The Best of 2014 – Una Canzone per Papa Francesco

The Best of 2014 – Una Canzone per Papa Francesco, uscirà su tutti i Digital Store del mondo, il 17 dicembre 2014, giorno del compleanno del Santo Padre.

Rete Cattolica presenta alla stampa il nuovo progetto discografico, e sottolinea subito che come organizzazione No Profit, ogni ricavato sarà devoluto per le opere di carità di Papa Francesco.

Il Santo Padre è stato avvertito dell’iniziativa, direttamente da Rete Cattolica.

Anche questa volta Rete Cattolica, affida a don Mauro Manzoni la grafica pastorale del cd, e tutta la promozione stampa, radio e tv al torinese Natale Maroglio.

Il cd contiene i brani migliori del 2014 dedicati al Santo Padre, secondo la direzione artistica di Rete Cattolica, con i vincitori dell’edizione 2013 e 2014 del Festival – Una Canzone per Papa Francesco.

Note Biografiche dei Vincitori:

GIUSEPPE GERACI – Cantautore di Musica Cristiana, Vince il Festival “Una Canzone per Papa Francesco 2013”, con il brano “A Papa Francesco”, scritto con don Rosario Francolino. Vive il suo vero cammino di fede, nella sua parrocchia e diocesi di Palermo. L’album “A Papa Francesco” contiene: Non abbiate paura, dedicato al Beato Giovanni Paolo II, A Papa Francesco, dedicato a Papa Francesco, Inno alla Fede, scritto in occasione dell’anno della fede, Maria Madre di Salvezza, dedicato alla Beata Vergine Maria, L’umile prete chiamato 3P, dedicato al Beato don Giuseppe Puglisi. Con le donazioni ricevute per il cd “Non abbiate paura”, e l’approvazione del Cardinale S.E.R. Salvatore De Giorgi, si sono potuti acquistare numerosi vangeli destinati alle carceri nel territorio dell’Arcidiocesi di Palermo molti dei quali portati personalmente da Giuseppe Geraci.

DARIO BALDAN BEMBO – Vince il Festival “Una Canzone per Papa Francesco 2014”, con il brano “Papa e Papà”, scritto con Franco Romeo. Nel 1971 inizia la sua attività di compositore, scrivendo per Mia Martini brani indimenticabili, come Piccolo Uomo, Minuetto, Donna Sola, per citare i più importanti. Successivamente compone musiche per Mina, Ornella Vanoni, Nicola di Bari, Caterina Caselli. Nel 1974 scrive il brano “Soleado”, che risulta, ancora oggi, una delle musiche più ascoltate al mondo ed interpretato da artisti del calibro di Dean Martin, Shirley Bassey, James Last, ecc. Nel 1979 inizia la collaborazione con Renato Zero, per il quale compone alcuni dei brani fondamentali del suo repertorio, come Amico, Più Su, Spiagge. Nel 1981 partecipa al Festival della Canzone Italiana di Sanremo, con il brano “Tu cosa fai stasera”, ottenendo un lusinghiero 3° posto. Nel 1983 compone con Mike Bongiorno la canzone “Amico è”, che diventerà nel tempo “Inno internazionale dell’Amicizia”.

——————

Rete Cattolica – Ufficio Stampa
Sito web: www.cattolici.eu

Una Canzone per Papa Francesco: Vincono il Festival Dario Baldan Bembo e Franco Romeo

I vincitori con Elisabetta Viviani aspettano di abbracciare Papa Francesco all’udienza speciale del 27 novembre 2014 presso l’aula Paolo VI in Vaticano.

Il brano “Papa e Papà”, scritta da Franco Romeo, musicata e cantata da Dario Baldan Bembo, ha dimostrato di avere una marcia in più. La direzione artistica afferma: “Una grande e meritata vittoria, sancita dagli oltre 60.000 contatti, tra i “mi piace” e le visualizzazioni, come rilevato dall’organizzazione del Festival. Va detto anche che i vincitori hanno tenuto un comportamento esemplare, e ricevono ilPremio Internazionale 2014, ed il PremioVideo Clip 2014: “Adesso comunicheremo direttamente al Santo Padre l’esito del festival, chiedendo la Benedizione Apostolica per i vincitori”.
Ma parliamo dei vincitori del Festival: Franco Romeo e Dario Baldan Bembo. Il primo ha scritto il testo, da molti definito “toccante e significativo”. L’autore ha voluto far emergere, sin dal titolo “Papa e Papà”, la natura umana di Papa Francesco, che appare eccezionale per la sua semplicità, umiltà, generosità e disponibilità ad essere al fianco dei più deboli, come farebbe un padre con i suoi figli.
Dario Baldan Bembo non ha bisogno di presentazioni, essendo uno tra i più noti e apprezzati cantautori e compositori italiani. Vanta successi anche internazionali come “Soleado” o la celeberrima “L’Amico è”, definita “L’inno internazionale dell’amicizia”. I due artisti hanno realizzato assieme, con cura e passione, anche il montaggio delle varie immagini del video. Al successo del brano, hanno contribuito anche il coro dei bambini dell’Accademia “Voice&Art” di Pavia, diretti da Serena Penzo e Pier Volpi.

A questo punto, rivolgiamo qualche domanda ai vincitori.

