Su Eppela il progetto Club4business, il software per promuovere le Pmi italiane

Crowdfunding Software di Club4business locandina progetto Eppela

Roma, 20 dicembre 2016 – È partita il 19 dicembre la campagna di crowdfunding del software di Club4business che rappresenta una vera e propria rivoluzione per il mondo della vendita e della pubblicità online per le Pmi.

Il software di Club4business rivoluzionerà il modo in cui i professionisti e le piccole e medie imprese italiane interagiscono con i propri clienti sul web attraverso l’uso di un algoritmo che permetterà alle aziende di pubblicizzarsi nella propria località, di vendere online i propri prodotti e servizi in Italia ed all’Estero, grazie ad un supporto umano via Live Chat per il web marketing ed il social media marketing aziendale.

La campagna di Crowdfunding sarà attiva su Eppela, nell’iniziativa PostepayCrowd promossa da Poste Italiane S.p.A e rivolta alle aziende di innovazione digitale, per il sostegno al software creato da Club4business, azienda italiana operante nel settore del web marketing con sede a Benevento.

Con grande orgoglio annuncio  l’avvio della nostra campagna di Crowdfunding – dichiara il Dott. Umberto Benedetti, Ceo della società ed  ideatore del progetto – chiedendo una mano ai nostri sostenitori per implementare il software all-in-one di Club4business con ulteriori servizi utili alle piccole e medie imprese italiane. Vogliamo contribuire attivamente al processo di crescita ed internazionalizzazione delle aziende italiane  ed all’espansione del Made in Italy. Cambiare il modo di far business – prosegue il Ceo di Club4business – avvicinando il cliente al venditore attraverso la comunicazione e soprattutto superando il vecchio concetto di vendita volto soltanto al profitto“.

Sosteniamo la comunicazione – conclude il Dott. Benedetti – attraverso la quale il venditore dovrà imparare a capire le esigenze della propria clientela”.

L’azienda Club4business nasce come agenzia di web marketing ma ben presto si trasformerà in un incubatore di aziende, che usufruiranno del sostegno degli specialisti di marketing e social media marketing della società del beneventano. Da ciò nasce l’idea del software dal volto umano.

Il sostegno continuo alle aziende che operano sul web attraverso il software di Club4business comporta un innalzamento del loro livello di cultura digitale e di marketing dal quale scaturiscono enormi vantaggi in termini di visibilità e di profitto.

Link al progetto su Eppela www.eppela.com/club4business, sito web www.club4business.it, pagina Facebook: www.facebook.com/Club4business, twitter  https://twitter.com/Club4busines.

 

###

 

Piano Nazionale della Scuola Digitale, a Castrovillari incontro di informazione, formazione e dibattito

Cosenza, 15 novembre 2016 – Si è tenuta a Castrovillari (Cosenza) un incontro di informazione, formazione e dibattito sul “Piano Nazionale della Scuola Digitale“. La giornata, oltre ad essere stata un momento formativo e di dibattito per il personale già formato (animatori digitali e team), ha perseguito l’obiettivo di presentare ad un più vasto pubblico di docenti e rappresentanti dei genitori, le iniziative in corso nelle varie scuole della rete, e non solo, inerenti il “Piano Nazionale Scuola Digitale”.

“L’evento – sostiene Lucia Abiuso Referente del PNSD dell’Ufficio Scolastico Regionale della Calabria – è stato un’occasione per “rivedere” il percorso compiuto l’anno scorso e soprattutto ripartendo dal PNSD evidenziando l’importanza che aveva e continua ad avere “On the Road”: serie di seminari formativi che l’USR Calabria ha promosso in ogni città capoluogo di provincia, sulle tematiche del PNSD”.

Grazie a “On the Road” il percorso formativo si è arricchito delle nuove esperienze maturate dalla scuola e quindi completamente in linea con uno dei tre ambiti in cui deve potersi muovere l’animatore digitale e quindi la scuola tutta. È infatti, assolutamente necessario creare una community e lo si può garantire se si stringono alleanze e se si promuovono nuove esperienze.

