Terrorismo: la privacy informatica è più importante della lotta al terrore?

Lotta al terrorismo e privacy informatica: quale delle due la più importante?

Roma, 27 marzo 2017 – La piattaforma di dibattito Proversi.it pubblica oggi un testo di approfondimento su un argomento di grande attualità, il rapporto tra lotta al terrorismo e privacy informatica. I recenti tragici avvenimenti riconducibili al fenomeno del terrorismo di matrice jihadista, verificatisi in Europa a partire dal 2014, hanno portato il governo italiano a reagire di conseguenza e a dotarsi degli strumenti e delle tecniche necessarie a prevenire qualunque tipo di minaccia sul proprio territorio.

Tra le strategie di prevenzione il primo posto è occupato dalla proposta di intensificare gli strumenti di intelligence, al momento troppo limitati e poco coordinati su tutto il territorio nazionale.

Attraverso un impiego massiccio delle intercettazioni, sia tradizionali che telematiche, il governo ha proposto di combattere le minacce di terrorismo e prevenire eventuali stragi rivendicabili dallo Stato Islamico.

L’utilizzo di strumenti sofisticati di intercettazione non è tuttavia assecondato da una parte dell’opinione pubblica e da diversi esperti di diritto dell’informatica, i quali ritengono che la lotta al terrorismo non debba assolutamente prevalere sulla privacy informatica.

Il dibattito si divide tra autori che sostengono un ampio utilizzo di metodi di intercettazione anche se a discapito della privacy e dei diritti alla riservatezza e autori che invece difendono tali diritti e non ritengono la minaccia di terrorismo un motivo evidente per intensificare i controlli su tutta la popolazione.

Alcuni aspetti come l’emendamento della legge antiterrorismo e la questione dello spyware di Stato hanno contribuito ad accrescere il dibattito attorno a questa tematica.

Per approfondimenti leggere la discussione alla pagina http://www.proversi.it/discussioni/pro-contro/138-la-lotta-al-terrorismo-deve-prevalere-sulla-privacy-informatica, seguire la Pagina Facebook all’indirizzo https://www.facebook.com/iproversiProfilo e il profilo Twitter al link https://twitter.com/iproversi.

 

 

###

 

Contatti stampa:

Per info: info@proversi.it

Tel. Redazione Pro\Versi: 085-83698138

 

 

 

 

 

 

 

Tag: terrorismo e privacy

Per la Festa del Papà checkup gratuito della prostata a Roma

Roma, 16 marzo 2017 – Domenica 19 marzo, in occasione della Festa del Papà, tutti i papà di Roma riceveranno gratuitamente uno screening preventivo del tumore alla prostata.

Il checkup è offerto dallo storico centro diagnostico romano Altamedica Artemisia che dedica il giorno di festa alla prevenzione del cancro alla prostata, eseguendo un’analisi del PSA (Antigene Prostatico Specifico) totale e libero, con calcolo del rapporto fPSA/tPSA.

Questi indici sono di importanza fondamentale per una diagnosi precoce, l’esame dunque è consigliabile a tutti gli uomini a partire dai 40 anni di età.

Proprio quest’ultima è uno dei principali fattori di rischio: le possibilità di contrarre il tumore sono scarse prima dei 40 anni, ma aumentano sensibilmente dopo i 50, arrivando al loro apice oltre i 65.

Quello che molti non sanno è che questa patologia è spesso asintomatica, ed in alcuni casi  risulta difficile accorgersene, basti pensare che recenti studi hanno dimostrato che circa il 70% degli uomini oltre gli 80 anni ne è colpito.

Il tumore della prostata quindi, anche se raramente ha esiti nefasti, è molto diffuso nella popolazione maschile, rappresentando circa il 15% di tutti i tumori diagnosticati nell’uomo.

Le stime relative all’anno 2015, parlano di 35.000 nuovi casi l’anno in Italia: i dati dimostrano che 1 uomo su 8, nel corso della propria vita, ha la probabilità di ammalarsi di questo tumore (fonte dati www.airc.it).

Proprio per questi motivi, e per il fatto che sono gli uomini spesso i meno attenti alla prevenzione, Altamedica Artemisia sceglie di sensibilizzare proprio questa categoria facendogli un regalo importante in un giorno speciale, ricordando loro che rimanere in salute è un dovere nei confronti di sé stessi e dei propri figli.

