Fondo Bombole Metano: il bilancio positivo del primo semestre alla guida del Prof. Mele

Roma, 27 giugno 2023 – Come ha riportato venerdì 23 giugno Staffetta Quotidiana, sono passati sei mesi da quando il Prof. Marco Mele, associato di Politica Economica all’Università degli Studi Unicusano di Roma, è stato nominato dal MASE-MEF come Amministratore Unico della Servizi Fondo Bombole Metano SpA. In questi appena sei mesi Mele sembrerebbe aver rivoluzionato l’immagine, i conti e la dinamicità della società che fino al mese di dicembre 2022 era sotto la guida di Eni ed ora acquisita da Acquirente Unico.

Professore Universitario, esperto di economia ed energia, con un elevato impact factor internazionale verificato su Scopus per numero di citazioni ottenute, Mele ha posto in essere tutte quelle misure di politica economica industriale che, attraverso un processo di spending review volto all’ottimizzazione, ha permesso dal mese di Aprile di ridurre significativamente il contributo “fondo bombole” del 35%. Tale risultato, dopo aver condiviso la scelta con il Ministro del Mase, ha alleviato il peso del costo del metano per tutti gli utilizzatori nel settore dell’autotrazione. Il tutto, come dichiarato dal Mele, senza intaccare in alcun modo il processo di sicurezza nella revisione e collaudo delle bombole.

Il percorso verso un dinamismo strutturale della società passa anche dagli interventi mirati che, il nuovo Amministratore Unico, sta tenendo nei più importanti forum internazionali sull’idrogeno risultando, come nel caso del H2 di Berlino, la SFBM l’unica società pubblica invitata all’evento. Questo perchè, essendo quasi sicuramente l’idrogeno il futuro vettore per l’autotrazione, Mele sta sensibilizzando i policy maker, anche internazionali, sul tema della sicurezza in un contesto nel quale la transizione energetica necessita anche di controlli adeguati per un futuro che sia oltre che sostenibile, anche sicuro.

 

Tuffi: Roma Junior Diving Cup torna al Foro Italico

Roma, 26 giugno 2022 – Dall’11 al 13 luglio lo Stadio del Nuoto del Foro Italico torna a ospitare la 6° edizione della Roma Junior Diving Cup13° Trofeo “Niccolò Campo”, competizione internazionale giovanile di tuffi organizzata dalla M.R. Sport dei fratelli Marconi asd e aperta a tuffatori dai 12 ai 18 anni.

Nell’edizione del ritorno nella “piscina più bella del mondo”, sono attesi oltre 80 partecipanti provenienti dalle squadre italiane di vertice e da sette nazioni europee – Austria, Georgia, Germania, Paesi Bassi, Principato di Monaco, Spagna e Ungheria – che schiereranno le promesse delle loro squadre giovanili anche in vista degli Europei giovanili di Rijeka del prossimo agosto.

Ancora una volta la M.R. Sport asd conferma la propria attenzione ai giovani, coltivando la propria scuola di talenti e ospitando quelli di tutto il continente in un contesto competitivo di alto livello: nelle edizioni precedenti hanno infatti preso parte atleti che saranno protagonisti agli imminenti Giochi Europei e ai Campionati Mondiali, dallo spagnolo Adrián Abadía ai tedeschi Jaden Eikermann e Moritz Wesemann, al francese Jules Bouyer.

Gli atleti inizieranno ad arrivare nella capitale dal 9 luglio, subito dopo i campionati Italiani di categoria, mentre il 10 luglio sarà la volta di un’altra realtà consolidata: la manifestazione sarà anche quest’anno preceduta dal Trofeo Tuffi Adapted, gara di tuffi per atleti con disabilità intellettive, disturbi dello spettro autistico e sindrome di Down, in seno alla FISDIR.

La gara è il culmine di un percorso sportivo portato avanti da M.R. Sport asd fin dai primissimi anni di attività, che si propone di offrire corsi sportivi gratuiti a un settore della società civile che deve fare i conti ogni giorno con minori opportunità di inserimento e di inclusione sociale.

Il “Metodo Adapted” è stato esportato con successo, anche attraverso progetti dell’Unione Europea, formando giovani tecnici specializzati e personale qualificato, ed è stato applicato a diversi contesti sociali.