Come ci si sente a sapere di essere i vincitori di un Festival di musica cristiana?
Dario: E’ una sensazione bellissima, tenuto conto che il genere di musica cristiana, non rientrava nel mio stile o repertorio di compositore. Infatti, all’inizio mi sentivo come bloccato, forse per la grandezza del personaggio, Papa Francesco, al quale sono devotissimo. Poi un bel giorno è arrivata l’ispirazione e la melodia è sgorgata quasi di getto!
Franco: Per me è stata una grande soddisfazione. Sono felice di avere scritto questo testo, diverso da quelli scritti in passato, prevalentemente sigle TV per bambini, come “Il girandolone” o “Bambino mio”, a parte “Ranger Pier” scritta da Riccardo Zara e cantata dal sottoscritto.

In attesa dell’udienza speciale con Papa Francesco del prossimo 27 Novembre 2014, come vi preparate per questo evento?
Franco: Dire che sono emozionato è poco! Chiederò al Santo Padre la Benedizione per tutti, in particolare per la mia famiglia e le persone che mi sono care.
Dario: E’ un sogno che si avvera! Ho sempre desiderato incontrare Papa Francesco e poterlo fare dopo aver cantato un brano dedicato a Lui, mi da una gioia indescrivibile.

Cosa vi aspettate da questa vittoria?
Franco: Sento che faremo delle belle cose, scaturiranno nuove collaborazioni, e ci dedicheremo anche alla solidarietà, quella vera che aiuta i più bisognosi.
Dario: Intanto, il brano nei prossimi giorni sarà disponibile su tutti i digital store del mondo, e farà parte di una compilation di musica cristiana, promossa da Rete Cattolica. Poi, per quanto mi riguarda, grazie a questo brano, avrò un progetto musicale nuovo, fresco e nel quale credo molto. E chissà, che l’ispirazione per questo nuovo filone di musica cristiana, non possa continuare. Naturalmente, il video da domani sarà in onda in diverse tv d’ispirazione cristiana, e non mancheranno ospitate, ed interviste esclusive per diverse testate giornalistiche.

———————–
Rete Cattolica – Ufficio Stampa
Art Director – Antonio Cospito
Sito Web: http://www.cattolici.eu

Una Canzone per Papa Francesco – Le Biografie dei Vincitori 2014

I Brani del festival “Una Canzone per Papa Francesco” – “Un Video per Papa Francesco”, sono stati scelti dalla direzione artistica, (a suo insindacabile giudizio e senza nessuna iscrizione) tra i video pubblicati su YouTube. Le votazioni si chiuderanno il 17 dicembre 2014, (giorno del compleanno di Papa Francesco) vince il brano che ottiene il maggior numero di “Mi Piace”.

DARIO BALDAN BEMBO – Nel 1971 inizia la sua attività di compositore, scrivendo per Mia Martini brani indimenticabili, come Piccolo Uomo, Minuetto, Donna Sola, per citare i più importanti. Successivamente compone musiche per Mina, Ornella Vanoni, Nicola di Bari, Caterina Caselli.
Nel 1974 scrive il brano “Soleado”, che risulta, ancora oggi, una delle musiche più ascoltate al mondo ed interpretato da artisti del calibro di Dean Martin, Shirley Bassey, James Last, ecc.
Nel 1979 inizia la collaborazione con Renato Zero, per il quale compone alcuni dei brani fondamentali del suo repertorio, come Amico, Più Su, Spiagge.
Nel 1981 partecipa al Festival della Canzone Italiana di Sanremo, con il brano “Tu cosa fai stasera”, ottenendo un lusinghiero 3° posto.
Nel 1983 compone con Mike Bongiorno la canzone “Amico è”, che diventerà nel tempo “Inno internazionale dell’Amicizia”. Partecipa al festival “Una Canzone per Papa Francesco 2014” e “Un Video per Papa Francesco 2014” con il brano “Papa e Papà”, dove la direzione artistica assegna il “Premio Internazionale”.

FRANCO ROMEO – Personaggio eclettico del mondo dello spettacolo, dove ha ricoperto diversi ruoli : presentatore, cabarettista, autore di testi e di “format” per spettacoli.
Nel 1970 frequenta a Milano il Centro Sperimentale di Giornalismo ed inizia la sua attività di presentatore arrivando, nel giro di qualche anno, a presentare i più noti personaggi dello spettacolo, come Raffaella Carrà, Al Bano, I Pooh, Riccardo Cocciante, Miguel Bosè, per citarne alcuni.
Nel 2001 pubblica il suo libro d’umorismo “Grani di Riso…”, ottenendo un lusinghiero successo di critica.
Attualmente, assieme ad Elisabetta Viviani (la cantante di “Heidi”) ed al notocompositore Dario Baldan Bembo porta in giro per Piazze e Teatri il “Premio Amico è”, da lui stesso ideato e che si propone di premiare una persona che si sia distinta per un gesto di Amicizia e/o Solidarietà. Partecipa al festival “Una Canzone per Papa Francesco 2014” e “Un Video per Papa Francesco 2014” con il brano “Papa e Papà”, dove la direzione artistica assegna il “Premio Internazionale”.