I prelievi verranno effettuati presso la sede di Viale Liegi, 45 00198 Roma dalle ore 8:15 alle ore 12:00 senza necessità di prenotazione.

Per ulteriori informazioni sul checkup gratuito scrivere alla mail info@artemisia.it o chiamare lo 06 8505.

 

###

 

Checkup gratuito della prostata a Roma grazie ad Altamedica
Checkup gratuito della prostata per tutti i papà a Roma

Check-up al femminile: una buona abitudine che dovrebbe durare una vita

Il dottor Pietro Martinelli medico bresciano odontoiatra suggerisce gli esami a cui sottoporsi una volta l’anno, in assenza di sintomi e secondo l’età della donna.

Milano, 16 dicembre 2016 – “Non ho alcun sintomo, sto bene: perché dovrei fare dei controlli? Dai dottori meno ci vado e meglio è…” Sbagliato! Molte volte è proprio in assenza di sintomi che la diagnosi e la terapia si rivelano più efficaci.

Una vita sana è una vita da conservare; per questo, consiglia il dottor Martinelli, è assolutamente buona regola effettuare dei controlli periodici sul proprio stato di salute:

Questi consigli di check-up – o, in lingua italiana, suggerimenti di controlli strumentali – sono rivolti a tutte le ragazze e a tutte le signore che fortunatamente non presentano sintomi e si ritengono sane (e spero che lo siano). Non riguardano quindi le indagini che si devono effettuare qualora si presentino dei disturbi”.

Iniziamo dal periodo post adolescenziale. Dottor Martinelli, che cosa dovrebbe controllare una ragazza di 16-20 anni?

Nell’età della tarda adolescenza gli anni del primo ciclo mestruale sono ormai alle spalle e spesso si iniziano ad avere i primi rapporti sessuali. Sorgono le prime domande in campo medico: “Pillola sì o no? Quali sono le indicazioni per l’assunzione dei farmaci anticoncezionali estro-progestinici?”

E’ di norma sufficiente ascoltare i consigli del ginecologo e, solo nel caso di storia famigliare con precedenti di trombosi e di embolia, si procede ad effettuare ulteriori esami sulla coagulabilità del sangue.

Altri esami periodici sicuramente utili sono:

  • Visita ginecologica con Pap test: dopo che si è iniziata l’attività sessuale. E’ il test di screening in grado di identificare precocemente il carcinoma al collo dell’utero.
  • Emocromo completo: se l’ematocrito e/o l’emoglobina risultano inferiori alla norma (per esempio a causa di un ciclo mestruale abbondante e protratto) è meglio esaminare i valori del ferro e della siderei.
  • Esame della funzionalità tiroidea: la tiroide è considerata un organo di stress, la sua funzione si riduce o si esalta dopo traumi o forti stimoli di ansia. L’adolescenza e la prima giovinezza sono un periodo privilegiato di stress da esami, problemi sentimentali, competizioni ecc.
  • Esame delle urine.
  • Controllo del peso totale e analisi della massa grassa (con un’eventuale modifica del regime alimentare).

E nella fascia di età successiva?

La fascia di età tra i 25 e i 40 anni coincide spesso con il matrimonio e la prima gravidanza. Si intensificano quindi naturalmente le visite con il ginecologo e il medico di base.

Gli esami consigliati sono in questo caso:

  • Pap test ed emocromo completo.
  • Vaccinazione antirosolia: se da bambine non si è state vaccinate oppure se gli anticorpi antirosolia sono assenti.
  • Screening per la talassemia minor: per monitorare i valori e le eventuali anomalie dell’emoglobina.
  • Esame delle urine.
  • Controllo del peso e della massa grassa.

Sopra i 40 anni inizia per la salute femminile un periodo delicato…Come affrontarlo?

Certamente i 40 anni rappresentano un periodo particolare nella vita della donna: compaiono infatti primi segnali del climaterio come irrequietezza, presenza di piccole perdite ematiche fra una mestruazione e l’altra (spotting), si hanno prime vampate di calore ed il ciclo mestruale può diventare irregolare.