Interverranno anche con un’esibizione dimostrativa le tuffatrici paralimpiche tesserate M.R. Sport asd Marika Russo e Roberta Piovesan, che sono state pioniere nel lungo percorso che porterà, un giorno, al riconoscimento dei tuffi in cooperazione con la FINP come sport paralimpico.

Per maggiori informazioni il sito ufficiale della manifestazione è romajuniordivingcup.it

 

Riguardo la M.R. Sport

M.R. Sport asd, fondata da Domenico Rinaldi (presidente e direttore sportivo della nazionale spagnola di tuffi) e dai fratelli Nicola, Tommaso e Maria Marconi, atleti vincenti a livello internazionale e oggi tecnici di tuffi, è una delle realtà sportive nei tuffi dell’ultimo decennio: vincitrice degli ultimi 5 campionati nazionali, la sua scuola di tuffi ha lanciato negli ultimi anni alcune delle migliori promesse dello sport. Alle ormai “veterane” Sarah Jodoin Di Maria (Marina Militare) e Chiara Pellacani (Fiamme Gialle) si sono affiancati gli ultimi arrivati in nazionale, Matteo Santoro (vice campione mondiale 2022 nel sincro misto 3m e campione europeo e mondiale jrs in carica dai trampolini) e Irene Pesce, che hanno brillato in nazionale al Meeting di Bolzano alla prima convocazione individuale, nonché gli atleti che prenderanno parte agli Europei jrs.

 

 

 

 

 

 

 

 

Un corretto appoggio plantare evita problemi di salute

Milano, 19 giugno 2023 – Il piede rappresenta la base del corpo umano, consente all’uomo di assumere la postura eretta e di spostarsi nello spazio. Il corretto appoggio del piede permette di eseguire i movimenti con il minor dispendio energetico e di equilibrare tutti i muscoli del corpo.

L’appoggio del piede avviene tramite 3 arcate: mediale, che va dal tallone al primo metatarso; laterale, che va dal tallone al quinto metatarso; trasversale, che va dal primo al quinto metatarso. Ad ogni punto del piede corrisponde una percentuale di carico.

Quando ci si muove, dalle dita dei piedi al polpaccio si mettono in azione una serie di muscoli, in rapporto al ginocchio, alla colonna vertebrale e all’articolazione temporo-mandibolare.

Per questo motivo, un appoggio scorretto del piede si ripercuote anche sul ginocchio, sulla colonna vertebrale e sul resto del corpo determinando dolori come per esempio cefalea e mal di schiena. Si definisce scorretto appoggio plantare una condizione anatomica e funzionale che altera lo stato fisiologico del piede quando entra in contatto con il suolo, ovvero con la sua porzione anteriore, laterale e posteriore.

Due esempi tipici di appoggio viziato e scorretto del piedi sono dovuti a una deformità del piede: ad esempio, chi ha il piede cavo potrebbe essere soggetto a supinazione, ossia la tendenza ad appoggiare il lato esterno del piede; mentre chi ha il piede piatto tende ad appoggiare il lato interno, un disturbo chiamato iperpronazione.

Plantari ortopedici: quando servono e cosa risolvono

Postura scorretta e deformità possono essere corrette tramite l’utilizzo di un plantare ortopedico, che deve essere prescritto e indicato da uno specialista. Esistono diversi tipi di plantare a seconda della situazione, della patologia o del problema che si deve correggere. Il plantare ortopedico è un dispositivo correttivo che può essere usato sia in presenza di determinate patologie sia a scopo preventivo: può infatti essere considerato un grande aiuto per prevenire infortuni durante l’attività sportiva o per facilitare la circolazione e aiutare, per esempio, le persone che lavorano in piedi per molte ore. Il plantare sportivo è un ortesi costruita su misura e personalizzata che ha il compito di migliorare il movimento atletico ottimizzando la forza e la coordinazione dell’atleta per ottenere una performance ai massimi livelli.

Specifici plantari su misura possono aiutare aiutare in presenza di alcuni disturbi frequenti, quali: fascite plantare, ovvero l’infiammazione della fascia,  l’artrite, che spesso colpisce le articolazioni del piede e la metatarsalgia, l’infiammazione delle ossa del piede collegate alle dita.

