“Mio fratello Leonardo”: arriva il video ufficiale di Giovanni Giordano, cantautore indie pop demenziale

Il nuovo indie pop al limite tra il demenziale e la musica per bambini segna un ritorno al Festivalbar degli anni ’90

Roma, 7 gennaio 2020 – Dopo l’uscita dell’Ep PIP di questa estate su tutte le piattaforme digitali e il lancio del singolo Mio fratello Leonardo, è di questi giorni la pubblicazione del video ufficiale dello stesso inedito sul canale VEVO ufficiale di Giovanni Giordano, cantautore Pop Indie di Reggio Calabria, al limite tra il demenziale e la musica per bambini.

Il video è stato realizzato in piano sequenza da Oscar Serio videomaker e rappresenta una novità nel mondo dei video musicali per la tecnica utilizzata dal regista sia dal punto di vista scenico che espressivo. La trama del video contestualizza un brano il cui tema di fondo è la ricerca di se stessi al cospetto di un mondo di dubbi e perplessità sia personali che sociali, il tutto raccontato con un linguaggio semplice quasi da Zecchino D’oro.

Il video si conclude infatti con Sofia Movie Star, un tenerissimo bassotto che nell’intenzione del regista e dell’artista rappresenta uno stato d’animo di ritrovata fiducia nel futuro. I riferimenti dell’artista calabrese GIOVANNI GIORDANO al conterraneo Rino Gaetano nel video e nella canzone sono evidentemente tanti e vanno dal titolo dell’inedito, Mio Fratello è figlio unico) all’immagine del cane (escluso il cane) fino al nonsense di tutto il contesto che il video vuole rappresentare.

Il canale Youtube VEVO di Giovanni Giordano è raggiungibile all’indirizzo www.youtube.com/channel/UCkTlFoa8Bmfpmv5Loyynkow.

 

Link correlati:

Mio fratello Leonardo, primo singolo estratto dall’EP PIP del cantautore di Reggio Calabria, Giovanni Giordano:

http://meiweb.it/2020/08/07/mio-fratello-leonardo-primo-singolo-estratto-dallep-pip-del-cantautore-di-reggio-calabria-giovanni-giordano/

Mio fratello Leonardo: Video Ufficiale e Canale Vevo per il Cantautore Indie Emergente Giovanni Giordano

http://meiweb.it/2020/12/29/mio-fratello-leonardo-video-ufficiale-e-canale-vevo-per-il-cantautore-indie-emergente-giovanni-giordano/

 

 

Video ufficiale Giovanni Giordano – Mio fratello Leonardo, link: https://youtu.be/0Rn45_KVCbc

 

 

 

Nasce100sportnews.com, il nuovo portale di informazione sportiva

Lanciato in rete da poco tempo 100sportnews ha scalato rapidamente le classifiche tra i siti di notizie sportive più visitati

Roma, 15 dicembre 2020 – Il panorama online dell’informazione sportiva si arricchisce di un nuovo portale con tutte le principali notizie che riguardano lo sport italiano e internazionale.

Si chiama 100sportnews.com il nuovo servizio di informazione sportiva, e dedica ampio spazio al calcio, sia italiano che estero, ma è un sito completo che tratta tutti gli sport, dal basket alla boxe, dalla Formula 1 al Moto GP, senza tralasciare tennis, ciclismo, sci e rugby.

Lanciato online da pochissimo tempo è già un punto di riferimento per i tanti appassionati e affamati di sport, e nonostante ha appena qualche mese di vita, risulta già tra i siti online di notizie sportive più visitati.

I punti di forza di 100 Sport News

Un successo iniziale insperato dovuto a diversi fattori. Tra i principali punti di forza del nuovo sito Internet sicuramente spiccano la grafica, i contenuti sempre aggiornati e la velocità di aggiornamento.

Il portale, infatti, si contraddistingue per un’accattivante grafica, e l’impatto visivo è notevole anche grazie alla scelta di grandi foto ad alta risoluzione e una homepage chiara e ordinata.