La copertura degli ormoni femminili inizia a declinare; si alzano i livelli di colesterolo ed aumenta il rischio di trombosi, le gambe sono spesso gonfie, si presentano le prime varici e capillari rotti…

E’ quanto mai necessario tenere sotto controllo i cosiddetti fattori di rischio cardiovascolare come l’eccesso di peso, l’iperglicemia, il fumo, la sedentarietà.

L’elenco dei test da effettuare è il seguente:

  • Emocromo completo – sideremia – glicemia – azotemia – creatininemia – uricemia – funzionalità epatica – assetto lipidico (colesterolo, trigliceridi, HDL, LDL).
  • Esame delle urine.
  • Controllo della pressione arteriosa.
  • Visita ginecologica e Pap test.
  • Ecografia e/o mammografia mammaria per lo screening del tumore del seno.
  • Esame ecografia delle vene degli arti inferiori.
  • Controllo del peso e della massa grassa (con eventuale modifica del regime alimentare).
  • Se la donna è fumatrice RX Torace.

E come affrontare in salute i 50 anni?

E’ il tempo del climaterio. A volte alcuni disturbi diminuiscono o cessano (per esempio la cefalea collegata al ciclo mestruale), mentre ne insorgono altri. Una valutazione del tessuto osseo è quanto mai utile: non più sostenuta dagli ormoni femminili la compattezza delle ossa entra infatti in crisi e si può presentare una rarefazione del tessuto osseo meglio conosciuta come osteoporosi. Aumenta il rischio di fratture e di conseguenti embolie. Meglio sottoporsi alla Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC), una tecnica diagnostica utilizzata per valutare la mineralizzazione delle ossa o alla densimetria ossea.

L’elenco dei test generali da effettuare è il seguente:

  • Emocromo completo – sideremia – glicemia – azotemia – creatininemia – uricemia – funzionalità epatica – assetto lipidico (colesterolo, trigliceridi, HDL, LDL).
  • Ecografia e/o mammografia mammaria per lo screening del tumore del seno.
  • Esame ecografia delle vene degli arti inferiori.
  • Ecografia pelvica.
  • Controllo del peso e della massa grassa.

Inoltre, se la persona continua a fumare è utile una radiografia al torace, mentre se la glicemia è su valori alti e la pressione è oltre la norma, è bene sottoporsi a un elettrocardiogramma ed eventuale ecodoppler delle carotidi per scongiurare malattie cardiovascolari.

Oltre i 60 anni. Come si vive bene la terza età da un punto di vista medico?

Gli esami di laboratorio sono i medesimi del periodo precedente.

E’ però raccomandabile aggiungere una visita periodica dall’ortopedico per valutare la deambulazione con speciale riguardo alla funzionalità dell’anca e della testa del femore. Gli esami a cui sottoporsi sono quindi:

  • radiografia della colonna e del bacino con visita ortopedica
  • esame neurologico.

Con maggior frequenza poi è bene effettuare un esame della pressione arteriosa ed un elettrocardiogramma.

 

Chi è il Dr. Pietro Martinelli

Pietro Martinelli é laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Milano e specialista in odontostomatologia.
Ha conseguito un master quadriennale dell’International Academy of Esthetic Medicine (IAEM).
Ha conseguito un master universitario di II livello in Medicina Estetica (Parma).
Socio sostenitore della Società Italiana di Medicina e Chirurgia Non Ablativa.
Membro dell’Associazione Italiana Terapia Estetica Botulino (AITEB).
Utilizzatore accreditato di F.EL.C. (Flusso Elettroni Convogliato).
Perfezionato in agopuntura all’Università degli Studi di Milano e iscritto al n°140 del Registro degli esperti in agopuntura presso l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

 

 

###

 

Il Dr. Pietro Martinelli

 

L’AIRC incontra gli studenti dell’Ist. Sup. “Luigi Costanzo” di Decollatura

L’AIRC incontra gli studenti dell’Istituto Superiore Luigi Costanzo di Decollatura (Cz): avvicinare i giovani alla cultura della salute e del benessere, alla scienza e al mondo della ricerca sul cancro, è uno degli obiettivi dell’associazione AIRC, che ha avviato un progetto nelle scuole di ogni ordine e grado, poiché il futuro della ricerca comincia in classe

Catanzaro, 23 marzo 2016 – Prosegue con successo l’attività pedagogica che l’AIRC (Associazione italiana per la Ricerca contro il Cancro) svolge a favore degli studenti delle scuole della provincia, attraverso una serie di incontri centrati sullo scopo di spiegare ai giovani l’insorgenza dei tumori, la distinzione tra patologie benigne e maligne e come i corretti stili di vita riescano a prevenire l’insorgenza di patologie oncologiche.