UMBERTO NAPOLITANO – La musica diventa presto lo scopo e l’attività della sua vita ed il primo successo arriva nel 1966 con la canzone “Chitarre contro la Guerra” che è ricordato come uno dei primi documenti del beat italiano pacifista. Successo bissato l’anno dopo con il brano “Gioventù” finalista a Un disco per l’estate 1967 e con “Il Cammino dio ogni Speranza”, di cui è autore, musica e testo, e cantata da Caterina Caselli e Sonny&Cher al Festival di Sanremo 1967.
Scrive anche per altri artisti e nel suo curriculum troviamo nomi illustri come Carmen Villani, Rita Pavone, Antoine, Ricky Gianco , Rosanna Fratello, Gilda Giuliani, Santino Rocchetti, Mia Martini, Loredana Bertè, I Nuovi Angeli, Nomadi, Ricchi e Poveri, ecc.
Seguono anche una serie di successi come interprete, quali: “Ora il Disco và”, “Oggi Settembre 26”, “Con te non ci stò” (Sanremo 1977), “Come ti chiami”, “Hey Musino”, “Amiamoci” (Festivalbar 1978 ), “Bimba mia” ( Sanremo 1979 ), “Cantando e fischiettando”, “Mille volte ti amo” (Sanremo 1981 ), “Un’Estate d’amore”.
E’ uscito in questi giorni il suo primo film “L’ultima Luna Garda by night”, del quale è autore del soggetto insieme al regista Alberto Moroni e, in esclusiva personale, della stesura della sceneggiatura. Approfittando del web ha pubblicato due singoli, che fanno parte della colonna sonora del film, “Volerò” e “E non permettere più”.
Ora è in promozione anche con un nuovo singolo, “Il Papa dell’umiltà, dedicata alla grande figura di Papa Francesco, che ha incontrato all’udienza generale del 24 settembre 2014. Partecipa al festival “Una Canzone per Papa Francesco 2014” e “Un Video per Papa Francesco 2014” con il brano “Il Papa dell’umiltà”, dove la direzione artistica assegna il “Premio della Critica e Premio Miglior Testo”.

ALFONSO BAIANO – Ha iniziato a scrivere canzoni nel 1997 raccontando le sue storie di fede e di conversione portandole in piazze e Parrocchie. Il 7 maggio del 2000 in occasione dell’anno Giubilare, inaugurò la sua prima missione di Cantautore di Dio partecipando al 1° festival di musica Cristiana ad Oliveto Citra (SA), in occasione del Meeting dei Giovani. All’età di 11 anni iniziò a prendere per alcuni mesi lezioni di pianoforte, ma nel 1992 iniziò a modellare il suo talento. Comprò la sua prima chitarra ed incominciò a prendere le prime lezioni, e a piccoli passi i primi brani.
Da quelle parole iniziò la sua missione facendo parte di un gruppo del Rinnovamento nello Spirito. E’ animatore della musica e del canto nella sua parrocchia da diversi anni. Poi iniziò a dedicarsi con più cura alla missione di cantautore Cristiano per esprimere tutto quello che Lui sentiva dentro di lui.
Ha composto il suo primo Demo nel 2001, che fu ascoltato anche dal noto Cantautore Sacerdote Don Giosy Cento, che gli diede la giusta motivazione nel proseguire la missione di evangelizzare Cristo attraverso la musica. I suoi brani furono subito presenti in diverse Radio di ispirazione Cristiane. Alfonso Baiano, dal 2000 al 2013 evangelizza portando la sua testimonianza di fede, di Amore e di carità in tutta Italia. Partecipa al festival “Una Canzone per Papa Francesco 2014” e “Un Video per Papa Francesco 2014” con il brano “Tu”, dove la direzione artistica assegna il “Premio Evangelizzazione”.

TONINO PUCCIO – Suona dall’età di 9 anni con varie esperienze in tanti gruppi musicali, è un cattolico praticante. Nel 1988 ha partecipato ad Assisi con i Cantautori di Dio, alla manifestazione dove partecipavano molti cantautori cristiani, e i migliori brani venivano incisi dalle Paoline. Negli ultimi tempi con il gruppo parrocchiale, ha messo in scena 2 musical in particolare sulla Beata Cecilia Eusepi. La Chiesa in questa Beata ha trovato i segni di una straordinaria santità nell’ordinario, da ritenere di poterla proporre a modello di perfezione laicale. D’altronde, lei stessa è perfettamente convinta che “la santità non consiste nella grandezza e straordinarietà delle opere, quella santità non è da tutti, ma bensì nel fare tutte le nostre azioni ordinarie, anche minime, allo scopo unico di piacere a Gesù”.
Il primo Musical è la storia di “Cecilia Eusepi”, mentre il secondo Musical è dedicato alla figura straordinaria di Papa Francesco, è include il cd per Francesco, dove il ricavato va in beneficenza in Argentina a padre pepe di Paola. Il titolo: “La notte udite sta per finire ma il giorno non è ancora arrivato”. Partecipa al festival “Una Canzone per Papa Francesco 2014” e “Un Video per Papa Francesco 2014” con il brano “Francesco”, dove la direzione artistica assegna il “Premio YouTube”.

Per votare i vincitori bisogna collegarsi su facebook, le votazioni si chiuderanno il 17 dicembre 2014, vince il brano che ottiene il maggior numero di “Mi Piace”. Ecco i link:

Un Canzone per Papa Francesco 2014
https://www.facebook.com/UnaCanzonePerPapaFrancesco

Un Video per Papa Francesco 2014
https://www.facebook.com/UnVideoperPapaFrancesco

———-
Rete Cattolica – Ufficio Stampa
Art Director – Antonio Cospito
Sito Web: http://www.cattolici.eu

Una Canzone per Papa Francesco 2014: i premi della direzione artistica

I Vincitori 2014 dei Festival on line su Facebook “Una Canzone per Papa Francesco” e “Un Video per Papa Francesco”, saranno proclamati il 17 dicembre 2014, (giorno del compleanno di Papa Francesco) e vince il brano che ottiene il maggior numero di “Mi Piace” dagli utenti Facebook.

