Donne: A little Market in aiuto delle “artigiane digitali”

Le nuove artigiane digitali italiane si ritrovano nella community di A little Market, la piattaforma per la vendita online dei migliori oggetti artigianali italiani…

Milano, 5 maggio 2017 –  A little Market (www.alittlemarket.it), la piattaforma online leader per la vendita dei migliori oggetti artigianali italiani, ha effettuato un sondaggio interno tra i creatori ed il verdetto è che quasi il 95% di loro è donna.

A little Market, il mercato per le nuove artigiane digitali italiane
AlittleMarket.it è stato creato nel 2008 per permettere a centinaia di migliaia di artigiani e designer di vendere le proprie creazioni 100% fatte a mano. Fin dalla nascita l’intento di A little Market è stato quello di creare un’economia più umana, consentendo ai piccoli artigiani locali, non solo di far crescere la propria impresa, ma anche di rivitalizzare l’economia locale, vera eccellenza nel nostro Paese.
A little Market vede crescere la propria comunità, diventando sempre più un “incubatore” di giovani talenti che amano l’handmade e vogliono dare luce ai prodotti locali.
A little Market è un vero e proprio trampolino di lancio per vivere una passione, che fornisce un supplemento al reddito per alcune, la riqualificazione per altre e dà, soprattutto, spazio alle donne.
Perché l’artigianato digitale è rosa
Tra le motivazioni che hanno spinto queste donne ad intraprendere l’avventura handmade su A little Market:
  • l’85% dichiara di aver iniziato grazie alla semplicità d’uso del sito e alla totale assenza di rischio
  • il 44% ha deciso di iniziare per avere un reddito extra
  • il 34% ha scelto questa avventura per avere un’occupazione che corrisponda ai propri valori
  • il 27% per avere un orario di lavoro flessibile

Con Workshop formativi come “Craftiamo”, iniziative rivolte a migliorare il proprio negozio online e attività offline volte alla visibilità e ad incontrare nuovi potenziali clienti, A little Market vuole cambiare il concetto di imprenditoria, accompagnando le nuove artigiane digitali passo dopo passo nel proprio progetto.

“La nostra missione è quella di unire sotto un unico sito web tutte le artigiane e micro imprenditrici sparse in tutta Italia, supportandole con la reale possibilità di farsi conoscere e vivere delle proprie preziose creazioni. Ogni giorno su A little Market vediamo un numero crescente di donne che vogliono aprire la propria attività e avviare un’impresa” ha dichiarato Eleonora Gandini, C&C Lead di A little Market in Italia. “Le donne sono il cuore della comunità A little Market, e vogliamo aiutarle a combattere la disoccupazione “rosa”.”
Chi è a little Market
A little Market è una piattaforma di vendita online, che mette in contatto gli acquirenti con i migliori oggetti fatti mano in Italia da una vivace comunità di creatori talentuosi.a little Market vuole valorizzare i prodotti fatti a mano dai creatori locali, mettendoli in contatto con gli acquirenti italiani, permettendo così l’incontro tra tutti coloro che vogliono promuovere e sostenere l’imprenditoria e l’artigianato locali.
Valentina, creatrice di A little Market
###
Contatti stampa:
eleonora.gandini@gmail.com

Compagnia delle Opere lancia Sharing: un luogo innovativo per condividere il futuro

Milano, 3 marzo 2017Giovedì 9 e venerdì 10 marzo, negli spazi del MiCO, a Milano, si svolgerà Cdo Sharing 2017, l’appuntamento aperto a imprenditori, professionisti e manager di tutta Italia, quest’anno dedicato a: “Condividere il futuro”. Duemila partecipanti, 8 grandi convegni, 21 conversazioni imprenditoriali, 27 laboratori e una serata speciale in diretta Facebook gli ingredienti di questa nuova edizione.

Cdo Sharing è uno spazio innovativo dedicato allo scambio di conoscenze e di esperienze professionali, confronti e dialoghi sullo sviluppo delle imprese, approfondimenti tematici, occasioni di networking e nuovi contatti.

Gli appuntamenti in programma si svolgono in modo semplice, interattivo e coinvolgente.

Alle ore 15 di giovedì 9 marzo il dialogo si apre con 4 Sharing View, grandi convegni dedicati alla comprensione delle principali sfide economiche e imprenditoriali di oggi per le aziende, quali la produttività, la digital transformation, il passaggio generazionale e le nuove modalità di comunicazione. Si prosegue con una sessione di incontri diretti tra i partecipanti, suddivisi in Sharing Speech e Lab.