Di tutto questo si è parlato all’Auditorium del Liceo Costanzo di Decollatura che ha ospitato il professore Marcello Maggiolini Ordinario di Patologia Generale e Responsabile del Dipartimento di Farmacia e Scienze della Salute e della Nutrizione dell’Università della Calabria di Cosenza.

Il  Dirigente Scolastico Antonio Caligiuri, nell’introdurre i lavori, ha ribadito come questa iniziativa sia stata fortemente voluta, convinti che  la prevenzione ai tumori debba partire dai banchi di scuola. Alimentazione sbagliata, ha continuato Caligiuri,  e tabagismo in giovane età pregiudicano poi la salute, una volta divenuti adulti. Campagne di sensibilizzazione come quella dell’AIRC aiutano e sono utili, anche perché poi i ragazzi portano i messaggi della prevenzione anche nelle loro famiglie.

Dopo il saluto degli ospiti intervenuti, il Professore Marcello Maggiolini ha introdotto la sua relazione ribadendo che l’AIRC, dal 1965,  sostiene  con continuità, attraverso la raccolta di fondi, il progresso della ricerca per la cura del cancro e diffonde una corretta informazione sui risultati ottenuti,  sulla prevenzione e sulle prospettive terapeutiche.

Il Professore si è anche soffermato sui quei  fattori come la l’età, i fattori ereditari e lo stile di vita che hanno un’incidenza   sull’insorgenza dei tumori, così come la familiarità, ma anche le abitudini della vita quotidiana che non causano direttamente il cancro, ma aumentano le probabilità di svilupparlo: per questo sono detti fattori di rischio.

Infine si è parlato di “Vademecum della Salute” e di come una sana alimentazione ricca di frutta e verdura, associata ad un regolare esercizio fisico, favoriscano il benessere e il consolidamento dei poteri di difesa dell’organismo. Per questo è molto importante insegnare ai più piccoli ad alimentarsi correttamente, invitandoli a praticare sport nella giusta quantità.

###

Contatti:

info@pietroguerra.com

XWARD: È Italiano il Primo Sistema di Previsione Furti e Taccheggi al Mondo

Si chiama Xward ed è “Made in Italy” il primo sistema al mondo di previsione furti e taccheggi nel retail

Napoli, 21 marzo 2016 – Il barometro mondiale 2015 dei furti nel retail, promosso da un fondo indipendente, ha rilevato che le differenze inventariali incidono con una percentuale media pari all’ 1,23% delle vendite.

Un fenomeno preoccupante anche in Italia, dove la penale da pagare ammonta a 208 euro l’anno per nucleo familiare.

Lo studio evidenzia inoltre che la percentuale dei taccheggi rimane significativa, seguita dall’infedeltà dei dipendenti.

Si tratta di costi altissimi per le aziende coinvolte e anzi, complice la crisi, si pensa che poco si potrà fare in futuro per ridurre il fenomeno con la sola cosiddetta “sicurezza di facciata”.

Occorrono allora nuove visioni, innovazioni tecnologiche ed operative.

Per questo la XServizi, già insignita con il Premio Innovazione Digitale SMAU 2015 ha ideato e messo a punto il primo servizio di “Sicurezza Proattiva e Partecipata” supportato da tecnologia digitale in grado di abbattere i furti ed i taccheggi nel Retail.

Con competenze in Security Management ad indirizzo criminologico e grazie ad un dipartimento ICT che ha sede a Sapporo in Giappone, la XServizi  ha realizzato un software in grado di aiutare il Security Management aziendale a prevenire i furti e i taccheggi nel Retail attraverso la logica della previsione.

XWARD è un innovativo strumento ICT in grado di indirizzare l’attenzione della sicurezza in attesa o in deterrenza dei perpetratori nel punto preciso dello store, nel giorno e nell’orario in cui il sofisticato algoritmo prevede che potrà accadere un evento negativo.