Partecipano all’edizione 2014, il brano vincitore dell’edizione 2013 “A Papa Francesco” di Giuseppe Geraci, scritto da Giuseppe Geraci e don Rosario Francolino. Giuseppe Geraci è autore di diversi brani d’ispirazione cristiana, di cui ricordiamo “Non abbiate paura” dedicato a Giovanni Paolo II.

Il brano che riceve il Premio della Critica 2013 “Papa Francesco” del cantautore ligure Angelo Macrì, che si distingue per le sue molte iniziative per scopi umanitari internazionali.

Il brano che riceve il Premio Video Clip 2013 “Come Puoi” cantato da Massimo Ranieri, scritto dal calabrese Maurizio Scicchitano, insieme al fratello don Piero. Il brano in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù Brasile 2013, è stato inciso anche in versione portoghese-brasiliana.

Come già fatto nell’edizione del 2013 la direzione artistica, a suo insindacabile giudizio, assegna i premi ai brani tra tutti i partecipanti al festival sul web.

Nell’edizione 2014 assegna i premi ai seguenti brani:

Premio Internazionale: Papa e Papà di Dario Baldan Bembo
(Cantautore del famoso brano “Amico è” – Inno dell’amicizia)

Premio della Critica: Il Papa dell’umiltà di Umberto Napolitano
(Cantautore famoso per il brano “Bimba Mia” e “Volerò”)

Premio YouTube: Francesco di Tonino Puccio
(Direttore artistico del Musical “La Notte, udite sta per finire..”)

Premio Miglior Testo: Il Papa dell’umiltà di Umberto Napolitano
(Cantautore famoso per il brano “Bimba Mia” e “Volerò”)

Premio Special Bambini: Mi Chiamo Francesco di Frate Francesco
(La prima canzone per bambini e ragazzi dedicata a Papa Francesco)

Premio Evangelizzazione: Tu di Alfonso Baiano
(Cantautore cattolico con maggior serate di evangelizzazione)

Il 17 dicembre 2014 è prevista una serata di evangelizzazione, con la proclamazione dei vincitore 2014 del Festival su Facebook “Una Canzone per Papa Francesco” e “Un Video per Papa Francesco”. In tale serata, è prevista anche la partecipazione di personaggi famosi, che porteranno la loro testimonianza di fede.

—————————-

Rete Cattolica – Ufficio Stampa
Art Director – Antonio Cospito
Sito Web: http://www.cattolici.eu

Una Canzone per Papa Francesco scritta da Dario Baldan Bembo

Su decisione della direzione artistica del festival, come previsto e già fatto nell’edizione del 2013, assegna al brano “Papa e Papà” il Premio Internazionale 2014.

L’amicizia e la stima (reciproca) che lega Dario Baldan Bembo, uno dei più apprezzati cantautori e compositori italiani, al presentatore e umorista Franco Romeo, non solo è in atto da qualche anno, ma la loro collaborazione “produce” delle idee di spettacolo interessanti e, ultimamente, anche una canzone dal titolo “Papa e Papà” (Testo: Franco Romeo – Musica e voce : Dario Baldan Bembo), che partecipa al festival “Una canzone per Papa Francesco”, organizzato sul web da Rete Cattolica. Poichè i due si trovano assieme per rifinire la canzone, cogliamo l’occasione per far loro qualche domanda, simultaneamente: un’intervista a due, non senza aver prima accennato alla straordinaria carriera di Baldan Bembo, ricca di successi musicali e che è cominciata a metà degli anni ’60, quando è stato il tastierista del Clan Celentano, per poi far parte di gruppi importanti come l’Equipe 84 ed aver scritto le musiche di brani indimenticabili, come “Minuetto”, “Donna Sola” e “Piccolo Uomo” portate al successo da Mia Martini. Il suo più noto successo però (anche in termini di vendite) rimane “Amico è”. E’ cosi?

Dario : “E’ vero. Ovviamente, sono molto legato a questo brano uscito nel 1982 e, ancora oggi, richiestissimo e molto eseguito sia in Italia che all’estero. Tuttavia, mi piace ricordare qualche altro mio successo internazionale, come “Aria” o “Soleado, cantati dai più grandi artisti di levatura mondiale”

Franco Romeo annuisce ed anche a lui chiediamo di darci qualche accenno della sua carriera.

Franco : “Mi definisco un… mestierante dello spettacolo, nel senso che in quasi 40 anni di carriera, ho fatto un po’ di tutto : presentatore, cabarettista, autore di testi e di spettacoli, umorista con pubblicazione di due libri e con un terzo in uscita per Natale…(L’altra Realtà – Altro Mondo Editore di Vicenza). Infine, canticchio…Ma questo lo dico sottovoce, perché vicino ad uno come Baldan Bembo…

A proposito, come vi siete conosciuti?

Franco : “E’ stato diversi anni fa, durante uno spettacolo sui mitici anni ’60. Mi aveva colpito, oltre che per la sua bravura e professionalità , per la sua disponibilità, al punto da incoraggiarmi a proporgli di fare da protagonista ad una mia idea di spettacolo sull’Amicizia, il Premio Amico è, che prende spunto dalla sua notissima e omonima canzone.

Chiediamo a Dario di parlarci brevemente di questo spettacolo.

Dario : “Franco ha avuto un’idea semplice quanto efficace. Durante le serate di spettacolo, assegniamo un trofeo ad hoc, ad una persona che si sia distinta per un gesto di amicizia o solidarietà. Ricordiamo che con noi c’è anche Elisabetta Viviani”, in veste di Madrina.