La disseminazione delle “buone pratiche” la si può garantire se c’è chi se ne fa carico e “l’ascolto permanente” alle reti di scuola è un impegno che USR si è già assunto a prescindere, al fine di mettere in sinergia concretamente  il lavoro delle scuole, ciascuna con le proprie peculiarità con tutte le altre.

E’ assolutamente necessario abbattere barriere di ogni tipo così da investirne significativamente tutto il territorio!

“L’evento informativo/formativo – conclude l’Abiuso – ha dato opportunità alle scuole di incontrarsi arricchendosi ciascuna del valore dell’altra attraverso anche specifiche esperienze che hanno messo in risalto l’efficacia e il ruolo educativo”.

Con gli studenti, protagonisti del loro personale percorso formativo, essendone fruitori coscienti e di conoscenza consapevole,  si è anche discusso aprendo al dibattito al pomeriggio.

Il programma dell’evento, infatti, ha determinato due momenti formativi importanti:

 il primo al mattino decisamente più specialistico perché rivolto ai docenti;

mentre nel pomeriggio le tematiche dei vantaggi, come anche delle insidie della rete, hanno consentito di aprire alle famiglie cercando di evidenziare una linea comune di promozione di conoscenza consapevole e di prevenzione ai rischi della rete attraverso progetti quali “Generazioni Connesse” promosso da MIUR e Polizia di stato, finalizzato a educare i ragazzi alla vita in agorà virtuali e prevenendo i disagi e i pericoli che la rete determina.

Pericoli a cui neanche gli adulti sono indenni e che dovrebbero aiutare a riflettere in ragione di una educazione che, al di là delle nostre scelte, è permanente”.

 

###

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nasce “Visitami”, l’App che Porta il Dottore a Casa

Milano, 25 gennaio 2016 – Velocità, informazione e tecnologia sono diventate costanti nella nostra vita di tutti i giorni, anche quando si parla di salute e benessere. Per questo nasce “Visitami” la nuova applicazione, disponibile per iPhone e Android, che permette alle persone di localizzare velocemente i medici e gli specialisti sanitari più vicini, direttamente dal proprio smartphone, e conoscerne subito la disponibilità.

Estremamente facile da usare, l’app “Visitami” aiuta le persone a reperire i diversi medici e specialisti nel momento del bisogno, con la possibilità di richiedere una visita immediata (anche a domicilio) oppure prenotarla nei giorni successivi, direttamente dall’app.

Visitami permette così a chiunque, 24 ore su 24 in qualsiasi città italiana, di trovare velocemente medici, terapisti, infermieri o veterinari.

Ecco qualche esempio su cosa è possibile fare grazie a “Visitami”:

  • Trovare subito un medico, per una visita urgente a domicilio
  • Trovare un pediatra, che sia reperibile anche nel week-end
  • Trovare un infermiere affidabile che opera in zona
  • Trovare un fisioterapista, ad esempio per i piccoli traumi sportivi
  • Trovare un nutrizionista o un medico sportivo
  • Trovare un veterinario, per i nostri amici animali
  • Trovare qualsiasi specialista che operi una visita ben precisa

Il “quì e ora” è la novità assoluta di quest’app, un vero e proprio pronto soccorso digitale totalmente gratuito e direttamente sul proprio smartphone!

I medici specialisti presenti in “Visitami” possono, grazie all’app, gestire meglio il loro lavoro, mettendosi a disposizione dei pazienti in modo innovativo. L’app offre, infatti, anche avanzate funzioni di agenda che facilitano l’organizzazione degli appuntamenti, permettendo così al medico di concentrarsi sulla propria attività professionale, a più alto valore aggiunto per la comunità.

