Bombardamenti di Roma, in scena il Requiem di W.A. Mozart

Roma, 13 luglio 2018 – Giovedì 19 luglio prossimo presso la Basilica di S. Lorenzo in Lucina a Roma, si terrà un concerto per il 75° anniversario del bombardamento di Roma ad opera degli alleati che provocò circa 3.000 morti e 11.000 feriti.

Per l’occasione verrà eseguito il Requiem di W.A. Mozart diretto dal Maestro Raffaele Napoli la cui attività musicale è basata sui criteri di analisi e la tecnica direttoriale derivanti dalla poetica del grande Maestro rumeno Sergiu Celibidache, del cui lascito spirituale Raffaele Napoli è l’epigono più conosciuto in Italia.

Protagonisti del concerto il soprano Annalisa Raspagliosi, il mezzosoprano Stefania Colesanti, il tenore Alessandro Fantini, il baritono Alessio Quaresima Escobar, insieme ai cori “Cantar gli Affetti”, “Incanto” e “San Francesco” e all’ Orchestra Filarmonica Città di Roma, insieme al direttore Raffaele Napoli.

Il concerto sarà una ghiotta occasione culturale per poter gustare l’avvincente prelibatezza della musica unita allo spirito.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/172810046895640

Sito internet direttore Raffaele Napoli: http://raffaelenapoli.tripod.com

 

Concerto per il 75° anniversario del bombardamento di Roma

Requiem di W.A. Mozart

Roma – 19 luglio 2018 – ore 21:00

Basilica di S. Lorenzo in Lucina

Piazza di S. Lorenzo in Lucina, 16A, Roma

Ingresso: ad offerta libera

Infoline: 335 311328

Solisti

Soprano: Annalisa Raspagliosi

Mezzosoprano: Stefania Colesanti

Tenore: Alessandro Fantini

Baritono: Alessio Quaresima Escobar

Cori

“Cantar gli Affetti”, “Incanto” e “San Francesco”

Orchestra Filarmonica Città di Roma

Direttore: Raffaele Napoli

 

###

 

Contatti stampa:

napoli.raffaele@ymail.com

 

 

 

A Casalnuovo il 21 e 22 luglio “Via Roma in Festa”

Casalnuovo di Napoli, 6 luglio 2018 – A Casalnuovo di Napoli il 21 e 22 luglio prossimi ritorna la seconda edizione di “Via Roma in Festa”.

L’edizione di quest’anno della manifestazione prevede la partecipazione dei comici Peppe Laurato e Miss Illude di ‘Made in Sud’, di artisti locali del gruppo “Una Città Che Suona” e di altri super ospiti.

Tra le sorprese per gli abitanti del posto è prevista la presenza di Giuseppe Del Duca, un grande tenore che vive in Germania, nato e cresciuto a Casalnuovo proprio in Via Roma, nel tratto in cui si terrà la festa e che ritorna dopo anni in Italia  nella sua città natale.

Porterà il proprio contributo alla festa anche Gennaro De Crescenzo, nipote del grande Eduardo De Crescenzo, che da diversi anni vive a Casalnuovo.

Il sabato sera canoro è affidato alla PMB Band, con un tributo ai Pooh e con il ricordo del grande Pino Daniele. Special Guest  lo straordinario saxofonista Marco Zurzolo.

Il palco della domenica vedrà, invece, salire Andrea Sannino, che con la sua “Abbracciame” è diventato un beniamino del pubblico partenopeo.

Prevista area pedonale, salotto letterario a cura del premio letterario ‘Una Città Che Scrive’, stand enogastronomici, locali e negozi aperti fino a tarda sera, animazione per i piccoli, artisti di strada, writers e tante altre attività anche di Ddomenica mattina.

Lo spirito di comunità e il forte senso di appartenenza, assieme al desiderio di stare per strada tutti assieme, rimarranno il segno distintivo dell’evento. La festa – che ritorna dallo scorso anno dopo oltre un trentennio – viene però riproposta in versione contemporanea e capace di andare oltre il territorio di riferimento”, racconta soddisfatto Giovanni Nappi, promotore della “Via Roma in Festa”.

L’appuntamento da non perdere per “Via Roma in Festa” è quindi a Casalnuovo di Napoli il 21 e 22 luglio prossimi.