E veniamo al festival sul web “Una Canzone per Papa Francesco”, che vi vede tra i partecipanti. Com’è nata l’idea di partecipare?

Franco : “Ho saputo di questo festival dal sito ufficiale di Rete Cattolica e articoli sul web. Ho deciso di partecipare, ed a chi, meglio di Baldan Bembo, potevo rivolgermi?! Ed eccoci quì, con questo brano che si intitola “Papa e Papà”. Scrivendo il testo, mi sono voluto soffermare sulla natura umana di questo Papa, che incarna e rappresenta gli umili, i deboli e, che ce ne fosse bisogno, sarebbe sempre al nostro fianco, come farebbe un buon papà…”

Chiediamo a Dario se è stato complicato scrivere la musica.

Dario : “Solo per i molteplici impegni di questo periodo…Ma Franco mi ha, come dire, marcato stretto e così, dopo qualche settimana, la musica è sgorgata con soddisfazione reciproca. E poi, anch’io voglio dire che stimo particolarmente Papa Francesco e scrivere un brano per lui, al di la dell’esito del festival, mi ha fatto particolarmente piacere!”.

Ricordiamo che il brano “Papa e papà” su può già votare on line collegandosi al sito ufficiale di Rete Cattolica ( www.cattolici.eu).

Curiosità:
– Per la canzone “Amico è” è citato anche da Caparezza nel brano Fuori da tunnel nel verso: “[…] per esempio, non mi stempio per un tempio del divertimento essendo amico di Baldan Bembo, sono «un silenzio che può diventare musica» se rimo sghembo su qualsiasi tempo che sfrequenzo [..]”.
– Una giovanissima Celine Dion all’età di 13 anni ha inciso la versione francese di Dolce Fiore (L’amour viendra) nell’album La voix du Bon Dieu e a 16 anni ha inciso la versione francese di L’amico è (Hymne à l’amitié) nell’album Les oiseaux du bonheur.

———————-
Rete Cattolica – Ufficio Stampa
Art Director – Antonio Cospito
Sito Web: http://www.cattolici.eu

Una Canzone per Papa Francesco diventa compiltation ed esce su tutti i digital store

La compilation è stata fortemente voluta, dal direttore artistico di Rete Cattolica, perché voleva La compilation è stata fortemente voluta, dal direttore artistico di Rete Cattolica, perché voleva valorizzare come meritano alcuni brani dedicati a Papa Francesco. Ogni incasso della compilation sarà devoluto per la Campagna di Solidarietà, per aiutare le persone bisognose e in difficoltà.

La grafica pastorale è curata da Don Mauro Manzoni, e i video su YouTube dal torinese Natale Maroglio.

Tra gli autori nella compilation troviamo:

Giuseppe Geraci: Siciliano, è il vincitore dell’edizione 2013 del Festival Nazionale sul Web di Musica Cristiana “Una Canzone per Papa Francesco”. Il brano presente sulla compilation è “A Papa Francesco”, scritta da don Rosario Francolino e Giuseppe Geraci. Il Cantautore aveva già spopolato sul web, con il brano “Non abbiate Paura”, dedicato a San Giovanni Paolo II. Con le donazioni del cd “Non Abbiate Paura”, con l’approvazione dell’allora Cardinale di Palermo S.E.R. Salvatore De Giorgi, si sono potuti acquistare numerosi vangeli destinati alle carceri nel territorio dell’Arcidiocesi di Palermo molti dei quali portati direttamente dal Cantautore. E’ importante sottolineare, che il cantautore siciliano è spesso impegnato in parrocchia e nel volontariato, organizzando anche serate di evangelizzazione per la diffusione della Parola di Dio. Ogni suo brano è stato consegnato direttamente a Papa Francesco, e vengono cantati in diverse occasioni ecclesiali in tutta italia.

Umberto Napolitano: Bresciano, è il vincitore del Premio della Critica e Miglior Testo dell’edizione 2014 del Festival Nazionale sul Web di Musica Cristiana “Una Canzone per Papa Francesco”. Naturalmente, i premi sono assegnati dalla direzione artistica di Rete Cattolica come previsto, mentre il vincitore sarà proclamato il 17 dicembre 2014 in base alle votazioni on line sul sito ufficiale. Il brano presente sulla compilation è “Il Papa dell’umiltà”, scritto nell’aprile del 2013 ma pubblicizzato solo in questi giorni. E’ importante sottolineare che il cantautore bresciano, riceve la Benedizione Apostolica di Papa Francesco, il 24 settembre 2014 sarà dal Santo Padre per l’Udienza Generale in Vaticano, e il 18 ottobre 2014 sarà al Live at Moon Theater di Londra. Occasione importante per far riascoltare dal vivo agli italiani a Londra, tutti i successi di cinquant’anni di brillante carriera artistica.

Il 17 dicembre 2014 è prevista una serata di evangelizzazione, con proclamazione del vincitore 2014 del Festival Nazionale sul Web di Musica Cristiana “Una Canzone per Papa Francesco”, Premio Video 2014, e Premio Internazionale 2014. In tale serata, è prevista anche la partecipazione di personaggi famosi, che porteranno la loro testimonianza di fede.

———————————–
Rete Cattolica – Ufficio Stampa
Art Director – Antonio Cospito
Sito Web: http://www.cattolici.eu

La Canzone per Papa Francesco di Umberto Napolitano si candida Inno Ufficiale al GMG 2015

La grafica pastorale del cd è di Don Mauro Manzoni, e i video pubblicati su YouTube sono del torinese Natale Maroglio.