I fattori che influenzano l’efficacia dei plantari sono diversi: per prima cosa è fondamentale che il plantare venga costruito da un podologo professionista dopo un’attenta analisi del piede e del passo e che si adatti in modo corretto alla scarpa indossata. Il plantare deve quindi essere di buona qualità, altrimenti rischia di causare ulteriori lesioni

Conclusioni

In definitiva, il piede rappresenta il punto fisso su cui grava il peso del corpo ed è collegato alla gamba e al resto del corpo da legamenti, articolazioni e muscoli. È sia un effettore sia un ricettore, in quanto riceve ed esegue dei comandi tramite i muscoli, e allo stesso tempo interagisce con il resto del corpo.

La postura di una persona dipende da vari fattori, non solo dalla propria conformazione: traumi fisici ed emotivi, posture professionali scorrette ripetute nel tempo, respirazione scorretta e così via. In questo delicato equilibrio, l’appoggio del piede è molto importante, perché uno scorretto appoggio plantare altera lo stato fisiologico del piede quando entra in contatto con il terreno, rischiando di causare ulteriori lesioni e problemi in altre parti del corpo.

L’appoggio corretto può essere alterato da diversi fattori come il peso eccessivo, l’atteggiamento posturale scorretto, calzature sbagliate e traumi. È importante quindi risolvere questi dolori per evitare che si ripresentino in futuro: correggere il difetto di appoggio è un fattore decisamente importante per evitare di peggiorare la situazione.

A chi affidarsi per la valutazione posturale

Tra gli specialisti in postura e riabilitazione spicca Biomedic Clinic & Research, Centro Medico Polispecialistico di Medicina Integrata situato a Villa Guardia, in provincia di Como, che da oltre 30 anni abbina l’utilizzo dei sistemi biofisici con la medicina convenzionale.

Per maggiori informazioni consultare il sito   www.biomediccenter.com/it/postura-e-riabilitazione/posturologia/lappoggio-dei-piedi o inviare una mail a responsabileservizio@biomediccenter.com.

L’importanza di un appoggio corretto

Alimentazione: come funziona la Dieta Chetogenica

I consigli di Alessandro Ingarra per pianificare i pasti e prepararsi mentalmente

Roma, 16 giugno 2023 – La dieta chetogenica, conosciuta anche come keto diet, è un regime alimentare a basso contenuto di carboidrati e ad alto contenuto di grassi.

Questa dieta ha avuto origine nei primi anni del ‘900 come un metodo per trattare l’epilessia, ma ha guadagnato popolarità negli ultimi anni come un modo efficace per perdere peso.

Nonostante la sua recente fama, la dieta chetogenica ha una storia lunga e interessante, con radici che risalgono a millenni fa quando i nostri antenati seguivano un’alimentazione simile per sopravvivere in periodi di scarsità di cibo.

Dopo il primo decennio del 2000, questa dieta è stata riscoperta, venendo acclamata ed usata da milioni di persone in tutto il mondo che ne decantano i benefici a lungo termine.

Funzionamento della dieta chetogenica

La dieta chetogenica si basa su principi scientifici ben stabiliti. Limitando l’assunzione di carboidrati, il corpo è costretto a bruciare i grassi per ottenere energia, un processo noto come chetosi.

In chetosi il fegato converte i grassi in corpi chetonici, che sono una fonte di energia altamente efficiente per il cervello. Questo cambio di carburante può avere numerosi benefici per la salute e per la perdita di peso.

Questo stato di chetosi può avere effetti positivi sulla perdita di peso, ma può anche portare ad effetti collaterali se non eseguita nel modo corretto. La quantità di corpi chetonici prodotti e il grado di chetosi possono essere influenzati anche dall’attività fisica.

La dieta chetogenica non è unica: esistono molteplici versioni, tutte caratterizzate dalla riduzione di carboidrati e talvolta di proteine. Alcuni esempi sono la dieta Atkins e la LCHF.

In alcuni casi la dieta chetogenica viene utilizzata in ambito clinico per trattare condizioni come l’epilessia resistente ai farmaci o l’obesità grave associata a determinate patologie metaboliche. Tuttavia, è più comunemente utilizzata nel campo del fitness e dell’estetica, grazie alla sua efficacia nella perdita di peso.

Le varie tipologie di diete

Non tutte le diete chetogeniche sono uguali. Esistono varie versioni, tra cui la dieta chetogenica standard (SKD), la più studiata e comunemente seguita, che prevede un basso apporto di carboidrati, un apporto moderato di proteine e un elevato apporto di grassi.

La dieta chetogenica ciclica (CKD) introduce periodi di alto consumo di carboidrati, la dieta chetogenica target (TKD) permette di assumere carboidrati attorno agli allenamenti e la dieta chetogenica ad alto contenuto proteico aumenta l’apporto di proteine mantenendo basso quello dei carboidrati.