Le notizie sono in continuo aggiornamento e divise per categorie, con grande attenzione alle news di attualità sportiva, al campionato di calcio nazionale, a quelli esteri e alle novità del calcio mercato.

News in tempo reale anche sui social

Un portale informativo che accontenta tutti, perché tratta con grande attenzione anche i cosiddetti “sport minori”. Utile anche il collegamento al canale Telegram https://t.me/sportnews1000, grazie a cui le news arrivano automaticamente sui canali social quasi ogni ora.

Ultima caratteristica importante del portale riguarda infine gli amanti delle scommesse, che hanno la possibilità di accedere attraverso il sito a consigli, suggerimenti e pronostici per aumentare le proprie chance di vittoria.

Il nuovo servizio di informazione sportiva è raggiungibile all’indirizzo www.100sportnews.com.

 

###

 

Ufficio Stampa

info@ufficiostampaecomunicazione.com

 

 

Babbo Natale fa tappa a Casalnuovo di Napoli, e porta tanta solidarietà

Casalnuovo di Napoli, 10 dicembre 2018 – Casalnuovo di Napoli si prepara per accogliere Babbo Natale. L’arrivo è previsto per il prossimo 21 dicembre alle ore 18.30 presso l’Oratorio San Michele a Via Zi’ Carlo. 

In concomitanza con l’arrivo del vero Babbo Natale si “accenderanno le luci” sul Villaggio di Natale di Casalnuovo. 

Nel Villaggio, aperto dal 21 al 27 dicembre, c’è spazio per i tradizionali mercatini, per il divertimento, per la musica, per l’animazione con i bambini, per il teatro, per una piccola mostra dei presepi, per tanta voglia di “socialità”, ma c’è spazio anche per tanta solidarietà.

È di queste ore la conferma della presenza al Villaggio di Babbo Natale di una nota azienda di moda del territorio, una eccellenza dell’artigianato Casalnuovese, la My Bride, marchio storico e vanto per la città e per il Made in Italy, che da ben 3 generazioni veste piccole principesse, dall’abito del battesimo a quello da sposa. 

La My Bride parteciperà con una sfilata nella giornata di Natale, alle ore 20.00, e con un “gesto di solidarietà” che Giovanni Nappi, promotore del Villaggio di Babbo Natale a Casalnuovo, ci spiega: “La My Bride, grazie alla sensibilità del suo amministratore Roberto Idropico, donerà uno straordinario abito da comunione per una famiglia che necessita di aiuto e sostegno. La famiglia sarà scelta assieme alle parrocchie coinvolte nell’iniziativa. Ringrazio per questo Roberto perché grazie alla My Bride la nostra città, già città della moda, è sempre più città solidale”.

Nel Villaggio saranno effettuate due giornate di ‘Pesca Gratuita’, il 23 dicembre per i pensionati e il 25 dicembre per i bambini. Anche in questo caso, divertimento, socialità e solidarietà.

“Per i bambini ci saranno tanti giocattoli e per i pensionati, invece, tanti pacchi dono con generi alimentari natalizi, oltre che buoni ticket spesa”, conclude Nappi.

Alla Pesca dei Pensionati ci sarà anche una sorpresa preparata da un’altra eccellenza del territorio: un primo piatto, tipico della tradizione napoletana, offerto dagli amici del Pastificio Il Mulino, che contribuiranno anche all’offerta dei ticket spesa.

La chiusura del Villaggio infine sarà affidata al comico di ‘Made in Sud’ Ciro Giustiniani.

Insomma, non ci resta che visitare il Villaggio di Babbo Natale a Casalnuovo di Napoli, dal 21 al 27 dicembre prossimo, per un Natale tutto speciale, da ricordare.

 

 

 

 

Video Marketing, ecco come creare video efficaci per promuoversi

Roma, 23 novembre 2018 – Il marketing oggi, grazie a internet e alle nuove tecnologie, vede nascere nuovi strumenti e nuove discipline, che se sfruttati bene possono dare risultati soddisfacenti in termini di fatturati e utili.

Tra i tanti il video marketing è tra gli strumenti più promettenti, uno strumento molto potente che sta entrando nella nostra quotidianità, con una certa irruenza.

