Esce Scorre, il singolo d’esordio dei SecondoModo

Foligno, 15 maggio 2017 – I SecondoModo, giovane e promettente band Rock Pop composta da 4 ragazzi di Foligno è pronta per il lancio del primo inedito prodotto dall’etichetta discografica genovese Neverland Records .

Dal 15 maggio infatti “Scorre“, il loro primo singolo, sarà in vendita in tutti i digital store.

Scritto dal cantante della band e arrangiato da Giovanni Calderini, apre un nuovo capitolo artistico per il gruppo composto da Federico Bocchini (chitarra e voce), Leonardo Tabarrini (basso), Gioele Turrioni (tastiera e synth) e Stefano Ceccacci (batteria).

Ad un anno dalla formazione i SecondoModo debuttano con un brano fresco, orecchiabile ma allo tempo molto profondo.

“Il brano vuole fare emergere le innumerevoli sfaccettature che può avere una persona, come si comporta davanti agli altri e come reagisce quando rimane sola e può abbandonarsi alle incertezze e alle insicurezze. E’ un brano al quale abbiamo in qualche modo contribuito tutti e quattro. Rappresenta la prima grande soddisfazione condivisa, dopo tante cover è arrivato finalmente l’inedito” spiegano i ragazzi della band.

“Mentre scorre il tempo sorridi senza un perché, mentre ricordi di te, mentre scorre il tempo tra i tanti ricordi un perché, mi racconta di te” canta il ritornello di “Scorre”.

I SecondoModo a marzo 2017 sono stati inseriti nel Management del “Green Stage” di Foligno fino ad arrivare all’ Etichetta genovese “Neverland Records”, e attualmente sono al lavoro per la realizzazione del primo album di inediti in uscita nel 2018.

Per scoprire qualcosa di più sui SecondoModo consigliamo il link www.neverlandrecords.it/secondo-modo e la pagina Facebook www.facebook.com/SecondoModoOfficial.

Chi sono i SecondoModo

Federico Bocchini (chitarra e voce), Leonardo Tabarrini (basso), Gioele Turrioni (tastiera e synth) e Stefano Ceccacci (batteria)Nati e cresciuti a Foligno, i quattro musicisti si incontrano una sera in sala prove per puro caso, dovendo organizzare una piccola serata locale.

Dopo questo evento scoprono le loro passioni reciproche per il pop/rock italiano e grazie anche ad una grande intesa decidono di rimanere uniti, formando in poco tempo un gruppo sempre più compatto e attivo. Lo stile musicale molto personale dei Secondo Modo si è formato dall’esperienza acquisita creando il loro primo repertorio costituto dalla rivisitazione dei più grandi  brani degli artisti del panorama italiano pop/rock.

Già dalle apparizioni in vari eventi nella loro città e non solo, calcando palchi importanti, come l’anfiteatro di Terni, la Sala Estense a Ferrara e a Poggibonsi, hanno subito avuto un importante riscontro dal pubblico come durante la trasmissione televisiva “SanremoDoc” 2017.

I SecondoModo, parallelamente all’attività live, sono oggi molto concentrati nella stesura dei loro brani inediti. Nel 2017 usciranno con il loro primo LP in doppio supporto Vinile e CD, un importante cofanetto da collezionare.

“Scorre”, in uscita in tutti i digital stores il 15 maggio, è il brano di esordio che anticipa il primo singolo inedito previsto per luglio 2017 in tutti i negozi di dischi sul territorio Nazionale.

 

 

###

 

Contatti stampa:

Simona Cappelli – ufficio stampa Neverland Records

Via Buozzi 26/8 Genova

Tel 320 8319269 – 340 4957836

email : neverlandrecords@libero.it

 

È Michele Tiberi il primo italiano diplomato all’accademia di percussioni africane di Dakar

Dopo 4 anni in Senegal Kaio regala all’Italia un’unicità diventando il primo italiano ad aver ottenuto un diploma in percussioni africane…

Ancona, 26 aprile – Kaio, all’anagrafe Michele Tiberi, è il primo percussionista italiano ad aver ottenuto il diploma di percussioni africane frequentando l’École Nationale des Arts di Dakar, in Senegal.

