Spettacolo: con l’attrice Francesca Brandi debutta Beatrice Star, la presentatrice più giovane d’Italia

Sono l’attrice Francesca Brandi e Beatrice Star, la presentatrice più giovane d’Italia, la nuova coppia dello spettacolo italiano

Roma, 21 gennaio 2022 – Sono l’attrice Francesca Brandi e la piccola attrice e modella Beatrice Star, di soli 7 anni e mezzo, conosciuta per essere la presentatrice più giovane d’Italia, la nuova coppia, inaspettata e non convenzionale, di cui si è tanto parlato le scorse settimane nel mondo dello showbiz romano.

Insieme le due artiste hanno infatti debuttato nella presentazione della “Fashion Opera”,  una serata di beneficenza con donazioni in favore dell’AIL, l’Associazione Italiana contro le Leucemie.

L’evento si è tenuto presso il rinomato e storico Hotel Quirinale, nella meravigliosa sala Impero, ed è stata l’occasione per l’attrice Francesca Brandi, toscana di origine, dal lungometraggio sul femminicidioUna notte” alla fiction RaiIl Paradiso delle signore”, di sfoggiare la sua eleganza e portamento, che hanno impreziosito la serata di beneficenza.

BEATRICE STAR, LA PRESENTATRICE PIU’ GIOVANE D’ITALIA

Ciliegina sulla torta di “Fashion Opera” è stata la presentatrice più giovane d’Italia, ovvero la piccola attrice e modella Beatrice Star, sambenedettese, scoperta a giugno 2021 dalla stessa Francesca Brandi.

Beatrice è spigliata, intraprendente e determinata a studiare per perfezionarsi per realizzare Il sogno di diventare un’attrice come Sofia Loren.

A differenza di tanti altri “baby” di successo, spesso spinti dai genitori alla carriera, in questo caso è proprio Beatrice ad aver scelto di sua spontanea volontà questo percorso, e con molta determinazione ha convinto i genitori ad accompagnarla e supportarla nel percorso artistico da lei scelto.

LA NUOVA COPPIA DELLO SPETTACOLO ITALIANO

La nuova coppia artistica si era già incontrata durante le riprese cinematografiche del cortometraggio “Life’s moments”, con la regia di Donato Tulliani e nel lungometraggioThe Eyes of the prey”, con la regia di Leonardo Barone.

Beatrice e Francesca sono poi state scelte per condurre insieme l’importante evento di beneficenza romano, dall’event planner di Infiniti Eventi, ottenendo riscontri inaspettati.

Il pubblico della serata ha molto apprezzato infatti la sintonia e la professionalità delle 2 presentatrici, soprattutto per le grandi emozioni che insieme sono state capaci di trasmettere. In particolar modo quando la Brandi ha intervistato le rappresentanti dell’AIL di Roma e Cosenza e quando Beatrice Star  ha intervistato Beatrice Spezzano, una delle tante bimbe che si sono esibite  allo spettacolo Fashion Opera.

Le due presentatrici sono state vestite per l’occasione con gli abiti degli stilisti Pasquale Bilancio e Raffaella Pignataro, e la loro eleganza, raffinatezza e sensibilità, per le malattie che colpiscono bambini e adulti, hanno emozionato e stupito il pubblico della serata.

 

 

 

 

 

 

È Raffaella Di Caprio la più bella attrice italiana

Roma, 20 dicembre 2019 – È Raffaella Di Caprio la più bella attrice italiana. La bellissima cugina della super-star Leonardo Di Caprio, che spera di incontrare presto in America dove andrà a breve per un importante provino cinematografico, è stata eletta in Puglia da un pool di giornalisti come ‘La più bella attrice italiana’, durante le finali di ‘Top model of the world Italy’.

Il sondaggio è stato realizzato dall’ex-Mister Italia, il bellissimo Miky Falcicchio che ha convocato un pool di giornalisti, oltre ad un migliaio di giovani, per scegliere la più bella attrice a cui affiancarsi in un importante progetto pubblicitario.