Una nuova community dove i medici possono ricevere recensioni, commenti e la fiducia dei loro pazienti, con totale trasparenza e la sicurezza di una connessione sempre facile e veloce.

Progettata, ideata e sviluppata da una start-up tutta italiana, “Visitami” è già disponibile e scaricabile gratuitamente dagli APP store dedicati.

###

Per maggiori informazioni:
www.visitamiapp.com
Roberto Cagnazzi
Cofondatore e CEO di Visitami
Tel. 348/0819608

Innovazione digitale: Web e Social Media hanno modificato il Marketing

Milano 21 dicembre 2015 – Web e social media hanno modificato le leve tradizionali del marketing e l’informazione si è fatta sempre più digitale. Gli effetti? Alle imprese sono richieste competenze nuove e diversificate. Il che comporta la necessità di un supporto specialistico con cui coordinare i processi d’innovazione per individuare le opportunità offerte dal digitale, mettendo a punto nuovi modelli di business e nuovi modelli organizzativi.

Le aziende del settore, a causa di questi continui cambiamenti si vedono costretti a riconfigura le loro offerte ed i loro servizi in modo da offrire una risposta efficace a queste necessità, magari anche con servizi di advisory a supporto della trasformazione digitale per aziende e professionisti.

“In base alla mia esperienza posso affermare che c’è un grande bisogno di mettere a disposizione delle aziende, che vogliono essere al passo con i tempi, competenze sui modelli strategici della comunicazione con due modalità differenti ma complementari, la consulenza ed il coaching, in modo da rispondere ai bisogni ed ai trend in continuo cambiamento” dichiara Delia Caraci, responsabile di Digitalsfera, società di consulenza e formazione digitale.

“Noi ad esempio abbiamo ridisegnato i nostri servizi strutturandoli in 5 macro-aree chiave: Branding per l’organizzazione strategica degli strumenti comunicativi (online e offline), Social Media Marketing per essere presenti online con adeguati profili aziendali, PR Online per coordinare lo sviluppo del proprio brand, Blogger e Content Curation per sviluppare articoli professionali ed infine Consulenza specialistica in SEO, Web Advertising, Analytics” dichiara ancora Delia Caraci.

“I tempi richiedono che ogni approccio deve essere reso unico, con metodologie flessibili e disegnate sul cliente, offrendo – anche a realtà di piccole dimensioni – servizi accessibili e pensati per arricchire il potenziale di competenze e capacità all’interno dell’organizzazione, accompagnando il management nel processo di innovazione imprenditoriale: sono necessarie competenze innovative, modelli di pensiero, passione ed energia per creare un nuovo approccio alla comunicazione digitale di ogni azienda” conclude la rappresentante di Digital Sfera.

###


Contatti:

tel. +39 02.37.920.372

info@digital-sfera.com

www.digital-sfera.com

“Squinzi ha ragione: c’è bisogno di innovare il paese, a partire dalla digitalizzazione delle imprese”

Cos’e’ veramente l’innovazione? Quali le competenze autentiche per la competitività delle imprese? Dopo l’intervento del Presidente di Confindustria Squinzi, che ha chiamato il paese all’innovazione, si infiamma il dibattito. Per Delia Caraci di Digital Sfera: “È vero, ha ragione il Dott. Squinzi, c’è bisogno di innovazione nel nostro paese a partire dalle imprese. Diventare un’impresa digitale è il primo passo necessario per l’innovazione, ed è necessario che le imprese si rinnovino dal loro interno, per aprirsi ai nuovi linguaggi ed ai nuovi strumenti digitali”…

Milano, 2 dicembre 2015 – “Innovazione” è oggi un termine di gran moda, un must presente in ogni scritto o evento aziendale. Sulla carta tutti sono o vorrebbero essere innovativi ma nella pratica è davvero così?