Pianificazione del pasto: cosa mangiare e cosa evitare

Seguire una dieta chetogenica richiede una pianificazione accurata del pasto. Alimenti da includere sono carni, pesce, uova, latticini, verdure a basso contenuto di carboidrati, noci e semi, mentre si dovrebbero evitare zuccheri, cereali, frutta, legumi e tuberi.

Alessandro Ingarra sottolinea l’importanza di una dieta varia e bilanciata, anche se chetogenica. Questo obiettivo si può raggiungere mescolando i diversi ingredienti ammessi dalla dieta per creare ricette.

Alcuni esempi possono essere il pollo al curry con broccoli, la frittata alle verdure e l’avocado ripieno di tonno, perfetto per il periodo estivo.

Benefici della dieta chetogenica 

La dieta chetogenica è un regime alimentare basato sull’assunzione di alimenti ad alto contenuto di grassi, moderato contenuto di proteine ??e basso contenuto di carboidrati.

Questa dieta è stata associata a diversi benefici per la salute. Ecco alcuni dei principali benefici della dieta chetogenica:

  1. Perdita di peso: La dieta chetogenica può aiutare a perdere peso in quanto favorisce la chetosi, uno stato metabolico in cui il corpo utilizza i grassi come fonte primaria di energia invece dei carboidrati. Ciò può favorire la combustione dei grassi e la riduzione dell’appetito.
  2. Controllo del livello di zucchero nel sangue: La dieta chetogenica può aiutare a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue, specialmente nelle persone con diabete di tipo 2. Riducendo l’assunzione di carboidrati, si può ridurre la risposta insulinica e migliorare la sensibilità all’insulina.
  3. Aumento dell’energia mentale: Molti seguaci della dieta chetogenica riportano un aumento dell’energia mentale e una maggiore concentrazione. Questo potrebbe essere dovuto alla stabilità dei livelli di zucchero nel sangue e all’uso dei corpi chetonici come fonte di energia per il cervello.
  4. Miglioramento della salute cardiaca: Sebbene la dieta chetogenica sia ricca di grassi, favorisce il consumo di grassi salutari come quelli provenienti da fonti vegetali e pesci grassi. Ciò può contribuire a migliorare i livelli di colesterolo nel sangue, aumentando il colesterolo HDL (il cosiddetto “colesterolo buono”) e riducendo il colesterolo LDL (il cosiddetto “colesterolo cattivo”).
  5. Riduzione dell’infiammazione: La dieta chetogenica può aiutare a ridurre l’infiammazione nel corpo, che è spesso associata a varie condizioni croniche come l’obesità, il diabete di tipo 2 e le malattie cardiache.

Rischi e preoccupazioni della dieta chetogenica

Nonostante i benefici, ci sono potenziali effetti collaterali a cui bisogna prestare attenzione, tra cui affaticamento, mal di testa, irritabilità e costipazione, soprattutto durante la fase iniziale.

Ci sono anche controversie e critiche riguardanti l’alto consumo di grassi, il rischio di carenze nutrizionali e la sostenibilità a lungo termine.

Ricorda di consultare sempre un professionista della salute prima di iniziare la dieta chetogenica, in quanto potrebbe non essere adatta per alcune persone.

Consigli per avviare la dieta chetogenica

Secondo Alessandro Ingarra, esperto di fitness e dieta chetogenica, la preparazione ad affrontare questa dieta è fondamentale. Prima di iniziare, è importante fare ricerche, pianificare i pasti e prepararsi mentalmente per il cambiamento.

I primi giorni possono essere difficili mentre il corpo si adatta, ma superato questo periodo, molti trovano la dieta chetogenica facile da seguire e riferiscono un aumento dell’energia e della chiarezza mentale.

Chi è Alessandro Ingarra

Alessandro Ingarra, 37 anni, è un veterano nel mondo del fitness che ha dedicato gran parte della sua carriera a studiare e praticare la dieta chetogenica.

Con 18 anni di esperienza nel settore, Alessandro Ingarra ha un’intima conoscenza di questa dieta, che ha usato sia per sé che per i suoi clienti, ottenendo risultati straordinari. Alessandro sostiene che la dieta chetogenica non sia solo una tendenza passeggera, ma uno stile di vita salutare se seguito correttamente.