Se prima fare video era solo ad appannaggio di pochi, oggi è alla portata di tutti grazie all’avvento degli smartphone, macchine fotografiche digitali e altri dispositivi digitali.

Basta prendere in mano un telefono per poterci cimentare nella ripresa di un video, senza spendere cifre proibitive. Ma questo non è abbastanza in quanto servono conoscenze specifiche, che non tutti possiedono.
Manca infatti una formazione adeguata per coloro che lavorano in questo campo.

Mentre ci viene insegnato fin da piccoli come scrivere in modo corretto, senza commettere errori grammaticali nessuno ci ha spiegato come fare un video.

Al giorno d’oggi non possiamo permetterci di non saper realizzare video in quanto si tratta di una forma di comunicazione molto potente.

Le immagini, i suoni e le atmosfere che si possono creare nei video possono trasmettere il messaggio in modo molto forte e impattante, molto più di quanto siano in grado di fare i media tradizionali.

Ci ritroviamo così ad avere a che fare con professionisti incompleti.

Da una parte abbiamo videomaker in grado di realizzare ottimi video dal punto di vista della produzione ma privi di una strategia, dall’altra specialisti che conoscono perfettamente i canali social ma che sono privi di conoscenze tecniche.

Da qui nasce l’esigenza di combinare due aspetti così distanti, la produzione video e la strategia, per dar vita a un progetto video ben strutturato che possa portare dei risultati concreti.

“Che tu sia un un avvocato, un architetto, un ristoratore o un imprenditore o professionista, di un qualsiasi settore, avrai comunque bisogno di farti vedere e il modo migliore per farlo è per mezzo di un video. Da qui l’esigenza di imparare a creare video efficaci per promuoversi”, afferma Antonio Deraglia, autore del libroVideo Marketing strategico”, rivolto a tutti, non solo ai professionisti del settore ma anche a chi vuole migliorare la propria presenza online.

L’ intento è quello di farci capire come realizzare video di qualità, sotto ogni punto di vista, e come valutarli per comprendere se stiamo facendo tutto nel modo corretto oppure no.

Un libro che nasce dalla penna di Deraglia, digital video strategist con un’esperienza trentennale nella produzione video, cin esperienza anche in importanti network come Mediaset e Rai, per poi specializzarsi nella progettazione web e nelle strategie di digital marketing.

Oggi, oltre a fornire consulenze per le aziende, Deraglia è a capo di due importanti aziende, Stravideo e Altavista, ed è sicuramente una delle personalità più di spicco del suo settore.

È possibile incontrare l’autore alle presentazioni ufficiali del libro che avranno luogo Antonio Deragliama presto anche a Rimini, Firenze, Verona e Lecce.

Un appuntamento da non perdere per conoscere ed approfondire il mondo tanto vasto, quanto poco conosciuto, del video marketing strategico.

 

Scuola: tra Privacy, DPO e Titolari del trattamento piomba sulla scuola la nuova complessa normativa

Roma, 14 maggio 2018 – È una ennesima beffa per il mondo della scuola il nuovo codice della privacy, che abolisce in toto la vecchia normativa contenuta nelle disposizioni del DLGS 196 del 2003.

Siamo di fronte ad una svolta epocale in materia di protezione dei dati personali in quanto sono talmente significative le nuove indicazioni contenute nel regolamento europeo 679/2016 che la vecchia norma non poteva nemmeno essere più aggiornata.

Dal 25 maggio prossimo avremo un’unica legge applicabile in tutta l’Unione Europea che regolerà in maniera uniforme il flusso dei dati tra gli Stati membri e tra questi e gli Stati extra-UE.

Ci sarà inoltre uniformità nella tutela dei diritti degli interessati.

Ottima cosa, non c’è che dire, ma come sempre sul mondo della scuola e sulla responsabilità dei dirigenti si abbatte l’ennesima “tegola” di difficile gestione e comprensione.