L’obiettivo è ridurre i furti e i taccheggi agendo in anticipo attraverso un funzionale metodo di contrasto che impari, conosca e preveda la strategia del criminale.
A differenza di quanto si può credere, il criminale sceglie i luoghi, i giorni, gli orari e i target preferiti in base a precisi principi oggettivi e soggettivi.
XWARD per questo rende infungibili i principi criminali con un’attività di intelligence, calcolo e previsione 24 ore su 24, con un presidio ed una deterrenza costanti ed economiche.

Il sistema già in uso in alcuni store di prestigiose catene commerciali, ha ottenuto risultati più che incoraggianti abbattendo fino al 70% le differenze inventariali e responsabilizzando l’intera catena operativa.

L’applicazione è in grado di ottimizzare i costi di gestione della sicurezza poiché la riduzione preventiva degli eventi consente di tenere lo Store concentrato sulla vendita e induce lo Staff a non essere distratto dalla drammaticità innanzitutto umana dei sinistri: riducendo il numero dei fermi si riduce anche l’attività di denuncia alle Autorità che anche pesa sull’ economia aziendale e sulle operazioni quotidiane.

Per avere più informazioni su XWARD visitare la pagina web www.xservizi.com/hp/index.asp?q=XW.

 

###

Per interviste e contatti:

XServizi

info@xservizi.com

Sede di Napoli (Commerciale)
Via Terracina, 345 – 80125 Napoli IT
TEL: +39-081-344-8687

 

 

Libri: le 3 Novità Editoriali per Insegnanti, Dirigenti Scolastici ed Operatori della Scuola

Con l’inizio dell’anno scolastico arrivano le nuove proposte editoriali per insegnanti, dirigenti scolastici e operatori della scuola. Vediamone insieme alcune…

Milano, 31-08-2015 – Come ogni anno le nostre scuole si riaprono con la speranza che quello in arrivo sia un anno scolastico ricco di soddisfazioni per tutti: studenti, insegnanti, genitori.

Quest’anno, ci sono tanti motivi per sperare che sia “la volta buona” e tra i vari editori si evidenzia la Kkien Publishing International, sia per le proposte culturali che la sua produzione di ebook, che cercan di fare del suo meglio per dare un contributo al miglioramento delle scuole.

La proposta è di tre ebook che affrontano, ognuno dalla propria angolazione, tre argomenti diversi, ma molto intrecciati.

Il primo ebook, Una scuola di qualità, è una proposta per migliorare l’aspetto organizzativo delle scuole offrendo strumenti e modalità operative innovative. Una scuola di qualità, infatti, dà dei contributi interessanti per fare della propria scuola una scuola responsabile e attenta alle esigenze di tutti coloro che la “vivono”, attraverso l’introduzione di politiche di qualità ispirate al modello del Total Quality Management. Dirigente scolastico, insegnanti, personale ausiliario, studenti sono tutti coinvolti nel processo di miglioramento che ogni scuola vuole perseguire.

Il secondo ebook, La mediazione scolastica, è centrato su un tema di di notevole interesse: il bullismo e la sua prevenzione. In particolare, la proposta di intervento presentata ruota attorno a tre elementi: conflitto, emozioni e adolescenza e, attraverso la presentazione di strumenti e modalità di mediazione, delinea interventi di pronto utilizzo da impiegare nella gestione ordinaria delle classi scolastiche, favorendo una risoluzione efficace dei numerosi conflitti, spesso inespressi, presenti nelle nostre scuole.

Da ultimo presentiamo un ebook, Abitare il futuro, che riporta i risultati raggiunti dal progetto DeSeCo, diventato in breve tempo una sorta di agenda politico-sociale per i Paesi che vogliono adeguare la propria proposta educativa e sociale alla nuova Europa che si sta costruendo e che attraverso la creazione di opportuni raccordi tra mondo della scuola e mondo del lavoro, rende possibile il consolidarsi di nuove modalità relazionali, sociali, politiche. Uno strumento di lavoro per policy-maker, imprenditori, responsabili scolastici, e tutti coloro che vogliono migliorare le condizioni di vita dei cittadini. Importanti contributi di qualificati studiosi, completano un’opera ricca di contenuti e proposte operative.

I volumi sono in vendita su tutti gli store online: Amazon, Apple, Kobo e tanti altri

Per informazioni, info@kkienpublishing.it o visitare il sito www.kkienpublishing.it

 

Exit mobile version