Bellissima e lanciatissima la giovane attrice negli ultimi tre anni è passata da essere super finalista nazionale a Miss Italia (quinta classificata) a Miss Grand Prix Forever (rappresentante della bellezza italiana nel mondo), dal set di ‘Furore 2‘ su Canale 5, protagonista con il bellissimo attore Massimiliano Morra, al teatro Bagaglino di Roma, dove è stata tra le protagoniste dello spettacolo ‘Femmina’, fino a diventare una stella televisiva partecipando a diverse puntate dello show di Chiambretti.

Raffaella negli scorsi mesi ha rifiutato diversi reality show per prepararsi al salto ‘nel cinema d’autore’. Sarà infatti tra le protagoniste del nuovo film del maestro del thriller-horror Dario Argento.

Lanciata dal manager Rosario Porzio la Di Caprio ha moltissimi progetti importanti per il 2020 e quando le si chiede cosa significa la bellezza per lei, che è già pluripremiata in tal senso, la risposta è secca: “Voglio che in futuro venga ricordata come una brava attrice, questo è quello che mi interessa di più oggi”.

 

Piano di Sorrento premia Gino Rivieccio per i 40 anni di carriera

Napoli, 18 settembre 2019 – L’attore Gino Rivieccio si aggiudica la sezione “Dino Verde” del Premio nazionale “Penisola Sorrentina” per i suoi 40 anni di carriera tra Mediaset, Rai e tanto teatro. Quarant’anni di spettacolo celebrati con un riconoscimento speciale del premio “Penisola Sorrentina”, la cui ventiquattresima edizione è in programma il prossimo 26 ottobre al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento.

Gino Rivieccio festeggia così, in maniera speciale, i suoi quarant’anni di professione nello spettacolo, che presero il via nel 1979 quando entrò a far parte della compagnia del Teatro Stabile Sannazzaro di Napoli, al fianco di Nino Taranto, Luisa Conte e Pietro De Vico.

Quindi con la vittoria al festival del cabaret di Loano si propone sulla scena nazionale partecipando accanto a Paolo Villaggio e Carmen Russo al programma Un Fantastico tragico Venerdì”, in onda su Rete 4.

Dall’87 all’89 ha condotto per tre edizioni un striscia a premi del mattino su Canale 5, “Cantando Cantando” avvalendosi della partecipazione di Little Tony, Bobby Solo e Rosanna Fratello. Durante i mesi estivi Marino Bartoletti gli affida uno spazio comico nella trasmissione su Italia 1Calcio d’Estate”. L’anno successivo, sempre su Canale 5, conduce insieme a Lino Toffolo il gioco a premi “Casa mia

Nel 1991 passa alla RAI dove, insieme a Mita Medici e Osvaldo Bevilacqua è protagonista di Sereno Variabile. L’anno successivo presenta con Mara Venier e Fiorello “il Cantagiro” su Rai 2. In quello stesso anno con lo spettacolo “ Spasso Carrabile “ vince il Biglietto d’oro dell’Agis.

E nel 1993 Dino Verde lo sceglie come protagonista della riedizione dello storico “Scanzonatissimo”, che si rimaterializza il suo grande amore per il Teatro. Lo spettacolo che ha come coprotagonista Brigitta Boccoli viene ripreso nella stagione successiva con il titolo “Scanzonatissimo Gran Casinò”. Questa volta con la partecipazione di  Sabina Stilo e le coreografie  di Don Lurio.

E proprio a Dino Verde è intitolata la speciale sezione del Premio “Penisola Sorrentina”, che in questi anni ha visto premiati Lino Banfi, Pippo Baudo, Leo Gullotta, Giancarlo Magalli, Maurizio Micheli.

“Siamo particolarmente felici di consegnare il premio Dino Verde  a un uomo ed un attore che ha sempre conservato il valore dell’umiltà e la cifra della cultura”, afferma Mario Esposito, patron del Premio.