Il Dott. Squinzi ha ragione, c’è bisogno di innovazione nel nostro paese e questo deve cominciare, oltre che dalle istituzioni, anche a partire dalle imprese. Diventare un’impresa digitale è il primo passo necessario per l’innovazione del “sistema paese”, ed è necessario che le imprese si rinnovino dal loro interno, per aprirsi ai nuovi linguaggi ed ai nuovi strumenti digitali” spiega Delia Caraci, fondatrice di Digital Sfera, società di consulenza e formazione sulla comunicazione digitale.

“Saper innovare significa ascoltare e comprendere il significato più profondo del cambiamento portato da idee e punti di vista diversi, concretizzandoli consapevolmente all’interno della propria organizzazione. E’ un processo molto complesso, e lo è perché ogni impresa è composta di persone e le persone sono a loro volta complesse. Anzi, forse sono l’elemento più complesso in assoluto: così, un insieme di persone cooperanti e coordinate al raggiungimento di un obiettivo, riflettono in modo amplificato le loro singole dinamiche comportamentali, ovvero il loro universo interno fatto di aspetti positivi e negativi” afferma Delia Caraci.

L’impresa, come i singoli individui che ne fanno parte, con l’andare degli anni entra in una sua comfort-zone, nella quale riproduce e reitera modelli comportamentali non sempre produttivi e non innovativi. Per non parlare del fatto che negli anni spesso le imprese rischiano di dimenticare per strada i veri valori e la cultura originale che hanno dato vita all’avventura imprenditoriale.

Lo spirito autentico dell’impresa e la sua reale capacità innovativa incidono in ogni momento sulla qualità del prodotto/servizio offerto, e questo è un dato che oggi diventa di dominio pubblico nelle conversazioni sociali sul web e sui social media, che si basano sulla condivisione reale di esperienze, modificando così profondamente le fondamenta dell’informazione tradizionale.

Per uscire concretamente da una comfort-zone che rischia alla lunga di portare l’azienda a perdere competitività, ed a rischiare la sua stessa esistenza, è necessario mettersi in gioco veramente ed effettuare, anche con l’aiuto di consulenti preparati, un processo di analisi e riposizionamento per riallineare i propri asset intangibili.

Cosa fare quindi?

Secondo Delia Caraci, “Ogni azienda dovrebbe fermarsi e ri-organizzarsi seguendo questi step: 1) Ricordare la cultura imprenditoriale originale, 2) Pensare al valore concreto della propria attività, 3) Collaborare con un consulente che analizzi in modo oggettivo le performance, 4) Puntare a risvegliare la passione nelle persone che operano al suo interno 5) Vincere l’avversione al cambiamento per avviare un processo innovativo autentico”.

I nuovi paradigmi sociali richiedono insomma un nuovo approccio, che deve nascere all’interno dell’azienda.

Affinché l’azienda possa innovarsi c’è bisogno di innovare la comunicazione, aggiornando i propri modelli di pensiero ed armonizzando ogni nuova tecnologia comunicativa che è anche, prima di tutto, una tecnologia cognitiva.

“Noi ad esempio aiutiamo le aziende nel loro processo innovativo, operando con due modalità complementari: in consulenza e in coaching. L’efficacia del nostro approccio sta nel poter scegliere una delle due modalità oppure entrambe, integrandole per ottenere un miglioramento rapido e allo stesso tempo patrimonializzando un nuovo focus interno all’azienda” continua ancora Caraci.

“È necessario per l’impresa individuare ed enfatizzare i propri fattori distintivi aziendali che le possa permettere di emergere sulle altre offrendo i propri servizi ad un più alto valore aggiunto.  Noi per questo aiutiamo le imprese a riorganizzare strategicamente i propri strumenti comunicativi online e offline, a coordinare la propria immagine, a stilare un piano strategico di web marketing, studiare strategie pubblicitarie innovative, compreso l’affiancamento del personale interno per far loro acquisire le nuove competenze necessarie” conclude Delia Caraci.