Trova il suo spazio in Italia nell’originalissima band “Riciclato Circo Musicale”: l’elemento identificativo per eccellenza dei “RCM” è l’utilizzo di materiali di recupero ed oggetti di uso comune per costruire sia strumenti musicali classici e contemporanei, quindi una riedizione di quelli già conosciuti, ma anche e soprattutto totalmente nuovi e inventati da loro stessi.

La grande passione di Kaio gli ha permesso di ottenere un riconoscimento che richiede 5 anni di studi, in soli 4 anni, raggiungendo e superando egregiamente, step by step, tutti gli esami previsti.

Negli anni ha approfondito l’arte africana non solo nella musica e nelle percussioni tradizionali del Nord-Ovest dell’Africa (studiando strumenti come il djembe, i dundun, il balafon e la kora), ma anche nella costruzione degli stessi.

La sua fama, ormai riconosciuta, lo porta a viaggiare per il mondo e si ritrova spesso a tornare proprio in Senegal.

Richiestissime le sue originali lezioni, sia in Italiano che in francese. Ha insegnato in scuole primarie e secondarie, tiene corsi privati e di gruppo per adulti nella provincia di Ancona, Pesaro, Macerata, Rimini e Faenza.

Da maggio impartirà corsi di percussioni a Castelplanio (An), presso l’Accademia Astralmusic dei fratelli Giordano e Graziano Tittarelli.

Per saperne di più consigliamo i link  www.facebook.com/AfricaDjembefola,  www.facebook.com/ninkinanka e www.riciclatocircomusicale.it.

 

 

Lezioni percussioni africane: Michele Timperi il primo italiano diplomato in percussioni africane a Dakar

 

Lezioni percussioni africane: Michele Timperi il primo italiano diplomato in percussioni africane a Dakar, Senegal

 

 

###

 

Ufficio stampa:

Giulia Cappella (Astralmusic)

 

marketing@astralmusic.it

 

Tag: lezioni percussioni africane, lezioni di percussioni africane, scuola di percussioni africane, corsi di percussioni africane, corso di percussioni africane

Esce oggi “Novantasei”, il nuovo singolo de “Gli amici dello zio Pecos”

La voce ed il pensiero giovanile si esprime attraverso la band de “Gli amici dello zio Pecos”, che danno vita al nuovo singolo  “Novantasei”…

Ancona, 14 aprile 2017 – Esce oggi “Novantasei”, il nuovo singolo de “Gli amici dello zio Pecos. L’inedito, contenuto nel loro album presto in uscita, racconta del periodo adolescenziale, delle sue turbolenze e della sua bellezza. La ricerca di evasione, di emozioni, di brividi nuovi ma allo stesso tempo la naturalezza, la spontaneità e quell’incoscienza che si perderà crescendo.

Fil rouge dell’album è proprio la narrazione del pensiero dei giovani, della loro energia, spensieratezza, della profondità e dell’intensità con cui affrontano la vita, nei loro conflitti interiori, nei rapporti familiari e amorosi.

“Gli amici dello Zio Pecos” sono un gruppo musicale anticonformista, con un’identità ben definita, caratterizzata dalla volontà di esprimere il loro pensiero e quello del popolo, in riferimento ad una società che spesso lascia delle incognite. Il tutto mantenendo leggerezza, spontaneità e toccando vari generi musicali: dal Pop al Rock’ n Roll, dallo Swing al Country, dal Cantautoriale al Commerciale.

Francesco Zagaglia, Thomas Bellezze, Luca Pucci e Nicola Emiliani, suonavano insieme dall’età adolescenziale, finché un giorno dell’anno 2007, il proprietario di un locale li ingaggiò chiedendo loro di suonare qualcosa di acustico. Ne furono entusiasti dell’invito ed ovviamente accettarono ma la realtà era che non avevano mai fatto quel genere. Tipico della loro identità, improvvisarono. Il successo fu tale che da quel giorno il passaparola li portò a lavorare ininterrottamente.

Il nome del gruppo nasce ispirandosi a una puntata della serie “Tom&Jerry”, dallo zio di Jerry, lo Zio Pecos appunto. Un personaggio simpatico, rappresentato con un cappello da cowboy che richiama il loro stile folk e country.

