Casa: gli italiani usano sempre più il web per valutarla

Torino, 5 luglio 2022 – Gli italiani usano sempre più il web per scoprire il prezzo degli immobili, con una crescita nell’ultimo semestre del 130% delle ricerche e oltre 18.000 utenti al mese.

Vorrei.it è uno dei servizi più usati dai consumatori che hanno realizzato 14.500 valutazioni immobiliari online dal 2021 ad oggi.

Gli utenti fanno la valutazione di un immobile online non solo per vendere casa, ma anche per la verifica del prezzo da offrire in una trattativa d’acquisto in qualità di compratori, la surroga di un mutuo o per la valutazione del patrimonio personale.

Per questa ragione il valutatore immobiliare automatico della proptech si rinnova con nuove fonti dati e un’interfaccia molto più intuitiva che consente di realizzare una valutazione in meno di 50 secondi.

Secondo Ivan Laffranchi founder di Vorrei.it ‘Come già avviene in tutta Europa la valutazione di un immobile online è il primo passo per vendere casa e noi vogliamo essere per i proprietari italiani il primo contatto prima di una valutazione approfondita con un agente immobiliare e stiamo lavorando per realizzare il miglior sistema di valutazione possibile bilanciando l’esigenza di richiedere il minor numero di dati possibile all’utente e ottenere la valutazione più realistica’.

La piattaforma nel mese di agosto inizierà a testare con alcune agenzie pilota un comparatore di servizi immobiliari: Vorrei.it non solo consentirà di realizzare la valutazione, ma sarà possibile comparare  le agenzie immobiliari della zona in funzione del tipo d’immobile valutato, confrontando i servizi, le recensioni e le commissioni applicate per offrire al consumatore la possibilità di scegliere il miglior agente immobiliare.

‘Abbiamo intenzione di applicare algoritmi di intelligenza artificiale per realizzare una valutazione predittiva, al fine di permettere ai proprietari di scegliere il giusto timing per vendere la sua casa e sono felici che proprio Torino ospiterà il centro d’intelligenza artificiale italiano’, spiega ancora Laffranchi.

Il mercato immobiliare grazie all’online sta cambiando,  e le proptech sono un’opportunità per renderlo più trasparente ed efficace.

 

Startup: arriva ClikkiClikki, la rivoluzione delle aste immobiliari online

Roma, 27 giugno 2022 – Il 22 luglio prossimo partirà ufficialmente la prima asta immobiliare online. L’asta si terrà sulla piattaforma ClikkiClikki, dove sarà possibile acquistare un immobile con un risparmio fino al 90% del prezzo reale di mercato.

Saranno all’asta immobili nuovi e garantiti a prezzi molto vantaggiosi, una vera e propria rivoluzione del mercato immobiliare, in particolare nel settore delle aste online.

Il progetto ClikkiClikki è diventato realtà grazie a un gruppo di giovani,  partiti da un’idea nel 2015, e dopo anni di studi con i maggiori esperti del settore adesso sono pronti a lanciare la loro prima asta online.

Il metodo elaborato dai creatori della piattaforma permette di aggiudicarsi, tramite un’asta online, un immobile di pregio nelle migliori città italiane o un appartamento nelle più belle località di mare e montagna, ad un prezzo irrisorio che può addirittura essere inferiore al 10% del reale valore di mercato del bene.

“Con ClikkiClikki abbiamo già messo un piede nel futuro – dichiara Daniele Caselli, ceo e socio fondatore della piattaforma – grazie al metodo proposto, infatti, venditori e compratori, saranno entrambi entusiasti perché ognuno raggiungerà il proprio obiettivo: vendere al prezzo massimo e comprare al prezzo minimo”.

Aste riservate solo a pochi partecipanti

Registrandosi gratuitamente su ClikkiClikki è possibile iscriversi alle Targeted Auctions, aste riservate ad un numero chiuso di partecipanti.

Tra i vari servizi offerti dalla piattaforma è possibile consultare le schede dei vari immobili messi all’asta, richiedere una visita di persona, scaricare i documenti dell’immobile e assistere alle aste in corso.