Il regolamento pone con forza l’accento sulla “responsabilizzazione” (accountability nell’accezione inglese) di titolari e responsabili, ossia sull’adozione di comportamenti proattivi e tali da dimostrare la concreta adozione di misure finalizzate ad assicurare l’applicazione del regolamento (si vedano artt. 23-25, in particolare, e l’intero Capo IV del regolamento).

Si tratta di una grande novità per la protezione dei dati in quanto viene affidato ai titolari il compito di decidere autonomamente le modalità, le garanzie e i limiti del trattamento dei dati personali, nel rispetto delle disposizioni normative e alla luce di alcuni criteri specifici indicati nel regolamento.

Il primo fra tali criteri è sintetizzato dall’espressione inglese “Data protection by default and by design” (si veda art. 25), ossia dalla necessità di configurare il trattamento prevedendo fin dall’inizio le garanzie indispensabili “al fine di soddisfare i requisiti” del regolamento e tutelare i diritti degli interessati, tenendo conto del contesto complessivo ove il trattamento si colloca e dei rischi per i diritti e le libertà degli interessati.

Tutto questo deve avvenire a monte, prima di procedere al trattamento dei dati vero e proprio (“sia al momento di determinare i mezzi del trattamento sia all’atto del trattamento stesso”, secondo quanto afferma l’art. 25, paragrafo 1 del regolamento) e richiede, pertanto, un’analisi preventiva e un impegno applicativo da parte dei titolari che devono sostanziarsi in una serie di attività specifiche e dimostrabili.

Le principali novità introdotte sono:

  1. Privacy by Desing e Privacy by Default
  2. Le condizioni di liceità del trattamento.
  3. Il trattamento di categorie particolari di dati personali.
  4. La valutazione di impatto sulla protezione dei dati.
  5. L’informativa all’interessato.
  6. I nuovi diritti degli interessati: il diritto all’oblio e il diritto alla portabilità dei dati.
  7. Il Data Privacy Officer.

In questi giorni le scuole, già abbastanza oberate di lavoro per conto loro, hanno dovuto correre a seguire corsi di formazione, spesso a pagamento, cercare di capire tra circolari usr e avvisi sindacali chiaramente contro legge in quanto sostenitori della teoria “non fate nulla aspettate”.

“Udir ha organizzato un convegno gratuito per i dirigenti il 19 maggio 2018 a Palermo a cui ne seguiranno altri, perché siamo convinti che non è possibile mettere SEMPRE i dirigenti scolastici in queste condizioni” segnala Marcello Pacifico presidente di UDIR, il sindacato dei dirigenti scolastici.

Infatti, il 19 maggio a Palermo si terrà un convegno di aggiornamento per la dirigenza, anche per i non iscritti a UDIR, in cui si tratteranno temi importantissimi come sicurezza, privacy, legge 205, il nuovo contratto.

“Facciamo della concretezza il nostro modello. Infatti il 19 maggio parleranno esperti che già oggi operano nel settore, abbiamo coinvolto un Data Protection Officer, il Dott. Corrado Faletti, che già da un anno segue più di 40 realtà tra scuole e pubbliche amministrazioni e che ha definito un modello che renderà l’impatto meno complesso per i Dirigenti, sulla Sicurezza l’esperto coinvolto, ing. Natale Saccone,  ha già aiutato decine di Dirigenti ad evitare grossi guai. In pratica UDIR vuole aiutare i dirigenti anche non iscritti perché la scuola è importante per il paese indipendentemente dagli interessi specifici di sindacati ed altri. Sul tema privacy inoltre abbiamo potenziato il nostro servizio di consulenza agli iscritti aggiungendo risorse operative sull’argomento” conclude il Presidente Pacifico.

 

 

Marcello Pacifico – Presidente UDIR

 

 

Il Sannio dell’arte al Premio “Penisola Sorrentina” 2018

Benevento, 4 maggio 2018 –  Anche l’edizione 2018 vedrà attivo il coinvolgimento del Sannio e delle aree interne nell’ambito del Premio nazionale “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”.

“Il viaggio continua”, dichiara l’artista Giuseppe Leone consulente sannita della kermesse, direttore artistico del Palazzo delle Arti di Buonalbergo ed autore del claim declinato dalla prestigiosa rassegna culturale, giunta alla 23a edizione, attraverso i più svariati generi culturali come l’arte visiva, il cinema, il teatro.