Diversi sono i titoli della sua produzione, ma la colonna sonora di sottofondo della sua vita e del suo palcoscenico resta l’amore per Napoli. Un amore carnale, tatuato nell’anima”  racconta ancora il patron.

Rivieccio ha lavorato a stretto contatto con Dino Verde e con il figlio, Gustavo, che ancora oggi è il suo autore.

Ha  interpretato “Sarto per signora“ di George Feydeau con Luciana Turina e la regia di Vito Molinari. La stagione 2008 l’ha divisa con Vittorio Marsiglia in un varietà scritto sempre da Rivieccio con Gustavo Verde, dal titolo “ Non complichiamoci la vita”. Nel 2009 ha riproposto il genere del one- man show con la Minale big band dal titolo “Quanno ce vò ce vò”.

Nello stesso periodo propone per la prima volta, un cofanetto che raccoglie il meglio dei suoi 30 anni di carriera. Al fianco di Corinne Clery ha portato in scena un classico della commedia. “ Il padre della sposa “ per la regia di Marco Parodi e le musiche di Peppino di Capri. Nel 2012  ha firmato insieme a de Giovanni e a Verde  “ La pazienza differenziata “, ritratto ironico sul momento storico dei napoletani. Nella stagione 2013-2013 ha portato in scena “ Faccio progetti per il passato “ commedia musicale scritta insieme a Gustavo Verde e Gianni Puca.

Quindi  è stato protagonista di un divertentissimo lavoro scritto da Stefano Sarcinelli e Peppe Quintale: “Ti presento mio fratello”. La scorsa stagione  e per il secondo anno consecutivo  ha portato in scena  “Io e Napoli“, un atto d’amore verso la sua città intriso di emozioni ed ironia, garbo, leggerezza e riflessioni. Il tutto suffragato dalle  musiche e gli arrangiamenti del Maestro Antonello Cascone. La scorsa stagione ha ripreso la commedia inglese “Mamma  ieri mi sposo“ in compagnia di Sandra Milo e Marina Suma e  ripropostoil suo one man show Cavalli di ritorno.

Queste solo alcune delle tappe salienti di questi quarant’anni di vita e di spettacolo, suggellati orada un premio speciale.

Un riconoscimento che si aggiunge al successo  della direzione artistica del Premio Massimo Troisi, conferitagli quest’estate dalla Città di San Giorgio a Cremano.

Sarò con gioia al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento per festeggiare, insieme con gli  altri importanti premiati ed ospiti del Premio Penisola Sorrentina l’amore per questo mestiere”, dichiara Rivieccio.

“Sì, questo lavoro bisogna amarlo. Fare questo lavoro solo per diventare famosi è come dissetarsi con la grappa. Questo mestiere bisogna abbracciarlo per comunicare delle emozioni, dei pensieri, dei sorrisi al prossimo. Come mi ha insegnato il maestro Dino Verde, praticarlo solo per il piacere di andare in scena senza avere nulla da dire è come salire su un aereo solo per avere le noccioline gratis” conclude l’attore.

 

Gino Rivieccio durante i primi anni di spettacolo

 

 

 

A Sandra Milo il Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”

Consegnato all'”umana diva” di Federico Fellini il Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” 2018 durante la conferenza stampa di presentazione del prestigioso riconoscimento nazionale, svoltasi al Teatro Eliseo di Roma. Il galà di premiazone si svolgerà a Piano di Sorrento il 27 ottobre

Roma, 11 ottobre 2018 – E’ stato consegnato a Sandra Milo il Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” durante la conferenza stampa nazionale svoltasi al Teatro Eliseo di Roma alla presenza di autorità e giornalisti.

Accolta dal patron del Premio, Mario Esposito, e dal direttore artistico dell’Eliseo, Luca Barbareschi, “Sandrocchia”, come amava chiamarla Fellini, ha dichiarato di essere particolarmente felice di ritirare questo riconoscimento in un teatro così prestigioso come l’Eliseo, che in cento anni di storia ha visto passare tanti importanti artisti.