Ovviamente, andremo ad approfondire il tutto in questo articolo, parlando per filo e per segno di questa dieta e quello che si può ottenere seguendola.

Ufficio Stampa

info@ufficiostampaecomunicazione.com

 

 

Squadre Nazionali Italiane di Pallavolo, riconfermata Bauerfeind come fornitore ufficiale

Bauerfeind Italia rinnova il suo supporto al mondo del volley italiano e si

riconferma Fornitore Ufficiale delle Squadre Nazionali di Pallavolo

Roma, 11 maggio 2023 – La Bauerfeind Italia si riconferma Fornitore Ufficiale delle Squadre Nazionali Italiane di Pallavolo, rinnovando anche per il 2023 e 2024 l’accordo siglato nel 2017 con FIPAV, Federazione Italiana Pallavolo.

E’ da oltre 5 anni che Bauerfeind Italia rinnova il proprio impegno nel mondo del volley italiano e ha l’onore di supportare gli atleti di tutte le squadre nazionali di volley, fornendo un valido supporto per l’incremento ed il mantenimento delle performance e per un’adeguata prevenzione di eventuali infortuni.

L’accordo dell’azienda, leader mondiale nella produzione di ausili medici e presidi ortopedici high-tech, prevede ancora una volta la fornitura di tutori high tech, plantari e calze sportive ad altissima innovazione tecnologica, in grado di favorire il movimento e la riattivazione muscolare e particolarmente efficaci nel supportare un rapido ritorno agli allenamenti e in campo.

“Motion is Life” è il principio che ispira il nostro brandPer questo ci impegniamo costantemente per sostenere lo sport ad ogni livello, e siamo accanto agli atleti durante gli allenamenti, le competizioni e la riabilitazione. Per aiutarli a salire sempre sul gradino più alto del podio!”, ha dichiarato al riguardo il Dottor Sabato, General Manager di Bauerfeind Italia.

 

###

Per interviste ed informazioni:

Email: info@bauerfeind.it

Website: www.bauerfeind.it

Facebook: @BauerfeindItalia

Instagram: bauerfeinditalia

App: Bauerfeind Therapy App [App Store + Google Play]

 

 

 

 

Nautica Latino fa il suo debutto a Sottocosta di Pescara

Pescara, 21 aprile 2023 – Nautica Latino, fondata da Oscar Latino, sta facendo parlare di sé nel mondo della nautica italiana. In soli 12 mesi dall’inizio della sua attività a Senigallia nelle Marche, l’azienda ha ampliato il suo business in diverse regioni italiane come Lombardia, Sardegna e Puglia e ha ottenuto un buon fatturato, collaborando con importanti cantieri.
Tutto questo a dimostrazione che si può fare impresa con la nautica, creare in pochi mesi un mercato in diverse regioni d’Italia, ottenere un buon fatturato e mettere in cantiere diversi progetti di sviluppo.

Inoltre, Nautica Latino ha grandi progetti di sviluppo in cantiere, tra cui la produzione di un natante completamente disegnato e progettato negli Emirati che porterà la firma di Latino Marine.

Con tanta voglia di crescere e di farsi conoscere, l’azienda farà il suo debutto pubblico a Sottocosta 2023, il Salone nautico del medio Adriatico che si terrà dal 29 aprile al 1 maggio presso il porto turistico Marina di Pescara. Al gazebo 14, Nautica Latino offrirà la possibilità di far visionare la barca del cantiere nautico Italmar, far visionare i cataloghi e far conoscere tutti i brand che commercializza.

Oscar Latino, il fondatore dell’azienda, ha dichiarato: “Offriamo servizi a trecentosessanta gradi al diportista, offrendo soluzioni per chi non ha la patente e imbarcazioni con motorizzazioni maggiori fino ai 43 piedi. Siamo concessionari ufficiali di Italmar e Orizzonti, due cantieri siciliani, poi Canelli Yacht di Pesaro e poi Vizyo Yacht“.

Inoltre, durante l’evento, Nautica Latino inaugurerà una nuova postazione di noleggio, la prima a Senigallia presso il porto della Rovere, dove sarà possibile noleggiare barche senza patente e moto d’acqua.

Nautica Latino è entusiasta di partecipare a Sottocosta 2023 e di far conoscere il proprio lavoro a tutti i presenti, pronta a fare grandi cose nel mondo della nautica, all’insegna della crescita e dello sviluppo.

