande mostra d’arte surrealista del mondo del XXI secolo ben 107 artisti surrealisti provenienti da 45 paesi e cinque continenti.

I paesi che saranno rappresentati includono: Algeria, Argentina, Australia, Austria, Azerbaigian, Belgio, Brasile, Canada, Cile, Cina, Colombia, Croazia, Repubblica Ceca, Cuba, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Islanda, Indonesia, Iran, Irlanda, Israele, Italia, Giappone, Messico, Marocco, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Nigeria, Filippine, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Svezia, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti, Ucraina, Venezuela e Vietnam.

Chi è Santiago Ribeiro

Nato a Coimbra, Portogallo, Ribeiro ha frequentato corsi d’arte presso Escola Avelar Brotero e la Escola Superior de Educação a Coimbra ed ha organizzato e partecipato a numerose mostre personali e collettive in Portogallo e all’estero.

Il lavoro di Ribeiro è stato presentato presso l’Ambasciata degli Stati Uniti a Lisbona, e su diverse importanti testate di arte e cultura come Pressenza.fr, MetroNews.ru, Pravda in portoghese, The Herald Notizie, Associated Press e molte altre pubblicazioni che possono essere visualizzate al justpaste.it/1gnhc.

Ha dedicato la sua vita alla pittura e alla promozione dell’arte surrealista del XXI secolo attraverso mostre in tutto il mondo come Berlino, Mosca, Dallas, Los Angeles, Mississippi, Varsavia, Nantes, Parigi, Firenze, Madrid, Granada, Barcellona, Lisbona, Belgrado, Monte Noire, Romania, Giappone, Taiwan e Brasile.

Ribeiro è anche il mentore del progetto “Surrealism International Now”, dove la città di Coimbra aprirà le sue porte quest’anno nella costruzione del Museo Chiado e della Casa della Cultura di Coimbra, in Portogallo, a novembre.


###

 

Contatti stampa:
Email: international@surrealismnow.pl
Telefono: +351 239718541
Programma:
Dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 19:00

Casa della Cultura e Museo del Chiado, 3000, Coimbra, Portogallo

 

 

 

A Montecarlo la mostra d’arte per daltonici

Montecarlo, 27 settembre 2017 – Dopo aver più volte stupito la critica e la stampa internazionale, e dopo aver ricevuto dalla rivista inglese ‘Luxury News’ il soprannome di Moderno Leonardo da Vinci’, adesso l’artista italiano Cesare Catania si prepara per la sua prossima esposizione a Montecarlo con un’opera unica nel suo genere.

L’artista italiano è stato infatti di recente ispirato dal daltonismo per creare la sua ultima scultura, realizzata in silicone e acciaio.

Ed e’ cosi che l’opera numero 57 intitolata “La Bocca dell’Etna – E Version” è stata realizzata e concepita da Cesare Catania, proprio per enfatizzare i caratteri visivi delle persone affette dalla sindrome di Dalton.

Per la prima volta nell’ arte contemporanea l’artista valorizza la propria opera plasmandola sullo spettro visivo dei daltonici, che sono più di 300 milioni in tutto il mondo.

“Con questa opera ho voluto provare a superare le barriere visive che obbligano le persone affette da sindrome di Dalton a vedere una realtà differente da quella comune, ma non per questo meno attraente”.

“Lo stesso Vincent Van Gogh, maestro indiscusso nell’uso del colore, era daltonico” continua Catania.

“Sinceramente non vedo il daltonismo come un difetto: lo definirei più una caratteristica. Non c’è cosa più affascinante che pensare alla propria opera d’arte che cambia colore a seconda del punto di vista da cui la si osserva. Lo stesso Andy Warhol aveva sperimentato con la sua Marilyn Monroe come, pur cambiando la tavolozza dei colori, l’icona del mito americano rimaneva inalterata”.

L’opera verrà presentata per la prima volta a livello mondiale a fine settembre 2017 durante il Boat Show di Montecarlo all’interno dell’evento ‘Top Marques Watches 2017’, nella sala espositiva dell’Hermitage Hotel.

“La frase ‘Art for everyone‘ ha per me un duplice significato, ‘arte rivolta a tutto il mondo’ e ‘arte considerata tale da chiunque la osservi’, indipendentemente dai propri filtri culturali, sociali o addirittura fisiologici. Se ognuno di noi vedesse i colori del mondo a modo proprio vivremmo in un mondo senza pregiudizi” conclude Cesare Catania.

 

 

Titolo: ” La Bocca Dell’Etna ” – Autore: Cesare Catania – Tipologia: Scultura di Arte Contemporanea Anno: 2017 Dimensioni: 100 x 100 x 20 cm Tecnica: Scultura in Ferro, Corda Naturale, Silicone e Acrilico

 

 

 

 

Exit mobile version