 

 

 

I fans a Vasco Rossi: “È ora di cambiare scaletta”

Roma, 1 giugno 2018 – “Vasco è ora di cambiare scaletta“. A chiederlo a gran voce i fans del rocker di Zocca che attraverso un video messaggio su YouTube (link: https://www.youtube.com/watch?v=WRPe4LP9UhY&t) fanno pervenire al cantante una garbata richiesta sui suoi spettacoli, facendo però sollevare un vespaio di polemiche.

“Oltre ai classici potresti ripescare 10 canzoni dal tuo repertorio di 20 o 30 anni fa, che anche il pubblico di massa merita di conoscere” chiedono i fans.

A questa domanda lecita è seguita un’ondata di polemiche, sia da una parte dei fans del cantante, sia dallo stesso fan club ufficiale: infatti, con delle risposte a volte anche irrispettose dei propri iscritti e non attinenti all’argomento, il fan club difende l’operato del proprio datore di lavoro.

“Con il nostro messaggio intendiamo semplicemente chiedere a Vasco, se possibile, di ripescare 10 canzoni, su 30, da pezzi che non suona da una vita, quindi altre 20 canzoni sarebbero “libere” per la “massa”. Non pensavamo che una domanda educata scatenasse un putiferio così grande. Vasco non è un jukebox e nessuno gli impone niente, ma non abbiamo altri mezzi per chiederglielo. Lui farà le sue opportune e libere considerazioni…e le offese e gli sfottò sono da persone che non capiscono e non sanno accettare delle critiche costruttive” chiedono in fans nell’appello pubblico rivolto al famoso rocker italiano.

“Sappiamo che la scaletta deve creare quell’onda di emozione e aspettativa nel pubblico, ma canzoni come ‘Ti taglio la gola’, ‘Una nuova canzone per lei’, ‘Se è vero o no’, ‘Io no’, ‘Dimmelo te’, ‘Brava’, ‘Cosa ti fai’, ‘Anymore’, ‘Domani sì adesso no’, e altre, meritano una nuova giovinezza. Non si potrà mai accontentare tutti, ma nemmeno riproporre sempre le solite canzoni per accontentare il pubblico di massa. Inoltre, essendo il biglietto del concerto anche abbastanza oneroso, sarebbe bello assistere ogni volta a uno spettacolo per buona parte nuovo” dicono ancora i fans nell’appello allegato al video su Youtube.

“È innegabile che, dati alla mano, le scalette del rocker siano negli ultimi anni sempre più simili e, molte canzoni meno famose potrebbero lasciare spazio, invece che essere ripetute di anno in anno, a molti brani quasi inascoltati” concludono i seguaci del rocker.

Tra le altre canzoni richieste dai fans canzoni come ‘Praticamente perfetto’, ‘Dimmelo te’ e altre che il cantante non suona da tempo.

La parola finale ora a Vasco Rossi, che dovrà decidere se soddisfare, o meno, queste sentite richieste del suo pubblico più fedele.

 

 

 

Confronti delle scalette dei concerti di Vasco degli ultimi anni

 

Vasco Rossi (Foto Wikipedia: https://eml.wikipedia.org/wiki/Modena_Park_2017#/media/File:Vasco_o.jpg)

Esce ‘Soundtracks’: il gotha del rock mondiale e italiano nell’album più atteso dell’anno

“L’album dell’anno” – Fabrizio Zampa (Il Messaggero), “Amazing sound and great job” – Michael Landau (Pink Floyd)

Roma, 24 maggio 2018 – Arriva anche in Italia ‘Soundtracks‘, l’album rock più atteso dell’anno che vanta per la prima volta una band internazionale senza precedenti. ‘Soundtracks’ non è un semplice album, ma un progetto a 360 gradi di Christian Tipaldi, già pianista in conservatorio e autore come giornalista di numerose pubblicazioni tra cui i due libri ufficiali su Vasco Rossi.

Dopo il grande successo di “Vasco All Areas” (Cairo Editore), uno tra i 5 libri più venduti e di successo di pubblico in Italia con la prefazione di Vasco Rossi, questo poliedrico artista pubblica un cofanetto con Cd+Dvd+Booklet 40 facciate davvero unico nel suo genere. 