Lavoro: sempre più aziende si rivolgono all’head hunter

Milano, 8 marzo 2023 – Le società di head hunting, che mettono a disposizione delle aziende dei cacciatori di teste specializzati nella ricerca di talenti, stanno diventando dei partner sempre più apprezzati dalle imprese italiane. E se fino a qualche anno fa a rivolgersi agli head hunter erano in particolar modo le grandi imprese, e nello specifico per la ricerca di figure manageriali, oggi sempre più PMI chiedono il supporto di questi esperti recruiter per individuare non solo dirigenti e manager, ma anche personale qualificato.

Ma per quale motivo il ricorso alle società di head hunting è sempre più frequente? Si tratta di una generalizzata tendenza all’outsourcing che sta coinvolgendo anche il reparto HR delle aziende, o ci sono altre motivazioni più concrete?

«Sono diversi i motivi per i quali la tipologia e il numero delle imprese che decidono di avvalersi del supporto di un cacciatore di teste sono aumentati negli ultimi anni, e sicuramente la crescente difficoltà di reclutamento che sta rallentando la crescita delle aziende italiane è una componente da non trascurare», spiega Carola Adami, fondatrice di Adami & Associati, società internazionale di head hunting specializzata nella selezione di personale qualificato e nello sviluppo di carriera.

È infatti noto quanto stia aumentando il gap tra domanda e offerta sul mercato del lavoro negli ultimi anni, con sempre più imprese che incontrano difficoltà nell’assumere il personale necessario.

Ma in che modo la consulenza di un head hunter per la ricerca e selezione del personale può cambiare le cose, di fronte a una patologica mancanza sul mercato del lavoro?

«Va prima di tutto sottolineato il fatto che le migliori società di head hunting possono contare su conoscenze e strumenti che, molto semplicemente, i semplici reparti HR non possono vantare: ogni cacciatore di teste di Adami & Associati, per esempio, è specializzato in una o più aree industriali, il che garantisce molti vantaggi operativi. Parliamo di professionisti che hanno coltivato nel tempo un ampio bacino di candidati da cui attingere, cosa che fin da subito rende la selezione più efficace e più veloce», continua Adami.

Non è però solamente la presenza di un preesistente network di talenti a rendere conveniente la consulenza di un cacciatore di teste. Affidare la selezione del personale a degli head hunter, come spiega Adami, «significa sollevare l’ufficio HR da una lunga serie di attività, dalla creazione e pubblicazione degli annunci fino all’analisi dei curriculum, per arrivare fino alla gestione dei colloqui di lavoro: in questo modo, l’ufficio risorse umane può concentrare le proprie energie sugli aspetti gestionali dell’azienda».

Tutto ciò sapendo che un head hunter specializzato in un dato settore professionale potrà condurre le job interview parlando la stessa lingua dei candidati, lasciando ai candidati la possibilità di esprimersi utilizzando tecnicismi e concetti propri del settore.

Nel complesso affidarsi a un società di head hunting assicura all’azienda un processo di selezione «più efficace, più rapido e più esatto, con maggiori possibilità di successo» garantendo allo stesso tempo ai candidati «una candidate experience positiva e persino memorabile, a tutto vantaggio dell’employer branding e delle future ricerche del personale dell’azienda», conclude Carola Adami.

 

 

A Roma la sorella di Ronaldo per un evento di moda

Roma, 24 gennaio 2023 – Elma Dos Santos Aveiro, sorella più grande del calciatore portoghese Cristiano Ronaldo sarà a Roma dal 9 al 12 febbraio. L’11 febbraio Elma presenterà “Fashion Show by Elma” nell’Auditorium San Pio X a Piazza della Balduina a Roma. Questo evento è nato nell’isola di Madera, nell’albergo di Cristiano Ronaldo, il Pestana CR7.

Visto il successo avuto l’evento è stato replicato anche fuori dalla Spagna, in Lussemburgo, ed a marzo l’evento si terrà in Marrocco, dove Ronaldo ha recentemente aperto un nuovo albergo.

L’evento inizierà alle ore 21, con l’arrivo di Elma in Limousine. Oltre alla sfilata con la presenza di 7 stilisti, ci saranno anche degli artisti musicali che animerano la serata. Alla fine, un rinfresco con l’opportunità di conoscere personalmente Elma Aveiro e la famiglia ed amici di Cristiano Ronaldo presenti all’evento.