Individuato un immobile di interesse occorre iscriversi all’asta e proporre un’offerta. Queste operazioni si possono fare attraverso dei “bricks”, monete virtuali che possono essere acquistate nell’apposita sezione o guadagnate con azioni social. Il prezzo base è molto basso e cresce lentamente. L’ultimo a fare l’offerta prima della scadenza del tempo si aggiudica l’asta e può acquistare l’immobile con poche migliaia di euro, risparmiando fino al 90% del prezzo reale di mercato.

Gli altri utenti che hanno partecipato all’asta senza successo avranno rimborsati i bricks spesi.

Si parte il 22 luglio

La prima asta online inizierà il 22 luglio e il primo immobile offerto sarà un trilocale recentemente ristrutturato nel centro storico di Firenze, il cui valore è 280.000 euro. Il prezzo di partenza dell’asta sarà di 2.800 euro.

Per chi si iscrive all’asta entro il 30 giugno saranno applicati 70 euro di sconto sul costo d’iscrizione.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’assistenza via email all’indirizzo help@clikkiclikki.com

 

###

Ufficio Stampa

info@ufficiostampaecomunicazione.com

 

Daniele Caselli, ceo e socio fondatore di ClikkiClikki
Lo staff di ClikkiClikki

 

 

 

Comprare casa: il 47% degli agenti immobiliari italiani non risponde alle richieste online

Torino, 20 giugno 2022 – Come si comportano gli agenti immobiliari alle richieste dei clienti? A rispondere la survey “The 2022 Real Estate Customer Experience”, un unicum sul mercato immobiliare italiano. Lo studio infatti ha provato a calarsi nei panni di un cliente sempre più bisognoso di un’assistenza all-inclusive, ed ha misurato la qualità del servizio erogato dalle agenzie italiane.

Cosa è emerso dallo studio?

Innanzitutto è emerso che in Italia il settore dell’intermediazione immobiliare è frammentato, tra 40.000 agenti e 26.000 agenzie immobiliari: il rapporto di operatori italiani per agenzia è tra i più bassi d’Europa, con un rapporto di 1.3 contro i 5 della Germania.

Un’anomalia che determina varie criticità, tra cui budget insufficienti per formazione e marketing e difficoltà nell’implementazione di nuovi processi: questa arretratezza strutturale del comparto si ripercuote naturalmente sulla soddisfazione del cliente.

L’INDAGINE SUGLI AGENTI IMMOBILIARI

Per valutare il livello di gradimento del proprietario immobiliare italiano che decide di affidarsi a un’agenzia per vendere casa, Vorrei.it ha fatto qualcosa mai tentato prima nel settore ed elaborato una customer satisfaction survey per l’edizione del 2022 del White Paper The 2022 Real Estate Customer Satisfaction.

L’indagine ha fatto chiarezza su come gli agenti immobiliari presentano oggi il proprio servizio, attraverso il loro sito web e nel first contact con il cliente.

Per effettuare un’analisi scientifica e rappresentativa del mercato italiano nella sua completezza, una risorsa dello staff di Vorrei.it si è calata nei panni di un erede di una proprietà immobiliare situata in 20 città italiane, tra cui i principali centri metropolitani del Paese. Sono state contattate oltre 350 agenzie tramite un portale leader, tra grandi franchise, brand locali e agenzie only digital, mantenendo le corrette proporzioni di mercato.

Successivamente sono state presentate le esigenze di vendita o tramite regolare contatto telefonico o compilando il form sul sito ufficiale.

L’indagine ha restituito un quadro eloquente, co tempi di reazione delle agenzie italiane ancora lunghi: ben il 47% degli intermediari contattati non ha risposto.

Più di metà del campione, quindi, non ha considerato in alcun modo la richiesta di prestazioni consulenziali e non ha ricontattato per mezzo dei canali a disposizione.

L’indagine rivela però al contrario come, tra chi ha risposto, la qualità nella gestione delle richieste è significativa: il 60% delle interazioni dimostra, da parte dei “professionisti del mattone”, attenzione, cortesia ed estrema competenza.

L’analisi è stata effettuata attribuendo un punteggio da 1 a 10 alla qualità dello scambio, con il 42% degli agenti che ha totalizzato risultati tra il 7 e il 10.

In conclusione, se i problemi strutturali del real estate italiano si ripercuotono sulla responsività delle agenzie, i nostri intermediari immobiliari hanno compreso come la customer centricity sia un fatto sempre più rilevante, in un settore in cui l’intero modello di business è basato sull’intermediazione e, di conseguenza, sulla fiducia reciproca.