Il disco uscito a febbraio a New York in edizione numerata limitata ha riscosso un grande successo ed ora uscirà in Italia, nei negozi tradizionali in vinile, cofanetto cd+dvd+booklet e in digital download e su tutte le piattaforme streaming mondiali. 

Co-prodotto inizialmente dallo storico produttore di Vasco Rossi, Guido Elmi (scomparso recentemente) l’album “Soundtracks” è  composto da 11 brani incredibili registrati tra New York, Los Angeles e Pieve di Cento a Ferrara e vanta una serie di musicisti che sono stati scelti dall’artista proprio per raggiungere una perfezione e qualità di sound di eccellenza: Michael Landau (Pink Floyd, Michael Jackson, Miles Davis, Bublè, Joe Cocker, Celine Dion, anche famoso per l’assolo del brano “We are the world – Usa for Africa”), Vinnie Colaiuta (considerato il batterista dei batteristi) che vanta nella sua lunga carriera collaborazioni artistiche con Bob Dylan, Jeff Beck, Sting, Chick Corea, Leonard Cohen, ecc., Will Hunt, batterista degli Evanescence, Matt Laug (collaboratore di Alice Cooper, scelto ancheda Vasco Rossi per il concerto dei 40 anni di carriera). 

L’autore ha chiamato a raccolta per questo suo lavoro discografico amici e colleghi musicisti appartenenti al “gotha” del rock italiano come Maurizio Solieri (storico chitarrista di Vasco), Fabrizio Foschini (Stadio), Luca Martelli (Litfiba), Claudio Golinelli “Gallo” (Vasco), Ricky Portera (Lucio Dalla), Adriano Molinari (Zucchero), Cicci Bagnoli (Steve Roger’s Band), Daniele Tedeschi (Vasco), Davide Vicari (Renato Zero), Sergio Aschieris (Bad Bones) e la voce del celebre Michele Luppi (membro della prestigiosa band statunitense Whitesnake).

L’intero album è stato masterizzato nello “storico” studio di registrazione di New York “Sterling Sound” dai due ingegneri del suono che hanno segnato la “storia” passata e presente della musica mondiale e vincitori di numerosi Grammy Award: Ted Jensen, Ryan Smith.

«Soundtracks è un concept album, ispirato alla città di New York, protagonista con le sue vedute notturne e dettagli che la rendono costantemente un turbinio di sensazioni ed emozioni difficili da dimenticare – racconta Christian Tipaldi – nel disco hanno suonato per la prima volta insieme, grandissimi musicisti di caratura mondiale italiani e americani, rendendolo un prodotto discografico incredibilmente potente e libero da ogni regola commerciale». 

Christian Tipaldi, pianista di conservatorio, è stato membro e solista del prestigioso e storico coro della Cappella Sistina in Vaticano, ha vinto le semifinali di Castrocaro nel 1996 presentandosi con un proprio brano. Ha registrato numerose colonne sonore per tv e teatro, altra grande passione come la fotografia che l’ha portato a firmare per Vasco Rossi come fotografo ufficiale numerose fotografie ormai entrate nell’immaginario collettivo pubblico, abbattendo il muro di oltre 1 milione di followers solo sul suo canale social Instagram, grazie anche al successo dei due libri multimediali ufficiali della Rockstar, Vasco Live kom ‘014 e Vasco Live Kom Tour ‘015.

L’album è scritto, arrangiato e prodotto dallo stesso artista, ha acceso l’attenzione di major ed etichette straniere sull’intero progetto, un viaggio unico ed irripetibile accompagnando la pubblicazione di “Soundtracks” anche da un Dvd di oltre 50 minuti di backstage dove i musicisti raccontano dettagli, ripresi durante la registrazione.

Un lavoro durato oltre 11 mesi anche per la realizzazione dei 7 video che accompagnano l’uscita dell’album, di cui alcuni lo stesso autore ne ha curato regia e riprese, avvenute tra New York e Philadelphia, nell’ex carcere di massima sicurezza “Eastern State Penitentiary” dove vi soggiornò anche Al Capone. 

Viaggiatore, scrittore, fotografo, musicista, ovvero “un condensato di arte incredibilmente capace” come hanno definito Christian Tipaldi alcune testate giornalistiche americane.