Da un inizio senza pretese la loro vita cambiò in poco tempo.

“Una perfetta fusione di cuore e anima mescolati con una sapiente rara unicità stilistica…” così scrive la commissione del “Centro studi Franco Enriquez” che nel 2010 consegna loro il premio “Franco Enriquez – sezione musica live”. Premio ricevuto per la loro versatilità, mix di generi; il riconoscimento della presenza di uno stile nuovo: lo stile Pecos.

Non fu né il primo e né l’ultimo riconoscimento arrivato. Ormai “Gli amici dello Zio Pecos” sono una band affermata, che ha saputo ricavarsi il suo spazio a livello nazionale e che nel corso degli anni è maturata, si è evoluta; è in parte quindi anche cambiata ma un cambiamento sano, giusto e a dimostrarlo proprio il pubblico che li ha sempre seguiti e che è andato nel tempo ad aumentare.

I loro 2 dischi, “Tribù”, “Oppure No” ed il singolo “Donna Bomba” sono disponibili su tutte le piattaforme online come iTunes, Google Play e Spotify.

Per maggiori informazioni sulla band seguire il sito internet www.gliamicidelloziopecos.it e la pagina Facebook www.facebook.com/GliAmiciDelloZioPecos.

 

 

 

###

 

Contatti stampa:

Promozione e social: Astralmusic

Edizioni Musicali: Jois

 

Ufficio stampa: Giulia Cappella (Astralmusic)

marketing@astralmusic.it

 

 

Esce “Puro” di Claudio Cervati, Menarini: “Un artista che sa usare il cuore”.

Milano, 11 aprile 2017 – Dopo il successo di “Non riesco più” che ha collezionato 6 settimane di presenza nella top 100 dei brani più trasmessi dalle radio in Italia (massima posizione raggiunta #20 in classifica generale e #1 tra gli emergenti) uscirà il prossimo 21 aprile “Puro”, il primo album di Claudio Cervati targato SanLucaSound.

Un progetto, quello di Claudio Cervati, notato e salutato con i favori anche da una delle voci più belle della musica italiana come Iskra Menarini, storica corista di Lucio Dalla, che dal proprio profilo Facebook ha definito “Puro” come “un album fatto da artisti che sanno usare il cuore” e che non esclude la possibilità di un coinvolgimento dell’artista in alcune manifestazioni che vedranno Claudio protagonista.

“Puro” è il lavoro d’esordio del giovane cantante foggiano e vanta la collaborazione artistica di Manuel Auteri e la produzione musicale di Renato Droghetti, già compositore e arrangiatore degli Stadio, di Gianni Morandi, Paola Turci, Edoardo Bennato e Paolo Meneguzzi tra gli altri.

Undici tracce compresa la già nota “Non riesco più” che ha saputo conquistare pubblico e prima pagina di Rockol.it, il noto magazine musicale, che non più tardi di cinque mesi fa proclamava Claudio Cervati come l’artista emergente più ascoltato e
trasmesso dalle radio italiane nella Absolute Beginners Radio Airplay Chart.

Un lavoro discografico che viene alla luce dopo otto mesi di studio e che vede lo stesso Claudio autore di alcuni brani presenti nel disco come “Liberi”, “Lost in the silence” e “Puro”, la title track che da il nome all’album, impreziosita del featuring
del rapper bolognese Riplay.

Un album a cui farà seguito l’in-store tour nelle principali librerie italiane e successivamente un tour. Prossima anche la pubblicazione del videoclip ufficiale di “Ferma così”, il primo singolo estratto da “Puro”.

Le sonorità tipiche dell’elettronica e il pop di “Puro” saranno disponibili dal 21 aprile su Amazon e in tutti gli store digitali, oltre al sito internet ufficiale www.claudiocervati.it.