Nel prossimo autunno il piccolo centro fortorino si prepara, quindi, ad ospitare una tappa dell’importante Premio che nel mese di ottobre, attraverso sezioni ed iniziative, e diverse ospitate anche in altre regioni italiane, si presenterà come una autentica Esposizione campana delle culture.

Non è la prima volta che  il Sannio si collega alla kermesse diretta da Mario Esposito. A fare da trait d’union per questa edizione sarà l’arte visiva.

Per il 2018 il Premio è stato riconosciuto evento di rilievo nazionale da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed il Turismo.

 

Al Palazzo Renzo Piano di Milano la mostra “TALKING SKY” di Arrigo Barbaglio

Milano, 15 febbraio 2018 – Il Fotofumetto, nuovo genere artistico inventato dal fotoscrittore Arrigo Barbaglio, sarà protagonista della mostra presso l’edificio di Renzo Piano, sede del Sole 24 Ore a Milano.

Un’esposizione fotografica ispirata al libro per ragazzi “Inseguendo i segni del cielo”, presentato al Salone del Libro di Torino.

La mostra, a cura di Art@Pwc, che gestisce lo spazio artistico, sarà inaugurata giovedì 22 febbraio alle ore18.30, e sarà aperta 24 ore su 24, visitabile quindi anche di notte, fino al 17 marzo prossimo.

Inventore del genere ‘Fotofumetto‘, all’occorrenza abile sceneggiatore e regista di corti video film, Arrigo Barbaglio è un autore dalla vena prolifica in diversi campi dell’arte, delle performance teatrali, e del doppio binario della scrittura visionaria e dell’immagine catturata con una piccola digitale tascabile o col cellulare, facendole interagire in una vera e propria fusione di completamento artistico, in una sorta di film su carta nel “movimentato” matrimonio d’azione tra parola e immagine.

Generi innovativi, sia nel taglio narrativo che nell’inquadratura spigolosa, e dal perenne rimando espressionista.

Arrigo Barbaglio è fotoscrittore, docente, regista e sceneggiatore di corti dall’estro galoppante, sempre pronto a scorribande in lungo e in largo sugli sterminati prati della parola, della fotografia e del loro “movimentato” matrimonio d’azione.

Numerose le sue pubblicazioni tra cui i romanzi “Le vie dell’oro”, “Woody-Buddha capovolto”, “Inseguendo i segni del Cielo”, “Ibu-Tsunami”, “Il cerchio bianco”, “Frullatore X nuvole”, “Cieli animati, cieli-cartoon” e “Inseguendo i segni del cielo”, da cui è tratta la presente esposizione.

Così come sono numerose le mostre in ogni continente, da “Bohong Sayang” e “Dunia di Surabaya” in Indonesia con l’ONU, a “East-West in a compact camera” a Istanbul con l’Istituto di Cultura Italiana, da “Exxa, le navire de Terre” e “Meduse metallique” nel Mogador in Marocco con il Ministero della Cultura e l’Ambasciata di Fes a “Barbaglio-Bagaglio” a Bahia in Brasile con il Ministero della Cultura, con permanente presso la casa-museo Premio Nobel Jorge Amado, da “Echi di frontiera” a Milano con il Tribunale dei Minori a “Altre sonorità” al Jazz Umbria Festival col Comune di Perugia, da “Inseguendo i segni del cielo” presso PictureBook Fest (Festival della Letteratura) con Museo Storico Città di Lecce a “Frullatore x nuvole” con performance futurista presso il Teatro s. Domenico di Crema.

Per informazioni visitare il sito internet www.meetpwc.it/art-pwc.