“Questo premio è un riconoscimento ad una storia umana e cinematografica, una vera dichiarazione d’amore”, dice Sandra Milo

A consegnare la statuetta-cammeo, opera degli orafi ed incisori di Torre del Greco Francesco Scognamiglio e Silvio Castaldo su soggetto artistico di Giuseppe Leone, sono stati Gino Rivieccio e il Sindaco di Piano di Sorrento Vincenzo Iaccarino.

“Il Premio è diventato un contenitore culturale trasversale e ormai consolidato nel panorama degli eventi culturali di rilievo nazionale”, ha dichiarato il Prefetto Mario Esposito, presidente onorario della kermesse.

Alla presentazione hanno partecipato anche la scrittrice Annella Prisco e l’attrice Anna Capasso.

Tantissimi i vip presenti nel foyer dell’Eliseo, tra cui alcuni altri premiati: gli attori Debora Caprioglio con Francesco Branchetti,  Paolo Ruffini e il giovane crossover Federico Paciotti, interprete di Rosso Opera, album prodotto e diretto da Caterina Caselli.

Lo spettacolo di premiazione si svolgerà al Teatro delle Rose di  Piano di Sorrento il prossimo 27 ottobre.

 

 

n

 

A San Fele lo spettacolo “Chiare, fresche e dolci acque”

San Fele (PZ), 30 luglio 2018 – Gino Rivieccio sarà a San Fele (Pz) per lo spettacolo “Chiare, fresche e dolci acque”. L’attore napoletano reduce dal grande successo a Dimaro per la Festa del Calcio Napoli farà tappa ora nel paesello lucano delle cascate con uno spettacolo teatro-musicale.

L’appuntamento è a San Fele (Pz) nello storico piazzale Nocicchio per mercoledì 1 agosto alle ore 21.30.

L’iniziativa, ospitata nel cartello estivo dall’Amministrazione comunale per “Saperi e Sapori”, rientra nel calendario nazionale del Premio  “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”®, che cura la produzione esecutiva dello show.

“Dal titolo di una canzone del Petrarca, nasce questo spettacolo innovativo ma anche audace. Di rottura. Gino Rivieccio compierà infatti un viaggio letterario, musicale e teatrale serio ed ironico che avrà come metaforico “rumore” di sottofondo quello dell’acqua”, dichiara il produttore Mario Esposito.

Un elemento naturale ed ambientale, che contrassegna fortemente il territorio di San Fele, come le cascate e le antiche gualchiere. Diventerà per questo l’elemento ispiratore di una epopea artistica sorridente, divertita ma anche riflessiva capace di intrattenere il grande pubblico con brani di poesie, canzoni, monologhi del grande attore show-man napoletano che animerà per circa due ore la serata d’estate lucana.

“In questo spettacolo racconto il Sud come lo vedo io, con i miei occhi, con i suoi pregi e i suoi difetti, ma gli occhi sono quelli di un innamorato per cui come tutti gli innamorati alla fine faccio prevalere i pregi. Mi soffermo in particolare sulle attese dei meridionali, in particolar modi quelli di Napoli e della provincia; noi napoletani siamo abituati ad aspettare qualcuno o qualcosa e questo dimostra una pazienza enorme. Però la pazienza che è un pregio a lungo andare può diventare un difetto, ecco perché esorto le persone del sud a reagire, a ribellarsi alle ingiustizie, ai soprusi, alle discriminazioni di cui spesso siamo vittime. E non è più il momento di dire ” Lassamme fa a Dio”, spiega Gino Rivieccio

Lo spettacolo, attraverso lo strumento del teatro-canzone su musiche dell’arrangiatore Antonello Cascone, passerà, con consapevole ed intelligente virtuosismo misurato, dall’idillio di alcuni temi più intimi che evoca il suono dolce e soffuso di un ruscello fino ad arrivare allo scroscio battente della satira, che evoca il suono del battito dell’antica gualchiera.