Il Papa dell’umiltà di Umberto Napolitano è sui digital store di tutto il mondo. Il brano è stato scritto nell’aprile del 2013, ma per decisione dell’autore viene divulgato solo oggi. Una scelta sofferta, ma sicuramente coerente alla stessa spiritualità dell’autore, che vuole dar gloria a Dio per il dono di Papa Francesco. In alcun modo l’autore voleva far apparire uno sfruttamento dell’immagine del Santo Padre, come alcuni artisti hanno ampiamente già fatto, raccogliendo frutti poco edificanti. Raccogliamo dal cantautore Umberto Napolitano, le dichiarazione sul progetto: “Non credo che sarò mai in grado di ringraziare abbastanza il Signore, per il grande dono che mi ha concesso, dopo cinquant’anni di carriera di cantante e autore vissuta con fortuna alterna ma sempre con fede, onestà e coerenza inalterate. Quando il progetto mi è stato proposto il mio cuore ha avuto un tonfo: “ma è tutto vero, proprio io? “. Sì, era tutto vero e mi si stava offrendo l’opportunità di contribuire in prima persona dando la voce per narrare ed inneggiare alla figura di un uomo che sicuramente resterà l’emblema e la spinta innovatrice chiave, attraverso l’amore, dell’intera umanità appena affacciatasi sul terzo millennio: Papa Francesco.

“Il Papa dell’umiltà” un titolo semplice e nel contempo roboante per il messaggio contenuto in solo due parole: “Papa”, massimo esponente cristiano, anello di congiunzione tra terra e Cielo, e “Umiltà”, ultimo dei termini per risonanza ma primo per importanza per chi intende dare un senso alla propria vita e completarne il cammino verso Dio. Queste due parole riassumono in un attimo e rendono ancor più comprensibile al mondo, la figura di Papa Francesco che di Gesù non è il tronfio esponente ma l’umile servo al nostro servizio. E allora anch’io, cercando di prendere esempio, con umiltà, impegno e gioia mi sono immerso nel progetto che mi è stato prospettato e messo a disposizione, per cercare di portarlo a termine nel modo migliore.

Ho raggruppato gli amici, ho condiviso con loro l’opportunità e chi ha compreso mi ha affiancato: Graziano Fanelli, DJ ed anima di Radio Studio Più, è l’arrangiatore che smanetta con l’abilità di un pilota di Formula Uno. Con lui ho realizzato e prodotto anche ” Volerò “, brano che mi sta ripresentando in modo degno alla ribalta nazionale ed internazionale dopo più di vent’anni di assenza, per mia scelta, dal mondo musicale. Alex Albiero, valente e raffinato chitarrista, che insieme a me ha suonato con amore e in modo eccelso la chitarra acustica che fa da tema ritmico conduttore del brano di Papa Francesco. La Corale Parrocchiale Sant’Angela Merici di Desenzano del Garda con il M° Serafino Curotti, donando al progetto quel tocco di classe e sublimità. Il ricavato del brano sarà devoluto a favore della “Campagna di Solidarietà” di Rete Cattolica, per un’aiuto concreto ai bisognosi.

————————————–

Rete Cattolica – Ufficio Stampa
Art Director Antonio Cospito
http://www.cattolici.eu

Don Mauro Manzoni realizza la grafica del cd per Papa Francesco di Umberto Napolitano

don Mauro Manzoni

Il sacerdote toscano, da moltissimi anni si dedica alla diffusione della parola di Dio sul web, tramite grafica pastorale

Don Mauro Manzoni del 1942, toscano di Piancastagnaio (SI), ordinato sacerdote da 44 anni, ha passato i primi 20 anni di sacerdozio nel Centro professionale “Salotti” di Montefiascone a fianco di numerosi giovani studenti-lavoratori. Nel 1988 fino al 2000 fu chiamato come Segretario particolare per i vescovi Tagliaferri e Chiarinelli della diocesi di Viterbo. Attualmente è parroco della parrocchia Ss.Valentino e Ilario in Viterbo e parroco di Roccalvecce e S.Angelo, frazioni di VT. Collabora con il direttore artistico di Rete Cattolica, ormai da diversi anni, ricevendo sempre maggiori consensi sul web.

Cosa ne pensa dei social network?
Ormai sono diventati “cultura”, della quale sembra non possiamo più farne a meno. Accessibili e usufruibili da tutti, permettono di creare, gestire ed estendere una fitta rete di contatti. E’ una risorsa positiva, se gestita con criteri di saggezza, con principi di equilibrio e regole di comportamento prudenti e accorte. Se interviene la stupidità superficiale e frivola e l’imprudenza irriflessiva e incosciente, può essere pericolosa e rischiosa.

Grafica Pastorale quando nasce, e perché?
Il Portale di Grafica Pastorale nasce ufficialmente il 30/05/2005 con la richiesta della prima iscrizione al servizio gratuito (oggi la comunità degli iscritti ha raggiunto quota 37.400, con circa 11.000.000 di pagine viste e oltre 2.200.000 lavori prelevati). Il portale inizialmente è nato con lo scopo di annunciare la Parola di Dio attraverso le immagini (da qui il nome di Grafica Pastorale), e aiutare gli operatori pastorali, soprattutto i catechisti, in questo importante compito di evangelizzazione. C’è stata poi l’estensione del concetto di “grafica” ad altri strumenti mediatici, come i video, gli MP3, gli slideshow, l’uso dei social network e delle piattaforme web.