 

 

MOSTRA TALKING SKY

“Come un film su carta, nel movimentato matrimonio d’azione tra parola & immagine”

Spazio Espositivo PwC Milano – Pal. Renzo Piano – Sede SOLE 24 ORE – Milano

Dal 22 febbraio al 17 marzo 2018

Vernissage H 18.30

Apertura: Tutti i giorni 24h su 24h

Info: www.meetpwc.it/art-pwc

 

Download File PDF

Invito: Invito Taking Sky

locandina: Locandina Talking Sky

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leggerezza ballerina in punta di piedi – Arrigo barbaglio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cravatta di Magritte – Arrigo Barbaglio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

###

 

Per info:

Arrigo Barbaglio

Tel. 392 26 50 439

Email. barbaglo@libero.it

 

Cyber bullismo: arriva Olly, l’App per confidarsi tra amici di scuola

Milano, 7 febbraio 2018 – Contro il cyber bullismo arriva Olly,  l’App per confidarsi e scambiarsi complimenti e segreti, tra amici e compagni di scuola. L’App è disponibile da oggi, in occasion della Giornata Contro il Bullismo, sia su AppStore che PlayStore ed è stata pensata da due giovani studenti milanesi, con l’aiuto dei genitori, per aiutare gli amici ed i compagni di scuola vittime del bullismo.

Nello specifico Olly (www.playolly.com) è un gioco per teen-ager, divertente e positivo: rispondendo a simpatiche domande si possono fare complimenti e confessare agli amici cosa si pensa di loro e che magari non si aveva il coraggio di dire a voce.

E’ un po’ come il gioco della verità, con la differenza che le domande a cui si deve rispondere sono sempre positive e le nostre risposte sono sempre anonime.

Olly è un’App che va controtendenza, perché invece di semplificare la pubblicazione e la diffusione di messaggi negativi e a volte cattivi, amplificati dai “mi piace”, dai dati sulle visualizzazioni e dalle condivisioni, con Olly si può scegliere di rispondere a domande positive e regalare Olly Coin ai nostri amici.

Con gli Olly Coin poi si ha un mezzo per aumentare l’autostima di chi gioca, al contrario dei Social Network che a volte, quando usati scorrettamente, aumentano la frustrazione e il senso di inadeguatezza.

Giocando a Olly un ragazzo potrà scoprire cosa pensano di lui i compagni scuola, se lo ritengono simpatico, divertente o se pensano che si veste in modo cool e se sa ballare la Papu Dance.

I primi 100 ragazzi tra i 12 e i 16 anni che hanno provato finora l’App l’hanno promossa a pieni voti.

Per scaricare l’applicazione basta andare su http://scarica.playolly.com e d è già partito il passaparola che sta diffondendo Olly ta i ragazzi di molte classi e battere il cyber bullismo anche grazie ad un’App.

Arriva Olly, l’App per battere il cyber bullismo, aiutando i ragazzi a confidarsi tra loro

Di Maio a Casalnuovo: è polemica sulle spese del Comune

Napoli, 8 gennaio 2018 – È polemica accesa a Casalnuovo di Napoli per la recente visita di Luigi Di Maio, candidato premier del M5S. A dare fuoco alle polveri è Giovanni Nappi, esponente del PD di Casalnuovo.

Sotto accusa i costi del convegno che sostanzialmente è diventato una tappa elettorale finanziata dal Comune, ed un rinfresco a cui Di Maio ha partecipato con entusiasmo.

Di Maio è stato recentemente nella nostra città per prendere parte ad un convegno organizzato dall’attuale amministrazione comunale. Tutto normale se l’organizzazione del convegno non fosse costata 10 mila euro ai cittadini Casalnuovesi e soprattutto se l’iniziativa non fosse stata inserita nell’agenda elettorale #Rally per l’Italia dello stesso Di Maio, indicato dai grillini come possibile premier“ spiega l’esponente del PD Giovanni Nappi.

Sotto accusa anche il taglio di un nastro definito una “messa in scena” dallo stesso Nappi.

“Gli elementi per parlare di  messa in scena ci sono tutti visto che l’iniziativa viene svolta all’interno del Palazzo Lancellotti, palazzo restaurato con fondi comunitari e recentemente restituito alla comunità casalnuovese, che per l’arrivo di Di Maio viene costretto ad una ‘ennesima inaugurazione‘.