 

Copertina dell’album “Puro”, di Claudio Cervati

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Retro copertina dell’album “Puro”

 

###

 

UFFICIO STAMPA

Luca Maddalena
ufficiostampa@claudiocervati.it
cell. 3284976811

UFFICIO PROMOZIONE

Dario Riva
latlantidepromotions@gmail.com
cell. 3472795614

 

E’ uscito “L’Altare dei mondi”, singolo d’esordio del genovese Alberto Di Bacco

Genova, 10 aprile 2017 – E’ finalmente disponibile “L’Altare dei mondi” , il primo singolo di Alberto Di Bacco, prodotto dall’etichetta discografica genovese Neverland Records, uscito da lunedì 10 aprile in tutti i digital store.

Il brano parla della vita di tutti che viene raccontata tramite la voce di un narratore esterno, che sarei io. Ognuno può ritrovarsi nelle parole di questa canzone. L’intero album, anticipato da questo singolo,  affronta l’amore in tutte le sue forme, da tutti i punti di vista ” racconta Alberto.

Questo, così come tutti gli altri inediti contenuti nel disco dall’omonimo titolo “L’Altare dei mondi”, in uscita nel mese di maggio, sono realizzati da Alberto Di Bacco con la preziosa collaborazione dell’autore e musicista Andrea Vassalini.

Sull’altare dei mondi riprendo i comandi, sospendo i giudizi sui luoghi comuni, e ti amo ancora e voglio ridere per ricominciare a splendere” questo il ritornello di L’Altare dei mondi”. Questo il ritornello del singolo.

Per saperne di più su Alberto Di Bacco consigliamo i link www.facebook.com/alberto.dibacco  e www.facebook.com/Alberto-Di-Bacco-1027852050680399 e www.neverlandrecords.it/alberto-di-bacco.

 

Chi è Alberto Di Bacco, il nuovo acquisto della Neverland Records:

Alberto Di Bacco, classe 1985 coltiva la passione per la musica fin da piccolo tra le mura domestiche, dove si diverte a fare anche il deejay. Tra le sue passioni c’è quella per il teatro e in età adolescenziale alterna  esperienze sul palco, nel musical ‘Forza venite gente’ con la compagnia amatoriale ’12 di tutto’ e nella ‘Vedova allegra’, ricoprendo il ruolo tenorile di Raoul de St-Brioche, partecipando – con la propria voce – alla nota marcia ‘E’ scabroso le donne studiar’. Volendo concorrere al Festival di Sanremo 2015, l’anno precedente partecipa ai corsi e alle selezioni di ‘Area Sanremo’, con il brano ‘Adesso’, scritto e arrangiato per lui dall’amico, compositore e produttore , Andrea Vassalini. Nonostante la mancata convocazione al festival, il brano viene molto apprezzato e riproposto in molte serate con amici. Andrea Vassalini scrive altri pezzi per Alberto che vanno a costituire il suo primo disco di inediti, in uscita nel mese di maggio per  etichetta genovese Neverland Records. Alberto ascolta musica a 360 gradi ma gli artisti ai quali fa maggiormente riferimento sono Francesco Renga e Marco Mengoni. La sua prima cover in assoluto è stata “Finalmente tu” di Fiorello. Alberto attualmente vive a Savona e  oltre a coltivare con impegno e costanza la sua passione per la musica, ricopre il ruolo da responsabile in una importante catena nel settore dell’elettronica.

    

 

Neverland Records è un’etichetta discografica indipendente nata a Genova nel 2012 per iniziativa del cantautore e produttore artistico genovese Luca Marci. Inizialmente orientata verso la musica pop, l’etichetta si è sviluppata ed è cresciuta allargando i suoi interessi a diversi generi musicali.

 

###

 

Contatti stampa:

Simona Cappelli – ufficio stampa Neverland Records

Via Buozzi 26/8 Genova

Tel 320 8319269 – 340 4957836

email : neverlandrecords@libero.it

Al Giotto Jazz Festival arrivano i White Orcs, la band che coinvolge ballerini, sportivi, mimi, performer di strada, circensi, giocolieri

Come un’orchestra di 16 orchi bianchi ha disertato i palchi delle superstar per riportare il FUNKY in Italia coinvolgendo oltre 100 artisti in meno di un mese…

Firenze, 13 marzo 2017 – In occasione della XX edizione del Giotto Jazz Festival, che si terrà dal 23 al 26 marzo presso il Teatro Giotto di Vicchio (FI), l’orchestra degli White Orcs inaugura il proprio progetto di jam session artistica chiamando sul palco dei talenti che sfideranno le proprie capacità sulla musica funk.