Il Report Completo Formato PDF è online al seguente link:

The Real Estate Customer Experience 2022

 

A proposito della piattaforma

Vorrei.it è una piattaforma di valutazione immobiliare online che ha l’obiettivo di connettere i proprietari, futuri venditori, con i migliori agenti immobiliari.

 

 

Arriva Magnifico, la porta a levitazione magnetica che scorre sospesa in aria

Scrigno presenta Magnifico, la porta a levitazione magnetica che scorre nell’aria, con la campagna firmata da LDB Advertising

Roma, 31 maggio 2022 – Scrigno, da sempre sinonimo di innovazione, lancia sul mercato Magnifico, la prima soluzione scorrevole a levitazione magnetica per interni. Una tecnologia rivoluzionaria che annulla la forza di gravità e permette alla porta di scorrere sospesa nell’aria.

Per il lancio di Magnifico l’agenzia di Bologna LDB Advertising ha progettato un’attività di comunicazione strutturata: una fase di preparazione al lancio e una campagna pubblicitaria declinata su stampa e digital.

La fase teaser ha previsto uno storytelling dell’innovazione sui social media aziendali per raccontare l’orientamento continuo di Scrigno alla ricerca e alla rivoluzione tecnologica.

La rubrica #OpentoInnovation ha raccontato storie di innovazione dando voce a persone che hanno rivoluzionato il presente distinguendosi per idee, prodotti e tecnologie innovative.

La campagna pubblicitaria, impattante e coinvolgente, prevede l’immagine di una ragazza che fluttua nell’aria e apre la porta a un mondo Magnifico, il tutto accompagnato da una headline forte e attenzionale: “Abbiamo annullato la forza di gravità”.

La creatività ha annunciato così tutta l’innovazione di Magnifico, valorizzando i concetti di sospensione e leggerezza, propri del nuovo sistema di scorrimento.

Per maggiori informazioni visitare la pagina informativa a questo link.

 

 

Comprare casa: con le visite virtuali più velocità, meno commissioni e meno impatto ambientale

Da oggi meno commissioni, più velocità e meno impatto sull’ambiente per l’acquisto di una casa: le visite virtuali stanno cambiando per sempre la compravendita degli immobili

Torino, 14 aprile 2022 – Le nuove tecnologie stanno cambiando per sempre l’esperienza di acquisto e vendita delle case, sia per i venditori che per i compratori. La rivoluzione, che trasformerà per sempre il mondo dell’immobiliare, prevede un nuovo servizio di compravendita degli immobili senza più la presenza di un agente immobiliare durante le visite. Una scelta che abbassa i costi delle commissioni, velocizza la compravendita e abbassa l’impatto ambientale.  

Il merito di questa innovazione è della proptech Vorrei.it che, dopo 2 anni di test, estenderà presto a tutti i clienti il nuovo servizio di vendita immobiliare.

La società aveva infatti iniziato a testare questa modalità operativa al fine di impattare positivamente sull’ambiente, migliorare l’esperienza dei clienti e ridurre le commissioni sulla vendita.

Ma come funziona l’innovativo sistema della piattaforma immobiliare?

Per ogni immobile Vorrei.it realizza una visita virtuale che i potenziali compratori possono visualizzare comodamente da casa, attraverso uno smartphone, per poi richiedere la visita in loco nelle fasce orarie configurate in base alle esigenze del proprietario.

La piattaforma notifica al proprietario e all’agente incaricato della pratica il giorno e l’ora della visita virtuale.

In questo modo si filtrano di molto i visitatori e si arriva alla visita dell’immobile solo con i reali interessati all’acquisto.

Il proprietario alla fine riceverà quindi solo i reali potenziali compratori e si occuperà di mostrare personalmente l’immobile senza la presenza dell’agente. Al termine della visita la piattaforma raccoglierà le impressioni del compratore e il suo eventuale interesse per l’immobile attraverso l’intervento dell’agente immobiliare incaricato che si concentrerà sulla sua attività principale: la mediazione e l’accordo tra le parti.