Negli Sharing Speech si dialoga con i protagonisti dell’eccellenza imprenditoriale italiana, mentre negli Sharing Lab, tavoli di lavoro qualificati con un numero ristretto di partecipanti, si approfondiscono temi settoriali tra i quali turismo, edilizia e manifatturiero, o comuni a più settori, quali l’Open Innovation, welfare aziendale e le tecniche di vendita.

La prima giornata si concluderà, a partire dalle 20.30, con l’Assemblea Generale Cdo dal titolo: “Riscoprire un compito”, aperta a tutti e trasmessa in diretta Facebook.

Sarà una serata ad alta densità di innovazione e cultura, con testimonianze eccellenti dal mondo delle imprese, del non profit, dell’educazione e dello spettacolo, con la partecipazione straordinaria di Giacomo Poretti, del trio Aldo Giovanni e Giacomo.

I lavori riprendono venerdì 10 marzo alle 9.30, con 4 Sharing View dedicate ad altrettanti pilastri dello sviluppo possibile: la formazione dei giovani, la valutazione dei “numeri” in azienda e del mercato, l’impatto della sharing economy sulle imprese e un ulteriore approfondimento della trasformazione digitale. L’evento si conclude con la seconda sessione di Speech e Lab.

Il panel di questa due giorni della condivisione conterà su relatori prestigiosi dal mondo dell’impresa, della ricerca e della società. Tra loro: Arrigo Berni (Moleskine), Marco Biasin (Fruttaweb.com), Barbara Cimmino (Yamamay), Antonio Civita (Panino Giusto), Massimo Doris (Banca Mediolanum), Maximo Ibarra (Wind Tre), Gianpiero Lotito (Facility Live), Francesco Meneghetti (Fabbrica Digitale), Simone Pagani (F.lli Beretta), Andrea Pontremoli (Dallara), Mario Preve (Riso Gallo), Fabio Zaffagnini, (Rockin’ 1000).

Gli argomenti affrontati nel corso di Cdo Sharing sono il frutto del lavoro di un Board Tecnico Scientifico che raccoglie e promuove gli spunti provenienti dagli incontri e dalle iniziative della Compagnia delle Opere sul territorio, promotrice dell’evento.

 

###
Contatti stampa:

Ufficio Stampa Cdo – Nicola Varcasia

varcasia@cdo.org

mobile 338.4787575

 

Compagnia delle Opera lancia Sharing: un luogo innovativo per condividere il futuro. A Milano dal 9 al 10 marzo 2017

In Toscana le imprese che lavorano per l’arte, la cultura e la storia

Firenze, 15 febbraio 2017 – Si chiamano “TBA Holidays” e “TBA Real Estate”, e sono 2 imprese che, grazie alla tecnologia, lavorano in favore della cultura, della storia e del turismo in Toscana.

Due imprese che rappresentano 2 divisioni della Tuscany Business Agency (www.tuscanybusinessagency.com), molto attive sul territorio: “TBA Holidays“, la piattaforma di prenotazioni on-line completamente innovativa nel metodo di presentazione, e “TBA Real Estate“, la divisione immobiliare che da ora affianca la piattaforma di promozione e che promuove la compravendita delle dimore storiche in Toscana.

Già molte strutture hanno sposato il progetto e stanno aderendo a questa nuova “piazza interattiva” vicina alle imprese locali.

Il fondatore, Aldo Gottardo, afferma che “la missione principale della divisione immobiliare è la rivalorizzazione e il recupero di borghi e dimore storiche situate nel territorio, ponendo la fiducia come punto cardine di tutto il progetto”.

Un primo importante accordo di collaborazione è stato stipulato con la famiglia Ricasoli Firidolfi e prevede la ricerca di potenziali acquirenti interessati al recupero e riutilizzo fedele di un monumento tra i più importanti della zona: il Castello di Montegrossi, situato a Gaiole in Chianti e che domina con la sua mole il territorio circostante.

Spiega Gottardo: “Il nome Montegrossoli (Montegrossi) deriva dal personale germanico Grossolo, il che lascerebbe presuporre un’origine longobarda dell’insediamento e ne collocherebbe, di conseguenza, la nascita tra il VII e VIII secolo. Le prime notizie del fortilizio risalgono al 1007 come proprietà dei figli di Ridolfo dai quali discesero i Firidolfi e Ricasoli, e fu il punto di forza della catena di fortificazioni voluta dall’imperatore Barbarossa”.

