Continuano gli eventi di 26MotiviPerFareArte: numerose presenze all’Hotel Baglioni di Milano

comunicato_stampa_cronaca_attualità

Si è svolta in grande stile la serata nel lussuoso contesto milanese dell’Hotel Baglioni, organizzata dal noto imprenditore e showman Vittorio Gucci, organizzata in data Mercoledì 26 Novembre, per presentare il concorso da lui ideato #26MotiviPerFareArte. Durante l’evento con un nutrito e selezionato gruppo di invitati sono stati anche proposti alcuni originali capi d’abbigliamento con impresso il logo del concorso e indossati da alcuni modelli testimonial.

L’iniziativa sta riscuotendo un forte consenso nell’opinione pubblica e annovera già un consistente numero di iscritti, in costante e crescente aumento. L’esperta giuria di qualità designata per selezionare i 26 vincitori finali, scelti tra i 18 e i 26 anni d’età, annovera al suo interno nomi di spicco del panorama attuale: dal presidente Vittorio Sgarbi a Giorgio Forattini, da Cristiano De André ad Alessandro Meluzzi, da Antonio Vandoni a Jo Squillo e Stefano Bidini.

Nello spiegare il filo conduttore trainante, che anima il pregevole e altisonante progetto Gucci dice “Il concorso, frutto di un duro e lungo lavoro ideativo svolto con appassionato impegno e massima dedizione, nasce con l’obiettivo di dare voce all’estro e alla fantasia creativa dei giovani, incentivando l’espressione artistica di nuovi talenti dislocati sull’intero comprensorio nazionale. Il concorso è totalmente gratuito nell’iscrizione, per consentire di partecipare anche alle categorie meno abbienti. I vincitori avranno la possibilità di vedere la propria opera d’arte fedelmente riprodotta su capi d’abbigliamento, occhiali da sole, scarpe, accessori, oggetti e complementi d’arredo e molto altro”.

E proseguendo precisa “Ogni prodotto di #26MotiviPerFareArte recherà al suo interno un’etichetta con biografia e la foto dell’artista. Gli abiti e gli accessori saranno inseriti nel catalogo moda della collezione Art Winter 2015/2016, presentata a Gennaio 2015 nella rinomata Fiera Pitti Uomo a Firenze. La premiazione sarà ad Aprile 2015 con un mega evento inserito nel contesto del Fuori Salone di Milano. Le creazioni saranno poi esposte in una prestigiosa mostra presso lo storico contesto della galleria milanese Milano Art Gallery, in cui è stata fatta la prima conferenza stampa ufficiale il 29 settembre scorso. I media e le tv stanno danno molto risalto al concorso e abbiamo realizzato anche un apposito spot andato in onda sulle reti Mediaset”.

Carcere femminile di Rebibbia e Liceo Artistico E. Rossi: Vittorio Gucci affiancato dal manager Salvo Nugnes presenta il concorso nazionale “26motiviperfarearte”

comunicato_stampa_cronaca_attualità

Lo scorso Venerdì 7 Novembre 2014, l’imprenditore e showman Vittorio Gucci è stato ospite della Casa Circondariale Femminile di Rebibbia a Roma, col manager Salvo Nugnes in qualità di relatore, per presentare il concorso nazionale da lui ideato “26MotiviPerFareArte” al quale la struttura carceraria e il Liceo Artistico “E. Rossi” situato al suo interno, partecipano attivamente, presentando un’opera realizzata dalle talentuose allieve.

Durante l’incontro, Gucci ha parlato dell’originale iniziativa, destinata a giovani aspiranti artisti dai 18 ai 26 anni, studenti e non, provenienti da istituti d’arte, scuole di design, accademie e altri indirizzi formativi. I 26 vincitori, selezionati da una giuria d’eccellenza capitanata da Vittorio Sgarbi e formata da Giorgio Forattini, Cristiano De André, Alessandro Meluzzi, Jo Squillo, Stefano Bidini e Antonio Vandoni, avranno la possibilità di vedere la propria opera d’arte, riprodotta su capi di abbigliamento, occhiali da sole, scarpe e molto altro, nonché di godere di grandi opportunità e notevole visibilità.