Ad accompagnare la pubblicazione di ‘Soundtracks’ un’App per smartphone e tablet e un grandioso libro multimediale totalmente gratuito per tutti con oltre 300 pagine con fotografie, video inediti e testimonianze con contenuti esclusivi disponibile dal 25 giugno 2018.

Questa la tracklist di ‘Soundtracks’: 

Earthquake/ The Begin/ Movie/ Death of the World / Explotion / Manù / Warab / Wind on Face / Mental Prison / Laagoon / *Bonus Track (feat Maurizio Solieri).

Il disco si chiude con un brano “Laagoon”, che in lingua thailandese significa addio, con uno splendido assolo di Michael Landau in coppia col batterista Vinnie Colaiuta della durata di oltre 3 minuti scritto dall’autore appositamente per completare un lavoro destinato al grande pubblico internazionale.

Per saperne di più sul progetto musicale più atteso dell’anno è disponibile il sito internet www.soundtracksalbum.com oltre al canala Instagram di Christian Tipaldi all’indirizzo www.instagram.com/tipaldi.

 

 

 

 

###

 

Ufficio Stampa e promo radio/tv:

Parole & Dintorni

Silvia Santoriello

Email: silvia@paroleedintorni.it

Tel.  02 20404727

Amore e ingiustizia sociale: a Roma il concerto “Tirateci Fuori live” di Riccardo Zannelli

Roma, 21 maggio 2018 – Si terrà a Roma, il 23 maggio prossimo, il “Tirateci Fuori live”, il nuovo spettacolo di Riccardo Zannelliviaggio intergalattico di un musicista alla ricerca del groove quotidiano e di un pianeta migliore.

Riccardo Zannelli, cantante, pianista e compositore, presenterà nella serata il suo album di esordio dal titolo “Tirateci fuori”, un concept album, le cui tematiche affrontate sono molteplici, tra cui l’amore e l’ingiustizia sociale.

Otto i brani originali che vedranno la direzione artistica del chitarrista e compositore Francesco Bruno, in un mix travolgente tra elettronica, funk e jazz. 

Riccardo sarà accompagnato da una giovane ed energica band composta dal chitarrista Giorgio Veneri, il trombettista Nicola Tariello e due originalissime presenze femminili, la percussionista Lisa Bassotto e Cinzia Zanellato, cantante ed electronic programmer.

Ad esprimersi sulla qualità del lavoro di Zannelli Adam Baruch, direttore artistico del Singer jazz festival di Varsavia, che ha commentato:

“La musica è una meravigliosa amalgama di pop, jazz, groove e musica etnica ed una pletora di altri elementi, ma sopratutto quello che si riconosce è il tipico senso italiano della melodia, che fortunatamente non è stato perso.

Il lavoro potrebbe essere considerato ‘Smooth Jazz‘ e come tale è in un certo senso riconoscibile, ma nel miglior significato dell’idea, in quanto ottimo come il miglior lavoro di Sting o di altri artisti pop con una forte enfasi sul jazz nella loro produzione. Un lavoro in cui elettronica ed etnica si fondono in maniera tale da diventare tutt’uno”. 

 

Riccardo Zannelli – Tirateci Fuori Live Show

Mercoledì 23 Maggio 2018, ore 21:00

L’asino che vola

 

Riccardo Zannelli, Piano e Voce

sarà accompagnato da :

Lisa Bassotto, Percussioni

Giorgio Veneri, Chitarra

Cinzia Zanellato, Voce ed elettronica

Nicola Tariello, Tromba

 

 

Via Antonio Coppi, 12, 00179 Roma

Ingresso gratuito

Infoline & Prenotazioni : 06/7851563 – 338/2751028

info.lasinochevola@gmail.com

 

TIRATECI FUORI ©2017 RICKMUSIC DISTRIBUZIONE GOODFELLAS

 

Link al video del singolo “Quando Arriverai”

Link allo spot del Concerto

 

 

 

 

Tirateci Fuori LIVE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

###

 

 

 

 

Esce ‘’Dreamland’’, il nuovo lavoro del pianista Carmine Padula

Roma, 17 maggio 2018 – Dopo lo straordinario successo di “Orizzonti il pianista pugliese Carmine Padula ha dato vita al nuovo album, “Dreamland“.

L’artista ritorna sulla scena musicale con un nuovo lavoro discografico di 12 nuove tracce, composte per arrivare dritte all’anima, con la produzione artistica del M° Roberto Cacciapaglia.