“Fu più volte assediato dagli Aragonesi nel 1478 e dall’esercito di Carlo V° nel 1530 e faremo tutto il possibile per veicolare l’interesse e riportare agli antichi splendori questo vero gioiello della storia antica che si trova nel cuore del Chianti classico” conclude orgoglioso Gottardo.

 

 

###

 

Per info:

real-estate@tuscanybusinessagency.com
web: www.tuscanybusinessagency.com

 

 

La Puglia che non ti aspetti esporta in America benessere e scienza erboristica 4.0

Bari, 9 febbraio 2017 – Non solo pasta, olio e vacanze. La Puglia continua a veder crescere la propria popolarità all’estero e come accade oramai da alcuni anni, a trainare la positiva tendenza si sono aggiunti speciali “cavalli di battaglia” (ai più forse sconosciuti ndr). Dall’agroalimentare, che resta il punto forte per antonomasia dell’export regionale, si è passati in breve tempo ad altri comparti come la meccatronica, l’abbigliamento e il manifatturiero leggero.

Oggi all’incremento del “Made in Puglia” contribuisce anche il comparto del benessere naturale.

A farsi notare all’estero nel settore salutistico, un laboratorio erboristico in provincia di Bari che da trent’anni produce e commercializza integratori alimentari estratti da piante officinali, rimedi naturali nel sostegno e nella prevenzione di numerosi disturbi psicofisici. Punto fermo in Italia per farmacisti, medici e naturopati, la realtà pugliese, Forza Vitale (www.forzavitale.it), il nome del marchio, adesso inizia ad attirare su di sé le attenzioni degli americani, incuriositi dalle sue peculiarità.

Tre le parole chiave del laboratorio pugliese: ricerca, innovazione e sfida.

Si tratta dei nostri marchi di fabbrica” – dice Vito Cannillo, amministratore dell’intraprendente realtà pugliese – “ovvero dei motivi che hanno destato l’interesse dei nostri clienti prima in Italia poi all’estero. La nostra peculiarità è stata da sempre quella di saldare un settore frettolosamente associato solo ai concetti di tradizione e consuetudine, alle tecnologie più moderne e alle sfide più esaltanti, sempre amalgamati da una visione olistica della salute. Con un pallino fisso in testa: esplorare frontiere ancora sconosciute per codificare nuovi traguardi scientifici per il benessere psicofisico dei nostri clienti”.

Ecco che così nel laboratorio pugliese si possono incontrare attrezzature di ultima generazione per il settore, tra microscopi, cromatografi, spettrofotometri ed evaporatori capaci di far nascere un modello di scienza erboristica “4.0” fatta di virtuose interconnessioni tra saperi. Nel laboratorio pugliese oggi dialogano stabilmente nanotecnologie, biotecnlogie e testi erboristici secolari insieme a supporti neuronali virtuali per testare ad esempio vantaggi e nuovi utilizzi delle piante officinali per il benessere naturale.

Li vengono eseguiti quotidianamente processi produttivi d’avanguardia (leggi estrazione dei principi attivi dalle erbe officinali) capaci di generare integratori alimentari con meccanismi d’azione di estrema efficacia.

L’incontro tra passato e futuro ci ha sempre caratterizzati ed entusiasmati permettendoci di far convivere spagyrica e nanotecnologie, internazionalizzazione e attenzione alla tradizione. Il risultato è un’azienda erboristica dove il potere delle piante si dota di moderni supporti restando naturale e sostenibile“.

Questi tratti peculiari forse sono anche frutto dello speciale “melting pot” presente nel laboratorio fondato alla fine degli anni 80 da un ricercatore italo americano, il Dott. Joseph Cannillo, di ritorno in Italia dopo 35 anni di studio e lavoro negli States e attualmente Direttore Scientifico del laboratorio.

Oggi quell’azienda molto attiva anche nel campo della formazione (da citare le partnership con le Università di Bari, Catania e Camerino) è gestita da Vito Cannillo, figlio del fondatore e non ancora quarantenne (altro elemento in controtendenza rispetto alla media italiana ndr) e fa di questo modello il proprio tratto saliente e il proprio slogan che recita non a caso “scienze antiche e tecniche moderne”.