Nessuno meglio del proprietario conosce la sua casa e il suo quartiere, i servizi e i vantaggi che può offrire a chi l’abiterà. Questa modalità, che abbiamo testato in questi 24 mesi, vede buona parte dei proprietari entusiasti per il rapporto che si instaura tra le parti durante la visita e consente di ridare la giusta professionalità al mediatore troppo spesso identificato come ‘apri porte’ “, spiega Ivan Laffranchi, esperto di proptech e fondatore di Vorrei.it.

La proptech non vuole distinguersi solo per un servizio moderno ed efficace, ma va oltre e vuole contribuire con un impatto positivo sull’ambiente attraverso la riduzione delle decine di visite necessarie per ogni compravendita. che comportano continui spostamenti in auto per l’agente e per i potenziali acquirenti. 

Questo approccio si traduce anche in un risparmio economico sulle commissioni che Vorrei.it applica ai proprietari che affidano la loro casa alla piattaforma.

Malgrado questa importante riduzione dell’impronta carbonica ottenuta nell’attività svolta grazie a questo nuovo approccio, la piattaforma va oltre e ha iniziato da alcuni mesi a piantare alberi, con il supporto di Treedom, in Guatemala e Nepal, per ogni immobile venduto.

Chi è Vorrei.it

Vorrei.it è una proptech specializzata in soluzioni per la compravendita ad alto valore tecnologico che attraverso il suo sistema di valutazione online e di simulazione dei costi per l’acquisto di casa supporta proprietari e acquirenti in una scelta consapevole.

###

 

Contatti:

info@vorrei.it

 

 “Il mare delle donne” approda in Versilia

Marina di Pietrasanta, 17 marzo 2022 – Giovedi 17 marzo 2022 a Marina di Pietrasanta, si terrà “Il mare delle donne”un evento dedicato alle stewardess e, in generale, alle donne del mondo della nautica, a cui hanno aderito importanti realtà del settore. Non poteva mancare GoVersilia, sempre attenta al territorio e ai momenti salienti della Versilia, con un occhio di riguardo dedicato alla donna ed il mare con il progetto Ermione.

Durante l’evento, con accesso solo su invito, i partecipanti avranno la possibilità di degustare prelibatezze riservate al mondo marino tra cui caffè, vini e champagne oltre a proposte gastronomiche da riproporre a bordo. Tra le quali troviamo anche la degustazione del sigaro abbinato a bollicine e dessert.

Non mancheranno all’appello aziende leader dell’arredamento nautico con la loro biancheria e tappezzeria di eccellenza, prodotti per la cosmesi, profumazioni d’ambiente, oltre a professionali attrezzature per le cucine. Il tutto immerso nella qualità del Bagno Texas, vera perla incastonata tra il mare e le Alpi Apuane.

L’evento è organizzato dallo Studio La Mandragola Design Art Events a cura degli interior designers Susanna Larini e Diego Fiorini. Un evento unico nel suo genere che diverrà un appuntamento fisso per le protagoniste del mare.

A cornice di tutto GoVersilia, nella persona del suo Presidente, si occuperà di ricordare ai presenti ed ai posteri, con le proprie fotografie, tutto ciò avvenne proprio al Bagno Texas di Marina di Pietrasanta.

Per maggiori informazioni rivolgersi al gruppo Facebook www.facebook.com/groups/goversilia.

 

Yacht ormeggiato

 

Yachts ormeggiati

 

 

Respirare aria sana e pulita grazie alla disinfezione a LED UV-A + TiO2

La disinfezione dell’aria del futuro è a base di LED UV-A + TiO2

Lana (BZ), 10 marzo 2022 – L’uso di purificatori d’aria è ora richiesto per legge nelle strutture pubbliche in Italia e in altri paesi per prevenire la diffusione di aerosol e aeroallergeni dannosi e per migliorare la qualità dell’aria in ambienti chiusi. Tuttavia, solo pochi dispositivi forniscono un risultato efficiente sotto tutti i punti di vista. La disinfezione con LED UV-A è un metodo innovativo, sostenibile e privo di ozono, che ha dimostrato di eliminare batteri e virus senza causare effetti collaterali indesiderati.

Cosa sono i raggi UV e la fotocatalisi?

I raggi UV sono onde elettromagnetiche invisibili che si presentano naturalmente, con lunghezza d’onda compresa tra 100-400nm.