“ Questo omaggio teatralmusicale di Rivieccio alla provincia rientra nelle attività del Premio nazionale Penisola Sorrentina cui da anni San Fele è collegata. Oggi possiamo con orgoglio affermare che questa provincia sta vincendo le sue sfide ed uscendo dall’isolamento: una di esse è quella di Matera2019”, commenta il primo cittadino di San Fele Donato Sperduto.

 

 

 

L’attore Gino Rivieccio

Lisa Ann, la Milf più famosa del mondo sbarca in Italia

A giugno arriva in Italia dagli USA Lisa Ann, la MILF più famosa dell’adult entertainment mondiale… 

Roma, 14 giugno 2018 – Chi disse MILF, disse Lisa Ann. E tra poco il sogno erotico di migliaia e migliaia di giovani di tutto il mondo sbarcherà in Italia per un tour che toccherà Torino (22 giugno), Cuneo (23 Giugno), Venezia (29 giugno), Vicenza (30 giugno), Bucarest – Romania (6 luglio), Monza e Brianza – Lissone (7 luglio), Sardegna – Sanluri (13 luglio), Firenze (14 luglio), Roma (19 luglio). Queste le città e le location in cui è pronta a sbarcare Lisa Ann grazie all’ennesima brillante iniziativa della ex-showgirl Alexia Mell e D.G. con la loro Fantasy Studio.

Nata e cresciuta in Pennsylvania, la procace e ‘matura’ diva XXX proviene da una famiglia di chiare origini italiane. Inizia a “mostrarsi” già a 16 anni, quando si esibisce come ballerina in alcuni locali notturni.

A vent’anni, dopo aver conseguito la specializzazione in assistenza odontoiatrica, si trasferisce a Los Angeles per entrare definitivamente nel mondo dell’adult entertainment. In America raggiunge la celebrità assoluta quando lavora nel set del film “Who’s Nailin Paylin?” – presentato il giorno delle elezioni – parodia della candidata repubblicana Sarah Palin.

Questa non sarà l’unica parodia lanciata da Ann, vera e propria esperta nella categoria. Nel 2010, insieme a Nikki Benz e Sean Michaels, viene scelta per condurre gli XRCO Awards e appare in un annuncio di servizio pubblico diretto da Michael Whiteacre per la Free Speech Coalition, con tema la violazione del copyright dei contenuti per adulti.

LE BATTAGLIE PER I DIRITTI CIVILI DELLE DONNE DI LISA ANN

Nell’ottobre del 2010 un episodio che per forza di cose non lascia indifferente Lisa Ann e che le apre di riflesso un mondo nuovo. Un suo collega di film hard riceve la diagnosi positiva all’HIV: da quel momento la stupenda Ann decide che avrebbe girato scene solo ed esclusivamente con l’uso dei profilattici.

Ma non solo, perché l’intraprendente MILF americana per antonomasia si fa promotrice di una campagna che incoraggia i suoi colleghi di set al costante uso del condom. Due anni dopo, nel 2012, chiese addirittura di intervenire legalmente per l’uso del preservativo nei film porno.

La carriera di Lisa Ann da allora è in continua ascesa, tanto che nell’aprile del 2013 il New York Post la incorona riportando la notizia che sulla piattaforma Pornhub proprio la Ann è l’attrice pornografica femminile più ricercata.

Attenta ai diritti delle attrici della sua categoria, Lisa si è dedicata anche ad attività di coraggiosa denuncia: pone all’attenzione generale, infatti, il fatto che le sue colleghe sono maggiormente remunerate per le scene con attori di colore, anali e di gruppo.

Si impegna, inoltre, per il riconoscimento di pensione e assicurazione sanitaria agli attori porno. Nel 2014, però, con una lettera scritta di proprio pugno e pubblicata sul suo profilo Facebook, annuncia il suo ritiro come attrice pornografica. La fine di ogni cosa per lo sconforto generale dei suoi fans? No, è un falso campanello d’allarme, perché a gennaio la sua carriera riprende.