Qual’è il suo parere sulla vincitrice di The Voice of Italy, Suor Cristina?
Certo che sì. E’ una strada, anche se non nuova, per testimoniare la propria fede, purché questo non avvenga per ricercare solo l’applauso, l’incenso, le luci, perché i doni che il Signore ci concede devono essere usati per aiutare gli altri sulla strada della ricerca di Dio e non di noi stessi e della nostra persona.

Ha mai incontrato Papa Francesco? Come vede il Pontefice?
Purtroppo non ho incontrato ancora il Santo Padre, se non in una udienza generale. Lo considero uomo di Dio che ricerca l’osso duro, scartando tutto ciò che impedisce di vedere l’essenziale dell’insegnamento di Cristo.

Perché Video Pensieri e Video Preghiere?
Come dicevo sopra, si è ampliato il concetto di “grafica”. Video Pensieri e Video Preghiere sono sezioni con un nuovo portale specifico (www.videograficapastorale.it) e utilizzando anche i social network e le piattaforme web. Mi sembra di proporre qualcosa che entra più intensamente nella coscienza delle persone, li faccia più partecipi e impegni di più “l’anima” di chi vede e ascolta.

Progetti futuri?
Avere per Grafica Pastorale una WebTV di spessore, completa e interattiva.

———————————-

Rete Cattolica – Ufficio Stampa
Art Director – Antonio Cospito
Sito Web: http://www.cattolici.eu

 

Umberto Napolitano firma Una Canzone per Papa Francesco

Il brano “Il Papa dell’Umiltà”, da settembre sarà su tutti i Digital Store, YouTube, e ogni ricavato sarà devoluto in beneficenza.

Umberto Napolitano, nato a Brescia nel 1947, si trasferisce con la famiglia a Torino, dove inizia a studiare musica con il maestro Adriano De Grandis; nel frattempo inizia a comporre le prime canzoni, e fa il suo debutto come cantante nel primo cabaret di Milano, il vecchio Nebbia Club di Franco Nebbia, a metà degli anni ’60.
Ottenuto un contratto con la Vedette, dopo un primo 45 giri pubblicato nel 1964 con un brano scritto da Gian Pieretti, la sua vera carriera di cantautore inizia nel 1966 con la canzone di protesta Chitarre contro la guerra, incisa anche da Carmen Villani; l’anno seguente partecipa al Festival di Sanremo come autore, con Il cammino di ogni speranza, proposta da Caterina Caselli e Sonny & Cher, e ad Un Disco per l’estate come interprete di Gioventù, che ottiene anch’essa un buon successo di vendite.
Nel 1969, con A Laura, è finalista del programma televisivo Settevoci, presentato da Pippo Baudo.
Le prime incisioni le realizza usando il solo nome di battesimo, Umberto.
Negli anni seguenti si dedica soprattutto alla carriera di autore: ricordiamo Senza discutere per I Nomadi e Meglio libera per Loredana Bertè.
Riprende a metà anni settanta l’attività di cantante, e partecipa alla Mostra Internazionale di Musica Leggera nel 1976 con Oggi settembre 26, e al Festival di Sanremo tre volte: nel 1977 con Con te ci sto, nel 1979 con Bimba mia e nel 1981 con Mille volte ti amo.
Con Amiamoci partecipa al Festivalbar 1978.
Il suo maggior successo di vendite si ha nel 1977 con Come ti chiami, canzone trasmessa spesso dalle radio libere, che era impostato con un dialogo fra il cantante ed una ragazza (Come ti chiami? – Antonella – Che bel nome, io Paolo); a volte scherzosamente il disco veniva trasmesso a velocità 33 giri invece di 45, ed il dialogo si trasformava in maniera divertente. La canzone è stata ripresa nel 2007 dallo Zoo di 105.
Dal 1982 al 1989 ci fu un rallentamento dell’attività artistica. Nel 1989 uscì l’album Al mio caro pianeta terra… dieci piccole grandi storie, inciso per l’etichetta Nar. Nel 1998 è uscita una sua raccolta di successi reinterpretati, pubblicato dalla DvMore. Il suo album di maggior successo è stato Giro di do – Una canzone d’amore per ogni innamorato, del 1977.
Nel 2012 Umberto Napolitano torna alla ribalta dopo ben 22 anni di assenza dal mondo musicale. Per questo importante avvenimento, pur avendo ricevuto inviti da ogni parte, anche dalla Rai, Umberto sceglie di riproporsi attraverso il programma musicale “MilleVoci” di Gianni Turco, con il nuovo brano dal titolo “Volerò”. Umberto scrive sul web: ”Volerò” è un brano dedicato a valori che si sono persi nel tempo, specialmente in tutti quei giovani “ di un’isola e di un giorno “ ( la famosa Isola di Wight di una canzone ) che sognavano di cambiare il mondo e che ora questo mondo guidano con molti scheletri nell’armadio, dimentichi di tante buone intenzioni. “Volerò“ è un invito a guardarsi dentro, a ritrovare quelle speranze e quei valori capendo ” la differenza tra chi ama e … un’anima senza “.

Il 18 ottobre 2014 si esibirà a “Live at Moon Theater” di Londra, dove la ciliegina sulla torta sarà proprio la canzone dedicata a Papa Francesco, che per la prima volta sarà cantata a livello internazionale. Qualche sera fa, è stato anche personaggio misterioso su Rai Uno a “Thechetechete”, evidentemente qualche autore della Rai ha colto l’occasione per ripresentarlo dopo il successo di “Volerò”.