La White Orcs è un’orchestra jazz funk che dà l’opportunità a talenti di ogni genere di condividere i palchi dei festival musicali in una jam session fra strumenti e ballerini, sportivi, mimi, performer di strada, circensi, giocolieri e molti altri artisti.

L’orchestra, per questa data composta da 13 strumentisti, 2 cantanti e coriste, suonerà i pezzi tratti dal loro primo album Koinonia, oltre ad aggiungere alcuni inediti sempre arrangiati dal direttore ed ideatore dell’ensemble Vincenzo Genovese. Ad ogni artista è stato assegnato un brano da interpretare col proprio talento, amalgamandolo a quello degli stessi musicisti, ignari di quale sarà lo spettacolo a loro riservato fino al giorno del concerto.

La professionalità e la bravura dei nostri talenti vorrà far incontrare, quasi casualmente, artisti diversi fra loro, facendo nascere collaborazioni che sorprenderanno il pubblico e lo terranno incollato alla pista facendogli consumare le suole delle scarpe!

CHI SONO GLI WHITE ORCS

Vincenzo Genovese fonda la VG big band e subito aggrega i musicisti migliori provenienti dai palchi dei grandi cantanti italiani, costruendo una famiglia di divinità musicali. Nel 2016, dal loro primo disco Koinonia registrato live nel tempo record di 48 ore e dall’entusiasmo di voler riportare il funk in Italia, nasce White Orcs, il progetto che vede l’opportunità di unire la musica allo spettacolo, condividendo il palcoscenico dell’orchestra in una jam session di artisti con diversi talenti.

White Orcs diventa la prima orchestra funk DJ set di Firenze: non solo fa ballare il suo pubblico, ma promuove l’unione delle forme artistiche e l’incontro fra culture diverse!

I NOMI DEI MUSICISTI (presenti il 24 marzo)

Vincenzo Genovese – Leader & Keyboards
Nadyne Rush – Lead Vocals
Greta Mirall – Lead Vocals
Francesco Cherubini – Drums
Gianluca Scorziello – Percussions
Marco Galiero – Bass
Luca Gelli – Guitar
Dario Cecchini – Baritone sax
Luca Ravagni – Alto sax
Luca Signorini – Tenor sax
Andrea Tofanelli – Trumpet
Nicola Cellai – Trumpet
Andrea Lagi – Trumpet
Stefano Scalzi – Trombon
Riccardo Tonello – Trombon
Valentina Misurale – Back Vocals
Rachele Acciavatti – Back Vocals

I NOMI DEGLI ARTISTI (presenti il 24 Marzo)

Fiammetta Orsini – Pole Dancer
Viola Panìk – Burlesque
Marco Bartolini – Clown/ Mime
July Gospel Singers – Gospel Choir
For Joy Gospel Choir – Gospel Choir
Vocal Blue Trains – Gospel Choir
One Voice Gospel Choir – Gospel Choir
Martina Pirani – Dancer
Giorgio Ammirabile – Guest Singe

BIGLIETTI – https://goo.gl/qYrjcB

LINK UTILI
WEBSITE – www.whiteorcs.com
FACEBOOK – https://www.facebook.com/whiteorcs
PRESS KIT – https://drive.google.com/file/d/0B2kFjvL1zQSCRFdPdHFUTGpMNTA/view?usp=sharing
GIOTTO JAZZ FESTIVAL – http://www.jazzclubofvicchio.it/giotto-jazz-festival-xx-edizione/
EVENTO FACEBOOK – https://www.facebook.com/events/402495903433424/

WHO WHITE ORCS – Vincenzo Genovese Big Band
WHAT Live Concert con performances
WHERE Giotto Jazz festival XX edizione
Teatro Giotto, Piazzetta dei Buoni, 1, 50039 Vicchio (FI)
Organizzato da: Music Pool
WHEN Venerdì 24 Marzo 2017
Ore 22:00
€ 10,00 + Prevendita
WHY Un’avventura per riportare il funky in Italia

 

###


Sara Meucci
Band Manager & Song Writer
management@whiteorcs.com

 

Cartellone Giotto Jazz Festival xx edizione

 

Venerdì 17 marzo esce “dr.gam is in da house – Corrado Cori Remix”

Il nuovo remix di dr.gam approda alla dance grazie al famoso dj Corrado Cori

Rimini, 10 marzo 2017 – Uscirà venerdì 17 marzo la nuova versione di “dr.gam is in da house”, di dr.gam al secolo Andrea Gamurrini, in chiave Remix per meriti del noto dj Corrado Cori.