Insomma, un turbinio di emozioni che rispecchiano e riflettono la carriera di un’attrice destinata a far parlare di sé sempre e comunque, apripista del genere MILF, tra i più amati nell’intero globo.

Adesso il fascino di Lisa Ann potrà essere ammirata anche nel Belpaese, curve che scaleranno le gerarchie italiche delle più desiderate grazie anche alla Fantasy Studio Agency, di Alexia Mell e il marito D.G., che ha portato in Italia l’attrice americana, sempre attenta ad esaudire i desideri dell’esigente popolo italiano della notte.

 

Lisa Ann, la Milf più famosa del mondo in arrivo in Italia per un tour (Foto Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Lisa_Ann#/media/File:Lisa_Ann_AVN_Awards_2013_2.jpg)

A Cannes le celebrità del cinema festeggiano l’artista italiano Cesare Catania

Milano, 18 maggio 2018 – Dopo lo strepitoso successo ottenuto meno di 15 giorni fa durante l’esposizione al Grimaldi Forum di Montecarlo nella settimana del Rolex Master Cup, l’artista italiano Cesare Catania lascia il segno anche in Costa Azzurra dove espone le sue opere come ospite d’onore durante una delle serate più frizzanti del Festival del Cinema di Cannes.

Catania infatti ha infatti presentato il 14 maggio alla serata di gala nel rooftop del Radisson Hotel, una delle sue sculture in silicone e acrilico.
Durante la serata all’insegna dei colori bianco e oro, contornata da un lussuoso cocktail e da un panorama mozzafiato, l’artista italiano è stato celebrato da numerosi VIP tra l’attrice Farrah Abraham e la star di BollywoodMallika Sherawat.
Il maestro ha più volte stupito la critica internazionale per le sue opere e per le sue tecniche, e su come faccia a mescolare tra loro sostanze cosi diverse tra loro come il silicone e l’acrilico, per realizzare le sue sculture.
Per saperne di più sull’artista visitare il sito internet www.cesarecatania.eu.

 

L’attricw Farrah Abraham con l’opera di Cesare Catania

 

###

PRESS OFFICE

Cesare Catania ART – Ingenuity Works – Paintings – Sculptures

Via Del Progresso 18 – Milan – IT

web: www.cesarecatania.eu

mail: press@cesarecatania.eu

Press kit:

https://www.dropbox.com/s/t7bpgw958ywqrbb/Cannes%20Art%20Event%2014%20Maggio%202018.zip?dl=0

FB: https://www.facebook.com/cesarecataniaarte/

IG: https://www.instagram.com/art_cesarecatania/

Youtube: https://goo.gl/VYfbZ

 

Barbara De Rossi, continua il tour de ‘Il Bacio’: dalla Penisola Sorrentina al San Babila di Milano

Barbara De Rossi e Francesco Branchetti continuano la tournée nazionale de “Il Bacio”, insignita a Piano di Sorrento del prestigioso Premio nazionale “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” per il teatro di prosa.

Milano, 24 gennaio 2018 – La tournee de “Il Bacio” di Ger Thijs con Barbara De Rossi e Francesco Branchetti approda il 30 gennaio prossimo, fino al 4 febbraio, al Teatro San Babila di Milano e a primavera raggiungerà la capitale, facendo tappa al Teatro dell’Angelo di Roma, diretto da Antonello Avallone.

Lo spettacolo è stato insignito del Premio nazionale “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”® per la categoria “evento teatrale della stagione 2017/2018”, ed è stato consegnato ai due protagonisti Barbara De Rossi e Francesco Branchetti al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento (Na), durante una serata-spettacolo inserita tra i grandi eventi della Regione Campania.

“Un’affascinante epopea tra le pozzanghere dell’inquietudine”, così recita la motivazione del riconoscimento, scritta dal direttore artistico Mario Esposito che annuncia già i preparativi per l’edizione 2018 del prestigioso Premio culturale.