Oltre all’opera realizzata dalle studentesse del Liceo Artistico del carcere di Rebibbia, saranno selezionate tre creazioni realizzate rispettivamente dalla Comunità Exodus di Don Antonio Mazzi, dalla Cooperativa Sociale AGAPE “Madre dell’Accoglienza” del Prof. Meluzzi e dalla Casa di Reclusione di Bollate, a Milano. Proprio per le importanti finalità di 26MotiviPerFareArte, a favore di queste particolari realtà e dell’imprenditoria giovanile, Gucci ha recentemente ricevuto un premio istituzionale del Prefetto e dall’Assessore al Sociale di Treviso.

L’idea e di dare la possibilità a giovani artisti emergenti di tutto lo stivale, di fare spazio alla propria creatività, stimolando l’autentica espressione artistica che risiede in ognuno di loro” afferma l’ideatore e continua “È un progetto itinerante su tutto il territorio che ci vedrà viaggiare per tutto il Paese con molti eventi”.

Per avere ulteriori informazioni, visitare il sito www.26motiviperfarearte.com.

Carcere di Rebibbia a Roma: Evento a scopo solidale tra arte e musica con Vittorio Gucci affiancato dal manager Salvo Nugnes

All’interno dell’Istituto Penitenziario Femminile di Rebibbia a Roma, nel contesto del Liceo Artistico E. Rossi, è imminente l’evento d’intrattenimento tra arte e musica con finalità benefiche e di solidarietà, che vedrà il poliedrico Vittorio Gucci, imprenditore, showman, compositore e musicista cimentarsi in conferenza affiancato dal manager produttore Salvo Nugnes in qualità di relatore. Durante l’incontro Gucci parlerà dell’importante concorso denominato #26MotiviPerFareArte, da lui ideato, che sta riscuotendo consensi unanimi. Non mancheranno poi momenti di piacevole performance canora e musicale, con un’inedita esibizione dal vivo da parte del talentuoso Gucci.

In particolare il concorso, con partecipazione libera e gratuita, è destinato a ragazzi e ragazze dai 18 ai 26 anni e vedrà selezionati 26 vincitori scelti da un’apposita giuria composta da grandi nomi del panorama attuale, con Vittorio Sgarbi presidente, Giorgio Forattini, Cristiano De André, Alessandro Meluzzi, Jo Squillo, Stefano Bidini, Antonio Vandoni. Il concorso è in prima linea anche per il sociale. Sarà infatti selezionata un’opera realizzata da ognuna delle seguenti strutture: la Comunità Exodus di Don Antonio Mazzi, la Cooperativa Sociale AGAPE “Madre dell’Accoglienza” del Prof. Meluzzi, la Casa di Reclusione di Bollate, a Milano, e appunto il Liceo Artistico Statale “E. Rossi” di Rebibbia. Per ricevere tutte le informazioni utili e iscriversi è possibile consultare il sito di riferimento www.26motiviperfarearte.com.

Gucci spiega: “Voglio precisare, che nessuno vincerà niente di ‘materiale’ dal concorso, ma cercheremo nel nostro piccolo di dare una possibilità a tutti coloro che parteciperanno e grandi opportunità ai 26 prescelti. Innanzitutto, sarà dato un 3% di royalties sulle vendite dei capi d’abbigliamento e sugli accessori realizzati con l’opera del singolo artista. Penso comunque, che sia fondamentale, che l’artista possa riuscire davvero a realizzarsi grazie al concorso, poi tutto arriva da sé direi…”.

Il 10 Ottobre scorso Gucci, durante una prestigiosa serata di gala svoltasi nel rinomato Auditorium Fondazione Cassamarca a Treviso per festeggiare i 150 anni della Croce Rossa, è stato insignito dalle Istituzioni della Prefettura Cittadina di una speciale Targa Premio di riconoscimento “Per l’impegno nell’imprenditoria giovanile e l’innovatività del progetto #26MotiviPerFareArte“.