Il brano, “dr.gam is in da house” ha suscita subito l’interesse di un dj di cotanta esperienza, che ne ha riconosciuto subito l’estrema trasversalità. Da qui l’interpretazione dance e la collaborazione fra i due artisti.

Dall’uscita del suo album “Another family”, dr.gam non ha risparmiato colpi di scena e successi in ogni dove, al punto che la critica nazionale si spende per lui in questi termini:

“Suona da Dio. E’ limpido e potente fin dalla prima nota, e accompagna gli ascoltatori su una nave solida a superare scogli grossi come pietre” (QN – Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno: http://blog.quotidiano.net/arminio/2016/11/28/musica-dr-gam-gioca-con-i-cliche);
“….dr.gam….non ha di certo questi problemi, smazzando giri di pista a intere schiere di colleghi, italici e non, con una padronanza e, diciamolo senza paura, una classe che raramente si può scorgere nella maggior parte delle proposte odierne….” (Music Map:
http://www.musicmap.it/recdischi/ordinaperr.asp?id=5077).

L’attenzione che la professionalità di questo artista ha saputo catturare, crea l’attesa di scoprire quali saranno i suoi nuovi progetti, a partire dall’ascolto di “dr.gam is in da house – Corrado Cori Remix”.

Il remix sarà disponibile su Youtube e tutti i digital stores.

Per saperne di più su dr.gam visitare il sito internet www.andreagamurrini.com, seguire la pagina Facebook www.facebook.com/andreagamurrini ed il profilo Instagram www.instagram.com/andreagamurrini.

Productions: Andrea Gamurrini (White Coal Productions), Corrado Livi (CC Production).

Vocal e guitar performer: dr.gam (Andrea Gamurrini)

Female Vocal performer: Pamela “PACO” Conditi

Published by Lungomare/Jois

Distribuited by Believe

Press office: Giulia Cappella (Astralmusic)

C & P 2017: Andrea Gamurrini, Corrado Livi

(Cover, Video, Audio)

 

###

 

Contatti stampa:

marketing@astralmusic.it

 

I “Riciclato Circo Musicale”, la band che crea strumenti riciclati, dà vita a “Anni luce da qui”

“Riciclato Circo Musicale”, gli artigiani del suono, presentano il nuovo singolo “Anni luce da qui”: ricerca e sperimentazione i must della band che crea i propri strumenti riciclati, e protagonista di Sky Italian’s got Talent, numerosi programmi Rai e Mediaset e articoli di stampa …

Ancona, 8 marzo 2017 – Uscirà a breve il nuovo singolo della band “Riciclato Circo Musicale”: Anni luce da qui. Il nuovo brano racconta il timore di raggiungere un futuro, ora solo immaginato, in cui la tecnologia prende il sopravvento sulle relazioni sociali provocando, insieme all’inquinamento, l’incuria, le politiche economiche ed energetiche sbagliate; la morte della vita terrestre quindi il desiderio di cambiare pianeta con la speranza di rivivere una vita come quella passata ma con la rabbia di chi la Terra non vorrebbe proprio lasciarla.

La band “Riciclato Circo Musicale” nasce nel 2006 da quattro singolari musicisti, professionisti, provenienti da generi ed esperienze artistiche completamente diverse, ma con alcune caratteristiche comuni: la passione per la ricerca e la continua sperimentazione sonora.

L’elemento identificativo per eccellenza dei “RCM” è l’utilizzo di materiali di recupero ed oggetti di uso comune per costruire sia strumenti musicali classici e contemporanei, quindi una riedizione di quelli già conosciuti, ma anche e soprattutto totalmente nuovi e inventati da loro stessi.