“Il Teatro di prosa sarà anche stavolta al centro dei nostri interessi con le proposte delle nuove stagioni“, dichiara Esposito. “Siamo ormai alla ventitreesima edizione di un riconoscimento che ha raggiunto una notorietà nazionale ed una accreditamento tra gli addetti ai lavori nei diversi campi della comunicazione”.

Entusiasta Francesco Branchetti, regista e interprete de “Il Bacio”.

“ Il Bacio è uno spettacolo che nasce da un sogno e quindi è stato particolarmente bello aver ricevuto un premio per uno spettacolo nato da un sogno. Eravamo in tournee insieme con Barbara per la Medea ed abbiamo pensato di realizzare un altro  spettacolo insieme. La nostra scelta è caduta su “il Bacio” di Ger Thijs direttore del teatro nazionale olandese perché esso affronta piccoli problemi del quotidiano guardando alla direzione dei sentimenti, in un periodo storico in cui questi valori sono in crisi. Il Bacio narra come l’amore e i sentimenti possano cambiare la vita” ha commentato Branchetti.

“Il Bacio è un viaggio interiore. È la nascita di un sentimento ma anche una scoperta, un confronto tra un uomo e una donna che in un bosco trovano la loro complicità, un luogo di mezzo, di compromesso fisico ed interiore” ha commentato l’attrice e conduttrice televisiva Barbara De Rossi.           .

E a proposito del suo rapporto con il teatro, la De Rossi aggiunge:  “è una esperienza che iniziai più di ventidue anni fa e che poi lasciai perché volevo fare la mamma. Ora con Francesco Branchetti da tre anni ho ripreso questa avventura, con un desiderio di portare in scena un teatro di qualità. Il teatro è del resto una grande forma di libertà e di appuntamento con il pubblico che sceglie di venire a teatro per vedere te”.  

 

Barbara De  Rossi e Francesco Branchetti sul palco del Premio Penisola Sorrentina

 

Emmy Awards, Natalia Denegri è la prima italo argentina a vincerne 3

Roma, 12 dicembre 2017 – Natalia Denegri, diva argentina di origini italiane ha superato sé stessa conquistando 2 nuovi Emmy, per un totale di 3 premi, riaffermandosi come star internazionale nel panorama televisivo degli Stati Uniti.

La 69a edizione degli Emmy Awards, che si sono svolti recentemente presso il lussuoso Rosen Center Hotel di Orlando, ha confermato decisamente il successo di Natalia Denegri nella Tv americana.

L’ambita statuetta torna nelle mani della conduttrice e produttrice, questa volta premiata per ben 2 volte per 2 documentari di grandissimo impatto, realizzati insieme al anche noto Nelson Bustamante.

La gloriosa notte della Denegri è iniziata con il premio nella categoria di “interesse generale” per il documentario “RCTV, 10 anni dopo” (RCTV, 10 años después). Un lavoro molto umano e pieno di speranza, che mostra il destino dei lavoratori di Radio Caracas Television, il canale tv pioniere del Venezuela, dopo un decennio dalla sua chiusura per ordine dell’ex presidente Hugo Chávez.

E, come se non bastasse, il secondo riconoscimento è arrivato subito dopo per “Cercando Dio” (Buscando a Dios), nella categoria “programma religioso”. Il documentario racconta la bellissima storia di un uomo che, dopo aver saputo di essere malato di cancro, promette di visitare una chiesa diversa ogni domenica per tutto l’anno.

Il successo non è una novità per la diva argentina. Natalia era già stata sul red carpet degli Emmy 2015, per ricevere il suo primo premio per il documentario “Doppio Esilio II” (Doble Exilio II), che raccontava la storia dei cubani emigrati in Venezuela e che per la seconda volta sono stati costretti a emigrare negli Stati Uniti. Nel 2016 aveva poi conquistato altre due nomination.

Un anno di grandi successi per la Denegri

Il premio più importante della televisione degli Stati Uniti non è l’unico successo di Natalia Denegri dell’anno.