Grazie alla combinazione dei LED UV-A con particolari materiali è possibile migliorare l’effetto germicida sfruttando il principio della fotocatalisi. Le proprietà fotocatalitiche del biossido di titanio (TiO2) sono ben note e di crescente importanza per la purificazione e il trattamento dell’aria.

Le applicazioni si estendono dalla rimozione di contaminanti organici, funghi, muffe, lieviti, odori, vapori, alla distruzione di virus, batteri e microorganismi. La tecnologia LED UV-A utilizzata da C-LED srl ha dimostrato la sua efficacia nell’uccidere una vasta gamma di batteri e virus gram-negativi e gram-positivi (compreso il virus SARS-CoV-2).

Questi agenti patogeni si diffondono in modo diverso: mentre i batteri e le spore si diffondono continuamente nell’aria, altri agenti patogeni si combinano con particelle come le gocce di vapore (aerosol) che vengono inalate dalle persone aumentando il rischio di infezione.

L’efficacia è stata dimostrata anche nei rapporti della IUVA, International Ultraviolet Association, e molte tra le più importanti istituzioni e organizzazioni raccomandano l’uso della radiazione UV-A per disinfettare l’aria e le superfici, tra cui l’OMS e il CDC.

Molti produttori di apparecchiature UV-C si affidano a lampade al mercurio, ma questa tecnologia è ormai considerata sorpassata. In virtù della Convenzione di Minamata, promossa dalle Nazioni Unite, 92 paesi si sono impegnati a eliminare gradualmente l’uso del mercurio nelle applicazioni commerciali e industriali.

Innovativa tecnologia LED UV-A

Con la tecnologia LED UV-A (365nm) il produttore italiano C-Led, azienda del gruppo Cefla Spa di Imola, ha posto una pietra miliare importante nella direzione di una santificazione e purificazione per rendere l’aria degli ambienti chiusi più sicura. Con l’uso del LED UV-A + TiO2, è stato possibile sviluppare una tecnologia germicida all’avanguardia, che garantisce migliori prestazioni a costi inferiori senza l’uso di mercurio, ozono o filtri ad alta densità (HEPA).

Inoltre, questa tecnologia è molto efficace per la purificazione dell’aria, e contemporaneamente consente di eliminare gli odori sgradevoli.

I raggi LED UV-A permettono alle lunghezze d’onda più corte di penetrare e distruggere il DNA e l’RNA di batteri e virus. I radicali liberi generati dalla fotocatalisi disgregano le membrane esterne di batteri e virus, disattivandoli. Questo effetto combinato ha permesso di ottenere ottimi risultati germicide e virucidi.

Una soluzione sicura a basso costo

La tecnologia che combina LED UV-A e biossido di titanio (TiO2) è totalmente sicura, priva di sostanze chimiche.

L’impiego dei Led garantisce inoltre un bassissimo consumo energetico e una durata di funzionamento superiore alla media, più di 25.000 ore in funzionamento continuo.

Poiché la disinfezione dell’aria con la tecnologia LED UV-A è assolutamente sicura, può essere utilizzata anche in presenza di persone o animali in modo completamente sicuro in conformità con le norme UE, certificate dai laboratori competenti.

Questo fattore è un’altra importante motivazione per cui tale innovativa tecnologia si presta ad essere utilizzata in un’ampia area di applicazioni, come la pubblica amministrazione, l’assistenzasanitarial’istruzione, le aziende di trasporto e molte altre.

 

Aria salubre con la disinfezione dell’aria con gli UV LED

 

 

 

Arte e antiquariato, arriva “Il mobile che non c’era”

Milano, 9 marzo 2022 – Saranno tavoli, tavolini, scrittoi, sedie e poltroncine i protagonisti indiscussi di “Il mobile che non c’era“, l’evento primaverile che dal 18 al 20 marzo nella sede di Viale Espinasse, Di Mano in Mano – Cooperativa di lavoro con una lunga esperienza nel recupero, valutazione, noleggio e vendita di pezzi di antiquariato, modernariato e second-hand – dedicherà all’antiquariato dell’800.

Un evento imperdibile per chi ha voglia di collezionare pezzi unici e al tempo stesso conoscerne la storia e il tempo che hanno attraversato.

Si parlerà di borghesia industriale e dei primi mobili funzionali, della nascita del “salotto” e di un nuovo modo di vivere lo spazio abitativo. Il desiderio è quello di raccontare come gli eventi sociali abbiano da sempre condizionato lo stile degli arredi stessi.