L’album è arricchito dalla versione pianosolo di “Apricena, Madrepietra!“, inno di Apricena (paese natale del compositore) composto dal lui stesso alla tenera età di sedici anni sotto commissione dell’amministrazione comunale,riscuotendo recensioni molto positive dal pubblico e dalla critica nazionale.

Hanno collaborato all’album diversi strumentisti da tutto il mondo tra cui Desislava Kondova, Enza Angelillis, Alessandro Leone, Laura Carraturo e l’ensemble Nuovi Orizzonti Trio, fondato dallo stesso Padula. La parte elettronica è stata curata invece dal maestro Gianpiero Dionigi, co-produttore del disco.

“Dreamland è un viaggio all’interno dell’anima di ognuno di noi. Ho scritto questi brani mente provavo o riflettevo su sentimenti profondi come l’amore, l’amicizia, i ricordi nostalgici ma anche per celebrare la bellezza della natura, di ciò che ci circonda” ha affermato Carmine Padula.

Pubblicato da EMA Edition, il disco è stato prodotto e curato dal celebre pianista Roberto Cacciapaglia, maestro del pianista pugliese, che ha affermato riguardo al nuovo lavoro:

“E’ un disco di grande sensibilità, che ho avuto il piacere di curare. Consiglio a tutti l’ascolto di questo lavoro”.

L’album sarà disponibile in pre-order su iTunes il 18 maggio e uscirà ufficialmente il 25 maggio su tutti gli store digitali ed in formato fisico.

Tutti coloro che acquisteranno il cd in pre-order su iTunes riceveranno gratuitamente la copia fisica autografata dopo aver esibito la ricevuta sulla pagina Facebook del pianista (www.facebook.com/padulacarmine).

La tournée di presentazione “Dreamland Tour – La Musica dell’Anima” è iniziata il 6 di aprile scorso a Venezia con un anteprima mondiale al teatro San Giorgio e proseguirà nelle maggiori città italiane.

Per saperne di più sull’artista basta visitare il sito internet www.carminepadula.net.

 

 

 

 

 

###

 

Contatti stampa:

Carmine Padula

www.carminepadula.net

padulacarmine@libero.it

 

Booking and Managment:

PMG Productions

pmgproductions@outlook.it

Pink Floyd, in Sicilia il quarto raduno dei fans

Palermo, 3 maggio 2018 – Domenica 27 maggio, al Casale di Emma, un oasi al centro della Sicilia, si terrà il quarto raduno fan siciliani dei Pink Floyd.

Dopo il successo delle passate edizioni gli organizzatori hanno scelto ancora una volta la formula che ha portato ottimi risultati, ovvero una giornata intera per tutta la famiglia dedicata al contatto con la natura, la buona musica, l’arte ed il buon cibo.

Quest’anno ci sarà una grande novità, La Compagnia dell’Encelado Superbo, band folcloristica di Lentini (SR) che proporrà tutto The Dark Side Of The Moon, il capolavoro dei Pink Floyd del 1973, in una chiave innovativa. La fisarmonica, il marranzano e le chitarre acustiche renderanno, infatti, l’intera opera particolarmente affascinante e coinvolgente.

Nel pomeriggio, invece, sempre la stessa band, si produrrà nel classico concerto rock, con il repertorio delle migliori canzoni dei Pink Floyd.

In programma  un  seminario a cura di Nino Gatti, il più importante fan italiano della band, dedicato alla mostra dei Pink Floyd al macro di Roma e una esposizione d’arte con PitturiAmo, il portale dei pittori contemporanei, con premiazione per le opere d’arte più apprezzate.

Durante la stessa giornata sarà possibile assistere alla mostra d’arte contemporanea di PitturiAmo – il portale dei pittori contemporanei con oltre 20 artisti che esporranno le loro migliori opere.

Tutti gli intervenuti all’evento avranno la possibilità di votare il quadro preferito ed il vincitore si aggiudica premi in servizi erogati dal portale.

PitturiAmo è un progetto interamente siciliano con oltre 12.000 artisti registrati, 118.000 opere in esposizione, un magazine dedicato all’arte e un e-commerce per la compravendita di servizi. Un portale che ad oggi è il più grande network italiano dedicato alla diffusione dell’arte amatoriale e professionale.