#26MOTIVIPERFAREARTE: una grande serata al “Gattopardo Cafè” di Milano per la presentazione del prestigioso concorso

Attesissima serata di festa a tema arte e musica organizzata per Domenica 26 Ottobre 2014 dalle ore 20.00 al famoso locale milanese “Gattopardo Cafè” in occasione della presentazione del Concorso #26MotiviPerFareArte ideato dal noto imprenditore, cantante, compositore e show man televisivo Vittorio Gucci. Durante l’evento ad ingresso libero sarà possibile ricevere tutte le delucidazioni informative per l’iscrizione, libera e gratuita, riservata a ragazzi e ragazze dai 18 ai 26 anni di età. La giuria di qualità dovrà poi vagliare le opere pervenute e selezionare accuratamente i 26 vincitori finali, di cui uno appartenente alla Comunità Exodus di Don Antonio Mazzi e uno scelto tra i detenuti del Carcere di Milano Bollate. I membri giurati sono: Vittorio Sgarbi Presidente, Giorgio Forattini, Cristiano De Andrè, Alessandro Meluzzi, Antonio Vandoni, Jo Squillo, Stefano Bidini.

Di recente Gucci è stato insignito di una targa premio istituzionale di riconoscimento per la brillante carriera imprenditoriale, consegnatogli dalla prefettura di Treviso e dall’Assessore al Sociale Dott.ssa Liana Manfio, durante un esclusivo gala per festeggiare i 150 della Croce Rossa, tenutosi nel rinomato Auditorium Fondazione Cassamarca a Treviso, in data 10 Ottobre scorso.

Al Carcere di Bollate a Milano si terrà conferenza di presentazione del concorso “26motiviperfarearte” con l’ideatore Vittorio Gucci, Antonio Vandoni e il noto manager Salvo Nugnes

Il Carcere di Milano Bollate ha visto la presenza di un evento d’eccezione, che si è tenuto dinanzi ai detenuti in data Giovedì 2 Ottobre 2014: la conferenza di presentazione dello straordinario concorso denominato “26MotiviPerFareArte” in presenza del suo ideatore, Vittorio Gucci, noto personaggio del mondo della musica e dello spettacolo, del Direttore di Radio Italia Antonio Vandoni, membro della giuria di qualità e del manager produttore Salvo Nugnes, che li ha affiancati in qualità di relatore durante l’incontro.

Di recente si è tenuta la conferenza stampa ufficiale presso lo storico contesto della “Milano Art Gallery” dove nella sala gremita di Tv e giornalisti Gucci, insieme ad illustri giurati tra cui Giorgio Forattini, Cristiano De André, Antonio Vandoni ha spiegato le fasi salienti in cui si svolgerà lo strepitoso concorso. In collegamento telefonico dalla Corsica è intervenuto il professor Vittorio Sgarbi, presidente di giuria, che ha speso parole di lodevole compiacimento per l’iniziativa, che avrà tra i 26 vincitori designati anche un detenuto artista di bollate.

Gucci racconta “L’idea nasce ormai 3 anni fa. L’emozione è molta, perché siamo finalmente giunti alla fase del -debutto ufficiale-. Il 26 non è un numero scelto casualmente. Infatti, da sempre mi accompagna nella vita, anche se purtroppo sono nato il 25 alle 23.55, ma festeggio comunque il compleanno il 26”. E proseguendo precisa “Saranno proprio 26 i giovani artisti vincitori del concorso, di cui 24 selezionati tramite il web e provenienti dagli istituti scolastici e dalle accademie, uno sarà scelto tra i carcerati di Bollate e uno presso la comunità Exodus di Don Antonio Mazzi. Le opere d’arte selezionate verranno poi riprodotte in capi d’abbigliamento, occhiali da sole, scarpe, accessori vari e molto altro. L’idea portante di questa iniziativa è finalizzata a offrire una concreta opportunità ai giovani artisti emergenti distribuiti nell’intero comprensorio territoriale italiano di dare spazio alla propria vena creativa, stimolandoli ad esprimersi con massima libertà e fantasia sul motivo trainante del loro fare arte”.

Exit mobile version