“Di Maio taglia il nastro, ma in realtà il Palazzo risulta aperto da mesi: la storica residenza del ‘500 ha infatti già ospitato, tra le tante manifestazioni, i mercatini e i cori di Natale, la presentazione del Premio Letterario ‘Una Città Che Scrive’ con Michele Placido, un primo Consiglio Comunale con tanto di nastro per inaugurare la nuova sala consiliare all’interno dell’immobile, la mostra inaugurale del maestro Domenico Sepe, un convegno del nuovo Partito Art.1 e tante altre iniziative“.

Qualcuno dovrebbe interrogarsi al riguardo” conclude Nappi.

 

 

 

Selezionati 2 artisti italiani per la mostra International Surrealism Now

Milano, 27 dicembre 2017 – Ci sono anche 2 artisti italiani a partecipare alla mostra International Surrealism Now in Portogallo.

Sono Daila Lupo e Daniele Gori i 2 artisti selezionati di recente per l’esposizione internazionale ‘Surrealism Now’ 2017/18 che si sta tenendo in Portogallo, presso il Museo multimediale di Poros a Condeixa-a-Nova e terminerà alla fine di gennaio 2018.

Per promuovere la più grande mostra collettiva di arte surrealista dell’anno e nel tentativo di portare l’arte alle masse a cominciare da New York, il pittore surrealista portoghese Santiago Ribeiro ha sperimentato nuove e inusuali iniziative.

Il pittore è riuscito infatti a portare le opere della mostra internazionale, compresi alcuni suoi lavori, sui mega schermi dell’incrocio multimediale più famoso del mondo, ovvero Times Square, a New York.

I lavori che stanno apparendo sugli schermi della famosa piazza fanno parte della stessa mostra internazionale ‘Surrealism Now’, che si sta tenendo nel museo multimediale di Condeixa-a-Nova.

La più grande mostra d’arte contemporanea nel mondo del surrealismo in Europa sta coinvolgendo oltre 100 artisti provenienti da 48 nazioni diverse.

Un evento capace di raccogliere dipinti, disegni, arte digitale, fotografie e sculture, che saranno anche esposti, almeno in parte, in vari monumenti, palazzi, musei e spazi pubblici e artistici in tutto il paese.

“Come sempr cerco di fare qualcosa di speciale e diverso e l’idea di esporre a Times Square a New York mostra che i mezzi di comunicazione di massa siano un mezzo moderno ideale per mostrare la nostra arte“, ha detto Ribeiro che ha creato il movimento International Surrealism Now nel 2010 a Coimbra con una grande mostra organizzata da Bissaya Barreto.

A proposito del Surrealism International Now

Surrealism Now è un progetto del pittore surrealista Santiago Ribeiro, che si è dedicato alla promozione del surrealismo del XXI secolo, attraverso mostre in tutto il mondo come Berlino, Mosca, Dallas, Los Angeles, Mississippi, Varsavia, Nantes, Parigi, Firenze, Madrid. Granada, Barcellona, Lisbona, Belgrado, Monte Negro, Romania, Giappone, Taiwan e Brasile.

Surrealis Now è l’unione di movimenti artistici come il surrealismo, l’arte visionaria, il realismo astratto e fantastico.

Il surrealismo internazionale è nato nel 2010 a Coimbra, quando Santiago Ribeiro ha progettato la grande mostra organizzata dalla Fondazione Bissaya Barreto.

Un evento che si è esteso a diversi luoghi, come monumenti e musei, e che attualmente vede la partecipazione di artisti provenienti da tutto il mondo.