Per assistere alla manifestazione è possibile acquistare i biglietti direttamente sul sito del Casale di Emma  oppure contattare gli organizzatori al n. 338 968 7800. Durante la giornata sarà possibile acquistare anche prodotti gastronomici preparati sul posto.

Il Casale di Emma, a soli 2 km dallo svincolo autostradale di Resuttano sulla Palermo-Catania, si presta egregiamente ad una scampagnata Rock per tutta la famiglia, dove gli appassionati di musica potranno assistere a due concerti indimenticabili, gli amanti dell’arte avranno la possibilità di ammirare numerose opere ed interloquire direttamente con gli artisti, i bambini (che entrano gratis) potranno divertirsi a loro volta nel grande piazzale del Casale, in un’area protetta.

Rispetto del territorio, valorizzazione delle risorse interne, cooperazione, utilizzo di prodotti biologici e a km zero sono alcuni degli obiettivi che si è posto il Casale di Emma, con il coinvolgimento anche di soggetti svantaggiati. Per questo motivo, parte integrante e fondamentale dell’evento, saranno i ragazzi dell’Associazione Vita Nova Onlus, dal 1996 al fianco dei disabili di Caltanissetta.

Il Quarto Raduno Fan Siciliani dei Pink Floyd risulta essere un evento unico in Italia, che si integra perfettamente nei progetti di diversificazione dalle attività agricole delle aree interne, svantaggiate, della Sicilia.

 

 

Alcuni istanti del Terzo raduno fan siciliani dei Pink Floyd tenutosi lo scorso anno.

 

Esce “The Reason” degli “Elyza Jeph”: nasce il Trip Rock

Gli “Elyza Jeph” con l’uscita del nuovo Ep “The Reason” danno vita al nuovo genere musicale del Trip Rock

Napoli, 3 aprile 2018 – Venerdì 30 marzo è uscito in digital download e sulle piattaforme streaming The Reason”, l’EP di debutto del duo campano Elyza Jeph. Un progetto discografico, eclettico e innovativo che porta il duo verso la sperimentazione e la nascita di un nuovo genere musicale, il Trip Rock.

L’album, distribuito da IDM, gruppo iCOMPANY, e acquistabile anche sul sito www.elyzajeph.com, contiene 5 brani inediti nei quali le influenze trip hop ed elettroniche si fondono con quelle del mondo rock. Ospite speciale, al basso in The Reason, è Maartin Allcock, musicista e produttore pilastro nel mondo folk e prog.

“The Reason” è un alternarsi di emozioni profonde e intense, un viaggio nella parte più intima delle nostre vite alla ricerca di spiegazioni.

Passiamo la nostra esistenza a catalizzare emozioni e a cercare un perché a ciò che ci accade – afferma Lisa Starnini, voce del duo – Purtroppo non sempre riusciamo a capirle o spiegarle e, inevitabilmente, quelle emozioni condizionano la nostra vita e quella di chi ci circonda. Sentivamo il bisogno di esprimerle, di tirare fuori tutto ciò che troviamo impossibile comunicare a parole. ‘The Reason’ rappresenta il nostro modo di vivere la musica come mezzo di espressione della parte più autentica e profonda di noi stessi.”

Questa la tracklist:

 “The Reason” 
 “Rain” 
 “Believe in Me” 
 “You Need No Words” 
 “Merciless

 

CHI SONO GLI ELYZA JEPH

Il duo nato nel 2016 è formato da Lisa Starnini (voce) e Joe Nocerino (chitarre, synth e programmazioni). Entrambi musicisti professionisti e grandi fan di Massive Attack, Portishead, NIN, Tool, decidono di mescolare tutte le loro influenze approcciandosi a un trip hop con sonorità più rock che definiscono Trip Rock. Presentano il loro progetto pubblicando le loro cover riarrangiate di The Rip (Portishead) e Teardrop (Massive Attack) che riscuotono grande consenso di critica e pubblico.
Collaborano attualmente con Simon Duffy (Planet Funk, Massive Attack, Amy Winehouse, Mika, Missy Elliott…) alla produzione del prossimo lavoro discografico previsto per il 2019.