È stata infatti pluripremiata nel mondo del grande schermo per il film UMA, il primo lungometraggio prodotto dalla sua compagnia Trinitus Productions: al Burbank International Film Festival di Los Angeles e al Georgia Latino Film Festival ad Atlanta, lo scorso settembre.

Poi all’International Film Festival of India a novembre e al World Cinema Milan la stessa sera degli Emmy Awards. Un film in cui partecipa lei stessa con un ruolo da protagonista.

Il 2017 sarà anche ricordato nella carriera di Natalia Denegri come l’anno del suo primo libro in italiano, “Cuori Guerrieri”, edito da Infinito Edizioni e presentato con grande successo sia a Roma che a Venezia.

Il libro contiene le storie più commoventi e ispiratrici che sono state presentate nel suo famoso programma Corazones Guerreros, trasmesso in prima serata negli Stati Uniti attraverso Mega TV.

“È stato un anno di grandi emozioni” ha detto Natalia, e non solo per l’inarrestabile progresso della sua carriera, ma anche per il suo instancabile lavoro umanitario.

Oltre alla nota attività sociale che svolge costantemente con il suo programma televisivo, quest’anno l’abbiamo vista su due “voli della speranza”, organizzati insieme alla Fondazione Hassenfeld Family, per portare aiuti umanitari all’isola di Porto Rico, dopo il passaggio dell’uragano Maria.

Lavoro che si è guadagnato il riconoscimento del Congresso degli Stati Uniti, confermandola come una “diva dal cuore guerriero”.

 

TV, nominati “Ambassador 2017″ gli attori Lino Guanciale e Francesca Cavallin

Il Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” nomina “Ambassador 2017” gli attori Lino Guanciale e Francesca Cavallin. Il Commissario Cagliostro tornerà a maggio prossimo in tv per la seconda serie del noir RAI  “La porta rossa”.

Napoli, 11 dicembre 2017 –  Ogni fine anno la direzione artistica del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”®, kermesse di cultura e spettacolo di rilievo nazionale inserita tra i grandi eventi della Regione Campania, nomina due Ambassador dell’anno, un personaggio maschile ed uno femminile, sulla base dei consensi, delle segnalazioni della critica, del gradimento ottenuto tra i personaggi che si sono resi protagonisti del prestigioso Premio nazionale riservato ai protagonisti della cultura e della televisione.

Ad essere incoronati della palma di “Ambassador 2017” sono due attori del piccolo schermo: Francesca Cavallin (premiata nel 2013 e dal 2014 giurata della rassegna) e Lino Guanciale, il re delle fiction, protagonista di serie di successo come “Che Dio ci aiuti”, “Non dirlo al mio capo”, ma soprattutto “La porta rossa”, insieme con Gabriella Pession.

Francesca Cavallin per la RAI ha interpretato il ruolo di Bianca (moglie di Lele, interpretato da Giulio Scarpati) nella serie fortunata “Un medico in famiglia” oltre ad essere stata protagonista, insieme con Luca Zingaretti, della serie dedicata ad Adriano Olivetti e quest’anno aver riscosso grande successo nel ruolo di Pina nella fiction “Di padre in figlia”.

“Ci vorrà un po’ di tempo ma vedremo la seconda stagione. A maggio si parte, Carlo Lucarelli e gli autori stanno lavorando ad una serie che sia ancora più avvincente della prima”, dichiara l’attore nativo di Avezzano ma ormai di casa a Trieste.  

A tracciare il profilo di Lino Guanciale è Francesca Cavallin, componente della Giuria di qualità diretta da Mario Esposito:

“Lino è un attore completo. Un attore di prosa, di cinema, di televisione. È un uomo straordinario che da molti anni fa un lavoro eccellente nelle scuole e contribuisce ad avvicinare i nostri ragazzi alla recitazione, al teatro, alla prosa, ma soprattutto al valore profondissimo del nostro lavoro. Dando alle giovani generazioni il senso straordinario del nostro Paese e del suo patrimonio artistico-culturale”.

 

Lino Guanciale e Francesca Cavallin

 

 

 

 

 

Exit mobile version