Estate a Napoli 2014: Grande successo per Blandizzi al Maschio Angioino

Nonostante la prima partita del Napoli al San Paolo e tanti eventi in città, sabato 2 agosto alle ore 21 nell’ambito di “Estate a Napoli 2014” sugli spalti del Maschio Angioino tanta gente e grande coinvolgimento. Ci siamo, si spengono le luci, si parte sulle note di “Voglio un’anima” canzone tra i vincitori nel 1990 del “Premio Rino Gaetano”. In una suggestiva esibizione di danza contemporanea di Simona Perrella, Blandizzi sale sul palco e con la sua voce intensa e profonda incanta ed emoziona. Dopo il primo brano si continua con “Sono qui” e con tante altre canzoni che hanno caratterizzato il suo percorso musicale, dagli esordi fino ad oggi, fino al suo ultimo CD “Il mondo sul filo” che tocca temi come la denuncia sociale, la violenza sulle donne e sull’ecosistema che stia scoppiando a causa degli eccessi e dell’incuria della condotta umana.Ad accompagnarlo sul palco gli “Ondanueve String Quartet” e il pianista Dario Casillo. Pian piano il concerto da un sapore internazionale e multirazziale grazie ad una serata speciale che ha visto salire sul palco diversi artisti tra i quali la cantautrice statunitense Laura Crisci del New Jersey che duetta con Lino Blandizzi in “Siamo lontani” (brano inciso dal cantautore con il bluesman americano Dirk Hamilton) e interpreta un brano da sola tratto dal suo ultimo album “All is Well”. Uno dei momenti che ha suscitato una forte interazione con il pubblico è quando Blandizzi accoglie sul palco i bambini Saharawi, un incontro fantastico avvenuto tre anni fa dice l’artista grazie all’Associazione “Bambini senza confini”. Ha scritto per loro una canzone dal titolo “Il sorriso dei Saharawi” che hanno cantato insieme. Un tuffo in un mare di emozioni! Poi non poteva mancare “Abbiccì” la filastrocca che ora si canta anche nel deserto del Sahara. Altro momento molto forte dedicato alle proprie radici inizia con la canzone “Per la mia città” per poi ospitare sul palco il cantante chitarrista partenopeo Enrico Mosiello con origini anche spagnole e americane, che prima da solo interpreta una canzone in lingua napoletana di Totò” Rosa Maggese” e poi Que ganaste” in lingua spagnola. Infine Blandizzi con il brano di Luigi Compagnone da lui musicato “Vierno vattenne” interpreta con Mosiello una splendida nuova versione in napoletano e spagnolo. Non mancano gli omaggi del cantautore a Lucio Dalla, Francesco De Gregori ed Edoardo Bennato. Si continua con il coro degli studenti del laboratorio di musica dell’Istituto Pitagora di Pozzuoli diretto dallo stesso Blandizzi e che quest’anno sono tra i vincitori del 3° Trofeo della Nuova Musica Italiana con il brano scritto insieme a lui “Nella mia terra” che per l’occasione hanno interpretato insieme. Accompagnato sempre dal coro l’artista ha ricordato anche la tragica scomparsa di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli con una canzone scritta contro la violenza e il razzismo negli stadi. Si continua ancora con gli Ondanueve che regalano al pubblico un medley straordinario di Sting. Il concerto si avvia verso la fine senza mancare mai di emozionare. Blandizzi richiama sul palco tutti gli artisti per cantare insieme “Ma come fanno i marinai” di Dalla – De Gregori. Un concerto stupendo da incorniciare tra i ricordi più belli.

Zac in progress. Emozioni in musica.

Ciò che non uccide fortifica.

Dopo lo slittamento al 18 agosto della data al Roma Summer Jazz Festival del progetto Zac in progress per problemi tecnici, la carovana si è spostata a Ladispoli per un concerto più intimo e riservato ma non meno coinvolgente.

A fare da sfondo un mare mosso come le emozioni che si sono alternate in serata tra i presenti e sul palco.

Il progetto Zac in progress, costituito da una formazione di tutto rispetto che si modifica e prende forma ogni volta (immaginatevi una performance sempre diversa nei protagonisti e nei contenuti, il tutto in una struttura precisa, provata e studiata, pronta ad essere cambiata anche 5 minuti prima di andare in scena) e che ha visto per questa serata di grande spettacolo anima e corpo di Alfredo Bo­chicchio alla chitarra, Bob Masala al basso, Edoardo Petretti alla tastiera e la mente artistica, Ezio Zaccagnini, batteria e voce.

Un’ora e mezza di puro spettacolo senza mezze misure; adrenalinico, poetico e dai ritmi trascinanti.

Perché niente è uguale allo spettacolo precedente: un mix di comicità, tradizioni e musica a 360°. Un’evoluzione di suoni e influenze artistiche, ha reso il concerto un grande spettacolo di contamina­zioni mondiali e di tradizioni.

LOC ha avuto il piacere di partecipare alle riprese di questa grandiosa serata; inizio di una grande collaborazione con il batterista Ezio Zaccagnini.

Tra i momenti più toccanti, il brano Jeff Corner dedicato all’indimenticabile batterista dei Toto, Jeff Porcaro e che ha donato ai presenti una forte carica emotiva. In corso d’opera, uno dei più grandi e rinomati sassofonisti italiani, ClaudioChato Pizzale, ha deliziato con la sua presenza un concerto già entrato nel cuore di tutti.

Musica. Passione. Energia. Amicizia. Terra. Sole.

Tutto questo è Zac in progress.