Di questa evoluzione e del passaggio storico ci parleranno esperti antiquari e storici dell’arredo antico.

Curiosità, letture e incontri a tema, prenderanno vita nei salotti allestiti presso il negozio Di Mano in Mano, di viale Espinasse a Milano, in un contesto urbano pronto a diffondere bellezza e cultura.

Per saperne di più

Fino alla fine del 700 le case dei nobili ospitavano perlopiù arredi di rappresentanza, non rifiniti negli schienali poiché destinati ad occupare i perimetri delle stanze. La rivoluzione industriale dell’800 e l’affermazione della borghesia, portano ad un nuovo concetto più funzionale del vivere lo spazio abitativo e nelle dimore prende spazio il salotto. Sedie, poltrone, tavolini e vari oggetti d’arredo quotidiano conquistano il centro delle stanze mostrando anche i loro schienali, che da quel momento dovranno essere quindi perfettamente rifiniti.

Di Mano in Mano, in un’epoca di distanziamenti e isolamento, celebra il luogo che per eccellenza è stato un teatro di incontri, scambi, conversazioni: il salotto. Luogo innanzitutto del ritrovarsi della famiglia, poi luogo deputato alle relazioni sociali, fino a diventare luogo di elaborazione culturale attraverso il ritrovarsi informale di letterati, filosofi, musicisti, artisti nel cerchio degli eleganti divani offerti da affascinanti salonnièries per dibattere o conversare su argomenti legati all’attualità culturale o politica. Spesso nei salotti nacquero linee di pensiero che cambiarono il mondo, arti che lo trasformarono e reti di relazioni che influirono sull’opinione pubblica e culturale. In quella che è stata definita la “civiltà della conversazione”, spesso governata da donne geniali protagoniste in questo ruolo, trovavano il loro habitat ideale gli amanti della cultura e della socialità.

IL PROGRAMMA DELL’EVENTO

Sabato 19 Marzo

11.00 – Il restauratore Giacomo Zucchiatti illustrerà varie tecniche per prendersi cura del mobile

16.00 – Incontro con il perito antiquario Enrico Sala sul mobile dell’Ottocento

17.00 – La libraia Raffaella Acquaviva approfondirà la tematica dei salotti letterari

Domenica 20 Marzo

11.00 – Isa Marini founder di “Look per la tavola” accompagnerà la creazione live di sue mise en place dedicate al pranzo ed alla cena con soluzioni decor, regole di bon ton e curiosità.

16.00 – Isa Marini interpreterà tradizione e regole dell’ora del tè realizzando un suo allestimento creativo.

17.30 – La libraia Raffaella Acquaviva approfondirà la tematica dei salotti letterari

Gli eventi saranno accessibili solo a persone munite di green pass. Nel rispetto delle procedure e della normativa anti Covid vigente gli organizzatori si riserveranno il diritto di contingentare gli ingressi.

Per informazioni aggiuntive rimandiamo al sito internet www.dimanoinmano.it o alla mail info@dimanoinmano.it.

QUANDO DOVE COSA

Dal 18 al 20 Marzo 2022, presso Di Mano in Mano – Viale Espinasse 99 – Milano

Venerdì dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00

Sabato e Domenica dalle 10.00 alle 19.00 orario continuato.

 

Riguardo Di mano in mano

Di mano in manowww.dimanoinmano.it è una Società Cooperativa di lavoro nata nel 1999 in corpo all’esperienza delle Comunità di vita di Villapizzone e Castellazzo, entrambe parti dell’Associazione Mondo di Comunità e Famiglia.

Prendersi cura dell’ambiente in una visione olistica, del suo territorio e della comunità che lo abita: sono i valori imprescindibili che hanno contribuito a costruire negli anni un modello d’impresa unico nel suo genere, prima locale e poi sempre più internazionale.

Oggi Di Mano in Mano è una delle realtà più conosciute ed apprezzate nel recupero e vendita di second-hand. A questo si aggiunge una forte competenza nella valutazione, noleggio e vendita di pezzi di antiquariato e modernariato. Nel 2021 crea la divisione FineArt by Di Mano in Mano che tratta esclusivamente la vendita e l’acquisto di oggetti e arredi antichi, arte e design di grande pregio e valore.