La Cassettarra, per esempio, è una chitarra fatta con un vecchio cassetto e un vecchio manico di chitarra; Il bassolardo è un basso elettrico costruito utilizzando un vecchio battilardo, una tavola di legno lavorata come un vero manico, un parafango di bicicletta e delle vecchie meccaniche per chitarra basso.…

Ma la vera sperimentazione, che porta alla scoperta di sonorità nuove e affascinanti, genera la creazione di strumenti mai visti prima come la Medusa, che ricordano i capelli della mitologica creatura, o come il vignarolophon, un asciugacapelli che suona come un flauto. Tutto rigorosamente riciclato.

Una band a cui non manca coraggio, inventiva, creatività ed anche molta ironia, visto che definiscono il loro genere musicale “Elettrodomestica”.

Il loro nuovo singolo, “Anni luce da qui”, racconta il timore di raggiungere un futuro, ora solo immaginato, in cui la tecnologia prende il sopravvento sulle relazioni sociali provocando, insieme all’inquinamento, l’incuria, le politiche economiche ed energetiche sbagliate; la morte della vita terrestre quindi il desiderio di cambiare pianeta con la speranza di rivivere una vita come quella passata ma con la rabbia di chi la Terra non vorrebbe proprio lasciarla.

Il successo della band è da sempre in crescita, dai teatri nazionali e internazionali ai Festival in Italia e in Europa, Croazia, Austria, Grecia, Francia, ai talent show Sky Italian’s got Talent, la loro Elettrodomestica è sempre presente.

Testimonianza della loro radicale presenza sul territorio nazionale sono la partecipazione a Festa Italiana su Rai1, a Mattino Cinque su Canale 5, in occasione di Ecomondo 2008 su Tg1 e Tg5, in diretta su Etv Music, a detto Fatto su Rai2.

Persino Carlo Conti nel programma a premi “L’Eredità”, li cita in una domanda ad un concorrente.

Notevoli le comparse in radio, come non si è risparmiata anche la stampa con la pubblicazione di articoli su “La Repubblica”, “La Stampa”, “Il Resto del Carlino”, “Focus”, e tanti altri.

La loro passione per la musica, per la ricerca, per la sperimentazione e per l’artigianato, la trasmettono anche attraverso numerosi laboratori creativi ai giovani nelle scuole elementari e medie: costruzione degli strumenti musicali e insegnamento, obiettivo è capire e imparare a rispettare l’ambiente e la natura, senza sprechi inutili e con occhio sempre attento al riciclaggio.

Insomma una band quella dei Riciclato Circo Musicale di musicisti, messaggeri e ora anche di giovani educatori.

Per saperne di più visitare il sito internet www.riciclatocircomusicale.it e la pagina Facebook www.facebook.com/RiciclatoCircoMusicale.

 

 

###

 

Ufficio stampa:

Giulia Cappella (Astralmusic)

marketing@astralmusic.it

 

I “Riciclato Circo Musicale”, la band che crea strumenti riciclati, da vita al nuovo brano “Anni luce da qui”

Tag: riciclato circo musicale, strumenti riciclati, anni luce da qui, band indipendente

Esce “Roveri”, il nuovo singolo degli “Amici dello Zio Pecos “

Un invito all’introspezione in uno scenario surreale nel nuovo singolo “Roveri”…

Ancona 2 marzo – Giovedì 9 marzo esce “Roveri”, il nuovo inedito della band anticonformista “Gli amici dello zio Pecos”.

La canzone, caratterizzata da melodie sostanzialmente spensierate, nasconde, invece, un significato profondo che incita all’introspezione. Gli agenti atmosferici impersonificano le paure dell’uomo che lo inseguono lungo il suo viaggio vitale.

Le paure, a volte, sono anche stimoli per migliorarsi, per opporci a uno stato d’animo che non ci piace e da lì inizia il percorso per un’evoluzione interiore.

Siamo noi che, come accade alla fine nel video, arriviamo a rincorrere le paure perché cerchiamo il cambiamento, il miglioramento, la crescita interiore e ci rendiamo conto che il ribellarci ai fantasmi dell’inconscio ci dà forza e autostima, uscendo così da uno stato di sottomissione nei loro confronti.