Monsignor Peter B. Wells, della Segreteria di Stato Vaticana, sottoscrive e invia la Benedizione Apostolica di Papa Francesco. La copertina del cd è curata da Don Mauro Manzoni (curatore di Grafica Pastorale), mentre il video dal torinese Natale Maroglio (Distintivo in Oro con Rubino per 75 donazioni di sangue, e già Ministro Straordinario della Comunione agli ammalati).

Il brano “Il Papa dell’Umiltà” partecipa al Festival Nazionale di Musica Cristiana sul web organizzato da Rete Cattolica, come previsto dalla direzione artistica seguita dal Dehoniano Orante Antonio Cospito, assegna al brano il “Premio della Critica 2014” e il “Premio Miglior Testo 2014”. Mentre il vincitore del Festival “Una Canzone per papa Francesco”, sarà proclamato in base ai voti degli utenti (www.cattolici.eu) il 17 dicembre 2014, proprio in occasione del compleanno del Santo Padre.

Ci parla un po’ del progetto?
Più che un progetto, lo definirei un evento eccezionale verificatosi in un momento particolare e fortunato della mia vita che mi permette di esprimere, attraverso una canzone, un pensiero ed un omaggio ad un uomo che, benché la rilevanza del suo ruolo, lo stesso esalta con una serie di azioni e comportamenti che mai come ora ci permettono di rafforzare il filo della fede che ci unisce dalla terra al nostro Creatore Dio, esaltato non solo nelle parole, ma soprattutto nei fatti in conseguenza di una serie di azioni che Papa Francesco quotidianamente ci dona in umiltà. La via verso l’amore e la solidarietà non solo indicata, ma percorsa insieme a noi.

Cosa significa per lei ricevere la Benedizione Apostolica di Papa Francesco?
Uno stupore genuino ed una gioia immensa che mi hanno confermano la vicinanza e continua attenzione di Papa Francesco a chiunque si rivolga a lui con amore e rispetto per aiutarci a diffondere e a rafforzare insieme la fede e la speranza in un mondo migliore e cristiano.

E’ previsto l’incontro con Papa Francesco il 24 settembre all’Udienza Generale, come vive tutto questo?
In modo sereno, perché so che mi troverò di fronte ad un uomo semplice che saprà mettermi a mio agio con un sorriso e donarmi una carezza se avvertirà in me anche solo l’ombra di una sofferenza … quella carezza che ormai sta diventando il simbolo del suo apostolato,

Come mai ha inserito il Rap nella sua canzone?
Perché trovo che sia il modo più semplice per porre l’attenzione sul vero messaggio che la canzone sta tentando di esprimere: un discorso, una breve lettera contenente la preghiera delle nostre aspettative diretta all’uomo e al Ministro di Dio, affinché questi ne sia il tramite e postino per una consegna diretta al suo Destinatario.

Perché nel video non ha voluto mettere la sua immagine?
Perché l’interprete non rappresenta il quadro, ma solo la cornice di un’opera ispirata e realizzata per esaltare la figura e l’operato di un uomo di Dio al servizio dell’intera umanità. Quindi qualsiasi altra immagine che non sia quella di Papa Francesco non aggiungerebbe nulla, anzi molto toglierebbe.

Come vede il Premio della Critica 2014 e il Premio Miglior Testo 2014 al festival nazionale sul web di musica cristiana, già assegnato prima del 17 dicembre?
Un onore ed un piacere inaspettati. Premio che condivido con gioia con tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione della canzone e video.

Cosa si aspetta da questo progetto?
Mi riaffaccio sul mondo musicale dopo più di un ventennio di assenza dovuta ad una scelta da me effettuata in un momento particolare della mia vita. La mia speranza è quella di tornare nuovamente a rivolgermi ad una vasto pubblico, specialmente quello dei giovani, per tornare a colloquiare ed interagire, provare a riaprire con l’aiuto della musica tulle quelle porte da troppi tempo chiuse alla speranza, per riaffermare in ogni momento che solo attraverso l’amore, non usato come slogan, ma nel vero senso del suo significato solidale ed affettivo, l’uomo possa sopravvivere ed evolversi in un mondo dove la globalizzazione ne ha accentuato difetti e carenze; quindi l’Amore con la A maiuscola, quello che Gesù ci ha insegnato e donato in cambio della sua stessa vita.

A proposito, è stato personaggio misterioso nel programma serale di Rai Uno Thechetechete, ce ne parla?
Anche questa per me è stata una piacevole sorpresa. Dopo tanta assenza dal palcoscenico musicale mi sono ripresentato al grande pubblico, solo sfruttando il web, con un nuovo brano dal titolo “ Volerò “. Canzone che è stata bene accolta facendomi riscoprire dal mio vecchio pubblico e riproporre a quello nuovo. Evidentemente è arrivata anche a qualche autore della Rai che ha colto l’occasione per ripresentarmi. Pur non essendo più un ragazzino, energia e creatività sono rimaste intatte in me. Mi rimetto a disposizione di chiunque voglia seguirmi ed ascoltarmi, anche grazie all’attenzione e apporto promozionale che mi sta offrendo Rete Cattolica e, perché no, anche e, soprattutto, grazie al supporto della fraterna benedizione del nostro amato ed ennesimo dono di Dio, Papa Francesco.

Il brano e il video “Il Papa dell’Umiltà” di Umberto Napolitano, a settembre sarà presentato in esclusiva nazionale sul web da Rete Cattolica.

——————————–
Rete Cattolica – Ufficio Stampa
Art Director – Antonio Cospito
Sito Web: http://www.cattolici.eu

Exit mobile version