 

 

A Cremona Winds 2018 i grandi solisti del flauto: Ferreira, Gérard, Loi e Trevisani

Annunciati i primi nomi dei protagonisti della sezione di Cremona Musica 2018 dedicata agli strumenti a fiato. Fra il 28 e il 30 settembre un programma ricco di concerti, masterclass e meeting: le novità e le anticipazioni…

Cremona, 29 marzo 2018 – Grandi flautisti saranno protagonisti del ricco programma di eventi dal vivo di Cremona Winds 2018, l’atteso appuntamento dedicato agli strumenti a fiato all’interno di Cremona Musica, che si terrà nella “Città del violino” fra il 28 e il 30 settembre.

Fra i grandi nomi che si troveranno a Cremona durante i giorni della fiera per tenere sia concerti che masterclass ci sono Adriana Ferreira, primo flauto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, Jean-Claude Gérard già primo flauto dell’Orchestra dei Concert Lamoureux e professore presso la Musikhochschule di Stoccarda, Francesco Loi primo flauto solista del Teatro dell’Opera di Genova “Carlo Felice”, e Raffaele Trevisani, flautista solista di fama internazionale allievo di Sir James Galway. Altre novità saranno annunciate nei prossimi mesi.

Il programma di eventi di Cremona Winds 2018 prevede anche la terza edizione del Meeting Nazionale delle Orchestre di Flauti, un appuntamento prezioso per questo mondo, durante il quale si terranno esibizioni dal vivo dei tanti ensemble coinvolti e seminari su come rafforzare la collaborazione all’interno del settore.

Fra le novità del 2018 ci sarà anche la prima Giornata Nazionale delle SMIM (Scuole Medie a Indirizzo Musicale), appuntamento dedicato a docenti e studenti, con seminari sull’insegnamento della musica.

Ricordiamo che gli eventi di Cremona Musica sono organizzati con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione e che gli insegnanti presenti potranno richiedere un attestato di partecipazione per l’esonero dall’obbligo di servizio per i giorni di Manifestazione.

Cremona Winds, giunto nel 2018 alla terza edizione, è il punto di riferimento fieristico a livello europeo per il settore dei fiati, e porta ogni anno a Cremona migliaia di musicisti e buyer in cerca dello strumento perfetto, ma anche un gran numero di semplici appassionati, attratti dai tanti eventi dal vivo di alto livello. L’appuntamento è realizzato grazie alla collaborazione dell’Associazione Flautisti Italiani e dell’Accademia Italiana del Clarinetto.

Cremona Winds, insieme a Mondomusica, Piano Experience, Acoustic Guitar Village e al nuovo Accordion Show, è parte di Cremona Musica, la più importante fiera al mondo per gli strumenti musicali di alta gamma, che si terrà a Cremona fra il 28 e il 30 settembre 2018. Nell’edizione 2017 Cremona Musica ha ospitato più di 17.000 visitatori da 55 paesi e 302 espositori internazionali, con oltre 4000 prodotti esposti e 181 eventi dal vivo.

Per rimanere aggiornati sul programma visitate il sito internet www.cremonamusica.com.

 

 

 

 

 

 

 

###

 

Francesco Cianfanelli

Press Office, Cremona Musica International Exhibitions and Festival

tel.:+39 328 7698779

cianfanelli.cremona@gmail.com

www.cremomamusica.com

CremonaFiere SPA – Piazza Zelioli Lanzini, 1 29100 Cremona – Italy

info@cremonamusica.com – tel: +39(0)372 598 011

A Napoli 5 concerti per ‘Ritorno alla Musica’, viaggio nell’evoluzione della musica italiana

Napoli, 9 febbraio 2018 – A Napoli la musica italiana sarà la protagonista nei prossimi mesi grazie ad un viaggio che ripercorrerà le sue evoluzioni negli ultimi decenni. Nell’ambito delle attività culturali a cura dell’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Napoli, per la manifestazione ‘Napoli Music Hall’ in Casina Pompeiana in Villa Comunale, punto d’ascolto dell’Archivio Storico RAI della canzone napoletana, è stata selezionata la band del progetto musicale “Ritorno alla Musica, Omaggio alla canzone d’autore“, per partecipare a 5 serate musicali nelle date del 17 febbraio, 10 marzo, 28 aprile, 19 maggio e 20 giugno prossimi.