Con una sede a Milano in Viale Espinasse e un distaccamento logistico e operativo di oltre 4000 metri quadrati a Cambiago, la Di Mano in Mano conta oggi circa 90 dipendenti, di cui 60 soci, decine di inserimenti lavorativi all’anno, diverse persone svantaggiate inserite in organico e un totale di quasi 700 borse lavoro erogate in circa 20 anni di attività. Collabora attivamente e costantemente con i Servizi Sociali di Milano, il Ministero di Grazia e Giustizia, le ASL, la Caritas Ambrosiana, e con varie associazioni e comuni del territorio milanese e provincia.

Attraverso il sito principale e una serie di siti satellite, svolge un’intensa attività di e-commerce con consegna in tutto il mondo.

LINK PER FOTO:

https://drive.google.com/drive/folders/1Dau9NgDYOM39810wqftbVDJn4gxam-ex?usp=sharing

 

###

 

Ufficio stampa Di Mano in Mano

Maria Rosa Cirimbelli | ufficiostampa@geodecom.it |

Di Mano in Mano Soc. Coop. Viale Espinasse 99, 20156 Milano |

Immobiliare: sono le donne a decidere l’acquisto della casa

Milano, 7 marzo 2022 – Sono le donne ad avere l’ultima parola nelle scelte che riguardano uno dei progetti più importanti nella vita  familiare, e cioè l’acquisto di una casa.

A decretarlo una ricerca di mercato svolta da Vorrei.it, proptech specializzata nella valutazione immobiliare online, realizzata in occasione della Festa Internazionale della Donna, e incentrata su una specifica domanda:

Chi ha l’ultima parola durante la trattativa di acquisto di una casa?

Il quesito è stato posto, attraverso Facebook, ad un’ampia platea di agenti e consulenti immobiliari che svolgono la professione nella penisola italiana e che ogni giorno hanno stretto contatto con migliaia di acquirenti e venditori.

Dall’analisi è emerso che, per gli agenti e consulenti immobiliari italiani, è la donna ad avere davvero l’ultima parola durante la trattativa di acquisto.

I dati raccolti sembrano proprio confermare che in una coppia che desidera acquistare casa, le donne italiane hanno la decisione finale nell’acquisto o meno di una proprietà.

Il risultato finale del sondaggio parla infatti chiaro: in ben 80 compravendite su 100 la donna ha l’ultima parola sulla trattativa.

Il sondaggio ha mostrato in maniera evidente come la donna determina l’acquisto, ma non solo quando ha il ruolo di compagna o di moglie, ma anche quando è la suocera

Oltre alle donne di casa, dal sondaggio di Vorrei.it, emerge che un’altra figura che spesso condiziona la decisione finale nell’acquisto è il consulente improvvisato di famiglia, rappresentato simpaticamente dal ‘cugino’ tuttologo che si dichiara esperto d’immobiliare, perché nella vita fa il piastrellista o il muratore. 

“Le donne sono più attente ai dettagli della casa e alle esigenze della famiglia rispetto agli uomini che decidono più d’impulso. Difficilmente il compagno o marito prenderà la decisione finale sulla trattativa senza il benestare della donna di casa chiedendole ‘Cosa ne pensi, la prendiamo?’”, spiega Ivan Laffranchi, CEO di Vorrei.it.

Il parere femminile nella scelta della futura casa da acquistare e poi successivamente nella conclusione della trattativa ha quindi un potere decisionale più forte dell’uomo: questo perché appunto la donna risulta essere più attenta ad ogni minimo dettaglio, valutando la proprietà e il contesto dell’abitazione immaginando la propria vita futura al suo interno, in un connubio di emozioni e abilità di pensiero critico.

Vorrei.it è una proptech specializzata in soluzioni per la compravendita ad alto valore tecnologico e attraverso il suo sistema di valutazione online e di simulazione dei costi per l’acquisto di casa supporta proprietari e acquirenti in una scelta consapevole.

Link a infografica: https://www.vorrei.it/media/infografica-8-marzo.pdf

 

 

###

 

Contatti:

info@vorrei.it

 

 

 

Design: le icone dell’arredo in mostra nella “Sfilata seduta”, a Cambiago

Milano, 2 marzo 2022 – Tradizione e innovazione si incontreranno a Cambiago (Milano) il 5 e 6 marzo prossimo, in un evento che metterà in scena l’effervescenza del design italiano tra gli anni ‘50 e ‘70.