Si tratta di elementi che hanno presto attirato l’attenzione del mondo salutistico americano e dato il via alle esportazioni negli USA con positivi riscontri sulla qualità degli integratori alimentari pugliesi, sui processi produttivi e sulle attività di ricerca.

Tutte caratteristiche che hanno poi permesso al laboratorio pugliese di superare senza affanni ad inizio febbraio, l’ambito test dell’ FDA (Food and Drug Administration), l’ente governativo statunitense dipendente dal Dipartimento della Salute che controlla l’ingresso sul mercato U.S.A. di farmaci, integratori, alimenti e attrezzature mediche.

Un risultato senza dubbio positivo per il settore se si pensa agli stringenti requisiti richiesti dai sistemi di controllo americani e un sinonimo di assoluta qualità per i gli integratori alimentari “4.0” del laboratorio barese tra le poche realtà del comparto ad aver ottenuto questo tipo di visto, l’unico nel Mezzogiorno d’Italia.

Un traguardo che rafforza la presenza degli integratori pugliesi negli States, paese da sempre molto attento al settore del benessere naturale e sicuramente un’orgoglio per chi li produce.

Con i nostri prodotti” – dichiara infine Cannillo – “esportiamo anche il nostro modello di ricerca, il nostro impegno e le capacità organizzative di una realtà locale che senza i fasti della Silicon Valley riesce a diventare modello di innovazione e qualità all’estero”.

 

 

 

###

 

Forza Vitale Italia Srl
Ufficio Comunicazione

Dott. Sabino Ferrucci 393 885 3750

 

Invito alla Conferenza Stampa di Presentazione di “MasterMind Italia”

Sarà presentato martedi 20 ottobre alle ore 10:30 “MasterMind Italia, Semplicemente il Migliore”, il nuovo talent show che coinvolge candidati in cerca di occupazione ed i “boss” che il lavoro lo offrono. Otto concorrenti per sette dure prove prima di ambire al tanto agognato posto di lavoro: MasterMind Italia è il primo talent dove l’ingegno, la tenacia e l’abilità consentono di trovare un lavoro vero.

Taranto, 18 Ottobre 2015 – Tutto pronto per la prima edizione di MasterMind Italia, il primo web talent in Italia incentrato sulla ricerca del posto di lavoro, che sbarcherà il prossimo 28 ottobre su YouTube e su numerose WebTv partner. MasterMind Italia sarà presentato ufficialmente martedì 20 ottobre, alle ore 10.30, presso il lussuoso Historical and Leisure Hotel Corte Borromeo immerso nel centro storico di Manduria, in provincia di Taranto.
Alla conferenza stampa interverranno gli ideatori del format, Antonio e Mariagrazia Mariggiò, titolari dell’agenzia pubblicitaria Quattrocolori di Manduria ed i concorrenti di questa prima edizione.

“MasterMind Italia, Semplicemente il Migliore” ha visto, in questi mesi, cimentarsi in prove di grande abilità otto concorrenti suddivisi in due squadre. Ciascuno, calato in un contesto lavorativo differente, ha vestito i panni di manager, chiudendo trattative di lavoro, risolvendo problemi, avviando persino startup. Ciascuno ha messo in luce le proprie abilità che non sono passate inosservate agli occhi del boss di turno, ossia il rappresentate dell’azienda che si è offerta come partner del programma.

Nel loro percorso i concorrenti sono stati supportati dai consigli dei boss delle aziende e da tutor esperti nel settore. Al termine di ogni prova, uno di loro ha abbandonato il talent show e solo uno tra i concorrenti è arrivato alla fine, aggiudicandosi l’ambìto premio.

La conferenza stampa di presentazione di MasterMind Italia è fissata per il 20 ottobre 2015 alle ore 10:30 presso l’Historical and Leisure Hotel Corte Borromeo nel centro storico di Manduria, in provincia di Taranto. Per partecipare e/o per ricevere il materiale stampa (comunicato scritto, video, interviste) inviare una mail a info@masterminditalia.com

Per ulteriori informazioni sul talent e per non perdere tutte le novità di “MasterMind Italia” è possibile visitare il sito web www.masterminditalia.com, iscriversi al canale YouTube ufficiale o seguire sui social l’hashtag #MMItalia.

###

 

Area Stampa MMItalia

Lucia Pezzuto

Tel. 349 8687077

 

Exit mobile version