Per avere più informazioni sulle proposte e le strategie di innovazione della Digital Sfera è possibile visitare il sito web www.digital-sfera.com.

###

L’innovazione è possibile grazie alla digitalizzazione delle imprese

 

Contatti:

 

Tel. +39 02.37.920.372

info@digital-sfera.com

www.digital-sfera.com

 

 

 

“Commercialista in digitale”: innovazione in corso

La rivoluzione digitale arriva anche nel mondo dei commercialisti: oggi è importante diventare un “commercialista in digitale” per ottenere  più notorietà e visibilitàgrazie al Digital Branding per il professionista. A Milano incontri e corsi per affrontare nel dettaglio le nuove modalità di comunicazione digitale,  per ottenere subito spunti pratici diventare subito operativo…

Milano, 08 ottobre 2015 – Diventare commercialisti “digitali” per essere più competitivi? Ebbene sì, oggi la risposta non può che essere che questa. Le potenzialità dei “new media” sono una grande opportunità per ogni commercialista deciso ad accrescere la propria notorietà e – ovviamente – il numero dei propri clienti .

ACQUISIRE NOTORIETÀ E VISIBILITA’

La rivoluzione digitale – che caratterizza l’attuale momento storico – permette a ogni professionista di promuoversi sui motori di ricerca, di distinguersi con un proprio sito web ricco di contenuti, di utilizzare i social media per entrare in contatto con nuovi clienti: in altre parole, ognuno di noi (commercialisti inclusi) oggi ha a disposizione una moltitudine di nuovi strumenti di comunicazione.

Saper veicolare la propria professionalità sul web diventa così un fattore vincente: grazie al digitale, il commercialista (da sempre punto di riferimento dell’innovazione per le sue aziende clienti) può costruire una rete di relazioni più ampia e solida e monitorare da vicino la propria reputation.

Un’opportunità da cogliere subito per rinnovarsi e affrontare le nuove sfide con la massima efficienza: ma come fare in concreto?

ICT E COMMERCIALISTI: LO STATO DELL’ARTE IN ITALIA

I commercialisti italiani sono – in media – soddisfatti delle loro dotazioni informatiche: l’utilizzo di software validi e ben strutturati permette loro di vantare un’ottima efficienza complessiva.

Elemento strategico trainante dello sviluppo delle soluzioni informatiche attuali (sia contabili sia fiscali) è il paradigma dell’integrazione studio-cliente, dove l’ICT (information and communication technology) viene vista come abilitante per instaurare una nuova modalità di comunicazione commercialista-cliente, per offrire inediti servizi e per fidelizzare i clienti già acquisiti.

Così, i migliori software di produttività sono ottimizzati e integrati a piattaforme web per lo scambio di documenti: ad esempio, direttamente dalla contabilità o dal programma dichiarativo, il commercialista può pubblicare i documenti contabili e fiscali generati dal sistema, che saranno sempre leggibili ai suoi clienti (provvisti di accessi accuratamente protetti).

COMMERCIALISTI DI SUCCESSO SI DIVENTA

Gestiti al meglio i clienti attuali, il passo successivo – fondamentale per il successo dello studio – è aumentare il proprio business: per fare ciò, vanno aperti canali di comunicazione più innovativi e volti ad aumentare la propria notorietà.

Una sfida che ogni commercialista può vincere in poco tempo: basta conoscere come utilizzare queste nuove leve strategiche e costruire una notorietà mai raggiunta prima.

DIGITAL BRANDING: PIU’ BUSINESS PER IL  COMMERCIALISTA

Si parla di ‘Digital Branding’ o ‘Personal Branding’ per indicare proprio l’insieme delle strategie che ogni commercialista – e ogni professionista – può attivare per la propria visibilità, sfruttando il web e i social network. Un modo davvero innovativo per emergere e fare la differenza.