Un’occasione imperdibile per trovare, provare e acquistare sedute selezionate con cura da un team di esperti con un’autentica passione per l’arredamento.

Nella “sfilata seduta”, organizzata da Di Mano in Mano, cooperativa di lavoro con una lunga esperienza nel recupero, valutazione, noleggio e vendita di pezzi di antiquariato, modernariato e second-hand, i protagonisti saranno le eccellenze dell’artigianato italiano, come divani, poltrone e sedie iconiche del design.

Una esclusiva selezione di pezzi intramontabili: si va da un classico come la sedia Medea, firmata da Vittorio Nobili, dalla struttura avvolgente ed essenziale, al divano Soriana, rivoluzionario modello dal genio di Afra e Tobia Scarpa per Cassina. Oltre alle firme, non mancano sedute di produzione artigianale di altissima qualità, frutto di un made in Italy che è uno stile di vita.

Gli anni d’oro del design hanno visto una fondamentale sinergia di architetti e manifatture del mobile che ha rivoluzionato l’arredamento portando, nelle case di moltissimi italiani, arredi e sedute innovative.

Oggi le chiamiamo iconiche, sono ancora un simbolo di estetica e funzionalità, e saranno le protagoniste assolute di Sfilata Seduta che andrà in passerella nel negozio Di Mano in Mano di Cambiago.

“Mettetevi comodi e godetevi il tempo per scoprire la cura per i materiali, il saper fare artigiano, l’estetica inconfondibile di queste creazioni senza tempo”, invitano gli organizzatori dell’evento.

DOVE COME E QUANDO

Di Mano in Mano – Via Castellazzo, 8 – Cambiago (MI)

5 e 6 Marzo 2022 dalle ore 10.00 alle 19.00 orario continuato.

Gli eventi saranno accessibili nel rispetto delle procedure e della normativa anti Covid vigente. Gli organizzatori si riserveranno il diritto di contingentare gli ingressi.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito internet www.dimanoinmano.it o tramite la mail  info@dimanoinmano.it.

 

Riguardo Di mano in mano

Di mano in mano (www.dimanoinmano.it) è una Società Cooperativa di lavoro nata nel 1999 in corpo all’esperienza delle comunità di vita di Villapizzone e Castellazzo, entrambe parti dell’Associazione Mondo di Comunità e Famiglia.

Prendersi cura dell’ambiente in una visione olistica, del suo territorio e della comunità che lo abita, della sua storia, dell’arte e della cultura, dei suoi bisogni di opportunità lavorative e formative e delle sue fragilità sociali.

Valori imprescindibili e fondamenta solide che hanno contribuito a costruire negli anni un modello d’impresa prima locale e poi sempre più internazionale. Una lunga esperienza nel recupero, valutazione, noleggio e vendita di pezzi di antiquariato, modernariato e second-hand, dalla fascia premium a quella mainstream, che ha alimentato nel tempo un circuito interminabile di proposte, oggi disponibili sia online sia offline.

Con una sede a Milano in Viale Espinasse e un distaccamento logistico e operativo di oltre 4000 metri quadrati a Cambiago, la Di Mano in Mano conta oggi circa 90 dipendenti, di cui 60 soci, decine di inserimenti lavorativi all’anno, diverse persone svantaggiate inserite in organico e un totale di quasi 700 borse lavoro erogate in circa 20 anni di attività. Collabora attivamente e costantemente con i Servizi Sociali di Milano, il Ministero di Grazia e Giustizia, le ASL, la Caritas Ambrosiana, e con varie associazioni e comuni del territorio milanese e provincia.

Attraverso il sito principale e una serie di siti satellite, svolge un’intensa attività di e-commerce con consegna in tutto il mondo.

 

LINK PER FOTO:

https://drive.google.com/drive/folders/1_x-Ib4wCW63zmzyRh-LmZcPJWPhRZOJ9?usp=sharingù

 

###

 

Ufficio stampa Di Mano in Mano

Maria Rosa Cirimbelli

Email. ufficiostampa@geodecom.it

Tel. + 39 392 9694434

 

 

Exit mobile version