Cristiano Ronaldo ha inoltre inviato una sua maglietta firmata, che Elma regalerà ad uno dei presenti.
Alla fine dell’evento Elma accetterà proposte di interviste e risponderà alle domande dei giornalisti presenti.

Per la partecipazione è necessario l’acquisto di un biglietto tramite Francisco Marques, amico della famiglia Aveiro,

È possibile contattarlo attraverso Instagram @franciscomarques.it, via email franciscomarques@outlook.it o al numero telefonico 331 8921224.

 

 

Sharing economy e sport, al Padel Trend Expo di Milano

Al Padel Trend Expo di Milano la sharing economy del mondo dello sport

Torino, 16 gennaio 2023 – A partire dagli ultimi anni, il padel in Italia ha mostrato una crescita sorprendente. I numeri relativi a questo sport nel nostro Paese sono impressionanti, soprattutto per quanto riguarda il mondo amatoriale: secondo la Federazione Italiana Tennis e Padel, il padel avrebbe raggiunto quasi il milione di appassionati, mentre il numero dei tesserati sfiorerebbe quota 70 mila. Secondo il Global Padel Report di Playtomic i nuovi giocatori di padel sarebbero distribuiti su più di 7 mila campi, con una crescita che negli ultimi due anni ha registrato un +289 percento.

Un altro dato importante arriva dal numero di racchette vendute nel 2022 (880 mila contro le 180 mila del 2019) e da Playtomic, l’app leader del settore per le prenotazioni: un milione e mezzo nel primo semestre e con la metà dei circoli sulla piattaforma.

Secondo il Global Padel Report di Playtomic infine, quella di Milano è la seconda provincia italiana per numero di campi da gioco, con il solo capoluogo che ne vanta 138.

Con questi numeri alla mano, possiamo dire che il padel non rappresenti più solo una semplice moda, ma un vero e proprio trend in crescita sotto ogni punto di vista, capace di attirare imprenditori e investitori e questo interessamento dal lato del business, porta con sé anche l’innovazione tecnologica.

L’innovazione e la sharing economy nel mondo del padel

Il 75% dei giocatori di padel, a prescindere dal livello di esperienza sul campo, sente l’esigenza di provare da 2 a 4 racchette prima di effettuare un acquisto e il 71% di loro prova più volte la stessa racchetta prima di prendere la decisione di comprarla. Poi 7 giocatori su 10 vorrebbero poter trovare le racchette di prova direttamente al campo da gioco, senza doversi spostare per il ritiro e la riconsegna. Questi numeri emergono da una ricerca condotta dalla startup torinese Care su 350 giocatori di padel amatoriali nel nord Italia e ci dicono molto anche sulle abitudini di acquisto dei giocatori e sul loro rapporto con questo sport.

“L’esigenza dei giocatori oggi non è solo quella di poter provare la racchetta prima di acquistarla, ma è di trovarla direttamente sul campo da gioco, senza dover aspettare o spostarsi per il ritiro”, afferma Michel Remino, co-founder di Care, una delle startup che stanno portando l’innovazione nel mondo dello sport e in particolare la sharing economy nel mondo del padel. La startup offre infatti una soluzione innovativa per permettere ai giocatori di provare le racchette prima di comprarle, ma soprattutto di trovarle direttamente sul campo da gioco grazie all’installazione di un smart locker installato all’interno dei club sportivi.

“Il mondo dello sport in questi ultimi anni è cambiato tantissimo. sono cambiate le abitudini degli sportivi tanto che abbiamo visto nascere e deflagrare nuovi sport di racchetta, primo tra tutti il padel. In tutto questo però esiste una costante: la difficoltà degli sportivi di trovare ciò di cui hanno bisogno nei luoghi dove oggi vanno a fare sport ed è qui che entra in gioco Care”, continua Remino.

Grazie all’installazione di un Care Box, gli sportivi hanno l’opportunità di prenotare in anticipo e trovare ciò di cui hanno bisogno nei luoghi dove oggi vanno a praticare sport, sia esso una coppia di manubri, un tappetino da yoga o una racchetta da padel.

“Il nostro primo mercato di riferimento è il padel e siamo pronti a portare l’innovazione in questo settore a beneficio dei giocatori, ma Care non è solo padel e siamo pronti a portare l’innovazione della sharing economy anche in altre discipline come il fitness, il wellness, il pickleball o lo sci. Insomma non abbiamo limiti e non vediamo l’ora di portare una rivoluzione nel settore sportivo”, conclude Remino.