Come? Per ottenere il massimo risultato, Digital Sfera organizza a Milano degli incontri che affrontano nel dettaglio le nuove modalità di comunicazione digitale, dando ad ogni partecipante degli spunti pratici per essere subito operativo, chiarire i dubbi sull’argomento e migliorare in breve tempo la propria notorietà sul web.

Si tratta di corsi accreditati dal CNDCEC – Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili – per cui vengono riconosciuti ai partecipanti crediti formativi per ogni modulo, nelle seguenti date:

Date del modulo 1: 19/10/2015 16/11/2015 07/12/2015
Date del modulo 2: 26/10/2015 23/11/2015 14/12/2015

Quì trovate il programma completo di date. Per maggiori informazioni scrivere a info@digital-sfera.com oppure telefonare ai numeri +39 02.37.920.372 e +39 02.26.715.1

Link al comunicato.

###

Stampa sui Tessuti: Bassi Costi, Tempi Brevi e Colori Più Vividi grazie alle Nuove Tecnologie

Grazie alle nuove tecnologie per la stampa sui tessuti, diretta ed indiretta, è possibile stampare con costi più bassi, tempi più brevi, in più colori, in quadricromia, con colori più vividi e resistenti al lavaggio….

Terni, 15 giugno 2015 – Ci sono tecnologie che riescono a cambiare il destino industriale di un territorio, la stampa digitale su tessuto è una di queste: consente di ridurre i costi, di produrre più in fretta e può far rinascere il tessile made in Italy. Basti pensare alla facilità di sperimentazione che uno stilista o un arredatore trovano nel digital printing sui tessuti, una soluzione un grado di dare nuova linfa allo sviluppo di soluzioni innovative.

Consapevole di questa forza Trend ha deciso di ampliare la gamma dei prodotti rivolti alla stampa tessile, inserendo a listino le soluzioni Solvetex®, uno dei più importanti produttori di materiali per la stampa digitale per il textile, un settore indubbiamente importante, in cui l’innovazione e la tecnologia giocano un ruolo fondamentale.

Esistono sostanzialmente due tipi di stampa digitale su tessuto: la stampa diretta (direct) e quella indiretta (Transfer). Nella stampa direct il colore di stampa viene direttamente spruzzato sul capo di abbigliamento. In confronto alla stampa digitale transfer, il motivo risulta più morbido al tatto e risulta quindi più gradevole da indossare. La Stampa Digitale Diretta è una tecnica di stampa che prevede bassi costi e tempi brevi di realizzazione poiché viene effettuata direttamente dal computer collegato a macchinari di stampa (a toner, a getto d’inchiostro, laser, ecc.). Si evitano le procedure della stampa tradizionale, eliminando i costi delle pellicole e delle lastre.

La stampa indiretta, invece, è una stampa su un’etichetta in “carta” speciale appositamente predisposta al trasferimento a caldo sul prodotto. Il motivo viene quindi stampato su una pellicola che viene poi pressata sul capo attraverso una pressa a caldo. Di questa pellicola di trasferimento rimangono 1-2 mm di bordo intorno al motivo. In confronto alla stampa digitale diretta, i motivi hanno un colore più vivido e resistente al lavaggio. E’ ideale per la stampa a più colori e/o in quadricromia perché permette di limitare al massimo i costi di personalizzazione e di riprodurre dettagli anche molto minuti.

Qualunque sia il metodo di stampa utilizzato, ogni stampatore avrà bisogno di supporti appositamente studiati per il contatto con la pelle e per accogliere al meglio la creatività. Da oggi, grazie alla partnership con Solvetex, siamo in grado di offrire ai nostri clienti i migliori materiali per stampa base solvente, eco-solvente, base acqua e sublimatica.

Info:

Trend Srl
Via Mario Corrieri 12
05100 Terni (TR) Italia

Tel. (+39) 0744 800680
Fax. (+39) 0744 800514

 

 

Exit mobile version