I timbri sonori suddividono il brano in substrati di colore: dal sintetizzatore che ci proietta in uno spazio sospeso nel vuoto quasi metafisico, al ritmo incalzante della batteria che richiama il senso del movimento e dell’evoluzione.

“Gli amici dello Zio Pecos” è un gruppo composto da quattro elementi uniti fin dall’età adolescenziale: Francesco Zagaglia, Thomas Bellezze, Luca Pucci e Nicola Emiliani. E’ una band musicale anticonformista, con un’identità ben definita, caratterizzata dalla volontà di esprimere il loro pensiero e quello del popolo, in riferimento ad una società che spesso lascia delle incognite, il tutto mantenendo leggerezza, spontaneità e toccando vari generi musicali: dal Pop al Rock’ n Roll, dallo Swing al Country, dal Cantautoriale al Commerciale.

Il video è stato girato nel piccolo e suggestivo borgo di Piticchio (Arcevia). Riprese e montaggio merito della band stessa con l’aiuto del regista Lorenzo Santoni, loro amico.

Il brano sarà disponibile su Youtube e tutti i digital stores.

Per maggiori informazioni www.gliamicidelloziopecos.it e la pagina Facebook www.facebook.com/GliAmiciDelloZioPecos/?ref=ts&fref=ts&qsefr=1 .

 

 

###

 

Contatti:

 

Promozione e social:

Astralmusic

Edizioni Musicali: Jois

Ufficio stampa: Giulia Cappella (Astralmusic)

 

 

 

Roberta Faccani dedica ad un amore segreto “Non sai il mio nome”, il suo nuovo singolo

È in uscita martedì 7 marzo “Non sai il mio nome”, il nuovo singolo di Roberta Faccani, dedicato al suo amore segreto… 

Ancona 27 febbraio 2017 – “Non sai il mio nome” è il nuovo singolo di Roberta Faccani (ex voce dei Matia Bazar e Lady Montecchi in “Romeo e Giulietta ama e cambia il mondo” di David Zard), in uscita martedì 7 marzo. Il brano, decisamente autobiografico, è dedicato a una storia d’amore vissuta da Roberta alcuni anni fa con un uomo molto importante poi sfociata, in una bella amicizia.

La distanza e le vite troppo diverse dei due protagonisti, impedirono che il sogno potesse diventare una concreta realtà di vita; rimane, a tutt’oggi, uno dei ricordi più teneri e sensazionali di un folle e specialissimo sentimento a cui la Faccani lascerà sempre e comunque aperta la porta del cuore.

Con questa canzone radiofonica e al passo con i tempi, Roberta Faccani, inizia un nuovo progetto musicale con arrangiamenti elettro-pop che le permette di avvicinarsi a un target più giovanile; (non a caso l’apertura del canale YouTube e l’ingresso nei social).

La musa ispiratrice di questo progetto è in qualche modo Lady Gaga, artista ritenuta da Roberta un genio musicale e che attualmente la emoziona e la convince di più nel panorama mondiale. La morale di vita e artistica della Faccani la porta ancora una volta a sperimentare e a non rinchiudersi in cliché che la possano categorizzare e standardizzare.

Da aprile il suo tour per le piazze italiane con “Elettrotour”, uno show tra pop e musical, accompagnata come sempre dalla sua “Mataband”.

Si può seguire Roberta Faccani tramite il sito internet www.robertafaccani.it ed i canali social www.facebook.com/Roberta-Faccani-Mata-Fans-Club-509057999193119/?fref=tswww.facebook.com/roberta.faccani?fref=ts, su Youtube www.youtube.com/channel/UCbbZD4aZzluhsUuyoDTFzVA e su Instagram www.instagram.com/robertafaccaniofficial/?hl=it.

 

SCHEDA

Etichetta discografica: Bandidos Records

Testo: Roberta Faccani

Musica: Roberta Faccani e Giordano Tittarelli

Manager: Ferdinando Bruno per Music Garden

Web master: Domenico Liguori

Make up artist: Regina In Neverland

Ufficio Stampa: Giulia Cappella (Astralmusic)

 

###

 

 

Exit mobile version