Denise – LOC

Oblivion.Zip

Il gruppo ha come modelli artistici il Quartetto Cetra, Rodolfo De Angelis, Giorgio Gaber e i Monty Python, a cui dedicano nei loro spettacoli, omaggi sotto forma di parodie. Conosciutisi all’Accademia di Musical di Bologna, attingono il loro bagaglio artistico da esperienze diverse che vanno dal mimo alle esibizioni circensi fino, appunto, al musical. Cliccatissime sul web sono le loro rivisitazioni di grandi opere musicali, come L’Inferno in 6 minuti, Pinocchio in 6 minuti, Shakespeare in 8 minuti… La più famosa e più vista su internet è I Promessi Sposi in 10 minuti.

Anche la musica è pilastro portante della loro storia: rispolverano antichi suoni, canzoni scomparse nel turbinio del tempo, quasi un tentativo di recupero del retrò. Ma oltre ad ispirarsi ai brani dell’epoca, fanno propri importanti riflessioni legate a temi tutt’ora d’attualità. La vita politica, le abitudini della gente, i costumi contemporanei, il tutto accompagnato da quella spiccata e ficcante ironia dovuta dal distacco cronologico nei confronti dell’epoca da cui traggono ispirazione.

Sul palco della Villa andrà in scena un’antologia tratta dal meglio del loro repertorio.

Contatti:

www.villadellerosebologna.it

Villa delle Rose
Via Saragozza 232 – 40135 Bologna
Biglietteria Teatro delle Celebrazioni
Via Saragozza 234 – 40135 Bologna

Giorni e orari di apertura
lun. – sab. ore 14.00-19.00
domenica pomeriggio nei giorni di spettacolo dalle ore 14.00
Tel. 051.6153370
E-mail. biglietteria@teatrocelebrazioni.it

Circuito di Biglietteria Ticket One
Tel. 892.101
www.ticketone.it

La Famiglia Canterina

Un viaggio attraverso le canzoni, i suoni e i personaggi che hanno caratterizzato gli anni ’30 e ’40.Nomi e voci leggendarie che hanno segnato la storia ai tempi dell’EIAR: il Trio Lescano, Silvana Fioresi, Maria Jottini, Lina Termini, Dea Garbaccio, Alberto Rabagliati, Odoardo Spadaro, Enzo Aita, Oscar Carboni, Gianni Di Palma, Alfredo Clerici.

Sul palco di Villa delle Rose ritorna la storia della musica italiana, e chi meglio delle straordinarie e frizzanti Sorelle Marinetti?

Ma non saranno sole stavolta. Ad accompagnarle infatti ci saranno due dei colleghi della nuova commedia musicale “Risate sotto le bombe”: la bellissima e bravissima Francesca Nerozzi (Hairspray, Il Vizietto, Full Monty) e il talentuoso Gabrio Gentilini (protagonista della “Febbre del Sabato sera” e quest’anno nel cast di “The best of musical”).

Insieme a pezzi celeberrimi come “Ma le gambe”, “Baciami piccina”, “Maramao”, “Pinguino innamorato” verranno rispolverati e rimessi a nuovo successi come “Appuntamento con la luna”, “La famiglia canterina”, “Vieni in riva al mare”, “La-dà-dà” e molti altri ancora. Per la parte strumentale saranno accompagnati da Christian Schmitz al pianoforte, Adalberto Ferrari al clarinetto e C-melody e Francesco Giorgi al violino.

Contatti:

www.villadellerosebologna.it

Villa delle Rose
Via Saragozza 232 – 40135 Bologna
Biglietteria Teatro delle Celebrazioni
Via Saragozza 234 – 40135 Bologna

Giorni e orari di apertura
lun. – sab. ore 14.00-19.00
domenica pomeriggio nei giorni di spettacolo dalle ore 14.00
Tel. 051.6153370
E-mail. biglietteria@teatrocelebrazioni.it

Circuito di Biglietteria Ticket One
Tel. 892.101
www.ticketone.it

Vampiri a Bologna – Blood Comic Show

La paura è di casa in quel di Bologna. Uno spettacolo comico e musicale dove tutto potrà accadere, persino che lo spettatore si trasformi e sia egli stesso un “effetto speciale”.

Questo e molto altro nel Blood Comic Show dell’estate “Vampiri a Bologna”, che andrà in scena a Villa delle Rose, dove vi aspetteranno Paolo Maria Veronica, Roberto Malandrino e Vito, con l’aggiunta di Claudia Penoni e Filippo Pollini. 

A partire dal 14 luglio la band bolognese in versione “estiva” guidata da Daniele Sala e Francesco Freyrie, che sin dagli anni ’90 ha saputo raccontare con ironia la città ai suoi abitanti, attraverso le maschere dell’orrore, sarà coinvolta in una misteriosa storia di vendetta e vampiri resa unica dalla comicità che caratterizza questi incredibili artisti.

“Vampiri a Bologna” è arricchito dalle scenografie di Leonardo Scarpa e vede la partecipazione, per la parte musicale, delle cantanti Silvia Donati e Marina Santelli e dei musicisti Paolo D’Errico, Lucio Boiardi Serri, Massimiliano Frignani, Cesare Barbi. Il corpo di ballo, selezionato per l’evento dai coreografi Daniela Rapisarda e Alessandro Vacca, è formato da Elisa Laudani, Ginevra Angeli Duodo, Chiara Borghini, Daniza Vigarani e Susanna Pieri.

Contatti:

www.villadellerosebologna.it

Villa delle Rose
Via Saragozza 232 – 40135 Bologna
Biglietteria Teatro delle Celebrazioni
Via Saragozza 234 – 40135 Bologna

Giorni e orari di apertura
lun. – sab. ore 14.00-19.00
domenica pomeriggio nei giorni di spettacolo dalle ore 14.00
Tel. 051.6153370
E-mail. biglietteria@teatrocelebrazioni.it

Circuito di Biglietteria Ticket One
Tel. 892.101
www.ticketone.it

Exit mobile version