La più grande mostra contemporanea di arte surrealista contemporanea in Europa vede partecipare ad oggi seguenti artisti:

Achraf Baznani, Marocco / Agim Meta, Spagna / Aissa Mammasse, Algeria / Alvaro Mejias, Venezuela / Ana Araújo, Portogallo / Ana Neamu, Romania / Ana Pilar Morales, Spagna / Andrew Baines, Australia / Asier Guerrero (Dio), Spagna / Brigid Marlin, UK / Bene Banez, Filippine / Can Emed, Turchia / Carlos Sablon, Cuba / C?t?lin Precup, Romania / Cristian Townsend, Australia / Conor Walton, Irlanda / Cynthia Tom, Cina / USA / Dag Samsund, Danimarca / Daila Lupo Italia / Daniela Gori, Italia / Delphine Cencig, Francia / Dean Fleming, Stati Uniti / Domen Lo, Slovenia / Edgar Invoker, Russia / Efrat Cybulkiewicz, Venezuela / Egill Eibsen, Islanda / Gryzka Paulska, Polonia / Gromyko Semper, Filippine / Gyuri Lohmuller, Romania / Erik Heyninck, Belgio / Ettore Aldo Del Vigo, Italia / Farhad Jafari, l’Iran / Francia Garrido, Stati Uniti / Francisco Urbano, Portogallo / Graça Bordalo Pinheiro, Portogallo / GRASZKA Paulska, Polonia / Gromyko Semper, Filippine / Gyuri Lohmuller, Romania / Hector Pineda, Messico / Hector Toro, Colombia / Henrietta Kozica, Svezia / Hugues Gillet, Francia / Isabel Meyrelles, Portogallo / Iwasaki Nagi, Giappone / James Skelton, Regno Unito / Jay Garfinkle, Stati United / Jay Paul Vonkoffler, Stati Uniti / Argentina / João Duarte, Portogallo / Keith Wigdor, Stati Uniti / Leo Wijnhoven, Paesi Bassi / Leo Plaw, Germania / Liba WS, Francia / Lubomir Sticha, Repubblica Ceca / Ludgero Rodolo, Portogallo / Lv Shang, Cina / Maciej Hoffman, Polonia / Magi Calhoun, Stati Uniti / Marnie Pitts, Regno Unito / Maria Aristova, Russia / Mario Devcic, Croazia / Martina Hoffman, Germania / Mathias Böhm, Germania / Mehriban Efendi, Azerbaijan / Naiker romana, Cuba / Spagna / Nazareno Stanislau, Brasile / Nikolina Petolas, Croazia / Olga Spiegel, Stati Uniti / Otto Rapp, Austria / Oleg Korolev, Russia / Paulo Cunha, Canada / Paula Rosa, Portogallo / Pedro Diaz Cartes, Cile / Penny Golledge, UK / Philippe Pelletier, Francia / Ruben Cukier , Argentina / Israele / Rudolf Boelee, Nuova Zelanda / Sabina Nore, Austria / Saim Ghazi, Pakistan / Sampo Kaikkonen, Finlandia / Santiago Ribeiro, Portogallo / Sergey Tyukanov, Russia / Shahla Rosa, Stati Uniti / Shoji Tanaka, Giappone / Shan Zhulan, C hina / Sio Shisio, Indonesia / Slavko Krunic, Serbia / Snežana Petrovi?, Serbia / Sonia Menna Barreto, Brasile / Steve Smith, Stati Uniti / Stuart Griggs, UK / Svetlana Kislyachenko, Ucraina / Svetlana Ratova, Russia / Tatomir Pitariu, Stati Uniti / Ton Haring, Paesi Bassi / Victor Lages, Portogallo / Vu Thuong Huyen, Vietnam / Yamal Din, Marocco / Spagna / Yuri Cvetaev, Russia / Zoltan Ducsai, Ungheria / Zoran Velimanovic, Serbia.

Queste le 48 nazioni partecipanti a ‘Surrealism Now’:

Algeria, Australia, Austria, Azerbaigian, Brasile, Belgio, Canada, Cile, Cina, Colombia, Croazia, Repubblica Ceca, Cuba, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Islanda, Indonesia , Iran, Irlanda, Israele, Italia, Giappone, Messico, Marocco, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Nigeria, Pakistan, Filippine, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Tailandia, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti Stati Uniti, Ucraina, Venezuela, Vietnam.

 

###

Contatti stampa:

Santiago Ribeiro
santiagoribeiropainting@gmail.com
+ 351-964485027
http://santiagoribeiropainting.blogspot.com
Fonte: Surrealismo internazionale Now

 

Exit mobile version