Care porta l’innovazione al Padel Trend Expo di Milano

Care Sport è espositore al Padel Trend Expo di Milano, il primo evento italiano interamente dedicato alla community del padel. Care ha portato al Padel Trend Expo, dal 13 al 15 gennaio, la sua innovativa soluzione, dove è stato possibile vedere in anteprima e provare il primo Care Box, che sarà poi installato in uno dei Padel Club di Torino.

Care ha tenuto anche un evento all’Inspiration Hub all’interno del Padel Trend Expo dal titolo Padel dal lato del giocatore: i servizi tra innovazione, social e attrezzatura dove si parlerà di innovazione, web e del mondo dell’attrezzatura per i giocatori.

L’evento si è tenuto domenica 15 gennaio dalle 14.30 alle 16.45, presso l’Inspiration Hub e sarà diviso in quattro momenti dove diversi ospiti parleranno del fenomeno delle partite pubbliche, dell’importanza dei social media per la diffusione del padel, dell’innovazione tecnologica con intelligenza artificiale e infine del tema legato alle recensioni e alla prove delle racchette.

CHI È CARE

Care è una startup innovativa fondata nel 2020 da Paolo Capelli e Michel Remino. Care è stata pre-incubata in I3P, l’incubatore delle imprese innovative del Politecnico di Torino. Nel 2022 ha partecipato al primo ciclo di accelerazione di WeSportUp, l’acceleratore sport e wellness della rete nazionale CDP promosso da Sport e Salute.

Care nasce quindi per portare il mondo dello sharing in un settore mai affrontato sino ad oggi: lo sport. Attraverso l’installazione di uno smart locker, Care offre l’opportunità agli sportivi di trovare ciò di cui hanno bisogno dove oggi preferiscono allenarsi. I primi due mercati di riferimento sono il padel e il fitness/wellness, ma non c’è limite alle applicazioni nello sport che il progetto Care può avere.

Per maggiori informazioni visitare il sito web www.caresport.it.

Canali Social consigliati:

Instagram

Facebook

Linkedin

 

 

 

Le STARDUST volano ai MONDIALI Aerial Sport

Le Stelle Italiane si qualificano ai CAMPIONATI MONDIALI 2022 che si terranno a Roma Cinecittà World 8/9/10/11 Dicembre per la competizione sportiva Pole and Aerial World Cup.

Le CAMPIONESSE ITALIANE ottengono un triplo oro nel medagliere nazionale delle discipline aeree acrobatiche e volano dirette ai Campionati mondiali.

Marta Plozzer e Giulia Greco – Csen Aerial Sport – Prime Classificate

 

Marta Plozzer si conferma Campionessa Italiana nella categoria Attrezzi aerei tridimensionali nella disciplina Aerial Moon, specialità Mixed Aerial, Categoria TALENTI.

1° Classificata Marta Plozzer – Aerial Moon – Coppa Italia Csen – Categoria Talenti

 

Giulia Greco ottiene il titolo di Campionessa Italiana nella categoria Attrezzi Aerei bidimensionali nella disciplina Aerial Note, specialità Aerial Hoop, Categoria TALENTI.

 

Le due atlete aerialiste Marta Plozzer e Giulia Greco salgono in vetta alla classifica nazionale conquistano il podio in coppia.

Duettano nella disciplina Cerchio Aereo Artistico per Competizione World Aerial Championship IPSF Pole & Aerial Sport e ottengono con il titolo di CAMPIONESSE ITALIANE nella categoria Aerial Artistic Hoop Double.

 

Le Stelle Aeree Marta Plozzer, Giulia Greco ed Elisa Alberghini , artiste della nota Agenzia di Spettacolo Torinese STARDUST , sono pronte a brillare ai prossimi mondiali.

Gareggeranno in trio nella categoria Gruppo Star, specialità Cerchio Aereo.

www.show-stardust.com

 

Le Artiste e Atlete con la “A” maiuscola, si preparano ad affrontale i prossimi mondiali di Aerial Sport rappresentando la Nazionale Italiana ai Campionati Mondiali World Pole & Aerial Cup 2022 by U.N.A United Nations Aerials Organization.

 

Site Web:  www.show-stardust.com

Instagram: @stardustshow

Facebook: SHOWSTARDUST

YouTube: showstardust

Exit mobile version