Mario Scala e la ‘Work in Progress Naples Band’ faranno conoscere, non solo ai giovani, l’evoluzione della canzone italiana dovuta all’arrivo di rilevanti novità generate dalla musica americana a partire dagli anni 20/50 e gli autori sostenitori di tale rinnovamento.

Un evento che sarà un vero e proprio omaggio ai cantautori italiani con cover scelte tra grandi artisti come Paolo Conte, Giorgio Gaber, Enzo Jannacci, Fabrizio De Andrè e al tempo stesso un viaggio musicale fra ritmi e atmosfere d’oltreoceano, jazz, blues, swing, dixieland, ragtime, aneddoti, profumi, sensazioni e canzoni che hanno caratterizzato il panorama musicale a cavallo tra gli anni ’50 e ’80.

Mario Scala promotore della band racconta:

“Mozart diceva che ‘tutto è già stato composto, ma non ancora trascritto’. Senza apparire blasfemo mi piace pensare che il ‘Genio’ si riferisse ad ogni genere di musica, intendendo per ‘genere’ tutto quanto attraverso le note trasmettesse un’emozione. È di emozioni legate alla musica che voglio tentare di parlare, in particolare di quelle emozioni, che spaziano nel panorama musicale degli anni 50/80″.

Tra gli anni 20 e gli anni 50 in America, il jazz, il ragtime, il blues, il rock and roll incominciarono ad influenzare il vecchio continente segnando così una vera rottura con il genere melodico in voga fino ad allora.

Anche in Italia dopo il disastro bellico si sentì il bisogno di un cambiamento, che comportasse non solo la rinascita economica, ma anche culturale intesa in senso ampio, quindi anche musicale.

Ciò avvenne  però  più  lentamente rispetto agli altri paesi del vecchio continente, forse perché la musica leggera interpretata da cantanti come Taiani, Consolini, Pizzi e Boni, non consentiva ancora strappi profondi alla tradizione.

E qui è d’obbligo citare il pensiero di Nino Rota il quale affermava che “Il termine musica leggera si deve riferire solo alla leggerezza di chi l’ascolta, non di chi la scrive“.

Intanto lo swing di Natalino Otto, Fred Buscaglione e Gorni Kramer, entrava nelle orecchie e nel cuore degli Italiani.

In quegli anni le generazioni più giovani vivevano un’inquietudine che non riuscivano più a reprimere e desideravano la svolta, lo sdoganamento dallo sdolcinato modo di esprimere anche nella musica i sentimenti e le emozioni in generale.

Si affacciarono allora, sul palcoscenico di questo stato d’animo, i vari Tony Dallara, una esplosiva Mina e un mitico Modugno che con le sue braccia alzate al cielo, dette l’illusione a chi lo amò subito di ‘poter volare’.

Ma anche qui lo shock vero e proprio lo causò il Rock and Roll, lo Swing, il Charleston e lo stesso Jazz, tutte atmosfere musicali importate dagli Stati Uniti.

Confermata la presenza all’evento del 17 febbraio dell‘Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, l’Avv. Nino Daniele così come l’esibizione del cantautore Ciro Mattei, leader della rete Peppesmith, musicista-videomaker, docente di filosofia e scienze naturali, famoso anche per essere l’autore di video geniali e ricchi di idee.

Agli spettatori sarà inoltre offerta una degustazione gratuita di benvenuto all’evento dall’azienda vinicola Terredora di Paolo Mastroberardino, e la consulenza e il servizio messo a disposizione dalla Associazione Italiana Sommelier, delegazione di Napoli.

 

Questo il programma della serata del 17 febbraio prossimo:

Esposizione “Collezione privata bambole d’epoca“ a cura dell’ssociazione “Odore antico”

Ore 20:00: Degustazione vini offerti dall’azienda Terredora di Paolo mastro Berardino, con servizio cura dell’AIS, Associazione Italiana Sommelier, delegazione di Napoli

Ore 20:30: Visione di alcuni filmati dell’Archivio Storico RAI della canzone napoletana

Ore 20:50: Esibizione del cantautore Ciro Mattei, le “Ballad di Peppesmith” da “Sul Sacrifais”

Ore 21:15: Mario scala e Work in Progress Naples band presentano “Ritorno alla musica, omaggio alla canzone d’autore”

Relatore : Massimo Azzoni

 

 

 

 

 

i

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Exit mobile version